Avviso MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 14 del 19-02-2016

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Avviso

Nota Bene: trattandosi di 'Avviso' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Avviso
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 14 del 19-02-2016
Sintesi: MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Avviso Modifica al 1º bando di reclutamento, per il 2016, di 1.750 volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nell'Esercito ...
Ente: MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 19-02-2016
Condividi

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE

Avviso

Modifica al 1º bando di reclutamento, per il 2016, di 1.750 volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nell'Esercito

 
                     IL VICE DIRETTORE GENERALE 
 
    Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010,  n.  66,  concernente
«Codice  dell'ordinamento  militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15  marzo  2010,
n. 90, recante  «Testo  unico  delle  disposizioni  regolamentari  in
materia  di  ordinamento   militare»   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto dirigenziale n. 174 del 29 ottobre 2015  emanato
dalla Direzione generale per il personale militare (DGPM), pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale - n. 85 del  3  novembre
2015 e successive modifiche, con il quale e' stato  indetto,  per  il
2016, il 1° bando per il reclutamento di  1.750  volontari  in  ferma
prefissata di un anno (VFP 1) nell'Esercito; 
    Visto il foglio n. M_D E0012000 REG2016 0013447  del  26  gennaio
2016,  con  cui  lo  Stato  maggiore  dell'Esercito  ha  chiesto   di
modificare, nei termini ivi indicati, il  bando  di  reclutamento  in
questione; 
    Ritenute condivisibili le proposte  di  modifica  avanzate  dallo
Stato maggiore dell'Esercito; 
    Tenuto  conto  che  l'art.  1,  comma  4   del   citato   decreto
dirigenziale n. 174 del 29 ottobre 2015 prevede  la  possibilita'  di
apportare modifiche al bando di reclutamento; 
    Visto il decreto ministeriale 16 gennaio 2013 -  registrato  alla
Corte dei conti il 1° marzo 2013, registro n.  1,  foglio  n.  390  -
concernente, tra l'altro, struttura  ordinativa  e  competenze  della
DGPM; 
    Visto l'art. 1 del decreto dirigenziale  del  18  settembre  2015
emanato dalla  DGPM,  con  cui  gli  e'  stata  conferita  la  delega
all'adozione di taluni atti di gestione amministrativa in materia  di
reclutamento  del  personale  delle  Forze  armate  e  dell'Arma  dei
carabinieri; 
 
                              Decreta: 
 
    L'art. 10, comma 1 del decreto dirigenziale n. 174 del 29 ottobre
2015, sostituito con il decreto dirigenziale  n.  6  del  15  gennaio
2016, e' cosi' ulteriormente sostituito: 
    «Il CSRNE e' delegato dalla DGPM a convocare presso i  centri  di
selezione indicati dalla Forza armata i candidati per  l'accertamento
dei requisiti psico-fisici e attitudinali  e  di  efficienza  fisica,
attingendo dalle graduatorie di cui al precedente  art.  9  entro  il
limite di: 
    9.560 unita' per incarico/specializzazione  che  sara'  assegnato
dalla Forza armata; 
      48 unita' per «muratore»; 
      48 unita' per «meccanico di automezzi»; 
      96 unita' per «elettricista»; 
      48 unita' per «idraulico». 
    I candidati che non si presenteranno nei  tempi  stabiliti  nella
convocazione, ovvero al prosieguo degli accertamenti anche nei giorni
successivi al primo, saranno considerati rinunciatari, tranne che  in
caso di: 
      a) eventi avversi  di  carattere  eccezionale  che  impediscano
oggettivamente a un rilevante numero di candidati di presentarsi  nei
tempi,  nella  sede  e  nel  giorno  previsto  per  gli   ccertamenti
psico-fisici e attitudinali e per le prove di efficienza fisica; 
      b) concomitante  svolgimento  di  prove  nell'ambito  di  altri
concorsi indetti dalla Forza armata ai  quali  i  medesimi  candidati
hanno chiesto di partecipare; 
      c) contestuale partecipazione alle prove dell'esame di Stato. 
    In tali ipotesi gli interessati dovranno  inviare  un'istanza  di
nuova convocazione entro le ore  13.00  del  giorno  feriale  (sabato
escluso)  antecedente  quello  di  prevista  presentazione,  mediante
messaggio   di   posta   elettronica   certificata   -    utilizzando
esclusivamente  un  account  di  posta  elettronica   certificata   -
all'indirizzo  centro_selezione@postacert.difesa.it  ovvero  mediante
messaggio  di  posta  elettronica  -  utilizzando  esclusivamente  un
account      di      posta      elettronica      -      all'indirizzo
centro_selezione@esercito.difesa.it, indicando il concorso  al  quale
partecipano. 
    A tale  messaggio  dovra'  comunque  essere  allegata  copia  per
immagine (file in formato PDF) di un valido  documento  di  identita'
rilasciato  da  un'Amministrazione  dello  Stato,  come  definito  al
precedente art. 3,  comma  4,  lettera  a),  nonche'  della  relativa
documentazione probatoria. 
    La riconvocazione, che potra' avvenire solo  compatibilmente  con
il  periodo  di  svolgimento  degli   accertamenti   psico-fisici   e
attitudinali e delle prove di efficienza  fisica,  verra'  effettuata
esclusivamente  mediante  messaggio  di  posta  elettronica   inviato
all'indirizzo fornito in fase di accreditamento.». 
    Il presente decreto sara' sottoposto al controllo ai sensi  della
normativa  vigente  e  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale   della
Repubblica italiana. 
      Roma, 4 febbraio 2016 
 
                            Il dirigente: dott. Concezio Berardinelli