Diario MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 40 del 26-05-2017

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Diario

Nota Bene: trattandosi di 'Diario' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.


Calendario prove d'esame

Data di inizio delle prove: 31-05-2017

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Diario
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 40 del 26-05-2017
Sintesi: MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIARIO Istituzione dell'apposita sessione per il rinnovo dell'espletamento della prova preselettiva del concorso pubblico, per titoli ed esami, a 800 posti a tempo indeterminato ...
Ente: MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 26-05-2017
Condividi

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

DIARIO

Istituzione dell'apposita sessione per il rinnovo dell'espletamento della prova preselettiva del concorso pubblico, per titoli ed esami, a 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente giudiziario, Area funzionale seconda, fascia economica F2, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia - Amministrazione giudiziaria.


 
 
                        IL DIRETTORE GENERALE 
                  del personale e della formazione 
 
    Rilevato che nel corso dello svolgimento delle prove preselettive
del concorso pubblico, per  titoli  ed  esami,  a  n.  800  posti  di
assistente  giudiziario,  area  II,  F2,  pubblicato  nella  Gazzetta
Ufficiale - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami»  -  n.  92  del  22
novembre  2016,  alcuni  candidati  hanno  segnalato   la   presenza,
nell'ambito   del   questionario    somministrato    con    modalita'
informatizzate, di domande o risposte a quesiti tronche; 
    Rilevato che in data 24 maggio 2017 la  Commissione  esaminatrice
ha  proceduto  alla   riconciliazione   del   codice   identificativo
utilizzato  da  ciascun  candidato  nel  corso   della   preselezione
informatica con i dati anagrafici del candidato medesimo; 
    Rilevato che la Commissione in data 25 maggio 2017 ha deliberato,
ai fini della corretta formazione  della  graduatoria  dei  candidati
ammessi alle prove scritte, di attribuire il punteggio  previsto  per
la risposta esatta (ovvero punti 1) per ogni risposta tronca presente
nei questionari somministrati e a cui il candidato  abbia  omesso  di
rispondere o abbia risposto in modo errato, con annullamento pertanto
del punteggio  attribuito  in  modalita'  automatica  secondo  quanto
previsto dall'art. 3 del decreto di questo direttore generale  del  3
aprile 2017 (-0,35 per le risposte errate  e  -0,15  per  quelle  non
date); 
    Preso   atto   che   la    Commissione    stessa    ha    rimesso
all'Amministrazione la valutazione in ordine alla circostanza  se  la
scelta operata, inerente alla attribuzione di specifico punteggio sui
quesiti somministrati come tronchi,  esaurisca  o  meno  l'ambito  di
tutti gli interessi potenzialmente lesi dei  concorrenti  incorsi  in
prove con somministrazione di domande e risposte  tronche,  indicando
quindi  la  necessita'  di  una  piu'  completa   valutazione   della
situazione di competenza dell'Amministrazione stessa; 
    Osservato che la Commissione  esaminatrice  ha  ritenuto  di  non
procedere, allo stato, al definitivo completamento della  graduatoria
degli ammessi alla prova  scritta  del  concorso,  in  considerazione
della rilevata necessita' di una decisione  dell'Amministrazione,  in
via di autotutela, in ordine a quanto indicato; 
    Considerato che medio tempore sono pervenute  istanze  alcuni  di
tali concorrenti che avanzano richiesta di  ripetizione  della  prova
stessa; 
    Considerato  che   l'Amministrazione   si   e'   conseguentemente
determinata ad agire a tutela del corretto e celere espletamento  del
concorso e del  complesso  degli  interessi  dei  candidati  nei  cui
compiti sono stati somministrati  quesiti  tronchi,  affinche'  siano
ripristinate  le  stesse  opportunita'  degli  altri  candidati   del
concorso, procedendo ad affiancare a quanto deciso dalla  Commissione
uno specifico strumento di autotutela; 
    Ritenuto  in  particolare  di  dovere  apprestare  una   apposita
sessione di rinnovo della prova preselettiva, al fine  di  consentire
la  partecipazione  facoltativa  ai   candidati   interessati   dalla
somministrazione di  questionari  con  domande  o  risposte  tronche,
affinche' siano  ripristinate  le  stesse  opportunita'  degli  altri
candidati del concorso, ferma restando la  scelta  della  Commissione
del meccanismo correttivo del punteggio come sopra  indicato  e  gia'
adottato; 
    Ritenuto che alla partecipazione a tale sessione di rinnovo della
prova  preselettiva  avranno  diritto  di  presenziare  i   candidati
interessati dalla  somministrazione  di  questionari  con  domande  o
risposte tronche, ad eccezione di quelli che hanno comunque raggiunto
il punteggio massimo di 50  (pari  a  318  candidati)  nonostante  la
presenza - nel questionario a  loro  somministrato  -  di  domande  o
risposte tronche, attesa l'evidente mancanza di pregiudizio nei  loro
confronti dalla rilevata circostanza; 
    Ritenuto, in particolare, che  la  partecipazione  alla  predetta
sessione della prova preselettiva e' da intendersi  come  facoltativa
per i candidati sopra specificati; 
    Precisato, quindi, che ove tali candidati non dovessero avvalersi
di tale facolta', al fine della formazione  della  graduatoria  della
prova preselettiva e dell'ammissione alle  successive  prove  scritte
indicate dall'art. 6, lettera a), del bando  di  concorso  pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» - n.
92 del 22 novembre 2016, restera' valido ad ogni effetto  l'elaborato
in precedenza depositato con attribuzione  del  punteggio  conseguito
nella predetta prova con applicazione del meccanismo  correttivo  del
adottato dalla Commissione e sopra indicato; 
    Precisato,  infine,  quanto  ai  candidati  che  per  contro   si
presenteranno a  sostenere  la  prova  preselettiva  nella  precitata
apposita  sessione,  che  la  consegna  del  nuovo  elaborato  e'  da
intendersi come definitiva rinuncia ad avvalersi di quello consegnato
in precedenza e del relativo punteggio valutato come sopra indicato; 
 
                               Avvisa 
 
    Che   e'   istituita   apposita   sessione   per    il    rinnovo
dell'espletamento della prova preselettiva del concorso pubblico, per
titoli ed esami, a n. 800 posti a tempo indeterminato per il  profilo
professionale di Assistente  giudiziario,  Area  funzionale  seconda,
fascia economica F2, nei ruoli  del  personale  del  Ministero  della
giustizia - Amministrazione giudiziaria,  pubblicato  nella  Gazzetta
Ufficiale - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» - del  22  novembre
2016, n. 92, riservata - al fine di consentire il rinnovo della prova
gia'  depositata  -  unicamente   ai   candidati   cui   sono   stati
somministrati questionari con domande o risposte  tronche  e  di  cui
agli elenchi  disponibili  sul  sito  istituzionale  Ministero  della
giustizia,      nella      apposita       sezione       al       link
https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_6_1.page?contentId=SCE1288 
693&previsiousPage=homepage 
    Detta prova preselettiva avra' luogo, in  sessione  antimeridiana
alle ore 8,30 del 31 maggio 2017 e in sessione pomeridiana  alle  ore
14,30  del  31  maggio  2017  secondo  la  distribuzione  per  ordine
alfabetico dei concorrenti tra le distinte sessioni come  da  elenchi
sopra indicati, presso la Fiera di Roma, Via  A.G.  Eiffel  (traversa
Via Portuense), ingresso Est - Roma, con le modalita', la  disciplina
e i tempi di svolgimento  nonche'  i  punteggi  gia'  resi  noti  nel
decreto del 3 aprile 2017, pubblicato nella Gazzetta  Ufficiale -  4ª
Serie speciale «Concorsi ed esami» - del 4 aprile 2017, n. 26. 
    Il presente decreto e' pubblicato nella Gazzetta  Ufficiale -  4ª
Serie speciale «Concorsi ed esami» - del 26 maggio 2017, n. 40. 
    Tale pubblicazione avra' valore di notifica a tutti gli effetti. 
      Roma, 26 maggio 2017 
 
                                      Il direttore generale: Fabbrini