Concorso per 1 collaboratore amministrativo (piemonte) UNIONE DEI COMUNI TERRE D'ACQUE - BORGOLAVEZZARO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 85 del 18-12-2017
Sintesi: UNIONE DEI COMUNI TERRE D'ACQUE - BORGOLAVEZZARO Concorso (Scad. 28 dicembre 2017) BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER LA COPERTURA, A TEMPO PIENO E INDETERMINATO, DI UN POSTO DI COLLABORATORE AMMINISTRATIVO, CAT. ...
Ente: UNIONE DEI COMUNI TERRE D'ACQUE - BORGOLAVEZZARO
Regione: PIEMONTE
Provincia: NOVARA
Comune: BORGOLAVEZZARO
Data di pubblicazione 18-12-2017
Data Scadenza bando 28-12-2017
Condividi

UNIONE DEI COMUNI TERRE D'ACQUE - BORGOLAVEZZARO

Concorso (Scad. 28 dicembre 2017)

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER LA COPERTURA, A TEMPO PIENO E INDETERMINATO, DI UN POSTO DI COLLABORATORE AMMINISTRATIVO, CAT. B3, DEL COMPARTO REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI.


IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PERSONALE E ORGANIZZAZIONE
VISTO il Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi, approvato con Deliberazione della Giunta unionale n. 1 del 04/05/2015, così come modificato dalla Deliberazione di Giunta Unionale n. 16 del 05/10/2015;
RICHIAMATA la Deliberazione della Giunta Unionale n. 18 del 29/03/2017 di approvazione del fabbisogno triennale di personale 2017/2019;
VISTA la propria Determinazione del Servizio Personale e Organizzazione n. 58 del 20/11/2017 di approvazione del bando di concorso pubblico per esami per la copertura, a tempo pieno e indeterminato, di un posto di Collaboratore Amministrativo, Cat. B3, da adibire ai Servizi Amministrativi di questa Amministrazione;
VISTA la Deliberazione della Giunta Unionale n. 40 del 28/08/2017 di approvazione del Piano delle Azioni Positive;
RENDE NOTO
che è indetto un concorso pubblico, per soli esami, per la copertura di un posto di Collaboratore Amministrativo, Cat. B3 del CCNL Regioni ed Autonomie Locali, a tempo pieno e indeterminato, da assegnare presso i Servizi Amministrativi. La partecipazione è rivolta ai candidati dell'uno e dell'altro sesso a norma della Legge 10/04/1991, n. 125, così come modificata dal D. Lgs. n. 198/2006 che garantisce parità tra uomo-donna nel lavoro.
Il rapporto di lavoro è regolato dalle norme di legge, dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, dal Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi e dagli atti amministrativi unionali di cui i candidati possono prendere visione presso il Servizio Personale e Organizzazione.
Il vincitore del concorso sarà inquadrato nella figura professionale di “Collaboratore Amministrativo” per la quale sono previsti:
- stipendio base annuo lordo previsto dal vigente CCNL pari a € 18.229,92, oltre alla 13^ mensilità e alle altre eventuali indennità di legge e di contratto previste;
- assegno per il nucleo famigliare, se ed in quanto dovuto.
Il trattamento economico di cui sopra è assoggettato alle ritenute previdenziali, assistenziali ed erariali previste dalle vigenti disposizioni di legge e sarà adeguato in relazione agli incrementi stipendiali previsti dai futuri CCNL per il comparto Regioni ed Autonomie Locali.
Art. 1 – REQUISITI PER L’AMMISSIONE
Possono partecipare al concorso i soggetti in possesso dei seguenti requisiti:
- avere età non inferiore agli anni 18;
- cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini dello Stato gli italiani non appartenenti alla Repubblica). Tale requisito non è richiesto per i soggetti appartenenti all’Unione Europea, purché siano in possesso dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza e dichiarino di avere adeguata conoscenza della lingua italiana;
- idoneità fisica alle mansioni proprie del profilo professionale in oggetto, ovvero immunità da qualsiasi malattia ed indisposizione fisica che possa comunque ridurre il completo espletamento delle mansioni. Ai sensi dell’art. 1 della Legge 28/03/1991, n. 120, la condizione di privo della vista comporta inidoneità specifica in considerazione delle mansioni attinenti al profilo professionale del posto di cui trattasi, che prevede, tra l’altro, l’utilizzo di supporti documentali non accessibili alle persone prove della vista. L’Amministrazione Unionale si riserva la facoltà di sottoporre a visita medica il vincitore del concorso, in base alla normativa vigente;
- godimento dei diritti civili e politici;
- assenza di condanne penali o procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione;
- non essere stati interdetti dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato, non aver riportato condanne penali e non essere stati interdetti o sottoposti a misure che escludono, secondo le leggi vigenti, dalla nomina agli impieghi presso gli Enti Locali,
- non essere stati destituiti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, né dispensati per persistente insufficiente rendimento, né dichiarati decaduti ai sensi dell’art. 127, comma 1, lett. d), del D.P.R. 03/01/1957, n. 3;
- essere in possesso di un diploma di scuola superiore di secondo grado quinquennale. Per i candidati cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione Europea e per coloro che hanno conseguito il titolo di studio all’estero, è richiesto il titolo di studio equipollente a quello sopra indicato in base alle vigenti disposizioni di legge in materia. Tale equipollenza dovrà necessariamente risultare da idonea certificazione rilasciata dalla competente autorità, dovrà essere fornita dal candidato in lingua italiana e non è suscettibile di interpretazione;
- conoscenza della lingua inglese;
- conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (word, excel, posta elettronica, browser internet);
- essere in possesso della patente di guida Cat. B non soggetta a provvedimenti di revoca e/o di sospensione;
- se cittadini italiani di sesso maschile nati fino al 1985, essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi militari oppure, per i cittadini non italiani, posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva secondo gli ordinamenti dei paesi di appartenenza.
I candidati possono essere ammessi al concorso con riserva. L’Amministrazione si riserva di disporre in ogni momento, con motivato provvedimento, l’esclusione dalla procedura per difetto dei requisiti prescritti. Tutti i requisiti per ottenere l’ammissione al concorso dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione della domanda di ammissione. L’accertamento della mancanza anche di uno solo dei requisiti prescritti per l’ammissione al concorso comporta, in qualunque tempo, la risoluzione del rapporto di lavoro.
Art. 2 – PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE – TERMINI E MODALITA’
La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice preferibilmente sullo schema allegato al presente avviso, sotto la lettera A) e sottoscritta con firma autografa del candidato, unitamente ai documenti allegati, dovrà pervenire in busta chiusa, con apposizione sul retro del cognome, nome e indirizzo del concorrente, con l’indicazione: “Concorso pubblico per esami per la copertura, a tempo pieno e indeterminato, di un posto di Collaboratore Amministrativo, Cat. B3” entro il termine perentorio, a pena di esclusione, delle ore 12,00 del giorno 28/12/2017, trentesimo giorno dalla pubblicazione dell’avviso all’Albo Pretorio on-line dell’Unione dei Comuni Terre d’Acque, con una delle seguenti modalità:
a) presentazione diretta all'Ufficio Protocollo dell’Unione dei Comuni Terre d’Acque, presso il Comune di Borgolavezzaro, nelle ore di apertura al pubblico dell’Ufficio Segreteria;
b) trasmissione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata a: UNIONE DEI COMUNI TERRE D’ACQUE – Piazza Libertà n. 10 – 28071 Borgolavezzaro (NO);
c) trasmissione mediante Posta Elettronica Certificata (PEC) all'indirizzo protocollo@pec.unioneterredacque.it. In tal caso la domanda dovrà essere firmata e scansionata in formato .pdf; analogamente dovranno essere scansionati nello stesso formato ed allegati alla domanda tutti i documenti richiesti per la partecipazione alla procedura concorsuale. La spedizione da casella di posta elettronica certificata personale dovrà essere effettuata entro la data e l’ora sopra indicata e la domanda verrà accettata se dalla ricevuta di avvenuta consegna risulterà rispettato il termine di scadenza del presente bando. Sarà considerata irricevibile la domanda inoltrata all’indirizzo di posta elettronica certificata dell’Unione dei Comuni Terre d’Acque qualora l’invio sia effettuato da un indirizzo di posta elettronica normale o da un indirizzo di posta elettronica certificata di cui il candidato non sia personalmente titolare.
Non sono ammesse altre modalità di presentazione della domanda a pena di esclusione.
Il termine stabilito per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio e, pertanto, non verranno prese in considerazione quelle domande o documenti che per qualsiasi ragione, non esclusa la forza maggiore od il fatto di terzi, giungeranno in ritardo o non saranno corredate dai documenti richiesti dal bando.
Le domande presentate a mano oltre le ore 12,00 del suddetto termine perentorio e le domande spedite ma non pervenute entro il medesimo termine, non verranno accolte. La data della domanda è stabilita e comprovata, anche in caso di raccomandata a/r, dal timbro e data apposti dall’Ufficio Protocollo dell’Unione al momento del ricevimento. Non fanno pertanto fede, ai fini del termine indicato nel bando, il timbro e la data dell’ufficio postale accettante.
L’Amministrazione declina ogni responsabilità per eventuali smarrimenti delle domande dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente o per causa di eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
A tal fine il candidato dovrà garantire l’esattezza dei dati relativamente al proprio indirizzo e comunicare tempestivamente per iscritto, con raccomandata a/r o PEC, gli eventuali cambiamenti di indirizzo o di recapito telefonico avvenuti successivamente alla presentazione della domanda e per tutta la durata della procedura concorsuale.
Art. 3 – DOMANDA DI AMMISSIONE – ELEMENTI DA DICHIARARE E ALLEGARE
Nella domanda di ammissione al concorso l’aspirante dovrà dichiarare sotto la propria personale responsabilità:
a) le proprie generalità complete (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, indirizzo di residenza e l’eventuale domicilio al quale dovranno essere trasmesse eventuali comunicazioni);
b) il possesso della cittadinanza italiana o quella di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
d) lo stato civile;
e) il possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale previsto nel presente bando, indicando l’istituto o la scuola presso cui è stato conseguito, il corso di studio, la data del rilascio e la votazione finale. Si precisa che i candidati che hanno conseguito il titolo di studio all’estero dovranno allegare il titolo di studio tradotto e autenticato dalla competente rappresentanza diplomatica e consolare italiana, indicando l’avvenuta equipollenza del proprio titolo con quello italiano, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso. Si precisa, inoltre, che la dichiarazione di un diploma equipollente a quello richiesto dal bando deve riportare anche gli estremi della norma che stabilisce l’equipollenza;
f) il possesso della patente di guida Cat. B non soggetta a provvedimenti di revoca e/o di sospensione;
g) la conoscenza della lingua inglese che formerà oggetto di verifica nel corso della prova orale;
h) la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
i) il godimento dei diritti civili e politici;
j) di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali in corso. In caso contrario, indicare le condanne penali riportate ed i procedimenti penali eventualmente pendenti;
k) la posizione nei riguardi degli obblighi di leva (per i cittadini soggetti a tale obbligo);
l) il possesso dell’idoneità fisica alla mansione da svolgere;
m) l’eventuale appartenenza alla categoria di soggetti di cui all’art. 3 della Legge 05/02/1992, n. 104, nonché la necessità di richiedere, per l’espletamento delle prove d’esame, eventuali ausili in relazione all’handicap e/o la necessità di tempi aggiuntivi per sostenere le stesse. Il concorrente dovrà documentare il diritto di avvalersi dei predetti benefici mediante produzione di certificazione, in originale o copia autenticata, relativa allo specifico handicap, rilasciata dalla Commissione medica competente per territorio, dalla quale risultino anche gli ausili ed i tempi aggiuntivi eventualmente concessi per sostenere le prove d’esame;
n) i servizi prestati nella pubblica amministrazione con l’indicazione delle cause di risoluzione del rapporto di lavoro;
o) di non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione e di non trovarsi in alcuna posizione di incompatibilità prevista dalle leggi vigenti;
p) gli eventuali titoli che conferiscono, a parità di punteggio, diritto di preferenza alla nomina, ai sensi dell’art. 5, comma 4, del D.P.R. 09/05/1994, n. 487, (vedi allegato B). La mancata dichiarazione esclude il concorrente dal beneficio;
q) di esprimere il proprio consenso affinché i dati personali forniti con la domanda di partecipazione possano essere trattati, nel rispetto del D. Lgs. n. 196/2003, per gli adempimenti connessi all’espletamento del concorso e, successivamente, per le finalità inerenti l’eventuale gestione del rapporto di lavoro;
r) di dare il consenso affinché il proprio nominativo sia eventualmente comunicato ad altri enti pubblici interessati ad assunzioni a tempo determinato;
s) di accettare incondizionatamente, avendone presa visione, le norme contenute nel presente bando di concorso;
t) il preciso recapito ai fini del concorso (anche diverso dal domicilio); dovranno essere note le variazioni che si verificassero fino all’esaurimento del concorso.
I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea che intendono presentare la domanda, dovranno inoltre indicare espressamente quanto segue:
- di godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;
- di essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
- di avere adeguata conoscenza della lingua italiana sia scritta che parlata.
Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda di ammissione hanno valore di autocertificazione; nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci si applicano le sanzioni previste dall’art. 76 del medesimo decreto.
La domanda di partecipazione al concorso deve essere sottoscritta dal candidato, pena la nullità della stessa. Ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, la firma in calce alla domanda può essere apposta alla presenza del funzionario incaricato dell’Unione dei Comuni Terre d’Acque a ricevere le domande o, in alternativa, alla domanda dovrà essere allegata copia fotostatica non autenticata di un documento di identità in corso di validità del richiedente.
Alla domanda di ammissione il candidato dovrà allegare la seguente documentazione:
- ricevuta comprovante il versamento della tassa di concorso fissata in € 10,00, effettuato mediante bonifico bancario sul conto Banco BPM agenzia di Vespolate intestato all’Unione dei Comuni Terre d’Acque – Codice IBAN: IT 68 J 05034 45740 000000000297, causale: “Tassa per la partecipazione al concorso pubblico per esami per la copertura, a tempo pieno e indeterminato, di un posto di Collaboratore Amministrativo, Cat. B3”; la tassa non è rimborsabile;
- curriculum vitae formativo e professionale, debitamente sottoscritto, con elencazione dettagliata dell'anzianità di servizio in ogni categoria e profilo professionale di inquadramento maturata nell'Ente di provenienza e/o presso altri datori di lavoro pubblici o privati e con l'elencazione delle effettive attività svolte;
- copia fotostatica del documento di identità in corso di validità;
Tutti i documenti allegati dovranno essere elencati nella domanda di ammissione.
Non verranno prese in considerazione le domande prive dei documenti e delle dichiarazioni richieste.
Art. 4 – AMMISSIONE ED ESCLUSIONE DAL CONCORSO
Le domande di partecipazione al concorso, utilmente pervenute, saranno preliminarmente esaminate dal Servizio Personale e Organizzazione, ai fini dell’accertamento dei requisiti di ammissione.
Qualora le dichiarazioni prescritte presentino irregolarità rilevabili d’ufficio, non costituenti falsità, oppure siano incomplete, il Servizio Personale e Organizzazione ne darà comunicazione all’interessato, con invito a provvedere alla regolarizzazione entro il termine assegnato. Trascorso tale termine senza risposta, verrà presunta la mancanza dei requisiti non dichiarati o il venir meno dell’interesse alla partecipazione, con conseguente esclusione dal concorso.
Non sono sanabili e comportano l’esclusione dal concorso:
- la presentazione della domanda dopo la scadenza del termine fissato;
- la mancanza di anche uno solo dei requisiti previsti dal bando;
- la mancanza della firma autografa in calce alla domanda;
- la mancata presentazione del titolo di studio o della dichiarazione del suo possesso conformemente alla normativa in materia di certificazioni sostitutive;
- il mancato versamento della tassa di concorso di € 10,00 entro la data di scadenza del bando;
- la mancata allegazione di copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità;
- la mancata allegazione del curriculum formativo professionale, datato e firmato.
Sono sanabili soltanto le seguenti irregolarità od omissioni rilevate:
- incompletezza di una o più dichiarazioni contenute nella domanda, ad eccezione di quelle relative alle generalità, luogo e data di nascita, ove non siano rilevabili implicitamente dalla documentazione eventualmente allegata.
L’eliminazione delle irregolarità di cui sopra avverrà secondo le modalità comunicate al concorrente. Al termine della fase di verifica saranno disposte le ammissioni ed esclusioni dei candidati. L’esclusione dalla selezione viene disposta dal Responsabile del Servizio Personale e Organizzazione e comunicata a mezzo mail, oppure posta elettronica certificata per i candidati in possesso di PEC, oppure a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
Successivamente l’Amministrazione procederà alla nomina di una Commissione esaminatrice composta da tre componenti, un Presidente e due membri dotati di specifiche competenze tecniche o culturali-professionali nelle discipline del posto da conferire, da un membro aggiunto esperto di lingua inglese (per la prova orale) e da un Segretario con funzioni di verbalizzazione.
Art. 5 – MATERIE D’ESAME
- Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali: D. Lgs. 18/08/2000, n. 267, e successive modifiche ed integrazioni;
- Norme in materia di procedimento amministrativo e diritto di accesso agli atti, con riferimento anche alla semplificazione; atti e provvedimenti comunali;
- Elementi di diritto costituzionale;
- La tutela della privacy: D. Lgs. 30/06/2003, n. 196 e successive modifiche;
- Normativa in materia di Anagrafe, Stato Civile, Statistica, Elettorale, Leva;
- Formazione e archiviazione degli atti;
- Nozioni di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione;
- Codice di comportamento dei dipendenti pubblici: D.P.R. n. 62/2013;
- Nozioni sull’ordinamento finanziario e contabile degli Enti Locali.
Art. 6 – PRESELEZIONE
Qualora il numero dei candidati sia superiore a 30 (trenta), ad insindacabile giudizio dell’Amministrazione, il concorso potrà essere preceduto da una prova preselettiva consistente nella somministrazione di test volti ad accertare in modo speditivo la conoscenza delle materie previste dal programma d’esame, nonché le attitudini dei candidati e la loro potenziale rispondenza alle caratteristiche proprie dell’attività lavorativa in questione.
La preselezione, che non costituisce prova d’esame, verrà effettuata con le più ampie garanzie di imparzialità, oggettività, trasparenza e pari opportunità e si concluderà con la formulazione di una graduatoria in ordine decrescente.
Verranno ammessi alla prima prova scritta i primi 30 (trenta) candidati, in ordine decrescente di punteggio conseguito nel test, che abbiano comunque ottenuto in tale prova un punteggio pari ad almeno 21/30. Verranno inoltre ammessi i candidati che abbiano ottenuto nel test il medesimo punteggio del 30° candidato ammesso alla prova scritta.
La mancata presentazione alla preselezione sarà considerata quale rinuncia al concorso, ancorché dipendente da caso fortuito o forza maggiore.
Art. 7 – PROVE D’ESAME
Il concorso è per esami. I candidati ammessi al concorso dovranno sostenere le seguenti prove d’esame:
1) Prova scritta: in quanto finalizzata ad accertare il grado di conoscenza e competenza del candidato, in relazione allo svolgimento delle mansioni proprie della categoria di inquadramento, potrà consistere nello svolgimento di un tema e/o in una serie di domande a risposta, vertenti su una o più materie di cui sopra;
2) Prova teorico pratica: potrà consistere nell’illustrazione e redazione di un atto/elaborato tecnicoamministrativo;
Saranno ammessi a sostenere la prova orale i concorrenti che abbiano riportato, in ciascuna prova scritta, il punteggio minimo di 21/30.
3) Prova orale: consisterà in un colloquio sulle materie d’esame previste dal bando di concorso, nonché in un colloquio, condotto da un membro aggiunto alla Commissione d’esame, per l’accertamento della conoscenza della lingua inglese.
E’ inoltre previsto l’accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.
Il colloquio si considera superato solo se si riporterà una votazione minima di 21/30.
Non è consentito ai candidati l’utilizzo di leggi e codici, anche non commentati, pena l’esclusione dal concorso.
In occasione delle prove, inoltre, è vietato l’utilizzo di cellulari, computer portatili e altre apparecchiature elettroniche.
Art. 8 – DIARIO E SVOLGIMENTO DELLE PROVE D’ESAME
Il luogo di svolgimento e la data delle prove di cui sopra sarà pubblicato sul sito istituzionale dell’Unione dei Comuni Terre d’Acque www.unioneterredacque.it nella sezione dedicata: Amministrazione trasparente – Bandi di concorso, entro i due giorni antecedenti la data di svolgimento di ciascuna prova.
Le date fissate dal presente bando hanno valore di notifica a tutti gli effetti.
Tutte le comunicazioni relative al concorso, anche in merito a spostamenti di date o sedi, saranno effettuate esclusivamente tramite il sito internet sopra specificato, salvo quelle che necessariamente si riferiscono a destinatari determinati per i quali saranno effettuate comunicazioni personali.
Eventuali comunicazioni personali, compresa l’eventuale richiesta di integrazioni, saranno effettuate esclusivamente a mezzo posta elettronica all’indirizzo dichiarato nella domanda di iscrizione. I candidati sono pertanto invitati a tenere controllata la casella di posta elettronica.
I candidati ammessi alle varie prove, individuati negli elenchi che saranno di volta in volta pubblicati nella sezione dedicata del sito istituzionale sono tenuti a presentarsi, senza alcun preavviso, all’indirizzo, nei giorni e nell’ora indicate per le prove.
I candidati dovranno presentarsi agli esami muniti di un documento di riconoscimento valido, pena l’esclusione dal concorso.
La mancata presentazione ad una delle prove nei giorni, nell’ora e nelle sedi stabilite, equivarrà a rinuncia al procedimento concorsuale, anche se la stessa fosse dipendente da cause di forza maggiore.
Art. 9 – FORMULAZIONE E VALIDITA’ DELLA GRADUATORIA
Sarà dichiarato vincitore il candidato che nella graduatoria di merito, formata dalla Commissione esaminatrice, ha ottenuto il punteggio finale più alto.
A parità di merito la preferenza sarà determinata con l’osservanza, a parità di punteggio, delle preferenze previste dal D.P.R. n. 487/94 e ss. mm. ed ii., purché gli stessi siano stati dichiarati nella domanda di partecipazione al concorso.
In caso di ulteriore parità la preferenza sarà determinata:
- dal numero di figli a carico, indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o meno;
- dall’aver prestato lodevole servizio nella pubblica amministrazione;
- dalla minore età.
La graduatoria finale di merito rimane efficace dalla data di pubblicazione della Determinazione del Responsabile del Servizio Personale e Organizzazione di approvazione, per il tempo e con le modalità di indirizzo previste dalla normativa vigente. Dalla medesima data di pubblicazione decorre anche il termine per le eventuali impugnative.
Durante il periodo di vigenza l’Amministrazione ha la facoltà di utilizzare la graduatoria per l’assunzione di candidati idonei, per la copertura dei posti a tempo indeterminato e/o determinato, che si dovessero rendere successivamente vacanti e disponibili nello stesso profilo professionale, fatta eccezione per i posti istituiti o trasformati successivamente all’indizione della selezione medesima.
Il candidato idoneo assunto a tempo determinato, mantiene il diritto all’assunzione in ruolo secondo l’ordine della graduatoria.
La nomina di ruolo del vincitore e la relativa assunzione è subordinata alla normativa in materia di assunzioni nel pubblico impiego vigente alla data di stipula del contratto individuale di lavoro.
Art. 10 – RISERVA DELL’AMMINISTRAZIONE
L’Amministrazione si riserva la facoltà di modificare o revocare il presente bando, di prorogare o riaprire il temine per la presentazione delle domande, nonché di non procedere alla copertura della posizione messa a concorso, qualora non si rilevi l’esistenza di professionalità adeguate tra le candidature esaminate.
Il presente bando non costituisce in alcun caso diritto all’assunzione a qualsiasi titolo, non vincola in alcun modo l’Amministrazione Unionale che si riserva, altresì, la facoltà di non dare corso alla procedura in caso di sopravvenute cause ostative o di diversa valutazione di interesse dell’Ente.
Art. 11 – DOCUMENTI DA PRODURRE IN CASO DI NOMINA
Il concorrente che sarà dichiarato vincitore del concorso dovrà presentare prima della stipulazione del contratto individuale di lavoro (che avverrà solo alle condizioni già esplicitate) e nel termine di 30 giorni dalla richiesta, a pena di decadenza, i seguenti documenti:
- dichiarazione di accettazione alla nomina nel posto di Collaboratore Amministrativo di categoria B3, livello base;
- dichiarazione di insussistenza di cause di incompatibilità.
Dovrà inoltre produrre la dichiarazione sostitutiva di certificazione, concernente i sotto elencati stati, fatti e qualità personali, e precisamente:
- data e luogo di nascita
- cittadinanza italiana o quello di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
- godimento dei diritti civili e politici;
- residenza e codice fiscale;
- titolo di studio richiesto per l’ammissione;
- stato di famiglia;
- procedimenti penali;
- posizione rispetto agli obblighi militari;
- stato di servizio di ruolo eventualmente prestato presso altri Enti pubblici;
- possesso di titoli che, a norma delle vigenti leggi, conferiscono diritto di preferenza nella nomina.
La predetta dichiarazione potrà essere resa su modulo disponibile presso il Servizio Personale e Organizzazione dell’Unione dei Comuni Terre d’Acque e dovrà essere sottoscritta alla presenza del Funzionario incaricato a ricevere la dichiarazione.
L’Amministrazione Unionale acquisirà d’ufficio il certificato del Casellario Giudiziale e si riserva la facoltà di procedere ad idonei controlli circa la veridicità delle dichiarazioni sostitutive presentate. Fermo restando quanto previsto dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000 relativamente alla responsabilità di carattere penale, qualora dai controlli effettuati emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese, il candidato inserito nella graduatoria degli idonei decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
Il vincitore, inoltre, prima dell’immissione in servizio, potrà essere sottoposto ad accertamento sanitario al fine della valutazione dell’idoneità alle mansioni del posto messo a concorso.
Il rapporto di lavoro si costituirà all’atto della sottoscrizione del contratto individuale di lavoro contestualmente all’immissione in servizio, nei termini previsti dalla normativa vigente e dalle norme contrattuali. L’assunzione diverrà definitiva dopo il superamento, con esito favorevole, del periodo di prova di sei mesi stabilito dalle vigenti disposizioni contrattuali.
Sotto pena di decadenza l’aspirante nominato vincitore del concorso dovrà assumere servizio nel giorno indicato sulla partecipazione di invito e, comunque, entro 30 giorni dalla ricezione della medesima.
L’Amministrazione Unionale intende applicare scrupolosamente la disposizione di cui all’art. 35, comma 5 bis, del D. Lgs. n. 165/2001, secondo la quale “i vincitori dei concorsi devono permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni”.
Art. 12 – TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
In attuazione dell'art. 13 del D. Lgs. n. 196/2003, in ordine al procedimento instaurato con il presente bando di concorso, si informa che:
- le finalità cui sono destinati i dati raccolti sono rivolte alla necessità di procedere a valutazioni comparative sulla base dei dati medesimi;
- il conferimento dei dati si configura come onere obbligatorio del concorrente per partecipare al concorso e, successivamente, per gli adempimenti connessi all’eventuale assunzione;
- la conseguenza di un eventuale rifiuto di rispondere consiste nella esclusione dal concorso;
- i soggetti o le categorie di soggetti a cui i dati possono essere comunicati sono il personale in servizio presso l’Unione coinvolto nel procedimento, i membri della Commissione giudicatrice, le altre Amministrazioni Pubbliche interessate alla posizione giuridico-economica del candidato e ogni altro soggetto che abbia interesse ai sensi della legge n. 241/1990 e ss. mm. ed ii.;
- i diritti spettanti all’interessato sono quelli di cui all’art. 7 e seguenti del D. Lgs. 30/06/2003, n. 196;
- soggetto attivo della raccolta dei dati è il Servizio Personale e Organizzazione dell’Unione dei Comuni Terre d’Acque;
- il Responsabile del trattamento dei dati e il Dott. Carlo Carrera, a cui ci si potrà rivolgere per far valere i propri diritti, così come previsto dall’art. 13 del D. Lgs. n. 196/2003.
Art. 13 – DISPOSIZIONI VARIE
Per l’accesso all’impiego, è garantita la pari opportunità tra uomini e donne, ai sensi della Legge 10/04/1991, n. 125.
Per quanto non espressamente disciplinato dal presente bando si fa riferimento alle disposizioni attualmente vigenti in materia di concorsi, alle disposizioni contenute nel Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi dell’Unione nonché alle norme contrattuali in essere.
Il Responsabile del Procedimento è il Dott. Carlo Carrera, Responsabile del Servizio Personale e Organizzazione.
Informazioni inerenti alla procedura concorsuale possono essere richieste contattando il Servizio Personale e Organizzazione nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì dalle ore 15,00 alle ore 18,00 al numero telefonico 0321/882131 o a mezzo e-mail al seguente indirizzo:
personale@unioneterredacque.it
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PERSONALE E ORGANIZZAZIONE
Dott. Carlo Carrera