.

Concorso per 1 dirigente settore ambiente (basilicata) A.R.P.A.B. - AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE DELLA BASILICATA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 64 del 02-10-2017
Sintesi: A.R.P.A.B. - AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE DELLA BASILICATA Concorso (Scad. 16 ottobre 2017) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per l’assunzione a tempo pieno e determinato di n. 1 unità con ...
Ente: A.R.P.A.B. - AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE DELLA BASILICATA
Regione: BASILICATA
Provincia: POTENZA
Comune: POTENZA
Data di pubblicazione 03-10-2017
Data Scadenza bando 16-10-2017
Condividi

A.R.P.A.B. - AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE DELLA BASILICATA

Concorso (Scad. 16 ottobre 2017)

Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per l’assunzione a tempo pieno e determinato di n. 1 unità con profilo professionale di Dirigente Ambientale – Ruolo Tecnico.


In esecuzione della deliberazione direttoriale n. 302 del 25.09.2017 è indetto avviso pubblico, per titoli e colloquio, per l’assunzione a tempo determinato con scadenza del 25.11.2019 di n. 1 unità con profilo professionale di Dirigente Ambientale – Ruolo Tecnico:
L’avviso è disciplinato dal D.Lgs n. 165/01, dal CCNL per la formulazione delle tabelle di equiparazione del personale dirigente delle ARPA a quello appartenente all’area della dirigenza SPTA stipulato il 21.07.2005, dalla Deliberazione Direttoriale n. 297 del 22.09.2017 e dal DPR n. 483 del 10 dicembre 1997.
Il rapporto di lavoro che si andrà ad instaurare è disciplinato dal CCNL Sanità Dirigenza SPTA; è, inoltre, incompatibile con qualsiasi altro incarico sia pubblico che privato, anche se di natura convenzionale ex art. 53 del Decreto Leg.vo n. 165/2001 e ss.mm.ii..
In conformità a quanto previsto dall'art. 7, comma 1, del Decreto Leg.vo n. 165/2001, è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro e al trattamento sul lavoro.
Art. 1 - Requisiti per l'ammissione.
Per la partecipazione all'avviso pubblico i candidati debbono essere in possesso dei requisiti generali e specifici:
1)- Requisiti generali:
1. cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;
2. idoneità fisica all’impiego, fatte salve le previsioni di cui alla legge n.68/1999. Il personale dipendente da pubbliche amministrazioni è dispensato dalla visita medica.
L’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego, con la osservanza delle norme in tema di categorie protette, è effettuato, a cura dell’Agenzia, prima della immissione in servizio.
2)- Requisiti specifici:
Al profilo professionale di Dirigente Ambientale – Ruolo tecnico - si accede mediante i requisiti di cui all’art. 26, co. 1, del D.Lgs n. 165/01, applicati anche al personale del Comparto Sanità dei ruoli tecnico, professionale, sanitario. E’, altresì, consentito l’accesso ai candidati in possesso del Diploma di Laurea richiesto per l’ammissione ai profili dei ruoli tecnico,professionale, sanitario del Comparto Sanità – cat. D -, sempre che in possesso di tutti i requisiti previsti dall’art. 26, co. 1, del D.Lgs. n. 165/01.
E,’ altresì, richiesta l’iscrizione ai rispettivi albi professionali, ove esistenti.
I requisiti di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente avviso per la presentazione delle domande.
Il possesso dei requisiti generali e specifici, ad eccezione di quello relativo alla idoneità fisica all’impiego, di cui ai punti sopra specificati, devono essere autocertificati dal candidato ai sensi del DPR n. 445/2000 e ss.mm.ii., allegando copia non autenticata di un documento di riconoscimento in corso di validità.
Ai sensi dell'art. 15 della Legge n. 183 del 12.11.2011, l'eventuale produzione di certificato rilasciato da una pubblica Amministrazione è nulla. In tal caso l'Agenzia procederà all'esclusione del candidato per difetto del requisito attestato dal certificato medesimo.
Si precisa sin d'ora che questa Agenzia procederà alla verifica della veridicità delle dichiarazioni rese ai sensi del DPR n. 445/2000 e ss.mm.ii. e procederà a segnalare le eventuali dichiarazioni mendaci verificate all'Autorità Giudiziaria.
Art. 2 -Domanda di ammissione e modalità d'invio.
Per poter partecipare al presente avviso, i candidati dovranno far pervenire domanda, redatta in carta semplice, indirizzata al Direttore Generale dell'ARPAB - Via Della Fisica 18 C/D - 85100 POTENZA e presentata direttamente o a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro il termine perentorio di 15° giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata.
Si considerano utilmente prodotte le domande spedite entro il termine indicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell'Ufficio Postale accettante.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
La domanda deve essere redatta secondo lo schema allegato al presente avviso, riportando tutte le indicazioni che, secondo le norme vigenti, i candidati sono tenuti a fornire.
La domanda deve essere firmata, pena esclusione, e la firma in calce alla domanda non deve essere autenticata. A detta domanda dovrà essere altresì allegato il documento di riconoscimento pena l’esclusione della medesima.
L’amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Art. 3 - Cause di esclusione.
Sono cause di esclusione dalla presente procedura, oltre al mancato possesso dei requisiti generali e specifici come sopra indicati, di cui all'art. 1 del presente avviso, ad eccezione della idoneità fisica all’impiego, che non può essere autocertificato:
A. l'inoltro della domanda fuori termine;
B. l'aver trasmesso la domanda di partecipazione priva della firma;
C. l'aver trasmesso le autocertificazioni relative al possesso dei requisiti di cui all'art. 1, prive di firma e senza aver allegato copia di un documento di riconoscimento.
Art. 4 – Colloquio.
Il colloquio verterà su argomenti finalizzati ad accertare le attitudini e capacità professionali inerenti al profilo del candidato.
Il diario del colloquio sarà comunicato ai candidati mediante pubblicazione sul sito internet dell’Agenzia www.arpab.it -link "bandi di concorso" non meno 15 giorni prima della data fissata, e varrà quale notifica a tutti gli effetti.
L’Amministrazione può disporre in ogni momento, con provvedimento motivato, l’esclusione dall’avviso per difetto dei prescritti requisiti di partecipazione.
Art. 5 -Punteggio titoli e valutazione colloquio.
I punti sono così ripartiti:
- 20 punti per i titoli;
- 20 punti per il colloquio.
I titoli valutabili ed il punteggio massimo agli stessi attribuibile singolarmente e per categorie di titoli sono i seguenti:
1. titoli di carriera: punti 10;
2. titoli accademici e di studio: punti 3;
3. pubblicazioni e titoli scientifici: punti 3;
4. curriculum formativo e professionale: punti 4
Titoli di carriera:
a) servizi di ruolo prestati presso le ARPA e/ o presso altre PP.AA.:
1) servizio nel livello dirigenziale: punti 1.000 per anno;
2) in categoria DS o categoria equiparata: punti 0.500 per anno;
3) in categoria D o categoria equiparata: punti 0.300 per anno.
Titoli accademici e di studio
a) titolo universitario post lauream corrispondente a master di secondo livello, corso di alta formazione, specializzazione, dottorato di ricerca e simili: punti 1.000;
b) titolo universitario post lauream corrispondente a corso di perfezionamento o master di primo livello: punti 0.500;
c) altre lauree, oltre quella richiesta per l’ammissione all'avviso: punti 0.500 per ognuna, fino ad un massimo di punti 1.000.
Pubblicazioni e titoli scientifici – post lauream
Per la valutazione delle pubblicazioni si applicano i criteri previsti dall'art. 11 del DPR n.483/1997.
Detta valutazione è effettuata in relazione alla originalità della produzione scientifica, all’importanza della rivista, alla continuità ed ai contenuti dei singoli lavori, al grado di attinenza dei lavori stessi con la posizione funzionale da conferire, all’eventuale collaborazione di più autori.
Non saranno valutate le pubblicazioni delle quali non risulti l’apporto del candidato.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa. Nel caso in cui non siano prodotte ma autocertificate, per consentirne la valutazione, devono essere ampiamente descrittive, in quanto dalla semplice intestazione dei lavori non può ricavarsi l’adeguata valutazione richiesta.
Curriculum formativo e professionale – post lauream
Per la valutazione del curriculum si applicano i criteri stabiliti dal suddetto art. 11 del DPR n. 483/1997.
Nel curriculum formativo e professionale sono valutate le attività professionali e di studio, formalmente documentate, non riferibili a titoli già valutati nelle precedenti categorie, idonee ad evidenziare, ulteriormente, il livello di qualificazione professionale acquisito nell’arco della intera carriera e specifiche rispetto alla posizione funzionale da conferire nonché gli incarichi di insegnamento conferiti da enti pubblici.
Per attività professionali si intendono anche le esperienze di lavoro presso privati che saranno oggetto di valutazione. Tali attività devono essere attestate mediante apposita documentazione contrattuale o dichiarazione del datore di lavoro, ovvero mediante dichiarazione sostitutiva del candidato. La documentazione e le dichiarazioni prodotte dal candidato debbono riportare indicazioni complete circa denominazione e sede del datore di lavoro, la tipologia di rapporto di lavoro, il profilo professionale, le mansioni svolte, la data di inizio e di cessazione dell’attività (giorno,mese, anno) e/o ogni altra indicazione utile a testimoniare l’effettivo svolgimento dell’attività lavorativa e i suoi contenuti.
In tale categoria rientra anche la partecipazione a congressi, convegni o seminari che abbiano finalità di formazione e di aggiornamento professionale e di avanzamento di ricerca scientifica, nonché la idoneità nazionale nella disciplina prevista dal pregresso ordinamento.
Non sono valutate le idoneità conseguite in precedenti concorsi.
La mancata presentazione del curriculum non è motivo di esclusione, ma comporta la non valutazione dei titoli sopra specificati.
La produzione della documentazione da valutarsi, relativa alle pubblicazioni e titoli scientifici ed al curriculum formativo e professionale, è quella avente data non anteriore all'anno 2007.
Alla domanda deve essere unito, in carta semplice, un elenco dei documenti e dei titoli presentati, numerati progressivamente.
La medesima numerazione dovrà essere riportata nel curriculum ovvero nelle autocertificazioni o nelle dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà in caso di richiamo degli stessi documenti e dei titoli presentati.
Il diario della prova selettiva, come precisato nel precedente articolo 4, sarà comunicato ai candidati mediante pubblicazione sul sito internet dell’Agenzia www.arpab.it -link "bandi di concorso " non meno di 15 giorni prima della data fissata, e varrà quale notifica a tutti gli effetti.
All’uopo l’Agenzia nominerà una apposita Commissione incaricata della procedura selettiva di che trattasi.
Il superamento del colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20.
Art. 6 - Graduatoria e adempimenti dei concorrenti inseriti nella graduatoria.
La graduatoria di merito dei candidati è formulata secondo l’ordine dei punti della valutazione complessiva riportata da ciascun candidato, con l’osservanza, a parità di punti, delle preferenze e precedenze previste dal DPR n. 487/94 e ss.mm.ii..
La graduatoria di merito è approvata dal Direttore Generale ed è immediatamente efficace.
La graduatoria sarà pubblicata sul sito internet dell’Agenzia www.arpab.it -link "bandi di concorso " e tale pubblicazione varrà quale notifica a tutti gli effetti.
L’assunzione in servizio avverrà mediante la stipulazione di contratto individuale di lavoro, secondo le disposizioni richiamate dal Decreto Leg.vo n. 165/01 e ss.mm.ii. e dal CCNL dell’Area della Dirigenza SPTA vigente al momento dell’assunzione.
Il trattamento stipendiale iniziale da attribuire è quello fissato dal succitato CCNL – Dirigente Ambientale – Ruolo Tecnico.
L’Agenzia verificata la sussistenza dei requisiti procederà alla stipulazione del contratto individuale di lavoro.
Il rapporto di lavoro si risolve automaticamente, senza diritto al preavviso, alla scadenza indicata nel contratto individuale.
In nessun caso il rapporto di lavoro a tempo determinato potrà trasformarsi in rapporto di lavoro a tempo indeterminato.
Art. 7 -Disposizioni finali e transitorie.
Nel caso in cui pervenga una sola domanda, l'Amministrazione si riserva la facoltà di non procedere ad alcuna valutazione dei titoli e al colloquio, limitandosi a verificare il possesso in capo al candidato dei requisiti di ammissione.
Si riserva, altresì, di protrarre il termine di scadenza fissato nell’avviso, di annullare o revocare la procedura avviata.
L’assunzione in servizio a tempo determinato è, in ogni caso, subordinata oltre che alla verifica della permanenza delle esigenze programmatiche e di servizio che hanno determinato l’adozione del presente avviso, anche alle procedure autorizzatorie di cui alle fonti di riferimento, compresa la normativa regionale per tempo vigente.
Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, “Codice in materia di protezione dei dati personali” e ss.mm.ii., si informano i partecipanti alla presente procedura che i dati personali e sensibili ad essi relativi saranno oggetto di trattamento da parte dell'Agenzia con modalità sia manuale sia informatizzata, esclusivamente al fine di poter assolvere tutti gli obblighi giuridici collegati all'espletamento della procedura stessa.
Nell'ambito della procedura selettiva di cui al presente bando non sarà consentito l'accesso agli atti di una fase alla quale il candidato non abbia partecipato.
Espletato l'avviso e decorsi i termini fissati dalla legge per eventuali ricorsi prodotti non ancora definitivamente decisi, i candidati non utilmente classificati potranno ritirare i documenti e i titoli prodotti.
Gli interessati possono scaricare il presente bando, unitamente allo schema di domanda, dal sito internet dell’Agenzia www.arpab.it -link "bandi di concorso.
Il responsabile del Procedimento è il P.I. Anselmo Macellaro, al quale potranno essere formulate richieste di chiarimenti telefonando ai seguenti numeri 0971/656360, dalle ore 11,00 alle 13,00, di tutti i giorni feriali, escluso il sabato.
IL DIRETTORE GENERALE
Dott. Edmondo Iannicelli