Concorso per 1 medico (veneto) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 1 DI BELLUNO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: DIR N. 89 del 07-12-2016
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 1 DI BELLUNO Concorso (Scad. 17 dicembre 2016) Avviso pubblico per la formazione delle graduatorie per il conferimento di incarichi provvisori nel Servizio di Continuità Assistenziale ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 1 DI BELLUNO
Regione: VENETO
Provincia: BELLUNO
Comune: BELLUNO
Data di pubblicazione 07-12-2016
Data Scadenza bando 17-12-2016
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 1 DI BELLUNO

Concorso (Scad. 17 dicembre 2016)

Avviso pubblico per la formazione delle graduatorie per il conferimento di incarichi provvisori nel Servizio di Continuità Assistenziale presso il Distretto Socio-Sanitario e presso la Casa Circondariale di Belluno.


In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale n. 769 del 10/11/2016 , si rende noto che l'Azienda U.L.S.S. n. 1 di Belluno intende procedere alla formulazione delle graduatorie anno 2017, per il conferimento di incarichi provvisori nel servizio di continuità assistenziale presso il Distretto Socio Sanitario e presso la Casa Circondariale di Belluno.
A tal fine, l'Azienda procederà alla formulazione delle graduatorie secondo le disposizioni contenute nell'Accordo Collettivo Nazionale (A.C.N.) della medicina generale del 23/03/2005 e s.m.i., nell'Accordo Integrativo Regionale (approvato con D.G.R.V. n. 4395 del 30/12/2005) e nella D.G.R.V. n. 1068 del 17/04/2007 secondo i seguenti criteri:
1. Medici inseriti nella graduatoria unica regionale del Veneto della Medicina Generale, con priorità per i medici residenti nell'U.L.S.S.n. 1 di Belluno;
2. Medici, pur non inseriti nella graduatoria regionale, in possesso dei requisiti previsti (attestato/diploma di formazione in medicina generale o titolo equipollente, ex D.Lgs. n. 368/99, cioè abilitati entro il 31/12/1994), con priorità per i medici residenti nell'U.L.S.S. n. 1 di Belluno;
3. Medici di cui alla norma finale n. 5 (medici abilitati dopo il 31/12/1994), con priorità per i medici residenti nell'U.L.S.S. n. 1 di Belluno;
4. Medici frequentanti il corso di formazione specifica in Medicina Generale (di cui all'art. 19, comma 11, della Legge n. 448/2001), con priorità per i medici residenti nell'U.L.S.S. n. 1 di Belluno;
5. Medici Specializzandi (di cui all'art. 19, comma 11, della Legge n. 448/2001), anche se in possesso del titolo di formazione specifica in Medicina Generale), con priorità per i medici residenti nell'U.L.S.S. n. 1 di Belluno.
I medici di cui al punto a) verranno graduati in base al numero di iscrizione nella graduatoria unica regionale; i medici di cui ai successivi punti verranno graduati in base al punteggio ottenuto per i titoli accademici, di studio e di servizio. A parità di punteggio complessivo prevalgono, nell'ordine, la minore età, il voto di laurea e, infine, l'anzianità di laurea (D.G.R.V. n. 1068 del 17/04/2007 e dell'A.C.N. 23/03/2005).
I medici di cui alle lett. c), d) ed e) verranno interpellati una volta esauriti gli elenchi di cui alle lett. a) e b), secondo le disposizioni di cui all'Allegato A della DGRV n. 1068 del 17/04/2007.
Per i medici interessati a prestare attività presso la Casa Circondariale di Belluno - il cui fabbisogno complessivo - ripartito tra 4 medici addetti - è pari a 15 ore giornaliere per 7 giorni la settimana - in considerazione delle peculiari esigenze assistenziali si provvederà a stilare una graduatoria, distinta, formulata secondo le disposizioni sopra indicate. Gli incarichi verranno conferiti ai medici in possesso di un'esperienza almeno semestrale presso Istituti Penitenziari. Si precisa che l'incarico presso la struttura penitenziaria è subordinato all'autorizzazione da parte della Direzione della Casa Circondariale; l'eventuale mancato rilascio di tale autorizzazione, ovvero il ritiro della stessa, comporterà l'impossibilità di conferire l'incarico o la revoca automatica e immediata dello stesso.
In considerazione della necessità di dover assicurare anche gli interventi domiciliari o territoriali, i medici aspiranti agli incarichi presso il Distretto Socio Sanitario devono essere in possesso della patente di guida di categoria B o superiore. In mancanza, gli spostamenti - da effettuarsi con la dovuta tempestività - saranno a carico del medico interessato.
Gli incarichi, previsti dal presente avviso, non saranno conferiti ai medici che abbiano riportato, nel biennio precedente alla data di presentazione della domanda, due o più provvedimenti sanzionatori ai sensi dell'art. 30 dell'A.C.N..
Per partecipare all'avviso è necessario saper utilizzare gli strumenti informatici necessari a porre in essere gli adempimenti relativi ai flussi previsti dalle disposizioni nazionali e regionali riguardanti l'informatizzazione della medicina generale.
È altresì obbligatorio comunicare il proprio indirizzo P.E.C., trattandosi di strumento ordinario di comunicazione tra Azienda ULSS ed i medici che saranno incaricati.
Ferme restando le disposizioni dell'art. 70 c. 6 dell'A.C.N. e della DGRV n. 1068/2007, gli incarichi avranno di norma durata semestrale (eventualmente rinnovabile), fatto salvo il recesso anticipato dell' Azienda U.L.S.S. in caso di conferimento, al medico avente titolo, di incarico a tempo indeterminato, ovvero a seguito di rientro, anche anticipato, del medico titolare dell'incarico a tempo indeterminato sostituito (in tali casi i medici a tempo determinato cesseranno secondo l'ordine inverso di collocazione nel rispettivo elenco). L'eventuale recesso da parte del medico dev'essere di norma comunicato con almeno due mesi di preavviso.
Ciascun incarico sarà assegnato al medico avente titolo, in condizioni di compatibilità, secondo le vigenti disposizioni in materia, avrà decorrenza dalla data di conferimento - non differibile dall'interessato, pena il venir meno dell'incarico stesso - e sarà comunicato al medico per iscritto a mezzo P.E.C.; la sede di svolgimento dell'attività sarà stabilita ad insindacabile giudizio dell'Azienda ULSS n. 1 e potrà essere oggetto di successiva variazione.
Ferme restando le sanzioni penali previste dall'art. 76 del D.P.R. 445/2000, qualora emerga la non veridicità delle dichiarazioni rese dal richiedente, lo stesso decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base delle dichiarazioni non veritiere.
Il medico che accetta l'incarico è tenuto a svolgere i turni assegnati, pari a 24 ore settimanali/104 ore mensili. Si precisa che qualora non venissero effettuati, per due mesi consecutivi, senza idonea giustificazione, i turni assegnati l'incarico verrà revocato fatte salve esigenze di servizio definite da questa Azienda ULSS.
Si sottolinea, inoltre, che il medico con l'accettazione dell'incarico si rende disponibile all'effettuazione dei turni di reperibilità come previsto dall'art. 71 dell' A.C.N. e secondo l' Accordo Attuativo Regionale.
Per quanto non previsto dal presente avviso, nonché per il trattamento giuridico ed economico, si rinvia alla normativa di cui al vigente A.C.N. per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale, al relativo Accordo Integrativo Regionale, alla nota della Regione Veneto prot. n. 721065 del 29/12/2009 ed alla D.R.G.V. n. 2337 del 29/12/2011 relative all'organizzazione della sanità penitenziaria.
I medici interessati dovranno far pervenire apposita istanza - redatta utilizzando esclusivamente gli schemi allegati al presente avviso - completa in ogni sua parte entro il perentorio termine delle ore 12,00 del 15° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto con le seguenti modalità:
• si chiede di indicare con la massima precisione la data iniziale (giorno, mese, anno) e finale (giorno, mese, anno) di ogni periodo di attività svolta. Non sarà attribuito punteggio per i periodi indicati in modo inappropriato o incompleto;
consegna all'Ufficio Protocollo Generale dell'Azienda U.L.S.S. n. 1 di Belluno - via Feltre n. 57 - 32100 Belluno;
• spedizione a mezzo raccomandata A.R. al seguente indirizzo: Azienda U.L.S.S. n. 1 di Belluno - via Feltre n. 57 32100 Belluno;
• spedizione a mezzo P.E.C. all'indirizzo: protocollo.ulss.belluno@pecveneto.it.
• Alla domanda dovrà essere allegata fotocopia di valido documento di riconoscimento.
Coloro che non sono iscritti nella graduatoria unica regionale dovranno autocertificare i titoli accademici, di studio e di servizio di cui sono in possesso, da valutare ai fini della formulazione della graduatoria.
Le graduatorie formate a seguito del presente avviso potranno essere utilizzate anche per le eventuali necessità derivanti dall'istituzione dell'Azienda ULSS Dolomiti ai sensi della L.R. n.19/2016.
Per informazioni e per ritirare copia del presente avviso, gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Convenzioni e Prestazioni dell'U.L.S.S. n. 1, via Feltre n. 57, Belluno - Tel. 0437/516700 - oppure collegarsi al sito Internet: www.ulss.belluno.it.
Il Direttore Generale dr. Adriano Rasi Caldogno