Concorso per 1 ricercatore universitario (puglia) ISTITUTO TUMORI 'GIOVANNI PAOLO II' ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 1
Fonte: DIR N. 81 del 04-12-2017
Sintesi: ISTITUTO TUMORI 'GIOVANNI PAOLO II' ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO Concorso (Scad 15 dicembre 2017) Avviso di pubblica selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 incarico di ...
Ente: ISTITUTO TUMORI 'GIOVANNI PAOLO II' ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO
Regione: PUGLIA
Provincia: BARI
Comune: BARI
Data di pubblicazione 05-12-2017
Data Scadenza bando 15-12-2017
Condividi

ISTITUTO TUMORI 'GIOVANNI PAOLO II' ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO

Concorso (Scad 15 dicembre 2017)

Avviso di pubblica selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 incarico di ricerca a collaborazione della durata di anni 1 (uno), per la figura professionale di “Ricercatore Basic”, con laurea in Scienze Biologiche, per lo svolgimento delle attività relative al Progetto di Ricerca Corrente 2017 “Studio di potenziali biomarcatori prognostico/predittivi nel carcinoma mammario invasivo, in pazienti trattati con terapia neoadiuvante ”(P.I. dott.ssa Annita Mangia).


IL DIRETTORE GENERALE
In esecuzione della propria deliberazione n. 678 del 31.10.2017 indice il presente Avviso di pubblica selezione, per titoli e colloquio, ai sensi dell’art. 7, comma 6 del Decreto legislativo 165/2001 e s.m.e i., nonché del Regolamento Aziendale di cui alla deliberazione n. 112/2009 e del Regolamento dell’Istituto in materia di Contratti di Ricerca di cui alla delibera 328/2013, successivamente modificato con deliberazione n. 410 del 17.07.2017, per il conferimento di n. 1 incarico di ricerca a collaborazione della durata di anni 1 (uno), per la figura professionale di “Ricercatore Basic”, con laurea in Scienze Biologiche, per lo svolgimento delle attività relative al Progetto di Ricerca Corrente 2017 “Studio di potenziali biomarcatori prognostico/predittivi nel carcinoma mammario invasivo, in pazienti trattati con terapia neoadiuvante ”(P.I. dott.ssa Annita Mangia);
Per la realizzazione del progetto sarà richiesto l’utilizzo di metodiche di analisi di proteine con metodiche di immunoistochimica, immunofluorescenza, tecniche di microscopia, weastern blot, immunoprecipitazione, tecniche di biologia molecolare: estrazione di DNA ed RNA da colture cellulari, PCR – RT-PCR e Real time PCR , test di vitalità cellulare.
Art. 1 Requisiti generali e specifici di ammissione alla selezione
Saranno ammessi alla selezione i candidati che possiedono i seguenti requisiti:
Requisiti generali:
a) Cittadinanza italiana, oppure di essere cittadino comunitario (specificando la cittadinanza),oppure di essere cittadino non comunitario in possesso di regolare titolo di soggiorno (specificando la cittadinanza ed allegando adeguata e comprovante documentazione relativa al titolo di soggiorno);
Requisiti specifici:
b) Laurea Specialistica in Scienze Biologiche (o lauree equiparate vecchi ordinamenti DM 509/99, DM 207/04 o previgenti);
oppure :
- Laurea di 1° livello in Scienze Biologiche di durata triennale unitamente a documentata esperienza post laurea di durata almeno biennale, maturata in settori attinenti al campo della ricerca oggetto del contratto;
I requisiti devono essere posseduti dai candidati alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda di ammissione alla selezione. La mancanza, o l’omessa dichiarazione, anche di uno solo di essi comporta la non ammissione alla selezione.
Art. 2 Modalità e termini di presentazione
della domanda di partecipazione alle procedure comparative.
La domanda deve essere, redatta secondo lo schema allegato A e debitamente firmata, pena l’esclusione, ed indirizzata al Direttore Generale dell’ Istituto Tumori “Giovanni Paolo II”, Viale Orazio Flacco n. 65, 70124 Bari, entro il termine perentorio del quindicesimo giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, indicando come oggetto “Domanda di partecipazione alla selezione indetta con delibera n. 678/2017”.
La domanda deve essere inviata tramite il servizio postale a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o mediante posta elettronica certificata (PEC: selezioni.ricerca@pec.oncologico.bari.it); non sono ammessi altri mezzi di presentazione, a pena di esclusione. Sulla busta deve essere ripetuto il nominativo del mittente e la seguente dicitura “Domanda di partecipazione alla selezione indetta con delibera n. 678/2017”.
La validità dell’istanza inviata a mezzo posta elettronica certificata è subordinata all’utilizzo, da parte del candidato, di una casella di posta elettronica certificata ( P.E.C.) esclusivamente personale, a pena di esclusione. Non sarà pertanto ammissibile la domanda inviata da casella di posta elettronica certificata altrui o da casella di posta elettronica semplice/ordinaria. L’invio deve avvenire in un’unica spedizione(non superiore a 2MB) con i seguenti allegati e soltanto in formato PDF:
- domanda di partecipazione (Allegato A)
- unico file contenente tutta l’ulteriore documentazione.
La validità della trasmissione e della ricezione del messaggio di posta elettronica certificata è attestata, rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna.
Se il giorno di scadenza è festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo. Il termine di spedizione della domanda è perentorio. A tale fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante.
Le domande spedite successivamente al temine non verranno prese in considerazione. Ugualmente non verranno prese in considerazione, per le esigenze operative dell’Istituto, le domande e la documentazione che, benché spedite nel termine di scadenza, pervengano, materialmente, successivamente all’adozione del provvedimento deliberativo di nomina del vincitore della selezione. L’Amministrazione non assume responsabilita’ per lo smarrimento di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, nè per eventuali disguidi postali e telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Nella domanda di ammissione gli aspiranti devono dichiarare sotto la propria responsabilità:
- Luogo e data di nascita
- Residenza e recapito telefonico;
- Indirizzo di posta elettronica e/o PEC;
- Di avere l’idoneità psico-fisica per l’attività di ricerca cui la selezione si riferisce;
- Il possesso del titolo di studio richiesto nell’avviso quale requisito di accesso alla selezione, con l’indicazione dell’anno in cui è stato conseguito e dell’Ente che lo ha rilasciato, la durata del corso e la votazione finale riportata;
- Il possesso degli ulteriori requisiti o di eventuali altri titoli, secondo quanto previsto dall’avviso;
L’aspirante dovrà, inoltre, indicare l’esatto recapito qualora il medesimo non coincida con la residenza; ove tale recapito non venisse indicato le comunicazioni saranno inoltrate alla residenza dichiarata; in ogni caso l’amministrazione non assume alcuna responsabilità in caso di irreperibilità del destinatario; Il candidato dovrà inoltre autorizzare l’amministrazione al trattamento dei propri dati personali ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196.
Le comunicazioni potranno essere effettuate anche tramite posta PEC.
Art. 3 Documentazione da allegare alla domanda di partecipazione
A corredo della domanda, i partecipanti dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità, consapevoli delle sanzioni previste dall’art. 76 del DPR 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci :
- il cognome , il nome , la data , il luogo di nascita e la residenza;
- il possesso della cittadinanza italiana, oppure di essere cittadino comunitario (specificando la cittadinanza), oppure di essere cittadino non comunitario in possesso di regolare titolo di soggiorno (specificando la cittadinanza ed allegando adeguata e comprovante documentazione relativa al titolo di soggiorno);
- il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
- di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa; oppure indicare le eventuali condanne penali riportate;
- di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali;
- di possedere tutti i requisiti specifici di ammissione;
- il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione;
- di accettare le condizioni fissate dal bando compresa la modalità di convocazione delle prove.
I candidati dovranno altresì allegare:
1. curriculum professionale datato e sottoscritto;
2. titoli di studio conseguiti, autocertificati secondo la normativa vigente;
3. documentazione riguardante l’attività lavorativa e scientifica svolta (pubblicazioni edite a stampa, borse di studio, collaborazioni, ulteriori servizi) autocertificati secondo la normativa vigente;
4. ogni altra documentazione utile in relazione al tipo di selezione ;
5. fotocopia di un documento di identità;
6. Elenco dei documenti e dei titoli presentati.
A pena di esclusione, tutta la documentazione ed i titoli necessari per l’ammissione devono essere prodotti in originale od in copia autenticata o autocertificata ai sensi di legge (artt. 46 e 47 D.P.R. 445/2000) utilizzando gli allegati B e C. La dichiarazione sostitutiva di certificazione e/o dell’atto di notorietà deve essere necessariamente corredata da fotocopia semplice di un documento di identità, pena l’esclusione. In ogni caso, la dichiarazione resa dal candidato, in quanto sostitutiva a tutti gli effetti delle certificazioni, deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo autocertificato. Resta salva la facoltà, per l’Amministrazione, di verificare quanto dichiarato e/o prodotto dal candidato. Qualora dal controllo emerga la non veridicità di quanto dichiarato e/o prodotto, il candidato decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, fatte salve le sanzioni penali previste in ipotesi di falsità di atti e di dichiarazioni mendaci.
Art. 4 Ammissione alla selezione.
Per l’ammissione alla selezione è necessario il possesso dei requisiti prescritti nell’avviso. E’ altresì necessario che la domanda di partecipazione sia firmata, a pena di esclusione, e che la stessa sia presentata nei modi e nei termini previsti dall’avviso.
I candidati possono essere ammessi con riserva alla selezione previa verifica della completezza e della correttezza della domanda di partecipazione con riferimento al possesso dei requisiti prescritti, alla avvenuta sottoscrizione della domanda ed al rispetto dei modi e dei termini di presentazione.
L’accertamento del possesso dei requisiti dichiarati dai candidati verrà effettuato prima della stipula del contratto di lavoro. L’accertamento della mancanza di uno solo dei requisiti prescritti per l’ammissione alla selezione comporta, in qualunque momento, la risoluzione del rapporto di collaborazione.
L’ammissione e l’esclusione alla selezione dei candidati verrà effettuata dalla Commissione Esaminatrice e comunicata esclusivamente tramite avviso pubblicato sul sito istituzionale www.oncologico.bari.it, link “concorsi”. Detta pubblicazione avrà valore di notifica agli interessati.
Art.5 Modalità di selezione
La selezione si articola in due fasi:
• valutazione comparata dei curricula dei singoli candidati. La comparazione dei curricula terrà conto della specificità dei requisiti posseduti dai candidasti con riferimento all’oggetto dell’incarico da conferire. Costituisce in particolare oggetto di valutazione:
- qualificazione professionale;
- grado di professionalità acquisita, ricavabile da precedenti esperienze lavorative in attività inerenti a quelle oggetto dell’incarico;
- ulteriori elementi legati alla specificità dell’incarico.
Costituiranno titoli preferenziali i titoli afferenti al settore di attività oggetto della domanda.
• il colloquio, durante il quale vengono prese in esame sia le competenze tecnico-professionale, sia l’attitudine alla ricerca scientifica, sia infine le qualità relazionali e le motivazioni individuali del candidato.
Al colloquio sono ammessi solo i candidati che sulla scorta della valutazione dei titoli, risultino in possesso del bagaglio professionale e culturale adeguato al tipo di contratto. I candidati devono presentarsi al colloquio muniti di documento di identità. Ove l’avviso richieda la conoscenza della lingua inglese, la commissione verifica durante il colloquio il livello di tale conoscenza.
Art. 6 Valutazione e scelta del candidato
La Commissione esprimerà per ogni candidato, curriculum e prova orale, un sintetico giudizio ed una votazione in centesimi, come di seguito indicato:
- un punteggio massimo di 60/100 nella valutazione dei titoli;
- un punteggio massimo di 40/100 nelle valutazione della prova colloquio.
La somma complessiva dei voti ottenuti costituisce la votazione globale del singolo candidato.
Verranno considerati idonei i candidati che alla prova colloquio avranno conseguito un punteggio di almeno 7/10 pari a 28/40.
La Commissione alla fine dei lavori formula una graduatoria finale di merito.
Il Direttore Generale procede con propria deliberazione alla presa d’atto del verbale della Commissione ed all’approvazione della graduatoria finale di merito con conseguente individuazione del professionista a cui attribuire l’incarico.
In caso di successive richieste di collaborazioni riguardanti la medesima professionalità, il Dirigente proponente può chiedere di attingere all’elenco degli idonei secondo l’ordine della graduatoria di merito.
L’esito della selezione è reso pubblico mediante pubblicazione sul sito web dell’Istituto: www.oncologico.bari.it, link “concorsi”.
Art. 7 Convocazione
Luogo, data e ora del colloquio saranno resi noti esclusivamente mediante avviso di convocazione dei candidati pubblicato sul sito istituzionale www.oncologico.bari.it con un preavviso di almeno 10 giorni.
Detta pubblicazione avrà valore di notifica agli interessati.
I candidati che per qualsiasi motivo non saranno presenti all’ora e nel giorno fissati per lo svolgimento della prova colloquio, saranno considerati esclusi.
Art. 8 Conferimento, durata, svolgimento e retribuzione dell’incarico
Gli incarichi conferiti ai sensi dell’art.7, comma 6 del Decreto Legislativo 165/2001 e s.m.e i., nonché del Regolamento Aziendale di cui alla deliberazione n. 112 del 9 marzo 2009 e del Regolamento dell’Istituto in materia di Contratti di Ricerca di cui alla delibera 328/2013, avranno durata pari ad anni uno.
Il contratto di collaborazione potrà essere sottoscritto soltanto previa verifica documentale del possesso dei requisiti prescritti e dei titoli che hanno consentito l’accesso alla procedura selettiva.
Il compenso complessivo lordo della collaborazione, sarà pari ad € 19.000,00, oltre oneri ed IRAP variabili in funzione delle variazioni previdenziali di legge e delle diverse aliquote delle casse previdenziali, e graverà sui fondi della Ricerca Corrente 2017 alla voce “Personale a contratto, giusta deliberazione n. 191/2017 sino al 31.12.2017 e per la restante parte e sino al compimento dell’annualità sui fondi della Ricerca Corrente 2018.
Art. 9 Pubblicità
Il presente Avviso sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia e sul sito web, quale allegato al provvedimento deliberativo di indizione dell’Avviso ed all’Albo dell’Istituto.
La risultanza finale della valutazione comparata sarà approvata con deliberazione del Direttore Generale.
Art. 10 Trattamento dati personali
Ai sensi dell’art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196) ed in osservanza del Regolamento UE 2016/679, si informano i Candidati che il trattamento dei dati personali forniti in sede di partecipazione al presente bando acquisiti dall’IRCCS Giovanni Paolo II , è finalizzato unicamente all’espletamento delle attività concorsuali o selettive, anche da parte della Commissione esaminatrice, presso gli Uffici preposti dall’IRCCS ( S.C. Area Gestione Risorse Umane) con l’utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalità, anche in caso di eventuale comunicazione a Terzi autorizzati. La durata di conservazione dei dati richiesti è limitata in conformità alle disposizioni normative vigenti. La mancata comunicazione dei dati personali e/o sensibili richiesti può precludere la partecipazione al bando/avviso. Al Candidato sono sempre riconosciuti i diritti di cui all’art. 7 del Codice, in particolare, il diritto di accedere ai propri dati personali, di richiederne la rettifica, l’aggiornamento o cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della Legge, nonché opporsi al loro trattamento per motivi legittimi rivolgendo le richieste al Direttore dell’Area Gestione Risorse Umane.
Art. 11 Disposizioni finali
Con la partecipazione alla presente selezione è implicita da parte dei concorrenti l’accettazione, senza riserve, di tutte le disposizioni contenute nel bando stesso, nonchè delle disposizioni di legge vigenti in materia.
L’Istituto si riserva la facoltà di modificare, sospendere e/o revocare il presente bando a suo insindacabile giudizio, senza che gli interessati stessi possano avanzare pretese o diritti di sorta.
Per ulteriori informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi all’Area Gestione Risorse Umane dell’Istituto – Viale Orazio Flacco n. 65 – 70124 Bari – tel. 0805555148.
IL DIRETTORE GENERALE
Dott. Vito Antonio Delvino