Concorso per 1 dirigente medico anestesia e rianimazione (piemonte) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N 1 DI TORINO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 52 del 13-07-2016
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N 1 DI TORINO Concorso (Scad. 22 luglio 2016) Avviso per titoli e colloquio conferimento incarico per la durata di 8 mesi a n. 1 posto di Dirigente medico di anestesia e rianimazione da ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N 1 DI TORINO
Regione: PIEMONTE
Provincia: TORINO
Comune: TORINO
Data di pubblicazione 14-07-2016
Data Scadenza bando 22-07-2016
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N 1 DI TORINO

Concorso (Scad. 22 luglio 2016)

Avviso per titoli e colloquio conferimento incarico per la durata di 8 mesi a n. 1 posto di Dirigente medico di anestesia e rianimazione da assegnare al dipartimento di malattie oculistiche del P.O. Oftalmico dell'A.S.L. TO1 di Torino.


In esecuzione della deliberazione n. 539/B.01 del 10/06/2016, è indetto pubblico avviso per titoli e colloquio per il conferimento di incarico a tempo determinato, per la durata di 8 mesi, a: N. 1 POSTO DI DIRIGENTE MEDICO - AREA DELLA MEDICINA DIAGNOSTICA E DEI SERVIZI – DISCIPLINA: ANESTESIA E RIANIMAZIONE da assegnare al Dipartimento di Malattie Oculistiche del P.O. Oftalmico dell’A.S.L. TO1 di Torino.
Alla predetta posizione funzionale è attribuito il trattamento economico previsto dal vigente C.C.N.L. per l’Area della Dirigenza Medica e Veterinaria.
Possono partecipare all’avviso coloro che, dell'uno o dell'altro sesso, sono in possesso dei requisiti generali e specifici previsti dal D.P.R. 10/12/97 n. 483 e precisamente:
REQUISITI GENERALI
a) Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;
b) Idoneità fisica all'impiego.
L’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego, con l’osservanza delle norme in tema di categorie protette, è effettuata a cura dell’Azienda, prima dell’immissione in servizio. Il personale dipendente dalle pubbliche amministrazioni ed il personale dipendente dagli istituti, ospedali e enti di cui agli artt. 25 e 26 comma 1, del D.P.R. 20.12.1979, n. 761, è dispensato dalla visita medica.
Non possono accedere all’impiego coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
REQUISITI SPECIFICI
c) Laurea in Medicina e Chirurgia;
d) Specializzazione nella disciplina oggetto dell’avviso ovvero in disciplina equipollente secondo le tabelle del D.M. 30 gennaio 1998;
Alla specializzazione nella disciplina sono equipollenti la specializzazione e il servizio in una delle discipline riconosciute equipollenti ai sensi della normativa regolamentare concernente i requisiti di accesso all’incarico di direzione di struttura complessa per il personale del Servizio Sanitario Nazionale. Ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 74 del D.P.R. 483/97, così come integrato dall’art. 8 del D.Leg.vo 28/7/2000 n. 254. Il personale in servizio a tempo indeterminato alla data di entrata in vigore del D.P.R. 10/12/1997 n. 483 è esentato dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo già ricoperto alla predetta data.
e) Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione ai concorsi, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
Tutti i requisiti di ammissione all’avviso devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione.
DOMANDA DI AMMISSIONE
Per l’ammissione all’avviso gli aspiranti devono dichiarare nella domanda (all. A) redatta in carta semplice, datata e firmata sotto la propria responsabilità, quali dichiarazioni sostitutive, a norma dell’art. 46 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, il possesso dei requisiti richiesti per l’ammissione all’avviso:
a) data, luogo di nascita e residenza;
b) il possesso della cittadinanza italiana, ovvero i requisiti sostitutivi di cui all’art. 38 del D.L.vo 165/2001 o equivalente;
c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
d) le eventuali condanne penali riportate;
e) i titoli di studio posseduti, indicando la data e la sede presso la quale sono stati conseguiti;
f) di essere abilitato alla professione;
g) di essere iscritto all’Albo della Provincia di ……………….. ;
h) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
i) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego ovvero di non aver mai prestato servizio presso pubbliche amministrazioni;
j) i titoli che danno diritto a preferenza (art. 5 del D.P.R. 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni).
Ai sensi dell’art. 71 D.P.R. 445/2000 l’Amministrazione effettuerà idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni e qualora emergano ipotesi di falsità in atti e/o dichiarazioni mendaci, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguiti ed incorre in sanzioni penali, ai sensi dell’art. 76 del citato D.P.R..
Gli aspiranti devono indicare l’indirizzo presso il quale devono essere trasmesse tutte le comunicazioni relative all’avviso; essi sono tenuti a comunicare tempestivamente ogni cambiamento di indirizzo all’amministrazione la quale non assume alcuna responsabilità nel caso di irreperibilità presso l’indirizzo comunicato.
La domanda d’ammissione all’avviso deve essere indirizzata al Direttore Generale dell’ASL TO1 e può essere presentata con le seguenti modalità:
1) Mediante consegna all’Ufficio Concorsi presso la Sede di Via San Secondo 29 – Torino dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00.
In tal caso la sottoscrizione dell’istanza può avvenire in presenza del dipendente addetto a ricevere la documentazione ovvero l’istanza debitamente firmata dall’interessato può essere presentata anche da interposta persona, sempre corredata da documento di identità in corso di validità del sottoscrittore.
2) A mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata all’ASL TO1 – Via San Secondo n. 29 – 10128 Torino.
In tal caso l’istanza debitamente firmata dall’interessato deve essere spedita unitamente a fotocopia di un documento di identità in corso di validità del sottoscrittore.
Le domande, inviate a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, si considerano prodotte in tempo utile se spedite entro il termine di scadenza; a tal fine fa fede il timbro a data con ora dell’Ufficio Postale accettante.
3) Tramite posta elettronica certificata all’indirizzo PEC dell’ASL TO1 aslto1@postecert.it (ai sensi del DPR del 28/12/2000, del D.Lgs. 7.3.2005 n.82 e s.m.i., DPR n.68 del 11.2.2005 e della circolare n.12 del 3.9.2010 della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica). La validità di tale invio è subordinato all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata. Non sarà ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice anche se indirizzata alla PEC Aziendale. L’istanza e tutta la documentazione allegata deve essere inviata in un unico file in formato pdf comprensiva di copia di valido documento di identità in corso di validità dell’aspirante.
Il termine di presentazione delle domande di ammissione all’avviso scade il quindicesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte. Qualora detto termine venga a cadere in giorno festivo o feriale non lavorativo, il termine stesso è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Per le domande inoltrate a mezzo servizio postale, la data di spedizione è comprovata dal timbro a data dell’ufficio postale accettante.
L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni di recapito da parte dei concorrenti, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatti di terzi, caso fortuito o forza maggiore.
Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, la firma in calce alla domanda non è più soggetta ad autenticazione e deve essere sottoscritta dall’interessato in presenza dell’addetto alla ricezione delle domande di partecipazione all’avviso.
Qualora la domanda non sia presentata dall’interessato ovvero venga inviata a mezzo servizio postale, il candidato è tenuto a sottoscrivere la domanda e ad allegare copia di un suo documento di identità, ai sensi art. 38 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445.
Il bando integrale sarà pubblicato sul sito aziendale www.aslto1.it.
Alla domanda di ammissione all’avviso gli aspiranti devono allegare:
a) curriculum formativo e professionale, in carta semplice, datato e firmato, che non ha valore di autocertificazione;
b) elenco dei documenti presentati in carta semplice, in duplice copia, datato e firmato;
c) dichiarazione sostitutiva (all. B) per la valutazione dei servizi prestati e dei corsi frequentati.
Il possesso dei titoli di ammissione ed i titoli e servizi che il candidato ritenga opportuno far valere agli effetti dell’ammissione e agli effetti della formulazione della graduatoria devono essere dichiarati mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà e devono contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo; l’omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato.
Ai sensi dell’art. 15 della L. 12.11.2011, n. 183, le certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione riguardanti stati, qualità personali e fatti sono sempre sostituite dalle dichiarazioni di cui agli artt. 45 e 46 del D.P.R. 445 del 28.12.2000.
Nell’attestazione relativa ai servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni deve essere indicato se ricorrano o meno le condizioni di cui all'ultimo comma dell'art. 46 del D.P.R. n. 761 del 20/12/79 in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto: in caso positivo l'attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.
Per la valutazione del periodo di servizio militare la dichiarazione sostitutiva dovrà contenere i seguenti estremi: periodo di svolgimento, qualifica rivestita e struttura presso la quale è stato prestato.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa.
Non saranno valutati titoli e autocertificazioni presentati oltre il termine di scadenza del presente bando.
Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 30/06/03 n. 196 e successive modificazioni e integrazioni, i dati forniti dai candidati saranno raccolti presso la Struttura Complessa Gestione e Amministrazione Risorse Umane - Settore Concorsi per le finalità di gestione dell’avviso e saranno trattati anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro per le finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione pena l’esclusione dalla procedura medesima. Le medesime informazioni potranno essere comunicate alle Amministrazioni Pubbliche direttamente interessate alla posizione giuridico-economica del candidato/a.
Espletato l’avviso le autocertificazioni/eventuali documentazioni allegate alla domanda di partecipazione potranno essere ritirate dal candidato o da altra persona munita di delega scritta al ritiro. Il periodo di conservazione della domanda di partecipazione presentata, nonché le autocertificazioni ad essa allegate, è di 5 anni; decorso tale periodo la documentazione, se non ritirata, verrà distrutta.
COLLOQUIO
La convocazione dei candidati ammessi per sostenere il colloquio sarà effettuata unicamente con avviso pubblicato sul sito internet aziendale www.aslto1.it almeno 10 giorni prima del colloquio, non seguiranno ulteriori comunicazioni in merito.
I candidati che hanno presentato domanda all’avviso di mobilità dovranno presentarsi al colloquio muniti di un documento d’identità in corso di validità.
La mancata presentazione al colloquio, qualunque sia la causa, equivale a rinuncia.
PUNTEGGIO
La Commissione per la valutazione dei titoli e per il colloquio dispone, complessivamente, di 40 punti così ripartiti:
a) titoli di carriera: 10 punti;
b) titoli accademici di studio: 3 punti;
c) pubblicazioni e titoli scientifici: 3 punti;
d) curriculum formativo e professionale: 4 punti;
e) colloquio: 20 punti.
I punti per la valutazione dei titoli sono distribuiti secondo i criteri di cui all’art. 11 e 27 del D.P.R. 483/97.
ASSUNZIONE VINCITORI
I concorrenti dichiarati vincitori sono invitati dall’Azienda ad autocertificare, entro il termine stabilito, a pena di decadenza nei diritti conseguenti alla partecipazione all’avviso, il possesso dei requisiti generali e specifici richiesti dal bando, ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro.
Nello stesso termine i vincitori devono dichiarare, sotto la propria responsabilità di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall’art. 53 del D.Lgs. n. 165/01 e successive modificazioni ed integrazioni.
Il candidato che, senza giustificato motivo, non dichiari la propria disponibilità all’assunzione nel termine stabilito nella relativa comunicazione, decade dal diritto all’assunzione. L’Azienda, per comprovate ragioni, può prorogare il termine di assunzione a propria discrezione.
Decade dall’impiego chi abbia conseguito la nomina mediante presentazione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
La rinuncia all’assunzione da parte del candidato vincitore, implica la decadenza dalla graduatoria stessa.
NORME FINALI
Con la partecipazione all’avviso è implicita, da parte dei candidati, l'accettazione senza riserva di tutte le condizioni e clausole del presente bando, nonché di tutte le disposizioni che disciplinano lo stato giuridico ed economico dei dipendenti dell’Azienda Sanitaria Locale.
L'Amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro e per il trattamento sul lavoro, art. 57 del D.Leg.vo 165/01 e s.m.i..
Per quanto non espressamente previsto dal presente bando valgono le norme di cui al D.P.R. 761/79, al D.P.R. 487/94, al D.P.R. 483/97 e successive modificazioni ed integrazioni e al C.C.N.L. nel tempo vigente.
Il presente bando è stato adottato tenuto conto dei benefici in materia di assunzione riservata agli invalidi ed agli altri aventi diritto all’assunzione obbligatoria di cui alla legge 12.03.1999, n. 68.
La graduatoria sarà pubblicata sul sito dell’Azienda e potrà essere utilizzata per la copertura di ulteriori posti vacanti.
L'Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, modificare, sospendere od annullare il presente bando, dandone comunicazione agli interessati.
Il termine di conclusione del procedimento afferente detta procedura è stabilito in sei mesi a decorrere dalla pubblicazione del bendo dell’avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte.
Tale termine potrà essere elevato in presenza di ragioni oggettive. In tal caso se ne darà comunicazione agli interessati mediante comunicazione sul sito Internet dell’Azienda.
Per ogni eventuale informazione gli interessati potranno rivolgersi alla S.C. Gestione e Amministrazione Risorse Umane dell’ASL TO1 - Settore Concorsi - Via San Secondo n. 29, Torino – dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 12,00 – telefono 011.566.2363 - 011.566.2273.
IL DIRETTORE GENERALE
Dr. Giovanni Maria SORO