Diario PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 89 del 09-11-2018

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Diario

Nota Bene: trattandosi di 'Diario' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.


Calendario prove d'esame

Data di inizio delle prove: 03-12-2018
Termine delle prove: 07-12-2018

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Diario
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 89 del 09-11-2018
Sintesi: PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Diario Diario delle prove scritte del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di settanta posti di referendario di T.A.R., del ruolo della magistratura ...
Ente: PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 12-11-2018
Condividi

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Diario

Diario delle prove scritte del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di settanta posti di referendario di T.A.R., del ruolo della magistratura amministrativa.

 
    Si comunica che le  date  e  la  sede  delle  prove  scritte  del
concorso  pubblico,  per  titoli  ed  esami,  a settanta   posti   di
referendario di Tribunale amministrativo regionale, gia' indicate nel
diario di cui nella Gazzetta Ufficiale - 4ª Serie  speciale «Concorsi
ed esami», del 5 ottobre 2018, sono confermate. 
    Le prove si svolgeranno,  pertanto,  nei  giorni  3,  4,  6  e  7
dicembre 2018 presso la Fiera di Roma - ingresso est,  via  Alexandre
Gustave Eiffel in Roma, con inizio alle ore 8.00. 
    L'ingresso dei candidati sara' consentito fino alle ore 9.00. 
    Il giorno 3 dicembre  2018  si  svolgera'  la  prova  di  diritto
amministrativo. 
    Il giorno 4 dicembre 2018 la prova di diritto privato. 
    Il  giorno  6  dicembre  2018  la  prova   pratica   di   diritto
amministrativo. 
    Il giorno 7 dicembre 2018 la prova di  scienza  delle  finanze  e
diritto finanziario. 
    Ai fini della partecipazione alle  prove,  i  candidati  dovranno
presentarsi muniti di valido ed idoneo  documento  di  riconoscimento
(carta  di  identita',  passaporto,  patente  di  guida   o   tessera
ministeriale mod. AT). 
    I candidati, nella redazione delle  prove  concorsuali,  potranno
utilizzare solo penne di inchiostro nero o  blu;  non  e'  consentito
l'uso di penne  stilografiche.  L'utilizzo  di  penne  di  inchiostro
diverso da quello indicato ovvero l'utilizzo di penne  stilografiche,
sara' considerato segno di riconoscimento della prova e determinera',
in  sede  di  correzione,  la  non  valutabilita'   della   prova   e
l'esclusione dal concorso. Ciascuna prova concorsuale  dovra'  essere
redatta con penna di inchiostro di unico colore (o tutto nero o tutto
blu) ed in corsivo. Sara'  considerato  segno  di  riconoscimento  la
redazione della prova concorsuale  con  uso  promiscuo  di  penne  ad
inchiostro blu e nero ovvero l'uso di carattere stampatello. 
    Non  e'  considerato  segno  di  riconoscimento  la   numerazione
progressiva delle pagine dell'elaborato, l'eventuale  predisposizione
dello schema di svolgimento della traccia assegnata, l'organizzazione
dell'elaborato in paragrafi o  sottoparagrafi  (indicati  con  numeri
arabi o romani o con lettere alfabetiche). 
    Per ciascuna materia oggetto delle  prove  scritte,  i  candidati
avranno a disposizione, per il relativo  svolgimento,  8  (otto)  ore
dalla dettatura della traccia, salvo il riconoscimento  ai  candidati
portatori di handicap degli eventuali tempi aggiuntivi concessi dalla
commissione giudicatrice del concorso ai  sensi  dell'art.  20  della
legge 5 febbraio 1992, n. 104. 
    In sede di esame, i candidati possono consultare soltanto i testi
dei codici e delle leggi, nonche' i dizionari della lingua  italiana,
che non rechino commenti, note, annotazioni anche a mano, raffronti o
richiami dottrinali e giurisprudenziali di qualsiasi genere. 
    Ciascun  candidato  e'  invitato  ad  effettuare  un   preventivo
controllo dei testi che intende utilizzare al fine di evitare: 
      1) lo scarto del materiale, in sede di verifica, da parte della
Commissione, con la conseguente impossibilita' di disporne durante le
prove scritte; 
      2) l'esclusione dal concorso per il  possesso,  successivamente
alla dettatura delle tracce, di testi non consentiti o di appunti. 
    I  testi  consultabili  da  ciascun  candidato,  dovranno  essere
sottoposti alla previa verifica da parte della Commissione,  mediante
deposito a cura del singolo candidato - o di suo delegato  munito  di
proprio documento valido, apposita delega in originale e fotocopia di
valido documento di riconoscimento  del  candidato  -  esclusivamente
presso i locali della Fiera di  Roma,  ingresso  est,  via  Alexandre
Gustave Eiffel in Roma con le seguenti modalita': 
      sabato 1°  dicembre  2018,  dalle  ore  8,00  alle  ore  12,30:
candidati con lettere iniziali del cognome dalla A alla C; 
      sabato 1° dicembre  2018,  dalle  ore  13.30  alle  ore  18.00:
candidati con lettere iniziali del cognome dalla D alla L; 
      domenica 2 dicembre  2018,  dalle  ore  8,00  alle  ore  12,30:
candidati con lettere iniziali del cognome dalla M alla P; 
      domenica 2 dicembre 2018,  dalle  ore  13.30  alle  ore  18.00:
candidati con lettere iniziali del cognome dalla Q alla Z. 
    All'atto della consegna dei testi, al solo fine di facilitare  le
relative operazioni, i candidati dovranno presentarsi muniti di copia
della ricevuta di consegna della  domanda  di  partecipazione  e  del
modulo precompilato in duplice copia (di cui una sara' restituita  al
candidato a titolo di  ricevuta  all'atto  della  consegna),  recante
l'elenco completo ed ordinato dei testi consegnati,  redatto  secondo
lo  schema  pubblicato  sul  sito   istituzionale   della   Giustizia
amministrativa,    www.giustizia-amministrativa.it    alla    Sezione
«Amministrazione Trasparente» - «Bandi di concorso» -  «Referendario»
- «Concorso,  per  titoli  ed  esami,  a cinquanta  posti  elevati  a
settanta, di Referendario T.A.R. ». 
    Il  materiale  che  non  risulta  nell'elenco  si  ha   per   non
consegnato. 
    Ciascun  codice,   dizionario   e/o   singolo   testo   normativo
consegnato, dovra' avere sul frontespizio e sulla  copertina  esterna
un'etichetta, preventivamente apposta a cura del  candidato,  recante
l'indicazione del suo cognome, nome,  data  e  luogo  di  nascita;  i
codici e i testi di ciascun candidato dovranno essere consegnati  con
le modalita' di cui sopra in unica soluzione, collocati  in  apposite
borse o contenitori. 
    I codici ed i testi depositati saranno  unitariamente  restituiti
al candidato  al  termine  dell'ultima  giornata  di  prove.  Ove  il
candidato formalizzi per iscritto il proprio ritiro prima dell'ultima
prova, i codici ed i testi verranno restituiti il giorno del ritiro. 
    A richiesta del candidato,  essi  potranno  essere  unitariamente
restituiti anche al termine di una delle giornate antecedenti; in tal
caso,  il  candidato  potra'  pur  sempre  presentarsi   alle   prove
successive, ma non potra' in esse valersi di nessun tipo di materiale
di consultazione (codici, testi di legge, ecc.). 
    I candidati che non provvedano al preventivo deposito di codici e
testi di legge utili per la consultazione secondo le modalita'  sopra
stabilite, non  potranno,  in  sede  di  partecipazione  alle  prove,
utilizzare qualsivoglia tipo di materiale di  consultazione  (codici,
testi di legge e dizionari), che non sara'  in  nessun  caso  ammesso
nella sede di esame. 
    Si precisa che la Commissione non  mettera'  a  disposizione  dei
candidati alcun dizionario, codice o testo normativo. 
    Si chiarisce che in ogni caso la Commissione  potra'  verificare,
anche nel corso dello svolgimento  delle  prove  concorsuali,  che  i
codici e i testi normativi utilizzati dal  candidato  non  contengano
commenti o annotazioni non consentite. 
    Per  la  redazione  delle  prove   dovranno   essere   utilizzati
esclusivamente i fogli  forniti  dalla  Commissione,  preventivamente
muniti di sigla di almeno un componente della Commissione stessa. 
    E' fatto divieto ai candidati di introdurre nella sede  di  esame
carta per scrivere, appunti, manoscritti, libri  o  pubblicazioni  di
qualunque genere non previamente consegnati con le modalita'  di  cui
sopra, telefoni cellulari, macchine fotografiche, telecamere,  agende
elettroniche, smartphones, iphones,  tablets  e  simili,  auricolari,
cuffie, bracciali elettronici, orologi  abilitati  alla  ricezione  e
trasmissione e qualsiasi strumento a tecnologia meccanica, elettrica,
elettronica od informatica idoneo alla memorizzazione di informazioni
od alla trasmissione di dati, anche se spenti. 
    Si  rappresenta  che  le  aule  ed  i  locali  accessori  saranno
sottoposti a schermatura completa della rete (si'  da  consentire  di
rilevare la  presenza  in  essi  di  ogni  eventuale  apparecchiatura
elettronica) e  che  i  concorrenti  potranno  essere  sottoposti  in
qualsiasi momento a controlli di qualunque tipo, anche mediante metal
detector o personali, da parte di personale delle Forze dell'ordine. 
    Non e' consentito introdurre nelle aule d'esame borse,  borselli,
borsellini, marsupi, portaoggetti, zaini o valigie di  alcun  tipo  o
dimensione. 
    I  candidati,  oltre  agli   indispensabili   effetti   personali
(contenuti in appositi sacchetti di plastica trasparente da  esibirsi
al personale di vigilanza al momento dell'ingresso in  aula  ad  ogni
sua  successiva  richiesta),  potranno  portare  con  se',  parimenti
riposti  in  distinti  sacchetti  della  stessa  predetta  tipologia,
alimenti e bevande, da consumarsi nel corso delle prove. 
    Sara' messo a disposizione un servizio a pagamento di  guardaroba
o deposito di bagagli od oggetti di cui non e' consentito  l'ingresso
in aula; pertanto, i candidati sono invitati a lasciare  fuori  della
sede  degli  esami  qualsiasi  oggetto  di  cui   non   e'   permessa
l'immissione in aula. 
    Non e' previsto alcun servizio di ristorazione. 
    E' proibito ai candidati, a partire  dall'ingresso  in  aula  per
tutto il tempo di permanenza nelle aule d'esame e nei loro accessori,
di conferire verbalmente o per  iscritto  tra  loro  o  di  scambiare
qualsiasi comunicazione scritta od orale con estranei. 
    Ogni violazione delle disposizioni di cui sopra e di qualsivoglia
altra prescrizione impartita dalla  Commissione  giudicatrice  e  dal
personale di vigilanza, cosi' come ogni comportamento  fraudolento  o
violento, potra' comportare,  oltre  alla  immediata  esclusione  dal
concorso,  anche  la  denuncia   all'Autorita'   giudiziaria   e   la
segnalazione a fini disciplinari  all'Amministrazione  od  all'Ordine
professionale di appartenenza. 
    Ai sensi dell'art. 6 del decreto del Presidente della  Repubblica
9 maggio 1994, n. 487 e  dell'art.  10  del  bando  di  concorso,  la
comunicazione del diario delle prove  scritte  ai  singoli  candidati
ammessi a sostenerle  e'  sostituita,  a  tutti  gli  effetti,  dalla
pubblicazione del presente  avviso  nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica. 
    II presente avviso sara' disponibile sul sito istituzionale della
Giustizia   amministrativa,   www.giustizia-amministrativa.it    alla
sezione  «Amministrazione  Trasparente»  -  «Bandi  di  concorso»   -
«Referendario» - «Concorso, per titoli ed  esami,  a cinquanta  posti
elevati a settanta, di Referendario T.A.R.». 
    Inoltre,  lo  stesso  avviso  sara'  reso  noto  anche  sul  sito
istituziona1e   della   Presidenza   del   Consiglio   dei   ministri
www.governo.it/presidenza/usri/magistrature/concorso_50posti.