Concorso per 36 maresciallo (lazio) MINISTERO DELLA DIFESA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 36
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 19 del 08-03-2019
Sintesi: MINISTERO DELLA DIFESA Concorso (Scad. 7 aprile 2019) Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per il reclutamento, a nomina diretta, di complessivi trentasei marescialli da immettere nel ruolo dei marescialli ...
Ente: MINISTERO DELLA DIFESA
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 11-03-2019
Data Scadenza bando 07-04-2019
Condividi

MINISTERO DELLA DIFESA

Concorso (Scad. 7 aprile 2019)

Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per il reclutamento, a nomina diretta, di complessivi trentasei marescialli da immettere nel ruolo dei marescialli delle Forze armate in servizio permanente per l'anno 2019.

 
 
                     IL VICE DIRETTORE GENERALE 
                      per il personale militare 
 
    Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241,  recante  «Nuove  norme  in
materia di procedimento amministrativo e di  diritto  di  accesso  ai
documenti amministrativi» e successive modifiche e integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9  maggio  1994,
n. 487, concernente il regolamento recante «Norme  sull'accesso  agli
impieghi  nelle  pubbliche  amministrazioni   e   le   modalita'   di
svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre  forme  di
assunzione  nei  pubblici  impieghi»   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Vista la legge 15 maggio 1997, n. 127, concernente misure urgenti
per lo snellimento dell'attivita' amministrativa e  dei  procedimenti
di decisione e di controllo e successive modifiche e integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo  30  marzo  2001,  n.  165,  recante
«Norme generali sull'ordinamento del  lavoro  alle  dipendenze  delle
amministrazioni pubbliche» e successive modifiche e integrazioni; 
    Visto il decreto del  Presidente  della  Repubblica  14  novembre
2002, n. 313, recante «Testo unico delle disposizioni  legislative  e
regolamentari in materia di casellario giudiziale, di anagrafe  delle
sanzioni amministrative dipendenti da reato e  dei  relativi  carichi
pendenti» e successive modifiche e integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 30  giugno  2003,  n.  196,  recante
«Codice in materia di protezione dei  dati  personali»  e  successive
modifiche e integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante «Codice
dell'amministrazione digitale» e successive modifiche e integrazioni; 
    Visto decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198, recante «Codice
delle pari opportunita' tra uomo e donna, a norma dell'art.  6  della
legge 28 novembre 2005, n. 246»; 
    Visti i decreti interministeriali emanati il 9  luglio  2009  dal
Ministro  dell'istruzione,  dell'universita'  e  della   ricerca   di
concerto  con  il   Ministro   della   pubblica   amministrazione   e
l'innovazione concernenti equiparazioni  tra  diplomi  di  lauree  di
vecchio ordinamento, lauree specialistiche (LS) e  lauree  magistrali
(LM),  ai  fini  della  partecipazione  ai   pubblici   concorsi   ed
equiparazioni  tra  classi  delle  lauree  decreto  ministeriale   n.
509/1999 e classi delle lauree decreto ministeriale n.  270/2004,  ai
fini della partecipazione ai pubblici concorsi; 
    Visto il decreto  legislativo  15  marzo  2010,  n.  66,  recante
«Codice  dell'ordinamento  militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni, in particolare, il titolo II del libro IV,  concernente
norme per il reclutamento del personale militare; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15  marzo  2010,
n. 90, recante  «Testo  unico  delle  disposizioni  regolamentari  in
materia  di  ordinamento   militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni, in particolare, il titolo II del Libro IV,  concernente
norme per il reclutamento del personale militare; 
    Vista la legge 12 luglio 2010, n. 109, recante «Disposizioni  per
l'ammissione dei soggetti fabici nelle Forze armate e di polizia»; 
    Visto il decreto-legge 9 febbraio  2012,  n.  5,  convertito  con
modificazioni dalla legge 4 aprile 2012,  n.  35,  e  in  particolare
l'art. 8 concernente semplificazioni per la partecipazione a concorsi
e prove selettive; 
    Visto il decreto ministeriale 16 gennaio  2013  -registrato  alla
Corte dei conti il 1° marzo 2013,  registro  n.  1,  foglio  n.  390-
concernente, tra l'altro, la struttura  ordinativa  e  le  competenze
della Direzione generale per il personale militare; 
    Visto  il  decreto-legge  21  giugno   2013,   n.   69,   recante
«Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia», convertito  con
modificazioni in legge 9 agosto 2013, n. 98; 
    Visto  il   decreto   ministeriale   4   giugno   2014,   recante
l'approvazione della  direttiva  tecnica  riguardante  l'accertamento
delle imperfezioni e infermita' che sono causa di  non  idoneita'  al
servizio militare e della direttiva tecnica riguardante i criteri per
delineare il profilo  sanitario  dei  soggetti  giudicati  idonei  al
servizio militare; 
    Visto il decreto del  Presidente  della  Repubblica  17  dicembre
2015, n. 207, recante «regolamento in materia di parametri fisici per
l'ammissione ai concorsi per  il  reclutamento  nelle  Forze  armate,
nelle Forze di polizia a ordinamento militare e civile  e  nel  Corpo
nazionale dei Vigili del fuoco, a norma della legge 12 gennaio  2015,
n. 2»; 
    Vista la direttiva tecnica relativa alle «modalita' tecniche  per
l'accertamento  e  la  verifica   dei   parametri   fisici»   emanata
dall'Ispettorato generale della sanita' militare il 9  febbraio  2016
ai sensi dell'art. 5, comma 2, del predetto  decreto  del  Presidente
della Repubblica 17 dicembre 2015, n. 207; 
    Visto il regolamento (UE) n. 2016/679 del  Parlamento  europeo  e
del Consiglio del 27 aprile  2016,  relativo  alla  protezione  delle
persone fisiche con  riguardo  al  trattamento  dei  dati  personali,
nonche' alla libera  circolazione  di  tali  dati  e  che  abroga  la
direttiva 95/46/CE, recante il regolamento generale sulla  protezione
dei dati; 
    Visto l'art. 1 del decreto legislativo 29  maggio  2017,  n.  94,
recante «Disposizioni in  materia  di  riordino  dei  ruoli  e  delle
carriere del personale delle Forze armate», che ha modificato  l'art.
635, comma 2 del codice dell'Ordinamento militare, disponendo  che  i
parametri fisici correlati alla  composizione  corporea,  alla  forza
muscolare e alla massa metabolicamente attiva non sono accertati  nei
confronti  del   personale   militare   in   servizio   in   possesso
dell'idoneita' incondizionata al servizio militare; 
    Visto il comma 4-bis dell'art. 643  del  codice  dell'Ordinamento
militare, introdotto dal decreto legislativo 26 aprile 2016,  n.  91,
il  quale  stabilisce  che  nei  concorsi  per  il  reclutamento  del
personale delle Forze armate i termini di validita' della graduatorie
finali approvate, ai fini dell'arruolamento  di  candidati  risultati
idonei ma non vincitori, sono prorogabili solo nei casi e nei termini
previsti dallo stesso codice; 
    Visto  l'art.  682,  comma  5-bis,  del  codice  dell'Ordinamento
militare, introdotto dal decreto legislativo 26 aprile 2016,  n.  91,
il quale prevede che, per specifiche  esigenze  delle  singole  Forze
armate, possano essere banditi, nei limiti delle risorse  finanziarie
disponibili, concorsi per titoli ed esami per trarre, con il grado di
Maresciallo e corrispondenti, giovani di eta' non superiore a 32 anni
alla data indicata nel bando di concorso  e  in  possesso  di  laurea
definita con decreto del Ministro della difesa, di  concerto  con  il
Ministro delle infrastrutture e dei trasporti per i concorsi relativi
al Corpo delle capitanerie di porto; 
    Visto  l'art.  760,  comma  5-bis,  del  codice  dell'Ordinamento
militare, introdotto dal decreto legislativo 26 aprile 2016,  n.  91,
il  quale  prevede  che,  i  candidati  utilmente   collocati   nelle
graduatorie di merito dei concorsi di cui all'art. 682, comma  5-bis,
frequentino corsi applicativi di  durata  non  superiore  a  un  anno
accademico le cui modalita' sono disciplinate con determinazione  dei
rispettivi Capi di Stato Maggiore; 
    Visto il decreto del Ministro della difesa in  data  26  novembre
2018, concernente la sua  nomina  a  vice  Direttore  generale  della
Direzione generale per il personale militare; 
    Vista la legge 17 dicembre 2018, n. 136 di conversione in  legge,
con modificazioni, del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119, recante
disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria; 
    Visti i decreti ministeriali del 13 febbraio 2018, concernenti le
disposizioni  applicate  «ai  concorsi  per   il   reclutamento   dei
Marescialli dell'Esercito italiano, della Marina  e  dell'Aeronautica
militare» e successive modifiche e integrazioni; 
    Visto il decreto interministeriale del 6 aprile 2018, concernente
le disposizioni  applicate  «ai  concorsi  per  il  reclutamento  dei
Marescialli della Marina  militare  del  personale  del  Corpo  delle
capitanerie di porto» e successive modifiche e integrazioni; 
    Visto il decreto interministeriale del 16  maggio  2018,  con  il
quale  e'  stata  approvata  la  «Direttiva  tecnica  in  materia  di
protocollo sanitari per la somministrazione di  profilassi  vaccinali
al personale militare»; 
    Visto il foglio n. M_D SSMD 0090528 del  12  giugno  2018  con  i
quali lo Stato Maggiore della  Difesa  ha  definito  il  piano  delle
assunzioni  per   l'anno   2019   dell'Esercito,   della   Marina   e
dell'Aeronautica  e  le  consistenze  previsionali  per  il  triennio
2019-2021; 
    Visto il foglio n. M_D MSTAT 180079878 del 17 ottobre 2018  dello
Stato Maggiore della Marina  militare  concernente  gli  elementi  di
programmazione per il reclutamento di giovani da immettere nel  ruolo
dei Marescialli del Corpo equipaggi militari marittimi  (CEMM)  della
Marina militare con il grado di capo di 3ª classe per il 2019; 
    Visto il foglio n. M_D MSTAT 0088627 del 13 novembre  2018  dello
Stato Maggiore della Marina militare di integrazione  degli  elementi
di programmazione per il reclutamento di  giovani  da  immettere  nel
ruolo dei Marescialli del Corpo equipaggi militari  marittimi  (CEMM)
della Marina militare con il grado di capo di 3ª classe per il 2019; 
    Visto il foglio n. M_D E0012000  0231725  del  21  novembre  2018
dello  Stato  Maggiore  dell'Esercito  concernente  gli  elementi  di
programmazione per il reclutamento di Marescialli a «nomina  diretta»
nell'Esercito italiano per l'anno 2019; 
    Visto il foglio n. M_D ARM001 0001469 dell'8 gennaio  2019  dello
Stato Maggiore dell'Aeronautica militare concernente gli elementi  di
programmazione per il reclutamento di Marescialli a «nomina  diretta»
nell'Aeronautica militare per l'anno 2019; 
    Visto il foglio n. M_D SSMD 0009031 del 18 gennaio  2019  con  il
quale lo Stato Maggiore della Difesa ha  modificato  il  piano  delle
assunzioni per l'anno 2019 dell'Esercito italiano; 
    Visto il decreto ministeriale 16 gennaio  2013  -registrato  alla
Corte dei conti il 1° marzo 2013,  registro  n.  1,  foglio  n.  390-
recante,  tra  l'altro,  struttura  ordinativa  e  competenze   della
Direzione generale per  il  personale  militare  e,  in  particolare,
l'art. 20, comma 3 che prevede le modalita' di sostituzione in  caso,
tra gli altri, di temporanea assenza del Direttore  generale  per  il
personale militare, 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                             Generalita' 
 
 
    1. Sono indetti i  seguenti  concorsi  per  il  reclutamento  dei
Marescialli delle Forze armate: 
      a) concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento,
a nomina diretta, dei Marescialli da immettere nei ruoli  Marescialli
dell'Esercito in servizio permanente con la Specializzazione sanita'; 
      b) concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento,
a nomina  diretta,  dei  capi  di  3ª  cl.  da  immettere  nel  Ruolo
Marescialli  della  Marina  militare  in  servizio  permanente  nella
categoria Servizio sanitario del Corpo equipaggi  militari  marittimi
(C.E.M.M.); 
      c) concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento,
a nomina diretta, dei Marescialli di 3ª cl. da  immettere  nei  ruoli
Marescialli dell'Aeronautica militare in servizio permanente  per  la
categoria  supporto,  specialita'  manutenzione  tecnica,   qualifica
edile. 
    2. Nei concorsi di cui  al  precedente  comma  1,  sono  previste
riserve di posti a favore del coniuge e dei figli superstiti,  ovvero
dei  parenti  in  linea  collaterale  di  secondo  grado   se   unici
superstiti, del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia
deceduto in servizio e per causa di servizio, nonche', dei  diplomati
presso le scuole militari e degli assistiti dall'Opera  nazionale  di
assistenza per gli orfani dei  militari  di  carriera  dell'esercito,
dall'Istituto Andrea Doria per l'assistenza  dei  familiari  e  degli
orfani del personale della Marina militare, dall'Opera nazionale  per
i figli degli Aviatori e dall'Opera nazionale di assistenza  per  gli
orfani dei militari dell'Arma dei carabinieri di  cui  agli  articoli
645 e 681 del citato decreto legislativo 15 marzo  2010,  n.  66,  in
possesso dei prescritti requisiti. I  posti  riservati  eventualmente
non ricoperti per insufficienza  di  concorrenti  riservatari  idonei
saranno devoluti, nell'ordine della graduatoria di merito, agli altri
concorrenti idonei. 
    L'appartenenza a una delle categorie che da' diritto alla riserva
dei posti, deve essere dichiarata nella domanda di partecipazione  ai
sensi degli articoli  46  e  76  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. 
    3. Nei concorsi di  cui  al  precedente  comma  1,  i  titoli  di
preferenza a parita' di titoli e di merito,  ai  sensi  dell'art.  5,
commi 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica n. 487/1994 e
dell'art. 73, comma 14 della legge 9  agosto  2013,  n.  98,  saranno
considerati solo per coloro che li  dichiareranno  nella  domanda  di
partecipazione ai sensi degli  articoli  46  e  76  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. 
    4. I vincitori dei concorsi di cui al precedente comma 1  saranno
ammessi quali Marescialli alla frequenza dei  corsi  applicativi  con
riserva  di  accertamento,  anche  successiva   all'ammissione,   dei
requisiti  prescritti   e   subordinatamente   all'autorizzazione   a
effettuare assunzioni eventualmente previste dalla normativa vigente. 
    5. Resta impregiudicata per  l'Amministrazione  della  difesa  la
facolta', esercitabile in qualunque momento, di revocare il  presente
bando  di  concorso,  variare  il  numero  dei   posti,   modificare,
annullare, sospendere  o  rinviare  lo  svolgimento  delle  attivita'
concorsuali previste nei successivi articoli o  l'incorporamento  dei
vincitori, in ragione di  esigenze  attualmente  non  valutabili  ne'
prevedibili, ovvero in applicazione di leggi di bilancio dello  Stato
o finanziarie o di disposizioni di contenimento della spesa pubblica.
In tal caso, ove necessario, l'Amministrazione della difesa ne  dara'
immediata comunicazione nel sito www.difesa.it che  avra'  valore  di
notifica a tutti gli effetti per gli interessati.  In  ogni  caso  la
stessa Amministrazione provvedera'  a  darne  comunicazione  mediante
avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4ª Serie speciale e  sul
portale dei concorsi secondo le modalita'  riportate  nel  successivo
art. 5. Qualora il numero  dei  posti  a  concorso  venga  modificato
secondo le previsioni del presente comma sara' altresi' modificato il
numero dei posti riservati ai sensi del precedente comma 2. 
    6. Nel caso in cui  l'Amministrazione  eserciti  la  potesta'  di
auto-organizzazione prevista dal comma precedente, non  sara'  dovuto
alcun rimborso pecuniario ai candidati circa  eventuali  spese  dagli
stessi sostenute per la partecipazione alle selezioni concorsuali. 
    7. La Direzione generale per il personale  militare  si  riserva,
altresi', la facolta',  nel  caso  di  eventi  avversi  di  carattere
eccezionale che impediscano oggettivamente a un rilevante  numero  di
candidati  di  presentarsi  nei  tempi  e  nei  giorni  previsti  per
l'espletamento delle prove  concorsuali,  di  prevedere  sessioni  di
recupero delle prove stesse. In tal caso, sara' dato avviso nel  sito
www.difesa.it nonche' nel portale dei concorsi on-line del  Ministero
della difesa di cui al successivo art. 3, definendone  le  modalita'.
Il citato avviso avra' valore di notifica a tutti gli effetti  e  per
tutti gli interessati. 
                               Art. 2 
 
 
                Requisiti generali di partecipazione 
 
 
    1. Per partecipare ai concorsi di cui al precedente art. 1, comma
1, i candidati devono possedere i seguenti requisiti generali: 
      a) essere cittadini italiani; 
      b) essere in possesso del  titolo  di  studio  indicato  tra  i
requisiti speciali; 
      c) essere in possesso dell'idoneita' psicofisica e attitudinale
al servizio militare incondizionato; 
      d) rientrare nei parametri fisici correlati  alla  composizione
corporea, alla forza muscolare e alla massa  metabolicamente  attiva,
secondo le tabelle stabile dal regolamento; 
      e) godere dei diritti civili e politici; 
      f)  non  essere  stati  destituiti,  dispensati  o   dichiarati
decaduti dall'impiego in una pubblica amministrazione, licenziati dal
lavoro alle dipendenze di  pubbliche  amministrazioni  a  seguito  di
procedimento   disciplinare,   ovvero   prosciolti,   d'autorita'   o
d'ufficio,  da  precedente  arruolamento  nelle  Forze  armate  o  di
polizia,   a   esclusione   dei   proscioglimenti   per   inidoneita'
psico-fisica. Ai  fini  sopracitati  non  rileva  il  proscioglimento
disposto ai sensi dell'art. 957, comma 1, lettere  b)  ed  e-bis  del
codice dell'Ordinamento militare; 
      g) non essere stati condannati per delitti non  colposi,  anche
con  sentenza  di  applicazione  della  pena  su  richiesta,  a  pena
condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non
essere in atto  imputati  in  procedimenti  penali  per  delitti  non
colposi; 
      h) non essere sottoposti a misure di prevenzione; 
      i) aver tenuto condotta incensurabile; 
      j)  non  aver  tenuto   comportamenti   nei   confronti   delle
istituzioni  democratiche  che  non  diano  sicuro   affidamento   di
scrupolosa fedelta' alla Costituzione repubblicana e alle ragioni  di
sicurezza dello Stato; 
      k) aver riportato esito negativo agli accertamenti  diagnostici
per l'abuso di alcool, per l'uso, anche saltuario od occasionale,  di
sostanze stupefacenti, nonche' per l'utilizzo di sostanze  psicotrope
a scopo non terapeutico; 
    l) se concorrenti di sesso maschile, non essere stati  dichiarati
obiettori di coscienza ovvero ammessi a prestare servizio sostitutivo
civile ai sensi della legge 8 luglio 1998, n. 230, a meno che abbiano
presentato  apposita  dichiarazione  irrevocabile  di  rinuncia  allo
status di obiettore di coscienza presso l'Ufficio  nazionale  per  il
Servizio civile non prima che siano decorsi almeno cinque anni  dalla
data in cui sono stati collocati in congedo, come disposto  dall'art.
636 del decreto legislativo 15  marzo  2010,  n.  66.  In  tal  caso,
l'esito della dichiarazione dovra' essere allegato  alla  domanda  di
partecipazione al concorso; 
    2. Il requisito di cui al comma 1, lettera d), non e'  nuovamente
accertato  nei  confronti  del  personale  militare  in  servizio  in
possesso  dell'idoneita'  incondizionata  al  servizio  militare  che
partecipa ai concorsi nelle Forze armate. 
    3. Sono, altresi', previsti i  seguenti  requisiti  speciali  per
l'accesso  al  ruolo  dei  Marescialli  dell'Esercito,  della  Marina
militare e dell'Aeronautica  militare  ai  sensi  dell'art.  682  del
decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66: 
      a) essere in possesso di uno  dei  titoli  di  studio  indicati
nelle appendici al presente bando, ovvero essere in  possesso  di  un
titolo di studio che, ai fini della partecipazione ai  concorsi,  sia
ad  essi  equiparato/equipollente.  Allo   scopo,   la   domanda   di
partecipazione ha valore di dichiarazione sostitutiva ai sensi  degli
articoli 46 e 76 del  decreto  del  Presidente  della  Repubblica  28
dicembre 2000, n. 445. Per i titoli di studio  conseguiti  all'estero
e' richiesta la dichiarazione di equipollenza ovvero  di  equivalenza
secondo la procedura prevista dall'art. 38 del decreto legislativo n.
165/2001,  la  cui  modulistica  e'  disponibile  sul  sito  web  del
Dipartimento            della            Funzione            pubblica
www.funzionepubblica.gov.it/articolo/dipartimento/22-02-2016/modulo-l
a-richiesta-dellequivalenza-del-titolo-di-studio-stranieri         Il
candidato che  non  sia  ancora  in  possesso  del  provvedimento  di
equipollenza  o  equivalenza  dovra'  dichiarare  nella  domanda   di
partecipazione di aver presentato la relativa richiesta; 
      b) non aver compiuto il 32° anno di eta'. 
    4. I militari in servizio per partecipare al  concorso,  oltre  a
possedere i requisiti indicati ai precedenti commi devono: 
      a) non aver riportato sanzioni disciplinari  piu'  gravi  della
consegna nell'ultimo biennio o nel periodo di  servizio  prestato  se
inferiore a due anni; 
      b)  non  aver  riportato   sanzioni   disciplinari   di   stato
nell'ultimo  quinquennio  o  nel  periodo  di  servizio  prestato  se
inferiore a cinque anni; 
      c)  essere  in  possesso  della  qualifica  non   inferiore   a
«superiore alla media» o giudizio corrispondente nell'ultimo  biennio
o nel periodo di servizio prestato se inferiore a due anni e comunque
di almeno sessanta giorni nel caso rapporto informativo. 
    Nel  caso  di  rapporto  informativo,  si  fa  rinvio  a   quanto
disciplinato dall'art. 14 del presente bando di concorso. 
    5. I requisiti  prescritti  per  la  partecipazione  al  concorso
devono  essere  posseduti  alla  data  di  scadenza  del  termine  di
presentazione delle domande indicato al successivo art. 4, comma 1 ed
essere mantenuti, fatta eccezione per l'eta', fino all'ammissione  al
corso applicativo, pena l'esclusione dal concorso o  dalla  frequenza
del corso con provvedimento del Direttore generale per  il  personale
militare o di autorita' da lui delegata. 
    I requisiti generali e speciali, devono  essere  posseduti  dalla
data indicata nel bando fino alla nomina a  Maresciallo  in  servizio
permanente nei concorsi a nomina diretta,  ad  eccezione  del  limite
massimo di eta' che puo' essere superato  al  momento  dell'effettiva
incorporazione o dell'inizio del corso applicativo. 
    6.  L'accertamento,  anche  successivo  al  reclutamento,   della
mancanza di uno dei predetti requisiti, comportera' la  decadenza  di
diritto dall'arruolamento volontario. 
    7. I candidati in servizio, risultati vincitori dei  concorsi  di
cui al precedente art. 1, comma  1,  saranno  ammessi  ai  rispettivi
corsi previo rilascio, nei casi previsti dalla normativa vigente, del
nulla osta della Forza armata/Corpo armato d'appartenenza. 
    8. Tutti i candidati partecipano con riserva alle  prove  e  agli
accertamenti previsti dal presente bando di concorso. 
                               Art. 3 
 
 
       Portale dei concorsi on-line del Ministero della difesa 
 
 
    1. Le procedure relative ai concorsi di cui al precedente art. 1,
comma 1, vengono gestite tramite il portale dei concorsi on-line  del
Ministero della difesa  (da  ora  in  poi  «portale»),  raggiungibile
attraverso il sito internet www.difesa.it area «siti di  interesse  e
approfondimenti», pagina «Concorsi e scuole militari», link «concorsi
on-line»     ovvero     collegandosi     direttamente     al     sito
«https://concorsi.difesa.it». 
    2. Attraverso detto  portale,  i  candidati  potranno  presentare
domanda di partecipazione ai concorsi di cui al  precedente  art.  1,
comma 1, e ricevere con le modalita' di cui al successivo art.  5  le
successive comunicazioni inviate  dalla  Direzione  generale  per  il
personale militare o da enti dalla stessa delegati alla gestione  dei
concorsi. 
    3. Per usufruire dei servizi offerti  dal  portale,  i  candidati
dovranno essere in possesso di credenziali rilasciate da  un  gestore
di identita' digitale nell'ambito del Sistema pubblico  di  identita'
digitale (SPID) ovvero di apposite  chiavi  di  accesso  che  saranno
fornite  al  termine  di  una  procedura  guidata  di  accreditamento
necessaria per  attivare  il  proprio  univoco  profilo  nel  portale
medesimo. 
    4. La procedura guidata di  registrazione,  descritta  alla  voce
«istruzioni» del portale,  viene  attivata  con  una  delle  seguenti
modalita': 
      a)  senza  smart  card:  fornendo   un   indirizzo   di   posta
elettronica,  una  utenza  di  telefonia  mobile  (intestata   ovvero
utilizzata  dal  concorrente)  e  gli  estremi  di  un  documento  di
riconoscimento in corso di validita' rilasciato da un'Amministrazione
dello Stato; 
      b) con  smart  card:  mediante  Carta  d'identita'  elettronica
(CIE), Carta nazionale dei servizi (CNS), tessera  di  riconoscimento
elettronica rilasciata da un'Amministrazione dello Stato (decreto del
Presidente della Repubblica 28 luglio 1967,  n.  851)  ai  sensi  del
comma 8 dell'art. 66 del decreto legislativo 7  marzo  2005,  n.  82,
ovvero firma digitale. 
    Prima di iniziare la procedura guidata di registrazione,  nonche'
prima di effettuare tutte le operazioni consentite tramite il portale
(compresa  la  presentazione  delle  domande  di  partecipazione   ai
concorsi),   i   concorrenti   dovranno   leggere   attentamente   le
informazioni inerenti le modalita' di utilizzo del portale stesso. 
    5. Conclusa la fase di accreditamento,  l'interessato  acquisisce
le credenziali (userid e password)  per  poter  accedere  al  proprio
profilo nel  portale.  In  caso  di  smarrimento,  e'  attivabile  la
procedura di recupero delle stesse dalla pagina iniziale del portale. 
                               Art. 4 
 
 
                      Domande di partecipazione 
 
 
    1. Previo accesso al proprio profilo  sul  portale,  i  candidati
compilano e inoltrano  la  domanda  di  partecipazione  al  concorso,
secondo le modalita' descritte ai commi successivi, entro il  termine
perentorio di trenta giorni  decorrenti  da  quello  successivo  alla
pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale - 4ª  Serie
speciale. 
    2. I concorrenti devono accedere al proprio profilo sul  portale,
scegliere il concorso al  quale  intendono  partecipare  e  compilare
on-line la domanda. Il sistema informatico salva automaticamente  nel
proprio profilo on-line una  bozza  della  candidatura  all'atto  del
passaggio ad una successiva pagina della domanda, ferma la necessita'
di completarla e/o inoltrarla entro il termine  di  presentazione  di
cui al precedente comma 1. Per gli  allegati  alla  domanda,  qualora
previsti, il modulo  riportera'  le  indicazioni  che  guideranno  il
concorrente nel corretto inserimento degli stessi. 
    3. Nei concorsi di cui al presente bando, e' possibile presentare
domanda di partecipazione, nell'ambito di ciascuna Forza armata,  per
una  sola  delle  categorie/specialita'/abilitazioni  indicate  nelle
relative Appendici. 
    4. I candidati potranno integrare o modificare quanto  dichiarato
nella domanda di partecipazione, ovvero revocare la stessa, entro  la
scadenza del termine previsto  per  la  presentazione  della  stessa.
Terminata  la  compilazione  i  candidati  procedono  all'inoltro  al
sistema informatico centrale di acquisizione on-line senza uscire dal
proprio profilo, per  poi  ricevere  una  comunicazione  a  video  e,
successivamente, un  messaggio  di  posta  elettronica  dell'avvenuta
acquisizione. Con l'inoltro della candidatura  il  sistema  generera'
una ricevuta della stessa che riporta tutti i dati inseriti  in  sede
di compilazione. Tale ricevuta, che verra' automaticamente salvata ed
eventualmente aggiornata a seguito di integrazioni e/o  modifiche  da
parte dell'utente,  nell'area  personale  del  profilo  utente  nella
sezione «i miei concorsi», sara' sempre disponibile per  le  esigenze
del concorrente e dovra' essere esibita e, ove richiesto,  consegnata
in occasione della  prima  prova  concorsuale.  Successivamente  alla
scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione
al concorso, dichiarazioni  integrative  o  modificative  rispetto  a
quanto dichiarato nella domanda stessa gia' inoltrata potranno essere
trasmesse dai candidati con le modalita' indicate nel successivo art.
5. 
    5. Nella domanda di partecipazione i concorrenti devono  indicare
i loro dati anagrafici, le informazioni attestanti  il  possesso  dei
requisiti  di  partecipazione,   l'Universita'   presso   cui   hanno
conseguito   il   titolo   di   studio   costituente   requisito   di
partecipazione compreso l'indirizzo e-mail istituzionale e  i  titoli
che danno luogo a riserva o preferenza a parita' di punteggio. 
    6. L'invio della domanda secondo le modalita' descritte  conclude
la procedura di presentazione della stessa e l'acquisizione dei  dati
sui quali l'Amministrazione effettuera' la verifica del possesso  dei
requisiti di partecipazione al concorso, nonche' dei titoli di merito
e/o preferenziali. 
    7. Le domande di partecipazione inoltrate  con  qualsiasi  mezzo,
anche telematico, diverso da quello sopraindicato e/o senza la previa
registrazione al portale non saranno prese  in  considerazione  e  il
candidato non sara' ammesso alla procedura concorsuale. 
    8. In caso di avaria temporanea del sistema informatico  centrale
che si verificasse durante il periodo previsto per  la  presentazione
delle  domande,  l'Amministrazione  si  riserva  di  posticipare   il
relativo termine di scadenza per un numero di giorni congruo rispetto
a  quelli  di  mancata  operativita'   del   sistema.   Dell'avvenuto
ripristino e della proroga del termine  per  la  presentazione  delle
domande  sara'  data  notizia  con   avviso   pubblicato   nel   sito
www.difesa.it e nel portale, secondo quanto previsto  dal  successivo
art. 5. 
    In tal caso, la  data  relativa  al  possesso  dei  requisiti  di
partecipazione indicati al precedente art. 2, commi 1, 3 e  4,  resta
comunque  fissata  all'originario  termine   di   scadenza   per   la
presentazione delle domande stabilito al precedente comma 1. 
    9. Qualora l'avaria del  sistema  informatico  sia  tale  da  non
consentire  un  ripristino  della  procedura  in  tempi  rapidi,   la
Direzione generale per il personale militare provvedera' a  informare
i candidati con avviso pubblicato sul  sito  www.difesa.it  circa  le
determinazioni adottate al riguardo. 
    10. Con l'inoltro telematico della domanda, il candidato, oltre a
manifestare esplicitamente il consenso alla raccolta e al trattamento
dei  dati  personali  che  lo  riguardano  e   che   sono   necessari
all'espletamento dell'iter  concorsuale,  compresa  la  verifica  dei
requisiti di partecipazione per il tramite  degli  organi  competenti
e/o dipendenti, si assume la responsabilita' penale  circa  eventuali
dichiarazioni  mendaci,  ai  sensi  dell'art.  76  del  decreto   del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. 
    11. Per i  concorrenti  in  servizio  il  sistema  provvedera'  a
informare  i  comandi  degli  enti/reparti  d'appartenenza,   tramite
messaggio all'indirizzo di posta elettronica istituzionale (non  PEC)
indicato  dal  candidato  in  sede  di  compilazione  della  domanda,
dell'avvenuta presentazione della stessa da parte del personale  alle
rispettive dipendenze e a trasmettere ai suddetti Comandi copia della
domanda  di  partecipazione.  Detti  candidati  dovranno   verificare
l'avvenuta ricezione del citato messaggio e  l'avvenuta  acquisizione
della copia della domanda di  partecipazione  da  parte  dei  Comandi
degli enti/reparti d'appartenenza che provvederanno agli  adempimenti
previsti dal successivo art. 6. 
                               Art. 5 
 
 
                   Comunicazioni con i concorrenti 
 
 
    1. Tramite il proprio profilo nel portale,  il  candidato  accede
alla  sezione  relativa  alle  comunicazioni  suddivisa  in   un'area
pubblica, relativa alle comunicazioni di carattere collettivo (avvisi
di modifica del bando, di eventuale pubblicazione delle  banche  dati
contenenti i  quesiti  oggetto  delle  prove  scritte,  calendari  di
svolgimento delle prove previste dall'iter concorsuale  e  variazioni
delle date, ecc.), e in un'area privata, relativa alle  comunicazioni
di carattere personale. I candidati ricevono notizia  della  presenza
di  tali  comunicazioni  mediante  messaggio  di  posta  elettronica,
inviato  all'indirizzo  fornito  in  fase  di  registrazione,  ovvero
mediante sms.  Le  comunicazioni  di  carattere  collettivo  inserite
nell'area pubblica del portale hanno valore di notifica a  tutti  gli
effetti e nei confronti di  tutti  i  candidati.  Tali  comunicazioni
saranno anche pubblicate nel sito www.difesa.it 
    Le comunicazioni di carattere personale potranno  essere  inviate
ai concorrenti  anche  con  messaggio  di  posta  elettronica,  posta
elettronica certificata (se dichiarata dai concorrenti nella  domanda
di partecipazione), con lettera raccomandata o telegramma. 
    2. Successivamente alla scadenza del termine per la presentazione
delle  domande,  variazioni  e/o  integrazioni   della   domanda   di
partecipazione  al  concorso  (variazioni  della  residenza   o   del
recapito,  dell'indirizzo  di   posta   elettronica,   dell'eventuale
indirizzo di posta elettronica certificata, del numero di  utenza  di
telefonia  fissa  e/o  mobile,  variazioni  relative   alla   propria
posizione giudiziaria e posizione militare), possono essere trasmesse
a mezzo  e-mail  all'indirizzo  di  posta  elettronica  istituzionale
persomil@persomil.difesa.it ovvero all'indirizzo di posta certificata
persomil@postacert.difesa.it   e   per    conoscenza    all'indirizzo
r1d1s4@persomil.difesa.it Non  saranno  prese  in  considerazione  le
comunicazioni pervenute al solo  indirizzo  r1d1s4@persomil.difesa.it
Non saranno, altresi', prese in considerazione variazioni riguardanti
l'omessa o l'incompleta  indicazione  di  titoli  di  merito  e/o  di
preferenza previsti dal presente decreto ancorche' posseduti entro  i
termini di scadenza di cui al precedente art. 4, comma 1. 
    A tutti i messaggi di  cui  al  presente  comma  dovra'  comunque
essere allegata copia per immagine  (file  formato  pdf  o  jpeg  con
dimensione  massima  3  Mb)  di  un  valido  documento  di  identita'
rilasciato da un'Amministrazione dello Stato. 
    3. I concorrenti che, successivamente  alla  presentazione  della
domanda di partecipazione al concorso o ai concorsi d'interesse, sono
incorporati presso  un  reparto/ente  militare  devono  informare  il
competente ufficio del medesimo reparto/ente circa la  partecipazione
al concorso. Detto ufficio  provvedera'  agli  eventuali  adempimenti
previsti al successivo art. 6. 
    4.  Resta  a  carico  del  candidato  la  responsabilita'   circa
eventuali  disguidi  derivanti   da   errate,   mancate   o   tardive
comunicazioni da parte del medesimo di variazioni  dell'indirizzo  di
posta elettronica ovvero del numero di utenza di telefonia mobile  da
parte dei candidati. 
                               Art. 6 
 
 
               Adempimenti degli enti/reparti militari 
 
 
    1. Il sistema  provvedera'  a  informare  i  comandi/reparti/enti
d'appartenenza per  i  concorrenti  militari  in  servizio  ovvero  i
competenti Centri documentali  (CEDOC),  o  i  Dipartimenti  militari
marittimi/Capitanerie di porto o il Reparto territoriale del  Comando
scuole / 3ª regione aerea ovvero il  reparto  personale  del  Comando
della 1ª regione aerea dell'Aeronautica per i concorrenti militari in
congedo,  ovvero  il  Centro  nazionale  amministrativo  del  Comando
generale dell'Arma dei carabinieri, tramite  messaggio  all'indirizzo
di posta elettronica istituzionale (non PEC) indicato dal concorrente
in sede di compilazione della  domanda,  dell'avvenuta  presentazione
della stessa da parte del personale alle rispettive dipendenze. 
    2. I suddetti enti, in base alle rispettive competenze, devono: 
      a) per il personale in servizio: 
        1) verificare se il candidato,  alla  data  di  scadenza  del
termine utile per la presentazione delle  domande  di  ammissione  al
concorso, e' in possesso dei requisiti prescritti al precedente  art.
2, comma 1, lettere h), i) e j) e comma 4, lettere a), b) e  c).  Con
particolare riferimento all'art. 2, comma 2, lettere d), nel caso  di
Rapporto informativo, si fa rinvio a quanto disciplinato dall'art  14
del presente bando di  concorso.  Se  il  candidato  non  risulta  in
possesso dei predetti requisiti, gli stessi  comandi  devono  inviare
all'indirizzo      di       posta       elettronica       certificata
persomil@postacert.difesa.it   e   per    conoscenza    all'indirizzo
r1d1s4@persomil.difesa.it il modello rinvenibile tra gli allegati  al
bando, debitamente compilato e corredato dal documento comprovante la
mancanza dei requisiti di cui trattasi, alla Direzione  generale  per
il personale militare, entro il terzo giorno successivo a  quello  di
scadenza del termine di  presentazione  delle  domande.  Non  saranno
prese in considerazione le comunicazioni pervenute al solo  indirizzo
r1d1s4@persomil.difesa.it 
        2) compilare, per i soli militari in  servizio  nell'Esercito
che partecipano al concorso di cui al precedente  art.  1,  comma  1,
lettera  a),  a  cura  delle  competenti  autorita'  gerarchiche,  il
previsto documento  valutativo  chiuso  alla  data  di  scadenza  del
termine di presentazione delle domande indicando quale  motivo  della
compilazione: «partecipazione al concorso  pubblico,  per  titoli  ed
esami, per la nomina a Maresciallo dell'Esercito anno 2018»; 
        3) nominare, con ordine del giorno del Comandante  dell'ente,
un'apposita Commissione interna (composta da presidente, primo membro
e secondo membro) che rediga, per ogni  militare  partecipante  al/ai
concorso/i, la scheda di sintesi il cui modello  e'  rinvenibile  tra
gli allegati al bando avendo cura  di  riportare,  tra  l'altro,  gli
estremi  della  documentazione  valutativa  in   ordine   cronologico
riferita a tutto  il  periodo  di  servizio  prestato  dal  candidato
antecedentemente alla data di scadenza del termine  di  presentazione
delle domande (per i militari candidati al concorso per l'Aeronautica
militare, solo gli ultimi due anni o periodo di servizio prestato  se
inferiore  a  due  anni).  Per  i  candidati  che  prima  di   essere
incorporati  per  l'attuale  servizio  hanno   ultimato   una   ferma
volontaria e, successivamente, sono stati posti  in  congedo,  dovra'
essere   inserito   il   giudizio   riportato   sull'estratto   della
documentazione di servizio rilasciato al termine  della  ferma.  Tale
scheda di sintesi deve essere firmata  dalla  Commissione  interna  e
controfirmata  dal  Comandante  dell'Ente  o  suo  delegato   e   dal
candidato; 
        4) trasmettere, esclusivamente per i candidati  ammessi  agli
accertamenti/prove previsti ai successivi articoli 10, 11 e 12 i  cui
nominativi saranno resi noti a cura della Direzione generale  per  il
personale militare, la rispettiva scheda di sintesi all'indirizzo  di
posta  elettronica  certificata  persomil@postacert.difesa.it  e  per
conoscenza  all'indirizzo  r1d1s4@persomil.difesa.it  utilizzando  la
lettera di  trasmissione  il  cui  modello  e'  rinvenibile  tra  gli
allegati  al  bando.  Non  saranno   prese   in   considerazione   le
comunicazioni pervenute al solo indirizzo r1d1s4@persomil.difesa.it 
        5) informare, in caso  di  trasferimento  del  candidato,  il
nuovo Ente di  destinazione  della  partecipazione  del  militare  al
concorso. L'Ente di nuova destinazione assumera'  la  competenza  per
tutte le successive incombenze relative alla procedura concorsuale; 
        6) comunicare tempestivamente alla Direzione generale per  il
personale militare  ogni  variazione  riguardante  la  posizione  del
candidato (trasferimento, instaurazione di procedimenti  disciplinari
e penali, collocamento in congedo, ecc.); 
      b) per il personale in congedo: 
        1) nominare, con ordine del giorno del Comandante  dell'ente,
un'apposita Commissione interna (composta da presidente, 1° membro  e
2° membro) che rediga, per ogni militare  in  congedo  di  rispettiva
competenza   partecipante   al/ai   concorso/i,   l'estratto    della
documentazione  caratteristica  e  matricolare  il  cui  modello   e'
rinvenibile tra gli allegati al bando avendo cura di  riportare,  tra
l'altro,  gli  estremi  della  documentazione  valutativa  in  ordine
cronologico riferita a tutto il  periodo  di  servizio  prestato  dal
candidato antecedentemente alla  data  di  scadenza  del  termine  di
presentazione delle  domande  nonche'  ogni  altro  dato  matricolare
rilevante ai fini del concorso in relazione a quanto stabilito  nelle
Appendici al presente bando.  Tale  scheda  di  sintesi  deve  essere
firmata dalla Commissione  interna  e  controfirmata  dal  Comandante
dell'ente o suo delegato; 
        2) trasmettere, esclusivamente per i candidati  ammessi  agli
accertamenti/prove previsti ai successivi articoli 10, 11 e  12  e  i
cui nominativi saranno resi noti a cura della Direzione generale  per
il personale militare, il suddetto estratto  all'indirizzo  di  posta
elettronica   certificata   persomil@postacert.difesa.it    e,    per
conoscenza, all'indirizzo r1d1s4@persomil.difesa.it  con  lettera  di
trasmissione redatta secondo il modello rinvenibile tra gli  allegati
al bando, nei termini che saranno  indicati.  Non  saranno  prese  in
considerazione  le  comunicazioni   pervenute   al   solo   indirizzo
r1d1s4@persomil.difesa.it 
    3.  Per  semplificare  le  operazioni  di  gestione  del   flusso
automatizzato della posta in ingresso alla Direzione generale per  il
personale militare, l'oggetto delle comunicazioni  inviate  ai  sensi
del precedente comma 2 dovra' essere preceduto: 
      a) per i militari in servizio dalla stringa «2° ND EI»  per  il
concorso dell'Esercito, «2° ND  MM»  per  il  concorso  della  Marina
militare e «2° ND AM» per il concorso dell'Aeronautica militare; 
      b) per i militari in congedo dalla stringa «2° ND EI. C» per il
concorso dell'Esercito, «2° ND MM. C» per il  concorso  della  Marina
militare e «2° ND AM. C» per il concorso dell'Aeronautica militare. 
                               Art. 7 
 
 
                      Svolgimento dei concorsi 
 
 
    1. Il concorso di cui al precedente art. 1, comma 1,  lettera  a)
prevede l'espletamento delle seguenti fasi: 
      a) prova scritta per la verifica  delle  qualita'  culturali  e
intellettive; 
      b) prove di verifica dell'efficienza fisica; 
      c) accertamento dell'idoneita' psico-fisica; 
      d) accertamento dell'idoneita' attitudinale; 
      e) prova orale; 
      f) valutazione dei titoli di merito. 
    2. Il concorso di cui al precedente art. 1, comma 1,  lettera  b)
prevede l'espletamento delle seguenti fasi: 
      a) prova scritta per la verifica  delle  qualita'  culturali  e
intellettive; 
      b) accertamento dell'idoneita' psico-fisica; 
      c) accertamento dell'idoneita' attitudinale; 
      d) prove di verifica dell'efficienza fisica; 
      e) prova orale; 
      f) valutazione dei titoli di merito. 
    3. Il concorso di cui al precedente art. 1, comma 1,  lettera  c)
prevede l'espletamento delle seguenti fasi: 
      a) prova scritta per la verifica  delle  qualita'  culturali  e
intellettive; 
      b) accertamento dell'idoneita' psico-fisica; 
      c) accertamento dell'idoneita' attitudinale; 
      d) prova orale; 
      e) valutazione dei titoli di merito. 
    4. Per cio' che concerne le modalita' di svolgimento delle  prove
saranno osservate, in quanto applicabili, le disposizioni del decreto
del Presidente della Repubblica  9  maggio  1994,  n.  487  e  quelle
indicate nelle Appendici al bando. 
    5. Saranno ammessi a  sostenere  le  prove  e  gli  accertamenti,
secondo le sequenze sopra riportate,  i  soli  concorrenti  giudicati
idonei  alla  prova  precedente,  fatti  salvi  specifici   casi   di
ammissione  con  riserva,  disciplinati  nelle  Appendici  al  bando.
Saranno  esclusi  dal  prosieguo  del  concorso   i   candidati   che
rinunceranno a sostenere le prove obbligatorie di concorso. 
    I concorrenti che, regolarmente convocati, non  si  presenteranno
nel giorno e nell'ora stabiliti  per  l'espletamento  delle  suddette
fasi concorsuali, saranno considerati rinunciatari e  quindi  esclusi
dal concorso di interesse, quali che siano le  ragioni  dell'assenza,
comprese quelle dovute  a  causa  di  forza  maggiore,  salvo  quanto
disposto al precedente art. 1, comma 7. 
    Saranno previste riconvocazioni per concomitante  svolgimento  di
prove nell'ambito di altri concorsi indetti con il presente  bando  o
di analoghi concorsi dell'Arma dei carabinieri  o  della  Guardia  di
finanza, ai quali i concorrenti hanno chiesto di partecipare e, per i
militari, per inderogabili esigenze di servizio. In tali ipotesi  gli
interessati -per i militari in servizio i  Comandi  di  appartenenza-
dovranno far pervenire agli indirizzi di posta  elettronica  indicati
al precedente art. 5, comma 2, un'istanza di nuova convocazione entro
le ore 13.00 del quarto giorno feriale (sabato escluso) antecedente a
quello di prevista presentazione con in allegato copie per  immagine,
ovvero in formato pdf, di un valido documento di identita' rilasciato
da un'Amministrazione dello Stato e della documentazione  probatoria.
La riconvocazione, che potra' essere  disposta  solo  compatibilmente
con il periodo di svolgimento delle prove stesse e nel rispetto delle
specifiche disposizioni di  cui  agli  articoli  successivi  e  nelle
Appendici al  bando,  avverra'  mediante  avviso  inserito  nell'area
privata della sezione comunicazioni del portale ovvero,  per  ragioni
organizzative, con messaggio di posta elettronica, posta  elettronica
certificata  (se  dichiarata  dai  concorrenti   nella   domanda   di
partecipazione), con lettera raccomandata o telegramma. 
    I  calendari  di  svolgimento  delle  prove  concorsuali  nonche'
eventuali modifiche delle sedi  di  svolgimento  delle  prove  stesse
saranno resi noti mediante avviso -che avra'  valore  di  notifica  a
tutti gli effetti e  per  tutti  i  concorrenti-  inserito  nell'area
pubblica della sezione comunicazioni del portale ovvero, per  ragioni
organizzative, con messaggio di posta elettronica, posta  elettronica
certificata  (se  dichiarata  dai  concorrenti   nella   domanda   di
partecipazione), con  lettera  raccomandata  o  telegramma.  Mediante
avviso inserito nella sezione comunicazioni del portale ovvero con le
altre modalita' sopra indicate, saranno altresi' resi noti gli  esiti
delle prove. Sara' anche possibile chiedere informazioni al  riguardo
al Ministero della difesa  -  Direzione  generale  per  il  personale
militare - Sezione relazioni con il pubblico  -  viale  dell'Esercito
186 - 00143 Roma - tel. 06/517051012 (mail: urp@persomil.difesa.it). 
    6. A mente dell'art. 580, comma  3  del  decreto  del  Presidente
della Repubblica 15 marzo 2010, n. 90, i concorrenti -compresi quelli
di sesso femminile che  si  sono  trovati  nelle  condizioni  di  cui
all'art. 580,  comma  2  del  citato  decreto  del  Presidente  della
Repubblica n. 90/2010- dovranno essere sottoposti agli accertamenti e
alle prove previste in data compatibile con quella  della  formazione
delle  graduatorie  generali  di  merito,   fatte   salve   ulteriori
specifiche disposizioni di cui alle Appendici al bando. 
    7. Alle prove e agli accertamenti di cui ai  precedenti  commi  i
concorrenti dovranno presentarsi muniti di  carta  d'identita'  o  di
altro documento di riconoscimento provvisto di fotografia  rilasciato
da un'Amministrazione dello Stato, in corso di validita'. 
    8. I candidati dovranno  consegnare  in  busta  chiusa  le  copie
conformi dei titoli di merito dei  quali  si  chiede  la  valutazione
oppure una dichiarazione sostitutiva secondo  le  modalita'  previste
dalla legge e, nel caso di militari in servizio, una  separata  busta
chiusa  contenente  la  copia  delle  scheda  di  sintesi  rilasciata
dall'Ente o Reparto presso i quali prestano servizio. 
    Nel caso dei partecipanti al concorso di cui all'art. 1, comma 1,
lettera a), la documentazione dovra' essere consegnata ai fini  della
valutazione  al  personale  incaricato  dal  Centro  di  selezione  e
reclutamento nazionale dell'Esercito, in occasione della prova di cui
all'art. 13 del presente bando. 
    Invece, nel caso dei partecipanti ai concorsi di cui all'art.  1,
comma 1, lettere b) e c), la medesima  documentazione  dovra'  essere
consegnata al personale incaricato dalla Direzione  generale  per  il
personale militare, all'atto  di  presentazione  per  lo  svolgimento
della prova di cui all'art. 13 presente bando. 
    9. Le spese per i viaggi da e per le sedi  delle  prove  previste
per ciascun concorso di cui al precedente art. 1, comma 1  saranno  a
carico  dei  concorrenti,  rimanendo  escluso  qualsiasi   intervento
dell'Amministrazione della difesa per i  candidati  che  risulteranno
sprovvisti di mezzi per i viaggi. 
    10. I concorrenti  in  servizio  potranno  fruire  della  licenza
straordinaria per esami limitatamente ai giorni di svolgimento  delle
fasi concorsuali, nonche' al tempo  strettamente  necessario  per  il
raggiungimento della sede ove si  svolgeranno  tali  fasi  e  per  il
rientro nella sede di servizio. 
    11.  I   candidati   incorporati   in   qualita'   di   volontari
successivamente  alla  data  di  presentazione   della   domanda   di
partecipazione a uno o piu' concorsi dovranno informare per  iscritto
il reparto/ente d'incorporamento circa  l'inoltro  della  domanda  di
partecipazione.  Detti  reparti/enti  comunicheranno  alla  Direzione
generale per il personale militare l'avvenuta assunzione in forza dei
predetti  candidati  a  mezzo  e-mail  agli  indirizzi  indicati  nel
precedente art. 6, comma 2, lettera a), numero 1). 
    12. L'Amministrazione non risponde di eventuale danneggiamento  o
perdita di oggetti personali che i  concorrenti  lascino  incustoditi
nel corso delle  prove  e  degli  accertamenti  di  cui  al  presente
articolo. 
    13.  Il  Ministero  della  difesa  provvedera'  ad  assicurare  i
candidati per eventuali infortuni che dovessero  verificarsi  durante
il periodo di permanenza presso le sedi di  svolgimento  delle  prove
d'esame. 
                               Art. 8 
 
 
                             Commissioni 
 
 
    1. Nell'ambito di ciascun concorso di cui al precedente  art.  1,
comma 1, con successivi  decreti  dirigenziali  saranno  nominate  le
seguenti commissioni: 
      a) per il concorso di cui al precedente art. 1 comma 1, lettera
a): 
        1) Commissione esaminatrice  per  la  prova  scritta  per  la
verifica delle qualita' culturali e intellettive, per la prova orale,
per la valutazione dei titoli di merito e  per  la  formazione  delle
graduatorie di merito; 
        2) Commissione  per  le  prove  di  verifica  dell'efficienza
fisica; 
        3)    Commissione    per    l'accertamento     dell'idoneita'
psico-fisica; 
        4)    Commissione    per    l'accertamento     dell'idoneita'
attitudinale; 
      b) per il concorso di  cui  al  precedente  art.  1,  comma  1,
lettera b): 
    1) Commissione esaminatrice per  la  prova  scritta  di  verifica
delle qualita' culturali e intellettive, per la prova orale,  per  la
valutazione  dei  titoli  di  merito  e  per  la   formazione   delle
graduatorie di merito; 
        2)    Commissione    per    l'accertamento     dell'idoneita'
psico-fisica; 
        3)    Commissione    per    l'accertamento     dell'idoneita'
attitudinale; 
        4) Commissione  per  le  prove  di  verifica  dell'efficienza
fisica; 
      c) per il concorso di  cui  al  precedente  art.  1,  comma  1,
lettera c): 
        1) Commissioni esaminatrici per la prova scritta di  verifica
delle qualita' culturali e intellettive, per la prova orale,  per  la
valutazione dei titoli di merito e la formazione delle graduatorie di
merito; 
        2)   Commissione   per   gli   accertamenti    dell'idoneita'
psico-fisica; 
        3)    Commissione    per    l'accertamento     dell'idoneita'
attitudinale. 
                               Art. 9 
 
 
Prova scritta per la verifica delle qualita' culturali e intellettive 
 
 
    1. I candidati ai quali non sia stata comunicata l'esclusione dal
concorso,  sono  tenuti  a  presentarsi,   senza   attendere   alcuna
convocazione,  nella  sede,  nel  giorno  e  nell'ora  indicati   nel
calendario consultabile nell'area pubblica del  portale  e  nei  siti
www.difesa.it    www.esercito.difesa.it    www.marina.difesa.it     e
www.aeronautica.difesa.it esibendo la ricevuta generata  dal  sistema
in occasione dell'inoltro della candidatura con le modalita'  di  cui
al precedente art. 4 del presente bando. 
    La prova si svolgera', a cura della competente  Commissione,  con
le modalita' e sui programmi di cui alle Appendici al bando. 
    2. Sulla base dei punteggi conseguiti dai concorrenti nelle prove
scritte  le  competenti  Commissioni  provvederanno  a   formare   le
graduatorie utili  per  individuare  i  concorrenti  da  ammettere  a
sostenere le prove successive, entro i limiti numerici  di  cui  alle
rispettive Appendici al bando. 
    3. Il punteggio riportato nelle suddette  prove  sara'  utile  ai
fini della formazione delle graduatorie finali del concorso. 
                               Art. 10 
 
 
              Accertamento dell'idoneita' psico-fisica 
 
 
    1. Nell'ambito di tutti i concorsi di cui al precedente  art.  1,
comma 1, i concorrenti, previa sottoscrizione della dichiarazione  di
consenso informato all'effettuazione del protocollo diagnostico e  di
informazione sul  protocollo  vaccinale  previsto  per  il  personale
militare secondo il modello rinvenibile tra gli  allegati  al  bando,
saranno  sottoposti,  a  cura  delle   competenti   Commissioni,   ad
accertamenti volti al riconoscimento dell'idoneita'  psico-fisica  al
servizio  militare  incondizionato  quale  Maresciallo  in   servizio
permanente in base alla normativa vigente per  l'accesso  alla  Forza
armata prescelta.  L'idoneita'  psico-fisica  dei  concorrenti  sara'
definita tenendo conto del vigente elenco delle imperfezioni e  delle
infermita' che sono causa di inidoneita' al servizio militare,  delle
direttive tecniche riguardanti l'accertamento  delle  imperfezioni  e
infermita' che sono causa di non idoneita'  al  servizio  militare  e
criteri per delineare il profilo  sanitario  dei  soggetti  giudicati
idonei al servizio militare, approvate con il decreto ministeriale  4
giugno 2014, nonche' dei parametri fisici correlati alla composizione
corporea, alla forza muscolare e alla massa  metabolicamente  attiva,
nei limiti previsti dall'art. 587 del decreto  del  Presidente  della
Repubblica 15 marzo 2010, n. 90, come modificato dall'art.  4,  comma
1, lettera c) del decreto del Presidente della Repubblica 17 dicembre
2015,  n.  207  rilevati  secondo  le  prescrizioni  fissate  con  la
Direttiva tecnica ed. 2016 dell'Ispettorato  generale  della  sanita'
militare, di cui in premessa. Questi ultimi non saranno accertati nei
confronti  del   personale   militare   in   servizio   in   possesso
dell'idoneita' incondizionata al servizio militare,  fatto  salvo  il
rispetto di ulteriori disposizioni normative indicate nelle Appendici
al bando. La facolta' di proporre istanza di  riconvocazione  non  e'
prevista per il concorso di  cui  al  precedente  art.  1,  comma  1,
lettere a) in quanto l'accertamento dell'idoneita' psico-fisica avra'
luogo contestualmente alle  prove  di  efficienza  fisica.  Pertanto,
eventuali istanze di riconvocazione, nei casi e con le  modalita'  di
cui al precedente art. 7, comma 5, dovranno essere proposte  all'atto
della convocazione alla prova di verifica efficienza fisica. 
    2. Le modalita' di espletamento dell'accertamento  dell'idoneita'
psico-fisica, la documentazione da portare al seguito -in originale o
in copia resa conforme secondo le modalita'  stabilite  dalla  legge-
all'atto della presentazione ai rispettivi enti di  selezione  e  gli
accertamenti   a   cui   saranno   sottoposti   i   candidati    sono
dettagliatamente indicati nelle Appendici al bando, nelle quali  sono
altresi'  prescritti  i  requisiti  fisici  necessari  ai  fini   del
conseguimento dell'idoneita' nonche' i  profili  sanitari  minimi.  A
pena di esclusione, tutti gli  esami  strumentali  e  di  laboratorio
chiesti ai candidati  dovranno  essere  effettuati  presso  strutture
sanitarie pubbliche, anche militari, o  private  accreditate  con  il
Servizio sanitario nazionale. Sara'  cura  del  concorrente  produrre
anche l'attestazione -in originale o in copia resa  conforme  secondo
le  modalita'  stabilite  dalla  legge-  della  struttura   sanitaria
medesima comprovante detto accreditamento. 
    3. Nei confronti dei concorrenti che in sede  di  visita  saranno
riconosciuti  affetti  da  malattie  o  lesioni  acute   di   recente
insorgenza e di presumibile breve durata,  per  le  quali  risultera'
scientificamente probabile un'evoluzione migliorativa tale da lasciar
prevedere il possibile recupero dei requisiti in tempi contenuti,  la
Commissione  non  esprimera'  giudizio,  ne'  definira'  il   profilo
sanitario. Essa fissera' il termine entro il quale sottoporra'  detti
concorrenti al previsto accertamento dell'idoneita' psico-fisica, per
verificare l'eventuale recupero dell'idoneita' fisica.  Tale  termine
non potra' superare: trenta giorni dalla data della prima visita. 
    I  concorrenti  riconvocati  ai  sensi  del  presente  comma  che
risulteranno  assenti  al   momento   dell'inizio   dell'accertamento
dell'idoneita'  psico-fisica  saranno  considerati  rinunciatari   e,
pertanto,  esclusi  dal  concorso,  quali  che   siano   le   ragioni
dell'assenza, comprese quelle dovute a causa di forza maggiore, salvo
quanto disposto al precedente art. 1, comma 7. Non  saranno  previste
ulteriori riconvocazioni. 
    4. Per i concorrenti di sesso femminile, in caso  di  positivita'
del test di gravidanza,  la  competente  Commissione  non  procedera'
all'accertamento dell'idoneita' psico-fisica e/o  prove  di  verifica
dell'efficienza fisica e si asterra' dalla pronuncia del giudizio,  a
mente dell'art.  580,  comma  2  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 15 marzo 2010,  n.  90,  secondo  il  quale  lo  stato  di
gravidanza  costituisce   temporaneo   impedimento   all'accertamento
dell'idoneita' al servizio militare. Pertanto, nel caso di  candidati
il cui stato di gravidanza sia stato accertato, la Direzione generale
per il personale militare procedera' a convocare gli stessi in  altra
data compatibile con il completamento  della  procedura  concorsuale,
entro il termine fissato per la definizione delle graduatorie  finali
di ammissione ai corsi. Se in occasione della nuova  convocazione  il
temporaneo impedimento perdura, la  preposta  Commissione  medica  ne
dara' notizia  alla  citata  Direzione  generale  che  escludera'  il
candidato   dal   concorso   per   l'impossibilita'   di    procedere
all'accertamento del possesso dei  requisiti  previsti  dal  presente
bando. 
    5. Il giudizio espresso dalla suddetta Commissione e'  definitivo
e sara' comunicato seduta stante. Per i concorrenti giudicati  idonei
la Commissione provvedera' a definire il profilo sanitario. 
                               Art. 11 
 
 
              Accertamento dell'idoneita' attitudinale 
 
 
    1.   I   partecipanti   saranno    sottoposti    all'accertamento
dell'idoneita' attitudinale, a cura delle competenti Commissioni.  Le
modalita' di espletamento  dell'accertamento,  la  documentazione  da
portare al seguito -in originale o in copia resa conforme secondo  le
modalita' stabilite dalla  legge-  all'atto  della  presentazione  ai
rispettivi  enti  di  selezione  e  gli  accertamenti   cui   saranno
sottoposti i candidati sono indicati nelle Appendici al bando. 
    2. I concorrenti saranno sottoposti ad accertamenti finalizzati a
valutarne le qualita' attitudinali  nonche'  rispetto  alle  distinte
caratteristiche  di  impiego,  il  possesso  delle  capacita'  e  dei
requisiti necessari al fine di un positivo  inserimento  nelle  Forze
armate. Tali accertamenti saranno  svolti  secondo  i  criteri  e  le
modalita' indicati nelle Appendici al bando. 
    3. Poiche' per i concorsi di cui all'art. 1, comma 1, lettere  a)
e b) l'espletamento dell'accertamento dell'idoneita' attitudinale  e'
previsto  contestualmente  ad  altre  prove  concorsuali,   eventuali
istanze di riconvocazione, nei casi e con  le  modalita'  di  cui  al
precedente art. 7, comma 5, dovranno essere rispettivamente proposte: 
      a) per il concorso di cui all'art.  1,  comma  1,  lettera  a),
all'atto della convocazione alle prove  di  verifica  dell'efficienza
fisica; 
      b) per il concorso di cui all'art.  1,  comma  1,  lettera  b),
all'atto   della   convocazione    all'accertamento    dell'idoneita'
psico-fisica. 
    4.  Al  termine  dell'accertamento  attitudinale,  la  competente
Commissione esprimera',  nei  riguardi  di  ciascun  concorrente,  un
giudizio sull'idoneita', senza attribuzione di punteggio. Il giudizio
espresso e' definitivo e sara' comunicato seduta stante. 
                               Art. 12 
 
 
              Prove di verifica dell'efficienza fisica 
 
 
    1. I partecipanti ai concorsi di cui al precedente art. 1,  comma
1, lettere a) e  b)  saranno  sottoposti,  a  cura  delle  competenti
Commissioni, alle prove di verifica dell'efficienza fisica. 
    2. L'efficienza fisica  dei  candidati  al  concorso  di  cui  al
precedente art. 1, comma 1, lettera  c)  sara'  valutata  nell'ambito
dell'accertamento dell'idoneita' attitudinale. 
    3. Le prove di verifica dell'efficienza fisica potranno prevedere
l'espletamento di esercizi obbligatori ovvero facoltativi. Il mancato
superamento degli esercizi facoltativi non determinera'  l'esclusione
dal concorso. 
    4. Le modalita' di espletamento delle prove sono  indicate  nelle
Appendici al bando. 
    5. I  concorrenti  regolarmente  convocati  dovranno  presentarsi
muniti della documentazione, in originale o in  copia  resa  conforme
secondo le modalita' stabilite dalla legge, indicata nelle rispettive
Appendici del bando. 
    6.   I   concorrenti   che   lamentano   postumi   di   infortuni
precedentemente subiti potranno portare al seguito ed esibire,  prima
dell'inizio delle  prove,  idonea  certificazione  medica  che  sara'
valutata dalla Commissione per le prove di  verifica  dell'efficienza
fisica. Questa, sentito il dirigente del Servizio sanitario o il  suo
sostituto, adottera'  le  conseguenti  determinazioni,  eventualmente
autorizzando l'effettuazione delle prove in altra data.  Allo  stesso
modo, i concorrenti che prima dell'inizio delle  prove  accusano  una
indisposizione, o che si  infortunano  durante  l'esecuzione  di  uno
degli esercizi, dovranno immediatamente comunicarlo alla  Commissione
la quale adottera' le conseguenti determinazioni. 
    Al  di  fuori  dei  casi  summenzionati,  non  saranno  prese  in
considerazione richieste di differimento o di ripetizione delle prove
di verifica dell'efficienza fisica. 
    7. I concorrenti che, nei casi di  cui  al  precedente  comma  6,
otterranno  dalla  Commissione   l'autorizzazione   al   differimento
dell'effettuazione delle prove di  verifica  dell'efficienza  fisica,
saranno convocati, mediante avviso inserito nell'area  privata  della
sezione comunicazioni del portale ovvero per  ragioni  organizzative,
con messaggio di posta elettronica, posta elettronica certificata (se
dichiarata dai concorrenti nella domanda  di  partecipazione)  o  con
lettera raccomandata o telegramma o, ove possibile, mediante notifica
diretta agli interessati, per sostenere tali prove in altra data.  La
data di riconvocazione dovra', in ogni caso, essere  compatibile  con
il calendario di svolgimento delle prove di verifica  dell'efficienza
fisica o, nel caso del concorso di cui all'art. 1, comma  1,  lettera
c), con il calendario di svolgimento dell'accertamento attitudinale. 
    I  concorrenti  riconvocati  ai  sensi  del  presente  comma  che
risulteranno assenti al momento dell'inizio delle prove  di  verifica
dell'efficienza fisica ovvero che saranno impossibilitati a sostenere
le prove a causa di indisposizione o infortunio, saranno  considerati
rinunciatari e, pertanto, esclusi dal concorso,  qualunque  siano  le
ragioni, comprese quelle dovute a  causa  di  forza  maggiore,  salvo
quanto disposto al precedente art. 1, comma 7. Non  saranno  previste
ulteriori riconvocazioni. 
    8. L'esito delle prove di verifica dell'efficienza  fisica  sara'
comunicato seduta stante. 
                               Art. 13 
 
 
                             Prova orale 
 
 
    1.  I  concorrenti  risultati  idonei  al  termine  delle   prove
concorsuali di cui ai precedenti articoli,  prima  della  valutazione
dei titoli di merito, saranno ammessi a sostenere la prova orale. 
    2. La prova si svolgera', a  cura  della  competenti  Commissioni
esaminatrici,  con  le  modalita'  e  sugli  argomenti  previsti  dai
programmi riportati nelle Appendici al bando. 
                               Art. 14 
 
 
                          Titoli di merito 
 
 
    1. Le Commissioni esaminatrici ai  fini  della  formazione  della
graduatoria  finale  valuteranno  i  titoli  di  merito  secondo   le
modalita' di cui alle Appendici  al  bando,  provvedendo  a  redigere
l'apposita Scheda di valutazione titoli, riepilogativa  dei  punteggi
attribuiti, rinvenibile tra gli allegati al bando. 
    2. Con riferimento  al  servizio  prestato,  quale  requisito  di
partecipazione e, ove previsto, quale titolo  di  merito,  si  dovra'
nell'apposita scheda allegata: 
      a)  specificare  il  tipo  di  documento:  SV  per  la   Scheda
valutativa, RI per il  Rapporto  informativo  e  MR  per  la  Mancata
redazione, indicandone il motivo; 
      b) indicare il giudizio riportato sul documento  caratteristico
ovvero, in caso di Rapporto informativo si potra' tener  conto  della
seguente tabella di comparazione: 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
    In caso di dubbi interpretativi dovuti alla mancanza di esplicite
espressioni riferibili a quelle riportate nella predetta tabella,  si
potranno acquisire ulteriori  elementi  tenendo  conto  del  giudizio
dell'autorita' valutatrice precedentemente  espressasi.  In  caso  di
ulteriori    perplessita',    si    prendera'    in    considerazione
l'aggettivazione associata al rendimento  (voce  n.  27  della  parte
III-qualita' professionali). 
                               Art. 15 
 
 
                        Graduatorie di merito 
 
 
    1. Le graduatorie di merito dei concorsi  di  cui  al  precedente
art.  1,  comma  1  saranno  formate  dalle  rispettive   Commissioni
esaminatrici, secondo le modalita' di cui alle Appendici al bando. Le
graduatorie di merito saranno approvate con decreti dirigenziali. 
    2. Nei predetti decreti si terra' conto delle  riserve  di  posti
previste  per  ciascun  concorso  e,  a   parita'   di   merito,   si
applicheranno le disposizioni di  cui  all'art.  5  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e art. 73, comma 14
della legge 9 agosto 2013, n. 98. 
    3.  Saranno  dichiarati  vincitori,  salvo  quanto  disposto   al
precedente art. 1,  comma  5,  i  concorrenti  che  si  collocheranno
utilmente nelle graduatorie finali di merito. 
    4. I decreti di approvazione delle graduatorie finali  di  merito
saranno  pubblicati  nel  portale  e  nel  sito  www.difesa.it   tale
pubblicazione avra' valore di notifica a  tutti  gli  effetti  e  nei
confronti di tutti i candidati. 
                               Art. 16 
 
 
                    Documentazione amministrativa 
 
 
    1. I candidati utilmente collocati nelle  graduatorie  finali  di
merito relative ai concorsi di cui al  precedente  art.  1,  comma  1
riceveranno da  parte  della  Direzione  generale  per  il  personale
militare apposita comunicazione inserita nell'area privata e pubblica
del portale, secondo le modalita'  indicate  al  precedente  art.  5,
consultabile anche nel sito  www.difesa.it  e  dovranno  produrre  la
seguente documentazione: 
      a) dichiarazione sostitutiva di certificazione,  ai  sensi  del
decreto del Presidente della Repubblica 28  dicembre  2000,  n.  445,
nella quale risulti: 
        1) il godimento dei diritti civili e politici; 
        2) non essere in atto imputati  in  procedimenti  penali  per
delitti non colposi e di non essere  stati  sottoposti  a  misure  di
prevenzione; 
      b) certificato attestante il gruppo sanguigno e il  fattore  Rh
rilasciato da struttura sanitaria pubblica. 
    2. I medesimi candidati saranno sottoposti,  ove  necessario,  al
completamento del profilo vaccinale, secondo  le  modalita'  definite
nella «Direttiva tecnica in materia di  protocolli  sanitari  per  la
somministrazione  di  profilassi  vaccinali  al  personale  militare,
allegata al decreto Interministeriale 16 maggio  2018.  A  tal  fine,
dovranno presentare, all'atto dell'incorporazione: 
      a) il certificato attestante l'esecuzione  del  ciclo  completo
delle vaccinazioni previste per la propria fascia  d'eta',  ai  sensi
del  decreto  legge  7  giugno   2017,   n.   73,   convertito,   con
modificazioni, dalla legge 31 luglio 2017,  n.  119,  nonche'  quelle
eventualmente effettuate  per  turismo  e  per  attivita'  lavorative
pregresse; 
      b) in caso  di  assenza  della  relativa  vaccinazione,  dovra'
essere prodotto referto attestante il dosaggio degli anticorpi (Ig G)
per morbillo, rosolia, parotite e varicella. 
                               Art. 17 
 
 
                     Accertamento dei requisiti 
 
 
    1. Ai fini dell'accertamento dei requisiti di cui  al  precedente
art. 2 del presente bando, la Direzione  generale  per  il  personale
militare provvedera' a effettuare idonei controlli sulla  veridicita'
delle dichiarazioni rese nonche' a  richiedere  alle  amministrazioni
pubbliche e agli enti competenti la conferma di quanto dichiarato dal
candidato  nella  domanda  di  partecipazione  al  concorso  e  nelle
dichiarazioni sostitutive eventualmente prodotte. 
    2. Fermo restando quanto previsto in materia  di  responsabilita'
penale dall'art. 76 del decreto del Presidente  della  Repubblica  28
dicembre 2000, n. 445, qualora dal controllo  di  cui  al  precedente
comma  1  emerga  la  mancata   veridicita'   del   contenuto   della
dichiarazione   resa,   il   dichiarante   decadra'   dai    benefici
eventualmente conseguiti con  il  provvedimento  emanato  sulla  base
della dichiarazione non veritiera. 
    3.  Il  certificato  generale  del  casellario  giudiziale  sara'
acquisito d'ufficio. 
                               Art. 18 
 
 
                               Nomina 
 
 
    1. I candidati utilmente collocati nelle graduatorie  di  merito,
frequenteranno corsi applicativi di durata non superiore  a  un  anno
accademico le cui modalita' sono disciplinate con determinazione  dei
rispettivi capi di Stato Maggiore. 
    2.  I  concorrenti  saranno  nominati  Maresciallo  in   servizio
permanente dell'Esercito, capo di 3ª classe della Marina  militare  e
Maresciallo  di  3ª  classe  dell'Aeronautica  militare  con  decreto
dirigenziale ed iscritti in ruolo dopo coloro che  hanno  frequentato
il corso di cui all'art. 760, comma  1  del  decreto  legislativo  15
marzo 2010, n. 66 e comunque prima di quelli che hanno frequentato il
corso di qualificazione di cui al comma 1-bis, del medesimo articolo,
iscritti in ruolo nello stesso anno. 
    3. L'anzianita' relativa  dei  Marescialli  e'  rideterminata,  a
seguito del  superamento  del  corso  applicativo,  dalla  media  del
punteggio della graduatoria del concorso e di  quello  conseguito  al
termine del corso. 
    4. I candidati  che  non  superano  il  corso  applicativo,  sono
collocati in congedo illimitato,  ovvero  reintegrati  nel  ruolo  di
provenienza se gia' in servizio, in tal caso il periodo svolto  quale
frequentatore del corso e' considerato come  servizio  effettivamente
prestato. 
    5. Il conferimento della nomina e' subordinato  all'accertamento,
anche successivo alla nomina stessa, del possesso  dei  requisiti  di
partecipazione di cui all'art. 2 del presente bando. 
    6. I vincitori assumeranno servizio con riserva dell'accertamento
del possesso dei requisiti prescritti per la nomina e del superamento
del corso applicativo di cui al precedente comma 1. 
    7. All'atto della presentazione al corso, i  marescialli/capi  di
3ª classe dovranno contrarre una  ferma  di  cinque  anni  decorrente
dalla data di inizio del corso medesimo. Il rifiuto di  sottoscrivere
la ferma  comportera'  la  revoca  della  nomina.  Detti  marescialli
saranno sottoposti a visita di incorporamento e  in  tale  sede,  nel
caso non vi abbiano provveduto in sede di accertamento dell'idoneita'
psico-fisica,  dovranno  produrre  il  referto  analitico  attestante
l'esito del dosaggio quantitativo del glucosio 6-fosfato-deidrogenasi
(G6PD), eseguito sulle emazie ed espresso in termini  di  percentuale
enzimatica, rilasciato entro trenta giorni dalla data  di  ammissione
ai  corsi  da  strutture  sanitarie   pubbliche.   Inoltre,   saranno
sottoposti alle vaccinazioni obbligatorie  previste  dalla  normativa
sanitaria in ambito militare per il servizio in Patria e  all'estero.
A tal fine,  dovranno  presentare  all'atto  dell'incorporamento,  la
documentazione di cui al precedente art. 16, comma 2. 
    8. La mancata presentazione al corso applicativo  comportera'  la
decadenza dalla  nomina,  ai  sensi  dell'art.  17  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487. 
    9. Nei concorsi di cui al presente bando,  se  alcuni  dei  posti
messi a concorso risultano scoperti  per  rinuncia  o  decadenza,  la
Direzione  generale  per  il  personale  militare  puo'   autorizzare
altrettante  ammissioni  ai  corsi  stessi  secondo  l'ordine   della
graduatoria entro  1/12  della  durata  del  corso  stesso  ai  sensi
dell'art. 643, comma 4 del decreto legislativo n. 66/2010. 
    10.  Il  concorrente  di  sesso  femminile  nominato  Maresciallo
dell'Esercito italiano, capo di 3ª classe  della  Marina  militare  e
Maresciallo  di  3ª  classe  dell'Aeronautica  militare,  in   quanto
dichiarato  vincitore  che,  trovandosi  nelle  condizioni   previste
dall'art. 1494 del decreto legislativo 15  marzo  2010,  n.  66,  non
possa frequentare o completare il corso applicativo,  sara'  rinviato
d'ufficio al corso successivo. 
    11. Ai marescialli, una volta ammessi alla  frequenza  del  corso
applicativo, e ai concorrenti  idonei  non  vincitori  potra'  essere
chiesto di prestare il consenso all'essere presi in considerazione ai
fini di un eventuale  successivo  impiego  presso  gli  Organismi  di
informazione e sicurezza di cui alla legge 3  agosto  2007,  n.  124,
previa verifica del possesso dei requisiti. 
    12. Gli ufficiali, i sottufficiali e i graduati in servizio o  in
congedo, nonche' il personale appartenente alle Forze di polizia o ai
Corpi armati dello Stato, potranno accedere alla frequenza del  corso
previa  rinuncia  al  grado  e  alla  qualifica  rivestiti   all'atto
dell'ammissione al corso stesso con la conseguente cancellazione  dai
rispettivi ruoli di provenienza. I volontari in ferma prefissata,  se
in servizio,  potranno  accedere  alla  frequenza  del  corso  previo
provvedimento di proscioglimento dalla  ferma  prefissata  annuale  o
quadriennale, con contestuale perdita del  grado  e  collocamento  in
congedo dalla ferma medesima, secondo la procedura disciplinata dalla
«Direttiva di Stato giuridico dei volontari in ferma prefissata». Ove
i medesimi siano gia' in congedo potranno accedere alla frequenza del
corso previo provvedimento di perdita del grado, la cui proposta deve
essere    avanzata    tramite    i    rispettivi    Comandi    Scuola
Sottufficiali/marescialli. 
    13. Durante la frequenza del corso ai frequentatori competono, se
piu'  favorevoli,  gli   assegni   del   grado   rivestito   all'atto
dell'ammissione ai corsi. 
                               Art. 19 
 
 
                             Esclusioni 
 
 
    1. La Direzione generale per  il  personale  militare  puo',  con
provvedimento del Direttore generale o  autorita'  da  lui  delegata,
escludere in ogni momento dal concorso i concorrenti ritenuti non  in
possesso dei prescritti requisiti  di  cui  ai  precedenti  articoli,
ovvero dalla frequenza del corso, se il difetto dei  requisiti  sara'
accertato  dopo  l'incorporazione  presso  il  relativo  Istituto  di
formazione. 
                               Art. 20 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    1. Ai sensi degli artt. 13 e 14 del regolamento (UE) 679/2016 del
Parlamento europeo e del Consiglio  relativo  alla  protezione  delle
persone fisiche con riguardo al trattamento dei  dati  personali  (di
seguito regolamento), si informano i concorrenti che  il  trattamento
dei dati personali da loro  forniti  in  sede  di  partecipazione  al
concorso/procedura di reclutamento o, comunque, acquisiti a tal fine,
e'  finalizzato  esclusivamente   all'espletamento   delle   relative
attivita'  istituzionali.  Il  trattamento  dei  dati   personali   e
particolari  avverra'  a  cura  dei  soggetti  a  cio'  appositamente
autorizzati, ivi compresi  quelli  facenti  parte  delle  Commissioni
previste dal  presente  bando,  con  l'utilizzo  di  procedure  anche
informatizzate e con l'ausilio di apposite banche-dati automatizzate,
nei modi e nei limiti necessari per il perseguimento delle  finalita'
per cui i dati personali e particolari son trattati;  cio'  anche  in
caso di eventuale  comunicazione  a  terzi  e  anche  successivamente
all'eventuale instaurazione del rapporto di impiego/servizio, per  le
finalita' inerenti alla gestione del rapporto stesso. 
    2. Il conferimento di tali dati e'  obbligatorio  ai  fini  della
valutazione dei requisiti di  partecipazione  e  del  possesso  degli
eventuali titoli previsti dal presente bando, pena  l'esclusione  dal
concorso o, dalla procedura di reclutamento. 
    3. In relazione al trattamento dei dati si comunica che: 
      a) il titolare del trattamento e' la Direzione generale per  il
personale militare, con sede in Roma al viale dell'Esercito  n.  186.
Il Titolare  puo'  essere  contattato  inviando  apposita  e-mail  ai
seguenti indirizzi di posta elettronica:  persomil@persomil.difesa.it
posta elettronica certificata: persomil@postacert.difesa.it 
      b) il Responsabile per la protezione dei  dati  personali  puo'
essere contattato  ai  seguenti  recapiti  e-mail:  rpd@rpd.difesa.it
indirizzo posta elettronica certificata: rpd@postacert.difesa.it come
reso noto sul sito istituzionale www.difesa.it 
      c)    la    finalita'    del    trattamento    e'    costituita
dall'instaurazione del rapporto d'impiego/servizio  e  trova  la  sua
base giuridica nel decreto legislativo n. 66/2010 e nel  decreto  del
Presidente della Repubblica n. 90/2010, con  particolare  riferimento
agli artt. 1053 e 1075; 
      d) i  dati  potranno  essere  comunicati  alle  amministrazioni
pubbliche   direttamente    interessate    allo    svolgimento    del
concorso/procedura  di  reclutamento  e  alla   posizione   giuridico
economica  o  di  impiego  del   concorrente,   nonche'   agli   enti
previdenziali; 
      e) l'eventuale trasferimento dei dati ha luogo si  sensi  delle
disposizioni previste dal regolamento, di cui all'art. 49,  paragrafo
1, lettera d) e  paragrafo  4,  nonche'  ai  sensi  del  decreto  del
Presidente della  Repubblica  n.  90/2010,  secondo  le  prescrizioni
previste dall'art. 1055, commi 5 e 7; 
    f) il periodo di conservazione per i militari e per  i  cittadini
idonei/vincitori e' stabilito in un arco temporale non superiore alla
permanenza in servizio e sino al collocamento in congedo  e  relativo
versamento agli enti  competenti;  per  i  cittadini  non  idonei/non
vincitori e' fissato fino al conseguimento delle finalita'  pubbliche
per le quali i dati sono  trattati,  ivi  compresa  la  tutela  degli
interessi dell'Amministrazione della difesa presso le competenti sedi
giudiziarie; 
      g) l'eventuale reclamo  potra'  essere  proposto  all'Autorita'
garante  per  la  protezione  dei  dati  personali,  in  qualita'  di
Autorita' di controllo, con sede in piazza Venezia n. 11, 00187 Roma,
indirizzi e-mail: garante@gpdp.it protocollo@pec.gpdp.it 
    4. Ai concorrenti sono  riconosciuti  i  diritti  previsti  dagli
articoli da 15 a 21 del citato regolamento, tra i quali il diritto di
accedere ai dati  che  li  riguardano,  il  diritto  di  rettificare,
aggiornare, completare,  cancellare  i  dati  erronei,  incompleti  o
raccolti in termini non conformi alla legge, nonche'  il  diritto  di
opporsi per  motivi  legittimi  al  loro  trattamento.  Tali  diritti
potranno essere fatti valere nei confronti della  Direzione  generale
per il personale militare, titolare del trattamento. 
    Il presente  decreto,  sottoposto  al  controllo  previsto  dalla
normativa vigente, sara' pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana. 
 
      Roma, 1° marzo 2019 
 
                                 Il Vice direttore generale: Santella 
 
                   ELENCO DEGLI ALLEGATI AL BANDO 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
 
                         Appendice Esercito 
 
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento, a nomina
  diretta, di diciotto Marescialli dell'Esercito italiano. 
 
1. Posti a concorso e riserve di posti (art. 1 del bando). 
    I posti disponibili per i concorsi, per titoli ed esami, a nomina
diretta, per Marescialli in  servizio  permanente  da  immettere  nei
ruoli Marescialli dell'Esercito con la Specializzazione sanita'  sono
ripartiti come di seguito indicato: 
      a) concorso per la nomina  di  otto  Marescialli  con  incarico
principale/posizione  organica  di  infermiere.  Titolo   di   studio
richiesto: laurea in infermieristica L/SNT/1 - Classe delle lauree in
professioni  sanitarie  infermieristiche  e   professione   sanitaria
ostetrica/o, nell'ambito della professione sanitaria di infermiere di
cui al decreto ministeriale del Ministero della sanita' 14  settembre
1994, n. 739; 
      b) concorso per la  nomina  di  due  Marescialli  con  incarico
principale/posizione organica di tecnico di radiologia medica. Titolo
di studio richiesto: laurea in  tecniche  di  radiologia  medica  per
immagini e radioterapia L/SNT/3 - Classe delle lauree in  professioni
sanitarie  tecniche,  nell'ambito  della  professione  sanitaria   di
tecnico di radiologia medica  di  cui  al  decreto  ministeriale  del
Ministero della sanita' 26 settembre 1994, n. 746; 
      c) concorso per la nomina di quattro Marescialli  con  incarico
principale/posizione organica di tecnico  di  laboratorio  biomedico.
Titolo  di  studio  richiesto:  laurea  in  tecniche  di  laboratorio
biomedico L/SNT3 -  Classe  delle  lauree  in  professioni  sanitarie
tecniche, nell'ambito della  professione  sanitaria  del  tecnico  di
laboratorio biomedico di cui al decreto  ministeriale  del  Ministero
della sanita' 26 settembre 1994, n. 745; 
      d) concorso per la nomina di quattro Marescialli  con  incarico
principale/posizione organica di  Fisioterapista.  Titolo  di  studio
richiesto: laurea in fisioterapia L/SNT2 -  Classe  delle  lauree  in
professioni  sanitarie  della   riabilitazione,   nell'ambito   della
professione  sanitaria  del  fisioterapista   di   cui   al   decreto
ministeriale del Ministero della sanita' 14 settembre 1994, n. 741; 
    Dei  posti  indicati  al  paragrafo  1  lettere  a),  b)  e   c),
rispettivamente due posti, un posto e  un  posto  sono  riservati  al
personale indicato all'art. 1, comma 2 del bando. I  posti  riservati
non coperti per insufficienza di candidati riservatari idonei saranno
devoluti  agli  altri  candidati  idonei   secondo   l'ordine   della
graduatoria finale di merito. 
    I posti rimasti  non  coperti  nell'ambito  di  ciascun  concorso
possono essere devoluti in aumento al numero dei posti  del  concorso
pubblico di cui all'art. 679, comma 1, lettera a) del citato  decreto
legislativo 15 marzo 2010, n. 66. 
    I candidati, durante lo svolgimento delle prove  concorsuali  che
si svolgeranno presso il Centro di selezione e reclutamento nazionale
dell'esercito  (CSRNE)  di  Foligno   (PG),   potranno   fruire,   se
disponibili, di alloggio a carico del prefato Centro di  selezione  e
di vitto a proprio carico (ove richiesto). 
2. Commissioni (art. 8 del bando). 
  2.1 Commissione esaminatrice. 
    La Commissione esaminatrice sara' composta da: 
      a) un ufficiale dell'Esercito italiano di grado non inferiore a
Colonnello, presidente; 
      b) tre ufficiali superiori dell'Esercito italiano, di  cui  uno
medico appartenente al Corpo sanitario, membri; 
      c)  un  dipendente   civile   del   Ministero   della   difesa,
appartenente alla terza area funzionale, membro; 
      d) un ufficiale dell'Esercito italiano di grado non inferiore a
Tenente ovvero  un  dipendente  civile  del  Ministero  della  difesa
appartenente alla terza o alla seconda area  funzionale,  segretario,
senza diritto di voto. 
    Alla  Commissione  esaminatrice  possono  essere  aggregati,   in
qualita' di membri aggiunti, esperti per la prova  orale,  che  hanno
diritto di voto in tutte le materie. 
2.2 Commissione per le prove di verifica dell'efficienza fisica. 
    La Commissione tecnica per la prova di  verifica  dell'efficienza
fisica sara' composta da: 
      a) un ufficiale superiore dell'Esercito italiano scelto  tra  i
membri della Commissione esaminatrice, presidente; 
      b) un ufficiale di grado non inferiore a Capitano dell'Esercito
italiano, membro; 
      c) un ufficiale di grado non inferiore a Capitano dell'Esercito
italiano  qualificato  istruttore  militare  di  educazione   fisica,
membro; 
      d) un ufficiale inferiore dell'Esercito  italiano,  segretario,
senza diritto di voto. 
2.3 Commissione per l'accertamento dell'idoneita' psico-fisica. 
    La Commissione  per  l'accertamento  dell'idoneita'  psico-fisica
sara' composta da: 
      a)  un  ufficiale  superiore  medico,  appartenente  al   Corpo
sanitario, membro della Commissione esaminatrice, presidente; 
      b) due ufficiali medici  di  grado  non  inferiore  a  Capitano
appartenenti al Corpo sanitario, membri; 
      c) un ufficiale inferiore, segretario senza diritto di voto. 
2.4 Commissione per l'accertamento dell'idoneita' attitudinale: 
    La Commissione  per  l'accertamento  dell'idoneita'  attitudinale
sara' composta da: 
      a) un ufficiale superiore scelto tra i membri della Commissione
esaminatrice, presidente; 
      b) un ufficiale psicologo di grado non inferiore a  Capitano  e
non superiore a Tenente Colonnello, membro; 
      c) un ufficiale  psicologo  appartenente  al  Corpo  sanitario,
membro; 
      d) un ufficiale inferiore dell'Esercito  italiano,  segretario,
senza diritto di voto. 
3. Svolgimento del concorso. 
  3.1 Prova scritta per  la  verifica  delle  qualita'  culturali  ed
intellettive (art. 9 del bando). 
    La prova consistera' nella somministrazione  di  un  questionario
composto da 100 quesiti a risposta multipla  volti  ad  accertare  il
grado di conoscenza della lingua italiana (50% dei quesiti) anche sul
piano ortogrammaticale e sintattico, la conoscenza  di  argomenti  di
attualita', di cittadinanza e costituzione, di storia, di geografia e
di logica matematica (aritmetica, algebra e geometria). 
    La prova avra' luogo presso il centro di Selezione e reclutamento
nazionale dell'Esercito (CSRNE) di Foligno (PG)  presumibilmente  nel
mese di aprile 2019. 
    L'ordine di convocazione, la data e l'ora  di  svolgimento  della
prova saranno resi noti  indicativamente  nel  mese  di  marzo  2019,
mediante avviso consultabile nell'area pubblica del portale,  nonche'
nei siti www.difesa.it www.esercito.difesa.it Lo stesso avviso potra'
riguardare il rinvio ad altra data della pubblicazione  suddetta.  La
pubblicazione avra' valore  di  notifica  a  tutti  gli  effetti  nei
confronti di tutti i candidati. Eventuali modificazioni della sede  e
della data di svolgimento della  prova  saranno  rese  note  mediante
avviso consultabile nell'area pubblica del portale, nonche' nei  siti
www.difesa.it e www.esercito.difesa.it La Direzione generale  per  il
personale militare si riserva la facolta' di pubblicare con le stesse
modalita' e indicativamente nella prima  decade  di  marzo  2019,  un
archivio dal quale saranno estratti, con  criteri  di  casualita',  i
quesiti  che  costituiranno   oggetto   della   prova.   La   mancata
presentazione presso la sede di esame nella data e nell'ora stabilita
o la presentazione in ritardo, ancorche'  dovuta  a  cause  di  forza
maggiore, comportera' l'irrevocabile esclusione dal  concorso,  salvo
quanto previsto all'art. 1, comma 7 ovvero all'art. 7,  comma  5  del
bando. 
    La prova scritta, a cui sara' attribuito un punteggio massimo  di
30/30, si intendera' superata, salvi i  contingentamenti  di  seguito
illustrati per l'ammissione alla fase  successiva,  se  il  candidato
avra' raggiunto la valutazione minima di 18/30. Le  domande  potranno
avere  diversi  coefficienti  di  valutazione   secondo   i   criteri
preventivamente stabiliti dalla Commissione di cui al paragrafo 2.1. 
    Al  termine  di  tutte  le  sessioni  di  prova,  a  cura   della
Commissione esaminatrice sara' formata la graduatoria di merito della
prova con l'ausilio dei sistemi informatici di correzione  a  lettura
ottica degli elaborati. 
    Per le modalita' di svolgimento della prova saranno osservate, in
quanto applicabili, le disposizioni  dell'art.  13  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487  rinvenibili  negli
allegati. Non e' ammessa la consultazione di  vocabolari,  dizionari,
testi e  tavole.  E'  vietato,  altresi',  l'uso  di  computer  e  di
qualsiasi   apparecchiatura/supporto   informatico,   di   apparecchi
telefonici o ricetrasmittenti. L'inosservanza  di  tali  prescrizioni
nonche' delle disposizioni  emanate  dalla  Commissione  esaminatrice
comporta l'esclusione dalla prova. 
    L'esito della prova e  il  calendario  degli  ammessi  alla  fase
successiva saranno resi noti, nei dieci giorni successivi  all'ultima
sessione di prove, con valore di notifica a  tutti  gli  effetti  per
tutti i candidati, con le modalita' stabilite all'art. 5  del  bando,
nei  siti  internet   www.difesa.it/concorsi   www.esercito.difesa.it
Informazioni  in  merito  potranno,  inoltre,  essere  chieste   alla
Direzione generale per il personale militare - Sezione relazioni  con
il pubblico, viale dell'Esercito, 186, 00143 Roma (tel. 06517051012). 
    Per ciascun concorso  saranno  ammessi  alla  fase  successiva  i
concorrenti  che  avranno  superato  la  prova  nei  limiti  numerici
appresso indicati: 
      a)   ottanta   per   il    concorso    relativo    all'incarico
principale/posizione organica di «Infermiere», di cui  al  precedente
paragrafo 1, lettera a); 
      b)   venti    per    il    concorso    relativo    all'incarico
principale/posizione organica di «Tecnico di radiologia  medica»,  di
cui al precedente paragrafo 1, lettera b); 
      c)   quaranta   per   il   concorso    relativo    all'incarico
principale/posizione organica di «Tecnico di laboratorio  biomedico»,
di cui al precedente paragrafo 1, lettera c); 
      d)   quaranta   per   il   concorso    relativo    all'incarico
principale/posizione  organica  di  «Fisioterapista»,   di   cui   al
precedente paragrafo 1, lettera e). 
    Inoltre,  saranno  ammessi  a  sostenere  la  fase  successiva  i
concorrenti  che  avranno  conseguito  il  medesimo   punteggio   del
concorrente classificatosi, nella rispettiva graduatoria provvisoria,
all'ultimo posto utile. 
3.2 Prove di verifica dell'efficienza fisica (art. 12 del bando). 
    Per l'effettuazione delle prove i concorrenti dovranno portare al
seguito  i  documenti  indicati  nel  successivo  paragrafo   3.5   e
presentarsi muniti di tuta e scarpe da ginnastica. 
    Le modalita' di esecuzione  delle  prove  saranno  illustrate  ai
concorrenti,  prima  della  loro  effettuazione,   dalla   competente
Commissione. 
    Le  prove  di  verifica  dell'efficienza   fisica   consisteranno
nell'esecuzione di esercizi obbligatori.  Il  mancato  raggiungimento
dell'idoneita' nei termini di seguito  indicati  anche  in  uno  solo
degli esercizi obbligatori determinera'  l'esclusione  dal  concorso,
mentre il suo conseguimento comportera' l'attribuzione del  punteggio
incrementale eventualmente previsto. Almeno un membro della  suddetta
Commissione sovrintendera' allo  svolgimento  delle  prove  anzidette
eventualmente  avvalendosi  di   personale   di   supporto   per   il
cronometraggio delle prove stesse e il conteggio a  voce  alta  degli
esercizi  correttamente   eseguiti   dal   candidato   (non   saranno
conteggiati  gli  esercizi  eseguiti  in   maniera   scorretta).   Al
raggiungimento del punteggio massimo, come  riportato  nella  tabella
appresso indicata, l'esecuzione della prova verra' interrotta. 
    La verifica dell'efficienza  fisica  consistera'  nell'esecuzione
obbligatoria delle seguenti prove: 
      simulazione del sollevamento di una bomba da mortaio da 120 mm; 
      simulazione dell'armamento di una mitragliatrice; 
      simulazione del trascinamento di un ferito; 
      corsa piana 2.000 metri, 
      da svolgersi secondo le modalita'  e  i  parametri  di  seguito
riportati. 
    Tali prove dovranno essere svolte alla presenza oltre che  da  un
membro della Commissione per le  prove  di  verifica  dell'efficienza
fisica, di personale medico/paramedico e di una autoambulanza. 
    In assenza di ambulanza dovra' presenziare personale  qualificato
per il primo soccorso (BLSD)  e  in  caso  di  necessita'  richiedere
l'intervento del 118. 
    Le modalita' di esecuzione delle prove -oltre a  essere  spiegate
in apposito filmato, visualizzabile nel sito internet  dell'Esercito-
saranno illustrate ai concorrenti, prima della loro effettuazione, da
un membro della preposta Commissione. 
    I candidati che, prima dell'inizio della prova, si infortuneranno
o contrarranno patologie che  non  consentano  lo  svolgimento  degli
esercizi  previsti,  dovranno  farlo  immediatamente  presente   alla
Commissione la quale, di concerto  con  il  responsabile  del  locale
Servizio  sanitario,  adottera'  le  conseguenti  determinazioni  per
l'eventuale differimento della data di effettuazione della/e prova/e.
Resta inteso che ogni temporaneo impedimento alle prove in questione,
derivante da malattie o lesioni di  recente  insorgenza  e  di  lieve
entita', comportera' l'esclusione dal concorso qualora persista oltre
il   trentesimo   giorno   successivo   alla   data   prevista    per
l'effettuazione delle prove. Allo  scadere  del  citato  termine,  la
Commissione che ha  accertato  lo  stato  di  temporaneo  impedimento
dovra' confermare o meno la permanenza dello stesso: nel  primo  caso
disporra' l'esclusione del candidato dal  concorso,  senza  ulteriore
possibilita' di differimento delle prove  di  efficienza  fisica;  in
caso contrario il candidato dovra' essere definitivamente  sottoposto
alla/e prova/e non effettuata/e. 
    Non saranno prese in considerazione istanze di differimento o  di
ripetizione della singola prova inoltrate da concorrenti che  abbiano
portato a compimento la prova stessa, anche se con esito negativo,  o
che, una volta iniziata, abbiano rinunciato a portarla a termine  per
qualsiasi motivo. 
    I suddetti concorrenti dovranno eseguire gli esercizi sopracitati
in  sequenza.  Il  superamento   degli   stessi   potra'   comportare
l'attribuzione di un punteggio incrementale, secondo quanto riportato
nella tabella in calce al presente paragrafo. 
    Il mancato superamento anche di uno solo degli esercizi  indicati
determinera' il giudizio di  inidoneita'  e,  quindi,  l'interruzione
delle prove con l'esclusione dal concorso. 
3.2.1 Simulazione del sollevamento di una bomba da mortaio da 120 mm. 
    Il concorrente dovra' iniziare la prova in posizione  accosciata,
impugnando il corpo del simulacro della bomba da mortaio da  120  mm,
del peso di 18,860 kg, che trovera' appoggiato a terra con l'apposito
anello di sicurezza rivolto verso il basso, in  corrispondenza  della
corona rigata. Al via, il  candidato  dovra'  assumere  la  posizione
eretta portando  la  bomba  al  petto  e  quindi  sollevarla  fino  a
distendere  completamente  le  braccia  verso  l'alto,  tenendola  in
posizione obliqua per il caricamento. Raggiunta  tale  posizione,  il
candidato dovra' ritornare alla posizione di partenza, effettuando  i
movimenti a  ritroso  e  quindi  ripetere  l'intero  esercizio.  Tale
esercizio prevede la presenza di un sistema di  sicurezza  costituito
da un supporto metallico fissato al soffitto nel  quale  far  passare
una corda di sicurezza vincolata all'anello ancorato sulla bomba.  La
presenza di un militare garantisce la messa in tiro  della  corda  di
sicurezza nel caso in cui il candidato dovesse perdere la presa della
bomba. 
    Per essere giudicato idoneo  alla  prova,  il  concorrente,  alla
ricezione dell'apposito segnale, che coincidera'  con  lo  start  del
cronometro, dovra'  eseguire,  senza  soluzione  di  continuita',  un
numero di sollevamenti: 
      maggiore o uguale a 4 entro il tempo massimo di 60 secondi,  se
di sesso maschile; 
      maggiore o uguale a 2 entro il tempo massimo di 80 secondi,  se
di sesso femminile. 
    Saranno conteggiati a  voce  alta  i  sollevamenti  correttamente
eseguiti dal  concorrente,  mentre  non  saranno  conteggiati  quelli
eseguiti in maniera scorretta. 
    Al numero di sollevamenti eccedenti il parametro  minimo  per  il
conseguimento   dell'idoneita',   verra'   applicato   il    previsto
coefficiente per il calcolo del punteggio incrementale, differenziato
tra uomini e donne, fino a un massimo  di  5  punti,  secondo  quanto
riportato nella tabella in calce al presente paragrafo. 
3.2.2 Simulazione dell'armamento di una mitragliatrice. 
    Il concorrente dovra' iniziare la prova in posizione prona a  tre
appoggi: 
      ginocchio sinistro (destro, se mancino) in  appoggio  su  panca
esattamente sotto la linea delle anche; 
      piede destro (sinistro, se mancino)  in  appoggio  a  terra  in
linea con il ginocchio sinistro (destro, se mancino); 
      mano sinistra (destra, se mancino) in  appoggio  su  panca,  in
linea con la testa. 
    Dopo aver impugnato, con la mano libera, un manubrio  sospeso  da
terra, con busto e spalle in  atteggiamento  neutro  e  paralleli  al
suolo, il candidato dovra'  effettuare  una  serie  di  trazioni  del
braccio la cui mano impugna il manubrio, senza ruotare le anche e  il
busto. Una trazione sara' considerata completata nel momento  in  cui
il manubrio verra' sollevato fino a toccare il costato, mantenendo le
spalle parallele al suolo e tornando poi alla posizione di partenza. 
    Per essere giudicato idoneo  alla  prova,  il  concorrente,  alla
ricezione dell'apposito segnale, che coincidera'  con  lo  start  del
cronometro, dovra'  eseguire,  senza  soluzione  di  continuita',  un
numero di trazioni: 
      maggiore o uguale a 4, con un manubrio del peso di 20 kg, entro
il tempo massimo di 60 secondi, se di sesso maschile; 
      maggiore o uguale a 2, con un manubrio del peso di 10 kg, entro
il tempo massimo di 80 secondi, se di sesso femminile. 
    Saranno  conteggiati  a  voce  alta  gli  esercizi  correttamente
eseguiti dal  concorrente,  mentre  non  saranno  conteggiati  quelli
eseguiti in maniera scorretta. 
    Al numero di  trazioni  eccedenti  il  parametro  minimo  per  il
conseguimento   dell'idoneita',   verra'   applicato   il    previsto
coefficiente per il calcolo del punteggio incrementale, differenziato
tra uomini e donne, fino a un massimo  di  5  punti,  secondo  quanto
riportato nella tabella in calce al presente paragrafo. 
3.2.3 Simulazione del trascinamento di un ferito. 
    Il concorrente dovra' iniziare la prova in piedi dietro la  linea
di partenza con il carico di 70 kg gia' pronto al trasporto. Egli  si
porra' di fronte al lato corto del carico con quest'ultimo situato in
corrispondenza dello spazio che intercorre tra le gambe  quando  sono
poste con i talloni sotto le  anche.  Il  candidato  dovra'  eseguire
un'accosciata e afferrare con entrambe le mani la  maniglia  con  cui
sollevera' la porzione  del  carico  a  lui  vicina,  mentre  l'altra
porzione restera' poggiata a  terra.  Al  via,  il  candidato  dovra'
percorrere un itinerario rettilineo ben delineato sul  terreno  della
lunghezza di 20 m, percorsi i quali dovra'  effettuare  un'inversione
di 180° ritornando, sempre lungo il precedente itinerario,  verso  la
linea  del  traguardo  (che  coincide  con  la  linea  di  partenza),
percorrendo un totale di 40 m. 
    Per essere giudicato idoneo  alla  prova,  il  concorrente,  alla
ricezione dell'apposito segnale, che coincidera'  con  lo  start  del
cronometro, dovra' percorrere l'intero itinerario di andata e ritorno
fino al completo superamento della linea del traguardo con  tutto  il
carico, entro il tempo massimo di: 
      80 secondi, se di sesso maschile; 
      120 secondi, se di sesso femminile. 
    In caso di  tempo  inferiore  al  massimo  per  il  conseguimento
dell'idoneita', al numero di secondi risparmiati verra' applicato  il
previsto coefficiente per  il  calcolo  del  punteggio  incrementale,
differenziato tra uomini e donne, fino  a  un  massimo  di  5  punti,
secondo  quanto  riportato  nella  tabella  in  calce   al   presente
paragrafo. 
3.3.4 Corsa piana 2.000 metri. 
    Il concorrente dovra' eseguire una corsa della lunghezza di 2.000
metri su pista di atletica o in terra  battuta  o  su  terreno  vario
sostanzialmente pianeggiante. 
    Sara' cronometrato il tempo impiegato. 
    Per essere giudicato  idoneo  alla  prova  il  concorrente,  alla
ricezione dell'apposito segnale, che coincidera'  con  lo  start  del
cronometro, dovra' percorrere la distanza di  2.000  metri  entro  il
tempo massimo di: 
      11 minuti, se di sesso maschile; 
      12 minuti, se di sesso femminile. 
    In caso di  tempo  inferiore  al  massimo  per  il  conseguimento
dell'idoneita', al numero di secondi risparmiati verra' applicato  il
previsto coefficiente per  il  calcolo  del  punteggio  incrementale,
differenziato tra uomini e donne, fino  a  un  massimo  di  5  punti,
secondo  quanto  riportato  nella  tabella  in  calce   al   presente
paragrafo. 
    Almeno  un   membro   della   Commissione   sovrintendera'   allo
svolgimento  delle  prove  anzidette  avvalendosi  eventualmente   di
personale di supporto per il cronometraggio delle prove stesse  e  il
conteggio a voce  alta  degli  esercizi  eseguiti  correttamente  dai
concorrenti. 
    Per ciascun concorrente verra' redatto un apposito verbale. 
    Resta inteso che il giudizio conclusivo di inidoneita' alle prove
di efficienza fisica e' espresso allorche' il candidato non esegua il
numero minimo richiesto di sollevamenti del simulacro della bomba  da
mortaio da 120 mm o  di  trazioni  nella  simulazione  dell'armamento
della mitragliatrice ovvero termini la simulazione del  trascinamento
di un ferito o la corsa piana 2.000 metri in  un  tempo  superiore  a
quello massimo indicato. 
  
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
 3.3 Accertamento dell'idoneita' psico-fisica (art. 10 del bando). 
    I concorrenti idonei  alla  precedente  verifica  dell'efficienza
fisica,  previa  sottoscrizione  della  dichiarazione   di   consenso
informato  all'effettuazione  del   protocollo   diagnostico   e   di
informazione sul  protocollo  vaccinale  previsto  per  il  personale
militare secondo il modello rinvenibile tra gli  allegati  al  bando,
saranno  sottoposti  a   cura   della   competente   Commissione   ad
accertamenti  sanitari   volti   al   riconoscimento   del   possesso
dell'idoneita' psico-fisica al servizio militare incondizionato quale
Maresciallo dell'Esercito.  Detti  concorrenti  dovranno  portare  al
seguito i documenti indicati nel successivo paragrafo 3.5. 
    L'accertamento dell'idoneita' psico-fisica  verra'  eseguito,  in
ragione delle  condizioni  del  soggetto  al  momento  della  visita,
secondo le modalita'  previste  dalla  normativa  e  dalle  direttive
vigenti. La Commissione, presa visione della documentazione sanitaria
di cui al successivo paragrafo 3.5, prodotta dall'interessato,  prima
di  eseguire  la  visita  medica  generale,  disporra'  per  tutti  i
candidati i seguenti accertamenti specialistici e di laboratorio: 
      cardiologico con ECG; 
      oculistico; 
      otorinolaringoiatrico comprensivo di esame audiometrico; 
      psicologico e psichiatrico; 
      analisi completa  delle  urine  con  esame  del  sedimento.  Si
effettuera', comunque, a campione  randomizzato  l'accertamento  drug
test; 
      analisi del sangue concernente: 
      emocromo completo; 
      glicemia; 
      creatininemia; 
      transaminasemia (GOT-GPT); 
      bilirubinemia totale e frazionata; 
      trigliceridemia; 
      colesterolemia; 
      gamma GT; 
      dosaggio del G6PD. 
    La Commissione procedera', inoltre: 
      alla  verifica  dell'abuso   abituale   di   alcool   in   base
all'anamnesi, alla visita medica diretta  e  alla  valutazione  degli
esami ematochimici (gamma GT, GOT, GPT e MCV). In caso di sospetto il
concorrente  sara'  rinviato  ad  altra  data  compatibile   con   il
calendario  di  svolgimento  degli  accertamenti  per  consegnare  il
referto attestante l'esito del test della CDT (ricerca ematica  della
transferrina carboidrato carente)  con  eventuale  test  di  conferma
mediante HPLC in caso di positivita',  che  il  concorrente  medesimo
avra' cura di effettuare in proprio, presso una  struttura  sanitaria
pubblica, anche  militare  o  privata  accreditata  con  il  Servizio
sanitario nazionale (SSN); 
      a qualsiasi ulteriore indagine ritenuta  utile  per  consentire
un'adeguata valutazione clinica e medico-legale  e/o  richiedere  che
venga esibita documentazione sanitaria (cartelle cliniche,  risultati
di   pregressi   accertamenti   specialistici,   strumentali   o   di
laboratorio, ecc.). In caso di necessita' di esami  radiografici,  il
concorrente dovra' sottoscrivere apposita dichiarazione  di  consenso
all'effettuazione dell'esame stesso; 
      alla verifica del seguente specifico requisito: visus  corretto
non inferiore a 16/10 complessivi con lenti  frontali  ben  tollerate
(da portare al seguito) e non inferiore a 7/10 nell'occhio  che  vede
di meno, raggiungibile con correzione non superiore alle tre diottrie
anche in un solo  occhio.  Senso  cromatico  normale  accertato  alle
tavole pseudoisocromatiche o in difetto alle matassine colorate. Sono
ammessi  gli   esiti   di   intervento   LASIK   e   gli   esiti   di
fotocheratoablazione senza disturbi funzionali e con  integrita'  del
fondo oculare. 
    I concorrenti gia' giudicati idonei  agli  accertamenti  sanitari
nei 365 giorni antecedenti la data di presentazione presso il  centro
di Selezione e reclutamento nazionale dell'Esercito nell'ambito di un
concorso della stessa Forza armata, previa  esibizione  del  relativo
verbale e della documentazione  di  cui  al  paragrafo  3.5,  saranno
sottoposti esclusivamente alla verifica dell'abuso abituale di alcool
in base all'anamnesi, alla visita medica diretta e  alla  valutazione
degli esami ematochimici (gamma GT, GOT,  GPT  e  MCV).  In  caso  di
dubbio, il concorrente sara' rinviato ad altra data per consegnare il
referto attestante l'esito del test della CDT (ricerca ematica  della
transferrina carboidrato carente)  con  eventuale  test  di  conferma
mediante HPLC in caso di positivita',  che  il  concorrente  medesimo
avra' cura di effettuare, in proprio, presso una struttura  sanitaria
pubblica, anche militare, o accreditata  con  il  Servizio  sanitario
nazionale. 
    La Commissione, per tutti i concorrenti, provvedera'  a  definire
il profilo sanitario secondo  i  criteri  stabiliti  dalla  normativa
vigente, sulla base delle risultanze della visita medica  generale  e
degli  accertamenti  eseguiti,   seduta   stante,   comunichera'   al
concorrente l'esito dell'accertamento psico-fisico sottoponendogli il
verbale contenente uno dei seguenti giudizi: 
      «idoneo», con l'indicazione del profilo sanitario attribuito; 
      «inidoneo», con l'indicazione del profilo sanitario  attribuito
e del motivo dell'inidoneita'. 
    Fermo restando quanto previsto all'art. 10, comma  1  del  bando,
saranno giudicati «idonei» i concorrenti in possesso degli  specifici
requisiti fisici di cui  sopra  ai  quali  sia  stato  attribuito  il
coefficiente 1 o 2 in ciascuna delle caratteristiche somatofunzionali
di  seguito  indicate:  psiche  (PS);  costituzione  (CO);   apparato
cardio-circolatorio (AC); apparato respiratorio (AR);  apparati  vari
(AV);  apparato  osteo-artro-muscolare   superiore   (LS);   apparato
osteo-artro-muscolare inferiore (LI); vista (VS); udito (AU). 
    Per la caratteristica somato-funzionale AV, indipendentemente dal
coefficiente assegnato, la  carenza  accertata,  totale  o  parziale,
dell'enzima G6PD non puo'  essere  motivo  di  esclusione,  ai  sensi
dell'art.  1  della  legge  n.  109/2010.  Altresi',  i   concorrenti
riconosciuti affetti dal predetto deficit di G6PD dovranno rilasciare
la dichiarazione di ricevuta informazione e di  responsabilizzazione,
rinvenibile negli allegati al bando. 
    Saranno giudicati  «inidonei»  i  concorrenti  risultati  non  in
possesso degli specifici requisiti fisici di cui  sopra  e/o  affetti
da: 
      imperfezioni e infermita' previste dalla vigente  normativa  in
materia di inabilita' al servizio militare; 
      positivita' degli accertamenti  diagnostici  per  l'uso,  anche
saltuario od  occasionale,  di  sostanze  stupefacenti,  nonche'  per
l'utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico; 
      disturbi  della  parola  anche  in  forma  lieve  (dislalia   e
disartria); 
      imperfezioni  o  infermita'  che,  seppur  non   indicate   nei
precedenti alinea, siano comunque incompatibili con la frequenza  del
corso e il successivo impiego quale Maresciallo; 
    malattie o lesioni acute per le quali sono previsti tempi  lunghi
di recupero dello stato di salute e dei requisiti  necessari  per  la
frequenza del corso. 
    La Commissione giudichera' altresi'  inidoneo  il  candidato  che
presenti tatuaggi: 
      visibili indossando  l'uniforme  di  servizio  estiva  (per  il
personale femminile  anche  nella  versione  con  gonna  e  scarpe  a
decolte') e/o quella ginnica (pantaloncini e maglietta); 
    posti anche in parti coperte dalle uniformi che, per  dimensioni,
contenuto o natura, siano  deturpanti  o  contrari  al  decoro  o  di
discredito per  le  istituzioni  ovvero  siano  possibile  indice  di
personalita'  abnorme  (in  tal  caso   da   accertare   con   visita
psichiatrica e con appropriati test psicodiagnostici). 
    I  concorrenti  che,  in  sede  di  accertamento   dell'idoneita'
psico-fisica, saranno riconosciuti nelle condizioni di  cui  all'art.
10, comma 3 del  bando,  potranno  essere  ammessi,  con  riserva,  a
sostenere  l'accertamento  dell'idoneita'  attitudinale  di  cui   al
successivo paragrafo 3.4. 
    Per i concorrenti di sesso femminile, in caso di accertato  stato
di gravidanza, la  Commissione  procedera'  secondo  quanto  indicato
all'art. 10, comma 4 del bando. 
3.4 Accertamento dell'idoneita' attitudinale (art. 11 del bando). 
    I  concorrenti  saranno  sottoposti  a  cura   della   competente
Commissione  all'accertamento  dell'idoneita'  attitudinale   tenendo
conto degli esiti del colloquio  psicoattitudinale  integrato  e  dei
relativi test e questionario informativo. Detto accertamento,  inteso
a valutare le qualita' attitudinali  e  caratteriologiche  necessarie
all'arruolamento in  qualita'  di  Maresciallo  dell'Esercito,  sara'
svolto secondo le modalita' indicate nella  direttiva  tecnica  dello
Stato Maggiore dell'Esercito. 
    Al  termine  dell'accertamento  dell'idoneita'  attitudinale,  la
preposta  Commissione  esprimera'  un  giudizio  di  idoneita'  o  di
inidoneita'.   Tale   giudizio,   comunicato   seduta   stante   agli
interessati, e' definitivo e non comporta attribuzione di punteggio. 
3.5 Documentazione da  presentare  per  l'ammissione  alle  prove  di
verifica  dell'efficienza  fisica,  all'accertamento   dell'idoneita'
psico-fisica e all'accertamento  dell'idoneita'  attitudinale  (Artt.
10, 11 e 12 del bando). 
    I  concorrenti  convocati  presso  il  centro  di   Selezione   e
reclutamento nazionale dell'Esercito per essere sottoposti alle prove
di verifica dell'efficienza fisica e, se  idonei,  agli  accertamenti
dell'idoneita'   psico-fisica   e   attitudinale,   all'atto    della
presentazione, dovranno produrre i seguenti documenti in originale  o
in copia resa conforme: 
      certificato   medico,   con   validita'   annuale,   attestante
l'idoneita'  all'attivita'  agonistica  per  una   delle   discipline
sportive riportate nella tabella B del decreto  del  Ministero  della
sanita' del 18 febbraio 1982, in corso di validita', rilasciato da un
medico appartenente alla Federazione medico-sportiva italiana  ovvero
a struttura sanitaria pubblica o privata accreditata con il  Servizio
sanitario  nazionale  ovvero  da  un  medico  o  struttura  sanitaria
pubblica o privata  autorizzato  secondo  le  normative  nazionali  e
regionali e che  esercita  in  tali  ambiti  in  qualita'  di  medico
specializzato in medicina dello sport; 
      certificato  rilasciato  dal  medico  di  fiducia   (ai   sensi
dell'art. 25 della legge 23 dicembre 1978, n. 833) secondo il modello
rinvenibile tra gli allegati al bando. Tale certificato dovra'  avere
una data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di presentazione; 
      referto, rilasciato in data non  anteriore  a  sessanta  giorni
precedenti  l'accertamento,   attestante   l'esito   del   test   per
l'accertamento della positivita' per anticorpi per HIV; 
      referto, rilasciato in data non  anteriore  a  sessanta  giorni
precedenti l'accertamento,  attestante  l'effettuazione  dei  markers
virali anti HAV, HBsAg, anti HBs, anti HBc e anti HCV; 
      referto, rilasciato in data non  anteriore  a  sessanta  giorni
precedenti      l'accertamento,      relativo      al       risultato
dell'intradermoreazione di Mantoux o,  in  alternativa,  relativo  al
risultato del  test  quantiferon  per  l'accertamento  dell'eventuale
contatto  con  il  microbatterio  della  tubercolosi,  (in  caso   di
positivita', e' necessario presentare  anche  il  referto  dell'esame
radiografico   del   torace    nelle    due    proiezioni    standard
anteriore/posteriore  e  latero/laterale-   o   il   certificato   di
eventuale, pregressa, avvenuta vaccinazione con BCG); 
      referto, rilasciato in data non anteriore a un mese antecedente
l'accertamento, del test per la ricerca dei cataboliti urinari  delle
seguenti  sostanze:  cocaina,  oppiacei,  cannabinoidi,   amfetamina,
metanfetamina, MDMA e metadone. 
    I concorrenti di sesso femminile, prima dell'effettuazione  delle
prove di efficienza fisica, dovranno altresi' esibire: 
      referto attestante l'esito del  test  di  gravidanza,  mediante
analisi  su  sangue  o  urine,  effettuato  entro  i  cinque   giorni
antecedenti la data di presentazione per l'effettuazione delle  prove
di efficienza fisica. Coloro che non esibiranno tale referto  saranno
sottoposti al test di gravidanza, per escludere l'esistenza  di  tale
stato, al solo fine dell'effettuazione in sicurezza  delle  prove  di
verifica dell'efficienza fisica.  L'eventuale  positivita'  del  test
sara' comunicata alle interessate in via riservata. L'accertato stato
di gravidanza impedira' ai predetti concorrenti di essere  sottoposti
alle prove di verifica dell'efficienza fisica  e  comportera'  quanto
previsto all'art. 10, comma 4 del bando; 
      ecografia pelvica,  con  relativo  referto,  eseguita  entro  i
sessanta giorni precedenti dal giorno stabilito  per  l'effettuazione
dell'accertamento dell'idoneita' psico-fisica. 
    I concorrenti gia' giudicati idonei  agli  accertamenti  sanitari
nei 365 giorni antecedenti la data di presentazione presso il  centro
di Selezione e reclutamento nazionale dell'Esercito nell'ambito di un
concorso della stessa Forza armata dovranno, inoltre,  consegnare  il
referto,  rilasciato  in  data  non  anteriore  a   sessanta   giorni
precedenti la visita, di analisi di laboratorio relative ai  seguenti
esami ematochimici: gamma GT, GOT, GPT e MCV. 
    I certificati/referti dovranno essere rilasciati da una struttura
sanitaria pubblica, anche militare,  o  privata  accreditata  con  il
Servizio sanitario nazionale. 
    Tutti  i  concorrenti  dovranno,  altresi',  consegnare  apposita
dichiarazione di consenso informato all'effettuazione del  protocollo
diagnostico, nonche' la dichiarazione di  ricevuta  informazione  sui
protocolli vaccinali previsti per  il  personale  militare,  entrambe
rinvenibili tra gli allegati al bando. 
    I concorrenti che non  presenteranno  i  suddetti  documenti  non
saranno ammessi alle  prove  di  verifica  dell'efficienza  fisica  e
saranno esclusi dal concorso. 
3.6 Prova orale (art. 13 del bando). 
    I concorrenti risultati  idonei  all'accertamento  dell'idoneita'
attitudinale  saranno  ammessi  a  sostenere  la  prova  orale  sugli
argomenti previsti dal programma di cui alla presente  Appendice  EI.
In tale occasione dovranno consegnare al personale preposto un  plico
chiuso contenente la documentazione  relativa  ai  titoli  di  merito
posseduti di cui al successivo paragrafo 4. 
    I concorrenti che non si presentano nel giorno stabilito  saranno
considerati rinunciatari e quindi esclusi dal concorso. 
    La prova orale si intendera' superata  se  il  concorrente  avra'
ottenuto una votazione non inferiore a 18/30, utile per la formazione
della graduatoria di merito di cui al successivo paragrafo 5. 
    La Commissione  esaminatrice  di  cui  precedente  paragrafo  2.1
interroghera'  i  concorrenti  sulle  materie  d'esame   di   seguito
riportate. 
Materie d'esame 
    a) Infermiere: 
      chimica e biochimica; 
      biologia; 
      fisica; 
      anatomia; 
      farmacologia; 
      fisiologia; 
      fondamenti di infermieristica clinica; 
      infermieristica clinica in medicina generale; 
      igiene generale; 
      infermieristica preventiva; 
      infermieristica clinica in chirurgia; 
      medicina d'urgenza; 
      manifestazioni e quadri clinici delle malattie; 
      tecniche e scienze infermieristiche; 
      informatica. 
    b) Tecnico di radiologia medica: 
      chimica e biochimica; 
      biologia; 
    fisica applicata alle scienze radiologiche; 
      anatomia umana; 
      fisiologia; 
      istologia; 
      metodologie e gestione di laboratorio; 
      radioprotezione; 
      analisi di laboratorio; 
      anatomia radiografica; 
      radioterapia; 
      diagnostica di laboratorio; 
      apparecchiature di radioterapia; 
      apparecchiature di medicina nucleare; 
      assistenza al paziente in radiologia; 
      informatica. 
    c) Tecnico di laboratorio biomedico: 
      chimica e biochimica; 
      biologia; 
      fisica biomedica; 
      anatomia; 
      fisiologia; 
      istologia; 
      metodologie e gestione di laboratorio biomedico; 
      radioprotezione; 
      analisi di laboratorio; 
      medicina legale; 
      patologia; 
      diagnostica di laboratorio; 
      tecniche di biochimica clinica; 
      batteriologia; 
      istopatologia; 
      informatica. 
    d) Fisioterapista: 
      chimica e biochimica; 
      biologia; 
      fisica; 
      anatomia; 
      farmacologia; 
      fisiologia; 
      metodologia della riabilitazione; 
      tecniche di fisioterapia; 
      malattie dell'apparato locomotore; 
      geriatria; 
      oncologia; 
      radioterapia; 
      riabilitazione in area vascolare; 
      informatica. 
4. Titoli di merito (art. 14 del bando) 
    E' onere dei  concorrenti  fornire  informazioni  dettagliate  su
ciascuno dei titoli posseduti ai fini della loro corretta valutazione
da parte della Commissione esaminatrice. A tale fine,  saranno  presi
in considerazione esclusivamente i titoli: 
      dichiarati nella domanda di partecipazione; 
      posseduti alla data di scadenza del  termine  di  presentazione
delle domande; 
      documentati all'atto della presentazione presso  il  Centro  di
selezione per sostenere la prova orale di cui al precedente paragrafo
3.6. 
    Qualora sul modello  di  domanda  on-line  l'area  relativa  alla
descrizione  dei  titoli   di   merito   posseduti   fosse   ritenuta
insufficiente per  elencare  gli  stessi  in  maniera  dettagliata  e
completa,  i  concorrenti  potranno  allegare  alla   domanda   delle
dichiarazioni  sostitutive  rilasciate  ai  sensi  del  decreto   del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. 
    La Commissione  esaminatrice,  ai  fini  della  formazione  della
graduatoria finale,  valutera'  per  i  soli  candidati  riconosciuti
idonei a tutte le precedenti fasi concorsuali, i seguenti  titoli  di
merito: 
  
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
     Per l'assegnazione del punteggio relativo ai titoli di cui  alle
lettere a), b) e c), la  Commissione  terra'  conto  dei  periodi  di
servizio svolti e documentati. In caso di  rapporto  informativo,  in
relazione al contenuto del  documento,  il  Comandante  dell'Ente  di
appartenenza  o   suo   delegato   dovra'   esprimere   un   giudizio
corrispondente  a  una  delle  qualifiche  previste  per  la   scheda
valutativa (eccellente, superiore alla media, e simili). In  presenza
di periodi per i quali sia stato redatto  il  documento  di  «mancata
redazione di documentazione caratteristica» (Mod. C), la Commissione,
per il medesimo periodo, considerera' valida  la  qualifica  espressa
dalle competenti autorita' nel  documento  caratteristico  precedente
ovvero in quello successivo nel caso in cui il periodo relativo  alla
mancata redazione sia il  primo  documento  compilato  nei  confronti
dell'interessato. Non saranno conteggiati nel periodo complessivo  di
servizio  prestato  i  Mod.  C  redatti   per   fine   del   servizio
dell'interessato  dovuta  ad  assenza   determinata   da   infermita'
(malattia,  ricovero,  convalescenza)  o  aspettativa,  o  che  siano
riferiti a un periodo di  tempo  durante  il  quale  risulti  che  il
militare, per un motivo qualsiasi, non abbia prestato alcun servizio. 
5. Graduatoria finale di merito (art. 15 del bando). 
    I concorrenti giudicati idonei al termine  degli  accertamenti  e
delle prove concorsuali saranno iscritti, a  cura  della  Commissione
esaminatrice,  nelle  graduatorie  finali  di  merito,  distinte  per
ciascuno  dei  concorsi  di  cui  al  precedente  paragrafo  1.  Tali
graduatorie  saranno   formate   secondo   l'ordine   del   punteggio
complessivo conseguito da ciascun concorrente, calcolato sommando: 
      a) il punteggio conseguito nella prova scritta per la  verifica
delle qualita' culturali ed intellettive; 
      b)   il   punteggio   riportato   alle   prove   di    verifica
dell'efficienza fisica; 
      c) il punteggio riportato nella prova orale; 
      d) il punteggio attribuito ai titoli dei merito. 
    Ai fini dell'approvazione delle graduatorie finali di  merito  si
terra' conto delle riserve di posti previste dal  paragrafo  1  della
presente Appendice EI. Detti posti, qualora non coperti, per  carenza
o insufficienza di riservatari idonei, saranno  devoluti  agli  altri
concorrenti idonei compresi nella relativa graduatoria  di  merito  e
secondo l'ordine della graduatoria medesima. 
    Fermo restando quanto precede, a parita' di punteggio sara'  data
la precedenza al candidato in possesso di titoli di preferenza di cui
all'art. 15, comma 2 del bando. In caso di  ulteriore  parita'  sara'
data la precedenza al candidato piu' giovane di eta'. 
 
                      Appendice Marina militare 
 
Concorso pubblico, per titoli ed esami,  per  il  reclutamento  nella
  Marina militare, per il 2019, di 13 Marescialli del Corpo equipaggi
  militari marittimi per la categoria Servizio sanitario. 
1. Posti a concorso e riserve di posti (art. 1 del bando). 
    1.1 I posti disponibili per il concorso pubblico, per  titoli  ed
esami, per il reclutamento dei Marescialli da immettere nel ruolo dei
Marescialli del Corpo equipaggiamenti militari marittimi (CEMM) della
Marina  militare  con  il  grado  di  capo   di   3ª   classe,   sono
complessivamente tredici, ripartiti come di seguito indicato: 
      a)   otto   posti   per   la   categoria/specialita'   Servizio
sanitario/infermieri (SS/I). Titolo di studio  richiesto:  laurea  in
infermieristica  L/SNT/1  -  classe  delle  lauree   in   professioni
sanitarie  infermieristiche  e  professione  sanitaria   ostetrica/o,
nell'ambito della professione  sanitaria  di  infermiere  di  cui  al
decreto ministeriale del Ministero della sanita' 14  settembre  1994,
n. 739; 
      b) tre posti per la categoria/specialita'/abilitazione Servizio
sanitario/tecnici sanitari/radiologia medica  (SS/T  rm).  Titolo  di
studio  richiesto:  laurea  in  tecniche  di  radiologia  medica  per
immagini e radioterapia L/SNT/3 - Classe delle lauree in  professioni
sanitarie  tecniche,  nell'ambito  della  professione  sanitaria   di
tecnico di radiologia medica  di  cui  al  decreto  ministeriale  del
Ministero della sanita' 26 settembre 1994, n. 746; 
      c) due posti per la categoria/specialita'/abilitazione Servizio
sanitario/tecnici sanitari/laboratorio biomedico (SS/T lb). Titolo di
studio richiesto: laurea in tecniche di laboratorio biomedico  L/SNT3
- classe delle lauree in professioni sanitarie tecniche,  nell'ambito
della professione sanitaria del tecnico di laboratorio  biomedico  di
cui al decreto ministeriale del Ministero della sanita' 26  settembre
1994, n. 745. 
    1.2 Non e' possibile concorrere,  presentando  distinte  domande,
per piu' di una delle categorie/specialita'/abilitazioni  di  cui  al
precedente paragrafo 1.1, le lettere a), b) e c).  Non  e'  possibile
concorrere per alcuno dei posti di cui  al  precedente  paragrafo  1,
lettere a), b), c), qualora  il  richiedente  non  sia  in  possesso,
rispettivamente, della professione sanitaria di infermiere, radiologo
o tecnico di laboratorio, sebbene abbia conseguito un diverso  titolo
di studio appartenente a una delle classi di laurea suindicate. Se in
una qualsiasi  delle  predette  categorie/specialita'/abilitazioni  i
posti a  concorso  risulteranno  non  coperti  per  insufficienza  di
concorrenti idonei, su indicazione dello Stato Maggiore della Marina,
potra'    procedersi    alla    rimodulazione    dei    posti     fra
categorie/specialita'/abilitazioni di cui al precedente  paragrafo  1
ovvero alla devoluzione dei posti a quelli previsti per  il  concorso
pubblico per allievi Marescialli della Marina militare  previsto  per
il 2019. 
    1.3 Nel concorso di cui al precedente  paragrafo  1.1,  ai  sensi
dell'art. 1, comma 2 del bando e' prevista la riserva di un posto. 
2 Commissioni (art. 8 del bando). 
  2.1 Commissione esaminatrice. 
    La Commissione esaminatrice sara' composta da: 
      un ufficiale di grado non inferiore  a  Capitano  di  Vascello,
presidente; 
      due ufficiali superiori della Marina militare, membri; 
      un sottufficiale della Marina militare  appartenente  al  ruolo
Marescialli ovvero un dipendente civile del  Ministero  della  difesa
appartenente alla terza o alla seconda  area  funzionale,  segretario
senza diritto di voto. 
    Alla  Commissione  esaminatrice  possono  essere  aggregati,   in
qualita' di membri aggiunti, esperti per  le  singole  materie  della
prova orale, che hanno diritto di voto  nelle  sole  materie  per  le
quali sono aggregati. 
  2.2 Commissione per l'accertamento dell'idoneita' psico-fisica. 
    La Commissione  per  l'accertamento  dell'idoneita'  psico-fisica
sara' composta da: 
      un ufficiale del Corpo sanitario militare  marittimo  di  grado
non inferiore a Capitano di Vascello, presidente; 
      due ufficiali del Corpo sanitario militare marittimo  di  grado
non inferiore a Tenente di Vascello, membri; 
      un sottufficiale della Marina militare del  ruolo  Marescialli,
segretario senza diritto di voto. 
    Detta Commissione potra'  avvalersi  del  supporto  di  ufficiali
medici specialisti della Marina  militare  o  di  medici  specialisti
esterni. 
  2.3 Commissione per l'accertamento dell'idoneita' attitudinale. 
    La Commissione  per  l'accertamento  dell'idoneita'  attitudinale
sara' composta da: 
      un ufficiale di grado non inferiore  a  Capitano  di  Vascello,
presidente; 
      due ufficiali della Marina militare  specialisti  in  selezione
attitudinale, membri; 
      un sottufficiale della Marina militare del  ruolo  Marescialli,
segretario senza diritto di voto. 
    Detta Commissione potra'  avvalersi  del  supporto  di  ufficiali
specialisti in selezione attitudinale della Marina militare. 
  2.4 Commissione per le prove di verifica dell'efficienza fisica. 
    La Commissione per le prove di  verifica  dell'efficienza  fisica
sara' composta da: 
      un ufficiale di grado non inferiore  a  Capitano  di  Corvetta,
presidente; 
      un ufficiale della Marina militare, membro; 
      un sottufficiale della Marina militare del  ruolo  Marescialli,
membro e segretario. 
    Detta  Commissione  potra'  avvalersi  del  supporto  di   membri
aggiunti ufficiali e/o Sottufficiali esperti di settore  della  Forza
armata, ovvero di esperti di settore esterni alla Forza armata per le
singole prove, che hanno diritto di voto nelle sole prove per i quali
sono aggregati 
3. Svolgimento del concorso 
  3.1 Prova scritta  per  la  verifica  delle  qualita'  culturali  e
intellettive (art. 9 del bando). 
    3.1.1  La  prova  consistera'  nella   somministrazione   di   un
questionario composto da 100 (cento) quesiti a risposta  multipla  da
risolvere nel tempo massimo di novanta minuti. Il  test  comprendera'
50 quesiti di  conoscenza  della  lingua  italiana  anche  sul  piano
orto-grammaticale e sintattico, 25 di conoscenza della lingua inglese
e  25  di  tipo  analitico-verbale,  logico-meccanico   e   analitico
alfanumerico  volti  a  esplorare  le  capacita'  intellettive  e  di
ragionamento 
    La prova avra' luogo nella sede  di  Ancona  indicativamente  nel
mese di aprile 2019. L'ordine di convocazione, il luogo,  la  data  e
l'ora di svolgimento della prova saranno  resi  noti  indicativamente
nella  terza  decade  del  mese  di  marzo  2018,   mediante   avviso
consultabile  nell'area  pubblica  del  portale,  nonche'  nel   sito
www.difesa.it. Lo stesso avviso potra' riguardare il rinvio ad  altra
data della pubblicazione suddetta. La pubblicazione avra'  valore  di
notifica a tutti gli effetti nei confronti di tutti i  candidati.  La
Direzione generale per il personale militare si riserva  la  facolta'
di pubblicare con  le  stesse  modalita'  e,  indicativamente,  circa
quattro settimane prima dello svolgimento della  prova,  un  archivio
dal quale saranno estratti, con criteri di casualita', i  quesiti  di
italiano e inglese che costituiranno oggetto della prova.  L'archivio
non   comprendera'   le   domande    di    tipo    analitico-verbale,
logico-meccanico e analitico alfanumerico. 
    3.1.2 I concorrenti, ai quali non sia stata comunicata la mancata
ammissione al concorso, sono tenuti a presentarsi, presso la suddetta
sede, muniti di un documento di riconoscimento in corso di  validita'
rilasciato  da  un'Amministrazione  dello  Stato  e  della   ricevuta
generata  dal  sistema  informatico  al  momento  dell'inoltro  della
domanda di partecipazione che dovra' essere esibita e, ove richiesto,
consegnata al personale preposto. La mancata presentazione presso  la
sede di esame nella data e nell'ora stabilita o la  presentazione  in
ritardo, ancorche' dovuta a  cause  di  forza  maggiore,  comportera'
l'irrevocabile  esclusione  dal  concorso,  salvo   quanto   previsto
all'art. 1, comma 7 ovvero all'art. 7, comma 5 del bando. 
    Per le modalita' di svolgimento della prova saranno osservate, in
quanto applicabili, le disposizioni  dell'art.  13  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, riportate tra  gli
allegati del bando di concorso. Non e' ammessa  la  consultazione  di
vocabolari, dizionari, testi e tavole. E' vietato, altresi', l'uso di
computer e  di  qualsiasi  apparecchiatura/supporto  informatico,  di
apparecchi telefonici  o  ricetrasmittenti.  L'inosservanza  di  tali
prescrizioni nonche' delle  disposizioni  emanate  dalla  Commissione
esaminatrice comporta l'esclusione dalla prova. 
    La correzione della prova scritta per la verifica delle  qualita'
culturali e intellettive sara' effettuata con  l'ausilio  di  sistemi
informatizzati.  Ai  concorrenti  verra'  attribuito   un   punteggio
espresso in trentesimi in relazione al numero di rispose esatte,  con
le seguenti modalita': 
      punti 0,3/30 per ogni risposta esatta; 
      punti 0/30 per ogni risposta errata, multipla, non data. 
    La prova scritta, a cui sara' attribuito un punteggio massimo  di
30/30, si intendera' superata, salvi i  contingentamenti  di  seguito
illustrati per l'ammissione alla fase  successiva,  se  il  candidato
avra' raggiunto la valutazione minima di 18/30 
    Ultimata la correzione della prova scritta per la verifica  delle
qualita' culturali e intellettive, la Commissione esaminatrice, sulla
base dei punteggi conseguiti  dai  concorrenti  nella  stessa  prova,
provvedera' a formare tre distinte graduatorie provvisorie,  una  per
ciascuna delle categorie/specialita'/abilitazioni di cui al paragrafo
1.1, al solo fine di individuare  i  concorrenti  da  ammettere  agli
accertamenti dell'idoneita' psico-fisica e attitudinale e alle  prove
di verifica dell'efficienza fisica. 
    L'esito della prova sara' reso noto ai concorrenti  il  giorno  e
nell'ora che sara' stata indicata dal  presidente  della  Commissione
esaminatrice. Tale pubblicazione avra' valore di notifica a tutti gli
effetti e nei confronti di tutti i concorrenti. Gli esiti della prova
scritta per la  verifica  delle  qualita'  culturali  e  intellettive
saranno inseriti nell'area pubblica della sezione  comunicazioni  del
portale dei concorsi. Detti risultati saranno, inoltre,  consultabili
nei siti www.marina.difesa.it e www.difesa.it 
    3.1.3 In base al punteggio conseguito nelle graduatorie di cui al
precedente  paragrafo   3.1.2,   i   concorrenti   saranno   ammessi,
indicativamente a maggio 2019,  ai  successivi  accertamenti  per  le
idoneita' psico-fisica  e  attitudinale  e  alle  prove  di  verifica
dell'efficienza fisica, di cui agli articoli 10, 11 e 12  del  bando,
nei limiti numerici appresso indicati: 
      per i posti di cui al paragrafo 1.1,  lettera  a):  quarantotto
concorrenti; 
      per i posti di cui al paragrafo 1.1, lettera  b):  ventiquattro
concorrenti; 
      per i posti  di  cui  al  paragrafo  1.1,  lettera  c):  sedici
concorrenti. 
    Saranno inoltre ammessi a sostenere i successivi  accertamenti  i
concorrenti che  nelle  predette  graduatorie  avranno  riportato  lo
stesso punteggio dell'ultimo concorrente ammesso. 
    L'esito della prova e  il  calendario  degli  ammessi  alla  fase
successiva  saranno  resi  noti,  indicativamente  nei  dieci  giorni
successivi all'ultima sessione di prove, con  valore  di  notifica  a
tutti gli effetti per tutti i candidati, con le  modalita'  stabilite
all'art. 5 del bando,  nei  siti  internet  www.difesa.it/concorsi  e
www.marina.difesa.it.  Informazioni  in  merito  potranno,   inoltre,
essere chieste alla Direzione generale per il  personale  militare  -
sezione Relazioni con il pubblico, viale  dell'Esercito,  186,  00143
Roma (tel. 06517051012). 
3.2 Accertamento dell'idoneita' psico-fisica (art. 10 del bando). 
    I candidati convocati presso il Centro di selezione della  Marina
di Ancona sito in via delle Palombare, n.  3,  previa  sottoscrizione
della  dichiarazione  di  consenso  informato  all'effettuazione  del
protocollo  diagnostico  secondo  il  modello  rinvenibile  tra   gli
allegati   al    bando,    saranno    sottoposti,    all'accertamento
dell'idoneita'  psico-fisica  al  fine  di  verificare  il   possesso
dell'idoneita' all'espletamento del corso e  al  servizio  permanente
quale Maresciallo della Marina militare. Detti  concorrenti  dovranno
portare al seguito i documenti indicati nel successivo paragrafo 3.5. 
    Durante  l'accertamento  dell'idoneita'  psico-fisica  presso  il
predetto Centro  i  candidati  non  potranno  usufruire  di  vitto  e
alloggio  a  carico  dell'Amministrazione.  Le  spese  sostenute  per
l'effettuazione di tutte le  prove  concorsuali  sono  a  carico  dei
partecipanti e non saranno rimborsate dall'Amministrazione. 
    I   concorrenti   gia'    giudicati    idonei    all'accertamento
dell'idoneita' psico-fisica nell'ambito di un concorso  della  stessa
Forza armata nei 365 giorni  antecedenti  la  data  di  presentazione
presso il suddetto Centro,  devono  presentare  il  relativo  verbale
contenente il  giudizio  espresso  dalla  preposta  Commissione  e  i
documenti/referti di cui al successivo paragrafo 3.5. La  Commissione
medica disporra' a quali accertamenti  eventualmente  sottoporre  gli
interessati al fine di confermare o meno il  giudizio  gia'  espresso
nel precedente concorso. 
    L'accertamento dell'idoneita' psico-fisica  verra'  eseguito,  in
ragione delle  condizioni  del  soggetto  al  momento  della  visita,
secondo le modalita'  previste  dalla  normativa  e  dalle  direttive
vigenti. 
    La Commissione, presa visione della documentazione  sanitaria  di
cui  al   successivo   paragrafo   3.5   prodotta   dall'interessato,
sottoporra' i candidati a: 
      visita cardiologica con E.C.G.; 
      visita oculistica; 
      visita odontoiatrica; 
      visita otorinolaringoiatrica con esame audiometrico; 
      visita psichiatrica; 
      valutazione dell'apparato locomotore; 
    analisi completa delle urine con esame del sedimento, nonche' per
la ricerca dei seguenti cataboliti urinari di  sostanze  stupefacenti
e/o  psicotrope:  amfetamine,  cocaina,  oppiacei,  cannabinoidi,   e
barbiturici. In caso di positivita', disporra' sul medesimo  campione
un test di conferma (gascromatografia con spettrometria di massa); 
      visita per il controllo dell'abuso sistematico di alcool; 
    visita medica generale: in tale sede la  Commissione  giudichera'
inidoneo il candidato che presenti tatuaggi che, per la loro  sede  o
natura, sono deturpanti o contrari  al  decoro  dell'uniforme  ovvero
sono possibile  indice  di  personalita'  abnorme  (in  tal  caso  da
accertare  con   visita   psichiatrica   e   con   appropriati   test
psicodiagnostici); 
      verifica della dentatura. Sara' consentita la mancanza, purche'
non associata a paradontopatia giovanile, di un massimo di otto denti
non contrapposti, non tutti  dallo  stesso  lato,  tra  i  quali  non
figurino piu' di un incisivo e di un canino; nel  computo  dei  denti
mancanti non dovranno essere conteggiati i terzi molari; gli elementi
mancanti dovranno essere sostituiti con moderna  protesi  fissa,  che
assicuri  la  completa  funzionalita'  della  masticazione;  i  denti
cariati dovranno essere opportunamente curati; 
    ogni ulteriore indagine ritenuta utile per consentire un'adeguata
valutazione  clinica  e  medico-legale  del  candidato  ivi  compreso
l'eventuale esame radiologico del torace in due proiezioni,  in  caso
di dubbio diagnostico. 
    La  Commissione  definira'  il  profilo  sanitario   di   ciascun
candidato, secondo i criteri stabiliti dalle normative vigenti  e  in
base  alla  documentazione   prodotta   e   alle   risultanze   degli
accertamenti effettuati. Fermo restando quanto previsto dall'art. 10,
comma 1 del bando, saranno giudicati idonei i candidati ai quali  sia
stato  attribuito  il  coefficiente  1  o   2   in   ciascuna   delle
caratteristiche somatofunzionali di seguito  indicate:  psiche  (PS);
costituzione  (CO);  apparato  cardio-circolatorio   (AC);   apparato
respiratorio (AR); apparati vari (AV); apparato osteo-artro-muscolare
superiore (LS); apparato osteo-artro-muscolare inferiore (LI);  vista
(VS); udito (AU). 
    Tale profilo minimo dovra' essere conservato per tutta la  durata
del   corso.   Per   la    caratteristica    somato-funzionale    AV,
indipendentemente dal coefficiente assegnato, la  carenza  accertata,
totale o  parziale,  dell'enzima  G6PD  non  puo'  essere  motivo  di
esclusione, ai sensi dell'art. 1 della legge n. 109/2010,  richiamata
nelle premesse al bando. 
    Altresi', i concorrenti riconosciuti affetti dal predetto deficit
di G6PD dovranno rilasciare la dichiarazione di ricevuta informazione
e di responsabilizzazione, rinvenibile negli allegati  al  bando.  In
caso di mancata presentazione del referto di analisi  di  laboratorio
concernente il dosaggio del G6PD di cui al successivo paragrafo  3.5,
ai fini  della  definizione  della  caratteristica  somato-funzionale
AV-EI, limitatamente alla carenza di predetto enzima, al coefficiente
attribuito sara' aggiunta la dicitura «deficit di G6PD non definito». 
    La Commissione,  seduta  stante,  comunichera'  per  iscritto  al
candidato  l'esito  dell'accertamento   dell'idoneita'   psico-fisica
sottoponendogli il verbale contenente uno dei seguenti giudizi: 
      «idoneo», con l'indicazione del profilo sanitario; 
      «inidoneo», con l'indicazione della causa di inidoneita'. 
    Il giudizio  e'  definitivo  e  non  comporta  l'attribuzione  di
punteggio. 
    I concorrenti che in sede di visita medica  saranno  riconosciuti
nelle condizioni di cui all'art.  10,  comma  3  del  bando  potranno
essere   ammessi,   con   riserva,   a    sostenere    l'accertamento
dell'idoneita' attitudinale di cui al successivo paragrafo 3.3. 
    Per i concorrenti di sesso femminile, in caso di accertato  stato
di gravidanza, la  Commissione  procedera'  secondo  quanto  indicato
all'art. 10, comma 4 del bando. 
 3.3 Accertamento dell'idoneita' attitudinale (art. 11 del bando). 
    I  candidati  giudicati  idonei  all'accertamento  dell'idoneita'
psico-fisica,  nonche'  quelli  ammessi  con  riserva  ai  sensi  del
precedente paragrafo 3.2, saranno sottoposti, a cura della competente
Commissione a  una  serie  di  prove  (test,  questionari,  prove  di
performance, intervista attitudinale individuale)  volte  a  valutare
oggettivamente il possesso dei requisiti  necessari  all'arruolamento
in qualita' di Maresciallo della Marina militare con il grado di Capo
di 3ª classe. Tale valutazione, che sara'  svolta  con  le  modalita'
indicate nelle «Norme per  la  selezione  attitudinale  nel  concorso
Marescialli della Marina militare», edite dal  Comando  scuole  della
Marina  e,  con  riferimento,   alla   direttiva   tecnica   «Profili
attitudinali del personale della Marina militare», edita dallo  Stato
Maggiore della Marina, entrambe vigenti  all'atto  dell'effettuazione
degli  accertamenti,   si   articolera'   in   specifici   indicatori
attitudinali per le seguenti aree di indagine: 
      area stile di pensiero; 
      area emozioni e relazioni; 
      area produttivita' e competenze gestionali; 
      area motivazionale. 
    A ciascuno degli indicatori  attitudinali  verra'  attribuito  un
punteggio di livello, la cui assegnazione terra' conto della seguente
scala di valori: 
      punteggio 1: livello di forte carenza dell'indice in esame; 
      punteggio 2: livello scarso dell'indice in esame; 
      punteggio 3: livello medio dell'indice in esame; 
      punteggio 4: livello discreto dell'indice in esame; 
      punteggio 5: livello buono/ottimo dell'indice in esame. 
    La Commissione assegnera', a ciascun concorrente, un punteggio di
livello attitudinale  sulla  scorta  dei  punteggi  attribuiti  nella
sintesi psicologica dei test e dei  punteggi  assegnati  in  sede  di
intervista attitudinale individuale.  Tale  punteggio  sara'  diretta
espressione  degli  elementi  preponderanti  emergenti  dai   diversi
momenti valutativi. 
    Al  termine  dell'accertamento  dell'idoneita'  attitudinale   la
Commissione esprimera' un giudizio di  idoneita'  o  inidoneita'.  Il
giudizio di inidoneita' verra' espresso nel caso in cui il  candidato
riporti un punteggio di  livello  attitudinale  globale  inferiore  a
quello minimo previsto dalla vigente normativa tecnica. 
    Il  giudizio,  comunicato  seduta  stante  agli  interessati,  e'
definitivo e non  comporta  attribuzione  di  punteggio  incrementale
utile ai fini della formazione delle graduatorie di merito. 
3.4 Prove di verifica dell'efficienza fisica (art. 12 del bando). 
    Al termine dell'accertamento dell'idoneita' attitudinale  di  cui
al precedente paragrafo 3.3 i concorrenti  giudicati  idonei  saranno
sottoposti, a cura della Commissione di cui al  precedente  paragrafo
2.4,  alle  prove  di  verifica  dell'efficienza   fisica,   che   si
svolgeranno presso il Centro di selezione della  Marina  militare  di
Ancona e/o presso idonee strutture sportive  nella  sede  di  Ancona.
Detta Commissione si potra' avvalere, per l'esecuzione delle  singole
prove, del supporto di ufficiali e/o sottufficiali esperti di settore
della Forza armata ovvero di esperti di settore  esterni  alla  Forza
armata per le singole prove, che hanno diritto  di  voto  nelle  sole
prove per i quali sono aggregati. 
    Alle prove  di  verifica  dell'efficienza  fisica  i  concorrenti
dovranno presentarsi muniti di tuta da ginnastica,  scarpe  ginniche,
costume da bagno, accappatoio, ciabatte e cuffia da piscina (in gomma
o altro materiale idoneo), occhialini da piscina (facoltativi). 
    Le prove consistono nell'esecuzione di esercizi  obbligatori,  il
cui esito comporta un giudizio  di  idoneita'  o  inidoneita',  e  di
esercizi facoltativi con attribuzione di punteggi incrementali  utili
ai fini della formazione delle  graduatorie  come  specificato  nelle
seguenti tabelle. Anche  agli  esercizi  obbligatori  sono  associati
punteggi incrementali. 
3.4.1 Prove obbligatorie: 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
   (*) Per la prova degli addominali  sara'  assegnato  un  punteggio
incrementale, stabilito secondo i seguenti  criteri,  ai  concorrenti
che, dopo aver raggiunto il numero minimo di addominali previsti  per
l'idoneita' alla prova, proseguano  l'esercizio  senza  soluzione  di
continuita', nello stesso tempo massimo di  2  minuti  stabilito  per
l'idoneita' alla prova: 
     concorrenti di sesso maschile: punti 0,05 (fino a un massimo  di
punti 1) per ogni flessione del  tronco  oltre  la  22ª,  fino  a  un
massimo di 42; 
    concorrenti di sesso femminile: punti 0,05 (fino a un massimo  di
punti 1) per ogni flessione del tronco oltre  la  19  ª,  fino  a  un
massimo di 39. 
  (**) Per la prova di nuoto 25 metri sara'  assegnato  un  punteggio
incrementale secondo i criteri riportati nella seguente tabella: 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
   Al tipo di partenza scelta per la prova di nuoto  verra'  altresi'
attribuito un punteggio incrementale come da seguente tabella: 
    
 
            =============================================
            |Tipo di partenza | Punteggio incrementale  |
            +=================+=========================+
            |  Da blocco di   |                         |
            |    partenza     |           0,30          |
            +-----------------+-------------------------+
            | Da bordo vasca  |           0,15          |
            +-----------------+-------------------------+
            |    In acqua     |            0            |
            +-----------------+-------------------------+
 
(***) Per la prova dei piegamenti sulle braccia  sara'  assegnato  un
punteggio incrementale, stabilito  secondo  i  seguenti  criteri,  ai
concorrenti che, dopo aver raggiunto il numero minimo  di  piegamenti
previsti per l'idoneita' alla  prova,  proseguano  l'esercizio  senza
soluzione di continuita', nello stesso  tempo  massimo  di  2  minuti
stabilito per l'idoneita' alla prova: 
    concorrenti di sesso maschile: punti 0,03 (fino a un  massimo  di
punti 0,60 per ogni piegamento oltre il 13°, fino a un massimo di 33; 
    concorrenti di sesso femminile: punti 0,03 (fino a un massimo  di
punti 0,60 per ogni piegamento oltre il 10°, fino a un massimo di 30. 
3.4.2 Prove facoltative: 
  
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
 (*) Da svolgere su pista di atletica o in terra battuta  o  comunque
su terreno vario sostanzialmente pianeggiante. 
 3.4.3   Modalita'   di   svolgimento   delle   prove   di   verifica
dell'efficienza fisica: 
      le modalita' di esecuzione delle prove  saranno  illustrate  ai
concorrenti,  prima  della   loro   effettuazione,   dalla   preposta
Commissione. 
    a) Prova di nuoto: il concorrente dovra' aver cura di mangiare in
tempi e/o quantita' tali da non ingenerare il rischio di congestione.
Dovra' presentarsi munito di costume da bagno e cuffia,  l'uso  degli
occhialini da piscina e' facoltativo.  Per  essere  giudicato  idoneo
alla prova  il  concorrente,  alla  ricezione  dell'apposito  segnale
prodotto (che  coincidera'  con  lo  start  del  cronometro),  dovra'
iniziare la prova, con partenza e stile a scelta del medesimo e senza
ricorrere ad alcun  appoggio  sui  galleggianti  divisori  di  corsia
eventualmente presenti (pena il giudizio di inidoneita' alla  prova),
e percorrere la distanza di 25 metri entro  il  tempo  massimo  sopra
indicato.  A  ciascun  concorrente,  la  Commissione  assegnera'   un
punteggio secondo i criteri stabiliti nella relativa tabella. 
    b) Piegamenti sulle braccia: il concorrente dovra' indossare tuta
da ginnastica e/o maglietta e idonee  scarpe  da  ginnastica.  Dovra'
iniziare la prova in posizione prona, completamente  disteso  con  il
palmo delle mani poggiato sul pavimento direttamente sotto  il  punto
esterno delle spalle, le gambe unite e con  la  punta  dei  piedi  in
appoggio  a  terra.  Per  essere  giudicato  idoneo  alla  prova   il
concorrente,  alla  ricezione  dell'apposito  segnale  prodotto  (che
coincidera' con lo start del cronometro), dovra' eseguire,  entro  il
limite massimo di 2 minuti  e  senza  soluzione  di  continuita',  un
numero maggiore  o  uguale  a  quello  di  piegamenti  sulle  braccia
previsti dalla relativa tabella, con le seguenti modalita': 
      sollevare da terra il corpo (capo - tronco - arti inferiori) in
posizione allineata, estendendo completamente le braccia; 
      una volta raggiunta la posizione di  massima  estensione  delle
braccia, abbassare il corpo (capo  -  tronco  -  arti  inferiori)  in
posizione allineata, piegando le braccia fino a sfiorare il pavimento
con il petto e con il viso; 
      ripetere i piegamenti senza interruzioni. 
    Un  membro   della   Commissione,   osservatore   dell'esercizio,
provvedera' al conteggio a voce alta dei soli esercizi  correttamente
eseguiti dal concorrente, non conteggera' invece quelli  eseguiti  in
maniera scorretta e comunichera' lo scadere del tempo disponibile per
la prova. A ciascun concorrente che, dopo aver  raggiunto  il  numero
minimo di piegamenti  previsti  per  l'idoneita'  alla  prova,  avra'
deciso di proseguire  l'esercizio  senza  soluzione  di  continuita',
nello stesso tempo massimo di 2 minuti stabilito per l'idoneita' alla
prova, la Commissione  assegnera'  un  punteggio  secondo  i  criteri
stabiliti nel precedente paragrafo 3.4.1. 
    c) Addominali: esecuzione di un numero maggiore o uguale a quello
sopra indicato di flessioni del tronco entro il limite massimo  di  2
minuti, con le seguenti modalita' di esecuzione: 
      partenza dalla posizione supina, mani  dietro  la  nuca,  gambe
flesse e piedi bloccati da altro concorrente; 
      sollevare il tronco fino a portarlo oltre la verticale; 
    da tale posizione, senza riposare, riabbassare il tronco  fino  a
sfiorare con la nuca il pavimento e rialzarlo, senza riposare. 
    Un  membro   della   Commissione,   osservatore   dell'esercizio,
conteggera' a voce alta i soli esercizi  eseguiti  correttamente  dal
concorrente,  non  conteggera'  invece  quelli  eseguiti  in  maniera
scorretta e comunichera' lo scadere  del  tempo  disponibile  per  la
prova. A ciascun concorrente  che,  dopo  aver  raggiunto  il  numero
minimo di piegamenti  previsti  per  l'idoneita'  alla  prova,  avra'
deciso di proseguire  l'esercizio  senza  soluzione  di  continuita',
nello stesso tempo massimo di 2 minuti stabilito per l'idoneita' alla
prova, la Commissione  assegnera'  un  punteggio  secondo  i  criteri
stabiliti al precedente paragrafo 3.4.1. 
    d) Apnea dinamica: per essere giudicato  idoneo  alla  prova,  il
candidato dovra' nuotare in apnea con il  corpo  totalmente  immerso,
nel tempo massimo di 2 minuti,  partendo  da  fermo  senza  l'ausilio
della spinta da bordo piscina  e  senza  mai  uscire  dall'acqua.  Un
membro della  Commissione,  osservatore  dell'esercizio,  provvedera'
alla misurazione del percorso effettuato e  comunichera'  lo  scadere
del tempo disponibile per la  prova.  La  Commissione  assegnera'  il
punteggio secondo  i  criteri  stabiliti  nella  tabella  di  cui  al
precedente paragrafo 3.4.2. 
    e) Corsa piana di metri 2.000: per essere giudicato  idoneo  alla
prova, il candidato dovra' eseguire la corsa piana nel tempo  massimo
indicato nella relativa tabella.  Un  membro  o  collaboratore  della
Commissione,  osservatore  dell'esercizio,  cronometrera'  il   tempo
impiegato  dai  candidati.  A  ciascun  candidato   che   completera'
l'esercizio la Commissione assegnera' un punteggio secondo i  criteri
stabiliti nella tabella di cui al precedente paragrafo 3.4.2. 
3.4.4 Valutazione nelle prove di verifica dell'efficienza fisica. 
    Per   essere   giudicato   idoneo   alle   prove   di    verifica
dell'efficienza fisica il concorrente dovra' essere risultato  idoneo
in  ciascuna  delle  prove   di   verifica   dell'efficienza   fisica
obbligatorie. 
    Qualora il concorrente non consegua l'idoneita' anche in una sola
prova obbligatoria, sara' giudicato inidoneo alle prove  di  verifica
dell'efficienza fisica prescindendo  dal  risultato  delle  eventuali
prove   facoltative   sostenute.   Tale   giudizio,   definitivo    e
inappellabile, comportera' l'esclusione dal concorso. 
    Il   mancato   superamento   degli   esercizi   facoltativi   non
determinera' il giudizio di inidoneita' ma ad essi, qualora  eseguiti
dai concorrenti, saranno attribuiti i punteggi incrementali stabiliti
dalle relative tabelle. 
    La somma di detti punteggi e dei punteggi conseguiti nelle  prove
obbligatorie  concorrera',  sino  ad  un  massimo  di  punti  4  alla
formazione delle graduatorie finali di cui al successivo paragrafo 5. 
3.4.5 Disposizioni in caso di impedimento per infortunio. 
    I concorrenti affetti da  postumi  di  infortuni  precedentemente
subiti potranno portare al seguito ed esibire prima dell'inizio delle
prove  idonea  certificazione  medica  che   sara'   valutata   dalla
Commissione per le prove di verifica dell'efficienza fisica.  Questa,
sentito l'ufficiale medico, adottera' le conseguenti  determinazioni,
eventualmente  autorizzando  il  differimento  ad  altra  data  della
effettuazione delle prove. 
    I  concorrenti  che  prima  dell'inizio  delle  prove   dovessero
accusare una indisposizione  o  che  dovessero  infortunarsi  durante
l'esecuzione di uno degli esercizi dovranno informare  immediatamente
la  Commissione  la  quale,  sentito  l'ufficiale  medico  designato,
adottera' le conseguenti determinazioni. 
    Non saranno prese in considerazione richieste di  differimento  o
di ripetizione delle  prove  formulate  da  concorrenti  che  abbiano
portato comunque a compimento, anche se con esito negativo, le  prove
di verifica dell'efficienza fisica. 
    I concorrenti che, nei casi sopraindicati, hanno  ottenuto  dalla
Commissione l'autorizzazione al  differimento  dell'effettuazione  di
tutte o di parte delle  prove  di  verifica  dell'efficienza  fisica,
saranno convocati -mediante avviso inserito nell'area  privata  della
sezione comunicazioni del portale  dei  concorsi-  per  sostenere  le
prove in altra data. Tale data non  potra',  in  alcun  caso,  essere
successiva al 20°  giorno  a  decorrere  dalla  data  originariamente
prevista per l'esecuzione delle  prove  di  verifica  dell'efficienza
fisica (estremi inclusi). 
    Ai    concorrenti    che    risulteranno    impossibilitati    ad
effettuare/completare le prove anche nel giorno indicato nella  nuova
convocazione ricevuta o che non si presenteranno a sostenerle in tale
data, la Commissione attribuira' giudizio di inidoneita'  alle  prove
di verifica dell'efficienza fisica. 
    Tale giudizio, che e' definitivo,  comportera'  l'esclusione  dal
concorso senza ulteriori comunicazioni. 
    I giudizi, che saranno comunicati per iscritto ai  concorrenti  a
cura della Commissione  di  cui  al  precedente  paragrafo  2.4  sono
definitivi. I concorrenti  giudicati  inidonei  saranno  esclusi  dal
concorso senza ulteriori comunicazioni. 
3.5 Documentazione da presentare per l'ammissione  agli  accertamenti
dell'idoneita' psico-fisica, attitudinale e alle  prove  di  verifica
dell'efficienza fisica (artt. 10, 11 e 12 del bando). 
    I concorrenti convocati  presso  il  Centro  di  selezione  della
Marina militare di Ancona per  essere  sottoposti  agli  accertamenti
dell'idoneita' psicofisica, attitudinale e  alle  prove  di  verifica
dell'efficienza  fisica,  all'atto  della   presentazione,   dovranno
produrre i seguenti documenti in originale o in copia  resa  conforme
nei termini di legge, effettuati (a meno di diversa indicazione  e  a
eccezione di quello del gruppo sanguigno e del referto di analisi  di
laboratorio concernente il dosaggio del G6PD) in data  non  anteriore
ai sei mesi precedenti la data  di  presentazione  agli  accertamenti
psico-fisici: 
      referto delle analisi del sangue concernente: 
        emocromo completo con formula leucocitaria; 
        azotemia; 
        VES; 
        glicemia; 
        creatininemia; 
        trigliceridemia; 
        colesterolemia totale e frazionata; 
        transaminasemia (GOT e GPT); 
        bilirubinemia diretta e indiretta; 
        gamma GT; 
        attestazione del gruppo sanguigno; 
        analisi delle urine con esame del sedimento; 
        markers virali delle epatiti: anti-HAV (IgM ed  IgG),  HbsAg,
anti-HBs, anti-HBc e anti-HCV; 
        ricerca anticorpi per HIV; 
      certificato  rilasciato  dal  medico  di  fiducia   (ai   sensi
dell'art. 25 della legge 23 dicembre 1978, n. 833) secondo il modello
rinvenibile tra gli allegati al bando. Tale certificato dovra'  avere
una data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di presentazione; 
    originale o copia conforme del certificato medico,  in  corso  di
validita'  annuale,  attestante  l'idoneita'  all'attivita'  sportiva
agonistica per l'atletica leggera e  per  il  nuoto,  ovvero  per  le
discipline  sportive  riportate  nella  tabella  B  del  decreto  del
Ministero della sanita' del 18 febbraio  1982  ovvero  per  le  prove
indette  dal  Ministero  della  difesa  per  la  partecipazione  alle
selezioni per  l'arruolamento,  in  data  non  anteriore  a  un  anno
rispetto a quella di  presentazione  alle  prove,  rilasciato  da  un
medico appartenente alla Federazione medico- sportiva italiana ovvero
a struttura sanitaria pubblica o privata accreditata con il  Servizio
sanitario nazionale e che esercita in  tali  ambiti  in  qualita'  di
medico specializzato in medicina dello sport. La mancata  o  difforme
presentazione  di  tale  certificato  comportera'  l'esclusione   dal
concorso; 
      ai soli fini  dell'eventuale  successivo  impiego,  referto  di
analisi di  laboratorio  concernente  il  dosaggio  quantitativo  del
glucosio  6-fosfatodeidrogenasi  (G6PD),  eseguito  sulle  emazie  ed
espresso in termini di percentuale enzimatica. 
    I concorrenti di sesso femminile, in  aggiunta  a  quanto  sopra,
dovranno consegnare anche: 
      referto attestante l'esito del  test  di  gravidanza,  mediante
analisi  su  sangue  o  urine,  effettuato  entro  i  cinque   giorni
antecedenti la data di presentazione per l'effettuazione delle  prove
di verifica dell'efficienza fisica; 
      ecografia pelvica, con relativo referto, eseguita entro  i  sei
mesi   precedenti   dal   giorno   stabilito   per    l'effettuazione
dell'accertamento dell'idoneita' psico-fisica. 
    L'accertato stato di gravidanza  impedira'  alle  concorrenti  di
essere   sottoposte   all'accertamento   dell'efficienza   fisica   e
comportera' quanto previsto all'art. 10, comma 4 del bando. 
    I   concorrenti   gia'    giudicati    idonei    all'accertamento
dell'idoneita' psico-fisica nei 365 giorni  antecedenti  la  data  di
presentazione presso il Centro di  selezione  della  Marina  militare
nell'ambito di un concorso della stessa Forza armata, dovranno  anche
esibire  il  relativo   verbale   contenente   il   giudizio   finale
dell'accertamento. 
    I certificati/referti dovranno essere rilasciati da una struttura
sanitaria pubblica, anche militare,  o  privata  accreditata  con  il
Servizio sanitario nazionale. In quest'ultimo caso, oltre al referto,
dovra' essere consegnata in originale, o in copia resa  conforme  nei
termini di legge, l'attestazione, rilasciata dalla struttura privata,
che la medesima e' accreditata con il  Servizio  sanitario  nazionale
per il rilascio del referto di cui trattasi. 
    Tutti  i  concorrenti  dovranno,  altresi',  consegnare  apposita
dichiarazione di consenso informato all'effettuazione del  protocollo
diagnostico, nonche' la dichiarazione di  ricevuta  informazione  sui
protocolli vaccinali previsti per  il  personale  militare,  entrambe
rinvenibili tra gli Allegati al bando. 
    I concorrenti che non  presenteranno  i  suddetti  documenti  non
saranno  ammessi  a   sostenere   gli   accertamenti   dell'idoneita'
psico-fisica/attitudinale/prove di verifica dell'efficienza fisica  e
saranno esclusi dal concorso, fatta eccezione  dell'attestazione  del
gruppo sanguino, dell'analisi completa delle urine e del  referto  di
analisi di laboratorio concernente il dosaggio del G6PD. Quest'ultimo
dovra' comunque essere prodotto dai vincitori del concorso,  all'atto
della presentazione  presso  la  Scuola  sottufficiali  della  Marina
militare. 
3.6 Prova orale (art. 13 del bando). 
    I  concorrenti  risultati   idonei   alle   prove   di   verifica
dell'efficienza fisica saranno ammessi a  sostenere  la  prova  orale
sugli argomenti previsti dal programma di seguito riportato. In  tale
occasione dovranno consegnare al personale preposto un  plico  chiuso
contenente la documentazione relativa ai titoli di  merito  posseduti
di cui al successivo paragrafo 4. 
    Tale prova avra' luogo presso il Centro di selezione della Marina
di Ancona, indicativamente nel mese di giugno 2019. 
    I concorrenti che non si presentano nel giorno stabilito  saranno
considerati rinunciatari e quindi esclusi dal concorso. 
    La prova orale si intendera' superata  se  il  concorrente  avra'
ottenuto una votazione non inferiore a 18/30, utile per la formazione
delle graduatorie di merito di cui al successivo paragrafo 5. 
    La Commissione  esaminatrice  di  cui  precedente  paragrafo  2.1
interroghera'  i  concorrenti  sulle  materie  d'esame   di   seguito
riportate. 
3.6.1    Parte    I    -    Materie    comuni    per     tutte     le
categorie/specialita'/abilitazioni: 
    Anatomia e fisiologia umana: 
      apparato locomotore; 
      apparato cardiocircolatorio e linfatico; 
      apparato respiratorio; 
      apparato digerente; 
      apparato tegumentario; 
      apparato genito-urinario; 
    principi generali sul Sistema nervoso  centrale  e  periferico  e
sull'Apparato neuroendocrino. 
    Fondamenti di legislazione in ambito sanitario: 
      cenni di diritto; 
      ordinamento giuridico dello Stato italiano; 
    organizzazione della sanita' a partire dalla legge n. 833/78 alla
legge di  riordino  del  Servizio  sanitario  nazionale  attuato  dal
decreto legislativo n. 502/92 e decreto legislativo n. 229/99; 
      le professioni sanitarie; 
      ordini e collegi professionali; 
      forme di attivita' professionale di rilevanza giuridica; 
      segreto professionale e Codice in  materia  di  protezione  dei
dati personali (decreto legislativo n. 30 giugno 2003, n. 196). 
    Igiene: 
      definizioni di epidemiologia, igiene e sanita' pubblica; 
      il concetto di salute e la sua evoluzione nel tempo; 
      agente etiologico e di fattore di rischio; 
      prevenzione  primaria,  secondaria  e  terziaria  (concetto  di
«promozione della salute»); 
      fonti dei dati in epidemiologia; 
      generalita' sugli studi epidemiologici descrittivi, analitici e
sperimentali; 
      principi generali di profilassi delle malattie infettive. 
    Biologia: 
      la microbiologia e la salute umana; 
      DNA e RNA: struttura e funzioni; 
      cellule procariote ed eucariote; 
      struttura e replicazione dei batteri, miceti e virus; 
      interazione  ospite-parassita.   Infezione,   patogenicita'   e
virulenza; 
      parassitologia: generalita' sui parassiti  e  malattie  causate
nell'uomo. 
3.6.2      Parte      II      -      Materie      delle       singole
categorie/specialita'/abilitazioni. 
    a. Per gli  otto  posti  per  la  categoria/specialita'  servizio
sanitario/infermieri (SS/I): 
    Infermieristica clinica generale e specialistica: 
      storia dell'evoluzione culturale e professionale  in  Italia  e
all'estero; 
      il Codice deontologico; 
      problem solving e processo di nursing; 
      aspetti legati alla somministrazione di farmaci; 
    assistenza infermieristica - funzioni specifiche:  pianificazione
assistenziale standard dei problemi individuati; 
      assistenza peri-operatoria; 
      assistenza al paziente con dolore; 
      concetto di area critica, algoritmo del soccorso,  rianimazione
(BLS, ALS), il triage; 
      percorso assistenziale infermieristico riferito ad una  persona
in condizioni critiche; 
      assistenza infermieristica al paziente con malattie infettive. 
    b. Tre posti per la  categoria/specialita'/abilitazione  servizio
sanitario/tecnici sanitari/radiologia medica (SS/T RM).: 
      Biologia:   cellule   e   tessuti.   La   crescita    tumorale.
Radiobiologia. 
    Anatomia umana normale e fisiologia: tutti gli apparati. 
    Anatomia radiologica umana, tecnica e metodologia  in  RX  e  TC:
tutti   gli   apparati   con   particolare   riguardo    all'apparato
respiratorio, osteo-articolare ed odontoiatrico. 
    Fisica e fisica medica: grandezze fisiche  e  unita'  di  misura.
Radioattivita'.   Onde    elettromagnetiche:    caratteristiche    ed
interazione con la materia. Formazione ed elaborazione delle immagini
radiologiche analogiche e digitali. Dosimetria. Elementi di fisica in
ecografia ed risonanza  magnetica.  Sorveglianza  fisica  ambientale.
Elementi di statistica medica. 
    Radiologia: apparecchiature radiologiche:  funzionamento  e  basi
fisiche, studio dei vari apparati protocolli e criteri di correttezza
in radiologia convenzionale e TC. Tecniche radiologiche convenzionali
aggiuntive.  Post-Processing  in  TC.  Mezzi  di  contrasto  in   TC.
Protocolli RM in ambito muscolo-scheletrico. Artefatti in TC  ed  RM.
Studio radiologico dei pazienti urgenti.  RIS-Pacs.  Radioprotezione.
Controlli di qualita'. Cenni di tecniche di radiologia pediatrica. 
    Elementi di senologia e neuroradiologia: modalita'  di  studio  e
tecniche. 
    Cenni di medicina nucleare e radioterapia. 
    Medicina del lavoro e legale con attinenza in ambito radiologico:
sicurezza degli operatori  sanitari  e  prevenzione  delle  patologie
professionali,  sicurezza  ed  infortuni   sul   lavoro.   Principali
patologie  professionali  oggetto  di   indagini   diagnostiche   (da
sovraccarico  meccanico,  da  vizi  di  posture,  da  agenti  fisici,
biologici e polveri: baropatie e pneumopatie). Segreto  professionale
e d'ufficio. Tutela della privacy. 
    c.  Per  i  due  posti  per  la  categoria/specialita'   servizio
sanitario/tecnici sanitari/laboratorio biomedico (SS/T lb): 
      tecniche diagnostiche di patologia clinica, immunoematologia  e
medicina trasfusionale: 
        concetto di matrice biologica; 
        esame delle urine e del sedimento urinario; 
        esame emocromocitometrico e valutazione  della  funzionalita'
piastrinica; 
        valutazione della coagulazione e della fibrinolisi; 
        biomarcatori di necrosi cellulare, tumorali e della  funzione
endocrina; 
        reazione antigene-anticorpo  ed  i  reagenti  utilizzati  nel
laboratorio d'immunoematologia; 
        reazione di agglutinazione e fasi di agglutinazione; 
        tecniche per la determinazione del gruppo ABO e  del  fattore
Rh(D); 
        test di Coombs indiretto e diretto; 
        indagini sierologiche delle malattie emolitiche autoimmuni; 
        accertamenti in caso di reazione trasfusionale; 
        tecniche  di  biologia  molecolare  applicate   al   Servizio
trasfusionale; 
        la produzione e la conservazione degli emocomponenti. 
4. Titoli di merito (art. 14 del bando). 
    E' onere dei  concorrenti  fornire  informazioni  dettagliate  su
ciascuno dei titoli posseduti ai fini della loro corretta valutazione
da parte della Commissione esaminatrice. A tale fine,  saranno  presi
in considerazione esclusivamente i titoli: 
      posseduti alla data di scadenza del  termine  di  presentazione
delle domande; 
      dichiarati nella domanda di partecipazione; 
    documentati,  anche   mediante   la   dichiarazione   sostitutiva
rinvenibile negli allegati al  bando,  all'atto  della  presentazione
presso il Centro di selezione della Marina  militare  di  Ancona  per
sostenere la prova orale di cui al precedente paragrafo 3.6. 
    Non sara' presa in considerazione la  documentazione  riguardante
titoli di merito non dichiarati nella domanda di  partecipazione  pur
essendo, il possesso di tali titoli riferibile a data antecedente  il
termine di scadenza del bando. 
    La Commissione di cui al  precedente  paragrafo  2.1  provvedera'
alla valutazione dei titoli di merito dei concorrenti, assegnando  ai
medesimi i seguenti punteggi, fino a  un  massimo  di  5/30,  per  il
possesso di: 
      a)  laurea  di  primo  livello  dichiarata  quale   titolo   di
partecipazione al concorso: 0,40/30 punti  per  ogni  centodecimo  di
voto superiore ai  104/110,  piu'  punti  0,6/30  per  la  lode,  con
attribuzione di un punteggio massimo di 3/30; 
      b)  possesso  delle  seguenti  ricompense  militari  e   civili
conseguite durante il  periodo  di  servizio  militare  eventualmente
prestato, fino a un massimo di punti 2/30: 
        per ogni medaglia d'oro al valor  militare  o  civile:  punti
2/30; 
        per ogni medaglia d'argento al valor militare o civile: punti
1,5/30; 
        per ogni medaglia di bronzo al valor militare o civile: punti
1,2/30; 
        per ogni ricompensa al valor di Marina o per meriti  speciali
ed eccezionali: punti 0,8/30; 
        per ogni encomio solenne: punti 0,5/30 (per un massimo di due
encomi). 
    La Commissione esaminatrice valutera' i  titoli,  posseduti  alla
data di scadenza del termine  di  presentazione  delle  domande,  che
siano stati dichiarati con le modalita' suindicate. 
    In particolare, dovra' essere allegata copia per  immagini  (file
formato pdf) della documentazione comprovante il possesso del diploma
di abilitazione all'esercizio della relativa professione. Qualora sul
modello di domanda  on-line  l'area  relativa  alla  descrizione  dei
titoli di merito  posseduti  fosse  insufficiente  per  elencare  gli
stessi in maniera dettagliata  e  completa,  i  concorrenti  potranno
allegare alla domanda delle dichiarazioni sostitutive  rilasciate  ai
sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28  dicembre  2000,
n. 445, con le modalita' indicate dall'art. 4 del bando. 
5. Graduatorie finali di merito (art. 15 del bando). 
    La Commissione esaminatrice, di cui al precedente paragrafo  2.1,
formera'  la  graduatoria  finale  di  merito  secondo  l'ordine  dei
punteggi conseguiti dai candidati idonei sommando: 
      a) il punteggio conseguito nella prova scritta per la  verifica
delle qualita' culturali e intellettive; 
      b)   il   punteggio   riportato   alle   prove   di    verifica
dell'efficienza fisica; 
      c) il punteggio riportato nella prova orale; 
      d) il punteggio attribuito ai titoli dei merito. 
    Nella redazione delle graduatorie  finali  di  merito  la  stessa
Commissione terra' conto delle riserve di posti di cui al  precedente
paragrafo 1.3. 
    Fermo restando quanto precede, a parita' di punteggio sara'  data
la precedenza al candidato in possesso di titoli di preferenza di cui
all'art. 15, comma 2 del bando. In caso di  ulteriore  parita'  sara'
data la precedenza al candidato piu' giovane di eta'. 
 
                    Appendice Aeronautica Militare 
 
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento, a nomina
  diretta, di cinque Marescialli dell'Aeronautica militare. 
1. Posti a concorso (art. 1 del bando). 
    I posti disponibili per  il  concorso  pubblico,  per  titoli  ed
esami,  per  il  reclutamento  a  nomina  diretta   dei   Marescialli
dell'Aeronautica militare con il grado di Maresciallo di  3ª  classe,
sono  complessivamente  cinque  posti  per  la  Categoria   supporto,
Specialita' manutenzione tecnica, Qualifica Edile. Titolo  di  studio
richiesto: (classe L-7)  laurea  triennale  in  Ingegneria  civile  e
ambientale  oppure  (classe  L-17)  laurea   triennale   in   Scienze
dell'architettura oppure (classe L-23) laurea triennale in Scienze  e
tecniche dell'edilizia. 
    Dei posti indicati  al  paragrafo  1  lettere  b),  un  posto  e'
riservato al personale indicato all'art. 1, comma  2  del  bando.  Il
posto  riservato  non  coperto   per   insufficienza   di   candidati
riservatari idonei sara' devoluto agli altri candidati idonei secondo
l'ordine della graduatoria finale di merito. 
2. Commissioni (art. 8 del bando). 
  2.1 Commissioni esaminatrici 
  2.1.1 Commissione esaminatrice 
    La Commissione esaminatrice sara' cosi' composta: 
      un  ufficiale  dell'Aeronautica  di  grado  non   inferiore   a
Colonnello, presidente; 
      due ufficiali superiori dell'Aeronautica, membri; 
      un ufficiale inferiore dell'Aeronautica di grado non  inferiore
a Capitano, segretario senza diritto di voto; 
      un ufficiale dell'Aeronautica, membro aggiunto  per  la  lingua
inglese. 
    La Commissione potra' essere  integrata  da  uno  o  piu'  membri
aggiunti, militari  o  civili,  per  le  singole  professionalita'  a
concorso. 
2.2 Commissione per l'accertamento dell'idoneita' psico-fisica. 
    La Commissione  per  l'accertamento  dell'idoneita'  psico-fisica
sara' composta da: 
      un ufficiale medico  dell'Aeronautica  militare  di  grado  non
inferiore, pari o superiore  a  Colonnello  in  servizio  permanente,
presidente; 
      due ufficiali superiori  medici  dell'Aeronautica  militare  in
servizio permanente, membri; 
      un ufficiale inferiore o un Primo Maresciallo  dell'Aeronautica
militare senza diritto di voto, segretario. 
2.3 Commissione per l'accertamento dell'idoneita' attitudinale. 
    La Commissione  per  l'accertamento  dell'idoneita'  attitudinale
sara' composta da: 
      un Tenente Colonnello  dell'Aeronautica  militare  in  servizio
permanente,  ufficiale  perito  selettore  abilitato  alle  selezioni
speciali, presidente; 
      due   ufficiali   di   grado   non   inferiore    a    Capitano
dell'Aeronautica militare di cui almeno uno specialista in  selezione
attitudinale, di grado non superiore a quello del presidente, membri; 
      un ufficiale di grado non superiore a Capitano dell'Aeronautica
militare senza diritto di voto, segretario. 
    La Commissione si avvarra' del supporto di ufficiali  specialisti
in selezione attitudinale. 
3. Svolgimento del concorso. 
  3.1 Prova scritta  per  la  verifica  delle  qualita'  culturali  e
intellettive (art. 9 del bando). 
    La  prova  consistera'  nella   somministrazione   collettiva   e
standardizzata di un questionario composto da 100 quesiti a  risposta
multipla di cui n. 10 di geografia, n. 15 di fisica, n. 15 di storia,
n. 15 di cittadinanza e costituzione, n. 15 di lingua italiana, n. 15
matematica e n. 15 di inglese. 
    La  prova   avra'   luogo   presso   il   Centro   di   selezione
dell'Aeronautica militare - Aeroporto Militare di Guidonia (RM) - via
Tenente  Colonnello  Di  Trani  (gia'  via  Sauro   Rinaldi   n.   3)
presumibilmente il 18 aprile 2019, di modalita' e durata che  saranno
rese note dalla preposta Commissione prima del suo inizio. 
    L'ordine di convocazione, la data e l'ora  di  svolgimento  della
prova saranno resi noti indicativamente nella prima decade  del  mese
di aprile 2019, mediante avviso consultabile nell'area  pubblica  del
portale, nonche' nel  sito  www.difesa.it  Lo  stesso  avviso  potra'
riguardare il rinvio ad altra data della pubblicazione  suddetta.  La
pubblicazione avra' valore  di  notifica  a  tutti  gli  effetti  nei
confronti  di  tutti  i  candidati.  La  Direzione  generale  per  il
personale militare si riserva la facolta' di pubblicare con le stesse
modalita' e, indicativamente, circa  quattro  settimane  prima  dello
svolgimento della prova, un archivio dal quale saranno estratti,  con
criteri di casualita', i  quesiti  che  costituiranno  oggetto  della
prova. 
    I concorrenti, ai quali  non  sia  stata  comunicata  la  mancata
ammissione al concorso, sono tenuti a presentarsi, presso la suddetta
sede, muniti di un documento di riconoscimento in corso di  validita'
rilasciato   da   un'Amministrazione   dello   Stato.   La    mancata
presentazione presso la sede di esame nella data e nell'ora stabilita
o la presentazione in ritardo, ancorche'  dovuta  a  cause  di  forza
maggiore, comportera' l'irrevocabile esclusione dal  concorso,  salvo
quanto previsto all'art. 1, comma 7 ovvero all'art. 7,  comma  5  del
bando. 
    Per le modalita' di svolgimento della prova saranno osservate, in
quanto applicabili, le disposizioni  dell'art.  13  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487  rinvenibili  negli
allegati. E' vietato, altresi', l'uso  di  computer  e  di  qualsiasi
apparecchiatura/supporto  informatico,  di  apparecchi  telefonici  o
ricetrasmittenti. L'inosservanza di tali prescrizioni  nonche'  delle
disposizioni  emanate   dalla   Commissione   esaminatrice   comporta
l'esclusione dalla prova. 
    La prova scritta, a cui sara' attribuito un punteggio massimo  di
30/30, si intendera' superata, salvi i  contingentamenti  di  seguito
illustrati per l'ammissione alla fase  successiva,  se  il  candidato
avra' raggiunto la valutazione minima di 18/30. 
    In fase di  correzione,  verranno  attribuiti  punti  1  ad  ogni
risposta esatta, punti - 0,25 a ciascuna risposta errata o  multipla,
punti 0 ad ogni risposta mancata. 
    Ai  concorrenti  verra'  attribuito  un  punteggio  espresso   in
trentesimi  ottenuto  moltiplicando  la  somma  dei  punti   per   il
coefficiente 0,3. 
    Il tempo a disposizione per la prova scritta  (comprensivo  della
lettura delle istruzioni) verra' comunicato prima  dell'inizio  della
stessa. 
    Al termine della prova scritta la Commissione esaminatrice di cui
al paragrafo 2.1,  provvedera'  a  formare  la  graduatoria.  Saranno
ammessi alla fase successiva i concorrenti che  avranno  superato  la
prova collocandosi entro il 70° posto. 
    Inoltre, saranno ammessi a sostenere i successivi accertamenti  i
concorrenti  che  avranno  conseguito  il  medesimo   punteggio   del
concorrente classificatosi, nella graduatoria provvisoria, all'ultimo
posto utile. 
    L'esito della prova e  il  calendario  degli  ammessi  alla  fase
successiva  saranno  resi  noti,  indicativamente  nei  dieci  giorni
successivi all'ultima sessione di prove, con  valore  di  notifica  a
tutti gli effetti per tutti i candidati, con le  modalita'  stabilite
all'art.  5  del  bando,  nei  siti  internet  www.difesa.it/concorsi
www.aeronautica.difesa.it Informazioni in merito  potranno,  inoltre,
essere chieste alla Direzione generale per il  personale  militare  -
Sezione relazioni con il pubblico, viale  dell'Esercito,  186,  00143
Roma (tel. 06517051012). 
3.2 Accertamento dell'idoneita' psico-fisica (art. 10 del bando). 
    I candidati convocati presso l'Istituto di Medicina  Aerospaziale
dell'Aeronautica militare «Aldo di Loreto» sito in via Piero  Gobetti
n.  2  -  Roma,  indicativamente  il  3  e  4  giugno  2019,   previa
sottoscrizione   della   dichiarazione    di    consenso    informato
all'effettuazione  del  protocollo  diagnostico  secondo  il  modello
rinvenibile tra gli Allegati al bando, saranno sottoposti,  da  parte
della preposta Commissione, all'accertamento psico-fisico al fine  di
verificare il possesso dell'idoneita'  psico-fisica  all'espletamento
del corso e al servizio permanente quale Maresciallo dell'Aeronautica
militare. Detti concorrenti dovranno portare al seguito  i  documenti
indicati nel successivo paragrafo 3.4. 
    La Commissione medica disporra' a quali  accertamenti  sottoporre
eventualmente gli  interessati  al  fine  di  confermare  o  meno  il
giudizio gia' espresso nel precedente concorso. 
    L'accertamento  sanitario  verra'  eseguito,  in  ragione   delle
condizioni del soggetto al momento della visita, secondo le modalita'
previste dalla normativa e dalle direttive vigenti. 
    La Commissione, presa visione della documentazione  sanitaria  di
cui  al   successivo   paragrafo   3.4   prodotta   dall'interessato,
sottoporra' i candidati a: 
      visita cardiologica con E.C.G.; 
      visita oculistica; 
      visita otorinolaringoiatrica con esame audiometrico; 
      visita psichiatrica; 
      analisi delle urine per  la  ricerca  dei  seguenti  cataboliti
urinari di sostanze stupefacenti e/o psicotrope: amfetamine, cocaina,
oppiacei,  cannabinoidi  e  barbiturici.  In  caso  di   positivita',
disporra' sul medesimo campione test  di  conferma  (gascromatografia
con spettrometria di massa); 
      controllo dell'abuso alcolico; 
      dosaggio enzimatico del glucosio 6-fosfatodeidrogenasi (G6PD); 
      visita medica generale: in tale sede la commissione giudichera'
inidoneo il candidato che presenta tatuaggi: 
        visibili  con  ogni  tipo  di  uniforme  (per  il   personale
femminile anche nella versione con  gonna  e  scarpe  a  decollete'),
compresa quella ginnica (pantaloncini e maglietta); 
        posti  anche  in  parti  coperte  dalle  uniformi  che,   per
dimensioni, contenuto o natura, siano deturpanti o contrari al decoro
o di discredito per le istituzioni ovvero siano possibile  indice  di
personalita'  abnorme  (in  tal  caso   da   accertare   con   visita
psichiatrica e con appropriati test psicodiagnostici); 
      ogni  ulteriore  indagine   ritenuta   utile   per   consentire
un'adeguata valutazione clinica e medico-legale del candidato. 
    La  Commissione  definira'  il  profilo  sanitario   di   ciascun
candidato, secondo i criteri stabiliti dalle normative vigenti  e  in
base  alla  documentazione   prodotta   e   alle   risultanze   degli
accertamenti effettuati. Fermo restando quanto previsto  dall'art  10
comma 1 saranno giudicati idonei  i  candidati  ai  quali  sia  stato
attribuito il seguente profilo minimo: 
      psiche (PS) 2; 
      costituzione (CO) 2; 
      apparato cardio-circolatorio (AC) 2; 
      apparato respiratorio (AR) 2; 
      apparati vari (AV) 2; 
      apparato osteo-artro-muscolare superiore (LS) 2; 
      apparato osteo-artro-muscolare inferiore (LI) 2; 
      funzionalita' visiva (VS) 2; 
      udito (AU) 2. 
    Tale profilo minimo dovra' essere conservato per tutta la  durata
del   corso.   Per   la    caratteristica    somato-funzionale    AV,
indipendentemente dal coefficiente assegnato, la  carenza  accertata,
totale o  parziale,  dell'enzima  G6PD  non  puo'  essere  motivo  di
esclusione, ai sensi dell'art. 1 della legge n. 109/2010,  richiamata
nelle premesse al bando. Altresi', i concorrenti riconosciuti affetti
dal predetto deficit di G6PD dovranno rilasciare la dichiarazione  di
ricevuta informazione e di  responsabilizzazione,  rinvenibile  negli
allegati al bando. 
    La Commissione,  seduta  stante,  comunichera'  per  iscritto  al
candidato  l'esito  dell'accertamento   dell'idoneita'   psico-fisica
sottoponendogli il verbale contenente uno dei seguenti giudizi: 
    «idoneo  quale  Maresciallo   dell'Aeronautica   militare»,   con
l'indicazione del profilo sanitario; 
    «inidoneo  quale  Maresciallo  dell'Aeronautica  militare»,   con
l'indicazione della causa di inidoneita'. 
    Il giudizio  e'  definitivo  e  non  comporta  l'attribuzione  di
punteggio. 
    I concorrenti che in sede di visita medica  saranno  riconosciuti
nelle condizioni di cui all'art.  10,  comma  3  del  bando  potranno
essere ammessi, con riserva, a sostenere l'accertamento  attitudinale
di cui al successivo paragrafo 3.3. 
    Per i concorrenti di sesso femminile, in caso di accertato  stato
di gravidanza, la  Commissione  procedera'  secondo  quanto  indicato
all'art. 10, comma 4 del bando. 
3.3 Accertamento dell'idoneita' attitudinale (art. 11 del bando). 
    I  candidati  giudicati  idonei  all'accertamento  dell'idoneita'
psico-fisica,  nonche'  quelli  ammessi  con  riserva  ai  sensi  del
precedente paragrafo 3.2 saranno sottoposti, a cura della  competente
Commissione,  all'accertamento  dell'idoneita'  attitudinale  di  cui
all'art. 11 del bando volto a valutare oggettivamente il possesso dei
requisiti  necessari  per  l'espletamento  delle  funzioni  e   degli
incarichi previsti nelle categorie/specialita' del ruolo  Marescialli
dell'Aeronautica    militare.     L'accertamento     si     svolgera'
presumibilmente il 4,5 e 6 giugno 2019 presso il Centro di  selezione
dell'Aeronautica militare - Aeroporto militare di Guidonia (RM) - via
Roma s.n.c. - avra' una durata presunta di due giorni calendariali  e
consistera' nella somministrazione di prove finalizzate a valutare il
possesso delle seguenti qualita': 
      inclinazione ed adattabilita' alla vita militare in termini  di
motivazione, senso della disciplina e capacita' d'integrazione; 
      fluidita' d'espressione, rapidita' ed  efficacia  dei  processi
cognitivi; 
      efficienza  fisica  in  ambito  sportivo,  compatibile  con  le
attivita' formative ed il futuro profilo d'impiego; 
      predisposizione allo studio e all'aggiornamento professionale. 
    Inoltre,  il  processo  di  selezione  attitudinale   mirera'   a
evidenziare, di contro, caratteristiche tali  da  far  ipotizzare  un
insoddisfacente inserimento nell'ambito della Forza armata. 
    L'attivita'  selettiva  avverra'  sotto  la  supervisione   della
preposta Commissione attitudinale che, durante  l'intero  svolgimento
degli accertamenti, dovra' garantire  il  rispetto  dei  principi  di
liceita', trasparenza ed equita' di  trattamento  dei  candidati.  La
stessa Commissione, una volta ricevuti  i  risultati  delle  previste
prove, gestite a cura del Centro di selezione, esprimera' il  proprio
giudizio come di seguito specificato. 
    Le valutazioni effettuate nel corso  dell'attivita'  attitudinale
confluiranno nelle tre sotto specificate aree. 
a) Area di valutazione dell'efficienza fisica e attitudine in  ambito
sportivo. 
    Le prove sportive saranno svolte secondo le modalita' di  seguito
indicate: 
      corsa piana metri 100:  posizione  di  partenza  a  scelta  del
concorrente, senza l'ausilio dei blocchi e  di  scarpe  chiodate.  Il
rilevamento  dei  tempi  verra'  effettuato  tramite  un  sistema  di
cronometraggio automatizzato, oppure tramite  cronometraggio  manuale
eseguito da personale qualificato «Istruttore ginnico» incaricato con
due differenti cronometri: al concorrente verra' assegnato  il  tempo
piu' favorevole tra i  due  rilevamenti;  inoltre  detto  rilevamento
sara' eventualmente arrotondato -per difetto- al secondo; 
      corsa piana metri 1000: effettuata percorrendo tale distanza su
una pista, senza l'uso di scarpe chiodate. Il rilevamento  dei  tempi
verra' effettuato tramite un sistema di cronometraggio automatizzato,
oppure  tramite  cronometraggio   manuale   eseguito   da   personale
qualificato  «Istruttore  ginnico»  incaricato  con  due   differenti
cronometri: al concorrente verra' assegnato il tempo piu'  favorevole
tra i due rilevamenti; inoltre detto rilevamento sara'  eventualmente
arrotondato -per difetto- al secondo; 
      addominali: posizione iniziale stesi sulla schiena, con le mani
incrociate dietro la nuca che toccano il  piano  di  appoggio,  gambe
piegate, con i  piedi  comodamente  distanziati  e  fermi  (da  altro
elemento), sollevarsi in posizione di «seduto», quindi tornare  nella
posizione di partenza (cioe' toccando con le mani la  panca/tappeto).
Il tempo limite e' di 2 minuti; 
      trazioni  alla  sbarra.  Il  candidato  salira'   sull'attrezzo
mediante l'ausilio di un supporto e impugnera' l'attrezzo con le mani
all'altezza delle spalle. Il candidato, a propria discrezione, potra'
optare per la presa prona (dorsi delle mani rivolte verso se  stesso)
oppure per la  presa  supina  (palmi  delle  mani  rivolti  verso  se
stesso). Una volta impugnata la sbarra dovra' rimanere appeso ad essa
con le braccia distese e senza toccare il terreno con i piedi.  Prima
dell'inizio della prova  il  personale  istruttore  ginnico  sportivo
potra' aiutarlo a ridurre eventuali oscillazioni del corpo.  Al  via,
dato   dall'istruttore   ginnico-sportivo   che   sovraintende   allo
svolgimento dell'esercizio, il candidato dovra' sollevare il  proprio
corpo superando col mento l'altezza  della  sbarra.  Potra'  ripetere
l'esercizio solo dopo  essere  tornato  nella  posizione  iniziale  a
braccia distese. Le ripetizioni saranno  ritenute  valide  ogni  qual
volta il mento avra' nuovamente  raggiunto  l'altezza  della  sbarra.
L'esercizio termina nel momento in cui il candidato lascia  la  presa
dell'attrezzo. Il tempo massimo a disposizione per la prova e' di due
minuti dal via. 
    Per tutto quanto non specificato sara' fatto rinvio,  per  quanto
applicabili, ai regolamenti tecnici  delle  Federazioni  sportive  di
settore. 
    Le  suddette  prove  sportive  comporteranno  l'attribuzione  dei
punteggi, per un massimo di 10  punti,  secondo  quanto  indicato  di
seguito.  
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
    I  tempi,  quando  rilevati  al  centesimo  di  secondo,  saranno
arrotondati al decimo, operando un'approssimazione per difetto. 
    Al concorrente che, durante lo svolgimento di una prova sportiva,
incorrera'  in  un  infortunio,  accusera'  malessere,  cadra'  o  si
fermera' non sara' consentita la ripetizione della  prova  che  sara'
ritenuta in ogni caso sostenuta. 
    Al concorrente manifestamente danneggiato  da  altro  concorrente
durante lo svolgimento della prova di corsa piana,  sara'  consentita
la ripetizione della prova stessa, comunque  non  oltre  la  data  di
prevista conclusione  delle  prove  stabilita  dal  calendario  delle
attivita' fissato dalla gia' citata Commissione. 
    Non saranno ammessi alla ripetizione  degli  esercizi  ginnici  e
quindi  saranno  giudicati   inidonei   i   candidati   che   durante
l'effettuazione degli stessi dovessero  interromperli  per  qualsiasi
causa. Allo stesso modo, non saranno ammessi alla  ripetizione  degli
esercizi i candidati che li avranno  portati  comunque  a  compimento
anche se con esito negativo. 
b) Area dell'efficienza intellettiva. 
    La valutazione dell'efficienza intellettiva  sara'  effettuata  a
mezzo di uno o piu' test intellettivi  e  attitudinali  di  tipologia
individuata, a cura della Commissione, tra le seguenti:  ragionamento
astratto, ragionamento numerico/matematico, trattamento informazioni,
abilita' visuo-spaziale. I test, somministrati  sotto  l'egida  della
Commissione secondo le modalita' di dettaglio che saranno  illustrate
prima  dell'inizio  della  prova,  consisteranno  in  questionari   a
risposta multipla e ai predetti test  sara'  assegnato  un  punteggio
massimo di 10 punti complessivi. 
c) Area di valutazione psicoattitudinale. 
    La valutazione psicoattitudinale  sara'  elaborata  sulla  scorta
delle seguenti prove: 
      intervista di gruppo; 
      uno o piu' colloqui individuali; 
      uno o piu' test di personalita' (non valutativi). 
    Il giudizio psicoattitudinale si concretizzera' nell'attribuzione
di  un  punteggio  massimo,  utile  al  fine  della  sola   idoneita'
attitudinale, di 10 (dieci) punti, cosi' ottenuto: 
      intervista  di   gruppo:   valutazione   espressa   in   decimi
moltiplicata per il coefficiente 0,2 (massimo 2 punti); 
      colloquio   individuale:   valutazione   espressa   in   decimi
moltiplicata per il coefficiente 0,8 (massimo 8 punti). 
    Nel caso in cui il  numero  dei  candidati  sia  insufficiente  a
svolgere l'intervista di gruppo (inferiore a 6), la stessa non  sara'
effettuata ed il punteggio attribuito sara' esclusivamente quello dei
colloqui individuali espresso in decimi. 
    La Commissione  preposta  potra'  disporre,  a  sua  discrezione,
l'effettuazione di un secondo colloquio di approfondimento che  sara'
svolto a cura del personale specialista nella selezione attitudinale.
In questo caso, al candidato sara' attribuito il punteggio conseguito
nella seconda prova. 
    I casi in cui si procede all'effettuazione del secondo  colloquio
dovranno essere fissati dalla  stessa  Commissione  prima  dell'avvio
della fase attitudinale  e  dovranno  essere  riportati  nel  verbale
preliminare. 
    Sulla  base  dei  risultati  conseguiti   e   delle   valutazioni
effettuate, per ciascun concorrente sara'  espresso  un  giudizio  di
idoneita' o di inidoneita'. 
    L'inidoneita' e la conseguente esclusione dalla prosecuzione  del
concorso sara' determinata dal verificarsi di uno o piu' dei seguenti
casi: 
      punteggio totale delle prove di efficienza fisica  inferiore  a
punti 3 su 10; 
      punteggio  totale  delle  prove  di   efficienza   intellettiva
inferiore a punti 3 su 10; 
      punteggio totale del  giudizio  psicoattitudinale  inferiore  a
punti 3 su 10; 
      punteggio totale  della  valutazione  complessiva  attitudinale
(somma dei punteggi delle prove di efficienza fisica, delle prove  di
efficienza intellettiva e del giudizio psicoattitudinale) inferiore a
punti 15 su 30. 
    Al  termine   dell'accertamento   attitudinale   la   Commissione
esprimera' un giudizio  di  idoneita'  o  di  inidoneita'  comunicato
seduta stante agli interessati.  Il  giudizio  e'  definitivo  e  non
comporta attribuzione di punteggio. 
    I candidati, compatibilmente con le disponibilita' logistiche del
momento, potranno usufruire, previo  pagamento,  di  vitto  meridiano
presso l'aeroporto di Guidonia. 
3.4 Documentazione da presentare  per  l'ammissione  all'accertamento
dell'idoneita' psico-fisica e attitudinale (artt. 10 e 11 del bando). 
    I   concorrenti   convocati   presso   l'Istituto   di   Medicina
aerospaziale dell'Aeronautica militare di Roma per essere  sottoposti
all'accertamento sanitario,  all'atto  della  presentazione  dovranno
produrre i seguenti documenti in originale o in copia  resa  conforme
nei termini di legge: 
      certificato  rilasciato  dal  medico  di  fiducia   (ai   sensi
dell'art. 25 della legge 23 dicembre 1978, n. 833) secondo il modello
rinvenibile tra gli allegati al bando. Tale certificato dovra'  avere
una data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di presentazione; 
      referto, rilasciato in data non  anteriore  a  sessanta  giorni
precedenti la visita, attestante l'esito del test per  l'accertamento
degli anticorpi per HIV; 
      referto rilasciato in data  non  anteriore  a  sessanta  giorni
precedenti la visita attestante l'effettuazione  dei  markers  virali
anti HAV, HBsAg, anti HBs, anti HBc e anti HCV; 
      referto rilasciato in data  non  anteriore  a  sessanta  giorni
precedenti la visita attestante l'effettuazione dei  seguenti  esami:
emocromo con formula, VES, glicemia, creatininemia,  ALT,  AST,  GGT,
bilirubina    totale    e    frazionata,    colesterolemia    totale,
trigliceridemia, esame delle urine. 
    I candidati di sesso  femminile,  in  aggiunta  a  quanto  sopra,
dovranno consegnare anche: 
      referto attestante l'esito del  test  di  gravidanza,  mediante
analisi  su  sangue  o  urine,  effettuato  entro  i  cinque   giorni
antecedenti   la   data   di   presentazione   per    l'effettuazione
dell'accertamento sanitario; 
      ecografia pelvica, con relativo referto, eseguita in  data  non
anteriore  a  tre  mesi  dal  giorno  stabilito  per  l'effettuazione
dell'accertamento sanitario. 
    La mancata  presentazione  di  detti  documenti  non  consentira'
l'ammissione delle concorrenti a sostenere l'accertamento sanitario e
determinera' l'esclusione dal concorso. 
    I concorrenti gia' giudicati  idonei  all'accertamento  sanitario
nei 365  giorni  antecedenti  la  data  di  presentazione  presso  il
suddetto Istituto  Aerospaziale  nell'ambito  di  un  concorso  della
stessa Forza armata,  dovranno  anche  esibire  il  relativo  verbale
contenente il giudizio finale dell'accertamento. 
    I certificati/referti di cui sopra dovranno essere rilasciati  da
una  struttura  sanitaria  pubblica,  anche   militare,   o   privata
accreditata con il Servizio sanitario nazionale. 
    I concorrenti giudicati  idonei  all'accertamento  dell'idoneita'
psico-fisica,  per  essere   ammessi   a   sostenere   l'accertamento
dell'idoneita' attitudinale di cui al precedente paragrafo 3.3 presso
il Centro di selezione dell'Aeronautica militare - Aeroporto militare
di Guidonia (RM), dovranno esibire il certificato medico, in corso di
validita'  annuale,  attestante  l'idoneita'  all'attivita'  sportiva
agonistica per l'atletica leggera e  per  il  nuoto,  ovvero  per  le
discipline  sportive  riportate  nella  tabella  B  del  decreto  del
Ministero della sanita' del 18 febbraio 1982, rilasciato da un medico
appartenente  alla  Federazione  medico-sportiva  italiana  ovvero  a
struttura sanitaria pubblica o privata accreditata  con  il  Servizio
sanitario nazionale e che esercita in  tali  ambiti  in  qualita'  di
medico specializzato in medicina dello  sport.  Il  documento  dovra'
avere una data di rilascio anteriore a quella  di  convocazione  alla
prova e dovra' essere valido almeno fino al 30 settembre 2019. 
    I  concorrenti  di  sesso  femminile,  prima   dell'effettuazione
dell'accertamento attitudinale, in aggiunta al predetto  certificato,
dovranno nuovamente presentare in originale o copia resa conforme nei
termini  di  legge  il  referto  attestante  l'esito  del   test   di
gravidanza, mediante analisi su sangue o urine,  effettuato  entro  i
cinque   giorni   antecedenti   la   data   di   presentazione    per
l'effettuazione dell'accertamento attitudinale; 
    L'accertato stato di gravidanza  impedira'  alle  concorrenti  di
essere sottoposte all'accertamento attitudinale e comportera'  quanto
previsto all'art.  10,  comma  4  del  bando.  I  certificati/referti
dovranno essere rilasciati da una struttura sanitaria pubblica, anche
militare, o privata accreditata con il Servizio sanitario nazionale. 
    Tutti  i  concorrenti  dovranno,  altresi',  consegnare  apposita
dichiarazione di consenso informato all'effettuazione del  protocollo
diagnostico, nonche' la dichiarazione di  ricevuta  informazione  sui
protocolli vaccinali previsti per  il  personale  militare,  entrambe
rinvenibili tra gli allegati al bando. 
    I concorrenti che non  presenteranno  i  suddetti  documenti  non
saranno ammessi all'accertamento attitudinale e saranno  esclusi  dal
concorso. 
3.5 Prova orale (art. 13 del bando). 
  Specialita' manutenzione tecnica. 
    Per i posti di cui al  paragrafo  1,  lettere  b)  i  concorrenti
risultati idonei alle precedenti prove concorsuali saranno ammessi  a
sostenere la prova orale sugli argomenti previsti  dal  programma  di
seguito riportato. 
    Tale  prova  avra'  luogo   presso   il   Centro   di   selezione
dell'Aeronautica militare -  Aeroporto  militare  di  Guidonia  (RM),
indicativamente nei mesi di maggio/giugno 2019. 
    I concorrenti che non si presentano nel giorno stabilito  saranno
considerati rinunciatari e quindi esclusi dal concorso. 
    La prova orale si intendera' superata  se  il  concorrente  avra'
ottenuto una votazione non inferiore a 18/30, utile per la formazione
della graduatoria di merito di cui al successivo paragrafo 5. 
    La prova consistera' in un  colloquio  diretto  alla  valutazione
delle capacita' dei concorrenti, che la Commissione  esaminatrice  di
cui al precedente paragrafo 2.1.2 valutera'  mediante  interrogazione
sulle materie di seguito indicate, in particolare sugli argomenti per
ciascuna materia specificati. 
    a) Matematica: 
      algebra: numeri relativi: definizione ed operazioni. Monomi  ed
operazioni relative.  Polinomi  ed  operazioni  relative.  Regola  di
Ruffini. Prodotti notevoli. Scomposizione  in  fattori  di  polinomi.
Massimo comun divisore e minimo comune multiplo di polinomi. Frazioni
algebriche  ed  operazioni  relative.   Uguaglianze:   equazioni   ed
identita'. Equazioni e disequazioni di 1° e 2° grado.  Numeri  reali.
Radicali ed operazioni relative. Moduli. Equazioni e disequazioni  di
grado superiore al 2°  riducibili  al  2°  grado  ad  una  incognita.
Sistemi di equazioni e disequazioni di 1° e  2°  grado.  Logaritmi  e
loro  proprieta'.  Equazioni  esponenziali.  Equazioni  logaritmiche.
Progressioni aritmetiche e geometriche. Risoluzione e discussione  di
problemi di 1° e 2° grado; 
      geometria: i concetti primitivi. Figure geometriche sul  piano.
I triangoli. Relazione fra gli elementi di  un  triangolo.  I  luoghi
geometrici.  I   poligoni.   Parallelogrammi   e   loro   proprieta'.
Circonferenza e cerchio. I poligoni inscritti e circoscritti  ad  una
circonferenza.  Punti  notevoli  di  un  triangolo.  Equivalenza   di
superfici piane. I teoremi di Pitagora e di Euclide. La similitudine.
Teorema di Talete e sue applicazioni. Triangoli  simili.  Criteri  di
similitudine  dei   triangoli.   Applicazioni   della   similitudine:
proprieta' delle bisettrici di un triangolo; proprieta' delle secanti
e delle tangenti ad una circonferenza. Le  applicazioni  dell'algebra
alla geometria. Poliedri: parallelepipedi, prismi, piramidi,  tronchi
di piramide. Figure di rotazione: cilindro,  cono,  tronco  di  cono,
sfera. Superfici e volumi dei poliedri e delle figure di rotazione; 
      trigonometria  piana:  misura  degli  angoli  e  degli   archi.
Circonferenza   trigonometrica.   Funzioni   trigonometriche,    loro
variazione e periodicita'. Relazioni fra le  varie  funzioni  di  uno
stesso arco. Archi associati. Riduzione al 1° quadrante.  Formule  di
addizione, duplicazione  e  divisione.  Risoluzione  di  equazioni  e
disequazioni goniometriche di 1° e  2  °  grado.  Teorema  dei  seni.
Teorema del coseno (Carnet). Teorema delle tangenti (Nepero). Formule
di Briggs. Risoluzione  dei  triangoli  rettangoli  e  dei  triangoli
qualunque; 
      geometria analitica  del  piano:  assi  cartesiani  ortogonali.
Distanza tra due punti. Punto  medio  di  un  segmento.  Concetto  di
funzione.  Dominio  e  codominio.  Equazione  della  retta  in  forma
esplicita e implicita. Coefficiente angolare e suo significato. Rette
parallele e rette  perpendicolari.  Fascio  proprio  e  improprio  di
rette. Definizione di conica. Equazione  della  circonferenza,  della
parabola, dell'ellisse e dell'iperbole. Intersezione e  tangenza  tra
una retta ed una curva. 
    b) Cultura aeronautica: 
      elementi di storia aeronautica: dalle origini ai giorni nostri.
Generalita' sull'attuale struttura dell'Amministrazione della  difesa
(legge 18 febbraio  1997  n.  25).  Il  vertice  politico-strategico.
Organizzazione  apicale  dell'Amministrazione  difesa.   Il   vertice
tecnico-operativo.   Il    vertice    tecnico    -    amministrativo.
Organizzazione  dell'Aeronautica  militare:  compiti.  Organizzazione
centrale dell'Aeronautica militare. Gli alti Comandi di Forza armata.
Organizzazione  periferica  dell'Aeronautica  militare.   I   servizi
logistici: compiti, attribuzioni, organizzazione e funzionamento.  La
disciplina  militare  (titoli  VIII  dei  libri  quarto  del  decreto
legislativo n. 66/2010 e del decreto del Presidente della  Repubblica
n. 90/2010). L'esercizio dei diritti (titoli IX dei libri quarto  del
decreto legislativo n. 66/2010 e del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica n. 90/2010). Norme  unificate  per  la  concessione  delle
licenze ai militari delle Forze armate (decreto del Presidente  della
Repubblica n. 394/1995 e 395/1995 e titolo IX del  libro  quarto  del
decreto legislativo  n.  66/2010).  Documentazione  caratteristica  e
servizio  matricolare  (titoli  VI  dei  libri  quarto  del   decreto
legislativo n. 66/2010 e del decreto del Presidente della  Repubblica
n. 90/2010). Il regolamento di servizio di aeroporto  e  di  caserma.
L'ordinamento  giudiziario  militare.  Ripartizione   del   personale
dell'Aeronautica: reclutamento, stato giuridico e avanzamento. Difesa
civile e protezione civile.  Cenni  sull'organizzazione  della  NATO:
comunita' atlantica,  il  trattato  del  Nord  Atlantico  e  relativa
organizzazione (organi civili e militari, comandi militari principali
e subordinati). 
    c) Cultura tecnico - professionale: 
      categoria «infrastrutture ed impianti»: 
        generalita' sui problemi che si incontrano  in  topo  grafia.
Applicazione della geometria e della trigonometria piana ai  problemi
topografici. Misura degli angoli e delle distanze.  Catasto,  agenzia
del demanio e compiti. Strumenti topografici principali:  descrizioni
e funzionamento. Operazioni  topografiche:  rilevamenti  planimetrici
per  coordinate  ortogonali  e   polari.   Rilevamenti   altimetrici.
Formazione di piani quotati e a curve di livello; 
        richiamo  ai  principi  fondamentali  della   scienza   delle
costruzioni. Materiali  isoresistenti.  Legge  di  Hooke.  Modulo  di
elasticita'.  Costante  elastica  di  una  molla.  Sollecitazioni  di
trazione, compressione, flessione, taglio, torsione.  Pilastri,  aste
caricate di punta. Carichi di  rottura  e  di  sicurezza.  Principali
sollecitazioni che si  incontrano  nelle  strutture  che  interessano
l'edilizia. Concetto di vincolo delle strutture: appoggi, cerniere  e
incastri  e  influenza  del  tipo  di  vincolo  sul  comportamento  a
deformazione  delle  strutture.   Determinazione   delle   principali
sollecitazioni   nelle   strutture   isostatiche   sotto   differenti
condizioni  di  carico   e   loro   dimensionamento.   Materiali   da
costruzione: caratteristiche tecnologiche dei principali materiali da
costruzione e loro requisiti fondamentali per l'accettazione.  Pietre
e marmi, laterizi, legnami, ferro ed  acciaio.  Cenni  sulle  materie
plastiche di  impiego  nelle  costruzioni  edilizie.  Caratteristiche
geotecniche dei terreni  di  fondazione  e  tensioni  ammissibili  di
massima delle argille, sabbie e rocce. Fondazioni  su  plinti,  travi
rovesce e  su  pali  e  loro  dimensionamento  di  massima.  Murature
portanti e  di  tamponamento.  Tramezzi.  Materiali  impiegati  nelle
murature e tramezzi. Coibentazione termica ed acustica degli edifici.
Fenomeno  della   parete   fredda   o   condensazione:   accorgimenti
costruttivi per evitare la condensazione sulle pareti fredde. Malte e
calcestruzzi: loro composizione e dosaggio; preparazione e getto  dei
calcestruzzi.  Caratteristiche  di  un  buon  calcestruzzo.   Cemento
armato: generalita' e descrizione delle principali strutture che  con
esso si realizzano. Cenni  sulle  sollecitazioni  che  si  verificano
nell'interno di  una  struttura  in  cemento  armato.  Calcolo  della
sezione e dell'armatura di una trave  in  cemento  armato  isostatica
soggetta a  carico  ripartito  e  concentrato.  Pilastro  soggetto  a
compressione semplice, concetto di  snellezza.  Momento  flettente  e
torcente  di   una   trave   incastrata   isostatica.   Cenni   sulla
regolamentazione delle opere in cemento armato; 
        opere stradali: tracciamento di un asse stradale  in  pianura
ed  in  montagna.  Cenni  sul  tracciamento  delle   curve.   Profili
longitudinali e sezioni trasversali. Calcolo dei movimenti di  terra.
Costituzione del corpo stradale. Capacita' portante di un  terreno  e
gli   elementi   che   la   determinano   (tipologia   del   terreno,
granulometria, umidita', drenaggio, ecc.). Cenni sui materiali che si
impiegano  nelle  costruzioni  stradali.   Tipi   di   pavimentazione
aeroportuali/stradali e loro caratteristiche principali; 
        impianti   idrici/fognari:   caratteristiche   di    un'acqua
potabile. Sistemi di approvvigionamento di acqua potabile da pozzi ed
acquedotti; caratteristiche delle condotte per acqua potabile per  la
distribuzione di un complesso di fabbricati. Clorazione.  Sistemi  di
pompaggio mediante autoclave. Impianti fognari. Caratteristiche delle
condotte  di  smaltimento.  Cenni  sulla  depurazione  dei   liquami.
Impianti fognari  per  civili  abitazioni,  reti  di  ventilazione  e
sifoni; 
        impianti  termici/condizionamento:   cenni   sui   principali
sistemi usati  negli  impianti  di  riscaldamento  nelle  costruzioni
civili. Vantaggi e  svantaggi  dell'impianto  centralizzato  rispetto
all'impianto autonomo. Centrali  termiche  e  sicurezza  del  locale.
Principio   di   funzionamento   del    condizionamento    dell'aria:
condensatore, evaporatore, compressore, fluido frigorigeno. Pompa  di
calore e rendimento; 
        depositi  munizioni/carburanti:  cenni  sugli  impianti   per
deposito carburanti. Protezione catodica delle tubazioni  e  serbatoi
metallici. Cenni sui depositi  munizioni.  Distanza  di  sicurezza  e
protezione da hangar, shelter e magazzini; 
        infrastrutture  aeroportuali:   superfici   di   atterraggio.
Requisiti di sicurezza di un aeroporto ai  fini  del  volo.  Ostacoli
alla navigazione aerea.  Scopi  e  caratteristiche  principali  delle
piste di volo, di piazzali e delle vie di  rullaggio.  Pavimentazione
in  calcestruzzo  (rigida)  e  flessibile  (bituminosa):  vantaggi  e
svantaggi e criteri di scelta.  Barriere  d'arresto  e  decelerazione
consentita. Nuovo codice sugli appalti  pubblici.  Regolamento  genio
militare:  progettazione  preliminare,   definitiva   ed   esecutiva.
Responsabile del procedimento. Normativa in materia di sicurezza  nei
cantieri: il committente, coordinatore e direttore dei lavori in fase
di  progettazione  ed  esecuzione,  piani  di  sicurezza.  Conduzione
amministrativa dei lavori: cenni sui sistemi di conduzione dei lavori
del demanio aeronautico.  Capitolati  e  regolamenti.  Documentazione
tecnico-contabile. Organizzazione centrale, territoriale e periferica
degli Enti aeronautici preposti alla realizzazione,  manutenzione  ed
esercizio delle  infrastrutture  demaniali.  Impianti  elettrici  per
civili  abitazioni.  Parafulmini  e  gabbia  di  Faraday.  Differenza
concettuale tra corrente alternata e  continua.  Sicurezza  elettrica
negli impianti:  impianto  di  terra  ed  interruttore  differenziale
magneto-termico; 
        macchine  elettriche  (trasformatori,  alternatori,  dinamo).
Densita' di corrente e caduta di tensione. Linee elettriche aeree  ed
in cavo. Circuito equivalente di una linea. Concetto di resistenza  e
induttanza serie, conduttanza e  capacita'  trasversali.  Rifasamento
elettrico. Potenza reale, reattiva ed apparente. Trasporto di energia
in corrente alternata; 
        impianti di terra e parafulmini: alimentazione  elettrica  di
un aeroporto. Cabina di trasformazione: attrezzatura di alta tensione
(AT) e bassa tensione (BT). Reti di distribuzione per  luce  e  forza
motrice (FM). Cenni sui gruppi  elettrogeni  fissi  e  mobili  e  sui
gruppi di continuita'. Nozioni  generali  sulla  illuminazione  degli
ambienti interni ed esterni.  Illuminazione  ad  incandescenza  ed  a
fluorescenza  (lux,  lumen).  Impianti   luminosi   di   aiuto   alla
navigazione aerea e relative norme internazionali  (STANAG  e  ICAO).
Impianti elettrici  antideflagranti  per  installazioni  in  depositi
carburanti e depositi munizioni; 
        pavimentazioni stradali: sovrastrutture stradali -  L'aumento
del   traffico   e   le   problematiche   correlate.   Tipologie   di
sovrastrutture:  le  sovrastrutture  flessibili;  le   sovrastrutture
rigide; le sovrastrutture semirigide. Le sovrastrutture ad  elementi.
Le pavimentazioni stradali: il deterioramento; 
        pavimentazioni  aeroportuali:  funzioni  pavimentazioni.   Il
terreno di sottofondo. I materiali delle pavimentazioni. I carichi. I
metodi  di  dimensionamento.  La  classifica   delle   pavimentazioni
aeroportuali. Esempi di calcolo. 
4. Titoli di merito (art. 14 del bando). 
    I titoli di merito devono essere: 
      posseduti alla data di scadenza del  termine  di  presentazione
delle domande; 
      dichiarati nella domanda di partecipazione. 
    La Commissione procedera' alla valutazione dei seguenti titoli di
merito posseduti dai concorrenti, attribuendo i punteggi a fianco  di
ciascuno indicati: 
      voto di laurea previsto  per  la  partecipazione  al  concorso:
(massimo punti 2): 
      voto compreso tra 108 e 110/110 e lode: punti 2; 
      voto compreso tra 105/110 e 107/110: punti 1; 
    titoli di studio universitari  posseduti  in  aggiunta  a  quelli
prescritti quali requisiti di  partecipazione  al  concorso  (massimo
punti 2): laurea magistrale nella professionalita' per  la  quale  si
concorre (classi LM-4, LM-23, LM -24, LM-35): punti 2; 
    altri titoli (massimo punti 5): 
      possesso di diploma di geometra, perito edile: punti 2; 
      ciascun corso di aggiornamento /perfezionamento post-laurea  in
settore attinente concluso,  organizzato  dall'Universita'  ai  sensi
dell'art. 6, comma 2, punto c) della legge n. 341/1990 o  dagli  enti
paritetici ai sensi dell'art. 51 della legge n. 81/2008 e  successive
modificazioni ed integrazioni: punti 0,25; 
      ciascun corso\certificazione in  informatica,  topografia  GIS,
AUTOCAD concluso con esame finale: punti 0,15; 
    attivita' lavorativa post-laurea nello  specifico  settore  delle
costruzioni presso Enti pubblici e/o privati per un  periodo  pari  o
superiore a 12 mesi (frazionabile fino ad un  massimo  di  3  periodi
della durata di 4 mesi ciascuno): 
        punti 1 per periodi tra i 12 mesi ed i 18 mesi; 
        punti 2 per periodi superiori ai 18 mesi ed i 24 mesi; 
        punti 3 per periodi superiori ai 24 mesi ed i 36 mesi; 
        punti 5 per periodi superiori; 
    possesso delle seguenti ricompense militari conseguite durante il
periodo di servizio militare eventualmente  prestato  (massimo  punti
1): 
        per ogni encomio solenne: punti 0,5 (per un  massimo  di  due
encomi); 
        per ogni encomio semplice: punti  0,25  (per  un  massimo  di
quattro encomi). 
    A ciascun concorrente non potra'  essere  attribuito,  in  nessun
caso, un punteggio superiore a quello sopraindicato in corrispondenza
di ciascun titolo; 
      servizio militare volontario: (punti 1). 
    Il punteggio massimo attribuibile per il complesso dei titoli  di
merito di cui alle precedenti lettere posseduti non  potra'  comunque
superare 10 punti totali. 
5. Graduatorie finali di merito (art. 15 del bando). 
    La Commissione esaminatrice, di cui al precedente  paragrafo  2.1
formera'  la  graduatoria  finale  di  merito  secondo   i   punteggi
conseguiti da ciascun candidato idoneo sommando: 
      a) il punteggio conseguito nella prova scritta per la  verifica
delle qualita' culturali e intellettive; 
      b) il punteggio attribuito ai titoli dei merito; 
      c) il punteggio riportato nella prova orale. 
    Ai fini dell'approvazione della graduatoria finale di  merito  si
terra' conto delle riserve di posti previste dal  paragrafo  1  della
presente Appendice AM. e, a  parita'  di  punteggio,  sara'  data  la
precedenza al candidato in possesso di titoli di  preferenza  di  cui
all'art. 15, comma 2 del bando. In caso di  ulteriore  parita'  sara'
data la precedenza al candidato piu' giovane di eta'.