Nomina UNIVERSITA' DI CAMERINO Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 75 del 20-09-2016

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Nomina

Nota Bene: trattandosi di 'Nomina' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Nomina
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 75 del 20-09-2016
Sintesi: UNIVERSITA' DI CAMERINO Nomina Nomina della commissione giudicatrice per la valutazione finale della procedura di selezione pubblica per un posto di ricercatore universitario a tempo determinato, ai sensi dell'articolo ...
Ente: UNIVERSITA' DI CAMERINO
Regione: MARCHE
Provincia: MACERATA
Comune: CAMERINO
Data di pubblicazione 20-09-2016
Condividi

UNIVERSITA' DI CAMERINO

Nomina

Nomina della commissione giudicatrice per la valutazione finale della procedura di selezione pubblica per un posto di ricercatore universitario a tempo determinato, ai sensi dell'articolo 24, comma 3, lettera b) della legge 30 dicembre 2010, n. 240, presso la Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria.

 
(Decreto rettorale n. 214). 
 
                             IL RETTORE 
 
    Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, e in particolare l'art.  6,
che ha dato attuazione  al  principio  costituzionale  dell'autonomia
universitaria, prevedendo il riconoscimento dell'autonomia didattica,
scientifica, organizzativa, finanziaria e contabile degli atenei; 
    Vista la legge 7  agosto  1990,  n.  241,  concernente  le  norme
sull'accesso ai documenti amministrativi e  successive  modificazioni
ed integrazioni; 
    Vista  la  legge  5  febbraio  1992,   n.   104,   e   successive
modificazioni, che disciplina l'assistenza, l'integrazione sociale  e
i diritti delle persone disabili; 
    Vista la legge 24 dicembre 1993, n. 537, e in particolare  l'art.
5,  con  cui  e'   stato   dato   avvio   all'autonomia   finanziaria
dell'Universita'; 
    Visto il decreto del Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  7
febbraio 1994, n. 174, sulle norme di  accesso  dei  cittadini  degli
Stati membri  dell'Unione  europea  ai  posti  di  lavoro  presso  le
pubbliche amministrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9  maggio  1994,
n. 487, e successive modificazioni  e  integrazioni,  recante  «Norme
sull'accesso agli  impieghi  nelle  pubbliche  amministrazioni  e  le
modalita' di svolgimento dei concorsi»; 
    Visti i decreti ministeriali del 26 febbraio 1999 e del 4  maggio
1999, rispettivamente di individuazione  e  di  rideterminazione  dei
settori scientifico-disciplinari degli insegnamenti universitari, poi
ulteriormente modificati con il decreto ministeriale 4 ottobre 2000; 
    Visto il decreto del  Presidente  della  Repubblica  28  dicembre
2000,  n.  445,  che  prevede  il  cosiddetto  «Testo   unico   delle
disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa», e successive modificazioni; 
    Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, che  prevede
il «Codice in materia di protezione dei dati personali»; 
    Vista la sottoscrizione da parte dell'Universita' degli studi  di
Camerino della Carta europea dei ricercatori e del codice di condotta
per l'assunzione dei ricercatori nel luglio 2005; 
    Visto il decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180, convertito nella
legge 9 gennaio 2009, n. 1,  recante  «Disposizioni  urgenti  per  il
diritto allo studio, la valorizzazione del merito e la  qualita'  del
sistema universitario e della ricerca»; 
    Vista la legge n. 240 del  30  dicembre  2010,  pubblicata  nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - serie generale - n. 10
del 14 gennaio 2011 e,  in  particolare  l'art.  24,  in  materia  di
ricercatori a tempo determinato; 
    Visto il decreto ministeriale 25 maggio 2011, n. 243,  pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - serie generale -
n. 220 del 21 settembre 2011, con il quale sono definiti i criteri  e
i parametri, anche  in  ambito  internazionale,  per  la  valutazione
preliminare dei candidati destinatari dei contratti, di cui  all'art.
24 della legge n. 240/2010; 
    Visto il decreto legislativo 29 marzo 2012,  n.  49,  recante  la
disciplina per la programmazione, il monitoraggio  e  la  valutazione
delle politiche di  bilancio  e  di  reclutamento  negli  atenei,  in
attuazione della legge n. 240/2010; 
    Visto lo statuto dell'Universita' degli studi di Camerino emanato
con decreto rettorale n. 194 del 30  luglio  2012,  pubblicato  nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - serie  generale  -  n.
200 del 28 agosto 2012, poi successivamente  modificato  con  decreto
rettorale n. 179 del 18 settembre  2015,  pubblicato  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana - serie generale - n. 236 del  10
ottobre 2015; 
    Visto il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, che dispone il
«Riordino della disciplina riguardante gli obblighi  di  pubblicita',
trasparenza e diffusione di informazioni  da  parte  delle  pubbliche
amministrazioni»; 
    Visto il decreto rettorale n. 178 del  12  giugno  2013,  con  il
quale e' stato modificato il regolamento d'Ateneo per il reclutamento
dei ricercatori a tempo determinato presso l'Universita' degli  studi
di Camerino, ai sensi dell'art. 24, comma 3, lettera b)  della  legge
n. 240/2010, ossia il decreto rettorale n. 215 del 6 luglio 2011; 
    Visto il codice etico e di comportamento  dell'Universita'  degli
studi di Camerino emanato con decreto rettorale n. 16 del 3  febbraio
2015; 
    Visto il decreto ministeriale 30 ottobre 2015, n. 855, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - serie generale -
n. 271 del 20 novembre 2015, con il quale  sono  stati  ulteriormente
rideterminati i macrosettori e i settori concorsuali, di cui all'art.
15 della legge  n.  240/2010,  precedentemente  rideterminati  con  i
decreti ministeriali 29 luglio 2011, n. 336, e  12  giugno  2012,  n.
159; 
    Vista la legge 28 dicembre 2015, n. 208, la cosiddetta «Legge  di
stabilita' anno 2016»; 
    Visto il decreto  ministeriale  del  18  febbraio  2016,  n.  78,
inerente  il  «Piano  straordinario  2016  per  il  reclutamento  dei
ricercatori di cui all'art. 24, comma 3, lettera b)  della  legge  n.
240/2010»; 
    Vista la delibera del consiglio  della  Scuola  di  bioscienze  e
medicina veterinaria n. 31 dell'8 giugno 2016, con la quale e'  stato
definito   il   settore   concorsuale   e   il    relativo    settore
scientifico-disciplinare  per  il  reclutamento  di   un   posto   di
ricercatore universitario a tempo determinato, ai sensi dell'art. 24,
comma 3, lettera b) della legge n. 240/2010; 
    Viste le delibere del senato accademico n. 29 del 29 giugno  2016
e del consiglio di amministrazione n. 578 del 29 giugno 2016, con cui
si autorizza la suddetta procedura selettiva; 
    Accertata la disponibilita' finanziaria; 
    Tenuto conto dei  principi  enunciati  dalla  Carta  europea  dei
ricercatori  e  dal  codice  di   condotta   per   l'assunzione   dei
ricercatori; 
    Visto il decreto rettorale n. 189 dell'11  luglio  2016,  con  il
quale e' stata bandita la procedura  di  selezione  pubblica  per  la
copertura di un posto di ricercatore a tempo  determinato,  ai  sensi
dell'art. 24, comma 3, lettera b) della legge 30  dicembre  2010,  n.
240,    per    il    settore    concorsuale    05/E2    -     settore
scientifico-disciplinare BIO/11; 
    Visto  l'avviso  pubblicato  nella   Gazzetta   Ufficiale   della
Repubblica italiana - serie speciale - n. 55 del 12 luglio 2016; 
    Considerato che il numero dei candidati, per il suddetto  settore
concorsuale e per il relativo  settore  scientifico-disciplinare,  e'
inferiore a sei unita'; 
    Vista la delibera del Consiglio  della  scuola  di  bioscienze  e
medicina veterinaria n. 33 del 6 settembre  2016,  con  la  quale  e'
stato nominato il membro designato ed e'  stata  approvata  la  lista
composta da dieci nominativi di professori  ordinari,  come  previsto
dall'art. 3 del  regolamento  per  il  reclutamento  dei  ricercatori
universitari a tempo determinato lettera b) e dagli articoli  6  e  7
del bando; 
    Visto il disposto n. 35 del 25 luglio 2012,  con  il  quale  sono
stati nominati i funzionari incaricati di effettuare i  sorteggi  dei
componenti delle commissioni giudicatrici per la  valutazione  finale
delle procedure selettive sopra indicate; 
    Visto il verbale del 7 settembre 2016, con il  quale  sono  stati
sorteggiati  due  professori  ordinari  effettivi,   precisamente   i
professori Salvatore Oliviero e Giovanni  Sannia,  e  tre  professori
ordinari  supplenti,  precisamente  i  professori  Pietro  Benedetti,
Giovanni Raugei e  Manuela  Helmer  Citterich,  relativi  al  settore
concorsuale e al settore scientifico-disciplinare sui  cui  e'  stato
bandito; 
    Vista  l'immediata  rinuncia  del  commissario  effettivo,  prof.
Salvatore Oliviero, per  l'impossibilita'  a  partecipare  ai  lavori
della commissione, pervenuta  a  questa  amministrazione  in  data  8
settembre  2016,  si  procede  alla  nomina  del  primo   commissario
supplente estratto, ossia il prof. Pietro Benedetti; 
 
                              Decreta: 
 
    E' costituita la  commissione  giudicatrice  per  la  valutazione
finale  della  procedura  di  selezione  pubblica  per  un  posto  di
ricercatore universitario a tempo determinato, ai sensi dell'art. 24,
comma 3, lettera b) della legge 30 dicembre  2010,  n.  240,  per  la
scuola,   per   il   settore   concorsuale   e   per    il    settore
scientifico-disciplinare di seguito indicati: 
      Scuola di  Bioscienze  e  medicina  veterinaria  -  titolo  del
progetto di  ricerca  «Sviluppi  biomolecolari  per  applicazioni  in
ambito microbiologico ed  infettivo  logico»  -  settore  concorsuale
05/E2 (Biochimica  molecolare)  -  settore  scientifico-disciplinare:
BIO/11 (Biochimica molecolare): 
    prof.  Vincenzo  Scarlato,   professore   ordinario   presso   il
dipartimento    di    Farmacia    e    biotecnologie    -     settore
scientifico-disciplinare BIO/11 - membro designato Universita'  degli
studi di Bologna; 
    prof.  Giovanni   Sannia,   professore   ordinario,   presso   il
dipartimento di Scienze chimiche -  settore  scientifico-disciplinare
BIO/11, Universita' degli studi di Napoli «Federico II»; 
    prof.  Pietro  Benedetti,   professore   ordinario,   presso   il
dipartimento di Biologia - settore  scientifico-disciplinare  BIO/11,
Universita' degli studi di Padova. 
    Il presente decreto rettorale sara' inviato  al  Ministero  della
giustizia, per la relativa  pubblicazione  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana. 
    Dalla data di pubblicazione decorrera' il termine  perentorio  di
trenta giorni, previsto per la presentazione al Rettore di  eventuali
istanze di ricusazione  dei  commissari.  Decorso  tale  termine,  la
commissione giudicatrice iniziera' i lavori, previa convocazione. 
 
      Camerino, 8 settembre 2016 
 
                                                Il Rettore: Corradini