Concorso per 1 dottore di ricerca (puglia) AGENZIA REGIONALE PER LA TECNOLOGIA E L'INNOVAZIONE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: DIR N. 42 del 11-06-2014
Sintesi: AGENZIA REGIONALE PER LA TECNOLOGIA E L'INNOVAZIONE Concorso (Scad. 5 luglio 2014)(Proroga scad. 25 luglio 2014) Avviso pubblico per la selezione di dottorandi 1. Contesto di riferimento ARTI - ...
Ente: AGENZIA REGIONALE PER LA TECNOLOGIA E L'INNOVAZIONE
Regione: PUGLIA
Provincia: BARI
Comune: VALENZANO
Data di pubblicazione 11-06-2014
Data Scadenza bando 25-07-2014
Condividi

AGENZIA REGIONALE PER LA TECNOLOGIA E L'INNOVAZIONE

Concorso (Scad. 5 luglio 2014)(Proroga scad. 25 luglio 2014)

Avviso pubblico per la selezione di dottorandi


1. Contesto di riferimento
ARTI - Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione, istituita con L. R. n° 1 del 7 gennaio 2004, è un ente strumentale della Regione Puglia, la cui attività si inserisce nella strategia di sviluppo economico regionale basata sul ruolo della Ricerca e dell’Innovazione per la crescita economica e la coesione sociale, ed è orientata a promuovere, stimolare e soddisfare la domanda di innovazione delle imprese e dei sistemi produttivi locali e la riqualificazione del capitale umano.
ARTI agisce in attuazione delle direttive generali impartite dalla Giunta regionale, pur godendo di autonomia scientifica, organizzativa e finanziaria.
ARTI assume inoltre i compiti di coordinamento e sostegno del Sistema Innovativo Regionale, in costante raccordo con le strutture di servizio, produttive e della ricerca presenti nella regione.
Le finalità dell’Agenzia sono definite dall’art. 66 della legge istitutiva:
- opera come istituto di previsione tecnologico scientifico (foresight) della Regione allo scopo di identificare le linee di sviluppo future del territorio e di indirizzare le risorse disponibili in concertazione con gli attori tecnologico-scientifici pubblici e privati della Puglia;
- agisce come strumento operativo della Regione nel coordinamento, nella gestione e nell’indirizzo delle risorse destinate alle istituzioni (consorzi di ricerca, enti di ricerca pubblici e privati, università, etc.) e al sistema produttivo per la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico;
- realizza i programmi di sostegno all’innovazione e al trasferimento tecnologico promossi dalla Regione, con strumenti progettuali specifici dedicati al potenziamento del partenariato tecnologico pubblico-privato;
- svolge attività di valutazione tecnico-scientifica e gestionale ex-ante ed ex-post e di monitoraggio continuo dei progetti sui fondi da essa gestiti e sui progetti e programmi di sviluppo e innovazione finanziati.
Gli obiettivi strategici dell’Agenzia sono quindi quelli di:
- promuovere la valorizzazione dei risultati della ricerca e la nascita di nuove imprese;
- sostenere l’internazionalizzazione della R & I pugliese;
- promuovere la comunicazione e la diffusione della cultura dell’innovazione, stimolando e incoraggiando comportamenti innovativi;
- monitorare e valutare programmi, progetti, azioni regionali e attori del sistema innovativo regionale;
- sostenere strutture regionali nella pianificazione e nella realizzazione di iniziative e azioni
Tra gli interventi di nuova concezione è prevista l’attivazione di percorsi specialistici per i dottorandi, da realizzare in coordinamento con l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, il Politecnico di Bari e l’Università LUM “Jean Monnet”, che hanno aderito alla presente iniziativa. ARTI si riserva la facoltà di estendere il presente avviso anche ad ulteriori università pugliesi qualora nel corso di validità della procedura pervenissero le relative adesioni.
I dottorandi svolgeranno presso ARTI il loro percorso di formazione “on the job”, con un evidente beneficio in termini di acquisizione di conoscenze specifiche sui temi dell’innovazione, nonché di possibilità di contatto professionale con il sistema industriale e della ricerca; d’altra parte, l’Agenzia potrà usufruire di un apporto qualificato di dottorandi che, con le loro competenze specialistiche, integreranno utilmente il patrimonio di competenze professionali di cui l’ARTI dispone.
2. Oggetto
Con il presente Avviso è indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per la predisposizione di un elenco di idonei dottorandi il cui percorso di ricerca sia coerente con le attività che l’Agenzia sviluppa o intende sviluppare nelle seguenti aree di competenza:
a) Analisi delle esigenze tecnologiche e supporto tecnologico a imprese nei settori: agroalimentare, meccanico, energetico, ambientale, biotecnologico, trasporti, altro.
b) Analisi e monitoraggio di azioni a sostegno dell’innovazione
c) Nuovi strumenti di comunicazione e divulgazione scientifica.
3. Chi può partecipare
La partecipazione alla selezione è libera, senza limitazioni in ordine alla cittadinanza.
Possono partecipare alla selezione coloro che stiano svolgendo un ciclo di dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, il Politecnico di Bari e l’Università LUM “Jean Monnet”. Eventuali domande presentate da dottorandi appartenenti alle altre università pugliesi saranno prese in considerazione solo se nel corso di validità della procedura pervenissero le adesioni da parte dei relativi atenei.
4. Come candidarsi
Coloro che intendono partecipare alla selezione sono tenuti a presentare domanda in carta semplice seguendo lo schema pubblicato sul sito istituzionale dell’Agenzia all’indirizzo www.arti.puglia.it, inviandola entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.
La domanda, debitamente compilata e sottoscritta, dovrà essere inviata, unitamente al curriculum vitae e copia del documento di identità in corso di validità, esclusivamente attraverso una delle seguenti modalità:
- posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo arti@pec.rupar.puglia.it, con Oggetto: “Domanda di partecipazione selezione dottorandi”;
- lettera raccomandata con avviso di ricevimento ad: ARTI - Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione, Strada Provinciale per Casamassima km 3, 70010 Valenzano (BA), con dicitura sulla busta: “Domanda di partecipazione selezione dottorandi”.
Le candidature dovranno pervenire entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.
Non saranno valutate le candidature pervenute oltre i termini previsti o presentate con modalità differenti rispetto a quelle stabilite o presentate da soggetti privi dei requisiti indicati al punto 3 del presente Avviso.
5. Come vengono valutate le candidature
La candidature saranno valutate da una commissione nominata dall’ARTI.
La valutazione avverrà in due fasi distinte.
Nella prima fase, la commissione valuterà le domande di candidatura validamente presentate utilizzando una scala da 0 a 60 punti, così ripartiti:
A. Coerenza del curriculum vitae con le aree di competenze individuate (max 20);
B. Coerenza del progetto scientifico (max 40 punti).
Al termine della prima fase di valutazione, i candidati che avranno ottenuto un punteggio minimo di 40 punti saranno ammessi ad un colloquio per verificare la motivazione alla partecipazione e il possesso di conoscenze e competenze di base e trasversali relative alle aree di interesse dell’Agenzia.
L’elenco dei candidati ammessi a colloquio con l’indicazione della data, dell’ora e del luogo di svolgimento e la successiva graduatoria saranno resi noti sul sito web www.arti.puglia.it. Tale pubblicazione costituirà notifica a tutti gli interessati.
Il punteggio massimo attribuibile ad esito del colloquio è di 40 punti. Per superare il colloquio i candidati dovranno comunque conseguire un punteggio non inferiore a 20 punti su 40.
Il punteggio definitivo attribuito ai candidati sarà uguale alla somma dei punteggi assegnati tramite la valutazione della domanda di candidatura e attraverso il colloquio, fino ad un massimo di 100 punti.
Per l’attribuzione dei punteggi, la Commissione procederà a moltiplicare il punteggio massimo previsto per ciascun criterio per i moltiplicatori corrispondenti ai seguenti giudizi:
_________________________
Giudizio Moltiplicatore
_________________________
Eccellente 1
_________________________
Ottimo 0,9
_________________________
Buono 0,8
_________________________
Discreto 0,7
_________________________
Sufficiente 0,6
_________________________
Insufficiente 0,4
_________________________
Non adeguato 0,2
_________________________
Non valutabile 0
_________________________
Al termine della valutazione verrà stilata una lista di idonei con relativo punteggio.

6. Lista idonei
ARTI si riserva la facoltà, in base alle proprie esigenze organizzative e alle competenze necessarie per lo svolgimento delle attività progettuali, di attingere dall’elenco di idonei, di cui al punto 5, per avviare operativamente i percorsi di formazione “on the job”. L’inserimento nell’elenco degli idonei non comporta alcun diritto di attivazione dei percorsi di formazione.
7. Riconoscimento economico
Qualora i candidati selezionati sulla base del presente Avviso non usufruiscano di una borsa di studio erogata dall’Ateneo di appartenenza, ARTI si riserva la facoltà di assegnare specifici incarichi di collaborazione per la realizzazione di attività nell’ambito degli interventi la cui realizzazione è stata affidata all’Agenzia. In via esemplificativa e non esaustiva si citano i seguenti progetti:
- Fase conclusiva ILO2
- Innovazione per l’occupabilità
- Reti di Laboratori
- Futurein-Research
- Osservatorio sistemi di istruzione e formazione
- Green Business Innovation
- INGRID
- NO-BLE Ideas
- Agronet
- Alterenergy
- Renewal
- ECCL
- MED Desire
- Demoware
- Waterpipp
In relazione a tali incarichi, il relativo compenso sarà determinato in modo da tenere conto di quanto normalmente corrisposto per analoghe prestazioni di lavoro autonomo nel luogo di esecuzione del rapporto in proporzione alla quantità e qualità del lavoro stesso.
7. Responsabile del procedimento
Il responsabile del procedimento è l’avv. Francesco Addante (email: f.addante@arti.puglia.it; tel; 080/4670234).
8. Trattamento dei dati personali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, i dati richiesti dal formulario di presentazione delle candidature saranno utilizzati esclusivamente per le finalità previste dal presente Avviso e saranno oggetto di trattamento svolto con o senza l’ausilio di strumenti informatici nel pieno rispetto della normativa sopra richiamata e degli obblighi di riservatezza ai quali è tenuta la Pubblica Amministrazione.
9. Informazioni sul procedimento
Per richiedere informazioni è possibile rivolgersi alla dott.ssa Paola Spadafina (email:
p.spadafina@arti.puglia.it; tel: 080/4673597).
Il Direttore Amministrativo
Avv. Francesco Addante
Per visualizzare l'avviso di proroga clicca qui