Concorso per 1 assistente amministrativo (puglia) A.U.S.L. LE/1 LECCE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 29 del 16-04-2015
Sintesi: A.U.S.L. LE/1 LECCE Concorso (Scad. 2 maggio 2015) Avviso pubblico di selezione, per titoli ed esami, per un posto di Assistente Amministrativo -categoria C -a tempo determinato per l’attività di addetto all’ufficio ...
Ente: A.U.S.L. LE/1 LECCE
Regione: PUGLIA
Provincia: LECCE
Comune: LECCE
Data di pubblicazione 17-04-2015
Data Scadenza bando 02-05-2015
Condividi

A.U.S.L. LE/1 LECCE

Concorso (Scad. 2 maggio 2015)

Avviso pubblico di selezione, per titoli ed esami, per un posto di Assistente Amministrativo -categoria C -a tempo determinato per l’attività di addetto all’ufficio stampa presso l’UOSD “Comunicazione ed Informazione Istituzionale” ASL LE.


In esecuzione della deliberazione n. 214 del 27 marzo 2015 è indetto avviso pubblico di selezione, per titoli ed esami, per un posto di Assistente Amministrativo - categoria C - a tempo determinato per l’attività di addetto all’ufficio stampa presso I’ UOSD “Comunicazione ed Informazione Istituzionale” ASL LE.
Dovendo istituire la figura di addetto ufficio stampa per le attività di informazione così come prescritto dalla Legge n.150 del 7 giugno 2000 recante la disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle Pubbliche amministrazioni, è indetto un avviso pubblico di selezione per l’affidamento di un incarico a tempo determinato per la suddetta attività della durata di anni uno.
L’incarico consiste nel curare, in via prioritaria, i collegamenti con gli organi di informazione, in stretta collaborazione con l’organo di vertice dell’Amministrazione, assicurando il massimo grado di trasparenza, chiarezza e tempestività delle comunicazioni da fornire nelle materie di interesse dell’Amministrazione stessa. Nello specifico dovranno essere svolte le seguenti attività:
- redazione di comunicati stampa riguardanti l’attività dell’ASL e del suo vertice istituzionale, allo scopo di informare e promuovere i servizi offerti ai cittadini;
- collegamenti con gli organi di informazione locali e nazionali;
- organizzazione di conferenze stampa;
- rassegna stampa, anche attraverso strumenti informatici
- informazione attraverso canali social e web.
Requisiti generali di ammissione
Per l’ammissione alla presente procedura sono prescritti i seguenti requisiti:
Cittadinanza italiana: sono equiparati ai cittadini italiani:
1. gli italiani non appartenenti alla Repubblica. Per i cittadini degli Stati membri della Comunità Economica Europea sono richiamate le disposizioni di cui all’art. 37 del D.Lgs. n. 29/93 e successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 174/94.
2. cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti nel territorio italiano, ai sensi dell’art. 7 della L. 97/2013, riconducibili alle seguenti categorie:
a) i familiari dei cittadini dell’unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
b) i cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
c) i titolari dello status di rifugiato;
d) i titolari dello status di protezione sussidiaria;
Nella domanda va indicato il titolo che consente di soggiornare sullo stato italiano E’ richiesta un’adeguata conoscenza della lingua italiana.
Idoneità fisica all’impiego: l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego è effettuato a cura della Azienda Sanitaria di Lecce, prima dell’immissione in servizio, fatta salva la tutela per i portatori di handicap di cui alla Legge n.104/92.
Godimento dei diritti civili e politici: non possono accedere agli impieghi coloro che sono stati esclusi dall’elettorato politico attivo, nonché coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Non aver riportato condanne penali e non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure dì prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale.
Per effetto della disposizione di cui all’art. 3, comma 6 della legge 15.05.1997 n. 127 la partecipazione all’avviso oggetto del presente bando non è soggetta a limiti dì età.
Requisiti specifici di ammissione:
- Diploma di Scuola Media Superiore;
- Iscrizione all’albo nazionale dei giornalisti o dei pubblicisti.
Tutti i requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente avviso per la presentazione delle domande, IL mancato possesso, anche solo di uno dei requisiti prescritti, comporta la non ammissione all’avviso pubblico.
L’esclusione dall’Avviso è deliberata con provvedimento motivato del Direttore Generale della Azienda, da notificarsi entro 30 giorni dalla esecutività della relativa decisione.
Modalità e termini di presentazione delle domande di partecipazione
Per l’ammissione al presente Avviso gli aspiranti dovranno far pervenire al Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale, Via Miglietta n. 5 - 73100 Lecce, entro e non oltre il termine di quindici giorni dalla data di pubblicazione dello stesso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, domanda redatta in carta semplice, nella quale, sotto la propria personale responsabilità, ai sensi dell’art.76 del D.P.R. 445/2000, dovranno dichiarare:
a) la data, il luogo di nascita e la residenza;
b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
c) il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
d) le eventuali condanne penali riportate;
e) i titoli di studio posseduti;
f) iscrizione all’albo professionale
g) la posizione nei riguardi degli obblighi di leva;
h) i servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego.
i) i titoli che conferiscono diritto di preferenza o precedenza, in caso di parità di punteggio;
l) l’indirizzo presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui alla lettera a) del presente elenco;
m) l’eventuale indirizzo di posta elettronica se diverso dalla posta elettronica certificata (PEC);
La domanda deve essere datata e sottoscritta dal candidato; la mancanza di sottoscrizione determina la nullità della domanda. La firma in calce alla domanda non richiede l’autenticazione ai sensi dell’art. 3, comma 5, della legge n.127/1997.
Nella domanda i candidati dovranno esprimere, ai sensi D.Lgs. 30/06/2003, n.196, Il consenso al trattamento dei propri dati personali compresi quelli sensibili, ai fini dell’avviso e successivamente, nella eventualità di costituzione del rapporto di lavoro, per finalità di gestione del rapporto stesso.
Il presente bando viene pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. Il termine per la presentazione delle domande è perentorio e scade il quindicesimo giorno successivo a quello della data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. Le domande devono essere inoltrate, a pena dì esclusione, per posta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento (in tal caso la data di spedizione è comprovata dal timbro a data dell’ufficio postale accettante) oppure mediante presentazione diretta all’Ufficio Protocollo Generale della A.S.L. Lecce, oppure ancora, a mezzo di posta elettronica certificata (P.E.C.).
In applicazione della L. 150/2009 e della circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica n. 12/2010, la domanda di partecipazione al concorso pubblico e la relativa documentazione possono pervenire per via telematica, entro il suddetto termine, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: protocollo.asl.lecce@pec.rupar.puglia.it. La validità della trasmissione e ricezione della corrispondenza è attestata, rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna. La domanda si intende sottoscritta se prodotta ne! rispetto dell’art. 65 del D.Lgs. (Codice dell’amministrazione digitale).
Si precisa che la validità di tale invio è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata. Non sarà pertanto ritenuto valido l’invio da cartella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indiri77ato alla casella di posta elettronica certificata sopra indicata.
Analogamente, non sarà considerato valido, ai fini della partecipazione al concorso, l’invio ad un altro, ancorché certificato, indirizzo di posta elettronica di questa azienda. Il candidato dovrà comunque allegare, copia di un documento di identità.
Non saranno prese in considerazione in nessun caso le domande e gli eventuali documenti trasmessi oltre i termini di presentazione prescritti dal presente Avviso per cui ogni eventuale riserva espressa non assume alcun valore.
L’Amministrazione declina ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato e da mancata oppure tardiva comunicazione dei cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa.
Gli interessati dovranno avere cura di comunicare immediatamente, con lettera contenente il chiaro riferimento alla domanda di partecipazione al presente avviso pubblico, le successive variazioni del domicilio indicato.
Documentazione da allegare alla domanda
Si precisa che, ai sensi della Legge 12 novembre 2011, n. 183, art. 15 (legge di stabilità 2012) i candidati non dovranno chiedere o produrre alla Pubblica Amministrazione certificati di stati, qualità personali o fatti che risultano in possesso della stessa.
Pertanto i documenti da allegare alla domanda sono i seguenti: dichiarazioni sostitutive relative ai requisiti specifici di ammissione;
a) Tutte le dichiarazioni sostitutive relative ai titoli che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito per la formulazione della graduatoria, redatte in conformità degli art.46 o 47 del D.P.R. 445/2000;
b) copia della tessera dell’ordine dei giornalisti, con l’indicazione del numero, della data e dell’elenco di iscrizione (elenco professionisti o elenco pubblicisti);
c) Curriculum formativo e professionale, datato e firmato dal concorrente; il curriculum ha unicamente uno scopo informativo e non costituisce autocertificazione, le attività professionali e i corsi di studio indicati nel curriculum saranno presi in esame, ai fini della valutazione di merito, solo se formalmente documentati con apposita autocertificazione;
d) Un elenco in carta semplice di quanto presentato, datato e firmato;
e) Fotocopia di un documento di identità personale in corso di validità;
Le dichiarazioni sostitutive relative ai titoli devono contenere tutti gli elementi e le informazioni necessarie previste dalla certificazione che sostituiscono; per poter effettuare una corretta valutazione dei titoli, in carenza o comunque in presenza di dichiarazioni non in regola o che non permettano di avere informazioni precise sul titolo o sui servizi, non verrà tenuto conto delle dichiarazioni rese.
Saranno prese in considerazione, solo le pubblicazioni in stampa originale o in copia autenticata ai sensi di legge o in dattiloscritto provvisto di documento attestante l’accettazione per la stampa da parte della casa editrice.
Nomina Commissione
I candidati saranno esaminati da una Commissione giudicatrice nominata dal Direttore Generale e composta da tre membri, di cui uno con funzioni di Presidente e da un segretario. Almeno un membro della Commissione sarà scelto all’interno di una rosa di almeno cinque giornalisti iscritti all’Ordine segnalata, su richiesta dell’ente, dal Presidente del Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti territorialmente competente.
Comunicazione del diario delle prove
La data e le modalità di svolgimento delle prove, sia scritta sia orale, saranno comunicate ai candidati a mezzo di lettera raccomandata con ricevuta di ritorno con un anticipo dì almeno quindici giorni. L’assenza ingiustificata del candidato alle prove sarà considerata come rinuncia al concorso.
Trasparenza amministrativa
La Commissione giudicatrice procede a predeterminare i titoli e/o i quesiti dell’elaborato immediatamente prima della prova scritta.
La Commissione giudicatrice, immediatamente prima dell’inizio della prova orale, procede a predeterminare i quesiti da porre ai candidati per ciascuna delle materie di esame. I quesiti per la prova orale, formulati su fogli di carta di identiche dimensioni vengono ripiegati in quattro parti e posti all’interno di un bussolotto di materiale trasparente: La Commissione è dotata di un bussolotto per ciascuna materia oggetto di esame.
Prima dell’inizio della prova orale, il candidato procede all’estrazione dei fogli ripiegati contenuti nei bussolotti con riguardo a ciascuna materia oggetto di esame.
Dei criteri e modalità seguiti viene dato atto nel verbale.
I candidati hanno facoltà di esercitare il diritto di accesso agli atti del procedimento concorsuale ai sensi della normativa vigente.
I candidati dovranno presentarsi all’esame muniti di valido documento di riconoscimento.
Programma di esame
Il programma di esame è il seguente:
Prova scritta
Redazione di un elaborato a contenuto teorico-pratico sulle funzioni e mansioni specifiche e/o prevalenti richieste per la posizione di lavoro del posto messo a concorso (redazione dì un comunicato stampa o di una articolo su di un argomento prefissato dalla Commissione) e per l’accertamento dell’idoneità all’uso del personal computer.
Prova orale
- Teoria e tecnica del linguaggio giornalistico con particolare riferimento alle Pubbliche Amministrazioni;
- Elementi di legislazione sulla comunicazione pubblica, la stampa e l’editoria;
- Elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati a mezzo stampa, al reato di diffamazione ed ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
- Diritto di accesso agli atti amministrativi e accesso civico;
- Rapporto di pubblico impiego con particolare riguardo ai processi di riforma, nonché alle responsabilità, doveri, diritti e sanzioni disciplinari del pubblico dipendente;
Espletamento della prova scritta
Durante l’espletamento della prova scritta i candidati non possono portare carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque specie. Sono consentiti solo dizionari, codici e testi di legge non commentati, previa autorizzazione della Commissione.
È altresì vietato introdurre nella sede d’esame telefoni cellulari o altri strumenti di comunicazione. Saranno ammessi a sostenere la prova orale i candidati che avranno riportato una votazione non inferiore a 21/30.
La mancata presenza alla prova scritta equivarrà a rinuncia al concorso anche se la stessa fosse dipendente da cause di forza maggiore.
Espletamento della prova orale
La prova orale si intende superata se il candidato avrà riportato una votazione non inferiore a 21/30.
La prova orale si svolge in un locale aperto al pubblico di idonea capienza idonea tale da assicurare la massima partecipazione.
Al termine di ogni seduta, la Commissione formula l’elenco dei candidati esaminati con l’indicazione dei voti da ciascuno riportati e li affigge nella sede di esame affinché i candidati ne possano prendere visione.
La suddetta pubblicità ha effetto di diretta comunicazione dell’esito della prova stessa.
I candidati, ammessi a sostenere la prova orale, che fossero impossibilitati a sostenerla per infortunio, malattia, parto o altra causa di forza maggiore, dovranno darne tempestiva comunicazione al Presidente della Commissione giudicatrice, pena la decadenza entro la data stabilita per lo svolgimento della prova, recapitando immediatamente alla Commissione medesima idonea documentazione probatoria, in cui si dia atto che l’impossibilità è tale da non consentire al candidato di recarsi nella sede ove si svolge la prova orale.
La Commissione giudicatrice, valutata la documentazione, ove ritenga giustificata la mancata presenza alla prova, potrà disporre in relazione alle esigenze organizzative del concorso, di invitare i candidati interessati a sostenere il colloquio nella prima seduta utile, ancorchè successiva.
Punteggi delle prove e valutazione dei titoli
La Commissione esaminatrice per la valutazione della prova scritta, della prova orale e dei titoli, dispone dei seguenti punteggi:
- per la prova scritta: massimo punti 30;
- per la prova orale: massimo punti 30;
- per i titoli: massimo punti 40.
I titoli sono suddivisi nelle seguenti due categorie e il punteggio massimo attribuito a ciascuna di esse è così fissato:
Titoli di servizio professionale: massimo punti 20.
Nella valutazione dei titoli di servizio, la Commissione dovrà tener conto, in particolare:
- dell’attività professionale svolta (si premierà, in particolare l’attività giornalistica in favore di testate cartacee, internet o radio-televisive a diffusione o copertura nazionale con particolare riferimento al ruolo - dipendente/free lance - e alle qualifiche gerarchiche contrattualmente ricoperte);
- delle pubblicazioni a carattere informativo.
Titoli di studio: massimo punti 20 così ripartiti:
- possesso di laurea triennale (nuovo ordinamento): punti 2;
- possesso di titolo di laurea specialistica (nuovo ordinamento): punti 4;
- possesso di laurea (vecchio ordinamento): punti 4;
- possesso di altri titoli superiori (dottorati, master): punti 2.
I concorrenti che abbiano superato la prova orale devono far pervenire all’Amministrazione nel termine perentorio di 15 giorni decorrenti dal giorno successivo a quello in cui hanno sostenuto il colloquio, i documenti in carta semplice attestanti il possesso dei titoli di riserva, preferenza e precedenza, a parità di valutazione.
Graduatoria
La graduatoria di merito è approvata con provvedimento del Direttore Generale della Azienda Sanitaria Locale ed è immediatamente efficace.
Il punteggio delle prove è determinato sommando le votazioni conseguite nelle due prove (una scritta, una orale).
La votazione finale complessiva espressa in 100/100 è determinata sommando il voto conseguito nelle prove e alla valutazione dei titoli, con l’osservanza, a parità di punti, delle preferenze previste dall’art.5 - 4° e 5° comma - del Decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, e successive modificazioni e integrazioni.
Validità della graduatoria
La graduatoria resta valida per il periodo previsto dalle norme vigenti e di essa l’ente potrà avvalersi nei modi previsti dalle disposizioni normative in vigore all’atto dell’utilizzazione.
Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell’art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003) si forniscono le seguenti informazioni: l’Azienda, in qualità di titolare del trattamento, utilizzerà i dati personali forniti dai candidati solo ed esclusivamente ai fini del conferimento del suddetto incarico e per le finalità inerenti alla gestione dell’incarico medesimo. Il trattamento sarà effettuato con l’ausilio di strumenti informatici.
Durata dell’incarico
L’incarico avrà la durata di anni uno a decorrere dalla data di sottoscrizione del contratto di lavoro, prorogabile previa valutazione della Direzione Aziendale.
Trattamento economico
li dipendente assunto sarà inquadrato nella categoria giuridica C, profilo professionale di assistente amministrativo “Addetto all’ufficio Stampa”, con applicazione del contratto di lavoro CCNL del Comparto sanità.
In ogni caso, anche prima della scadenza del contratto, il Direttore Generale, qualora il livello dei risultati ottenuti non sia adeguato ai programmi ed agli obiettivi prefissati, può disporre la revoca dell’incarico e la conseguente risoluzione del rapporto senza che il dipendente possa vantare alcun diritto.
ASSUNZIONE
Prima della formalizzazione dell’assunzione, l’Azienda procederà alla verifica della veridicità delle dichiarazioni rese.
Il rapporto sarà regolato mediante sottoscrizione del contratto individuale di lavoro. L’eventuale assunzione comporterà l’accettazione incondizionata, da parte dell’aspirante, delle disposizioni ordinamentali interne dell’Azienda.
La mancata assunzione in servizio nei termini indicati costituisce espressa rinuncia all’incarico.
Disposizioni finali
Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. n. 196/2003 i dati personali forniti dai candidati in sede di presentazione della domanda, saranno trattati esclusivamente ai finì della presente procedura e, in caso di assunzione, ai soli fini della costituzione del rapporto di lavoro.
L’Amministrazione garantisce pari opportunità tra uomini e donne ai sensi del D.Lgs. n.198/2006 e del D.Lgs. n. 165/2001.
L’Azienda Sanitaria Locale di Lecce si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio di modificare, prorogare, sospendere o annullare il presente bando, senza l’obbligo di comunicare i motivi e senza che i concorrenti possano avanzare pretese o diritti di sorta. Per quanto non previsto nel presente bando si fa espresso riferimento alle disposizioni vigenti in materia concorsuale.
Per informazioni e chiarimenti, i candidati potranno rivolgersi all’Area Gestione del Personale U.O. Assunzioni Concorsi e Gestione del ruolo della ASL LE - tel. 0832/215799; 0832/215226.
Il Direttore Generale
Giovanni Gorgoni