Concorso per 1 dirigente amministrativo (puglia) AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO CONSORZIALE DI BARI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 16 del 01-03-2017
Sintesi: AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO CONSORZIALE DI BARI Concorso (Scad. 10 marzo 2017) Avviso pubblico, per il conferimento di incarico a tempo determinato di n.1 Dirigente Amministrativo laureato in Economia e ...
Ente: AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO CONSORZIALE DI BARI
Regione: PUGLIA
Provincia: BARI
Comune: BARI
Data di pubblicazione 02-03-2017
Data Scadenza bando 10-03-2017
Condividi

AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO CONSORZIALE DI BARI

Concorso (Scad. 10 marzo 2017)

Avviso pubblico, per il conferimento di incarico a tempo determinato di n.1 Dirigente Amministrativo laureato in Economia e Commercio.


In esecuzione della deliberazione 0165 17 FEB. 2017 è indetto Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarico a tempo determinato ex art.15 septies comma 2 D.Lgs 502/92 e ss.mm. in favore di n.1 Dirigente Amministrativo laureato in Economia e Commercio con elevata competenza e comprovata esperienza nel settore di contabilità, redazione e certificazione di bilanci da assegnare presso l’U.O.C. Area Gestione Risorse Finanziarie- Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico Bari Ai sensi della legge 10/04/1991, n. 125, il posto si intende riferito ad aspiranti dell’uno e dell’altro sesso cui è garantita pari opportunità per l’accesso al lavoro e al trattamento sul lavoro.
ART.1: REQUISITI GENERALI E SPECIFICI DI AMMISSIONE
1) cittadinanza italiana o equivalente, ovvero cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea, ovvero cittadinanza di uno dei Paesi Terzi con i requisiti previsti dall’art.38 del D.Lgs.165/01 così come modificato dall’art.7 della L. 97/2013;
I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea devono possedere i seguenti requisiti ai sensi del D.P.C.M. 07.02.94 n. 174:
· godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o provenienza;
· essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;-
· avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
2) Idoneità fisica all’impiego:
a) l’accertamento dell’idoneità a svolgere le mansioni nel profilo professionale di Collaboratore Amministrativo ai sensi del D.Lgs. 81/08, con l’osservanza delle norme in tema di categorie protette, sarà effettuato dal Servizio di Medicina Preventiva di questa Azienda, prima dell’immissione in servizio;
b) il personale dipendente da pubbliche amministrazioni ed il personale dipendente degli istituti, ospedali ed enti di cui agli articoli 25 e 26 comma 1, del Decreto del Presidente della Repubblica 20.12.1979, n.761, è dispensato dalla visita medica.
3) Il possesso di una delle seguenti lauree:
A. Diploma di laurea (DL vecchio ordinamento ) in Economia e Commercio, di cui all’ordinamento previgente al D.M. 509/99;
B. Laurea Specialistica o Laurea Magistrale in una delle seguenti classi determinate rispettivamente ai sensi del DM 509/99 o del DM 270/2004 ed equiparate al suddetto titolo di studio in base al DM 09.07.2009 (Gazzetta Ufficiale n° 233 del 07.10.2009):
Lauree Specialistiche della Classe (DM 509/99)
Lauree Magistrali della Classe(DM 270/04)
Diploma di Laurea (DL) 64/S Scienze dell’economia LM-56 Scienze dell’economia 84/S Scienze economico- Economia e commercio aziendali
LM-77 Scienze economicoaziendali
I candidati in possesso del titolo sopraelencato o di altro titolo accademico equivalente che sia stato rilasciato da un Paese dell’Unione Europea, possono essere ammessi a partecipare alla selezione purché i suddetti titoli siano equiparati con D.P.C.M., ai sensi dell’art.38, c.3 del D.Lgs 165/2001.
4) Esperienza Professionale come di seguito descritta:-
• documentata esperienza professionale almeno quinquennale nel settore della contabilità, redazione e certificazione dei bilanci maturata alle dipendenze di aziende pubbliche Q aziende private qualificate.
5) Essere in regola con le leggi sugli obblighi militari.
6) Godimento dei diritti politici.
Non possono accedere agli impieghi coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso Pubbliche Amministrazioni per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile e coloro che abbiano riportato condanne penali o siano destinatati di provvedimenti interdittivi, secondo le leggi vigenti, dal costituire rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione.
I predetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di partecipazione al presente Avviso.
ART. 2 MODALITA’ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA SELEZIONE
Le domande di partecipazione redatte in carta libera devono essere inoltrate a questa Amministrazione entro il termine di scadenza del presente bando con le seguenti modalità:
1. a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo: Direttore Generale — Azienda Ospedaliero Universitaria Consorziale Policlinico di Bari — U. O. Assunzioni, Concorsi e Gestione del Ruolo- Settore Progetti Finalizzati — Piazza Giulio Cesare n. 11 — 70124 BARI; sulla busta deve essere specificato: Avviso Pubblico, per titoli e colloquio finalizzato al reclutamento di n.1 Dirigente Amministrativo Laureato in Economia e Commercio;
2. a mezzo di Posta Elettronica Certificata PEC personale del candidato esclusivamente all’indirizzo: ufficio. concorsi.policlinico.bari@pec.rupar.puglia.it
Le domande con i relativi allegati unitamente a fotocopia del documento d’identità del candidato devono essere inviate esclusivamente in formato PDF; il messaggio dovrà avere per oggetto: “Domanda per Avviso Pubblico Dirigente Amministrativo Laureato in Economia e Commercio”
Saranno considerate irricevibili, con conseguente esclusione dei candidati dalla procedura selettiva, le domande (con allegati) che non soddisfino i requisiti di formato (pdf) benché trasmesse via PEC, nonché le domande inviate da una casella di posta elettronica non certificata.
L’Amministrazione non assume responsabilità in caso di impossibilità di apertura dei files.
L’Amministrazione, se l’istanza di ammissione all’Avviso sia pervenuta tramite PEC, è autorizzata ad utilizzare per ogni comunicazione, qualora lo ritenesse opportuno, il medesimo mezzo con piena efficacia e garanzia di conoscibilità degli atti trasmessi da parte del candidato.
Le domande si considerano prodotte in tempo utile se spedite, come innanzi, entro il termine di 15 (quindici) giorni dalla data di pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.
In caso di invio mediante raccomandata con avviso di ricevimento farà fede il timbro a data dell’Ufficio Postale accettante mentre in caso di invio tramite PEC farà fede la data e l’ora corrispondenti a quelle della ricevuta di accettazione della stessa mail.
Qualora detto giorno sia festivo il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Non saranno imputabili all’Amministrazione eventuali disguidi postali. Il termine di presentazione delle istanze e dei documenti è perentorio, l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è privo di effetto.
ART.3: MODALITA’ DI FORMULAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE E DOCUMENTAZIONE
RICHIESTA: FORME E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE
Nella domanda di ammissione all’Avviso Pubblico, datata e firmata, (allegato “A”: schema di domanda) gli aspiranti devono dichiarare il possesso dei seguenti requisiti, comprovando gli stessi in sostituzione delle normali certificazioni ai sensi dell’art. 46 del D:P:R.: 445/2000 consapevoli delle responsabilità penali cui possono andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci, ai sensi dell’art.76 del D:P:R: 445/2000:
- cognome, nome, data, luogo di nascita e residenza;
- codice fiscale;
- il possesso della cittadinanza italiana o equiparata o di uno dei Paesi dell’Unione Europea ovvero di altra cittadinanza e del requisito utile alla Partecipazione alla Selezione tra quelli indicati. dall’art. 38 del D.Lgs n.165/2001;
- il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
- l’immunità da condanne penali o le eventuali condanne penali riportate e comunque di non aver procedimenti penali in corso e di non aver riportato condanne penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione di rapporto di lavoro con una pubblica amministrazione;
- diploma di Laurea in……………. con indicazione della data e della sede di conseguimento ;
- la posizione nei riguardi degli obblighi militari per i soggetti nati entro il 1985;
- gli eventuali servizi presso Pubbliche Amministrazioni con l’indicazione della qualifica e le cause di risoluzione dei precedenti rapporti di pubblico impiego (tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa, in tal caso il candidato deve dichiarare di non aver mai prestato servizio presso Pubbliche Amministrazione);
- di non essere stato escluso dall’elettorato politico attivo;
- di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
- i titoli che danno diritto di precedenza o preferenza alla nomina a parità e di titoli indicati dall’art. 5 D.P.R. n. 487/94 e dall’art. 2 comma 9 della L 191/98.
L’aspirante dovrà, inoltre, indicare il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essergli fatta pervenire ogni comunicazione inerente l’Avviso Pubblico. In caso di mancata indicazione, vale ad ogni effetto la residenza dichiarata in domanda. Il candidato ha l’obbligo di comunicare le successive eventuali variazioni di indirizzo La mancanza della firma da apporre in calce alla domanda trasmessa a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno o PEC comporterà l’esclusione del candidato dalla procedura in argomento.
La presentazione della domanda implica il consenso del candidato al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili nel rispetto di quanto disposto dalla L. 196/03, per lo svolgimento di tutte le fasi della presente procedura selettiva.
ART. 4: DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE
Alla domanda di partecipazione all’Avviso Pubblico i candidati devono allegare:
1. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.
2. tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formulazione della graduatoria.
3. le certificazioni relative ai titoli che danno diritto ad usufruire della precedenza o preferenza a parità di valutazione indicati dall’art. 5 comma 4 del D.P.R. 487/94;
La documentazione di cui ai precedenti punti 2) e 3) dovrà essere prodotta con dichiarazione sostitutiva di certificazione, ovvero mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi del D.P.R. 445/2000, anche in ordine all’assunzione di responsabilità delle dichiarazioni rese, sottoscritte dal candidato e formulate nelle forme e nei limiti previsti dal citato decreto come modificato dalla Legge. n, 183 del 12.11.2011.
4. pubblicazioni.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa; possono tuttavia essere presentate anche in fotocopia ed autenticate dal candidato, ai sensi dell’art. 19 del D.P.R. 445/2000, purchè il medesimo attesti, mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, corredata da fotocopia semplice di un proprio documento di identità personale, che le copie dei lavori specificamente richiamati nell’autocertificazione sono conformi agli originali.
Gli aspiranti dovranno inoltre allegare alla domanda di partecipazione:
- Curriculum formativo e professionale, debitamente autocertificato, datato e firmato, dal quale si evincano, tra l’altro le attività formative di aggiornamento nonché la tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate
Quanto dichiarato nel curriculum sarà valutato unicamente se supportato da formale documentazione o da autocertificazione resa ai sensi di legge.
- un elenco contenente l’indicazione dei documenti e dei titoli allegati alla domanda di partecipazione.
Tutti i documenti allegati alla domanda devono essere numerati progressivamente; tali numeri dovranno corrispondere esattamente a quelli riportati nel citato elenco.
Non saranno presi in considerazione documenti, titoli o pubblicazioni che perverranno a questa Amministrazione dopo il termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione all’Avviso Pubblico.
I titoli redatti in lingua straniera devono essere corredati da una traduzione in lingua italiana certificata, conforme al testo straniero, redatta dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare, ovvero da un traduttore ufficiale.
AUTOCERTIFICAZIONE
Si precisa che il candidato, deve presentare in carta semplice e senza autentica di firma, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, come modificato dall’art. 15 della L. n. 183 del 12. 11.2011:
- “dichiarazione sostitutiva di certificazione” (All. B): nei casi tassativamente indicati nell’art. 46 del D.P.R. 445/2000 (ad esempio: stato di famiglia, iscrizione all’albo professionale, possesso del titolo di studio, specializzazione, di abilitazione, ecc)
-”dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.” (All. C): per tutti gli stati, fatti e qualità personali non compresi nell’elenco di cui al citato art. 46 del D.P.R. 4-45/2000 ( ad esempio: borse di studio, attività di servizio, incarichi libero-professionali, attività di docenza, frequenza a corsi di formazione e di aggiornamento, nonché partecipazione a convegni e seminari anche con crediti formativi, conformità agli originali di pubblicazioni, ecc). La stessa può riguardare anche il fatto che la copia di un atto o di un documento conservato o rilasciato da una pubblica amministrazione, la copia di una pubblicazione ovvero la copia di un titolo di studio o di servizio sono conformi all’originale.
La “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà” deve essere corredata da fotocopia semplice di un documento di indennità personale.
In ogni caso, la dichiarazione resa dal candidato - in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della certificazione - deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che il candidato intende produrre;
l’omissione_ anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato.
In particolare, con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà deve contenere l’esatta denominazione dell’Azienda o dell’Ente presso cui il servizio è stato prestato, la qualifica, il tipo di rapporto di lavoro (tempo indeterminato/determinato/ le date di inizio e di conclusione del servizio, nonché le eventuali interruzioni (aspettative senza assegni, sospensioni etc.) e quant’altro necessario per valutare il servizio.
L’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e si precisa che, oltre la decadenza dai benefici eventualmente conseguiti dall’interessato, sulla base di dichiarazioni non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.
ART. 5: VALUTAZIONE DEI TITOLI, COLLOQUIO, CONFERIMENTO INCARICO
La Commissione Esaminatrice del presente Avviso sarà nominata con deliberazione del Direttore Generale e procederà, prioritariamente alla determinazione dei criteri di valutazione dei titoli e del colloquio in rapporto alle specificità dell’incarico da conferire.
La selezione dei candidati ammessi è finalizzata a formulare una graduatoria di merito, sulla base dei punteggi attribuiti per il colloquio e per i titoli, Ti colloquio è diretto alla valutazione delle capacità professionali del candidato, con riferimento anche alle esperienze professionali documentate, nonché all’accertamento delle capacità organizzative con riferimento all’incarico da svolgete.
I candidati ammessi al colloquio saranno convocati tramite invio di una e-mail all’indirizzo PEC personale che l’interessato ha indicato nella domanda di partecipazione o, in alternativa con lettera raccomandata a.r., al domicilio che ciascun candidato deve obbligatoriamente eleggere ad ogni effetto e necessità della procedura di selezione e reclutamento, non meno di venti giorni prima della data fissata.
La mancata presentazione al colloquio, indipendentemente dalla causa, comporta la rinuncia alla selezione.
Ai fini dell’attribuzione del punteggio per la formulazione della graduatoria di merito, la Commissione disporrà di 40 punti così ripartiti:
a) 20 punti per il colloquio;
b) 20 punti per i titoli‑
Titoli da valutare:
- titoli di carriera ovvero rapporti di lavoro subordinato presso aziende pubbliche e private qualora tale servizio sia superiore al periodo dei 5 anni richiesto quale requisito di ammissione e limitatamente al periodo eccedente il quinquennio;
- esperienza professionale nelle materie oggetto del presente Avviso Pubblico non valutata come titolo di carriera;
- titoli accademici e di studio, pubblicazioni e titoli scientifici;
- partecipazioni a congressi, corsi e convegni.
Il titolare dell’incarico per le attività di assistenza ai procedimenti di redazione dei bilanci nonché di revisione, manutenzione e certificazione dei bilanci, sarà invitato a stipulare il relativo contratto individuale, a seguito dell’accertamento del possesso dei requisiti prescritti.
Il rapporto di lavoro è a tempo determinato, pieno e di tipo esclusivo. Il trattamento economico complessivo correlato all’incarico da attribuire per l’espletamento delle attività sopra citate, è corrispondente a quello previsto per i Dirigenti neoassunti.
Con l’accettazione e la decorrenza dell’incarico di durata quinquennale, si intendono implicitamente accettate, senza riserve, tutte le norme che disciplinano e disciplineranno lo stato giuridico ed il trattamento economico del personale dirigenziale del profilo professionale di Dirigente Amministrativo, nonché di carattere disciplinare vigente in azienda.
Prima dell’assunzione in servizio sarà accettata l’idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni relative all’incarico da svolgere; l’accertamento del mancato possesso dei requisiti pregiudica l’affidamento dello stesso incarico.
L’Azienda si riserva la facoltà di modificare, sospendere e/o revocare il presente bando a suo insindacabile giudizio, dandone tempestiva notizia agli interessati senza l’obbligo però di comunicare i motivi e senza che gli interessati stessi possano avanzare pretese o diritti di sorta.
Per quanto non espressamente previsto nel presente bando, si fa rinvio alle altre norme vigenti in materia di accesso al pubblico impiego.
Per ulteriori informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi all’U.O. Assunzioni, Concorsi e Gestione del Ruolo dell’Azienda Ospedaliero - Universitaria Consorziale Policlinico di Bari — Piazza Giulio Cesare n. 11 — Bari tel. 080- 5592507-5593389.
Gli aspiranti potranno prendere visione del bando e dell’allegato modello di domanda di partecipazione all’Avviso, visitando il sito web www.sanita.puglia.it — Portale Salute (seguendo il percorso: Azienda Ospedaliero- Universitaria Policlinico di Bari Ospedale Giovanni XXIII/ Albo Pretorio/concorsi).
IL DIRIGENTE AMMINISTRATIVO
Dott. Maria LIPPOLIS
IL DIRETTORE GENERALE
Dr. VitangeIo DATTOLI