Nomina UNIVERSITA' 'MEDITERRANEA' DI REGGIO CALABRIA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 76 del 25-09-2018

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Nomina

Nota Bene: trattandosi di 'Nomina' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Nomina
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 76 del 25-09-2018
Sintesi: UNIVERSITA' «MEDITERRANEA» DI REGGIO CALABRIA Nomina Sostituzione del componente dimissionario della commissione giudicatrice della procedura di valutazione comparativa per la copertura di un posto ...
Ente: UNIVERSITA' 'MEDITERRANEA' DI REGGIO CALABRIA
Regione: CALABRIA
Provincia: REGGIO CALABRIA
Comune: REGGIO CALABRIA
Data di pubblicazione 28-09-2018
Condividi

UNIVERSITA' «MEDITERRANEA» DI REGGIO CALABRIA

Nomina

Sostituzione del componente dimissionario della commissione giudicatrice della procedura di valutazione comparativa per la copertura di un posto di ricercatore per il settore scientifico-disciplinare ICAR/14 - Composizione architettonica e urbana.

 
 
                             IL RETTORE 
 
    Visto il decreto rettorale n. 73 del 26  febbraio  2008,  il  cui
avviso e' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della  Repubblica
italiana n. 19 - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» - del 7  marzo
2008, con il quale e'  stata  indetta  la  procedura  di  valutazione
comparativa per la copertura mediante concorso per  titoli  ed  esami
per  complessivi  otto  posti  di   ricercatore   universitario   non
confermato, di cui sei cofinanziati dal MIUR, due dei quali assegnati
alla facolta' di  architettura  di  questa  Universita',  di  cui  un
attribuito al settore scientifico-disciplinare ICAR/14 - Composizione
architettonica e urbana. Procedura in cofinanziamento  col  MIUR,  ai
sensi del decreto ministeriale 14 novembre 2007, n. 565; 
    Visto il decreto  rettorale  n.  452  del  23  dicembre  2008  di
approvazione degli atti con il quale e' stato dichiarato vincitore il
dott. Antonello Russo, nato a Messina il 9 giugno 1972; 
    Visto il ricorso  n.  142/2009,  proposto  innanzi  al  tribunale
amministrativo  regionale  Calabria  -  sezione  staccata  di  Reggio
Calabria - dalla candidata dott.ssa Clara Stella Vicari  Aversa,  per
l'annullamento  del  su  citato  decreto  rettorale  n.  452/2008  di
approvazione degli atti  nonche'  di  ogni  altro  atto  presupposto,
connesso o consequenziale; 
    Vista l'ordinanza n.  135/2009  REG.ORD.SOSP.  con  la  quale  il
tribunale amministrativo regionale di Reggio Calabria - ritenendo che
il primo motivo del su citato ricorso, con  il  quale  la  ricorrente
denunciava  la  violazione,  nelle  prove  scritte,   del   principio
dell'anonimato, appariva assistito dal prescritto fumus  boni  juris,
ha accolto la domanda di sospensiva degli atti impugnati; 
    Visto il decreto rettorale n. 165 del 14 maggio 2009 con il quale
l'Universita' Mediterranea,  in  virtu'  del  potere  di  autotutela,
annullava il citato decreto rettorale n. 452/2008, nonche' i  verbali
dei lavori della commissione a partire dalla prova  scritta  in  poi,
disponendo la rinnovazione parziale della procedura; 
    Visto il  decreto  rettorale  n.  296  del  1°  ottobre  2009  di
approvazione degli atti della rinnovazione parziale della  procedura,
a  seguito  della  quale  e'  stato  dichiarato  vincitore  il  dott.
Antonello Russo; 
    Visto il ricorso  n.  142/2009,  proposto  innanzi  al  tribunale
amministrativo  regionale  Calabria  -  sezione  staccata  di  Reggio
Calabria - dalla candidata dott.ssa Clara Stella Vicari  Aversa,  per
l'annullamento  del  citato  decreto   rettorale   n.   296/2009   di
approvazione degli atti  nonche'  di  ogni  altro  atto  presupposto,
connesso o consequenziale; 
    Vista la sentenza n. 7/2011 del 1° dicembre 2010 con la quale  il
tribunale amministrativo regionale di Reggio Calabria - ha accolto il
ricorso della dott.ssa Vicari Aversa; 
    Visto il ricorso in appello  n.  4608/2011,  proposto  dal  dott.
Antonello Russo per  la  riforma  della  citata  sentenza  n.  7/2011
tribunale amministrativo regionale Calabria; 
    Vista l'ordinanza n. 02832/2011  REG.PROV.CAU  con  la  quale  il
Consiglio di Stato ha accolto l'istanza cautelare e,  per  l'effetto,
ha sospeso l'esecutivita' della sentenza impugnata; 
    Vista    la    sentenza    del    Consiglio    di    Stato     n.
00396/2012REG.PROV.COLL, con la quale  e'  stato  respinto  l'appello
presentato dal dott. Antonello Russo per la  riforma  della  sentenza
del tribunale amministrativo regionale della Calabria; 
    Visto il decreto rettorale n. 46  del  7  febbraio  2012  con  il
quale, in esecuzione della citata sentenza del Consiglio di Stato  n.
00396/2012REG.PROV.COLL, con la quale  e'  stato  respinto  l'appello
presentato dal dott. Antonello Russo per la  riforma  della  sentenza
del tribunale amministrativo regionale della Calabria, sede di Reggio
Calabria,  n.  7/2011,  e'  stata  disposta  la  rinnovazione   della
procedura da effettuarsi da parte di una nuova commissione; 
    Visto il decreto rettorale n. 218 del 24 luglio 2013 con il quale
sono stati approvati gli atti ed e'  stato  dichiarato  vincitore  il
dott. Antonello Russo; 
    Visto il ricorso n. 720 del 2013 proposto  innanzi  al  tribunale
amministrativo regionale di Reggio Calabria dalla candidata  dott.ssa
Clara Stella Vicari Aversa, per l'annullamento del citato decreto  n.
218/2013 di approvazione  degli  atti  nonche'  di  ogni  altro  atto
presupposto, connesso o consequenziale; 
    Vista la sentenza n. 502 del  2016  con  la  quale  il  tribunale
amministrativo regionale ha  ritenuto  fondato  il  suddetto  ricorso
accogliendolo nei termini di  cui  in  motivazione  e,  precisamente,
accogliendo il primo motivo di ricorso sub 1) dell'atto  introduttivo
e  specificando  che  la   commissione   avrebbe   dovuto   «valutare
correttamente  il  curriculum  della  Vicari  e  la  sua   esperienza
formativa e di ricerca, senza incorrere  nelle  omissioni,  errori  e
lacune che  avevano  inficiato  la  prima  valutazione.  Quanto  alle
doglianze inerenti la prova pratica, va detto  che  il  Collegio  non
puo' sostituire il proprio giudizio  a  quello  fatto  proprio  dalla
commissione, attesa  la  natura  tecnico-discrezionale  del  giudizio
medesimo e la sussistenza dei noti limiti che il sindacato estrinseco
del tribunale amministrativo regionale incontra al riguardo»; 
    Visto il ricorso n. 643 del 2016 proposto dalla  candidata  Clara
Stella Vicari Aversa,  per  l'ottemperanza  del  giudicato  formatosi
sulle sentenze  del  tribunale  amministrativo  regionale  di  Reggio
Calabria n. 7 dell'11 gennaio 2011 e n. 502 del 13 maggio 2016; 
    Vista  la  sentenza  n.  810/2017  con  la  quale  il   tribunale
amministrativo regionale di Reggio Calabria ha accolto il ricorso  n.
643 del 2016 disponendo che l'Universita' degli studi  «Mediterranea»
di Reggio Calabria disponga le misure di esecuzione della sentenza n.
502 del 2016, con le modalita' indicate in motivazione; 
    Vista l'ordinanza del Consiglio di Stato del  16  novembre  2017,
con la quale e' stata rigettata l'istanza  di  sospensiva  presentata
dal controinteressato dott. Antonello Russo; 
    Visto il decreto rettorale n. 311 del 30  novembre  2017  con  il
quale, in esecuzione  della  sentenza  del  tribunale  amministrativo
regionale di Reggio Calabria n. 502 del 2016: 
      si e' disposto l'avvio delle procedure per la riedizione  della
procedura nei termini di cui nella motivazione della sentenza; 
      si e' disposto l'avvio delle procedure per  la  nomina  di  una
nuova  commissione  secondo  le  disposizioni  del  decreto-legge  n.
180/2008 convertito in legge 1/2009; 
      si e' affidato al consiglio di Dipartimento di  architettura  e
territorio (Darte) il compito di  provvedere  alla  designazione  del
membro interno della commissione; 
    Vista il verbale n. 1 del  28  febbraio  2018  del  consiglio  di
Dipartimento di architettura e territorio (Darte) nel quale e'  stato
designato, quale membro interno, il prof. Andrea Sciascia,  ordinario
presso l'Universita' degli studi di Palermo, dove ricopre  l'incarico
di direttore del Dipartimento «D'ARCH»; 
    Visto  l'esito  del  sorteggio  a  seguito  del  quale  e'  stata
completata la commissione con l'individuazione degli altri due membri
della commissione, nelle persone dei professori  Giuseppe  Pellitteri
dell'Universita' degli studi di Palermo e Guya  Grazia  Bertelli  del
Politecnico di Milano; 
    Visto il decreto rettorale n. 123 del 22 maggio 2018,  pubblicato
nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  italiana  -  4ª  Serie
speciale «Concorsi ed esami» n. 46 del 12 giugno 2018, con  il  quale
e' stata nominata la commissione giudicatrice, composta dai docenti: 
      prof.      Andrea       Sciascia,       ordinario       settore
scientifico-disciplinare ICAR/14 - Universita' degli studi di Palermo
- membro designato; 
      prof.     Giuseppe      Pellitteri,      ordinario      settore
scientifico-disciplinare ICAR/14 - Universita' degli studi di Palermo
- membro sorteggiato; 
      prof.ssa    Guya    Grazia    Bertelli,    ordinario    settore
scientifico-disciplinare ICAR/14 - Politecnico  di  Milano  -  membro
sorteggiato; 
    Vista la lettera prot. n. 7130 del 5 giugno 2018 con la quale  la
prof.ssa Guya Grazia Bertelli comunica  le  proprie  dimissioni,  per
ragioni familiari ai sensi dell'art. 3, comma  3,  legge  n.  104/92,
dall'incarico di componente della suddetta commissione giudicatrice; 
    Visto il decreto rettorale n. 146 del 22 giugno 2018 con il quale
sono state accettate le dimissioni  presentate  dalla  prof.ssa  Guya
Grazia Bertelli; 
    Visto l'esito del sorteggio effettuato dal MIUR in data 18 luglio
2018, in cui e' risultata estratta  la  prof.ssa  Zaira  Maria  Dato,
professore ordinario dell'Universita' degli studi di Catania; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
    E' nominata, quale membro della  commissione  giudicatrice  della
procedura di valutazione comparativa per la copertura di un posto  di
ricercatore universitario - II sessione 2007 - di questa  Universita'
per  il  settore  scientifico-disciplinare  ICAR/14  -   Composizione
architettonica e urbana, la prof.ssa  Zaira  Maria  Dato,  professore
ordinario dell'Universita' degli studi di  Catania,  in  sostituzione
della prof.ssa Guya Grazia Bertelli, membro dimissionario. 
    La commissione giudicatrice, pertanto, risulta cosi' composta: 
      prof.      Andrea       Sciascia,       ordinario       settore
scientifico-disciplinare ICAR/14 - Universita' degli studi di Palermo
- membro designato; 
      prof.     Giuseppe      Pellitteri,      ordinario      settore
scientifico-disciplinare ICAR/14 - Universita' degli studi di Palermo
- membro sorteggiato; 
      prof.ssa    Zaira     Maria     Dato,     ordinario     settore
scientifico-disciplinare ICAR/14 - Universita' degli studi di Catania
- membro sorteggiato. 
                               Art. 2 
 
 
    Le eventuali cause di incompatibilita' e le modifiche dello stato
giuridico intervenute successivamente al presente  decreto  rettorale
di nomina della commissione non incidono sulla qualita' di componente
della commissione giudicatrice. 
                               Art. 3 
 
 
    Dalla data  di  pubblicazione,  nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana - 4ª Serie  speciale  «Concorsi  ed  esami»,  del
presente decreto rettorale di nomina della  commissione  giudicatrice
decorre  il  termine  di  trenta  giorni  previsto  dall'art.  9  del
decreto-legge 21 aprile 1995, n. 120,  convertito  con  modificazioni
dalla legge 21 giugno 1995, n. 236, per la presentazione al  rettore,
da parte dei candidati,  di  eventuali  istanze  di  ricusazione  dei
commissari. 
    Decorso  tale  termine,  e  comunque  dopo  l'insediamento  della
commissione, non sono ammesse istanze di ricusazione dei commissari. 
      Reggio Calabria, 3 settembre 2018 
 
                                                 Il Rettore: Catanoso