Concorso-Mobilità per 1 collaboratore amministrativo (toscana) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 6 - LIVORNO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Mobilità

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Mobilità
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 17 del 05-03-2014
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 6 - LIVORNO Mobilità (Scad. 20 marzo 2014) Avviso ricognitivo di mobilità interaziendale/intercompartimentale per il profilo di Collaboratore Amministrativo, cat. ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 6 - LIVORNO
Regione: TOSCANA
Provincia: LIVORNO
Comune: LIVORNO
Data di pubblicazione 05-03-2014
Data Scadenza bando 20-03-2014
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 6 - LIVORNO

Mobilità (Scad. 20 marzo 2014)

Avviso ricognitivo di mobilità interaziendale/intercompartimentale per il profilo di Collaboratore Amministrativo, cat. D.


In esecuzione della Delibera del Direttore Generale n. 21 del 15.01.14 e successivo Decreto n. 183/G.R.U. del 19.02.14, è indetto - ai sensi dell’art. 19 C.C.N.L.
integrativo del comparto sanità, sottoscritto il 20/09/2001 - Avviso ricognitivo di mobilità interaziendale/intercompartimentale, in ambito regionale e interregionale, per la copertura a tempo indeterminato di posti nel profilo di COLLABORATORE AMMINISTRATIVO, CAT. D.
Possono presentare domanda di trasferimento i dipendenti delle Aziende USL e Ospedaliere nonché di altri Enti del Comparto Sanità e di altre Pubbliche Amministrazioni, come definiti dalla vigente contrattazione collettiva nazionale quadro, in servizio a tempo indeterminato con inquadramento nel profilo e categoria cui si riferisce il presente Avviso e che abbiano superato il periodo di prova.
Requisiti di ammissione
Per l’ammissione alla procedura di mobilità è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
a) essere dipendente in servizio a tempo indeterminato (con superamento del periodo di prova) presso Aziende o Enti del SSN, di cui all’art. 10 del CCNQ per la definizione dei comparti di contrattazione stipulato in data 11.06.2007 inquadrati nel profilo professionale di Collaboratore Amministrativo, cat. D;
b) essere dipendente a tempo indeterminato (con superamento del periodo di prova) di Amministrazioni Pubbliche di Comparti diversi, inquadrato in posizione funzionale corrispondente: in tal caso è richiesta la disponibilità dell’amministrazione di appartenenza a concedere la mobilità. A tale scopo dovrà essere obbli ga toriamente allegata alla domanda, pena la non ammissione alla presente procedura, la dichiarazione del Dirigente Responsabile con la quale viene espresso il parere favorevole al trasferimento presso la Azienda USL 6 di Livorno ai sensi dell’art. 30 c. 1 Dlgs 165/10 modificato dall’art.49 Dlgs 150/09;
c) di non aver subito sanzioni disciplinari superiori al rimprovero verbale nell’ultimo biennio né di avere in corso procedimenti disciplinari, alla data di pubblicazione del presente avviso;
d) essere in possesso dell’idoneità fisica all’esercizio delle mansioni proprie del profilo di appartenenza.
I suddetti requisiti devono essere posseduti sia alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di partecipazione all’avviso sia alla data del successivo ed effettivo trasferimento.
Il mancato possesso dei requisiti di cui sopra comporta l’esclusione dalla partecipazione alla procedura, ovvero, nel caso di carenza riscontrata all’atto del trasferimento, la decadenza dal diritto al trasferimento.
Domande di trasferimento - termini e modalità di presentazione
Le domande di trasferimento, redatte in carta semplice, in base allo schema allegato, devono essere indirizzate all’U.O.C. Gestione Risorse Umane dell’Azienda U.S.L. n. 6 - viale Alfieri n. 36 - 57124 Livorno entro il quindicesimo giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana. Tale termine, qualora venga a scadere in giorno festivo, si intenderà protratto al primo giorno seguente non festivo.
Le domande di partecipazione all’avviso di mobili tà, redatte in carta semplice e indicanti sulla busta “Contiene Domanda di partecipazione bando mobilità COLLABORATORE AMMINISTRATIVO codice MOBI69”, possono essere presentate secondo una delle seguenti modalità:
1. consegna, entro i termini di scadenza dell’Avviso, presso l’Ufficio Protocollo dell’Azienda, in Viale Alfieri, n. 36 - 57124 Livorno - nella fascia oraria dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00: in tal caso farà fede il timbro a data di accettazione dell’istanza;
2. spedizione, entro il termine indicato, mediante raccomandata con avviso di ricevimento: in tal caso farà fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante;
3. inoltro con posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: protocollo.usl6@postacert.toscana.it con oggetto “Domanda di partecipazione bando mobilità COLLABORATORE AMMINISTRATIVO codice MOBI 69”. In tal caso farà fede la ricevuta di accettazione del gestore. Si ricorda che il ricorso a questa modalità di inoltro della domanda è consentito esclusivamente a condizione che il candidato sia in possesso di personale casella di posta elettronica certificata.
Il termine fissato per la spedizione delle domande ha carattere perentorio, il mancato rispetto della suddetta scadenza determina l’esclusione dalla procedura di mobilità.
Le istanze di mobilità già agli atti dell’Amministrazione o che perverranno prima della pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Toscana non saranno prese in considerazione e saranno archiviate senza alcuna comunicazione agli interessati, in quanto il presente avviso costituisce a tutti gli effetti notifica nei confronti degli interessati.
Pertanto coloro che fossero interessati al presente avviso sono tenuti a ripresentare istanza entro i termini e con le modalità previste dal bando.
Domande di ammissione
Nella domanda, redatta secondo l’allegato modello (Allegato n. 1) il candidato sotto la propria personale responsabilità e consapevole delle sanzioni penali previste  dall’art. 76 del D.P.R. 445 del 28/12/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, deve dichiarare:
1. cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza e comune di iscrizione nelle liste elettorali;
2. possesso della cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o della cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;
3. le eventuali condanne penali riportate, o i procedimenti penali in corso;
4. l’Azienda USL o L’Azienda Ospedaliera o l’Ente del Comparto del S.S.N. o, ancora, l’Ente pubblico appartenente ad altro comparto di contrattazione collettiva (tra quelli definiti dalla vigente contrattazione collettiva nazionale quadro presso il quale il candidato presta servizio);
5. data di inizio del rapporto di lavoro a tempo indeterminato nel profilo di Collaboratore Amministrativo, cat. D e la dichiarazione di superamento del periodo di prova;
6. il profilo e la categoria di inquadramento;
7. il possesso della piena idoneità fisica alle mansioni relative al profilo professionale in avviso;
8. i servizi prestati presso altre pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
9. l’eventuale possesso di uno dei titoli che, ai sensi dell’art. 5 del D.P.R. n. 487/1994, conferiscono diritti di preferenza a parità di punteggio;
10. l’eventuale posizione di comando presso l’Azienda USL 6 di Livorno;
11. di autorizzare il trattamento manuale/informatizzato dei dati personali ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/2003;
12. il domicilio, con l’eventuale recapito telefonico, presso il quale deve essergli fatta pervenire ogni necessaria comunicazione (in caso di mancata indicazione sarà ritenuta valida la residenza di cui al punto 1.
I candidati hanno l’obbligo di comunicare gli eventuali cambiamenti di indirizzo all’Azienda USL 6 Livorno, la quale non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte dell’aspirante o da mancata o tardiva comunicazione di cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’Azienda stessa.
La domanda deve essere datata e sottoscritta. La sottoscrizione, la cui mancanza determina esclusione dalla procedura selettiva ai sensi della L. 127/1997, non necessita di autentica.
Documentazione da allegare
Alla domanda di partecipazione all’avviso gli interessati devono allegare:
1. un curriculum formativo e professionale, datato e firmato, redatto in carta libera e riportante la dicitura:
“ai sensi e per gli effetti delle disposizioni di cui al DPR 445/2000, si dichiara che le informazioni contenute nel presente curriculum corrispondono al vero”, utilizzando il modello allegato (allegato n. 4), in forma di dichiarazione sostitutiva di certificazione e/o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000. Nel curriculum devono essere indicati i titoli di studio e di qualificazione professionale posseduti e richiesti per l’ammissione alla presente procedura, la partecipazione a corsi (dei quali devono essere indicati la sede di svolgimento, la durata, l’eventuale esame finale, nonché ogni elemento utile ai fini della valutazione), convegni o congressi e le attività professionali. I documenti e i titoli redatti in lingua straniera, escluse le pubblicazioni, devono essere corredati da una traduzione in lingua italiana di cui sia certificata, dalle competenti autorità diplomatiche o consolari, o da un traduttore ufficiale, la conformità dei contenuti rispetto al testo straniero. In mancanza non sarà possibile procedere alla relativa valutazione.
2. Dichiarazioni sostitutive di certificazione e/o di atto notorio (all. n. 3) dalle quali risultino il servizio prestato e la conformità agli originali in possesso del dichiarante delle copie allegate.
3. Copia della dichiarazione del Dirigente Responsabile con la quale viene espresso il parere favorevole al trasferimento presso la Azienda USL 6 di Livorno ai sensi dell’art. 30 c. 1 Dlgs 165/10 modificato dall’art. 49 Dlgs 150/09; (solo per dipendenti di Aziende/Enti non appartenenti al S.S.N.).
4. Le pubblicazioni di cui il candidato è autore o coautore, che devono essere edite a stampa e sono valutate solo se presentate in originale, o in copia autenticata ovvero in copia di cui è stata dichiarata dal candidato stesso, mediante dichiarazione sostitutiva, la conformità all’originale.
5. Un elenco in carta semplice, datato e firmato, dei documenti e titoli presentati.
6. Fotocopia di un documento di identità in corso di validità.
Dichiarazioni sostitutive
Ai sensi della normativa vigente (D.P.R. 445/2000) le certificazioni rilasciate dalla P.A. in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati; nei rapporti con gli organi della P.A. ed i gestori dei pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 (dichiarazioni sostitutive di certificazioni e dichiarazioni sostitutive di notorietà).
Nel rispetto della normativa vigente, pertanto, nessuna certificazione rilasciata da P.A. deve essere trasmessa a questa Azienda Sanitaria da parte dei candidati.
Ove l’interessato alleghi alla domanda documenti e titoli non rilasciati da P.A., essi devono essere prodotti in originale o in copia autenticata nei modi di legge, ovvero in copia accompagnata da dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con la quale l’interessato ne attesti la  conformità all’originale. Tale dichiarazione di conformità può essere estesa anche alle copie delle pubblicazioni, che comunque devono essere edite a stampa. In luogo del documento può essere prodotta dichiarazione sostitutiva nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente.
Le dichiarazioni sostitutive devono, in ogni caso, contenere tutte le informazioni e gli elementi necessari previsti dalla certificazione cui si riferiscono. La mancanza, anche parziale di tali elementi, preclude la possibilità di procedere alla relativa valutazione.
La dichiarazione inerente i titoli di studio deve indicare la struttura in cui è stato conseguito, la durata del corso, la data di conseguimento e la votazione riportata.
Le pubblicazioni devono essere obbligatoriamente allegate per la valutazione.
La sottoscrizione delle dichiarazioni sostitutive presentate contestualmente alla domanda di avviso o richiamate dalla stessa o dal curriculum non devono essere autenticate se presentate o inviate unitamente a fotocopia di documento di riconoscimento. In caso contrario si richiamano le disposizioni di cui all’art. 18, comma 3, del D.P.R. 445/2000.
Le dichiarazioni sostitutive devono contenere la clausola specifica che il candidato è consapevole che in caso di dichiarazioni mendaci il dichiarante incorre nella sanzioni penali richiamate dall’art. 76 del citato d.p.r., oltre alla decadenza dei benefici conseguiti grazie al provvedimento emanato in base alle dichiarazioni non veritiere.
L’Azienda si riserva la facoltà di controllare la veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese dal candidato con le modalità e nei termini previsti dalle vigenti disposizioni.
I documenti e titoli allegati in forme diverse da quelle consentite hanno valore unicamente informativo e, pertanto, non potranno essere valutati.
Modalità di certificazione del servizio prestato
Il servizio prestato presso pubbliche amministrazioni deve essere autocertificato con la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (fac-simile allegato n. 3) oppure all’interno del curriculum formativo e professionale e deve contenere, pena l’impossibilità di procedere all’attribuzione del relativo punteggio, le seguenti informazioni:
- l’esatta indicazione dell’Ente presso il quale il servizio è stato prestato (nominativo, struttura privata accreditata/convenzionata o meno..);
- la natura giuridica del rapporto di lavoro (contratto di dipendenza a tempo indeterminato/determinato; contratto di collaborazione; consulenza... ecc.);
- la qualifica rivestita;
- la tipologia del rapporto di lavoro (tempo pieno - parziale, con l’indicazione del numero di ore svolte alla settimana,... ecc.);
- la data di inizio e fine del rapporto di lavoro;
- l’indicazione di eventuali interruzioni dell’anzianità di servizio (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare.. ecc.);
- per il servizio prestato presso il SSN, sussistenza o meno delle condizioni di cui all’art. 46 DPR 761/79, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo deve essere, inoltre, indicata la misura della riduzione del punteggio. Ai fini della valutazione, i certificati di servizio, prodotti in originale, devono essere rilasciati dal legale rappresentante dell’ente presso cui i servizi stessi siano stati prestati ovvero dal funzionario dallo stesso delegato:
- per le dichiarazioni relative ai servizi prestati presso Case di Cura è necessario che sia indicato con chiarezza se la Struttura è o meno convenzionata o accreditata con il SSN. Le eventuali certificazioni prodotte per attestare la carriera presso pubbliche amministrazioni non potranno costituire oggetto di valutazione (art. 15 Legge 183/11).
Per le valutazioni del servizio prestato all’estero o presso organismi internazionali si rimanda alle disposizioni dell’art. 22 DPR 220/01.
Valutazione dei candidati
La Commissione di Valutazione, nominata con decreto del Direttore U.O. Gestione Risorse Umane, procede alla formulazione della graduatoria sulla base della valutazione positiva e comparata da effettuarsi in base al curriculum di carriera e professionale, alla situazione familiare e sociale e prova colloquio (eventuale).
La Commissione dispone complessivamente di 60 punti, di cui n. 30 per i titoli e n. 30 per il colloquio.
I 30 punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:
- titoli di carriera punti 14;
- curriculum formativo e professionale punti 8;
- situazioni familiari o sociali punti 8.
La suddivisione dei punteggi dei titoli nell’ambito delle categorie sopraelencate - in analogia a quanto previsto nel DPR n. 220/01 “Regolamento recante disci plina concorsuale del personale non dirigenziale del S.S.N.”- è così determinata dal presente avviso.
Titoli di Carriera ( massimo punti 14) - Servizio reso nel profilo professionale in selezione presso strutture pubbliche punti 1,20 per anno;
- servizio reso nel profilo professionale categoria inferiore o in qualifiche corrispondenti presso strutture pubbliche punti 0,60 per anno;
I periodi di servizi prestati a tempo parziale sono valutati proporzionalmente all’orario di lavoro previsto dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro.
Nessuna valutazione sarà attribuita ai servizi resi in profili professionali diversi da quello messo a selezione.
Curriculum formativo e professionale (massimo di punti 8)
La Commissione attribuirà al curriculum un punteggio globale desunto attraverso l’esame delle attività profes5.3.2014  sionali e di studio formalmente documentate e/o autocertificate nei modi di legge, non riferibili a titoli già valutati nelle precedenti categorie, idonee ad evidenziare ulteriormente il livello di qualificazione professionale acquisito nell’arco dell’intera carriera e specifiche rispetto alla posizione funzionale da conferire.
In tale categoria rientrano altresì gli incarichi di insegnamento conferiti da enti pubblici, le attività di partecipazione a congressi, convegni o seminari, che abbiano finalità di formazione di aggiornamento professionale qualificati con riferimento alla durata ed attinenti al profilo professionale di cui al presente bando con i seguenti vincoli e punteggi:
- Partecipazione a corsi di aggiornamento (con un minimo di 15 ore), con esami finali, punti 0,100;
- Partecipazione a corsi di aggiornamento (fino a 15 ore), con esami finali, punti 0,050;
- Partecipazione a corsi di aggiornamento in qualità di docente/relatore, punti 0,100;
- Partecipazione a corsi di aggiornamento, convegni e seminari senza esami finali superiori a giorni tre, punti 0,020;
- Partecipazione a corsi di aggiornamento, convegni e seminari senza esami finali inferiori a giorni tre, punti 0,010;
- Attività didattiche (docenza) attinenti, presso scuole del SSN o di altre Pubbliche Amministrazioni, con minimo di 15 ore annue, punti 0,100 per anno;
- Corsi di conseguimento di qualifiche professionali o specializzazioni attinenti il profilo, formalmente riconosciuti da PP.AA. ciascuno fino ad un massimo di punti 0,200;
- Master di II livello, ciascuno, punti 1,000;
- Master di I livello, ciascuno, punti 0,500;
- Laurea triennale attinente, punti 2,000;
- Laurea specialistica attinente, punti 3,000.
Situazioni Familiari o Sociali ( massimo punti 8)
Per essere oggetto di valutazione da parte della Commissione, è necessario che le situazioni sottoelencate debbano essere dimostrate allegando la documentazione comprovante il possesso del requisito:
1. fruizione benefici L.104/92 per se stesso o per assistenza a persona in situazione di gravità, punti 1,5 (max 3 Punti);
2. genitore o altro familiare entro il terzo grado a carico, con invalidità superiore ai 2/3, punti 1;
3. ricongiunzione al coniuge, punti 2;
4. per ogni figlio fino a tre anni di età, punti 2;
5. per ogni figlio minorenne convivente sopra i tre anni di età, punti 1;
6. coniuge legalmente separato e figli a carico, punti 2.
Per il colloquio (eventuale) saranno a disposizione della commissione 30 punti.
L’eventuale prova del colloquio è finalizzata a valutare il patrimonio di conoscenze applicate e la capacità di soluzione di problemi operativi in relazione alle esigenze dell’Azienda nonché la specifica motivazione a lavorare presso l’Azienda USL 6 di Livorno.
Il superamento della prova colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30.
La data e la sede del colloquio saranno comunicate agli interessati esclusivamente mediante pubblicazione sul sito internet aziendale www.usl6.toscana.it nella sezione “Gare - Bandi - Avvisi” almeno quindici giorni prima della data fissata.
I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno, ora e sede stabiliti saranno considerati rinunciatari alla mobilità quale sia la causa dell’assenza, anche indipendente dalla loro volontà.
Per essere ammessi a sostenere l’eventuale colloquio i candidati dovranno esibire, a pena di esclusione, documento di riconoscimento in corso di validità.
Graduatoria
L’Azienda procederà alla formulazione di quattro distinte graduatorie, corrispondenti al numero delle Zone in cui è articolata (Livornese, Bassa Val di Cecina, Val di Cornia, Elba).
Le graduatorie, formulate dalla Commissione Tecnica, secondo l’ordine dei punteggi derivanti dalla valutazione dei titoli e del colloquio (eventuale), sarà approvata, con provvedimento del Direttore della UOC Gestione Risorse Umane.
Ciascun candidato potrà richiedere di essere inserito in una o in più graduatorie e gli verranno di conseguenza offerti esclusivamente i posti da coprire presso la Zona o le Zone prescelte: la mancata accettazione del posto offerto determinerà però la cancellazione da tutte le graduatorie in cui lo stesso era stato inserito.
In caso di mancata formulazione dell’opzione di cui sopra, il candidato verrà inserito d’ufficio in tutte le graduatorie.
Ai sensi del comma 2-bis, dell’art. 30 del D.Lgs 165/2001, il personale comandato presso l’AUSL 6, che presenta apposita istanza di partecipazione al presente avviso, ha la precedenza assoluta nella nomina rispetto agli altri candidati utilmente collocati nella graduatoria.
A parità di punteggio precede il più giovane di età.
Le graduatorie avranno validità di 18 mesi dalla data di pubblicazione e l’Azienda potrà farvi ricorso anche per necessità future.
In caso di completo utilizzo entro il termine di 18 mesi, l’Azienda potrà prendere in esame istanze di mobilità volontaria pervenute successivamente, nelle more dell’attivazione delle procedure necessarie per la formazione di una nuova graduatoria.
Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell’art. 11 del Decreto Legislativo 30.06.2003,  n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso le strutture organizzative di amministrazione del personale dell’Azienda USL 6 di Livorno per le finalità di gestione della selezione e saranno trattati presso una banca dati eventualmente automatizzata anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti la gestione del rapporto medesimo.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla selezione.
Le medesime informazioni potranno essere comunicate alle amministrazioni pubbliche eventualmente interessate allo svolgimento della selezione o alla posizione giuridico- economica del candidato.
L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato decreto legislativo, tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui quello di far rettificare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché ancora quello di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dell’Azienda USL 6 di Livorno.
Norme di salvaguardia
Il presente Avviso viene emanato dall’Azienda USL 6 di Livorno quale atto di diritto privato. Nel relativo procedimento l’Azienda sarà quindi vincolata esclusivamente dalle norme del Codice Civile e dalle disposizioni della contrattazione collettiva del personale del comparto del Servizio Sanitario Nazionale.
L’Azienda si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di modificare, prorogare, sospendere e revocare il presente Avviso, qualora ricorrano validi motivi, senza che per gli interessati insorga alcuna pretesa o diritto.
Per ulteriori chiarimenti e informazioni gli interessati potranno rivolgersi all’U.O. Gestione Risorse Umane - Ufficio Programmazione e Reperimento Risorse - tel. 0586-223773; 223722; 223793.
Il presente avviso, nonché il fac-simile di domanda, sono visionabili e direttamente scaricabili dal sito dell’AUSL 6 di Livorno, all’indirizzo Internet:
www.usl6.toscana.it - sezione Gare - Bandi - Avvisi a partire dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale Regione Toscana.
Il Direttore U.O.
Gestione Risorse Umane Cinzia Porrà