Concorso per 1 dirigente medico di oftalmologia (lazio) AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA POLICLINICO '' TOR VERGATA '' DI ROMA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: DIR N. 64 del 02-10-2017
Sintesi: AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA POLICLINICO '' TOR VERGATA '' DI ROMA Concorso (Scad. 26 ottobre 2017) AVVISO PUBBLICO, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER L'ACQUISIZIONE A TEMPO DETERMINATO DI UNITA' DI PERSONALE DELLA ...
Ente: AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA POLICLINICO '' TOR VERGATA '' DI ROMA
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 03-10-2017
Data Scadenza bando 26-10-2017
Condividi

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA POLICLINICO '' TOR VERGATA '' DI ROMA

Concorso (Scad. 26 ottobre 2017)

AVVISO PUBBLICO, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER L'ACQUISIZIONE A TEMPO DETERMINATO DI UNITA' DI PERSONALE DELLA DIRIGENZA MEDICA - DISCIPLINA DI OFTALMOLOGIA (AREA CHIRURGICA E DELLE SPECIALITA' CHIRURGICHE)


In esecuzione della Deliberazione del Direttore Generale n. 662 dell’11/08/2017, adottata in conformità ad autorizzazione della Regione Lazio - Direzione Salute e Politiche Sociali prot. n. 407977 del 7/08/2017 e secondo termini, condizioni e modalità operative fornite dalla stessa, è indetto il presente avviso pubblico di selezione finalizzato alla formulazione di graduatoria per l’assunzione a tempo pieno e determinato di unità di personale nella seguente posizione funzionale:
- profilo professionale: MEDICO
- posizione funzionale: DIRIGENTE MEDICO
- area: CHIRURGICA E DELLE SPECIALITA’ CHIRURGICHE
disciplina: OFTALMOLOGIA
Per le disposizioni che regolamentano l’indizione, l’espletamento, l’ammissione e la partecipazione dei concorrenti e la conclusione della presente procedura selettiva si fa riferimento alla vigente normativa in materia ed in particolare a quanto previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica n. 483 del 10/12/1997 e s.m.i..
Lo stato giuridico ed economico inerente il predetto profilo professionale è regolato e stabilito dalle norme legislative e contrattuali vigenti.
A norma dell’art. 7, comma 1 del D.Lgs. 30/03/2001, n. 165 e s.m.i. è garantita pari opportunità tra uomini e donne nell’accesso al lavoro e nel relativo trattamento sul lavoro.
Ai sensi dell’art. 3, comma 6 della legge 15/05/1997, n. 127 la partecipazione non è soggetta a limiti d’età, salvo quelli previsti dalle norme vigenti per il collocamento a riposo obbligatorio.
Non possono partecipare alla presente procedura selettiva coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo, coloro che siano sottoposti a misure di prevenzione e sicurezza, coloro ai quali sia stata inflitta l’interdizione perpetua o temporanea (per il tempo della stessa) dai pubblici uffici, coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione.
REQUISITI DI AMMISSIONE
Possono partecipare alla selezione coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti:
 cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione Europea. Ai sensi dell’art. 7 della L. n. 97/13, integrativo dell’art 38 del D.Lgs. n. 165/01 e s.m.i., possono, altresì, partecipare:
– i cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
– i cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;
- incondizionata idoneità fisica specifica alle mansioni del profilo professionale a selezione. Il relativo accertamento sarà effettuato prima dell’immissione in servizio, in sede di visita preventiva ex art. 41 D.Lgs. n. 81/08. Data la natura dei compiti previsti, agli effetti della legge 28/03/1991, n. 120, la circostanza di essere privo della vista costituisce motivo sufficiente per escludere l’idoneità fisica per l’ammissione all’impiego;
- Diploma di Laurea/Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia;
- Diploma di Specializzazione nella disciplina di Oftalmologia o in discipline equipollenti (DM 30 gennaio 1998 e s.m.i.) o affini (D.Lgs. n. 254 del 28 luglio 2000 e s.m.i.). Il candidato deve attestare se la stessa specializzazione sia stata conseguita ai sensi del D.P.R. n. 162/82 o ai sensi del D.Lgs. n. 368/99, che ha modificato il D.L. 257/91. Ai sensi del 2° comma dell’art. 56 del D.P.R. n. 483/1997 il personale del ruolo sanitario già in servizio, alla data del 1.2.1998, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso una Azienda U.S.L. o ospedaliera in qualità di Dirigente Medico nella disciplina oggetto del presente avviso è esentato dal possesso del requisito di cui al presente punto;
- iscrizione all’Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.
DOMANDA DI AMMISSIONE
La domanda di ammissione all’avviso deve essere redatta, in carta semplice, secondo lo schema di cui all’Allegato 1 al presente bando, datata e sottoscritta in calce, senza necessità di autentica (art. 39 del D.P.R. 445/2000 e s.m.i.) e deve essere rivolta al Direttore Generale della Fondazione PTV “Policlinico Tor Vergata”.
Nella domanda i candidati dovranno dichiarare sotto la propria personale responsabilità:
1. cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza, codice fiscale;
2. il possesso della cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione Europea, fatte salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti;
3. il Comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
4. eventuali condanne penali riportate ovvero di non aver riportato condanne penali ovvero di essere sottoposto a procedimento penale. La sussistenza di una pregressa condanna penale non è di per sé causa ostativa all’assunzione, fatta eccezione per condanne relative a reati che impediscano la costituzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione perché da esse deriva l’interdizione dai pubblici uffici o l’incapacità di contrarre con la P.A. o l’estinzione del rapporto di impiego (artt. 28, 29, 32-ter, 32-quater, 32-quinquies Cod. Pen., artt. 3, 4, 5, L. 27 marzo 2001, n. 97). Negli altri casi sarà cura dell’Amministrazione accertare autonomamente la gravità dei fatti penalmente rilevanti compiuti dall’interessato ai fini dell’accesso al pubblico impiego. Tale controllo è effettuato con lo scopo di accertare la sussistenza dell’elemento fiduciario che costituisce il presupposto fondamentale del rapporto tra datore di lavoro e lavoratore nonché ai fini della valutazione dell’esistenza dei requisiti di idoneità morale ed attitudine ad espletare attività di pubblico impiegato;
5. il titolo di studio posseduto e gli altri requisiti di ammissione richiesti;
6. di avere adeguata conoscenza della lingua italiana;
7. di avere incondizionata idoneità fisica specifica all’impiego;
8. la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
9. i servizi prestati come dipendente presso pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego ovvero di non avere mai prestato servizi presso pubbliche amministrazioni;
10. di non essere stato licenziato da pubbliche amministrazioni ovvero dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile e di non aver riportato condanne che comportino l’interdizione dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato;
11. gli eventuali titoli che danno diritto alla precedenza o alla preferenza, in caso di parità di punteggio (art. 5, c. 4/5 DPR n. 487/94);
12. se portatore di handicap – ex art. 4 L.n. 104/92 – ed eventuale necessità di ausili per la selezione;
13. l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) ovvero il recapito postale per ogni necessaria comunicazione e l’impegno a comunicare tempestivamente eventuali variazioni dell’indirizzo PEC ovvero del recapito postale indicato nella domanda, sollevando l’Amministrazione da ogni responsabilità in caso di mancata o tardiva comunicazione delle variazioni;
14. l’autorizzazione al trattamento dei propri dati personali, ai sensi del D.Lgs. n. 196/03 e s.m.i., finalizzato agli adempimenti per l’espletamento della presente procedura;
15. di aver preso visione del bando e di accettare incondizionatamente tutte le informazioni, prescrizioni e condizioni in esso contenute;
16. di essere consapevole che in caso di dichiarazioni mendaci, ovunque rilasciate nel contesto della presente domanda e dei documenti ad essa allegati, il/la sottoscritto/a incorrerà nelle sanzioni penali di cui al D.P.R. 445/2000 e nella decadenza dai benefici conseguiti in base alle dichiarazioni non veritiere nonché che l’Azienda provvederà alla trasmissione dei relativi atti alle autorità giudiziarie competenti, ai Collegi/Ordini ed alle eventuali amministrazioni di appartenenza.
La mancata sottoscrizione della domanda o l’omessa indicazione anche di una sola delle sopraindicate dichiarazioni o dei requisiti richiesti per l’ammissione determina l’esclusione dalla procedura. Gli aspiranti che, invitati, ove occorra, a regolarizzare formalmente la domanda di partecipazione alla selezione, non ottemperino a quanto richiesto nei tempi e nei modi indicati dall’Amministrazione, saranno esclusi dalla procedura. In caso di accertamento di indicazioni non rispondenti a veridicità, la rettifica non è consentita e il provvedimento favorevole non potrà essere emesso.
L’amministrazione, per ragioni di celerità della procedura, si riserva la facoltà di ammettere i candidati al colloquio con riserva, disponendo solo successivamente lo scioglimento della stessa, ad avvenuta verifica del possesso dei requisiti di ammissione.
DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE
I candidati devono allegare obbligatoriamente alla domanda di ammissione la documentazione di seguito elencata, utilizzando ove previsto la modulistica allegata al presente bando:
1) Curriculum formativo e professionale formulato come dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà, datato e firmato, compilato secondo lo schema di cui all’Allegato 2;
2) elenco dei documenti presentati numerati progressivamente in relazione al corrispondente titolo, in carta libera, datato e firmato;
3) eventuali pubblicazioni di cui il candidato è autore/coautore, attinenti al profilo oggetto della selezione. Le pubblicazioni, che devono essere edite a stampa ed in formato cartaceo, possono essere presentate anche in copia (avendo cura di evidenziare il proprio nome), purché il candidato dichiari la conformità delle copie alle pubblicazioni originali;
4) fotocopia di un documento di identità in corso di validità;
5) documentazione comprovante lo stato di invalidità e sua percentuale (per i soli candidati che abbiano richiesto nella domanda di ammissione ausili e/o tempi aggiuntivi per l'espletamento del colloquio in relazione al proprio handicap);
6) documentazione comprovante il diritto alla precedenza e/o preferenza (ove necessario a supporto della dichiarazione, per i soli candidati in possesso di titoli di precedenza/preferenza).
TERMINI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE
Il termine per la presentazione della domanda di ammissione all’avviso scade il 30° giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio (B.U.R.L.); qualora detto giorno sia festivo il termine è automaticamente prorogato al primo giorno successivo non festivo.
La domanda di ammissione corredata della documentazione richiesta, indirizzata al Direttore Generale della Fondazione PTV “Policlinico Tor Vergata”, viale Oxford, 81 - 00133 Roma, dovrà quindi essere inoltrata entro le ore 24.00 della data di scadenza del presente avviso, con una delle seguenti modalità:
- CONSEGNA A MANO presso l’Ufficio Protocollo della Fondazione PTV Policlinico Tor Vergata, dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 14.00, riportando sul plico contenente la domanda e la documentazione il proprio recapito e la dicitura Domanda Avviso pubblico Oftalmologia;
- RACCOMANDATA A/R a mezzo del servizio pubblico postale (a tal fine farà fede il timbro apposto dall’ufficio postale accettante), indicando sul plico contenente la domanda e la documentazione il proprio recapito e la dicitura Domanda Avviso pubblico Oftalmologia;
- PEC – POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA INTESTATA AL CANDIDATO (non saranno accettate domande inoltrate tramite PEC non intestata al candidato). La domanda firmata dal candidato in maniera autografa, la documentazione allegata, compreso il documento di identità, dovranno essere scansionati e trasmessi, in un unico file formato PDF, all’indirizzo risorse.umane@ptvonline.postecert.it, indicando nell’oggetto della mail Domanda Avviso pubblico Oftalmologia.
In alternativa il candidato dovrà utilizzare una delle modalità previste dall’art. 65, lett. a) del D.Lgs. 7/3/05, n. 82 e s.m.i (sottoscrizione con firma digitale o firma elettronica qualificata).
L’Amministrazione non assume responsabilità in caso di impossibilità di apertura del file.
In merito all’inoltro della domanda tramite PEC, si evidenzia inoltre che:
- l’effettiva ricezione della domanda da parte dell’Azienda è garantita esclusivamente dalla ricevuta di avvenuta consegna. Il candidato è pertanto tenuto a verificare la ricezione alla propria casella di posta certificata nonché a conservare la predetta ricevuta di avvenuta consegna, attestante l’effettiva consegna della domanda di ammissione;
- qualora l’istanza di partecipazione alla selezione sia pervenuta tramite PEC l’Amministrazione si intende autorizzata ad utilizzare per ogni comunicazione successiva al candidato il medesimo mezzo; la casella di posta elettronica certificata utilizzata dal candidato sarà pertanto automaticamente eletta a domicilio informatico; è onere del candidato comunicare all’Amministrazione l’eventuale cambiamento dell’indirizzo PEC.
Il termine fissato per la presentazione della domanda di ammissione e dei documenti correlati è perentorio e l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetti. Il mancato rispetto dei termini sopra descritti determina l’esclusione dalla procedura. Non saranno esaminate le domande trasmesse prima della pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio ovvero con qualsiasi forma non prevista dal presente avviso pubblico. Si considerano, comunque, pervenute fuori termine, qualunque ne sia la causa, le domande presentate in tempo utile ma recapitate a questa Fondazione oltre 10 giorni dal termine di scadenza. L’Amministrazione non assume responsabilità per il mancato recapito di domande, comunicazioni e documentazione dipendenti da eventuali disguidi postali, da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente o da mancata o tardiva comunicazione di variazioni del recapito postale o dell’indirizzo PEC/MAIL nonché da altri fatti non imputabili a colpa dell’Amministrazione.
MODALITA’ DI RILASCIO DELLE DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE
Ai sensi della normativa vigente, con riferimento in particolare alle modifiche apportate con legge n. 183/11 al D.P.R. n. 445/00 (in relazione agli artt. 40, 41, 43, 72 e 74 comma c-bis nonché all’introduzione dell’art. 44 bis):
- le certificazioni rilasciate da pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati;
- nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/00 (dichiarazioni sostitutive di certificazione e dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà).
Nel rispetto di quanto sopra nessuna certificazione rilasciata da P.A. deve essere trasmessa alla Fondazione PTV “Policlinico Tor Vergata” da parte dei candidati.
Il candidato nella presentazione della domanda dovrà attenersi alle indicazioni sotto riportate.
Le dichiarazioni sostitutive di certificazione (art. 46 D.P.R. n. 445/00) e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà (art. 47 D.P.R. n. 445/00) dovranno essere rilasciate una sola volta nel corpo del Curriculum formativo e professionale utilizzando esclusivamente lo schema di cui all’Allegato 2, già formulato come dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà, utilizzando, ove necessario, più copie della modulistica.
I candidati sono tenuti ad attenersi scrupolosamente alla presente disposizione, poiché solo la corretta e completa compilazione della Domanda di ammissione (Allegato 1) e del Curriculum formativo e professionale (Allegato 2) secondo i fac-simile proposti consentirà all’Azienda di disporre di tutte le informazioni utili, rispettivamente, per la verifica del possesso dei requisiti di partecipazione e per la successiva valutazione dei titoli.
In mancanza del documento di riconoscimento il Curriculum formativo e professionale formulato come dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà non verrà preso in considerazione per la valutazione.
Non saranno oggetto di valutazione da parte della Commissione esaminatrice le dichiarazioni rese in modo non corretto od incomplete. Nella compilazione della Domanda di ammissione e del Curriculum formativo e professionale le dichiarazioni dovranno contenere tutti gli elementi e le informazioni previsti dalla certificazione che sostituiscono, secondo quanto di seguito precisato.
Titoli accademici e di studio:
- le dichiarazioni relative al titolo di studio devono indicare la struttura presso la quale sono stati conseguiti i relativi diplomi, la data di conseguimento, la votazione riportata e la durata del corso;
- la dichiarazione relativa ad eventuale titolo di studio conseguito all’estero deve specificare il riconoscimento di equiparazione del titolo al titolo di studio italiano, rilasciato dalle competenti autorità entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione.
Titoli di servizio:
- nelle dichiarazioni inerenti ai servizi prestati è necessario che il candidato specifichi l’esatta denominazione e l’indirizzo dell’Ente presso il quale il servizio è prestato; la natura giuridica del rapporto di lavoro (dipendente, libera professione, co.co.co., etc.); se trattasi di rapporto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato, a tempo pieno o a tempo parziale (in questo caso specificare la percentuale o il numero di ore settimanali); profilo professionale; periodo di servizio effettuato (giorno, mese e anno di inizio e di cessazione) nonché eventuali periodi di interruzione del rapporto e loro motivo (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare, etc.); posizione in ordine al disposto di cui all’art. 46 del D.P.R. n. 761/79, con precisazione della misura dell’eventuale riduzione del punteggio di anzianità, per i servizi prestati presso il SSN; motivo di cessazione del rapporto;
- nelle dichiarazioni inerenti ai periodi di servizio prestati all’estero o presso organismi internazionali, valutabili nei titoli di carriera, è necessario che il candidato specifichi, oltre a tutte le informazioni di cui al punto precedente, anche il riconoscimento al servizio italiano, rilasciato dalle autorità competenti ai sensi della normativa vigente, che deve essere ottenuto entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande;
- nelle dichiarazioni relative alle attività svolte in regime di libera professione o di collaborazione coordinata e continuativa o a progetto è necessario che il candidato specifichi l’esatta denominazione e indirizzo del committente, il profilo professionale e la categoria di inquadramento, la struttura presso la quale l’attività è stata svolta, la data di inizio della collaborazione e la data di termine della stessa, l’impegno orario settimanale e/o mensile, l’oggetto del contratto o del progetto e l’apporto del candidato alla sua realizzazione;
- nelle dichiarazioni relative ai servizi prestati presso case di cura è necessario che l’aspirante indichi con chiarezza se la struttura è o meno accreditata o convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale;
- nelle dichiarazioni relative ai servizi prestati alle dipendenze degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) è necessario che l’aspirante indichi l’esatta denominazione dell’Istituto, la sede e la relativa natura giuridica (se pubblica o privata).
Titoli di formazione e aggiornamento:
- per le dichiarazioni relative alla frequenza di corsi di aggiornamento occorre specificare denominazione dell’Ente che organizza il corso, sede di svolgimento, data/e di svolgimento, numero di ore formative effettuate e se trattasi di eventi con verifica/esame finale e/o conseguimento di crediti formativi (in quest’ultimo caso indicare il numero di crediti);
- per le dichiarazioni relative ad incarichi di docenza conferiti da Enti pubblici occorre specificare denominazione dell’Ente che ha conferito l’incarico, oggetto/materia della docenza e ore effettive di lezione svolte;
- per quanto riguarda le pubblicazioni si ribadisce che le stesse devono essere edite a stampa ed allegate almeno in copia; il candidato è tenuto ad evidenziare il proprio nome, indicando altresì il numero progressivo con cui ogni singolo scritto è contrassegnato nell’elenco dei documenti. Non saranno valutate le pubblicazioni non allegate e quelle dalle quali non risulti l’apporto del candidato.
La Fondazione PTV “Policlinico Tor Vergata” è tenuta ad effettuare gli idonei controlli previsti dall’art. 71 D.P.R. n. 445/00 e s.m.i., anche a campione ed in tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive e a trasmetterne le risultanze all’autorità competente.
In caso di non veridicità delle dichiarazioni si determineranno l’esclusione dalla procedura, la decadenza dagli eventuali benefici conseguiti nonché la trasmissione degli atti alle competenti Autorità Giudiziarie, ai Collegi/Ordini, alle Amministrazioni di appartenenza.
AMMISSIONE/ESCLUSIONE DEI CANDIDATI
L’ammissione e l’esclusione dei candidati alla procedura selettiva è disposta con provvedimento del Direttore Generale della Fondazione PTV “Policlinico Tor Vergata”. Ai candidati esclusi sarà data comunicazione, con indicazione della motivazione, nel termine di 30 giorni dalla esecutività del provvedimento, mediante posta elettronica certificata – PEC (qualora l’istanza di ammissione all’avviso pubblico sia pervenuta con il medesimo mezzo) ovvero tramite raccomandata con avviso di ricevimento.
CONVOCAZIONE DEI CANDIDATI E SUCCESSIVE COMUNICAZIONI
I candidati ammessi saranno convocati al colloquio mediante avviso contenente l’indicazione della data, dell’ora e della sede di svolgimento dello stesso, pubblicato sul sito istituzionale www.ptvonline.it, al link Concorsi e Avvisi/Concorsi e Avvisi Pubblici, non meno di 20 giorni prima dello svolgimento del colloquio medesimo. I candidati ai quali non sia stata comunicata l'esclusione saranno quindi tenuti a presentarsi secondo quanto indicato nel predetto avviso.
Per i medesimi candidati si procederà, anteriormente allo svolgimento dei colloqui, alla pubblicazione del punteggio conseguito nella valutazione dei titoli. L'esito del colloquio sarà notificato con successivo avviso pubblicato sul sito istituzionale www.ptvonline.it, al link Concorsi e Avvisi/Concorsi e Avvisi Pubblici. Le suddette pubblicazioni avranno valore di notifica ad ogni effetto di legge. I candidati sono pertanto invitati a consultare il sito aziendale www.ptvonline.it al link Concorsi e Avvisi/Concorsi e Avvisi Pubblici dove saranno altresì pubblicate tutte le ulteriori informazioni relative al presente avviso.
Al colloquio i candidati dovranno presentarsi muniti di documento d’identità personale valido a norma di legge. I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno, ora e sede stabilita saranno considerati rinunciatari, qualsiasi sia la causa dell’assenza, anche indipendente dalla loro volontà.
COMMISSIONE - MODALITA’ DI ATTRIBUZIONE DEGLI INCARICHI - PROVE
In analogia con quanto previsto dalla vigente disciplina concorsuale per il personale della Dirigenza Medica e Veterinaria del Servizio Sanitario Nazionale, l’incarico sarà attribuito sulla base della graduatoria formulata da parte di apposita Commissione nominata dal Direttore Generale, deputata alla valutazione dei titoli presentati dai candidati ed all’espletamento del colloquio con gli stessi.
La Commissione esaminatrice dispone complessivamente di 40 punti, così ripartiti:
- VALUTAZIONE DEI TITOLI: 20 punti, così suddivisi:
- titoli di carriera punti 10
- titoli accademici e di studio punti 3
- pubblicazioni e titoli scientifici punti 3
- curriculum formativo professionale punti 4
- COLLOQUIO: 20 punti.
Il colloquio verterà sulle materie inerenti alla disciplina ed avrà altresì ad oggetto la verifica del possesso delle specifiche competenze nella chirurgia dei trapianti di cornea e del segmento anteriore, attività chirurgiche connesse alla funzione da conferire.
Il superamento del colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20. In caso di mancato raggiungimento della predetta valutazione di sufficienza il candidato sarà ritenuto non idoneo. La durata del colloquio e le modalità di svolgimento dello stesso sono stabilite dalla Commissione. Il colloquio si svolgerà in un’aula aperta al pubblico.
GRADUATORIA DI MERITO E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI
La graduatoria di merito, formulata dalla commissione e approvata dal Direttore Generale della Fondazione PTV “Policlinico Tor Vergata”, sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio (B.U.R.L.) e, al fine di consentire ai candidati di averne la piena conoscenza, sarà altresì pubblicata sul sito www.ptvonline.it al link Concorsi e Avvisi/Concorsi e Avvisi Pubblici.
I candidati utilmente collocati in graduatoria saranno invitati in relazione alle esigenze aziendali, secondo l’ordine riportato nella stessa, ad esprimere l’eventuale disponibilità al conferimento di incarico attraverso una delle seguenti modalità (nell’ordine riportato):
1. posta elettronica certificata al recapito indicato nella domanda;
2. posta elettronica ordinaria (solo ove sprovvisti di PEC) al recapito indicato nella domanda;
3. telegramma (solo ove sprovvisti di PEC e MAIL) al domicilio indicato nella domanda;
La mancata risposta o irreperibilità del candidato sarà considerata rinuncia all’assunzione a tempo determinato. Il candidato ha l’obbligo di comunicare tempestivamente qualsiasi variazione di recapito PEC/MAIL e/o postale. L'Amministrazione declina ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione dei recapiti o da mancata oppure tardiva comunicazione di variazioni dei recapiti PEC/MAIL e/o postale indicati nella domanda ovvero per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa.
I candidati dovranno quindi presentarsi nei tempi indicati nella comunicazione per la sottoscrizione del contratto individuale di lavoro a tempo determinato, che sarà stipulato ai sensi del vigente CCNL della Dirigenza Medica e Veterinaria del Servizio Sanitario Nazionale. Con questo atto è implicita l’accettazione, senza riserve, di tutte le disposizioni che disciplinano e disciplineranno lo stato giuridico e il trattamento economico dei dipendenti delle aziende sanitarie, ivi comprese quelle relative al rapporto di lavoro a tempo determinato.
Gli effetti economici decorreranno dalla data di effettiva presa di servizio, che dovrà avvenire nei tempi concordati con l’amministrazione. Il candidato dovrà dichiarare di non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in alcuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall’art. 53 del D.Lgs. n. 165/01 a partire dell’inizio del rapporto di lavoro.
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI E NORME FINALI
Ai sensi del D.Lgs. 30/6/2003, n. 196 i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso il Dipartimento Acquisizione e Gestione Risorse Umane e Relazioni Sindacali del Policlinico Tor Vergata, per le finalità di gestione dell’avviso pubblico e saranno trattati presso una banca dati automatizzata, anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini dell’ammissione e della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dall’avviso. Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate alla posizione giuridico-economica del candidato. L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato decreto, tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano nonché alcuni diritti complementari, come quello di far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti della Fondazione PTV “Policlinico Tor Vergata” - Dipartimento Acquisizione e Gestione Risorse Umane e Relazioni Sindacali – U.O.C. Gestione del Personale - Viale Oxford, 81 - 00133 Roma. Il responsabile del trattamento è il Dirigente della U.O.C. suddetta.
Si rende noto che la documentazione presentata potrà essere ritirata personalmente ovvero da incaricato munito di delega, trascorsi 180 giorni dalla data di pubblicazione sul B.U.R.L. della graduatoria finale ed esclusivamente nel termine dei successivi 90 giorni, fatto salvo il differimento del ritiro in esito ad eventuale contenzioso in atto.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, sospendere, modificare o revocare, in tutto o in parte, il presente avviso o di non dar corso all’esito della procedura che ne scaturirà, tenuto conto delle disposizioni regionali e nazionali vigenti nel tempo, ovvero, qualora a suo insindacabile giudizio ne rilevasse la necessità od opportunità, per ragioni di pubblico interesse, escludendo per i candidati qualsiasi pretesa o diritto.
Per quanto non previsto nel presente bando si fa riferimento alle disposizioni normative e regolamentari in vigore per l’accesso al pubblico impiego ed alle norme di cui alla Legge n. 241/90, alla Legge .n. 125/91, al D.P.R. n. 487/94, al D.P.R. n. 483/97, alla Legge n. 127/97, al D.P.R. n. 445/00, al D. Lgs. n. 165/01 e s.m.i. nonché ai vigenti CC.CC.NN.LL. per il personale della Dirigenza Medica e Veterinaria del Servizio Sanitario Nazionale.
Il testo integrale del presente bando sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio. Dalla data di pubblicazione decorreranno i 30 giorni utili per la presentazione della domanda di ammissione. Il testo integrale del bando sarà inoltre disponibile sul sito della Fondazione PTV “Policlinico Tor Vergata” - www.ptvonline.it - link Concorsi e Avvisi/Concorsi e Avvisi Pubblici.
Per informazioni e chiarimenti rivolgersi dal lunedì al venerdì, dalle ore 11.00 alle 13.00, ai seguenti numeri telefonici 06.2090.3332/06.2090.0195/06.2090.0449/06.2090.0124.
IL DIRETTORE GENERALE
Dr.ssa Tiziana FRITTELLI