Concorso per 1 dirigente medico anestesia e rianimazione (piemonte) ASL AL REGIONE PIEMONTE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 81 del 05-11-2014
Sintesi: ASL AL REGIONE PIEMONTE Concorso (Scad. 21 novembre 2014) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 1 posto di Dirigente Medico Anestesia e Rianimazione. In ...
Ente: ASL AL REGIONE PIEMONTE
Regione: PIEMONTE
Provincia: ALESSANDRIA
Comune: CASALE MONFERRATO
Data di pubblicazione 06-11-2014
Data Scadenza bando 21-11-2014
Condividi

ASL AL REGIONE PIEMONTE

Concorso (Scad. 21 novembre 2014)

Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 1 posto di Dirigente Medico Anestesia e Rianimazione.


In esecuzione della deliberazione n. 2014/798 adottata dal Direttore Generale in data 24/10/2014, è indetto avviso pubblico per titoli e colloquio per il conferimento di incarico a tempo determinato di mesi otto, in attesa espletamento pubblico concorso a:
N. 1 POSTO DI DIRIGENTE MEDICO ANESTESIA E RIANIMAZIONE La graduatoria sarà formulata sulla base dell’esito del colloquio e dei titoli prodotti dagli aspiranti, da valutarsi secondo i criteri fissati nel D.P.R. 10.12.1997 n. 483.
Il trattamento giuridico ed economico è quello previsto dalle disposizioni legislative e dal C.C.N.L. vigente per il personale del Servizio Sanitario Nazionale.
Possono partecipare all'avviso coloro che possiedono i seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione Europea; ai sensi dell’art. 38 del D. Lgs. 165 del 30.03.2001, come modificato dall’art. 7 della Legge n. 97 del 6.08.2013, possono accedere ai pubblici impieghi i cittadini degli stati membri dell’Unione Europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ed i cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria. I cittadini di uno dei Paesi dell'Unione Europea o di Paese terzo devono comunque essere in possesso dei seguenti requisiti:
- godimento dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;
- possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti i requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
- adeguata conoscenza della lingua italiana;
b) idoneità fisica all'impiego. L'accertamento dell'idoneità fisica all'impiego è effettuato a cura dell'Azienda Sanitaria Locale prima dell'immissione in servizio; costituisce requisito necessario per l’assunzione l’incondizionata idoneità fisica allo svolgimento di tutte le mansioni proprie della qualifica.
c) laurea in Medicina e Chirurgia;
d) specializzazione nella disciplina oggetto dell'avviso o in disciplina equipollente o affine;
e) iscrizione all'albo dell'ordine dei medici. L'iscrizione al corrispondente albo di uno dei Paesi dell'Unione Europea consente la partecipazione all'avviso, fermo restando l'obbligo dell'iscrizione all'albo in Italia prima dell'assunzione in servizio.
I requisiti di ammissione previsti dal D.P.R. n. 483 del 10.12.1997 dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande.
Il colloquio verterà su argomenti inerenti alla disciplina oggetto dell’incarico nonché sui compiti connessi alla funzione da coprire.
La graduatoria degli istanti sarà formulata da apposita Commissione che sarà individuata secondo lo schema compositivo definito dalla deliberazione n. 364/2006 del 23.08.2006 adottata dalla ex ASL 22; per la valutazione degli istanti la Commissione disporrà di 50 punti per il colloquio e di complessivi 20 punti per i titoli, da valutarsi in conformità a quanto disposto dall’art. 27 c. 3 del D.P.R. 483/97; il superamento del colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 25/50.
I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:
a) titoli di carriera: 10
b) titoli accademici e di studio: 3
c) pubblicazioni e titoli scientifici: 3
d) curriculum formativo professionale: 4.
La data ed il luogo di svolgimento del colloquio saranno resi noti mediante pubblicazione sul sito aziendale www.aslal.it – sezione concorsi e selezioni – calendario prove (concorsi e avvisi di mobilità) e saranno comunicati ai candidati ammessi, con telegramma con preavviso di almeno 7 giorni.
I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno, nell’ora e nella sede stabilita saranno esclusi dalla graduatoria dell’avviso, quale sia la causa dell’assenza, anche se non dipendente dalla volontà dei singoli concorrenti.
Si precisa che la graduatoria stilata a seguito del presente avviso potrà essere utilizzata per il conferimento di eventuali altri incarichi e/o supplenze per rispondere ad esigenze di carattere esclusivamente temporaneo o eccezionale e rimarrà valida per un periodo di 3 anni dalla data di approvazione, subordinatamente alla inesistenza di graduatorie concorsuali valide.
Gli incarichi possono essere prorogati nei limiti stabiliti dalla vigente normativa; in ogni caso gli incarichi non potranno avere durata superiore ad anni 3.
Le domande degli aspiranti all’incarico, redatte in carta semplice, dovranno essere inviate all’ “Azienda Sanitaria Locale AL - Area Personale - Ufficio Procedure Assuntive, Via E. Raggio 12 – 15067 Novi Ligure”, entro e non oltre il 15° giorno successivo alla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte, ovvero pervenire mediante invio di posta elettronica certificata (PEC) nel rispetto del termine previsto, alla casella di posta elettronica certificata (PEC) di questa Azienda aslal@pec.aslal.it. Le domande inviate ad altre caselle di posta elettronica dell’Azienda, non saranno prese in considerazione.
Se inviate in forma cartacea, le domande di partecipazione all’avviso devono essere spedite esclusivamente a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento. Le domande inoltrate a mezzo del servizio postale si considerano prodotte in tempo utile se spedite entro il termine indicato nel bando; all’uopo fa fede il timbro postale accettante. Saranno ritenute come giunte fuori termine e non si terrà conto delle domande recanti il timbro postale di partenza di data posteriore a quella di scadenza.
Per la validità dell’invio informatico il candidato dovrà utilizzare a propria volta una casella elettronica certificata. L’indirizzo della casella PEC del mittente deve essere obbligatoriamente riconducibile, univocamente, all’aspirante candidato. Non sarà, pertanto, ritenuta ammissibile la domanda inviata da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata all’indirizzo di posta elettronica certificata sopra indicato.
In caso di invio informatico, fatto salvo il rispetto di tutte le altre prescrizioni previste dal presente avviso, l’invio della domanda e dei relativi allegati, deve essere effettuato, in unico file in formato PDF, tramite l’utilizzo della posta elettronica certificata tradizionale (PEC) oppure tramite la CEC-PAC personale del candidato.
A tal fine, sono consentite le seguenti modalità di predisposizione dell’unico file PDF da inviare:
1. tramite la PEC tradizionale: sottoscrizione con firma digitale del candidato, con certificato rilasciato da un certificatore accreditato;
oppure 2. tramite la PEC tradizionale: sottoscrizione con firma autografa del candidato + scansione (compresa scansione di un valido documento di identità);
oppure 3. mediante utilizzo della utenza personale CEC-PAC del candidato (di cui al D.P.C.M. 6 maggio 2009), ai sensi dell’art. 65 comma 1 c) bis del D.Lgs. n. 82 del 7 marzo 2005 che ritiene valida la trasmissione per via telematica di un’istanza alla PA da parte del cittadino “quando l’autore è identificato dal sistema informatico attraverso le credenziali di accesso relative all’utenza personale di posta elettronica certificata” di cui al servizio PEC al cittadino (CEC-PAC).
Si precisa che in caso di utilizzo di un account di PEC (non CEC-PAC), l’istanza dovrà essere inviata secondo le modalità di cui ai punti 1 e 2.
L’invio tramite PEC o CEC-PAC, come sopra descritto, sostituisce a tutti gli effetti l’invio cartaceo tradizionale.
Si precisa che, nel caso in cui il candidato scelga di presentare la domanda tramite PEC o CECPAC, come sopra descritto, il termine ultimo di invio da parte dello stesso, a pena di esclusione, resta comunque fissato nel giorno di scadenza dell’avviso.
E’ altresì consentita la consegna a mano delle domande da effettuarsi presso gli Uffici protocollo dell’ASL AL (sede di Novi Ligure, sede di Casale Monferrato, sede di Tortona dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00).
Non è ammessa la produzione di documenti dopo la scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di partecipazione.
L’Amministrazione non assume responsabilità per dispersioni di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente o da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato in domanda, né da eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
La domanda dovrà essere sottoscritta dall'interessato, pena l’inammissibilità dell’aspirante; ai sensi dell’art. 3 comma 5 della legge 15/5/97 n. 127, la firma in calce alla domanda non è più soggetta ad autenticazione.
Nella domanda gli aspiranti dovranno indicare:
a) il nome e cognome, la data, il luogo di nascita e la residenza;
b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente. I cittadini rientranti nell’ambito di applicazione del D.P.C.M. 07.02.1994 n. 174 dovranno altresì dichiarare di godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza e di avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
I partecipanti rientranti nell’ambito di applicazione dell’art. 38 del D.Lgs. 165/01, devono allegare idonea documentazione comprovante il possesso del requisito richiesto per l’assunzione all’avviso pubblico;
c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
d) le eventuali condanne penali riportate ovvero l’assenza di condanne penali;
e) i titoli di studio posseduti;
f) la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;
g) i servizi eventualmente prestati presso pubbliche amministrazioni e le cause di cessazione;
h) il domicilio presso il quale deve essere inviata ogni comunicazione;
i) l'autorizzazione all'Azienda al trattamento dei propri dati personali, ai sensi del D. Lgs.
30.06.2003 n. 196, finalizzato agli adempimenti per l'espletamento della procedura dell'avviso;
Alla domanda devono essere allegati:
·  elenco in triplice copia, in carta semplice, degli allegati alla domanda di ammissione all'avviso;
·  fotocopia non autenticata della carta di identità o altro documento di riconoscimento in corso di validità, nei casi e per gli effetti di seguito specificati;
·  curriculum formativo e professionale datato e firmato.
Ai sensi delle norme vigenti in materia, dovranno essere autocertificati, pena la non ammissione:
-  laurea in medicina e chirurgia;
-  specializzazione nella disciplina oggetto dell'avviso ovvero in disciplina equipollente o affine, con l’indicazione della normativa ai sensi del quale è stata conseguita (D. Lgs. 257/91 o D. Lgs.
368/99), nonché della durata legale del corso.
-  attuale iscrizione all’albo professionale dell’ordine dei Medici.
Potranno essere allegati i documenti atti a comprovare eventuali titoli utili ai fini della graduatoria.
Ai sensi dell’art. 15 della legge 12.11.2011 n. 183, le certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione riguardanti stati, qualità personali e fatti sono sempre sostituite dalle dichiarazioni di cui agli artt. 45 (dichiarazioni sostitutive di certificazioni) e 46 (dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà) del D.P.R. 445 del 28.12.2000.
Il possesso dei requisiti di ammissione ed i titoli e servizi che il candidato ritenga opportuno presentare agli effetti della ammissione e agli effetti della formulazione della graduatoria devono essere dichiarati mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà (che può essere contestuale alla domanda) secondo i modelli fac-simile allegati.
La dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà (art. 46 e 47 DPR 445 del 28.12.2000) deve obbligatoriamente riportare la seguente dicitura: “il sottoscritto consapevole che in caso di dichiarazioni mendaci o non più rispondenti a verità e di formazione o uso di atti falsi, si applicheranno le sanzioni penali richiamate dall’art. 76 del vigente Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa e che, ai sensi dell’art. 75 del Testo unico citato decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, sotto la sua personale responsabilità dichiara …” Non saranno considerate valide ai fini della valutazione dei titoli dichiarazioni rese con modalità diverse da quelle sopra specificate o documenti che non siano in originale o in copia autenticata o in copia dichiarata conforme all’originale secondo quanto sopra specificato.
I titoli, se presentati in fotocopia semplice devono essere muniti della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà che ne attesti la conformità all’originale, pena la mancata valutazione dei titoli.
Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 del D.P.R. 761/1979, in presenza delle quali, il punteggio deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa. Le pubblicazioni saranno valutate solo se presentate in originale, in copia autenticata ovvero in copia dichiarata conforme all’originale (con le modalità di cui agli artt. 19 e 47 del D.P.R. 445/2000).
In mancanza di esatta o puntuale indicazione dei titoli posseduti e dei servizi prestati, gli stessi saranno valutati solo se e nella misura in cui le indicazioni necessarie saranno sufficienti.
Non saranno prese in considerazione dichiarazioni sostitutive redatte senza precise indicazioni di oggetto, tempi e luoghi relativi a titoli, servizi, stati e qualità oggetto della dichiarazione stessa.
La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, qualora non sia stata sottoscritta dall'interessato in presenza del personale addetto, dovrà essere inviata unitamente a fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità.
L’amministrazione procede ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e qualora dovessero emergere ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, oltre alla decadenza dell’interessato dai benefici eventualmente conseguiti, sono applicabili le sanzioni penali previste dalla normativa vigente.
Non saranno considerate ammissibili le istanze di partecipazione dei candidati:
- che non siano in possesso dei requisiti di accesso previsti nel presente avviso;
- che non siano state sottoscritte;
- che siano pervenute fuori dei termini di presentazione previsti dall’avviso di incarico.
Qualora dall’esame della domanda e della documentazione prodotta si dovesse accertare la carenza dei requisiti per l’ammissione, l’Amministrazione con provvedimento motivato dispone l’esclusione che sarà notificata all’interessato mediante raccomandata A.R.
La presentazione della domanda di partecipazione comporta l’accettazione, senza riserva, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente avviso e di tutte le norme in esso richiamate.
La graduatoria sarà pubblicata sul sito aziendale dell’ASL AL.
Si provvederà all’assunzione del vincitore ai sensi dell’art.13 del CCNL della dirigenza medica e veterinaria 08/06/2000.
Il conferimento dell'incarico è subordinato all’esito degli accertamenti sanitari effettuati dal Medico competente di questa ASL ex D.Lgs. 81 del 09.04.08 e D.Lgs. 106 del 03.08.09; costituisce requisito necessario per l’assunzione l’incondizionata idoneità fisica allo svolgimento di tutte le mansioni proprie della qualifica.
In considerazione del carattere temporaneo e di urgenza della presente procedura, la ASL si riserva di non stipulare il contratto di assunzione nei confronti del dirigente medico che esprima una disponibilità in ordine alla decorrenza del servizio non compatibile con le esigenze aziendali; l’incarico a tempo determinato che sarà conferito in seguito al presente avviso pubblico potrà altresì avere durata inferiore a mesi 8, in relazione alla conclusione della relativa procedura concorsuale per l’assunzione a tempo indeterminato.
L’assunzione avviene con rapporto di lavoro esclusivo.
Il dirigente medico assunto in servizio a tempo determinato è soggetto ad un periodo di prova della durata di mesi due. Durante il periodo di prova, decorsa la metà dello stesso, ciascuna delle parti può recedere dal rapporto in qualsiasi momento senza obbligo di preavviso né di indennità sostitutiva di esso.
L’Amministrazione dell’ASL si riserva la facoltà di modificare, prorogare, sospendere o revocare, in tutto o in parte, il presente avviso, nel qual caso verrà data comunicazione agli interessati; in particolare si procederà alla revoca del presente avviso pubblico, in caso di esito positivo delle procedure di mobilità ai sensi dell’art. 30 c. 2 bis e 34 bis del D.Lgs. 165/2001, attivate nell’ambito della procedura concorsuale per la copertura a tempo indeterminato di 1 Dirigente Medico Anestesia e Rianimazione, indetto con la precitata deliberazione n. 2014/662 del 27.08.2014.
In nessun caso il rapporto di lavoro a tempo determinato potrà trasformarsi in rapporto di lavoro a tempo indeterminato.
Per ogni eventuale informazione rivolgersi a Azienda Sanitaria Locale AL – Area Personale - Ufficio Procedure Assuntive e Dotazione Organica- Sede di Novi Ligure - Via Edilio Raggio n. 12 - Tel. 0143/332293 – 0143 332294, oppure consultare il sito internet www.aslal.it
Il Direttore Generale Paolo Martorio