Concorso per 50 personale laureato con esperienza (basilicata) REGIONE BASILICATA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 50
Fonte: DIR N. 18 del 10-03-2014
Sintesi: REGIONE BASILICATA Concorso (Scad. 31 marzo 2014) AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N. 50 LAUREATI CON ESPERIENZA QUINQUENNALE NEL CAMPO DI FONDI STRUTTURALI (FESR-FSE), DI FONDI A FINALITA’ STRUTTURALE (FEOGA- ...
Ente: REGIONE BASILICATA
Regione: BASILICATA
Provincia: POTENZA
Comune: POTENZA
Data di pubblicazione 10-03-2014
Data Scadenza bando 31-03-2014
Condividi

REGIONE BASILICATA

Concorso (Scad. 31 marzo 2014)

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N. 50 LAUREATI CON ESPERIENZA QUINQUENNALE NEL CAMPO DI FONDI STRUTTURALI (FESR-FSE), DI FONDI A FINALITA’ STRUTTURALE (FEOGA- FEASR) E NELLA PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA, DA INQUADRARE NELLA CAT. D3 DEL CCNL REGIONI-ENTI LOCALI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO DA IMPIEGARE NELLE ATTIVITA’ CONNESSE ALL’ATTUAZIONE DEL PO FESR 2007-2013 E ALLA PREPARAZIONE DEL PO 2014-2020 DELLA REGIONE BASILICATA.


VISTO il Decreto Legislativo 30.03.2001, n.165 (Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche) e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la Legge 10.4.1991, n. 125 (Azioni positive per la realizzazione della parità uomo donna nel lavoro) e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO il PO FESR 2007/2013, approvato con Decisione della Commissione Europea n. C(2007) 6311 del 7 dicembre 2007 e successivamente modificato;
VISTI i “Criteri di Selezione” del PO FESR Basilicata 2007-2013 approvati dal comitato di sorveglianza nella sua quinta, ultima versione, in data 21 giugno 2013;
VISTA la DGR 932 del 08 giugno 2010 di presa d’atto della “Descrizione del Sistema di Gestione e Controllo” ex art. 71 del Regolamento CE n. 1083/2006 –Presa d’atto della valutazione di conformità e dell’accettazione della Commissione Europea e relativi Manuali allegati;
VISTI gli Orientamenti di chiusura ai sensi della Decisione (CE) 1573 del 20 marzo 2013 adottati per beneficiare dell’assistenza del FESR;
VISTO il Regolamento (UE)n.1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio, recante disposizioni comuni sul FESR, sul Fondo di Coesione, sul FEASR e sul FEAMP, e disposizioni generali sul FESR, sul FSE, sul Fondo di Coesione, e sul FEAMP per il settennio 2014-2020;
VISTA la DGR n. 96 del 30/01/2014;
VISTA la DGR n. 236 del 25/2/2014 di approvazione del presente avviso pubblico,
ARTICOLO 1 - OGGETTO DELLA SELEZIONE
È indetta selezione pubblica, per titoli e colloquio, finalizzata alla individuazione di n. 50 laureati con esperienza quinquennale nel campo dei fondi strutturali (FESR-FSE), dei fondi a finalità strutturale (FEOGA-FEASR) e nella programmazione negoziata. I selezionati saranno impegnati in attività di monitoraggio, sorveglianza e controllo di primo livello delle operazioni del PO FESR 2007-2013 in capo alle posizioni di responsabilità delle strutture, degli enti locali attuatori, degli organismi coinvolti nelle attività di gestione, sorveglianza e controllo del PO; in attività di assistenza tecnica alle Autorità, di Gestione, di Certificazione e di Audit del PO FESR 2007-2013, nonché di preparazione del PO 2014-2020.
ARTICOLO 2 - REQUISITI DI AMMISSIONE
Sono ammessi alla procedura selettiva i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
- cittadinanza italiana o in uno degli Stati aderenti all’Unione Europea;
- idoneità fisica all’impiego;
- posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per i candidati di sesso maschile nati entro il 31/12/1985;
- godimento dei diritti civili e politici;
- non essere stati esclusi dall’elettorato attivo;
- non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso che, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, possano impedire la costituzione del rapporto di collaborazione con la pubblica amministrazione;
- non essere stato interdetto dai pubblici uffici, né destituito o dispensato ovvero licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione, né dichiarato decaduto da un impiego statale a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso è stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabili;
- di essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva (per i candidati di sesso maschile nati entro il 31/12/1985);
- l’eventuale possesso di titolo di preferenza di cui all’art. 5, comma 4 del D.P.R. n. 487/1994.
I cittadini non italiani di altri paesi membri dell’Unione europea devono:
- possedere tutti i requisiti richiesti ai cittadini italiani;
- godere dei diritti politici e civili dello Stato di appartenenza o di provenienza;
- avere adeguata conoscenza della lingua italiana, da accertare attraverso un colloquio in fase di valutazione;
I candidati alla selezione, ai fini dell’ammissione devono possedere altresì i seguenti ulteriori requisiti:
1. diploma di laurea (DL) vecchio ordinamento o laurea specialistica/magistrale (LS/LM) ai sensi del vigente ordinamento (non saranno ammessi i candidati con laurea triennale);
2. esperienza lavorativa, almeno quinquennale, maturata presso le P.A. Centrali e/o Regionali, anche non continuativa, nel campo dei Fondi strutturali (FESR e FSE), dei fondi a finalità strutturale (FEOGA e FEASR) e nella programmazione negoziata.
I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda.
La mancanza anche di uno solo dei sopraindicati requisiti comporta l’esclusione dalla selezione.
Tutti i candidati sono ammessi a selezione con riserva di accertamento del possesso dei requisiti di ammissione richiesti dal bando.
La Regione Basilicata può disporre, con provvedimento motivato, l’esclusione dei partecipanti alla selezione in qualsiasi momento, ove venga accertato il difetto dei requisiti richiesti.
ARTICOLO 3- DURATA DEL CONTRATTO E COMPENSO
L’assunzione avverrà con contratto a tempo determinato ed avrà una durata non inferiore a mesi sei con decorrenza dalla data di stipula del contratto individuale di lavoro, prorogabile ai sensi di legge.
Ai vincitori è attribuito il trattamento giuridico ed economico stabilito dai CCNL del Comparto Regioni e Autonomie Locali per la categoria D posizione economica D3.
Qualsiasi motivo di incompatibilità esistente al momento della presentazione della domanda deve essere rimosso prima della sottoscrizione del contratto individuale di lavoro.
Le modalità di svolgimento del rapporto di lavoro sono definite nell’art. 53 del D.Lgs 165/2001 e ss.mm. e ii. e nel codice di comportamento adottato con D.P.R. n. 62 del 16 aprile 2013 che sarà sottoscritto unitamente al contratto di lavoro.
ARTICOLO 4 - MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le istanze devono essere presentate esclusivamente compilando il “formulario di domanda telematica” disponibile sul portale istituzionale della Regione Basilicata http://www.regione.basilicata.it/ sez. Consultazione- Avvisi e Bandi, entro il termine perentorio del 31/3/2014.
La procedura di presentazione delle domande prevede le seguenti fasi:
 a) “registrazione” del Soggetto proponente la domanda di iscrizione alla selezione per n. 50 laureati con contratto a tempo determinato, mediante accesso al seguente indirizzo internet http://servizi.regione.basilicata.it
La Regione Basilicata mette a disposizione, gratuitamente, i servizi di firma digitale e casella PEC a richiesta dell’interessato (vedi istruzioni). In tal caso si invitano i candidati a richiedere i servizi in questione almeno 10 giorni prima della scadenza del termine di presentazione delle domande;
b) accesso con le credenziali ottenute e compilazione del “formulario di domanda telematica” seguendo le indicazioni contenute nella procedura guidata;
c) inoltro della domanda firmata digitalmente.
Alle domande che risulteranno registrate sulla base dei dati dichiarati, sarà assegnato automaticamente un numero di protocollo.
Nella domanda il candidato deve indicare l’indirizzo di posta certificata (casella PEC e non di una CEC-PAC es. '@postacertificata.gov.it' ) al quale ricevere tutte le comunicazioni da parte della Regione Basilicata.
L’intera documentazione deve essere trasmessa esclusivamente in via telematica attraverso la piattaforma regionale all’uopo predisposta. Per tutte le questioni emergenti rispetto alla documentazione prodotta farà fede esclusivamente quanto rilevato dal sistema informatico.
Alla domanda dovranno essere allegati:
- curriculum vitae del firmato digitalmente, redatto secondo il formato europass del CV, max 5 pagine;
- copia fotostatica di un documento di riconoscimento in corso di validità, siglato.
L'Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da errore nell'indicazione del recapito della PEC.
Tutte le comunicazioni relative alla varie fasi della presente procedura saranno effettuate con posta certificata.
ARTICOLO 5 - CAUSE DI ESCLUSIONE
Costituiscono motivo di esclusione delle candidature:
- la mancanza dei requisiti di ammissione di cui all’art. 2 del presente avviso;
- la mancata allegazione del curriculum vitae in formato europass;
- la mancata allegazione di copia fotostatica di un documento di riconoscimento in corso di validità;
- la presentazione della domanda di partecipazione presentata con modalità diverse da quelle stabilite dall’art. 4 del presente avviso.
ARTICOLO 6 - COMMISSIONE ESAMINATRICE
La verifica dei requisiti dichiarati, la valutazione dei curricula presentati dai candidati ed il successivo colloquio sono affidati ad una commissione composta da esperti qualificati, nominata ai sensi delle norme vigenti.
ARTICOLO 7 –MODALITA’ E CRITERI DI SELEZIONE
La selezione dei candidati sarà effettuata sulla base di una valutazione dei curricula e di un successivo colloquio volto a verificare la capacità e la competenza tecnico professionale dei candidati secondo i criteri di seguito specificati.
La commissione ha a disposizione 100 punti massimo per ogni candidato, di cui 60 per la valutazione del curriculum e 40 per la prova orale.
 Nella valutazione del curriculum si terranno in considerazione i titoli e le esperienze lavorative riferibili a materie attinenti, affini e/o complementari alle attività di assistenza tecnica specialistica per l’attuazione del PO FESR 2007/2013.
Ad ogni singolo curriculum sarà attribuito un punteggio sulla base dei seguenti criteri:
Voto di laurea ( max 5 punti) così articolati:
Voto di laurea Punteggio
Da 91 a 95 punti 1
Da 96 a 100 punti 2
Da 101 a 105 punti 3
Da 106 a 110 punti 4
110 e lode punti 5
1. altri titoli post lauream (dottorato di ricerca, conseguito al termine di corsi di durata almeno triennale rilasciato da istituti universitari italiani o stranieri formalmente riconosciuti, scuola di specializzazione, seconda laurea; abilitazione all’esercizio di professioni regolamentati: max di 2 punti per ogni titolo per un max di 4 punti;
2. master universitari di I livello e master universitari di II livello valutati esclusivamente se attinenti all'oggetto della presente selezione: punti 0,1 per ogni mese di durata del master e fino a un max di 3 punti;
3. esperienza professionale presso le Regioni o le Amministrazioni centrali responsabili dell’attuazione di programmi co-finanziati dai fondi strutturali (FESR e FSE), dai fondi a finalità strutturale (FEOGA e FEASR) e nella programmazione negoziata: fino ad un max di 40 punti;
4. esperienza professionale maturata in materie attinenti, affini e/o complementari alle attività di assistenza tecnica come definite dall’Art. 1 del presente Avviso: fino ad un max 8 punti.
La commissione esaminatrice di cui all’art.6, procederà all’esame dei curricula sulla base dei criteri sopra specificati e formulerà le graduatorie dei candidati ammessi al colloquio.
Sono ammessi al successivo colloquio i candidati che, a seguito della valutazione dei curricula, avranno totalizzato un punteggio pari o superiore a 30 punti su 60.
I risultati della valutazione dei titoli saranno comunicati ai candidati prima della convocazione per il colloquio tramite PEC; allo stesso modo saranno comunicate ai candidati non ammessi le motivazioni dell’esclusione. I candidati, in entrambi i casi, potranno entro i 10 giorni successivi alla comunicazione presentare eventuali richieste di riesame.
I candidati ammessi saranno convocati per il successivo colloquio con comunicazione telematica.
Il colloquio si terrà non prima di 15 giorni dalla convocazione.
Il punteggio massimo attribuibile al colloquio è di 40 punti su 100.
Il colloquio sarà finalizzato:
a) A verificare, valutare e far emergere le competenze formative e professionali del candidato indicate nel curriculum, incluse la conoscenza delle lingue straniere e le conoscenze informatiche;
b) A verificare e valutare le capacità , le competenze personali (relazionali, organizzative e tecniche), l’attitudine all’espletamento della prestazione professionale richiesta, la disponibilità e le motivazioni del candidato;
c) A valutare il grado di conoscenza della realtà socio-economica territoriale ed istituzionale della regione Basilicata;
d) A verificare e valutare il livello di conoscenza della normativa e dei documenti connessi alle attività oggetto del presente avviso. Particolare rilievo verrà attribuito al grado di conoscenza degli aspetti elencati di seguito:
- Regolamenti comunitari afferenti i fondi strutturali degli ultimi due cicli di programmazione;
- Programmazione negoziata e Delibere CIPE per i Fondi nazionali FAS e FSC;
- Conoscenza dei “SIGECO” 2007-2013 e dei PO della Regione Basilicata;
- Procedure e strumenti di programmazione, monitoraggio, sorveglianza, controllo, valutazione;
- Normativa sugli appalti pubblici e sui regimi di aiuto alle imprese;
- Controlli di primo livello, irregolarità e frodi comunitarie;
- Norme sull’ammissibilità delle spese per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali per la fase di programmazione 2007-2013;
- Istruttoria legata agli atti amministrativi programmatici, di impegno e di spesa;
- Certificazione delle spese e domande di pagamento;
- Audit di II livello.
- Piani di comunicazione e lista dei beneficiari.
La prova orale si intende superata se il voto attribuito al candidato è pari o superiore a 20 punti su 40.
ARTICOLO 8 – APPROVAZIONE DEGLI ATTI E NOMINA DEI VINCITORI
La commissione esaminatrice al termine della prova orale redigerà la graduatoria definitiva dei partecipanti. Conseguiranno l’idoneità i candidati che avranno ottenuto in entrambe le prove il punteggio minimo fissato al precedente articolo 7 (30 punti per il curriculum, 20 punti al colloquio). A parità di merito la precedenza in graduatoria è definita dall’art. 5, commi 4 e 5 del D.P.R, 487/1994 e ss.mm. e ii.
La graduatoria definitiva, unitamente agli atti relativi alla selezione, sarà trasmessa all’Ufficio Organizzazione, Amministrazione e Sviluppo delle Risorse Umane per il seguito di competenza.
L’ufficio predisporrà la proposta di deliberazione per l’approvazione, a cura della Giunta Regionale, degli atti della commissione esaminatrice, della graduatoria e della conseguente nomina dei candidati selezionati.
La deliberazione di approvazione della graduatoria e degli atti della selezione sarà pubblicata sul BUR e sul sito Amministrazione trasparente della Regione Basilicata nella sezione Avvisi e Bandi ed avrà valore di notifica per gli interessati.
La graduatoria avrà validità per tutta la fase di chiusura del programma e potrà essere utilizzata dalle Autorità di Gestione, di Certificazione e di Audit del PO FESR 2007/2013 e per tutte le attività del presente avviso, ove coerenti, sul nuovo ciclo di programmazione 2014- 2020.
ARTICOLO 9 – D.Lgs 196/2003 PRIVACY
Con riferimento alle disposizioni di cui all’art. 18 D. Lgs. 30.06.2003, n. 196 e s.m.i., la Regione Basilicata informa che il trattamento dei dati contenuti nelle domande di selezione è finalizzato unicamente alla gestione dell’attività concorsuale e all’eventuale procedimento di assunzione in servizio e che gli stessi avverranno con utilizzo di procedure informatiche ed archiviazione cartacea dei relativi atti, anche se conferiti a terzi.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio, pena l’esclusione dalla selezione, ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e non richiede consenso in quanto relativo ad attività istituzionali della Pubblica Amministrazione.
ARTICOLO 10 – RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
1. Ai sensi degli articoli 4 e ss. della Legge n. 241/1990 e s.m.i., Responsabile del procedimento è il Dirigente p.t. dell’Ufficio Organizzazione Amministrazione e Sviluppo delle Risorse Umane della Regione Basilicata – Giunta Regionale.
2. Il presente bando ha efficacia di comunicazione di avvio del procedimento ai sensi degli articoli 7 e 8, comma 3, della Legge n. 241/1990 e s.m.i.
Il presente avviso è pubblicato sul BUR ed è consultabile sul sito: http://www.regione.basilicata.it/ sez. Consultazione- Avvisi e Bandi.