Concorso per 2 dirigenti biologi (toscana) ESTAV NORD OVEST REGIONE TOSCANA - ENTE PER I SERVIZI TECNICO AMMINISTRATIVI DI AREA VASTA NORD OVEST REGIONE TOSCANA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 2
Fonte: DIR N. 2 del 12-01-2015
Sintesi: ESTAV NORD OVEST REGIONE TOSCANA - ENTE PER I SERVIZI TECNICO AMMINISTRATIVI DI AREA VASTA NORD OVEST REGIONE TOSCANA Concorso (Scad. 28 gennaio 2015) Selezione pubblica unificata, per titoli ed eventuale colloquio ...
Ente: ESTAV NORD OVEST REGIONE TOSCANA - ENTE PER I SERVIZI TECNICO AMMINISTRATIVI DI AREA VASTA NORD OVEST REGIONE TOSCANA
Regione: TOSCANA
Provincia: PISA
Comune: PISA
Data di pubblicazione 12-01-2015
Data Scadenza bando 28-01-2015
Condividi

ESTAV NORD OVEST REGIONE TOSCANA - ENTE PER I SERVIZI TECNICO AMMINISTRATIVI DI AREA VASTA NORD OVEST REGIONE TOSCANA

Concorso (Scad. 28 gennaio 2015)

Selezione pubblica unificata, per titoli ed eventuale colloquio tecnico professionale, per il conferimento di n. 2 incarichi a tempo determinato nel profilo di Dirigente Biologo disciplina Laboratorio di Genetica Medica per l’attività di gestione dei processi e dei protocolli operativi di un laboratorio di patologia molecolare (selez. n. 21/2014).


L’ESTAV Nord-Ovest della Regione Toscana è l’Ente per i Servizi Tecnico Amministrativi dell’Area Vasta Nord Ovest al quale la L.R.T. n. 40/2005 e ss.mm.ii. ha conferito, tra l’altro, la funzione di espletare procedure unifi cate per il reclutamento del personale per le seguenti Aziende Sanitarie comprese in detta area (Azienda USL n. 1 Massa e Carrara; Azienda USL n. 2 Lucca; Azienda USL n. 5 Pisa; Azienda USL n. 6 Livorno; Azienda USL n. 12 Viareggio; Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana).
Ai sensi della Legge Regionale Toscana n. 26 del 23.5.2014 a partire dal 1.1.2015 l’ESTAV Nordovest della Regione Toscana è soppresso e l’ESTAR (Ente di supporto tecnico - amministrativo regionale) subentra in tutti i rapporti giuridici afferenti agli ESTAV. La presente procedura selettiva sarà pertanto presa in carico dall’ESTAR.
In esecuzione delle determinazioni dirigenziali n.1417 del 17/12/2014 e n.1473 del 24/12/2014 è indetta una selezione pubblica unifi cata, per titoli ed eventuale colloquio tecnico professionale, per il conferimento di n.2 incarichi a tempo determinato nel profi lo di Dirigente Biologo Disciplina Laboratorio di Genetica Medica per l’attività di gestione dei processi e dei protocolli operativi di un laboratorio di patologia molecolare (Sel. 21/2014).
I vincitori verranno assegnati all’Azienda Ospedaliero- Universitaria Pisana, ma la relativa graduatoria potrà essere utilizzata, in caso di necessità, per l’assunzione presso le altre aziende sanitarie comprese nell’Area Vasta Nord Ovest, nell’Area Vasta Centro e nell’Area Vasta Sudest della Regione Toscana.
L’ammissione alla selezione e le modalità di espletamento della stessa sono stabilite dal DPR 761 del 20.12.79, dalla Legge 370 del 23.8.88, dal D.Lgs. 502/92 e ss.mm.ii., dal DPR 487/94 e ss.mm.ii., dalla Legge 127/97 e ss.mm.ii., dal DPR 483/97 e ss.mm.ii., dai DD.M.S. 30/01/98 e 31/01/98 e ss.mm.ii., dal D. Lgs. 229/ del 19/6/99 e ss.mm.ii., dal DPR 445/2000 e ss.mm.ii., dal D.Lgs 165/01 e ss.mm.ii., dalla L.R.T 40/05 e ss.mm. ii., dal “Regolamento per la Gestione delle procedure concorsuali/selettive unifi cate di acquisizione delle risorse umane per le Aziende dell’Area Vasta Nord Ovest”, la cui ultima modifi ca è stata approvata con deliberazione del Direttore Generale n. 204 del 27/06/2014.
Ai posti di cui trattasi è attribuito il trattamento economico previsto dalla normativa vigente al momento dell’assunzione.
A norma dell’art. 7, comma 1, del D.Lgs. 30/03/2001, n. 165 e ss.mm.ii., è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro.
Sede di lavoro
La sede di lavoro dei candidati eventualmente assunti sarà stabilita dalle Aziende Sanitarie che procederanno alle assunzioni nell’ambito del territorio di competenza di ciascuna.
Requisiti di ammissione Possono partecipare alla selezione coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti:
1) Essere cittadini di uno dei Paesi dell’Unione Europea, o loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria (art. 38 D.Lgs. 165/2001 e ss.mm.ii);
2) Laurea in Scienze Biologiche, vecchio ordinamento, specialistica o magistrale;
3) Specializzazione in Laboratorio di Genetica Medica ovvero in una delle discipline riconosciute equipollenti ai sensi del D.M. 30.01.1998 e successive modifi che ed integrazioni. Sono ammessi a partecipare alla selezione, anche se sprovvisti della specializzazione richiesta:
a) i candidati in possesso di specializzazione in una delle discipline affi ni di cui alla tabella approvata con D.M. 31.1.98 e successive modifi cazioni e integrazioni;
b) i dipendenti in servizio a tempo indeterminato alla data del 2 febbraio 1998 presso le USL e le Aziende Ospedaliere diverse da quella di appartenenza con la qualifi ca di Dirigente Biologo nella disciplina per la quale è indetta la selezione;
4) Iscrizione all’albo dell’ordine dei Biologi.
L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione alla selezione fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio;
5) Conoscenza della lingua italiana.
Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione alla selezione.
Domande di ammissione
Le domande di partecipazione alla selezione, redatte in carta libera secondo lo schema allegato in calce al  presente bando, debitamente sottoscritte, devono essere inoltrate all’ESTAV Nord-Ovest della Regione Toscana- Via A. Cocchi 7/9 loc. Ospedaletto - 56121 Pisa entro e non oltre il ventesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Uffi ciale della Regione Toscana.
Le domande di ammissione alla selezione si considerano prodotte in tempo utile:
- se consegnate direttamente, entro il termine fi ssato dal bando, all’Uffi cio Protocollo del Centro Direzionale ESTAV Nord Ovest (e successivamente ESTAR), Via A. Cocchi 7/9 loc. Ospedaletto - 56121 Pisa (piano terra stanza n. 4 aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 - chiuso il sabato);
- se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro il termine fi ssato dal bando. A tal fi ne fa fede la data di spedizione comprovata dal timbro a data dell’uffi cio postale accettante esclusivamente delle “Poste Italiane S.p.A.”;
- se inviate entro il termine di cui sopra tramite casella personale di posta elettronica certifi cata (PEC) - intestata al candidato, anche utilizzando il servizio CECPAC, esclusivamente in un unico fi le formato PDF - esclusivamente al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certifi cata dell’ ESTAV Nord Ovest Toscana: personale. estav-nordovestpostacert.toscana.it, in applicazione del “Nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale(CAD)”.
In caso di utilizzo di PEC o CEC-PAC, per l’invio della domanda, la casella di posta elettronica certifi cata utilizzata si intende automaticamente eletta a domicilio informatico. Chi utilizza tale modalità, dovrà indicare nell’oggetto della PEC, pena esclusione, la dicitura “Presentazione domanda selezione 21/2014”;
- se inviate con raccomandata on-line esclusivamente mediante il servizio messo a disposizione da “Poste Italiane SPA” purché l’istanza e la relativa documentazione sia sottoscritta con fi rma digitale, oppure se con fi rma autografa sia allegato il documento d’identità in corso di validità.
Le anzidette modalità di trasmissione elettronica, per il candidato che intenda avvalersene, si intendono tassative.
Il termine fi ssato per la presentazione delle domande è perentorio.
Verranno comunque escluse le domande spedite prima della pubblicazione dell’avviso sul Bollettino Uffi ciale della Regione Toscana o oltre il termine di scadenza fi ssato dall’avviso di selezione.
Le domande devono essere sottoscritte dall’interessato.
In caso di mancata sottoscrizione la domanda sarà considerata valida solo se tra la documentazione in viata è presente un’ autocertificazione sottoscritta dalla quale si evinca il possesso dei requisiti richiesti dal bando accompagnata da un documento valido di ricono sci mento.
Nella domanda di ammissione gli aspiranti, oltre alla selezione cui intendono partecipare, devono dichiarare, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/00, consapevoli delle responsabilità penali cui possono andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci, ai sensi e per gli effetti dell’art. 76 del DPR sopramenzionato:
a) il cognome, il nome, la data, il luogo di nascita e la residenza;
b) di possedere:
- la cittadinanza di uno stato membro dell’U.E., OVVERO - di non avere la cittadinanza di uno stato membro dell’U.E. ma di essere familiare di un cittadino di uno stato membro dell’U.E. e di essere in possesso di diritto soggiorno o diritto permanente (allegare copia della Carta di soggiorno rilasciata dal Ministero dell’Interno ai sensi del D.Lgs 30/06.02.2007), OVVERO - di essere cittadino di Paesi Terzi con permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (allegare copia di tale documento) OVVERO - di essere titolare dello status di rifugiato o di protezione sussidiaria (allegare copia del documento attestante il possesso di tali requisiti); il comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle liste medesime;
d) le eventuali condanne penali riportate o procedimenti penali in corso;
e) il possesso dei titoli richiesti come requisiti ai punti 2), 3) e 4) (nella dichiarazione dei titoli di studio deve essere indicata la data esatta del conseguimento e della sede, la denominazione completa dell’Istituto presso il quale sono stati conseguiti nonché, nel caso di conseguimento all’estero, degli estremi del provvedimento del Ministero della Salute con il quale ne è stato disposto il riconoscimento in Italia);
f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari (per i soggetti nati entro il 1985);
g) i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego (in assenza di precedenti rapporti di pubblico impiego va resa esplicita dichiarazione negativa);
h) di conoscere la lingua italiana;
i) gli eventuali titoli comprovanti il diritto di preferenza di legge nella nomina previsti dall’art. 5 del D.P.R. 487/94, e ss.mm.ii.;
j) un solo domicilio (ed un solo recapito telefonico) presso il quale deve esser loro fatta pervenire ogni necessaria comunicazione inerente la selezione. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza indicata nella domanda. I candidati hanno l’obbligo di comunicare gli eventuali cambiamenti di indirizzo all’ ESTAV. L’Ente non assume alcuna responsabilità nel caso  di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato ovvero da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda né per eventuali disguidi postali o telegrafi ci o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Documentazione da allegare alla domanda
Alla domanda di partecipazione alla selezione i concorrenti devono allegare dichiarazioni sostitutive, ai sensi degli artt. 46 e/o 47 DPR 445/2000, dalla quale risulti il possesso dei seguenti requisiti:
a) Laurea in Scienze Biologiche, specialistica o magistrale;
b) Specializzazione in Laboratorio di Genetica Medica o in disciplina equipollente o affi ne (ovvero servizio di ruolo come previsto tra i requisiti per l’ ammissione per quei candidati che se ne avvalgono in alternativa alla specializzazione);
c) Iscrizione all’Albo dell’ordine dei Biologi. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione alla selezione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio;
d) I cittadini non appartenenti all’Unione Europea devono allegare la documentazione indicata alla lettera b) del paragrafo “Domande di ammissione” attestante il requisito di cui al punto 1) dei “Requisiti di ammissione;
e) Curriculum formativo e professionale, datato e fi rmato, e corredato formalmente di tutte le certifi cazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito;
f) Pubblicazioni edite a stampa, ove esistenti;
g) Fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità;
h) Elenco in carta semplice dei documenti e dei titoli presentati.
Modalità per il rilascio di dichiarazioni sostitutive
Ai sensi degli artt. 46 e/o 47 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, il candidato deve comprovare il possesso dei titoli obbligatori e facoltativi richiesti per la partecipazione alla selezione con dichiarazioni sostitutive di certifi cazione (vedi fac simile allegato) e di atto di notorio, da produrre contestualmente alla domanda di partecipazione. Tali dichiarazioni sostitutive devono, in ogni caso, contenere tutti gli elementi e le informazioni necessarie previste dal titolo cui si riferiscono. La mancanza, anche parziale, di tali elementi, preclude la possibilità di procedere alla relativa valutazione.
Ai sensi dell’art. 3 comma 2, 3, 4 del DPR 28.12.2000, n. 445 i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia, possono utilizzare le dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47 limitatamente agli stati, alle qualità personali e ai fatti certifi cabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani.
Possono altresì utilizzare le dichiarazioni sostitutive i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione autorizzati a soggiornare nel territorio dello Stato nei casi in cui la produzione delle stesse avvenga in applicazione di convenzioni internazionali fra l’Italia ed il Paese di provenienza del dichiarante.
Al di fuori dei casi indicati nei precedenti paragrafi gli stati, le qualità personali e i fatti, sono documentati mediante certifi cati o attestazioni rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero, corredati di traduzione in lingua italiana autenticata dall’autorità consolare italiana che ne attesta la conformità all’originale, dopo aver ammonito l’interessato sulle conseguenze penali della produzione di atti o documenti non veritieri.
Per l’eventuale valutazione dei servizi deve essere attestato nella dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa ai sensi dell’art 47 del DPR 445/00 (vedi fac simili allegati), se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’articolo 46 del DPR 20 dicembre 1979 n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.
In particolare l’interessato è tenuto a specifi care con esattezza, per eventuali servizi prestati, se trattasi di servizio reso presso Enti Pubblici, Case di Cura private (specifi care sempre se convenzionate o accreditate con il S.S.N.), Fondazioni, Associazioni, Misericordie ecc..
Cooperative, se trattasi di servizio a tempo determinato o indeterminato, il profi lo professionale di inquadramento, la natura del rapporto di lavoro - se di dipendenza o libero professionale - se trattasi di rapporto di lavoro a tempo pieno o a tempo parziale, il periodo di servizio - con specifi ca della data di inizio e di cessazione - con precisazione di eventuali interruzioni del rapporto di impiego comportanti sospensione della retribuzione.
Per la valutazione del servizio prestato all’estero o presso organismi internazionali si rimanda alle disposizioni dell’art. 23 del DPR 483/97.
Per la valutazione delle attività in base a rapporti convenzionali di cui all’art. 21 del DPR 483/97 e ss.mm. ii. deve essere tassativamente indicato l’orario di attività settimanale. In mancanza non si procederà ad attribuire il relativo punteggio.
Tutte le situazioni relative al servizio militare, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio, possono essere comprovate con dichiarazioni sostitutive di atto notorio ai sensi dell’art.47 del DPR 445/2000. I periodi di effettivo servizio militare, di richiamo alle armi, di ferma volontaria e di rafferma, prestati presso le Forze Armate e dei Carabinieri, sono valutati con i corrispondenti punteggi previsti per i concorsi disciplinati dal DPR 483/97 per i servizi presso Pubbliche Amministrazioni. Nelle certifi cazioni dovrà essere, pertanto, indicata la data di inizio e di cessazione.
In difetto non sarà attribuito alcun punteggio.
Relativamente alla specializzazione si precisa che,  ai sensi dell’art 27 del DPR 483/97, le specializzazioni conseguite ai sensi del D.Lsg 257/91, anche se fatte valere come requisito di ammissione, verranno valutate nei titoli accademici con uno specifi co punteggio pari a mezzo punto per anno di specializzazione. Il periodo di formazione specialistica prestato ai sensi del D.Lgs 368/99, invece, ai sensi dell’art. 45 di detto decreto, verrà valutato nella carriera come servizio prestato nel livello iniziale del profi lo stesso nel limite massimo della durata del corso di studi. Al fi ne delle suddette valutazioni è necessario, pertanto, che le dichiarazioni sostitutive, contengano l’anno accademico di immatricolazione alla scuola di specializzazione, l’indicazione del decreto ai sensi del quale il periodo di formazione specialistica è stato prestato nonché il periodo preciso riferito all’uno o all’altro decreto. In mancanza potrà non essere attribuito alcun punteggio.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e de vono, comunque, essere presentate, avendo cura di evidenziare il proprio nome. E’ ammessa la presentazione di copie, purché, mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa secondo le modalità previste dalla vigente normativa, il candidato dichiari che le stesse sono conformi all’originale. Non verranno valutate le pubblicazioni dalle quali non risulti l’apporto del candidato.
I documenti e i titoli redatti in lingua straniera, escluse le pubblicazioni, devono essere corredati da una traduzione in lingua italiana, certifi cata conforme al testo straniero dalle competenti autorità diplomatiche o consolari ovvero da un traduttore uffi ciale. In mancanza l’Ente potrà non procedere alla relativa valutazione.
Il candidato ha anche la facoltà di attestare, mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, la conformità all’originale di copie di titoli o documenti che egli ritenga di allegare alla domanda.
IN APPLICAZIONE DELL’ART. 15 DELLA LEGGE 183/2011 NON POTRANNO ESSERE ACCETTATE CERTIFICAZIONI RILASCIATE DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, PERTANTO QUALORA IL CANDIDATO PRESENTI TALI CERTIFICATI GLI STESSI NON SARANNO PRESI IN CONSIDERAZIONE.
Le dichiarazioni sostitutive devono essere presentate unitamente a fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità. La mancanza del documento d’identità preclude la possibilità di procedere alla relativa valutazione.
Le dichiarazioni sostitutive devono contenere espressa assunzione di responsabilità ai sensi del DPR 445/2000 (vedere il fac-simile in calce all’avviso) e tutti gli elementi e le informazioni necessarie previste dal titolo cui si riferiscono. La mancanza anche parziale di tali elementi preclude la possibilità di procedere alla relativa valutazione.
L’Amministrazione, ai sensi dell’art. 71 del DPR 445/2000, è tenuta ad effettuare idonei controlli, anche a campione, ed in tutti i casi laddove sussistano ragionevoli dubbi sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive di cui all’art. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000.
Ammissione ed esclusione dei candidati
L’ammissione dei candidati è determinata con provvedimento motivato dell’ESTAR, con il quale viene disposta, altresì, l’esclusione dei candidati che, in base alle dichiarazioni contenute nelle domande e alla documentazione a queste allegata, risultino privi dei requisiti prescritti di quelli le cui domande siano irregolari o pervenute fuori dai termini. L’esclusione dalla selezione sarà notifi cata al candidato entro 30 gg dalla esecutività della relativa decisione.
Valutazione dei titoli ed eventuale colloquio tecnico professionale
La valutazione dei titoli e dell’eventuale colloquio è effettuata ai sensi DPR 483 del 10/12/97 e ss.mm.ii artt. 11, 20, 21, 22, 23, 27 e del regolamento sulle procedure concorsuali e selettive approvato con delibera del Direttore Generale Estav Nord Ovest n. 204 del 27/06/2014.
Un’apposita Commissione Esaminatrice procederà alla valutazione dei titoli, stabilendone preventivamente i criteri di valutazione e successivamente all’effettuazione dell’eventuale colloquio tecnico professionale.
Per la valutazione dei titoli, che saranno valutati ai sensi del DPR 483 del 10/12/97 e ss.mm.ii., sono disponibili 20 punti così ripartiti:
- punti 10 - Titoli di carriera - punti 03 - Titoli accademici e di studio - punti 03 - Pubblicazioni e titoli scientifi ci - punti 04 - Curriculum formativo e prof.le.
La valutazione dei titoli, da limitarsi ai solo candidati presenti al colloquio, se ne sarà prevista l’effettuazione, viene effettuata dopo lo svolgimento della prova.
Non saranno valutati i titoli presentati oltre il termine di scadenza del presente bando, né saranno prese in considerazione copie di documenti non autenticate ai sensi di legge. Saranno valutate le autocertifi cazioni rese nei casi e nei modi previsti dalla normativa vigente.
Per l’eventuale Colloquio tecnico professionale saranno a disposizione della commissione 20 punti.
L’eventuale colloquio verterà su:
“Argomenti attinenti l’attività del profi lo di Dirigente Biologo nell’attività e disciplina a selezione”.
Nel caso in cui la Commissione decida di espletare il colloquio saranno collocati in graduatoria i candidati che conseguiranno nello stesso un punteggio di almeno 14/20.
Nel caso in cui, invece, la Commissione decida di non effettuare il colloquio la stessa procederà alla valutazione dei titoli di tutti candidati ammessi.
Nella valutazione dei titoli e del colloquio sarà data particolare rilevanza alla comprovata esperienza ed autonomia nella gestione complessiva dei processi  e dei protocolli operativi di un laboratorio di patologia molecolare e in particolare:
- nella manipolazione di campioni biologici quali tessuti fi ssati in formalina ed inclusi in paraffi na e campioni citologici;
- nelle procedure di estrazione di acidi nucleici dai suddetti preparati;
- nella gestione delle tecniche di genotipizzazione basate su metodiche quali Sequenziamento Genomico Diretto (Metodo Sanger), Pirosequenziamento, Real- Time PCR e Spettrometria di massa (MALDI-TOF);
- nella valutazione dei riarrangiamenti genici mediante analisi in multiplex dell’espressione dell’RNA messaggero con tecniche quali MALDI-TOF e NanoString.
La data e la sede dell’eventuale colloquio saranno comunicate ai candidati ammessi mediante pubblicazione effettuata almeno 10 gg prima del giorno del colloquio sul sito dell’ESTAR (www.estar.toscana.it).
I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno e all’ora stabiliti saranno considerati rinunciatari alla selezione, quale che sia la causa dell’assenza, anche indipendente dalla loro volontà.
Al colloquio, se previsto dalla Commissione, i candidati dovranno presentarsi muniti di documenti legali di identità.
L’Ente non assume alcuna responsabilità nel caso di dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafi ci o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Graduatoria
E’ escluso dalla graduatoria generale di merito il candidato che non abbia conseguito, nel colloquio, la prevista valutazione di suffi cienza.
La graduatoria sarà formulata dall’ apposita Commissione secondo l’ordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato sulla base della valutazione dei titoli presentati e dell’eventuale colloquio, se sostenuto, con l’osservanza, a parità di punti, delle preferenze previste dall’art. 5 del DPR 487/94 e ss.mm.ii. Qualora a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli preferenziali, due o più candidati conseguano pari punteggio, la preferenza è determinata dall’età nel modo stabilito dalle vigenti disposizioni di legge.
La graduatoria sarà approvata con provvedimento dell’ESTAR.
L’assunzione sarà effettuata nel rispetto della graduatoria fi nale di merito e secondo la disponibilità del momento presso ciascuna azienda.
La rinuncia alla assunzione a tempo determinato presso una delle aziende afferenti all’Area Vasta Nordovest (Azienda USL n. 1 Massa e Carrara; Azienda USL n. 2 Lucca; Azienda USL n. 5 Pisa; Azienda USL n. 6 Livorno; Azienda USL n. 12 Viareggio; Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana) comporterà la perdita di ogni diritto sulla graduatoria in argomento.
La rinuncia all’assunzione a tempo determinato presso una delle Aziende facenti parte dell’Area Vasta Centro o dell’Area Vasta Sudest comporterà la perdita di ogni diritto solo per le assunzioni rispettivamente presso l’Area Vasta Centro o l’Area Vasta Sudest.
L’accettazione di un incarico in una qualsiasi delle aziende sanitarie dell’Area Vasta Nordovest, dell’Area Vasta Centro, o dell’Area Vasta Sudest, comporterà la cancellazione dalla graduatoria.
Nel caso in cui il candidato utilmente collocato in graduatoria sia in servizio a tempo indeterminato nello stesso profi lo e disciplina a selezione presso la stessa azienda che richiede l’assunzione non verrà interpellato e non perderà alcun diritto alla posizione in graduatoria.
Validità della graduatoria
La graduatoria generale di merito rimane effi cace per anni 3 a decorrere dalla data di approvazione della graduatoria stessa.
Adempimenti del vincitore
I candidati utilmente classifi cati e chiamati a ricoprire il posto di lavoro riceveranno apposita comunicazione attraverso una delle seguenti modalità decisa ad insindacabile giudizio di ESTAR:
- raccomandata AR;
- raccomandata on-line;
- telegramma;
- posta elettronica certifi cata (per i candidati provvisti di PEC indicata nella domanda di partecipazione al bando);
- comunicazione telefonica registrata;
- sms.
La mancata risposta entro i termini contenuti nella comunicazione sarà considerata rinuncia ad accettare l’incarico lavorativo e comunque comporterà la decadenza del candidato dall’incarico dovendo provvedere ESTAR allo scorrimento della graduatoria a favore dei candidati utilmente classifi cati. Per consentire a ESTAR la chiamata telefonica il candidato dovrà fornire un numero di telefono utile al quale dovrà essere raggiungibile dalle ore 9 alle ore 13 e dalle 14 alle 15 di ogni giorno feriale autorizzando preventivamente la registrazione della conversazione sull’utenza indicata. Nel caso in cui il numero telefonico risultasse irraggiungibile o comunque risultasse impossibile comunicare direttamente con l’interessato (sono considerati equivalenti ad impossibilità i dispositivi di segreteria telefonica o la mancata risposta ovvero in ogni altra eventuale situazione che renda impossibile la diretta comunicazione con l’interessato) ESTAR provvederà a chiamare il soggetto interessato al numero da questo indicato per una seconda volta entro  quattro ore dal precedente tentativo. Dopo la seconda chiamata telefonica in cui non sia possibile comunicare direttamente con il candidato questo sarà considerato rinunciatario e comunque la sua irreperibilità comporterà la decadenza dalla graduatoria in oggetto.
Costituzione del rapporto di lavoro Il rapporto di lavoro si costituirà mediante stipula di contratto individuale di assunzione.
La stipula dei contratti individuali di lavoro è di competenza delle singole aziende sanitarie titolari del posto da ricoprire.
I contenuti di tale atto saranno vincolati al rispetto della normativa derivante dalla contrattazione collettiva al momento vigente e dovranno inderogabilmente prevedere una clausola di automatico adeguamento alle eventuali successive modifi che apportate alla disci plina economica e giuridica del rapporto dalla futura contrattazione collettiva di lavoro.
Restituzione dei documenti e dei titoli
I documenti presentati potranno essere restituiti ai candidati che hanno sostenuto le prove d’esame solo dopo il compimento del 60° giorno dalla data di esecutività del provvedimento di approvazione della graduatoria.
In caso di eventuali ricorsi dinanzi al competente organo giurisdizionale la restituzione potrà avvenire solo dopo l’esito di tali ricorsi.
Trascorsi dieci anni dalla data di esecutività del provvedimento di approvazione della graduatoria potranno essere attivate le procedure di scarto della documentazione relativa alla procedura selettiva, per la quale non è stata richiesta la restituzione da parte del candidato ed ad eccezione degli atti oggetto di contenzioso, che saranno conservati fi no all’esaurimento del contenzioso stesso.
Nel caso in cui la restituzione avvenga tramite il servizio postale le spese saranno a totale carico degli interessati.
Trattamento dati personali
Ai sensi dell’art. 11 e 13 del D. Lgs 30.06.2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso le strutture organizzative di amministrazione del personale dell’ESTAV (e successivamente dell’ESTAR) per le fi nalità di gestione della selezione e saranno trattati presso una banca dati eventualmente automatizzata anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per fi nalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fi ni della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla selezione.
Le medesime informazioni potranno essere comunicate alle amministrazioni pubbliche eventualmente interessate allo svolgimento della selezione o alla posizione giuridico- economica del candidato.
L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato decreto legislativo, tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui quello di far rettifi care i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché ancora quello di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dell’ESTAV (e successivamente dell’ESTAR).
Norme di salvaguardia
Per quanto non particolarmente contemplato nel presente avviso si intendono qui richiamate, a tutti gli effetti, le disposizioni di legge e regolamentari vigenti in materia.
L’ESTAV (e successivamente l’ESTAR) si riserva la facoltà di modifi care, prorogare, sospendere o revocare il presente bando qualora ricorrano motivi di pubblico interesse o disposizioni di legge, senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto.
Con la presentazione delle domande i concorrenti accettano senza riserve tutte le prescrizioni del presente bando.
Per ulteriori chiarimenti e informazioni gli interessati potranno contattare i seguenti numeri telefonici: 050- 8662-693-692-691-617-641 tutti i giorni feriali dalle ore 10.00 alle ore 12.00 escluso il sabato.
Il presente avviso sarà disponibile sul sito internet di ESTAV Nord Ovest della Regione Toscana www.estavnordovest.toscana.it (e successivamente dell’ESTAR www.estar.toscana.it) e sul Bollettino Uffi ciale della Regione Toscana.
Il Direttore del Dipartimento Gestione Risorse Umane
Maria Rosa Radrizzani