Concorso UNIVERSITA' DELLA CALABRIA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 69 del 04-09-2020

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 69 del 04-09-2020
Sintesi: UNIVERSITA' DELLA CALABRIA DI RENDECONCORSO (Scad. 04-10-2020)Procedura di selezione per la chiamata di un professore di prima fascia, settore concorsuale 10/A1 - Archeologia ...
Ente: UNIVERSITA' DELLA CALABRIA
Regione: CALABRIA
Provincia: COSENZA
Comune: RENDE
Data di pubblicazione 04-10-2020
Data Scadenza bando 04-10-2020
Condividi

UNIVERSITA' DELLA CALABRIA DI RENDE

CONCORSO (Scad. 04-10-2020)

Procedura di selezione per la chiamata di un professore di prima fascia, settore concorsuale 10/A1 - Archeologia

 
    E' indetta la procedura selettiva per la copertura di un posto di
professore universitario di ruolo, prima fascia, mediante chiamata ai
sensi dell'art.  18,  comma  1,  della  legge  n.  240/2010,  settore
concorsuale 10/A1 - Archeologia  -  settore  scientifico-disciplinare
L-ANT/07 - Archeologia classica. 
    Le domande di  ammissione  e  tutta  la  relativa  documentazione
dovranno pervenire entro il termine perentorio delle  ore  12,00  del
trentesimo giorno successivo a quello di pubblicazione  del  presente
avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4  Serie
speciale Concorsi ed esami. 
    Il testo integrale del  bando,  contenente  tutte  le  necessarie
informazioni nonche'  le  disposizioni  su  termini  e  modalita'  di
trasmissione  delle  domande  di  partecipazione  e  della   relativa
documentazione alla procedura selettiva in questione,  e'  pubblicato
sul    sito    istituzionale    dell'Universita'    della    Calabria
(http://www.unical.it/portale/concorsi),  nonche'   su   quelli   del
Ministero dell'universita' e della ricerca, e dell'Unione europea.