Concorso per 1 dirigente medico di cardiologia (basilicata), 1 dirigente medico di medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza (basilicata), 1 dirigente medico neuropsichiatria infantile (basilicata), 1 dirigente sanitario medico ortopedia e traumatologia (basilicata) ASP - AZIENDA SANITARIA LOCALE DI POTENZA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 4
Fonte: DIR N. 48 del 03-07-2013
Sintesi: ASP - AZIENDA SANITARIA LOCALE DI POTENZA Concorso (Scad. 16 luglio 2013) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per l’eventuale assunzione a tempo determinato di Dirigenti Medici - varie ...
Ente: ASP - AZIENDA SANITARIA LOCALE DI POTENZA
Regione: BASILICATA
Provincia: POTENZA
Comune: POTENZA
Data di pubblicazione 04-07-2013
Data Scadenza bando 16-07-2013
Condividi

ASP - AZIENDA SANITARIA LOCALE DI POTENZA

Concorso (Scad. 16 luglio 2013)

Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per l’eventuale assunzione a tempo determinato di Dirigenti Medici - varie discipline


In esecuzione della Deliberazione del Direttore Generale n. 372 del 12 giugno 2013, è indetto avviso pubblico, per titoli e colloquio, per l’eventuale assunzione a tempo determinato di DIRIGENTI MEDICI per le seguenti discipline:
- Area Medica e delle Specialità Mediche - disciplina di Cardiologia;
- Area Medica e delle Specialità Mediche - disciplina di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza;
- Area Medica e delle Specialità Mediche - disciplina di Neuropsichiatria Infantile;
- Area Chirurgica e delle Specialità Chirurgiche - disciplina di Ortopedia e Traumatologia.
Avvertenze
L’avviso è indetto e sarà espletato ai sensi della normativa di cui al DPR 483/97, ai Decreti legislativi n. 502/92 e ss.mm.ii., e n. 165/2001 e ss.mm.ii, alla Legge n. 125/91 e al D.Lgs n. 198/2006 sulle pari opportunità, alla Legge n. 127/97 e, per quanto applicabile, al DPR n. 487/94.
Il rapporto di lavoro conseguente al presente avviso è “esclusivo” ed è disciplinato dal CCNL della Dirigenza Medica e Veterinaria del 5.12.96 e successivi e dal D.Lgs. n. 229/99. E’, quindi, incompatibile con qualsiasi altro rapporto o incarico pubblico o privato anche se di natura convenzionale, fatto salvo quanto diversamente disposto da normative specifiche applicabili.
Ai sensi del D.Lgs n. 196 del 30.6.2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, il trattamento dei dati personali forniti dai candidati sarà finalizzato allo svolgimento della procedura selettiva e all’eventuale instaurazione e gestione del rapporto contrattuale.
Il trattamento dei dati avverrà nel rispetto del segreto d’ufficio e dei principi di correttezza, liceità e trasparenza, in applicazione di quanto disposto dallo stesso D.Lgs 196/03 in modo da assicurare la tutela della riservatezza dell’interessato, fatta comunque salva la necessaria pubblicità della procedura concorsuale ai sensi delle disposizioni normative vigenti.
Il trattamento verrà effettuato anche con l’ausilio di mezzi informatici, con la precisazione che l’eventuale elaborazione dei dati per finalità statistiche o di ricerca avverrà garantendo l’anonimato.
La comunicazione dei dati ad altri soggetti pubblici e ai privati verrà effettuata in esecuzione di obblighi di legge, di regolamento e per lo svolgimento delle funzioni istituzionali ai sensi di quanto previsto dalla L. 675/96 e delle ulteriori disposizioni integrative.
La diffusione dei dati verrà effettuata nel rispetto dei divieti di comunicazione previsti dall’art. 25 del D.Lgs 196/03.
In conformità a quanto previsto dall’art. 7, comma 1, del D.Lgs. n. 165/2001 è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro e al trattamento sul lavoro.
La partecipazione all’avviso è consentita ai candidati dell’uno e dell’altro sesso che siano in possesso dei requisiti prescritti. Al riguardo, ai sensi dell’art. 4, comma 3, della Legge n. 125/91 come sostituito ed integrato dall’art. 27, comma 5, del D.lgs n. 198 dell’11.04.2006, si specifica che il termine “candidati” usato nel testo va sempre inteso nel senso innanzi specificato e quindi riferito ai laureati “dell’uno e dell’altro sesso”.
Art. 1
Requisiti generali e specifici per l’ammissione
Possono partecipare all’avviso pubblico coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti:
a) Requisiti generali:
1. cittadinanza italiana, salvo le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;
2. idoneità fisica all’impiego. L’accertamento della idoneità fisica all’impiego, con l’osservanza delle norme in tema di categorie protette e del requisito della cittadinanza è effettuata a cura dell’Azienda Sanitaria Locale prima dell’immissione in servizio. Il personale dipendente dalle Amministrazioni ed Enti di cui agli artt. 25 e 26, comma 1, del DPR n. 761/79 è dispensato dalla visita medica.
b) Requisiti specifici:
1. Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia;
2. Specializzazione nella singola disciplina messa ad avviso o in disciplina equipollente o in disciplina affine (secondo le indicazioni previste dai Decreti ministeriali del 30/01/98 e del 31/01/98 e successive modificazioni ed integrazioni, ai sensi e agli effetti dell’art. 56, comma 1, del DPR 483/97 e dell’art. 15, comma 7, del Dlgs n. 502/1992, come modificato dall’art. 8, del Dlgs n. 254/2000). Ai sensi del comma 2 dello stesso articolo il personale del ruolo sanitario in servizio di ruolo alla data di entrata in vigore del DPR 483/97 presso altre aziende sanitarie nella disciplina messa a concorso è esentato dal requisito della specializzazione nella medesima disciplina;
3. iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente Albo Professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione all’avviso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
Il possesso di titoli accademici di medico e di specialista di cui alla lettera b) punti 1. e 2., propedeutici all’iscrizione al relativo Albo, conseguiti a seguito di studi ed esami svoltisi in un Paese non comunitario presso Università statali o legalmente riconosciute, ovvero conseguiti o già riconosciuti in un Paese dell’U.E. da cittadini non comunitari, devono essere riconosciuti, secondo la normativa vigente in materia, quali titoli abilitanti all’esercizio in Italia dell’attività professionale di medico e di specialista. Tutti i titoli prodotti dai candidati devono essere tradotti in lingua italiana.
I requisiti di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente avviso per la presentazione delle domande di partecipazione. Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione all’avviso pubblico.
Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo o che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente scarso rendimento, ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale per aver ottenuto impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Il possesso dei requisiti di cui all’art. 1, lettere a), punto 1), e b), deve essere autocertificato dal candidato ai sensi dell’art. 46 del DPR n. 445/2000. Il possesso della laurea e della specializzazione può in alternativa essere documentato producendo il titolo in originale o in copia fotostatica accompagnata dalla relativa dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante la conformità all’originale ai sensi degli arti. 19 e 47 del DPR n. 445/2000. In ogni caso, ai sensi dell’art. 15 della Legge n. 183 del 12.11.2011, l’eventuale produzione di certificato rilasciato da una pubblica Amministrazione è nulla.
Si rammenta che l’Azienda è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive rese ai sensi del DPR n. 445/2000 e che, oltre alla decadenza dell’interessato dai benefici eventualmente conseguiti sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.
Art. 2
Domanda di ammissione
Per essere ammessi al presente avviso i candidati, secondo lo schema esemplificativo allegato al presente bando (allegato A), dovranno far pervenire, a pena di esclusione, domanda diretta al Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza.
La domanda e la documentazione ad essa allegata devono essere inoltrate esclusivamente a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo:
Azienda Sanitaria Locale di Potenza - Via Torraca, n. 2 - 85100 - Potenza.
Le domande devono pervenire, a pena di esclusione, entro il 15° (quindicesimo) giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della regione Basilicata - Parte II.
Qualora detto giorno sia festivo il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo. Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante.
La domanda di ammissione può essere, in alternativa, inoltrata per via telematica all’indirizzo PEC aziendale protocollo@pec.aspbasilicata.
net (secondo quanto previsto dall’art. 65 del Dlgs n. 82/2005 e dalla circolare n. 12/2010 del Dipartimento della Funzione Pubblica).
Si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata personale.
Non sarà, pertanto, ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC aziendale ovvero l’invio da PEC non personale. Si precisa, inoltre che per tale modalità di presentazione della domanda il termine ultimo di invio della stessa, a pena di esclusione, è fissato alle ore 12:00 del giorno di scadenza del presente avviso. Qualora detto giorno sia festivo il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
I candidati in possesso della specializzazione di cui al precedente art. 1, lettera b) punto 2) in più discipline messe ad avviso devono presentare apposita domanda per ciascuna disciplina per la quale intendono partecipare.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; la eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetti.
Per l’ammissione all’avviso pubblico gli aspiranti devono dichiarare, sotto la propria responsabilità, consapevoli delle sanzioni penali previste nel caso di dichiarazioni non veritiere e falsità negli atti, richiamate dall’art. 76 del DPR n. 445/2000:
a) il cognome e il nome;
b) la data, il luogo di nascita, la residenza e il recapito telefonico;
c) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
d) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
e) le eventuali condanne penali riportate (ovvero di non aver riportato condanne penali);
f) il possesso dei requisiti specifici richiesti per la specifica disciplina messa ad avviso;
g) la posizione nei riguardi degli obblighi militari (solo per i candidati di sesso maschile);
h) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione dei precedenti rapporti di pubblico impiego (ovvero di non aver mai prestato servizio presso PP.AA.);
i) il possesso di eventuali titoli di precedenza e/o di preferenza.
L’interessato, inoltre, è tenuto ad indicare il domicilio (con l’indicazione del C.A.P.) presso il quale deve, ad ogni effetto, esser fatta ogni eventuale comunicazione relativa all’avviso.
L’Azienda Sanitaria non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
La domanda deve essere firmata, pena esclusione, e la firma in calce alla domanda non deve essere autenticata. Alla stessa il candidato dovrà allegare una fotocopia del proprio documento di identità.
Non è valido il riferimento a documentazione allegata ad istanze di partecipazione ad altri concorsi o avvisi ovvero già in possesso delle disciolte Aziende Sanitarie n. 1 di Venosa, n. 2 di Potenza, n. 3 di Lagonegro.
Si rammenta che l'Azienda è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive rese ai sensi del DPR n. 445/2000 e che, oltre alla decadenza dell'interessato dai benefici eventualmente conseguiti sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.
Alla domanda di partecipazione all'avviso i candidati dovranno allegare altresì:
- le autocertificazioni relative ai titoli che ritengono opportuno presentare ai fini della valutazione di merito e della formazione della graduatoria;
- un curriculum formativo e professionale redatto su carta semplice datato e firmato, formalmente documentato ai sensi degli artt.
46 e 47 del DPR 445/2000;
- un elenco dei titoli e dei documenti presentati.
L'autocertificazione dovrà essere resa secondo gli allegati B e C del presente avviso e sarà ritenuta valida solo se prodotta nelle seguenti forme:
- dichiarazioni sostitutive di certificazioni (allegato B) nei casi elencati all'art. 46 del D.P.R. 445/2000 (ad es. stato di famiglia, iscrizione ad ordini professionali, titoli di studio, titoli professionali, specializzazioni, abilitazioni, titoli di formazione e di aggiornamento ecc.): la firma non deve essere autenticata e non necessita la fotocopia del documento di identità del concorrente.
- dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà (allegato C) ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 445/2000: per tutti gli stati, qualità personali o fatti non espressamente indicati nell'art. 46 del predetto DPR che siano a diretta conoscenza dell'interessato (ad es.
attività di servizio, borse di studio, incarichi libero professionali, docenze, conformità di copie agli originali ecc.). Tale dichiarazione deve essere sottoscritta e alla stessa deve essere allegata la fotocopia di un documento di identità personale del sottoscrittore.
Le dichiarazioni rese dai candidati, in quanto sostitutive a tutti gli effetti della certificazione, dovranno contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che si intende presentare; l'omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato.
L'attestazione dei servizi prestati, resa mediante dichiarazione sostitutiva ex art. 47 del D.P.R. 445/2000, dovrà contenere, pena la non valutazione, l'esatta denominazione dell'ente, la qualifica o il profilo professionale, il tipo di rapporto di lavoro (a tempo determinato o indeterminato, a tempo pieno o parziale con indicazione dell'impegno orario settimanale ecc), la natura del rapporto (autonomo o subordinato), le date di inizio e di conclusione dei vari periodi di servizio prestato, le eventuali interruzioni intervenute.
I titoli valutabili, ivi compresi quelli da allegare al curriculum, sono quelli previsti dagli artt. 11, 20, 21, 22, 23 e 27 del DPR n. 483/97.
Le pubblicazioni, ai sensi dell'art. 3, comma 5, DPR 483/97, devono essere edite a stampa.
In alternativa le pubblicazioni possono essere presentate in fotocopia semplice accompagnate da dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà con la quale il candidato attesta che le copie sono conformi agli originali ovvero autocertificate, in quest'ultimo caso per essere valutate dovranno essere ampiamente descrittive, poiché dalla semplice intestazione dei lavori non può ricavarsi l'adeguata valutazione richiesta dall'art. 11 del DPR n. 483/97.
Art. 3
Ammissione
L'Amministrazione provvederà con apposito Atto all'ammissione e/o esclusione dei candidati all'avviso, previa verifica dei requisiti di ammissione indicati nel presente avviso.
L'esclusione dalla procedura selettiva verrà notificata entra trenta giorni dalla data di esecutività della relativa decisione.
I candidati saranno informati, mediante pubblicazione sul sito internet aziendale www.aspbasilicata.net, non prima di DIECI giorni successivi alla data di scadenza dell'avviso:
• dell'ammissione e/o dell'esclusione;
• del calendario delle sedute in cui sosterranno il colloquio secondo l'ordine alfabetico;
• della sede presso cui sosterranno il colloquio.
Ai fini della convocazione per sostenere il colloquio si precisa, in maniera inderogabile, che la data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della regione Basilicata - Parte II vale come notifica a tutti gli effetti della decorrenza dei termini della convocazione per il colloquio.
Art. 4
Prova selettiva
La prova selettiva consisterà in un colloquio sulle materie inerenti alla disciplina oggetto dell'avviso, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire.
Art. 5
Valutazione titoli e colloquio
La Commissione, da nominarsi con apposito atto, dispone complessivamente di 40 punti per la valutazione dei titoli e per il colloquio.
I punti sono così ripartiti:
- 20 punti per i titoli - 20 punti per il colloquio I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti - titoli di carriera: punti 10;
- titoli accademici e di studio: punti 3;
- pubblicazioni e titoli scientifici: punti 3 - curriculum formativo e professionale:
punti 4 La valutazione dei titoli di carriera e dei titoli accademici e di studio verrà effettuata con i criteri e i punteggi previsti dall'art. 27 del DPR 483/97 e dall'art. 45 del Decreto Leg.vo n. 368/1999.
Per la valutazione delle pubblicazioni, dei titoli scientifici e del curriculum formativo e professionale verranno applicati i criteri previsti dall'art. 11 del predetto DRP 483/97.
Il superamento del colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20.
Art. 6
Graduatoria e adempimenti dei concorrenti inseriti nella graduatoria
La graduatoria di merito dei candidati è formata, per ciascuna disciplina messa ad avviso, secondo l'ordine dei punti della valutazione complessiva riportata da ciascun candidato, con l'osservanza, a parità di punti, delle preferenze previste dal DPR 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni.
La graduatoria di merito è approvata dal Direttore Generale con apposito atto dispositivo ed è immediatamente efficace.
La graduatoria di merito sarà pubblicata sul sito internet aziendale www.aspbasilicata.net e tale pubblicazione varrà quale notifica a tutti gli effetti e sul Bollettino Ufficiale Regionale Basilicata – parte II.
L'eventuale assunzione in servizio avverrà mediante la stipula di contratto individuale di lavoro, secondo le disposizioni richiamate dal Dlgs n. 165/2001 e del CCNL Dirigenza Medica e Veterinaria in vigore.
I candidati da assumere, sotto la propria responsabilità, dovranno dichiarare di non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle condizioni di incompatibilità richiamate dal Dlgs n. 165/01. In caso contrario unitamente ai documenti dovrà essere presentata la dichiarazione di opzione per la nuova Azienda o Ente. Scaduto inutilmente tale termine, l'Azienda Sanitaria non darà luogo alla stipulazione del contratto.
Il rapporto di lavoro si risolve automaticamente, senza diritto di preavviso, alla scadenza indicata nel contratto individuale di lavoro.
In nessun caso il rapporto di lavoro a tempo determinato potrà trasformarsi in rapporto di lavoro a tempo indeterminato.
Art. 7
Trattamento economico
Ai candidati, assunti a tempo determinato, sarà attribuito il trattamento stipendiale iniziale fissato per la specifica posizione funzionale messa a concorso dal CCNL per la Dirigenza Medica e Veterinaria in vigore.
Art. 8
Disposizioni finali
L'Amministrazione si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di protrarre il termine di scadenza fissato dal presente avviso, di annullare o revocare la presente procedura.
L'eventuale assunzione in servizio dei candidati sarà, in ogni caso, subordinata, oltre che alla verifica della permanenza delle esigenze programmatiche e di servizio che hanno determinato l'adozione del presente avviso, anche alle previste autorizzazioni regionali di cui all'art. 20 della L.R. 8 agosto 2012, n. 16 per come modificato dall'art. 1 della L.R. Basilicata 16 aprile 2013, n. 7.
Per quanto non espressamente previsto dal presente avviso si fa riferimento alle disposizioni legislative che disciplinano la materia.
Responsabile del procedimento è il Dott. Paolo Schettini - U.O.C. "Gestione del Personale" – Sede amministrativa di Lagonegro - Via Piano dei Lippi n. 3 Lagonegro (PZ) al quale potranno essere rivolte richieste di chiarimenti il martedì e il giovedì, dalle ore 15,00 alle ore 17,00, telefonando al seguente numero di telefono: 0973-48507.
Il presente avviso compreso gli allegati sono disponibili sul sito internet aziendale www.aspbasilicata.net
Potenza, lì 12 giugno 2013
IL DIRETTORE GENERALE
(Dr. Mario Marra)