Avviso MINISTERO DELLA DIFESA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 86 del 30-10-2018

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Avviso

Nota Bene: trattandosi di 'Avviso' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Avviso
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 86 del 30-10-2018
Sintesi: MINISTERO DELLA DIFESA Avviso Prima modifica al decreto 25 luglio 2018 relativo al bando di reclutamento, per il 2019, di duemiladuecentoventicinque volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nella ...
Ente: MINISTERO DELLA DIFESA
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 30-10-2018
Condividi

MINISTERO DELLA DIFESA

Avviso

Prima modifica al decreto 25 luglio 2018 relativo al bando di reclutamento, per il 2019, di duemiladuecentoventicinque volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nella Marina militare.

 
                     IL VICE DIRETTORE GENERALE 
                      PER IL PERSONALE MILITARE 
 
                           di concerto con 
 
                     IL VICE COMANDANTE GENERALE 
                DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO 
 
    Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010,  n.  66,  concernente
«Codice  dell'Ordinamento  militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15  marzo  2010,
n. 90, recante  «Testo  unico  delle  disposizioni  regolamentari  in
materia  di  Ordinamento   militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto interdirigenziale  n.  16  del  25  luglio  2018
emanato dalla direzione generale per il personale militare (DGPM)  di
concerto con il comando  generale  del  Corpo  delle  capitanerie  di
porto, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana
- 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» - n. 61 del  3  agosto  2018,
con il quale e' stato indetto, per il 2019, un bando di  reclutamento
di duemiladuecentoventicinque volontari in  ferma  prefissata  di  un
anno (VFP 1) nella Marina militare; 
    Visto il foglio n. M_D MSTAT 0074523 del 1° ottobre 2018, con cui
lo Stato maggiore della Marina ha chiesto di modificare, nei  termini
ivi indicati, il bando di reclutamento; 
    Ritenute condivisibili le proposte  di  modifica  avanzate  dallo
Stato maggiore della Marina; 
    Tenuto  conto  che  l'art.  1,  comma  6   del   citato   decreto
interdirigenziale n. 16 del 25 luglio 2018 prevede la possibilita' di
apportare modifiche al bando di reclutamento; 
    Visto il decreto del Ministro della  difesa  16  gennaio  2013  -
registrato alla Corte dei conti il 1°  marzo  2013,  registro  n.  1,
foglio n. 390 - concernente,  tra  l'altro,  struttura  ordinativa  e
competenze della DGPM; 
    Visto l'art. 1  del  decreto  dirigenziale  n.  156/2018  del  16
febbraio  2018  emanato  dal  Comando  generale   del   Corpo   delle
capitanerie di porto, con cui all'ammiraglio ispettore  (CP)  Antonio
Basile, quale vice comandante generale del Corpo delle capitanerie di
porto, e' stata conferita la delega  all'adozione,  di  concerto  con
autorita' di  pari  rango  della  DGPM  e  nei  casi  previsti  dalla
normativa vigente, di  taluni  atti  di  gestione  amministrativa  in
materia di  reclutamento  del  personale  militare  del  Corpo  delle
capitanerie di porto; 
    Visto l'art. 1 del decreto dirigenziale M_D GMIL REG2018  0392962
del 16 luglio 2018 emanato dalla DGPM, con cui gli e' stata conferita
la delega all'adozione, anche di concerto con autorita' di pari rango
del Corpo delle capitanerie di porto,  di  taluni  atti  di  gestione
amministrativa in materia di reclutamento del personale  delle  Forze
armate e dell'Arma dei carabinieri; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
    L'art. 7, comma 4 del decreto  interdirigenziale  n.  16  del  25
luglio 2018 e' cosi' sostituito: 
      «La commissione di cui all'allegato B,  comma  1,  lettera  c),
provvedera' a escludere i candidati giudicati inidonei  quali  VFP  1
nella Marina militare agli accertamenti attitudinali di cui  all'art.
11». 
                               Art. 2 
 
    L'allegato B al decreto interdirigenziale n.  16  del  25  luglio
2018 e' sostituito con quello accluso al presente decreto. 
    Il presente decreto sara' sottoposto al controllo ai sensi  della
normativa  vigente  e  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale   della
Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». 
      Roma, 16 ottobre 2018 
 
                               Il vice direttore generale: Montemagno 
Il vice comandante generale: Basile 
  
 
                                                          «Allegato B 
 
                             Commissioni 
 
    1. Con decreti del direttore generale per il personale militare o
di  autorita'  da  lui  delegata   saranno   nominate   le   seguenti
commissioni: 
      a) commissione valutatrice; 
      b) due commissioni per gli accertamenti psico-fisici, insediate
rispettivamente presso la caserma  Castrogiovanni  di  Taranto  e  il
centro di selezione della Marina militare di Ancona; 
      c) due commissioni per gli accertamenti  attitudinali,  di  cui
una insediata presso la caserma Castrogiovanni di Taranto  -  per  la
prima fase della procedura di reclutamento - e una  insediata  presso
il centro di selezione della Marina militare di Ancona, per la  prima
e la seconda fase della procedura di reclutamento; 
      d) commissione per le prove di efficienza fisica; 
      e) commissione per la ripartizione dei candidati vincitori  dei
settori d'impiego «CEMM navale e CP» e  «Componente  aeromobili»  tra
CEMM    e    CP    e    per     l'attribuzione     delle     relative
categorie/specialita'/abilitazioni. 
    2. La commissione di cui al precedente comma 1, lettera a)  sara'
composta da: 
      a) un ufficiale di grado non inferiore a capitano di  vascello,
presidente; 
      b) due ufficiali di grado non inferiore a tenente di  vascello,
membri; 
      c) un sottufficiale di grado non inferiore a capo di 3ª  classe
ovvero un dipendente civile del Ministero della  difesa  appartenente
alla seconda area funzionale, segretario senza diritto di voto. 
    3. Le due commissioni di cui al precedente comma 1,  lettera  b),
insediate rispettivamente presso la caserma Castrogiovanni di Taranto
e presso il centro di selezione  della  Marina  militare  di  Ancona,
saranno composte ciascuna da: 
      a) un ufficiale di grado non inferiore a capitano di  vascello,
appartenente al Corpo sanitario militare marittimo, presidente; 
      b) due ufficiali di grado non inferiore a capitano di corvetta,
appartenenti al Corpo sanitario militare marittimo, membri; 
      c) un sottufficiale di grado non inferiore a capo di 3ª classe,
segretario senza diritto di voto. 
    Dette commissioni si potranno avvalere del supporto di  ufficiali
medici specialisti della Marina  militare  o  di  medici  specialisti
esterni. 
    4. Le due commissioni di cui al precedente comma 1,  lettera  c),
di cui una insediata presso la caserma Castrogiovanni  di  Taranto  e
una presso il centro di selezione della Marina  militare  di  Ancona,
saranno composte ciascuna da: 
      a) un ufficiale di grado non inferiore a capitano  di  fregata,
presidente; 
      b) due ufficiali esperti in selezione attitudinale della Marina
militare, membri; 
      c) un sottufficiale di grado non inferiore a capo di 3ª classe,
segretario senza diritto di voto. 
    Dette commissioni si potranno avvalere del supporto di  personale
specializzato in selezione attitudinale della Marina militare. 
    5. La commissione di cui  al  precedente  comma  1,  lettera  d),
insediata presso il centro di  selezione  della  Marina  militare  di
Ancona, sara' composta da: 
      a) un ufficiale superiore della Marina militare, presidente; 
      b) due ufficiali della Marina militare, membri; 
      c)  un  sottufficiale  del  ruolo  marescialli   della   Marina
militare, segretario senza diritto di voto. 
    Detta commissione si potra' avvalere del  supporto  di  personale
del settore ginnico/sportivo  messo  a  disposizione  dal  centro  di
selezione della Marina militare di Ancona  ovvero  di  ufficiali  e/o
sottufficiali della Marina militare  esperti  del  settore  d'impiego
richiesto. 
    6. La commissione di cui al precedente comma 1, lettera e)  sara'
composta da: 
      a) un ufficiale di grado non inferiore a capitano  di  fregata,
presidente; 
      b) due ufficiali di grado non inferiore a tenente di  vascello,
di cui uno appartenente alle CP, membri; 
      c) un sottufficiale di grado non inferiore a capo di 3ª classe,
segretario senza diritto di voto».