Concorso per 30 vigili del fuoco (lazio) MINISTERO DELL'INTERNO DIP. DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE DIR. CENTRALE AFFARI GENERALI - AREA I

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 30
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 7 del 26-01-2016
Sintesi: MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE Concorso (Scad. 25 febbraio 2016) Concorso pubblico, per titoli, a 30 posti nella qualifica di vigile del fuoco ...
Ente: MINISTERO DELL'INTERNO DIP. DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE DIR. CENTRALE AFFARI GENERALI - AREA I
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 26-01-2016
Data Scadenza bando 25-02-2016
Condividi

MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE

Concorso (Scad. 25 febbraio 2016)

Concorso pubblico, per titoli, a 30 posti nella qualifica di vigile del fuoco nella qualita' di orchestrale della banda musicale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco

 
 
                        IL CAPO DIPARTIMENTO 
 
    Visto il decreto legislativo 13  ottobre  2005,  n.  217  recante
«Ordinamento del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco a
norma dell'art. 2 della legge  30  settembre  2004,  n.  252»  ed  in
particolare l'art. 148 che prevede disposizioni relative al personale
della banda musicale del medesimo Corpo; 
    Visto il decreto legislativo 8 marzo  2006,  n.  139  recante  il
«Riassetto delle disposizioni relative alle funzioni  ed  ai  compiti
del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, a norma dell'art. 11  della
legge 29 luglio 2003, n. 229»; 
    Visto il decreto del Ministro dell'interno 11 marzo 2008,  n.  78
recante il «Regolamento concernente i requisiti di idoneita'  fisica,
psichica e attitudinale per l'ammissione  ai  concorsi  pubblici  per
l'accesso ai ruoli del personale del Corpo nazionale dei  vigili  del
fuoco. Artt. 5, 22, 41, 53, 62, 88, 98, 109, 119 e  126  del  decreto
legislativo 13 ottobre 2005, n. 217»; 
    Visto il decreto del Ministro dell'interno 25 febbraio  2015,  n.
40  concernente  il  «Regolamento  recante  requisiti  di  accesso  e
modalita' di svolgimento del concorso  per  orchestrale  della  banda
musicale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Artt.  145  e  148
del decreto legislativo 13 ottobre 2005, n. 217»; 
    Visto il decreto del Ministro dell'interno 18 settembre 2008,  n.
163, concernente il «Regolamento recante la disciplina  del  concorso
pubblico per l'accesso alla qualifica iniziale del ruolo  dei  vigili
del fuoco, ai sensi dell'art. 5, comma 7, del decreto legislativo  13
ottobre 2005, n. 217»; 
    Visto il decreto del Ministro dell'interno 8 ottobre 2012, n. 197
concernente il «Regolamento recante norme  per  l'individuazione  dei
limiti di eta' per l'ammissione ai concorsi pubblici  di  accesso  ai
ruoli del personale del Corpo nazionale dei vigili del  fuoco.  Artt.
5, 22, 41, 53, 62, 88, 98, 109, 119 e 126 del decreto legislativo  13
ottobre 2005, n. 217»; 
    Visto il decreto del Direttore Generale della protezione civile e
dei servizi antincendi n. 29/29923 del 18 dicembre 1995,  concernente
l'istituzione della banda musicale del Corpo nazionale dei vigili del
fuoco; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957,
n. 3 recante  il  «Testo  unico  delle  disposizioni  concernenti  lo
statuto  degli  impiegati  civili  dello  Stato»   ed   il   relativo
regolamento di esecuzione, approvato con decreto del Presidente della
Repubblica  3  maggio  1957,  n.  686  e  successive   modifiche   ed
integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante «Norme
generali  sull'ordinamento   del   lavoro   alle   dipendenze   delle
amministrazioni pubbliche» e successive modifiche ed integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9  maggio  1994,
n. 487 concernente il «Regolamento recante  norme  sull'accesso  agli
impieghi  nelle  pubbliche  amministrazioni   e   le   modalita'   di
svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre  forme  di
assunzione  nei  pubblici  impieghi»  e   successive   modifiche   ed
integrazioni; 
    Visto l'art. 8 del decreto-legge 9 febbraio 2012 n. 5, convertito
nella legge 4 aprile 2012 n. 35, in tema di  semplificazione  per  la
partecipazione a concorsi e prove selettive; 
    Visto il decreto del Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  7
febbraio 1994, n.  174  concernente  il  «Regolamento  recante  norme
sull'accesso dei cittadini degli Stati membri dell'Unione europea  ai
posti  di  lavoro  presso  le  amministrazioni   pubbliche»   e,   in
particolare l'art. 1, comma 1, lettera d), ai  sensi  del  quale  non
puo'  prescindersi  dal  possesso  della  cittadinanza  italiana  per
l'accesso nei ruoli civili e militari del Ministero dell'interno; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 8  luglio  2005,
n.  212,  concernente  «Regolamento   recante   disciplina   per   la
definizione degli ordinamenti didattici  delle  Istituzioni  di  alta
formazione artistica, musicale e coreutica, a norma dell'art. 2 della
legge 21 dicembre 1999, n. 508»; 
    Visto l'art. 1, comma 3, del decreto legge 1°  ottobre  1996,  n.
512, recante «Disposizioni  urgenti  concernenti  l'incremento  e  il
ripianamento di organico dei ruoli del Corpo nazionale dei vigili del
fuoco e misure di razionalizzazione per l'impiego del  personale  nei
servizi d'istituto», convertito in legge 28 novembre 1996, n. 609; 
    Visto l'art. 13 del decreto legislativo  5  aprile  2002,  n.  77
recante «Disciplina del Servizio civile nazionale a norma dell'art. 2
della legge 6 marzo 2001, n. 64»; 
    Visto l'art. 703 del decreto legislativo 15  marzo  2010,  n.  66
recante «Concorsi nelle carriere iniziali delle Forze  di  Polizia  e
del Corpo nazionale dei vigili del fuoco»; 
    Vista la legge 7 agosto 1990, n.  241  recante  «Nuove  norme  in
materia di procedimento amministrativo e di  diritto  di  accesso  ai
documenti amministrativi» e successive modifiche ed integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 12 aprile  2006,
n. 184 concernente il «Regolamento recante disciplina in  materia  di
accesso ai documenti amministrativi»; 
    Visto il decreto del  Presidente  della  Repubblica  28  dicembre
2000, n. 445 recante il «Testo unico delle disposizioni legislative e
regolamentari  in  materia  di   documentazione   amministrativa»   e
successive modifiche ed integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n.  196  recante  il
«Codice in materia di protezione dei  dati  personali»  e  successive
modifiche ed integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 7  marzo  2005,  n.  82  recante  il
«Codice dell'amministrazione  digitale»  e  successive  modifiche  ed
integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 11 aprile 2006, n.  198  recante  il
«Codice delle pari opportunita' tra uomo e donna, a norma dell'art. 6
della legge 28 novembre 2005, n. 246»; 
    Visto il decreto legislativo  25  gennaio  2010,  n.  5,  recante
«Attuazione della direttiva 2006/54/CE relativa  al  principio  delle
pari opportunita' e della parita' di trattamento fra uomini  e  donne
in materia di occupazione e impiego»; 
    Vista la legge 6 novembre 2012, n. 190 recante «Disposizioni  per
la prevenzione e la repressione della corruzione  e  dell'illegalita'
nella pubblica amministrazione»; 
    Visto il decreto legislativo 14 marzo  2013,  n.  33  recante  il
«Riordino della disciplina riguardante gli obblighi  di  pubblicita',
trasparenza e diffusione di informazioni  da  parte  delle  pubbliche
amministrazioni» e successive modifiche ed integrazioni; 
    Visto il decreto-legge 24 giugno 2014,  n.  90,  recante  «Misure
urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e  per
l'efficienza degli uffici giudiziari», convertito in legge 11  agosto
2014 n. 114 e  in  particolare  l'art.  3,  comma  3-novies,  ove  e'
autorizzata l'assunzione di 30 unita' secondo  le  modalita'  di  cui
all'art. 148 del decreto legislativo 13 ottobre 2005, n. 217: 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                          Posti a concorso 
 
 
    E' indetto un concorso pubblico,  per  titoli,  a  30  posti  per
l'accesso al ruolo dei vigili del fuoco in  qualita'  di  orchestrale
della banda musicale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco,  cosi'
suddivisi: 
    n. 1 posto per maestro-direttore 
    n. 1 posto per flauto/ottavino 
    n. 1 posto per oboe/corno inglese 
    n. 1 posto per fagotto 
    n. 1 posto per clarinetto piccolo mib 
    n. 3 posti per I clarinetto sib 
    n. 3 posti per II clarinetto sib 
    n. 3 posti per III clarinetto sib 
    n. 1 posto per sax contralto 
    n. 1 posto per sax tenore 
    n. 1 posto per sax baritono 
    n. 1 posto per I corno 
    n. 1 posto per II corno 
    n. 1 posto per I tromba sib 
    n. 1 posto per II tromba sib 
    n. 1 posto per I flicorno soprano sib 
    n. 1 posto per II flicorno soprano sib 
    n. 1 posto per I trombone 
    n. 1 posto per II trombone 
    n. 1 posto per euphonium 
    n. 1 per posto per tuba 
    n. 1 per posto per gran cassa 
    n. 1 per posto per piatti 
    n. 1 per posto per tamburo/batteria. 
    Per ciascuna delle 24  tipologie  di  posti  sopraindicate  sara'
formulata apposita graduatoria, nella quale si terra' conto,  qualora
applicabili, delle riserve previste dall'art. 5, comma 2, del decreto
legislativo 13 ottobre 2005, n. 217, di seguito specificate: 
      il 45 per cento dei posti ai volontari  in  ferma  breve  o  in
ferma prefissata delle forze  armate,  ai  sensi  dell'art.  703  del
decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66; 
      il 25 per cento dei posti al  personale  volontario  del  Corpo
nazionale dei vigili del fuoco che, alla data di indizione del bando,
sia iscritto negli appositi elenchi  da  almeno  tre  anni  ed  abbia
effettuato non meno di centoventi giorni di servizio, fermi  restando
gli altri requisiti, ai sensi dell'art. 1, comma 3, del decreto legge
1° ottobre 1996, n. 512,  convertito,  con  modifiche,  in  legge  28
novembre 1996, n. 609; 
      il 20 per cento dei posti  a  coloro  che  abbiano  svolto  per
almeno dodici mesi, alla data di scadenza del termine utile stabilito
per la presentazione della domanda  di  partecipazione,  il  servizio
civile nelle attivita' istituzionali del Corpo nazionale  dei  vigili
del fuoco, ai sensi dell'art. 13 del  decreto  legislativo  5  aprile
2002, n. 77 e successive modifiche e integrazioni. 
                               Art. 2 
 
 
                       Requisiti di ammissione 
 
 
    Per l'ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti: 
    a) cittadinanza italiana; 
    b) godimento dei diritti politici; 
    c) eta' non inferiore ad anni 18 e non superiore agli anni 45; 
    d) idoneita' fisica e psichica,  secondo  i  requisiti  stabiliti
dall'art. 3 del decreto del Ministro dell'interno 11 marzo  2008,  n.
78; 
    e) possesso del titolo di studio della scuola dell'obbligo; 
    f) possesso di almeno uno  dei  titoli  di  cui  all'art.  4  del
presente bando; 
    g) possesso delle qualita' morali e di condotta di  cui  all'art.
26 della legge 1° febbraio 1989, n. 53. 
    Non sono ammessi al concorso coloro che siano stati espulsi dalle
forze armate e dai  corpi  militarmente  organizzati  o  che  abbiano
riportato una condanna a pena detentiva per reati non colposi  ovvero
siano stati sottoposti a misura di  prevenzione  nonche'  coloro  che
siano stati destituiti da pubblici uffici o  dispensati  dall'impiego
presso una pubblica  amministrazione  per  persistente  insufficiente
rendimento ovvero siano  stati  dichiarati  decaduti  da  un  impiego
statale ai sensi dell'art. 127, comma 1, lettera d), del decreto  del
Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3. 
    I requisiti di ammissione devono essere posseduti  alla  data  di
scadenza  del  termine  stabilito   nel   presente   bando   per   la
presentazione delle  domande  di  partecipazione,  ad  eccezione  dei
requisiti  di  idoneita'  fisica  e  psichica,  rispetto   ai   quali
l'amministrazione ha  facolta'  di  sottoporre  a  visita  medica  di
controllo i vincitori di concorso, in base alla normativa vigente. 
                               Art. 3 
 
 
                       Esclusione dal concorso 
 
 
    Nelle more della verifica del possesso dei requisiti,  tutti  gli
aspiranti sono ammessi con riserva alla procedura concorsuale. 
    L'Amministrazione puo' disporre in  ogni  momento,  con  motivato
provvedimento, l'esclusione dal concorso per  difetto  dei  requisiti
prescritti, nonche' per la mancata osservanza dei  termini  perentori
stabiliti nel presente bando. 
                               Art. 4 
 
 
                               Titoli 
 
 
    I titoli musicali e culturali ammessi a valutazione sono: 
      a) diploma accademico di primo livello nello strumento musicale
per il quale si concorre per i posti di  orchestrale  ovvero  diploma
accademico di secondo livello in discipline musicali per il posto  da
orchestrale con funzioni di maestro-direttore, conseguiti presso  gli
istituti superiori  musicali  e  coreutici  di  cui  al  decreto  del
Presidente della Repubblica 8 luglio 2005, n. 212: punti 5,00; 
      b) ulteriore diploma accademico di primo livello in  uno  degli
strumenti che compongono la banda  musicale,  aggiuntivo  rispetto  a
quello per il quale si concorre: punti 2,00; 
      c) servizio temporaneo nella  banda  musicale,  come  personale
volontario di cui all'art. 8 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n.
139, nel quinquennio precedente alla data di scadenza  del  bando  di
concorso: punti 0,50 ogni 40 giorni, fino  ad  un  massimo  di  punti
5,00; 
    d) partecipazione,  in  qualita'  di  orchestrale  in  formazioni
musicali bandistiche di altre pubbliche Amministrazioni:  punti  0,50
all'anno per un massimo di punti 1,00; 
    e)  incarichi  di  insegnamento  musicale  presso  gli   Istituti
superiori musicali e coreutici  o  altri  tipi  di  scuola  superiore
pubblica: punti 0,25 a trimestre, fino ad un massimo di punti 1,00. 
    Tutti i predetti titoli devono  essere  posseduti  alla  data  di
scadenza fissata per la presentazione  delle  domande  dal  bando  di
concorso. 
    I titoli non indicati nella domanda di partecipazione,  anche  se
dichiarati successivamente, non saranno presi  in  considerazione  ai
fini della valutazione. 
    Sulla base del punteggio riportato  nei  titoli,  la  commissione
formula le graduatorie di merito per strumento. 
                               Art. 5 
 
 
                      Domanda di partecipazione 
 
 
    La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata  e
inviata, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata  (PEC),
entro il termine perentorio di trenta giorni che decorre  dal  giorno
successivo  a  quello  di  pubblicazione  del  presente  bando  nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  -  4ª  Serie  Speciale
Concorsi ed Esami. 
    L'interessato, prima di iniziare la  procedura  di  presentazione
della domanda, provvedera' a dotarsi di casella di posta  elettronica
certificata intestata allo stesso.  Acquisita  la  casella  di  posta
elettronica  certificata  dovra'   compilare   il   modulo   per   la
presentazione della domanda seguendo la procedura indicata  nel  sito
www.vigilfuoco.it ed inoltrarlo tramite posta elettronica certificata
all'indirizzo concorso.bandamusicale@cert.vigilfuoco.it. 
    Non sono ammesse altre forme  di  produzione  o  di  invio  della
domanda di partecipazione al concorso. 
    Le dichiarazioni sono rese dai candidati nella domanda  ai  sensi
degli artt. 46 e 47 del decreto del Presidente  della  Repubblica  28
dicembre 2000, n. 445 e successive modifiche ed integrazioni. 
    L'Amministrazione procedera' ai controlli previsti  dall'art.  71
del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.  445
e  successive  modifiche  ed  integrazioni  sulla  veridicita'  delle
dichiarazioni sostitutive, anche per gli effetti del successivo  art.
75. 
    I candidati dichiarano nella domanda di essere a conoscenza delle
sanzioni penali cui possono andare incontro in caso  di  falsita'  in
atti e dichiarazioni mendaci  ai  sensi  dell'art.  76  del  predetto
decreto. 
    Gli aspiranti devono dichiarare nella domanda: 
    a) cognome e nome; 
    b) luogo e data di nascita; 
    c) l'esatta indicazione della residenza anagrafica; 
    d) il codice fiscale; 
    e) l'indirizzo di posta elettronica certificata; 
    f) il possesso della cittadinanza italiana; 
    g) di godere dei diritti politici; 
    h) il posto o i posti per cui intendono concorrere,  barrando  la
relativa casella; 
    i) il possesso del titolo di studio  di  cui  all'art.  2,  primo
comma, punto e) del presente bando, precisando l'istituto, il luogo e
la data di conseguimento; 
    j) il possesso di almeno uno dei titoli di  cui  all'art.  4  del
presente  bando,  indicando,  nell'apposito  spazio  del  modulo   di
domanda, i titoli posseduti elencandoli singolarmente e  specificando
per ognuno di  essi  l'istituto  o  ente,  il  luogo  e  la  data  di
conseguimento ovvero la durata degli stessi; 
    k) di non essere stati espulsi dalle forze  armate  e  dai  corpi
militarmente organizzati, di non essere stati destituiti da  pubblici
uffici o dispensati dall'impiego presso una pubblica  amministrazione
per  persistente  insufficiente  rendimento,  di  non  essere   stati
dichiarati decaduti da un impiego statale, ai  sensi  dell'art.  127,
comma 1, lettera d), del decreto del Presidente della  Repubblica  10
gennaio 1957, n. 3; 
    l) di non avere riportato condanne a pena detentiva per reati non
colposi; 
    m) di non essere stati sottoposti a misure di prevenzione; 
    n) l'eventuale possesso di titoli preferenziali di  cui  all'art.
5, comma 4, del decreto del  Presidente  della  Repubblica  9  maggio
1994, n. 487 e successive modifiche ed integrazioni, nonche'  per  «i
coniugati e i non coniugati  con  riguardo  al  numero  dei  figli  a
carico» (punto 18 del predetto art.  5,  comma  4)  la  specifica  di
avere/non avere figli a carico con eventuale indicazione del numero; 
      o) l'eventuale diritto alle riserve dei posti di cui all'art. 1
del presente bando. 
    Il candidato ha inoltre l'obbligo  di  comunicare  le  successive
eventuali variazioni di domicilio, attraverso l'utilizzo della  posta
elettronica   certificata   da   inviare   al   seguente    indirizzo
concorso.bandamusicale@cert.vigilfuoco.it. 
    L'Amministrazione non assume alcuna responsabilita'  in  caso  di
dispersione di comunicazioni  dipendenti  da  inesatte  o  incomplete
indicazioni del recapito da parte del candidato oppure da  mancata  o
tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo  indicato  nella
domanda, ne' per eventuali disguidi comunque imputabili  a  fatto  di
terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 
                               Art. 6 
 
 
                      Commissione esaminatrice 
 
 
    La Commissione esaminatrice e' nominata con decreto del Capo  del
Dipartimento dei vigili del fuoco,  del  soccorso  pubblico  e  della
difesa  civile,  ai  sensi  dell'art.  3  del  decreto  del  Ministro
dell'interno 25 febbraio 2015, n. 40. 
                               Art. 7 
 
 
                    Formazione della graduatoria 
 
 
    La Commissione  forma  le  graduatorie  di  merito  per  ciascuna
tipologia dei  posti  messi  a  concorso  sulla  base  del  punteggio
ottenuto dal candidato a seguito della valutazione dei titoli. 
    Sulla base delle graduatorie di merito, l'Amministrazione  redige
le graduatorie finali del  concorso,  tenuto  conto  delle  eventuali
riserve e, a parita' di merito, dei titoli di preferenza previsti dal
decreto del Presidente della Repubblica  9  maggio  1994,  n.  487  e
successive modifiche ed integrazioni. 
    Se a conclusione  delle  operazioni  di  valutazione  dei  titoli
preferenziali due o piu' candidati si collocano in pari posizione, e'
preferito il candidato piu' giovane di eta'  ai  sensi  dell'art.  2,
comma 9, della legge 16 giugno 1998, n. 191, che ha modificato l'art.
3, comma 7, della legge 15 maggio 1997, n. 127. 
    I predetti  titoli  di  preferenza  devono  essere  posseduti  al
termine di scadenza stabilito per la presentazione della  domanda  di
partecipazione; non saranno presi  in  considerazione  i  titoli  non
dichiarati nella domanda di partecipazione al concorso. 
    Al  fine  di  consentire  lo   svolgimento   degli   accertamenti
d'ufficio,  coloro  che  nella  domanda   di   partecipazione   hanno
dichiarato di appartenere ad una delle categorie riservatarie di  cui
all'art. 1 del presente bando e/o di possedere titoli di  preferenza,
dovranno    trasmettere,    se    richiesto     dall'Amministrazione,
dichiarazioni sostitutive comprensive degli  elementi  indispensabili
per lo svolgimento delle verifiche necessarie, redatte ai sensi degli
artt. 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre
2000, n. 445 e successive modifiche e integrazioni. 
    Tali dichiarazioni sostitutive dovranno essere trasmesse a  mezzo
posta    elettronica    certificata    da    inviare    all'indirizzo
concorso.bandamusicale@cert.vigilfuoco.it  entro  e  non   oltre   il
termine perentorio di quindici giorni  che  decorre  dalla  richiesta
dell'Amministrazione. 
    A tal fine fare fede la data di invio on  line  per  l'inoltro  a
mezzo posta certificata. 
                               Art. 8 
 
 
        Approvazione e pubblicazione delle graduatorie finali 
 
 
    Con decreto del Capo del Dipartimento dei vigili del  fuoco,  del
soccorso pubblico e della difesa civile sono approvate le graduatorie
finali del concorso e sono dichiarati vincitori i candidati utilmente
collocati in  graduatoria,  tenuto  conto  delle  eventuali  riserve,
previste dall'art. 1 del bando. 
    Detto  decreto  e'  pubblicato  sul  Bollettino   Ufficiale   del
Personale del Ministero dell'interno sul sito  del  Dipartimento  dei
vigili del  fuoco,  del  soccorso  pubblico  e  della  difesa  civile
http://www.vigilfuoco.it,  con  avviso  della   pubblicazione   nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  -  4ª  Serie  Speciale
Concorsi ed Esami. 
    Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli  effetti  di
legge e nei confronti di tutti gli interessati. 
    Dalla data  di  pubblicazione  del  suddetto  avviso  decorre  il
termine per le eventuali impugnative. 
                               Art. 9 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    Ai sensi del  decreto  legislativo  30  giugno  2003,  n.  196  e
successive modifiche ed integrazioni, recante il Codice in materia di
protezione dei dati personali, i dati personali forniti dai candidati
sono raccolti presso il Ministero  dell'interno  -  Dipartimento  dei
vigili del fuoco, del soccorso  pubblico  e  della  difesa  civile  -
Direzione Centrale per gli affari generali  -  Ufficio  II  -  Affari
concorsuali e contenzioso - Ufficio  per  la  gestione  dei  concorsi
d'accesso - Via Cavour 5, 00184 Roma  e  trattati,  anche  attraverso
procedure informatizzate, per le finalita' di gestione del concorso. 
    Il conferimento di  tali  dati  e'  obbligatorio  ai  fini  della
valutazione dei requisiti di partecipazione e dei titoli  di  cui  al
presente bando. 
    Le medesime informazioni  possono  essere  comunicate  unicamente
alle  amministrazioni   pubbliche   direttamente   interessate   allo
svolgimento del concorso o  alla  posizione  giuridico-economica  del
candidato. L'interessato gode  dei  diritti  del  citato  riferimento
normativo tra i quali figura il diritto di accesso  ai  dati  che  lo
riguardano, nonche' alcuni diritti complementari, tra cui il  diritto
di far  rettificare,  aggiornare,  completare  o  cancellare  i  dati
erronei, incompleti o raccolti in termini non  conformi  alla  legge,
nonche'  il  diritto  di  opporsi  per  motivi  legittimi   al   loro
trattamento. 
    Tali diritti  possono  essere  fatti  valere  nei  confronti  del
Ministero dell'interno -  Dipartimento  dei  vigili  del  fuoco,  del
soccorso pubblico e della difesa civile - Direzione Centrale per  gli
affari generali - Ufficio II - Affari  concorsuali  e  contenzioso  -
Ufficio per la gestione dei concorsi d'accesso -  Via  Cavour  n.  5,
00184 Roma. 
    Il responsabile del procedimento concorsuale  e  del  trattamento
dei dati e' il Dirigente dell'Ufficio per la  gestione  dei  concorsi
d'accesso dell'Ufficio II - Affari concorsuali  e  contenzioso  della
Direzione Centrale per gli affari generali. 
                               Art. 10 
 
 
                        Norme di salvaguardia 
 
 
    Per quanto non previsto dal presente bando trova applicazione, in
quanto compatibile, la normativa vigente in materia. 
    Avverso  il  presente  bando   e'   ammesso   ricorso   in   sede
giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio entro
sessanta giorni dalla data di pubblicazione o  ricorso  straordinario
al Presidente della Repubblica entro centoventi giorni  dalla  stessa
data. 
    Il presente decreto sara'  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica Italiana - 4ª Serie Speciale  Concorsi  ed  Esami  -
nonche' sul sito del Dipartimento dei vigili del fuoco, del  soccorso
pubblico e della difesa civile http://www.vigilfuoco.it. 
      Roma, 15 gennaio 2016 
 
                                       Il Capo Dipartimento: Musolino