.

Concorso-Mobilità per 2 dirigenti ingegneri (puglia) AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI BARI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Mobilità

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Mobilità
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 2
Fonte: DIR N. 20 del 17-03-2014
Sintesi: AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI BARI Mobiiltà (Scad. 28 marzo 2014) Avviso Pubblico di mobilità volontaria regionale per n. 2 Dirigenti Ingegneri IL DIRETTORE GENERALE Rende ...
Ente: AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI BARI
Regione: PUGLIA
Provincia: BARI
Comune: BARI
Data di pubblicazione 17-03-2014
Data Scadenza bando 28-03-2014
Condividi

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI BARI

Mobiiltà (Scad. 28 marzo 2014)

Avviso Pubblico di mobilità volontaria regionale per n. 2 Dirigenti Ingegneri


IL DIRETTORE GENERALE
Rende noto
che in esecuzione della deliberazione del D.G. n. 0102 del 23-01-2014, viene emesso il seguente avviso pubblico di mobilità volontaria regionale, per titoli e colloquio, ai sensi dell’art. 20 del CCNL 8.06.2000 Dirigenza S.P.T.A., dell’art. 30 del D.Lgv. 165/2001 e s.m.i., nonché del Regolamento Aziendale in materia di mobilità volontaria approvato con atto deliberativo n. 2690 del 16-12-2009, per la copertura a tempo pieno e indeterminato di n. 2 Dirigenti Ingegneri.
REQUISITI DI PARTECIPAZIONE E AMMISSIONE ALLA SELEZIONE
Possono partecipare tutti i dipendenti:.
1. con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e orario di lavoro full-time di AA.SS.LL., di AA.00. del S.S.R, di IRCCS di diritto pubblico appartenenti al S.S.R., degli altri Enti del Comparto di Contrattazione di cui all’art. 6 del C.C.N.Q. del 2 giugno 1998 o di Enti ed Istituti di cui all’art. 15 - undecies del D.lgs. n. 502/1992, assunti nel profilo professionale di Dirigente Ingegnere, mediante concorso pubblico o mobilità da altre AA.SS.LL., AA.00. del S.S.R. O S.S.N., IRCCS di diritto pubblico appartenenti al S.S.R. o S.S.N., Enti del Comparto di Contrattazione di cui all’art. 6 del C.C.N.Q. del 2 giugno 1998 o da Enti ed Istituti di cui all’art. 15 - undecies del D.lgs. n. 502/1992;
2. che abbiano superato il periodo di prova;
3. che non abbiano raggiunto i limiti anagrafici e/ o contributivi per il collocamento a riposo;
4. che siano fisicamente idonei all’impiego ed alle mansioni specifiche richieste;
5. che non abbiano riportato condanne penali e non abbiano procedimenti penali in corso;
6. che non siano stati valutati negativamente a seguito di verifica dei risultati e/o delle attività di Dirigenti, ai sensi dell’art. 26 e seguenti del CCNL dell’Area della Dirigenza S.P.T.A. 2002/2005, come richiamati dall’art. 10 del CCNL 2006/2009;
7. che non abbiano subito sanzioni disciplinari superiori al rimprovero verbale nell’ultimo biennio né abbiano in corso procedimenti disciplinari;
I requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente avviso oltre che all’atto del trasferimento. Il mancato possesso anche di uno solo dei requisiti comporta l’esclusione dalla procedura ovvero, in caso di carenza riscontrata all’atto del trasferimento, la decadenza dal diritto al trasferimento stesso.
Al personale trasferito sarà attribuito il trattamento economico e giuridico previsto dal vigente CCNL della Dirigenza S.P.T.A.
MODALITÀ E TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Le domande di partecipazione alla selezione, redatte in carta semplice usando lo schema esemplificativo riportato in calce (allegato A), devono essere inviate “Al Direttore Generale Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Bari - U.O. Concorsi e Assunzioni - Settore Mobilità- Lungomare Starita, 6 - 70132 Bari (BA)”, entro e non oltre il 15° giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regionale Puglia e sul sito web aziendale alla voce “Concorsi”, a pena di esclusione:
- a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento; per le domande pervenute oltre il termine, fa fede il timbro a data dell’Ufficio Postale accettante. (Sulla busta indicare “Istanza di partecipazione all’avviso pubblico di mobilità volontaria per n. 2 posti di Dirigente Ingegnere);
- inviata mediante Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo:
protocollo.asl.bari@pec.rupar.puglia.it (esclusivamente in formato “pdf”) secondo quanto previsto dall’art. 65 del D.Lgs. 82/2005 e s.m.i.; nell’oggetto della mail dovrà essere riportata la dicitura (Domanda Mobilità per n. 2 posti di Dirigente Ingegnere). La validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata personale. Non sarà ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC aziendale ovvero da PEC non personale. La domanda (debitamente sottoscritta) e gli allegati devono essere inviati in formato pdf, inserendo il tutto, ove possibile, in un unico file.
Qualora il suddetto giorno sia festivo, il termine s’intende prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di invio documenti è priva di effetto.
L’Azienda declina ogni responsabilità per eventuale smarrimento delle domande o dei documenti spediti a mezzo servizio postale, nonché nel caso di irreperibilità presso l’indirizzo comunicato.
DOMANDA DI AMMISSIONE
Nella domanda, della quale si allega uno schema esemplificativo (allegato “A”), i candidati devono dichiarare sotto la propria responsabilità e consapevoli delle sanzioni penali previste dall’art. 76 deI D.P.R. n. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci:
1. il cognome e il nome;
2. la procedura di mobilità alla quale si partecipa;
3. la data, il luogo di nascita e la residenza;
4. la situazione familiare e/o sociale;
5. il possesso della cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non appartenenti alla repubblica) ovvero della cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea purché in possesso dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza;
6. il Comune o Stato estero di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
7. l’aver o il non aver riportato condanne penali e l’aver o ì1 non aver procedimenti penali in corso;
8. l’aver o il non aver subito sanzioni disciplinari nel corso dell’ultimo biennio;
9. di essere in possesso del diploma di laurea ______________ conseguito in data _________ presso ____________________;
10. di essere in possesso dell’abilitazione professionale ____________________ conseguita nell’anno __________ presso _________________;
11. l’iscrizione all’Ordine degli Ingegneri _________ dal __________ al n. __________;
12. di essere attualmente dipendente a tempo indeterminato della seguente ASL/A.O./IRCCS/Ente del Comparto Sanità ___________________ nel profilo professionale di ____________________ dal __________ con rapporto di lavoro a tempo pieno;
13. di aver superato il periodo di prova nel profilo professionale attualmente ricoperto;
14. la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
15. di accettare tutte le indicazioni contenute nel bando e dare espresso assenso al trattamento dei dati personali, finalizzato alla gestione della procedura e degli adempimenti conseguenti;
16. il domicilio presso il quale deve essere fatta ogni comunicazione; in caso di mancata indicazione vale la residenza indicata. Il candidato assume l’onere di comunicare tempestivamente ogni successivo cambiamento del suddetto domicilio.
La firma in calce alla domanda, ai sensi dell’art. 39 del D.p.r. n. 445/2000, non deve essere autenticata.
La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione dal presente avviso.
L’Amministrazione declina fin d’ora ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte dell’aspirante, da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali o telegrafici o altri motivi non imputabili a colpa dell’Azienda.
Le istanze di mobilità già pervenute in Azienda o che perverranno prima della pubblicazione dell’avviso di mobilità sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia non saranno prese in considerazione e saranno archiviate senza alcuna comunicazione agli interessati, in quanto la pubblicazione dell’avviso costituisce a tutti gli effetti notifica agli interessati.
Coloro che avessero già inviato la domanda di trasferimento all’Azienda al di fuori della procedura descritta, dovranno ripresentarla per essere ammessi alla procedura dell’avviso di mobilità di cui al presente avviso.
DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA
Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti, a pena di esclusione:
1. curriculum formativo e professionale datato e firmato, autocertificato ai sensi dei legge secondo l’allegato modello “B”. Il curriculum formativo e professionale, qualora non reso con finalità di autocertificazione, ha unicamente uno scopo informativo e, pertanto, non produrrà attribuzione di alcun punteggio;
2. copia fotostatica fronte retro di un documento di identità in corso di validità;
3. elenco, in carta semplice e in triplice copia, datato e firmato, dei documenti e titoli presentati (mentre dei documenti serve una sola copia), numerati progressivamente in relazione al corrispondente documento o titolo.
Si ricorda che ai sensi dell’art. 15 della Legge 183 del 12 novembre 2011 e della direttiva del Ministero della Pubblica Amministrazione e della Semplificazione n. 61547 del 22.12.2011, a far data dal 1 gennaio 2012, l’Azienda potrà accettare esclusivamente le dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli art. 46 e 47 del d.p.r. 445/00.
Le certificazioni rilasciate dalla P.A. in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide soltanto nei rapporti fra privati.
I candidati devono attenersi scrupolosamente a tali disposizioni nella predisposizione della domanda di partecipazione alla presente procedura.
L’amministrazione a campione, ovvero laddove sussistano ragionevoli dubbi sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni, si riserva di effettuare idonei controlli. Qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il partecipante decadrà dai benefici eventualmente conseguiti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera e sarà segnalato all’autorità giudiziaria per dichiarazioni mendace.
VALUTAZIONE DEI TITOLI
Per una corretta valutazione dei titoli di carriera, accademici e di studio, titoli scientifici, partecipazioni a congressi, convegni o seminari, ecc., la dichiarazione resa dal candidato mediante curriculum formativo e professionale datato e firmato, autocertificato ai sensi dei legge, secondo l’allegato modello “B”, deve contenere tutti gli elementi conoscitivi essenziali del certificato originale, pena la non valutazione.
Per i servizi prestati, pena la non valutazione, l’interessato è tenuto a specificare:
- la tipologia della struttura presso la quale il servizio è attualmente svolto; per eventuali altri servizi la tipologia della struttura presso la quale gli stessi sono stati prestati (se pubblica, privata convenzionata e/o accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale, privata non convenzionata);
- il rapporto di lavoro a tempo indeterminato indicando la denominazione e sede dell’Amministrazione, ruolo e profilo professionale di inquadramento, ed eventuali altri rapporti di lavoro a tempo determinato;
- l’orario di lavoro svolto, se a tempo pieno, definito o parziale (in questo caso indicarne la percentuale);
- il preciso periodo del servizio con l’indicazione della data di inizio e dell’eventuale cessazione e con la precisazione di eventuali interruzioni del rapporto di impiego per aspettative non retribuite,
- per i periodi di servizio prestato all’estero o presso organismi internazionali, valutabili nei titoli di carriera, è necessario che gli interessati specifichino, l’indicazione della data di inizio e dell’eventuale cessazione, eventuali interruzioni del rapporto di impiego, i motivi di cessazione, il profilo professionale e la disciplina di inquadramento. Il predetto servizio deve avere ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione, il necessario riconoscimento, ai fini della valutazione, rilasciato dalle competenti autorità ai sensi della normativa vigente (indicare estremi del provvedimento di riconoscimento),
L’interessato inoltre è tenuto ad indicare, pena la non valutazione, per:
- le attività svolte in regime di libera professione o di collaborazione coordinata e continuativa o a progetto, l’esatta denominazione e indirizzo del committente, il profilo professionale e l’eventuale disciplina/ area di inquadramento, la struttura presso la quale l’attività è stata svolta, la data di inizio della collaborazione e l’eventuale data di termine della stessa, l’impegno orario settimanale e/o mensile, l’oggetto del contratto o del progetto e l’apporto del candidato alla sua realizzazione;
- i titoli di studio posseduti, l’indicazione completa della data, sede e denominazione dell’Istituto in cui gli stessi sono stati conseguiti. Il titolo di studio conseguito all’estero deve aver ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione, la necessaria equipollenza ai diplomi italiani rilasciata dalle competenti autorità (indicare estremi del Decreto Ministeriale di riconoscimento),
- la frequenza a corsi di aggiornamento: denominazione dell’Ente che ha organizzato il corso, oggetto del corso, data di svolgimento e se trattasi di eventi conclusisi con verifica finale o con conseguimento di crediti formativi (in questo caso indicare il numero dei crediti),
- gli incarichi di docenza conferiti da Enti pubblici: denominazione dell’ente che ha conferito l’incarico, oggetto della docenza e ore effettive di lezione svolte.
I lavori scientifici (articoli, comunicazioni, abstracts, poster, ecc.) devono essere edite a stampa e sono valutati solo se presentati in originale, in copia autentica ovvero in copia dichiarata conforme all’originale (con le modalità di cui agli artt. 19 e 47 del D.p.r. 445/00). I partecipanti devono presentare i lavori avendo cura di evidenziare il proprio nome e indicando il numero progressivo con cui sono contrassegnate nell’elenco dei documenti.
AMMISSIONE E/O ESCLUSIONE DEI CANDIDATI DALLA SELEZIONE
Il Direttore Generale con provvedimento motivato stabilisce l’ammissione o l’eventuale esclusione dei candidati dalla presente selezione.
Saranno esclusi dalla procedura di mobilità:
a. i candidati che non sottoscrivono la domanda di partecipazione;
b. i candidati che non allegano copia fotostatica fronte retro di un documento di identità in corso di validità;
c. i candidati che non allegano curriculum formativo e professionale datato e firmato;
d. i candidati che non allegano elenco, in carta semplice e in triplice copia, datato e firmato, dei documenti e titoli presentati;
e. i candidati che presentano la domanda di mobilità prima o oltre il termine stabilito sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia;
f. i candidati che non rispettano le modalità di trasmissione della domanda stabilite dal bando;
g. i candidati che non dichiarano nella domanda di partecipazione l’accettazione di tutte le condizioni stabilite dal bando di selezione;
h. i candidati che sono stati esclusi dall’elettorato attivo, nonché coloro che sono stati dispensati dall’impiego presso PP.AA., per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
L’esclusione verrà notificata agli interessati nei termini stabiliti dalle vigenti disposizioni di legge.
COMMISSIONE ESAMINATRICE
La valutazione dei titoli e l’accertamento delle competenze professionali degli aspiranti, verrà effettuata da una apposita Commissione Esaminatrice, nominata con apposito provvedimento ad insindacabile giudizio dal Direttore Generale, composta da tre membri, di cui due componenti fissi ed uno afferente alla disciplina messa a selezione.
La Commissione è presieduta dal Direttore Amministrativo, ovvero da un Dirigente da lui delegato, quale primo componente fisso; il secondo componente (fisso) è il Direttore dell’Area Gestione Risorse Umane, o Dirigente dell’Area, suo delegato. Il terzo componente è un Direttore di S.C. nel profilo professionale messo a selezione. Le funzioni di segretario sono svolte da un funzionario della U.O. Concorsi e Assunzioni.
VALUTAZIONE DEI CANDIDATI
La Commissione Esaminatrice procederà alla valutazione dei candidati ammessi alla selezione sulla base:
1. prova colloquio;
2. anzianità di servizio, strettamente relativa ruolo e profilo professionale messo a selezione, prestato con rapporto di lavoro a tempo determinato o indeterminato, esclusivamente a rapporti di lavoro dipendente;
3. numero dei figli;
4. avvicinamento al coniuge oppure al proprio nucleo familiare;
5. curriculum formativo e professionale.
Per l’assegnazione dei punteggi, la Commissione Esaminatrice terrà conto dei criteri fissati dai Regolamenti aziendali in materia di mobilità in entrata di cui alle deliberazioni del D.G. n. 2690 del 16-12-2009 “Dirigenza S.P.T.A.”:
a. Anzianità di servizio prestato nella stessa posizione funzionale in Aziende Sanitarie e/o Ospedaliere e/o Enti pubblici: per il servizio nel profilo e disciplina/area messa a selezione, la Commissione assegnerà al candidato 1,00 per anno, per un massimo 10 punti; punti 0,08 a mese trascurando la frazione inferiore ai 15 giorni (ed arrotondandola viceversa);
b. Per i figli, punti 0,100 per ciascun figlio e punteggio di 0,500 nel caso di situazione di handicap dello stesso;
c. Per l’avvicinamento, indistintamente al coniuge o al nucleo familiare, punti 0,100 e punti 0,500 nel caso di situazione di handicap del coniuge o di un componete il proprio nucleo familiare;
d. Curriculum per un massimo di 15 punti.
La Commissione assegnerà i 15 punti tenendo presente:
1. Incarichi di responsabilità;
2. Tipologia delle prestazioni effettuate in relazione al profilo professionale messo a selezione e al tipo di attività, sia con rapporto di servizio pubblico che privato;
3. Soggiorni di studio o di addestramento professionale attinenti la disciplina messa a selezione;
4. Attività didattica nella disciplina messa a selezione presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario di laurea o di specializzazione presso scuole di formazione del personale sanitario con indicazione delle ore annue di insegnamento;
5. Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale che abbiano finalità di formazione e attestati professionali;
6. Attività di ricerca;
7. Pubblicazioni e produzione scientifica prettamente pertinente al settore su riviste italiane ed estere;
e. Il colloquio è diretto alla valutazione delle capacità tecnico - professionali del candidato.
La Commissione per il colloquio dispone di 30 punti e il colloquio si intende superato con un punteggio uguale o superiore a 21/30; conseguentemente un punteggio inferiore comporterà la mera apposizione della formula di giudizio di “non idoneità” e, quindi, la consequenziale esclusione dalla procedura selettiva. La data e il luogo del colloquio verranno comunicate ai candidati con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, o per posta elettronica, con preavviso di almeno 5 giorni, all’indirizzo indicato nella domanda di partecipazione. I candidati dovranno presentarsi con un documento valido di riconoscimento. La mancata presenza al colloquio nel giorno, nell’ora e nella sede stabilita, determina l’esclusione dalla procedura di mobilità.
GRADUATORIA
E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito la prevista valutazione di sufficienza nella prova colloquio (21/30).
La graduatoria di merito sarà formulata dalla Commissione Esaminatrice, secondo l’ordine dei punti riportati da ciascun candidato idoneo.
Il Direttore Generale Azienda provvederà con proprio atto deliberativo all’approvazione della graduatoria ed alla nomina del/i vincitore/i.
La graduatoria avrà una validità di due anni a decorrere dalla data di approvazione del provvedimento.
COSTITUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO
L’assunzione mediante trasferimento del candidato dichiarato vincitore della procedura di mobilità è subordinata:
a. al conseguimento del giudizio di idoneità (piena ed incondizionata) nel profilo e disciplina messa a selezione effettuata dal Medico competente di questa ASL;
b. al rilascio del nulla osta nei termini contrattuali e di legge da parte dell’Amministrazione di provenienza.
Il dipendente mobilitato non potrà trasferirsi presso altre Aziende o Enti del S.S.N. prima di due armi di servizio effettivo ai sensi del comma 10 art. 12 L.R. 12/2005;
Alla data di assunzione il vincitore non dovrà presentare residui di congedo ordinario maturati presso l’Azienda di provenienza.
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi della normativa vigente (art. 13 comma 1, del D.lgs. 196/2003), i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso la competente Area Gestione Risorse Umane per le finalità di gestione della selezione e saranno trattati presso una banca dati automatizzata, eventualmente anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.
Le medesime informazioni potranno essere comunicate alle Amministrazioni pubbliche eventualmente interessate allo svolgimento della procedura selettiva. Il responsabile del trattamento dei dati è il Direttore dell’Area Gestione Risorse Umane L’interessato potrà far valere, presso l’Ente, il diritto di accedere ai propri dati personali per verificarne l’utilizzo o, eventualmente, per correggerli, aggiornarli nei limiti previsti dalla legge.
NORME DI SALVAGUARDIA
Per tutto quanto non contemplato dal presente avviso si intendono qui richiamate, a tutti gli effetti, le disposizioni di legge e regolamentari vigenti in materia.
La partecipazione alla selezione presuppone l’integrale conoscenza ed accettazione, da parte dei candidati, delle norme di legge e disposizioni inerenti l’assunzione del personale presso il Servizio Sanitario Nazionale e Regionale, delle modalità, formalità e prescrizioni relative ai documenti ed atti da presentare.
L’Amministrazione si riserva in ogni caso, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di modificare, prorogare, sospendere o revocare il presente avviso ove ricorrano validi motivi, senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto. Il presente avviso potrà essere revocato anche in caso di comprovate disponibilità in esubero di Dirigenti Ingegneri messi a selezione presso altre ASL o Enti del S.S.R.
Per eventuali informazioni, gli aspiranti potranno rivolgersi all’U.O. Concorsi e Assunzioni - Settore Mobilità, sito in Bari, Lungomare Starita, 6, tel. 080/5842544 (dott. Lorenzo Fruscio)- 080/5842375 (rag. Giuseppe Fiore).
Ai sensi della legge, 7 agosto 1990, n. 241, il Responsabile del procedimento concorsuale di cui al presente avviso, e il Dirigente Responsabile della citata Area Gestione Risorse Umane.
Il Direttore Area Gestione Risorse Umane
Francesco Lippolis
Il Direttore Generale ASL BA
Angelo Domenico Colasanto