Concorso per 39 dottori di ricerca (lombardia) UNIVERSITA' DI MILANO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 39
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 55 del 17-07-2012
Sintesi: UNIVERSITA' DI MILANO CONCORSO   (scad.  3 settembre 2012) Concorso per l'ammissione al corso di dottorato di ricerca denominato PhD (Philosophiae Doctor) in Molecular Medicine - 2012/2013. ...
Ente: UNIVERSITA' DI MILANO
Regione: LOMBARDIA
Provincia: MILANO
Comune: MILANO
Data di pubblicazione 17-07-2012
Data Scadenza bando 03-09-2012
Condividi

UNIVERSITA' DI MILANO

CONCORSO   (scad.  3 settembre 2012)
Concorso per l'ammissione al corso di dottorato di ricerca denominato
  PhD (Philosophiae Doctor) in Molecular Medicine - 2012/2013. 
 
 
                             IL RETTORE 
               dell'Universita' degli studi di Milano 
 
 
                                  e 
 
 
                             IL RETTORE 
        dell'Universita' degli studi «Federico II» di Napoli 
 
    Visto l'art. 4 della legge 3 luglio 1998, n. 210; 
    Visto il decreto ministeriale 30 aprile 1999, n. 224 «Regolamento
recante norme in materia di dottorato di ricerca»; 
    Visto il decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270  «Modifiche
al regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica  degli
atenei, approvato con decreto del Ministro dell'universita'  e  della
ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509»; 
    Visto il regolamento dell'Universita' degli studi  di  Milano  in
materia di dottorato di ricerca,  emanato  con  decreto  rettorale  9
ottobre 2006, e successive modificazioni; 
    Visto il regolamento  di  disciplina  del  dottorato  di  ricerca
dell'Universita' degli studi «Federico II»  di  Napoli,  emanato  con
decreto rettorale n. 3559 del 27 ottobre 2008; 
    Vista la convenzione tra l'Universita'  degli  studi  di  Milano,
l'Universita' degli studi «Federico II» di  Napoli  e  la  Fondazione
«Scuola superiore europea di medicina  molecolare»  (SEMM),  ai  fini
dell'attivazione del corso di dottorato di ricerca interuniversitario
e internazionale denominato «PhD (Philosophiae Doctor)  in  Molecular
Medicine  (Molecular  Oncology,  Computational  Biology   and   Human
Genetics)»; 
    Viste le deliberazioni  adottate  dal  senato  accademico  e  dal
consiglio di amministrazione dell'Universita' degli studi  di  Milano
rispettivamente nelle sedute del 13 e 27 marzo 2012; 
    Vista la convenzione  stipulata  tra  l'Universita'  degli  studi
«Federico II» di Napoli e la Fondazione Telethon - con  la  quale  la
Fondazione medesima si impegna a finanziare una borsa  di  studio  da
destinarsi alla sede di  Napoli  per  il  corso  di  dottorato  sopra
indicato; 
    Vista la convenzione  stipulata  tra  l'Universita'  degli  studi
«Federico II» di Napoli e la Fondazione «Scuola superiore europea  di
medicina molecolare» (SEMM) con la quale la  Fondazione  medesima  si
impegna a finanziare una borsa di studio da destinarsi alla  sede  di
Napoli per il corso di dottorato sopra indicato; 
 
                             Decretano: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                             Attivazione 
 
 
    L'Universita' degli studi di Milano,  l'Universita'  degli  studi
«Federico II» di Napoli e la Fondazione «Scuola superiore europea  di
medicina molecolare» (SEMM) attivano, in conformita'  alle  normative
vigenti, un corso di dottorato di  ricerca  di  contenuto  fortemente
innovativo,  denominato  «PhD  (Philosophiae  Doctor)  in   Molecular
Medicine  (Molecular  Oncology,  Computational  Biology   and   Human
Genetics)» e avente sede presso l'Universita' degli studi di Milano e
l'Universita' degli studi «Federico II» di  Napoli.  L'obiettivo  del
PhD in Molecular Medicine e' la formazione di  ricercatori  orientati
ai problemi della Medicina  Molecolare  e  della  Post-genomica,  con
particolare riferimento  all'oncologia  molecolare  e  alle  malattie
genetiche. 
    Il corso si rivolge principalmente a  giovani  neo  laureati  con
brillante  carriera  universitaria  e  ha  come   elementi   fondanti
dell'iter formativo: 
    l'inserimento   del   dottorando   nel   processo   di    ricerca
sperimentale; 
    l'introduzione di nuove materie di studio, legate  agli  sviluppi
della post-genomica e della medicina molecolare; 
    l'insegnamento  di  elementi  di  gestione  finanziaria  e  della
comunicazione della ricerca; 
    l'internazionalita'. 
    La sua dimensione internazionale e' fondata su: 
    presenza di docenti e dottorandi stranieri; 
    collegamento con istituzioni straniere di spicco, particolarmente
nella post-genomica e nella medicina molecolare; 
    uso della lingua inglese come lingua ufficiale del corso. 
    Settori  scientifico-disciplinari  di  riferimento   del   corso:
BIO/06, BIO/10,  BIO/11,  BIO/12,  BIO/13,  BIO/14,  BIO/15,  BIO/18,
CHIM/06, FIS/07, INF/01,  MED/01,  MED/03,  MED/04,  MED/08,  MED/46,
MED/49. 
    Durata: 4 anni. 
    Curricula: 
    Molecular Oncology (Milano e Napoli); 
    Computational Biology (Milano); 
    Human Genetics (Napoli). 
    Posti: 39, di cui 35 per la sede di Milano e 4  per  la  sede  di
Napoli. 
    Borse di studio: 20  (18  destinate  alla  sede  di  Milano  e  2
destinate alla sede di Napoli). 
    I posti e le borse di studio sono cosi' ripartiti: 
per la sede di Milano: 
    Molecular Oncology: 27 posti dei quali 15 con borsa di studio: 
    4 borse di studio messe  a  disposizione  dall'Universita'  degli
studi di Milano; 
    4 borse di studio finanziate dalla Fondazione «Istituto  italiano
di tecnologia» (IIT), di cui: 
    1 per il programma di ricerca «Identification of  genes  involved
in transcriptional repression by PcG proteins»; 
    1 per il programma  di  ricerca  «Gene  regulation  and  cellular
growth control»; 
    1  per  il  programma  di  ricerca   «Molecular   mechanisms   of
Myc-induced tumorigenesis»; 
    1 per il programma di ricerca «microRNAs and non-coding  RNAs  in
development and cancer»; 
    3 borse di studio finanziate dall'Istituto europeo  di  oncologia
(IEO); 
    4 borse di studio  finanziate  dall'Istituto  FIRC  di  oncologia
molecolare (IFOM); 
    Computational Biology: 8 posti dei quali 3 con borsa di studio: 
    1 borsa di studio su fondi  messi  a  disposizione  dal  Progetto
giovani 2011 riservata a ricerche finalizzate all'ambito di  indagine
prioritario  a  livello  nazionale  «Salute   dell'uomo   (studio   e
trattamento dei  tumori  e  delle  malattie  degenerative  con  nuovi
approcci  derivati  dalla  conoscenza  del  genoma  umano)»  per   il
programma  di  ricerca  «Salute  dell'uomo  -  L'approccio  di   next
generation DNA sequencing nello studio dei tumori»; 
    2 borse di studio finanziate dalla Fondazione «Istituto  italiano
di tecnologia» (IIT), di cui: 
    1  per  il  programma  di  ricerca  «Computational  modeling   of
epigenetic networks»; 
    1 per il programma di ricerca  «A  Systems  Biology  approach  to
identify Myc-dependent cancer stem cell self-renewal and  progenitors
reprogramming circuits»; 
per la sede di Napoli: 
    Molecular Oncology e Human Genetics: 4  posti  dei  quali  2  con
borsa di studio: 
    1 borsa di studio finanziata da Fondazione TELETHON; 
    1 borsa di studio  finanziata  da  Fondazione  «Scuola  superiore
europea di medicina molecolare» (SEMM). 
    Delle 18 borse destinate alla sede di Milano, fino ad un  massimo
di due sono riservate  a  candidati  extracomunitari  non  rientranti
nella previsione dell'art. 39, comma 5, del  decreto  legislativo  25
luglio 1998, n. 286, come modificato dall'art. 26 della legge 189 del
30 luglio 2002, a condizione  che  questi  occupino  nella  specifica
graduatoria  di  merito  una  posizione  non   inferiore   a   quella
corrispondente a posti che danno  titolo  a  usufruire  delle  borse.
Qualora nella graduatoria di merito non figurino in  posizione  utile
candidati extracomunitari, le borse in questione  saranno  attribuite
ai candidati comunitari che ricoprano quelle posizioni. 
    Le borse  di  studio  potranno  essere  aumentate  a  seguito  di
finanziamenti esterni che si rendano  disponibili  prima  dell'inizio
delle prove concorsuali. 
    Coordinatore: prof. Pier Paolo Di Fiore, dipartimento di  scienze
della salute dell'Universita' degli studi di Milano. 
    Le attivita' formative del  dottorato  si  svolgeranno  presso  i
seguenti centri: 
    sede di Milano: Istituto FIRC di oncologia  molecolare  (IFOM)  e
Istituto europeo di oncologia (IEO); 
    sede di  Napoli:  CEINGE  -  Biotecnologie  avanzate  e  Istituto
TELETHON di genetica e medicina (TIGEM). 
    Per l'ammissione  al  corso  di  dottorato  e'  indetto  pubblico
concorso, per titoli ed esami, le cui modalita' di  svolgimento  sono
indicate nei seguenti articoli. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
                       Requisiti di ammissione 
 
 
    Possono presentare  domanda  di  partecipazione  al  concorso  di
ammissione al dottorato di ricerca coloro i quali siano  in  possesso
di diploma  di  laurea  conseguito  secondo  l'ordinamento  anteriore
all'entrata in vigore del decreto ministeriale 30  novembre  1999  n.
509, o di  diploma  di  laurea  specialistica/magistrale,  ovvero  di
titolo equivalente per livello di studi (Master's Degree)  conseguito
presso universita' straniere. 
    L'idoneita' del titolo accademico straniero rispetto ai contenuti
e' valutata dal collegio docenti. 
    Per la validazione del  titolo  di  studio  il  candidato  dovra'
essere in possesso dei seguenti documenti: 
    titolo di studio tradotto da traduttore ufficiale  e  legalizzato
dalla rappresentanza italiana (ambasciata o consolato) nel Paese  ove
si e' conseguito il titolo; 
    «dichiarazione di valore  in  loco»  da  richiedere  alla  stessa
rappresentanza. 
    In caso di superamento  dell'esame  di  ammissione,  i  documenti
sopra     indicati     dovranno     essere     prodotti      all'atto
dell'immatricolazione al dottorato e l'ammissione  sara'  subordinata
alla validita' degli stessi. 
    Potranno partecipare agli esami  di  ammissione  anche  coloro  i
quali conseguiranno il prescritto titolo  di  studio  entro  la  data
stabilita per gli esami di ammissione, cosi' come pubblicati sul sito
http://www.semm.it. In tal caso, la  partecipazione  verra'  disposta
«con riserva» e il candidato sara' tenuto ad autocertificare, a  pena
di   decadenza,   il   possesso   della   laurea   o   della   laurea
specialistica/magistrale  entro   cinque   giorni   dalla   data   di
conseguimento. Tale autocertificazione dovra' essere inviata a  mezzo
raccomandata con ricevuta di ritorno alla SEMM, segreteria  studenti,
via Adamello n. 16 - 20139 Milano, o via fax  al  numero  02/94375991
con allegata la  fotocopia  del  documento  di  identita'  e  inoltre
presentata alla commissione all'atto dell'esame. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
                        Domanda di ammissione 
 
 
    La domanda di ammissione al  concorso  dovra'  essere  presentata
entro e non oltre le ore 14.00 del  3  settembre  2012.  I  cittadini
italiani  e  stranieri  dovranno  presentare  la  domanda   per   via
telematica, tramite l'accesso al sito http://www.semm.it. La  domanda
di  ammissione  consiste  nella  compilazione  di  un  CV  in   forma
telematica da effettuarsi direttamente sul sito web. 
    In sintesi le informazioni da inserire saranno le seguenti: 
    i principali dati anagrafici; 
    i principali elementi del percorso formativo del candidato; 
    gli esami di profitto sostenuti; 
    voto dell'esame di laurea (o media dei voti degli  esami  se  non
ancora laureati); 
    una breve sintesi della tesi di laurea; 
    eventuali pubblicazioni ed esperienze lavorative; 
    il curriculum di  interesse  (l'elenco  completo  dei  curriculum
delle singole sedi, dei relativi posti  disponibili  e  dei  relativi
direttori di ricerca e' reperibile sul sito www.semm.it); 
    una  descrizione  delle  proprie  motivazioni  a  supporto  della
domanda; 
    un'autovalutazione della propria conoscenza della lingua inglese; 
    l'indicazione del nome di  due  referenti  che  supporteranno  la
candidatura. 
    Ad ogni domanda di ammissione verra' assegnato automaticamente un
numero identificativo, che sara' comunicato al  candidato  via  posta
elettronica a conferma dell'avvenuta  ricezione.  Tale  numero  sara'
utilizzato come identificativo del candidato per tutte le  successive
comunicazioni  pubblicate  sul  sito   web   (ammissione   all'esame,
graduatoria finale, ecc.). 
    La domanda di ammissione dovra' inoltre essere corredata  da  due
lettere di referenza a supporto  della  candidatura.  All'atto  della
compilazione della domanda di ammissione,  in  apposita  sezione,  il
candidato dovra' indicare il nome, affiliazione  e  indirizzo  e-mail
dei referenti da lui scelti. Il sistema provvedera' ad  inoltrare  ai
referenti indicati la richiesta di  referenze.  Sara'  poi  cura  dei
referenti trasmettere le lettere di referenze  entro  il  termine  di
scadenza del bando attraverso  il  sistema  telematico.  I  referenti
dovranno essere professori universitari o  scienziati  con  ruolo  di
direttore di ricerca. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
              Disposizioni per i portatori di handicap 
 
 
    Ai sensi dell'art. 20 della legge 5  febbraio  1992,  n.  104,  i
candidati  portatori  di  handicap  possono  far  richiesta,  se   lo
ritengano opportuno, di appositi ausili e/o tempi aggiuntivi  per  lo
svolgimento delle prove concorsuali. A  questo  scopo  e'  necessario
che,  entro  il  termine  di  scadenza  del  bando,  trasmettano   la
certificazione medica attestante la validita' della richiesta a mezzo
raccomandata con ricevuta di ritorno alla SEMM, segreteria  studenti,
via Adamello n. 16 - 20139 Milano, o via fax al numero 02/94375991. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                            Preselezione 
 
 
    Ricevute le richieste di  ammissione  all'esame,  la  commissione
provvedera' ad effettuare una preselezione dei candidati. 
    I criteri di preselezione utilizzati dalla commissione saranno  i
seguenti: 
    1) coerenza dei titoli posseduti con le finalita'  del  dottorato
(fino ad un massimo di 15 punti); 
    2)  valutazione  dei  percorsi  formativi   pregressi   (carriera
universitaria,  attivita'   di   ricerca,   eventuali   pubblicazioni
scientifiche, etc.) svolti dal candidato (fino ad un  massimo  di  15
punti); 
    3) parere dei due referenti indicati dal candidato  (fino  ad  un
massimo di 20 punti). 
    Il punteggio minimo richiesto per accedere alle selezioni  e'  di
30/50. 
    I candidati che  supereranno  la  fase  di  preselezione  saranno
chiamati a sostenere l'esame di ammissione. 
    L'elenco dei candidati preselezionati sara' pubblicato  sul  sito
internet www.semm.it e avra' valore di notifica a tutti gli effetti. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
                         Esame di ammissione 
 
 
    Le prove di esame si svolgeranno, per i candidati  alla  sede  di
Milano, presso l'Istituto FIRC di oncologia  molecolare  (IFOM),  via
Adamello n. 16 - Milano, nei giorni 17 e 18 ottobre  2012  e,  per  i
candidati  alla  sede  di  Napoli,  presso  il  CEINGE,  via  Gaetano
Salvatore n. 486 (ex Comunale Margherita 482) - Napoli, con inizio in
data 17 ottobre 2012. Il diario delle prove sara' pubblicato sul sito
web http://www.semm.it. Tale pubblicazione avra' valore di notifica a
tutti gli effetti. 
    L'esame di ammissione si effettuera' in lingua inglese -  la  cui
conoscenza e' requisito essenziale per l'accesso  al  dottorato  -  e
consistera' in un test a risposta multipla finalizzato a valutare  la
conoscenza delle materie tradizionali e fondamentali della biologia e
biomedicina (biologia cellulare e molecolare, biochimica, genetica) e
in un colloquio individuale con  la  commissione  esaminatrice.  Tale
colloquio  vertera'  sulla  discussione  della  tesi  di  laurea  del
candidato,  nonche'  dei  progetti  di  ricerca  in  cui  sia   stato
eventualmente coinvolto durante la sua carriera. 
    La commissione  attribuira'  a  ciascun  candidato  un  punteggio
basato su: 
    1)  percorsi  formativi  pregressi  svolti  dal  candidato,   con
riferimento alle  finalita'  del  dottorato  (laurea,  pubblicazioni,
altre attivita' rilevanti): fino ad un massimo di 15 punti; 
    2) qualita' della presentazione orale del lavoro di tesi: fino ad
un massimo di 20 punti; 
    3) test a risposta multipla sulle materie tradizionali:  fino  ad
un massimo di 15 punti. 
    La valutazione dei titoli verra' comunicata  ai  candidati  prima
dello svolgimento delle prove di esame. 
    La graduatoria generale di merito verra' formata sulla base della
somma dei punteggi  ottenuti  dai  candidati  nella  valutazione  dei
titoli e nell'esame, in conformita' ai criteri sopra indicati. 
    L'esame si intende superato  solo  se  il  candidato  ottenga  un
punteggio non inferiore a 30/50. 
    All'esame di ammissione fara' seguito  un  colloquio  informativo
con i docenti del dottorato. Tale colloquio ha lo scopo di presentare
ai candidati le strutture  dove  sara'  svolto  il  dottorato  e  gli
argomenti di ricerca. Il colloquio non ha alcun valore  ai  fini  del
superamento dell'esame di ammissione. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                      Commissione esaminatrice 
 
 
    La commissione per l'esame di ammissione al corso di dottorato di
ricerca e' nominata, su proposta del consiglio  accademico  di  SEMM,
dai rettori delle Universita' di Milano e di Napoli «Federico II» con
decreto emanato congiuntamente. 
    La commissione e' unica per le due sedi ed e' formata  da  almeno
tre membri scelti tra professori e ricercatori universitari di ruolo,
cui possono essere aggiunti due esperti, anche stranieri. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
                         Ammissione al corso 
 
 
    Al termine delle prove  la  commissione  esaminatrice  redige  le
graduatorie di merito  in  base  ai  punteggi  ottenuti  dai  singoli
candidati tenendo conto del curriculum  e  della  sede  prescelta.  I
candidati sono ammessi al corso secondo l'ordine di graduatoria  fino
alla concorrenza del numero dei posti messi a concorso. A parita'  di
punteggio  prevale  l'eta'  minore,  fatto  salvo  il   criterio   di
precedenza previsto per  l'attribuzione  della  borsa  di  dottorato,
riportato nell'art. 10 del presente bando. L'assegnazione delle borse
di studio viene effettuata in base alle graduatorie di merito. 
    In caso di rinunce da parte di candidati ammessi, sara' possibile
chiamare dalla  graduatoria  di  merito  candidati  risultati  idonei
durante la selezione. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
                     Domanda di immatricolazione 
 
 
    La domanda di immatricolazione al dottorato di  ricerca,  redatta
su apposito modulo predisposto  dalle  Universita'  di  Milano  e  di
Napoli  «Federico  II»,  deve  essere  presentata  entro  il  termine
perentorio di cinque giorni dalla pubblicazione della graduatoria sul
sito internet della SEMM (www.semm.it). 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                           Borse di studio 
 
 
    Le borse di studio di cui al  presente  bando  sono  destinate  a
dottorandi comunitari ed extracomunitari che  dispongono  di  reddito
annuo personale complessivo non superiore a  € 15.000,00  (esclusi  i
redditi di lavoro autonomo percepiti occasionalmente).  La  borsa  e'
conferita, ai sensi e con  le  modalita'  stabilite  dalla  normativa
vigente, secondo l'ordine della graduatoria, ed e' di  importo  lordo
annuo pari a € 15.702,00. L'importo della borsa e' esente da Irpef  a
norma dell'art. 4 della legge 13 agosto 1984, n. 476, e soggetto,  in
materia previdenziale, alle norme di  cui  all'art.  2,  commi  26  e
seguenti, della legge 8 agosto 1995, n. 335. 
    A parita' di  merito  prevale  la  valutazione  della  situazione
economica  determinata  ai  sensi  del  decreto  del  Presidente  del
Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001. 
    Dall'importo della borsa di studio verranno detratti d'ufficio la
tassa  regionale  per  il  diritto  allo   studio,   il   premio   di
assicurazione infortuni e l'imposta di bollo. 
    Qualora gli oneri per il  finanziamento  delle  borse  di  studio
siano   coperti   mediante   convenzione   con   soggetti    estranei
all'amministrazione  universitaria,  il  programma  di  studio  e  di
ricerca e' concordato fra il collegio dei docenti del dottorato  e  i
predetti soggetti. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                         Tasse e contributi 
 
 
    I dottorandi, fatta eccezione per i titolari di borse  di  studio
di  dottorato,  sono  tenuti  al  versamento  di  un  contributo  per
l'accesso e la  frequenza  al  corso  di  dottorato,  determinato  in
conformita'  alle  disposizioni  vigenti  presso  ciascun  Ateneo   e
comprensivo della tassa regionale per il diritto allo  studio  e  del
premio di assicurazione infortuni. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                       Obblighi dei dottorandi 
 
 
    I dottorandi sono tenuti a seguire con regolarita'  le  attivita'
previste per il loro curriculum formativo e  a  dedicarsi  con  pieno
impegno e per quanto richiesto dal collegio dei docenti ai  programmi
di studio individuale e guidato e allo svolgimento delle attivita' di
ricerca assegnate. 
    La natura e la durata  dei  corsi  per  ciascun  curriculum  sono
reperibili sul sito web http://www.semm.it. 

        
      
                               Art. 13 
 
 
                      Conseguimento del titolo 
 
 
    Il titolo di  dottore  di  ricerca  «PhD  in  Molecular  Medicine
(Molecular   Oncology)»,   oppure   «PhD   in   Molecular    Medicine
(Computational Biology)», oppure «PhD in  Molecular  Medicine  (Human
Genetics)», si consegue all'atto del superamento  dell'esame  finale,
in base al curriculum seguito dal dottorando. Il titolo e' rilasciato
congiuntamente dai rettori delle Universita' di Milano  e  di  Napoli
«Federico II»; nel titolo e nel certificato e' formalmente citato  il
ruolo istituzionale/scientifico della Fondazione SEMM. Il  titolo  si
consegue alla  conclusione  del  ciclo  di  dottorato,  all'atto  del
superamento dell'esame finale, che e' subordinato alla  presentazione
di una dissertazione  scritta  (tesi  di  dottorato)  che  dia  conto
dell'originalita' della ricerca, secondo i canoni reperibili sul sito
web http://www.semm.it. 
    L'Universita' degli  studi  di  Milano,  esclusivamente  per  gli
iscritti presso la propria sede, archiviera' e rendera'  consultabile
in  rete  il  testo  completo  della  tesi  di  dottorato  attraverso
l'Archivio istituzionale di ateneo (AIR). Dietro  motivata  richiesta
del dottore di ricerca, e  limitatamente  ad  esigenze  di  tutela  e
sfruttamento economico delle proprieta' industriali e/o  delle  opere
dell'ingegno, sentito il tutor, la tesi potra' essere  esclusa  dalla
consultazione in linea per un periodo comunque  non  superiore  a  18
mesi. 

        
      
                               Art. 14 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    Ai sensi dei propri regolamenti emanati in attuazione del decreto
legislativo 30 giugno 2003, n. 196, le  universita'  si  impegnano  a
rispettare il carattere  riservato  delle  informazioni  fornite  dai
candidati:  tutti  i  dati  forniti  saranno  trattati  solo  per  le
finalita' connesse e strumentali al concorso e all'eventuale gestione
del rapporto con le  Universita',  nel  rispetto  delle  disposizioni
vigenti. La Fondazione SEMM si atterra' alle medesime prescrizioni. 

        
      
                               Art. 15 
 
 
                        Norme di riferimento 
 
 
    Per  quanto  non  previsto  nel   presente   bando   valgono   le
disposizioni legislative e regolamentari in materia di  dottorato  di
ricerca. 
      Milano, 27 giugno 2012 
      Reg. n. 0279792 28 giugno 2012 
 
                                                           Il rettore 
                               dell'Universita' degli studi di Milano 
                                                              Decleva 
      Napoli, 4 luglio 2012 
      Reg. n. 2341 4 luglio 2012 
 
                                                           Il rettore 
                 dell'Universita' degli studi «Federico II» di Napoli 
                                                             Marrelli