Concorso per 1 direttore generale (basilicata) REGIONE BASILICATA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 91 del 28-11-2017
Sintesi: REGIONE BASILICATA Concorso (Scad. 13 dicembre 2017) Aggiornamento dell'elenco degli aspiranti idonei alla nomina di direttore generale delle Aziende sanitarie locali di Potenza (ASP) e Matera (ASM) e ...
Ente: REGIONE BASILICATA
Regione: BASILICATA
Provincia: POTENZA
Comune: POTENZA
Data di pubblicazione 28-11-2017
Data Scadenza bando 13-12-2017
Condividi

REGIONE BASILICATA

Concorso (Scad. 13 dicembre 2017)

Aggiornamento dell'elenco degli aspiranti idonei alla nomina di direttore generale delle Aziende sanitarie locali di Potenza (ASP) e Matera (ASM) e dell'Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo (AOR) di Potenza e dell'elenco degli aspiranti idonei alla nomina di direttore generale dell'IRCCS «Centro di Riferimento Oncologico Basilicata (CROB)» di Rionero in Vulture.

 
    La  Regione  Basilicata  da'   avviso   che   intende   procedere
all'aggiornamento dell'elenco degli aspiranti idonei alla  nomina  di
direttore generale delle Aziende sanitarie locali di Potenza (ASP)  e
Matera (ASM) e dell'Azienda ospedaliera regionale San Carlo (AOR)  di
Potenza e dell'elenco degli aspiranti idonei alla nomina di direttore
generale dell'IRCCS  «Centro  di  riferimento  oncologico  Basilicata
(CROB)» di Rionero in Vulture. 
    Comunica a tutti  gli  interessati  che  deve  essere  presentata
apposita istanza, come da fac-simile di domanda allegato. 
    A tal proposito si precisa quanto segue: 
      devono presentare la candidatura (secondo  lo  schema  allegato
2A) i soggetti interessati che  non  risultano  inseriti  nell'elenco
ordinario vigente; 
      devono presentare istanza di conferma nell'elenco  (secondo  lo
schema allegato 2B, a pena  di  cancellazione  dall'elenco  medesimo,
coloro che sono gia' inseriti nell'elenco ordinario vigente; 
      e' necessario presentare distintamente la domanda per  ciascuno
degli elenchi regionali a cui ci si candida. 
    Gli interessati devono essere in possesso dei requisiti di cui al
decreto legislativo n. 502/1992, ossia: 
      1. diploma  di  laurea  magistrale  o  diploma  di  laurea  del
precedente ordinamento; 
      2.a per la nomina a direttore generale  dell'Azienda  sanitaria
di Potenza (ASP), dell'Azienda  sanitaria  locale  di  Matera  (ASM),
dell'Azienda ospedaliera regionale San Carlo (AOR) di Potenza: 
        esperienza dirigenziale, almeno quinquennale, nel campo delle
strutture sanitarie, come previsto dalla nuova formulazione dell'art.
3-bis del decreto legislativo n. 502/1992 e  successive  modifiche  e
integrazioni, caratterizzata da autonomia  gestionale  e  da  diretta
responsabilita' delle risorse umane, tecniche o finanziarie  maturata
nell'ambito degli enti e aziende del SSN, pubblici o privati, nonche'
presso  enti  o  istituzioni  pubbliche  che  svolgano  attivita'  di
interesse  sanitario;  nei  rimanenti  casi,  fermi   i   presupposti
dell'autonomia  gestionale  e  della  diretta  responsabilita'  delle
risorse   umane,   tecniche   o   finanziarie,   la   durata   minima
dell'esperienza  dirigenziale  richiesta  e'  pari  a   sette   anni.
L'esperienza dirigenziale si intende svolta nei dieci anni precedenti
la pubblicazione del presente avviso. 
        per le societa', la  carica  di  amministratore  unico  o  di
amministratore delegato e' riconosciuta equivalente al possesso della
qualifica dirigenziale, ferma restando la relativa esperienza  almeno
quinquennale nel campo delle strutture sanitarie o  settennale  negli
altri  settori,  maturata  nei  dieci  anni  precedenti  la  data  di
pubblicazione del presente avviso; 
      2.b per la nomina a direttore generale  dell'IRCCS  «Centro  di
riferimento oncologico Basilicata (C.R.O.B.)» di Rionero in Vulture: 
        esperienza  qualificata  di  direzione  in   enti,   aziende,
strutture pubbliche o private  di  media  o  grande  dimensione,  con
autonomia gestionale e diretta responsabilita' delle  risorse  umane,
tecniche e finanziarie, svolta nei dieci anni precedenti la  data  di
pubblicazione del presente avviso; 
        per le societa', la  carica  di  amministratore  unico  o  di
amministratore delegato e' riconosciuta equivalente al possesso della
qualifica dirigenziale, fermo restando la relativa esperienza  svolta
nei dieci anni precedenti  la  data  di  pubblicazione  del  presente
avviso; 
      3. cittadinanza italiana; 
      4. godimento dei diritti politici: non  possono  accedere  alla
selezione coloro che sono esclusi  dall'elettorato  politico  attivo,
ne' coloro che sono stati destituiti dall'impiego presso una pubblica
amministrazione ne' coloro che sono stati dichiarati decaduti; 
      5. di non trovarsi nelle condizioni previste dall'art. 3, comma
11 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e sue  successive
modificazioni e integrazioni; 
      6. di non versare nelle condizioni di inconferibilita'  di  cui
al decreto legislativo 8 aprile 2013, n. 39; 
      7. di non  trovarsi  nelle  condizioni  di  cui  all'art.6  del
decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito con legge n. 114/2014
che contempla il «Divieto di incarichi  dirigenziali  a  soggetti  in
quiescenza»; 
      8. possesso del certificato, ove conseguito, di  frequenza  del
corso  di  formazione  in  materia   di   sanita'   pubblica   e   di
organizzazione e di gestione  sanitaria  ai  sensi  dell'art.  3-bis,
comma 4  del  decreto  legislativo  n.  502/1992,  ovvero  impegno  a
produrre tale certificazione entro 18 mesi dalla nomina. 
    Il possesso  dei  summenzionati  e'  accertato  da  una  apposita
commissione,  nominata  dalla   Giunta   regionale,   costituita   in
prevalenza  tra   esperti   indicati   da   qualificate   istituzioni
scientifiche  indipendenti,  di  cui   uno   designato   dall'Agenzia
nazionale per i servizi sanitari regionali, senza  nuovi  o  maggiori
oneri a carico della finanza  pubblica.  La  commissione  avra'  cura
altresi' di verificare la conformita' della domanda e degli  allegati
ai contenuti ed  alle  modalita'  d'inoltro  stabiliti  nel  presente
avviso. 
    La commissione comunica ai candidati non ammessi  alla  selezione
la loro esclusione al verificarsi delle seguenti condizioni: 
      a) irricevibilita' della domanda, perche'  pervenuta  oltre  la
scadenza del termine di presentazione previsto dall'avviso; 
      b) mancanza della  documentazione  richiesta  e  dei  requisiti
prescritti dall'avviso. 
    La  commissione  procede  successivamente  alla  valutazione  dei
candidati sulla base dei  titoli  posseduti  e  documentati  mediante
apposita  check  list,  che  sara'  utilizzata  per   la   definitiva
valutazione  dell'idoneita',  sulla  base  dei  seguenti  criteri  ed
indirizzi generali: 
      esperienze professionali, tenuto conto: 
        della tipologia degli enti ed  istituzioni  presso  le  quali
sono incardinate le strutture nelle quali il candidato ha maturato la
propria esperienza professionale e la  specificita'  e  la  tipologia
delle prestazioni erogate dalle strutture medesime; 
        della posizione funzionale del candidato  nelle  strutture  e
delle  sue  competenze  con  riferimento  agli  specifici  ambiti  di
autonomia professionale con funzioni di direzione; 
        dei  ruoli  di   responsabilita'   rivestiti   nel   contesto
organizzativo in cui ha operato e  dei  risultati  ottenuti  in  tali
esperienze professionali; 
        del livello quali-quantitativo delle  prestazioni  effettuate
dal candidato anche con riguardo alle tematiche e alla casistica  dei
precedenti incarichi, misurabile in termini di volume e complessita'. 
    Con riferimento all'esperienza di direzione nel settore  privato,
sia  sanitario  che  non  sanitario,  la  commissione  estendera'   i
precedenti criteri di valutazione in relazione alla posizione ed alla
formale qualifica dirigenziale posseduta dal candidato. 
    La  commissione,   fermo   restando   il   necessario   requisito
dell'adeguata  esperienza  dirigenziale,  potra'  considerare  titolo
qualificante, per la valutazione, anche le esperienze  di  consulenza
caratterizzate   da    direzione    di    progetti    complessi    di
riorganizzazione/ristrutturazione  di  organizzazioni   pubbliche   e
private,  con  diretta  assunzione  di  responsabilita'  di   risorse
professionali ed economiche. 
    La  commissione,  nell'ambito  delle  attivita'  di   formazione,
studio, ricerca e produzione scientifica del candidato dovra' in ogni
caso prendere in considerazione: 
      a) i titoli di specializzazione in area medica; 
      b) i soggiorni di  addestramento  professionale  per  attivita'
attinenti alla sanita' pubblica  e  alla  organizzazione  e  gestione
sanitaria in rilevanti strutture italiane  o  estere  di  durata  non
inferiore a tre mesi; 
      c) i corsi di specializzazione nell'area del  management  delle
strutture sanitarie e socio sanitarie; 
      d) i corsi di aggiornamento manageriale della  durata  di  5  o
piu'  giorni  frequentati  negli  ultimi  5  anni,  con   particolare
riferimento alle seguenti materie: 
        strumenti di programmazione e controllo; 
        organizzazione del lavoro e gestione delle risorse umane; 
        qualita',  politiche  di  accreditamento   e   rapporti   con
l'utente/cliente; 
        sistemi di valutazione delle performance; 
        organizzazione e gestione dei servizi sanitari; 
      e) i corsi di formazione in materia di sanita'  pubblica  e  di
organizzazione e gestione sanitaria; 
      f)   la   produzione   scientifica,   valutata   in   relazione
all'attinenza alle materie di diritto, economia  e  management  delle
strutture  sanitarie  e  socio-sanitarie   ed   in   relazione   alla
pubblicazione su riviste nazionali ed internazionali,  caratterizzate
da  criteri  di  filtro   nell'accettazione   dei   lavori,   nonche'
all'impatto sulla comunita' scientifica. 
    La domanda per l'inserimento negli elenchi  per  il  conferimento
degli incarichi di cui al presente avviso  e  per  l'ammissione  alla
selezione,  indirizzata  al  Presidente  della  Giunta  regionale  di
Basilicata, redatta in carta semplice, secondo l'allegato  fac-simile
deve essere inviata all'indirizzo di posta certificata della  Regione
Basilicata:  sanita@cert.regione.basilicata.it   trasmessa   mediante
casella  di  posta   elettronica   certificata   personale,   decreto
legislativo  82/2005  e  ss.mm.ii.,  ex  art.   65,   comma   c-bis),
sottoscritta mediante firma digitale o firma elettronica  qualificata
e/o sottoposta a processo  di  scansione  e  sottoscritta  con  firma
autografa. 
    I documenti allegati al messaggio, dovranno  essere  in  uno  dei
formati file di tipo aperto (art. 68, comma 4, decreto legislativo n.
82/2005 e legge 190/2012, art. 1, commi 32,  35  e  42)  ovvero  pdf,
(iso/iec 32000-1:2008), xml, png, odf e ooxml. 
    In alternativa,  e'  comunque  possibile  presentare  la  domanda
direttamente nelle ore di ufficio o far pervenire la stessa  a  mezzo
raccomandata con avviso di ricevimento  al  Presidente  della  Giunta
regionale, viale Vincenzo Verrastro - 85100 Potenza. 
    In tutti i casi, compreso  l'invio  a  mezzo  posta,  le  domande
devono pervenire entro il termine perentorio di quindici giorni dalla
data di pubblicazione del presente avviso  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale; se tale termine  scade
in giorno festivo, e' prorogato al giorno seguente non festivo. 
    In  caso  di  trasmissione   della   domanda   a   mezzo   posta,
l'Amministrazione regionale non assume responsabilita' per  eventuali
dispersioni,   ritardi   o   disguidi   non   imputabili   a    colpa
dell'Amministrazione stessa. 
    La firma in calce alla domanda, in caso di presentazione  diretta
o per via  postale,  deve  essere  posta  dall'interessato  in  forma
leggibile e per esteso e non necessita  di  autentica;  alla  domanda
deve essere allegata copia in  carta  semplice  di  un  documento  di
riconoscimento in corso di validita', tra quelli  riconosciuti  dalla
legge,  cosi'  come  previsto  dal  decreto  del   Presidente   della
Repubblica 28 dicembre 2000, n.  445  e  successive  modificazioni  e
integrazioni. 
    Alla  domanda  devono  essere  allegati,  in  carta  semplice,  i
seguenti documenti: 
      1) un curriculum professionale del candidato, datato e firmato,
relativo alle attivita' professionali, direzionali  ed  organizzative
svolte e ai titoli di studio, professionali  e  culturali  posseduti,
nonche'  contenente  ogni  altro  elemento  ritenuto  dal   candidato
essenziale  e  utile  ai  fini  del  bando,  ivi  comprese  eventuali
pubblicazioni, unitamente alla dichiarazione di  cui  al  modello  di
domanda; 
      2) copia documento d'identita' in corso di validita'. 
    Non verranno prese in considerazione le domande che per qualunque
motivo saranno presentate a mano o  pervenute  con  raccomandata  con
avviso di ricevimento oltre il termine  perentorio  del  quindicesimo
giorno dalla data di pubblicazione del presente avviso sulla Gazzetta
Ufficiale. In  quest'ultimo  caso  non  fa  fede  il  timbro  a  data
dell'ufficio postale accettante. 
    Non saranno ritenute ammissibili: 
      le candidature prive del curriculum vitae in  formato  europeo,
debitamente sottoscritto  e  redatto  nelle  forme  di  dichiarazione
sostitutiva di certificazione ai sensi dell'art. 46 del  decreto  del
Presidente della Repubblica 445/2000; 
      le candidature prive della copia del documento di identita'  in
corso di validita' (documento  per  il  quale  non  siano  scaduti  i
termini di validita' dalla data del rilascio o documento  convalidato
con apposito timbro del Comune) richiesto ai sensi  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 445/2000; 
      le candidature prive delle certificazioni od autocertificazioni
relative alle esperienze maturate in strutture sanitarie  private  da
allegare alla domanda, qualora necessarie al fine  di  soddisfare  il
requisito minimo di anzianita' richiesto; 
    Si precisa inoltre che: 
      l'iscrizione nell'elenco degli idonei e' condizione  necessaria
ma non sufficiente ai fini della nomina,  anche  tenuto  conto  delle
vigenti disposizioni in tema di inconferibilita' dell'incarico. 
    Si precisa, altresi', che nell'ambito del  procedimento  potranno
essere richiesti ai candidati  eventuali  chiarimenti.  La  richiesta
sara' trasmessa tramite  pec  o  mail  all'indirizzo  indicato  nella
medesima domanda. La mancata risposta entro i termini indicati  nella
richiesta di chiarimenti comporta l'esclusione dall'elenco. 
    Coloro che sono  gia'  iscritti  ad  un  elenco  e  che  vogliano
confermare l'iscrizione devono presentare apposita istanza secondo lo
schema allegato 2B, nelle medesime modalita' previste  per  le  nuove
candidature, dichiarando la permanenza dei  requisiti  stabiliti  per
l'iscrizione,  allegando,  ove  lo  ritengano  necessario,  ulteriori
integrazioni  al  proprio  curriculum,   reputate   utili   ai   fini
dell'eventuale nomina a direttore generale  delle  aziende  sanitarie
regionali. 
    La mancata presentazione dell'istanza  di  conferma  comporta  la
cancellazione d'ufficio dall'elenco. 
    Al termine della selezione la commissione provvede alla redazione
distinta dell'elenco degli idonei per la nomina di direttore generale
dell'Azienda sanitaria locale di Potenza (ASP), di direttore generale
dell'Azienda sanitaria locale di Matera (ASM), di direttore  generale
dell'Azienda ospedaliera regionale  San  Carlo  (AOR)  di  Potenza  e
dell'elenco degli idonei alla nomina di direttore generale dell'IRCCS
«Centro di riferimento oncologico Basilicata (C.R.O.B.)»  di  Rionero
in Vulture. 
    La commissione da' motivata comunicazione ai  candidati  ritenuti
non idonei e pertanto non inseriti nei relativi elenchi. 
    Gli  elenchi  degli  idonei  di  cui  innanzi,  trasmessi   dalla
commissione al Dipartimento politiche della persona,  sono  approvati
dalla Giunta regionale  e  sono  pubblicati  sul  sito  istituzionale
Internet della Regione Basilicata. 
    Il provvedimento di nomina dei direttori generali viene  adottato
con decreto del Presidente della  Giunta  su  conforme  deliberazione
della Giunta regionale. 
    Qualora si dovesse rendere  necessario,  per  decadenza,  revoca,
dimissioni, decesso, ecc., procedere a nuova nomina, dovranno  essere
utilizzati gli elenchi  degli  idonei  in  vigore,  con  le  medesime
modalita' procedurali, ovverossia con decreto  del  Presidente  della
Giunta su conforme deliberazione della Giunta regionale. 
    L'incarico di direttore generale determina un rapporto di  lavoro
esclusivo e a tempo pieno, regolato da contratto di diritto  privato,
di durata pari atre anni, rinnovabile, stipulato in  osservanza  alle
norme del titolo terzo del libro quinto del codice civile. 
    I contenuti del contratto ed il trattamento  economico  annuo  da
attribuire al direttore generale  sono  determinati  ai  sensi  delle
vigenti disposizioni nazionali e regionali. 
    Si precisa, infine, che l'amministrazione,  a  suo  insindacabile
giudizio, si riserva la facolta' di revocare o modificare in tutto od
in parte il  presente  avviso  di  selezione,  qualora  ne  rilevasse
l'opportunita' per ragioni  di  pubblico  interesse,  senza  che  per
questo i  candidati  possano  vantare  diritti  nei  confronti  della
Regione Basilicata. 
    Per quanto non contemplato nel presente avviso, si fa rinvio alle
norme di carattere generale vigenti in materia.