Avviso COMANDO GENERALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 3 del 10-01-2014

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Avviso

Nota Bene: trattandosi di 'Avviso' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Avviso
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 3 del 10-01-2014
Sintesi: COMANDO GENERALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI Avviso Avvio delle procedure per l'arruolamento per l'anno 2014 di 763 allievi carabinieri effettivi mediante scorrimento della graduatoria finale di merito ...
Ente: COMANDO GENERALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 10-01-2014
Condividi

COMANDO GENERALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI

Avviso

Avvio delle procedure per l'arruolamento per l'anno 2014 di 763 allievi carabinieri effettivi mediante scorrimento della graduatoria finale di merito del concorso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4ª Serie Speciale, n. 15, del 24 febbraio 2012. Anno 2014

 
 
                       IL COMANDANTE GENERALE 
 
    Visto il decreto  legislativo  15  marzo  2010,  n.  66,  recante
«Codice dell'ordinamento militare», ed  in  particolare  l'art.  708,
comma 7, concernente  la  possibilita'  di  prorogare  i  termini  di
validita' della graduatoria  dei  concorsi  per  il  reclutamento  di
allievi carabinieri, in caso di successive e  analoghe  procedure  di
reclutamento avviate  entro  diciotto  mesi  dall'approvazione  delle
stesse; 
    Visto  il  bando  di  concorso,  per  esami  e  titoli,  per   il
reclutamento di 1886  allievi  carabinieri  effettivi,  riservato  ai
volontari delle Forze armate in ferma prefissata di un anno (VFP1)  o
quadriennale (VFP4) ovvero in rafferma  annuale,  in  servizio  o  in
congedo e, ai sensi del decreto legislativo 21 gennaio 2011,  n.  11,
ai concorrenti in possesso dell'attestato di bilinguismo,  pubblicato
nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  italiana  -  4ª  serie
speciale - n. 15 del 24 febbraio 2012; 
    Visti   i   decreti   dirigenziali   n.16/9-3   e   n.   16/9-16,
rispettivamente datati 27 settembre 2012  e  21  novembre  2012,  del
Comando  generale  dell'Arma  dei  carabinieri,  con  cui  e'   stata
approvata la graduatoria di merito del concorso di cui al  precedente
paragrafo e definitivamente fissati i posti a concorso in 399, di cui
240  ad  immissione  diretta  nell'Arma  dei  carabinieri  e  159  da
immettere al termine della ferma quadriennale nelle Forze armate; 
    Vista la legge 24 dicembre 2012, n.  229,  recante  «Bilancio  di
previsione  dello  Stato  per  l'anno  finanziario  2013  e  bilancio
pluriennale per il triennio 2013-2015»; 
    Visto il decreto dirigenziale n. 16/13-3-2012 CC datato 23 luglio
2013 con il quale e'  stata  prorogata  fino  al  27  marzo  2014  la
graduatoria finale di merito del sopracitato  concorso  ed  e'  stato
disposto  per  l'anno  2013  l'immissione   diretta   nell'Arma   dei
carabinieri di n. 818 unita'  da  trarre  dai  candidati  idonei  non
vincitori; 
    Visto il  decreto  dirigenziale  n.  16/13-13-2012  CC  datato  9
ottobre 2013 con il quale e' stato  incrementato  da  818  a  823  il
numero dei candidati  da  immettere  nell'Arma  dei  carabinieri  per
l'anno  2013  traendoli  dalla  graduatoria  finale  di  merito   del
sopracitato concorso; 
    Vista la legge 27 dicembre 2013, n.  147,  recante  «Disposizioni
per la formazione del bilancio  annuale  e  pluriennale  dello  Stato
(legge di stabilita' 2014)»; 
    Rilevato che l'ultimo dei concorrenti effettivamente  incorporato
risulta essere Cangemi Marco Piero, posizionato al numero 1170  della
graduatoria finale di merito e avviato alla frequenza del 131°  corso
di formazione per allievi carabinieri effettivi; 
    Valutate le attuali disponibilita' finanziarie, che consentono il
reclutamento, per l'anno 2014, di 763 allievi carabinieri effettivi; 
    Ravvisata la esigenza  di  disporre,  con  immediatezza,  di  763
allievi carabinieri, senza dover attendere i tempi tecnici  richiesti
per portare a termine una nuova procedura di reclutamento mediante il
bando di un concorso pubblico; 
    Tenuto conto della necessita' di attualizzare l'accertamento  dei
requisiti di cui all'art. 2, comma 1, lettere b), g), h), i) e  comma
2, secondo alinea del sopracitato bando di concorso e  di  quelli  di
idoneita' psico-fisica; 
    Tenuto  conto  dei  principi   di   economicita'   e   speditezza
dell'azione amministrativa e della necessita' di  contenere  i  costi
gravanti sull'Amministrazione per  la  gestione  delle  procedure  di
reclutamento; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                Avvio della procedura di reclutamento 
 
 
    1.  In  applicazione  dell'art.  708,  comma   2,   del   decreto
legislativo 15 marzo 2010, n. 66, e'  avviata  la  procedura  per  il
reclutamento, nell'anno 2014, di 763 allievi  carabinieri  effettivi,
mediante scorrimento della graduatoria finale di merito del  concorso
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  -  4ª
serie speciale - n. 15 del  24  febbraio  2012,  il  cui  termine  di
validita' e' prorogato dal 27 settembre 2012 al 27 marzo 2014, con il
decreto  dirigenziale  n.  16/13-3-2012  CC  datato  23  luglio  2013
riportato in premessa. 
    2. Ai sensi dell'art. 642 del decreto legislativo 15 marzo  2010,
n. 66, resta impregiudicata, per il Comando  generale  dell'Arma  dei
carabinieri, la facolta' di revocare o annullare il presente decreto,
di sospenderne o rinviarne l'attuazione, di modificare il numero  dei
posti, di sospendere l'ammissione dei convocati  alla  frequenza  del
corso,  in  ragione  di  esigenze  attualmente  non  valutabili   ne'
prevedibili, nonche' in applicazione di disposizioni di  contenimento
della spesa pubblica che impedissero o limitassero le  assunzioni  di
personale per l'anno 2014. In tal caso, il Comando generale dell'Arma
dei carabinieri provvedera' a darne  formale  comunicazione  mediante
avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale. 
    3. Nel caso in cui  l'Amministrazione  eserciti  la  potesta'  di
auto-organizzazione prevista dal comma precedente, non  sara'  dovuto
alcun rimborso pecuniario ai concorrenti circa eventuali spese  dagli
stessi sostenute per la partecipazione alle  selezioni  di  cui  alla
presente procedura di reclutamento. 
                               Art. 2 
 
 
                     Requisiti di partecipazione 
 
 
    1. I concorrenti che, nella  graduatoria  finale  di  merito  del
concorso  di  cui  al  precedente  art.  1  sono  classificati  dalla
posizione 1171° (Spisto Marco) alla posizione 1934 (Simula  Rossano),
saranno  convocati  presso  il   Comando   generale   dell'Arma   dei
carabinieri  -  Centro  nazionale  di  selezione  e  reclutamento   e
sottoposti  ad  accertamenti  per  la   verifica   del   mantenimento
dell'idoneita' psico-fisica. La verifica  del  possesso  degli  altri
requisiti citati in premessa verra' effettuata d'ufficio. 
    2. Nelle  more  della  verifica  el  mantenimento  dei  requisiti
psico-fisici e di quelli di cui all'art. 2, comma 1,  lett.  b),  g),
h), i) e comma 2, secondo alinea del  bando  di  concorso  citato  in
premessa,  tutti  i  concorrenti  partecipano  "con   riserva"   alla
procedura di reclutamento.  Il  Direttore  del  Centro  nazionale  di
selezione  e  reclutamento  del  Comando   generale   dell'Arma   dei
carabinieri puo' disporre, in ogni momento  ed  anche  a  seguito  di
verifiche successive, con provvedimento  motivato,  l'esclusione  del
concorrente dalla procedura di reclutamento  o  dalla  frequenza  del
corso per il difetto dei requisiti prescritti all'art. 2, commi 1 e 2
del citato bando  di  concorso,  che  devono  essere  mantenuti  fino
all'immissione  nella  ferma  quadriennale  del  ruolo  appuntati   e
Carabinieri, fatta eccezione per l'eta'. 
    3. Verranno acquisiti d'ufficio: 
    a) il certificato generale del casellario giudiziale; 
    b) il nulla osta per l'arruolamento nell'Arma dei carabinieri per
coloro che sono in servizio presso altra Forza armata o Corpo  armato
dello Stato. 
                               Art. 3 
 
 
                Accertamenti sanitari per la verifica 
            del mantenimento dell'idoneita' psico-fisica 
 
 
    1. Gli accertamenti sanitari per  la  verifica  del  mantenimento
dell'idoneita' psico-fisica saranno svolti secondo le disposizioni di
cui all'art. 582 del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo
2010, n. 90, con le modalita' previste dalle direttive tecniche della
Direzione generale della sanita'  militare  del  5  dicembre  2005  e
successive  modifiche,  nonche'  secondo  le  modalita'  definite  in
apposite  norme  tecniche,  approvate  con  decreto  del   Comandante
generale dell'Arma dei carabinieri. Le citate norme tecniche  saranno
rese disponibili, prima della data di svolgimento degli accertamenti,
mediante pubblicazione sul sito  www.carabinieri.it,  con  valore  di
notifica a tutti gli effetti  e  per  tutti  gli  interessati.  Detti
accertamenti avranno luogo, indicativamente, a partire dal  17  marzo
2014. Il calendario e le modalita' di  convocazione  dei  concorrenti
saranno resi noti verosimilmente a partire  dal  3  marzo  2014,  con
valore di notifica a tutti gli effetti e per tutti  gli  interessati,
mediante avviso pubblicato nel  sito  Internet  www.carabinieri.it  e
presso il Comando generale  dell'Arma  dei  carabinieri,  V  reparto,
Ufficio relazioni con il pubblico, piazza Bligny n. 2 -  00197  Roma,
telefono 0680982935. 
    2. Il concorrente che, regolarmente convocato,  non  si  presenti
nel giorno e nell'ora stabiliti per gli accertamenti sanitari,  sara'
considerato  rinunciatario  e  quindi  escluso  dalla  procedura   di
reclutamento, quali  che  siano  le  ragioni  dell'assenza,  comprese
quelle dovute  a  causa  di  forza  maggiore.  Non  saranno  previste
riconvocazioni,  ad  eccezione   dei   concorrenti   interessati   al
concomitante svolgimento di prove  nell'ambito  di  concorsi  indetti
dall'Amministrazione difesa ai quali  gli  stessi  hanno  chiesto  di
partecipare. A tal fine gli interessati  dovranno  far  pervenire  al
predetto Centro nazionale di selezione e reclutamento, a mezzo e-mail
all'indirizzo  cgcnsrconccar@carabinieri.it,  un'istanza   di   nuova
convocazione, entro le ore 13,00 del giorno lavorativo antecedente  a
quello di prevista presentazione, inviando documentazione probatoria.
La riconvocazione, che potra' essere disposta compatibilmente con  il
periodo di svolgimento della prova stessa, avverra' esclusivamente  a
mezzo e-mail (inviata all'indirizzo  di  posta  elettronica  indicato
nella domanda di partecipazione al concorso di cui al precedente art.
1, comma 1). 
    3.  I  concorrenti  convocati  presso  il  Centro  nazionale   di
selezione  e  reclutamento  del  Comando   generale   dell'Arma   dei
carabinieri, all'atto della presentazione dovranno esibire  la  carta
d'identita'  o  altro  documento  di  riconoscimento  in   corso   di
validita', rilasciato da un'Amministrazione dello Stato e produrre  i
seguenti documenti in originale o copia conforme: 
    a) referto attestante l'effettuazione, da non piu'  di  tre  mesi
dalla data di presentazione, dei  markers  virali  anti  HAV,  HbsAg,
antiHBs, anti HBc e anti HCV; 
    b)  referto,  rilasciato  in  data  non  anteriore  ai  tre  mesi
precedenti la data di presentazione, attestante l'esito del test  per
l'accertamento della positivita' per anticorpi per HIV; 
    c) esame radiografico del torace in due proiezioni  con  relativo
referto,  effettuato  entro  i  sei  mesi  precedenti  la   data   di
presentazione, solo se ne sono gia' in possesso.  Se  privi  di  tale
referto, dichiarazione di consenso all'eventuale effettuazione  degli
esami radiologici di cui al successivo comma 5, lettera i); 
    d) certificato conforme al modello riportato nell'allegato A, che
costituisce parte integrante del  presente  decreto,  rilasciato  dal
proprio medico di fiducia  e  controfirmato  dagli  interessati,  che
attesti lo stato di buona salute, la  presenza/assenza  di  pregresse
manifestazioni  emolitiche,  gravi  manifestazioni  immunoallergiche,
gravi  intolleranze  e  idiosincrasie  a  farmaci  o  alimenti.  Tale
certificato dovra' avere una data di rilascio  non  anteriore  a  sei
mesi rispetto a quella di presentazione; 
    e) se militari in servizio, specchio riepilogativo delle  vicende
sanitarie  pregresse  e/o  in  atto   rilasciato   dalle   infermerie
competenti. 
    I concorrenti di sesso femminile dovranno consegnare anche: 
    referto attestante l'esito di test di gravidanza mediante analisi
su sangue o urine effettuato  entro  i  quattro  giorni  calendariali
antecedenti alla data di presentazione presso il Centro nazionale  di
selezione e reclutamento dell'Arma dei carabinieri, per la  finalita'
indicata nel successivo comma 9; 
    referto di ecografia pelvica eseguita entro i tre mesi precedenti
la data degli accertamenti psico-fisici. 
    Tutti  gli  esami  strumentali  e  di  laboratorio   chiesti   ai
concorrenti dovranno essere  effettuati  presso  strutture  sanitarie
pubbliche, anche militari, o  private  accreditate  con  il  Servizio
sanitario nazionale. In quest'ultimo  caso,  dovra'  essere  prodotta
anche l'attestazione in originale della struttura sanitaria  medesima
comprovante detto accreditamento. 
    4. Gli accertamenti saranno svolti da una commissione da nominare
con decreto del Comandante generale dell'Arma dei carabinieri,  cosi'
composta: 
    un ufficiale medico di grado non inferiore a Tenente  Colonnello,
presidente; 
    due ufficiali medici, membri, di cui il meno elevato in grado  o,
a parita' di grado, il meno anziano, svolgera' anche le  funzioni  di
segretario. 
    Detta  commissione  potra'  avvalersi  del  supporto  di   medici
specialisti, anche esterni. 
    5. La commissione, prima di eseguire la visita medica collegiale,
disporra' per tutti i candidati  una  visita  medica  generale  ed  i
seguenti accertamenti specialistici e di laboratorio: 
    a) cardiologico con E.C.G.; 
    b) oculistico; 
    c) odontoiatrico; 
    d) otorinolaringoiatrico con esame audiometrico; 
    e) psichiatrico; 
    f) analisi completa  delle  urine,  con  esame  del  sedimento  e
ricerca  di  eventuali  cataboliti  di  sostanze   stupefacenti   e/o
psicotrope  quali  anfetamine,   cocaina,   oppiacei,   cannabinoidi,
barbiturici  e  benzodiazepine.  In  caso   di   positivita',   sara'
effettuato   sul   medesimo   campione   il    test    di    conferma
(gascromatografia con spettrometria di massa); 
    g) analisi del sangue concernenti: 
    1) emocromo completo; 
    2) VES; 
    3) glicemia; 
    4) creatininemia; 
    5) trigliceridemia; 
    6) colesterolemia; 
    7) transaminasemia (GOT-GPT); 
    8) bilirubinemia totale e frazionata; 
    9) gamma GT; 
      h) controllo dell'abuso sistematico di alcool; 
      i) ogni ulteriore indagine ritenuta utile  per  consentire  una
adeguata  valutazione   clinica   e   medico-legale,   ivi   compreso
l'eventuale esame radiografico del torace in due proiezioni, in  caso
di dubbio  diagnostico.  Se  si  rendesse  necessario  sottoporre  il
candidato ad indagini radiologiche, indispensabili per l'accertamento
e la valutazione di eventuali patologie, in  atto  o  pregresse,  non
altrimenti osservabili ne' valutabili con diverse metodiche o  visite
specialistiche, lo stesso dovra' sottoscrivere apposita dichiarazione
di consenso e in caso di rifiuto, sara' escluso  dalla  procedura  di
reclutamento. 
    6. Gli  accertamenti  sanitari  verificheranno  il  possesso  del
seguente profilo sanitario minimo: psiche (PS) 1;  costituzione  (CO)
2; apparato cardiocircolatorio (AC) 2; apparato respiratorio (AR)  2;
apparati vari (AV) 2; apparato locomotore superiore (LS) 2;  apparato
locomotore inferiore (LI) 2; apparato uditivo (AU) 2. 
    Sara' inoltre chiesto il possesso di un apparato visivo  (VS)  2,
acutezza  visiva  uguale  o  superiore  a  complessivi  16/10  e  non
inferiore  a  7/10  nell'occhio  che  vede  meno,  raggiungibile  con
correzione non superiore alle 4 diottrie per la sola miopia, anche in
un solo occhio e non superiore a 3 diottrie, anche in un solo occhio,
per gli altri vizi di refrazione; campo visivo  e  motilita'  oculare
normali, senso cromatico normale (e' ammessa tra  gli  interventi  di
chirurgia rifrattiva solamente la PRK). 
    7. La commissione, seduta stante, comunichera'  per  iscritto  al
concorrente l'esito della visita medica  sottoponendogli  il  verbale
contenente uno dei seguenti giudizi: 
    «idoneo»; 
    «inidoneo», con l'indicazione del motivo. 
    Il giudizio di inidoneita' e' definitivo e  non  suscettibile  di
riesame, essendo adottato in ragione delle condizioni del soggetto al
momento della visita. 
    8. Saranno giudicati «inidonei» i concorrenti  risultati  affetti
da: 
    a) imperfezioni ed infermita' che siano causa di non idoneita' al
servizio militare o che  determinino  l'attribuzione  di  un  profilo
sanitario inferiore a quello minimo previsto,  secondo  la  normativa
vigente; 
    b) disturbi della parola anche se  in  forma  lieve  (dislasia  e
disartria); 
    c) positivita' ai cataboliti urinari di sostanze stupefacenti e/o
psicotrope o agli accertamenti sul controllo per l'abuso  sistematico
di alcool, da confermarsi presso una struttura ospedaliera militare o
civile; 
    d) malattie o lesioni per le quali sono previsti tempi lunghi  di
recupero dello stato di salute  e  dei  requisiti  necessari  per  la
frequenza del corso; 
    e) tutte quelle imperfezioni ed infermita' non contemplate  dalle
lettere precedenti, comunque incompatibili con la frequenza del corso
e con il successivo impiego quale carabiniere. 
    Costituiscono  altresi'  motivo  di  inidoneita'  le  alterazioni
acquisite della cute costituite da tatuaggi, quando  per  loro  sede,
dimensioni  o  natura  siano  deturpanti   o   contrari   al   decoro
dell'uniforme  o  della  persona  o   siano   possibile   indice   di
personalita'  abnorme  (in  tal  caso   da   accertare   con   visita
psichiatrica e con appropriati test psicodiagnostici). 
    9. In caso di positivita' del test di gravidanza, la  commissione
non potra' in  nessun  caso  procedere  agli  accertamenti  e  dovra'
astenersi dalla pronuncia del giudizio, a mente dell'art. 580,  comma
2, del Decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n.  90,
secondo cui lo stato di gravidanza costituisce temporaneo impedimento
all'accertamento dell'idoneita' al servizio militare. Le  concorrenti
che si trovassero in dette condizioni  saranno  nuovamente  convocate
presso il predetto Centro nazionale di selezione e  reclutamento  per
essere sottoposte agli accertamenti di cui al presente  articolo,  in
una  data  compatibile  con  la  definizione   della   procedura   di
reclutamento.  Se,  in  occasione  della  seconda  convocazione,   il
temporaneo  impedimento  perdura,  la  candidata  sara'  esclusa  per
impossibilita' di procedere agli accertamenti  per  la  verifica  del
mantenimento dell'idoneita' psico-fisica. 
    10.  I  candidati  che,  all'atto  degli  accertamenti,  verranno
riconosciuti  affetti  da  malattie  o  lesioni  acute   di   recente
insorgenza e di  presumibile  breve  durata,  per  le  quali  risulta
scientificamente  probabile  un'evoluzione  migliorativa,   tale   da
lasciar prevedere il possibile recupero dei  requisiti  richiesti  in
tempi  compatibili  con  il  termine  delle  convocazioni   per   gli
accertamenti sanitari, saranno sottoposti  ad  ulteriore  valutazione
sanitaria a cura  della  stessa  commissione  medica  per  verificare
l'eventuale recupero  dell'idoneita'  fisica.  I  candidati  che,  al
momento della nuova visita medica, non avranno recuperato la prevista
idoneita' psico-fisica, saranno giudicati inidonei ed  esclusi  dalla
procedura di reclutamento.  Tale  giudizio  sara'  comunicato  seduta
stante agli interessati. 
    11. I concorrenti giudicati «non idonei»  saranno  esclusi  dalla
procedura   di   reclutamento.   E'   facolta'   dell'Amministrazione
sostituirli  con  altri   concorrenti   idonei,   nell'ordine   della
graduatoria di merito. 
                               Art. 4 
 
 
               Presentazione al corso e incorporamento 
 
 
    1. I concorrenti giudicati idonei all'esito degli accertamenti  e
delle verifiche di cui ai  precedenti  articoli  2  e  3,  fino  alla
concorrenza dei  posti  disponibili,  dovranno  presentarsi  -  senza
attendere ulteriori comunicazioni -  presso  i  reparti  d'istruzione
nella data e con le modalita' che saranno rese note,  con  valore  di
notifica  a  tutti  gli  effetti  e  per   tutti   gli   interessati,
verosimilmente a partire dal 26 agosto 2014,  con  avviso  pubblicato
nel sito Internet www.carabinieri.it e  presso  il  Comando  generale
dell'Arma dei  carabinieri,  V  reparto,  Ufficio  relazioni  con  il
pubblico, piazza Bligny n. 2 - 00197 Roma, numero 0680982935. 
    2. I posti eventualmente non coperti per mancanza di  concorrenti
idonei o a seguito di  rinunce  potranno  essere  devoluti  ad  altro
concorso che dovesse  essere  bandito  nel  corso  del  2014  per  il
reclutamento di ulteriori allievi carabinieri effettivi. 
                               Art. 5 
 
 
                       Presentazione al corso 
 
 
    1. Il corso si svolgera' presso una scuola  allievi  Carabinieri,
secondo i programmi e le modalita'  stabilite  dal  Comando  generale
dell'Arma dei carabinieri, e sara'  disciplinato  dalle  disposizioni
contenute nel regolamento interno per le predette scuole. 
    2. L'Amministrazione ha facolta' di convocare i concorrenti prima
della data d'inizio del corso, al fine  di  espletare  le  operazioni
d'incorporamento, ivi compresa la  visita  medica  di  controllo  per
verificare il mantenimento della prescritta  idoneita'  psico-fisica.
Qualora riscontrati affetti da malattie o malformazioni sopravvenute,
i candidati saranno rinviati  al  Centro  nazionale  di  selezione  e
reclutamento  per  l'accertamento  dell'idoneita'   psico-fisica   al
servizio nell'Arma dei carabinieri. I provvedimenti di inidoneita'  o
temporanea inidoneita', che non si risolvano entro dieci giorni dalla
data fissata per la presentazione, comporteranno  l'esclusione  dalla
procedura di reclutamento. Il giudizio di inidoneita' e' definitivo. 
    3. All'atto della presentazione alla scuola  allievi  Carabinieri
per l'incorporamento, i concorrenti dovranno consegnare: 
    a) un certificato plurimo delle vaccinazioni effettuate; 
    b) un certificato  rilasciato  da  struttura  sanitaria  pubblica
attestante il gruppo sanguigno e il fattore Rh; 
    c) se di sesso  femminile,  un  referto  di  test  di  gravidanza
(mediante analisi su sangue  o  urine)  effettuato  presso  struttura
sanitaria pubblica, anche militare, o  accreditata  con  il  servizio
sanitario nazionale, entro i quattro giorni  calendariali  precedenti
la data  di  presentazione.  In  caso  di  positivita'  del  test  di
gravidanza la visita medica  di  controllo  sara'  sospesa  ai  sensi
dell'art. 580, comma 2, del decreto del Presidente  della  Repubblica
15 marzo 2010, n. 90, e l'interessata sara' rinviata  d'ufficio  alla
frequenza del primo corso utile. 
    4. I concorrenti che non si  presenteranno  alla  scuola  allievi
Carabinieri  di  assegnazione  entro   il   termine   fissato   nella
convocazione saranno considerati  irrevocabilmente  rinunciatari.  La
scuola di assegnazione potra', comunque, autorizzare, per  comprovati
motivi  da  preavvisare  tramite  il  Comando  stazione   Carabinieri
competente per territorio, il differimento della  presentazione  fino
al decimo giorno dalla  data  d'inizio  del  corso.  Potra'  altresi'
essere ammesso al corso, secondo l'ordine della medesima graduatoria,
un  numero  di  concorrenti  idonei  pari  a  quello   di   eventuali
rinunciatari   e/o   esclusi,   per   qualsiasi   motivo,    all'atto
dell'incorporamento o durante  i  primi  venti  giorni  di  effettivo
corso. 
    5.  I  frequentatori  del  corso  saranno  ammessi   alla   ferma
quadriennale   nell'Arma   dei   carabinieri,   perdendo   il   grado
eventualmente rivestito durante  il  servizio  prestato  nelle  Forze
armate. Gli stessi saranno assunti  in  forza  dalla  scuola  allievi
Carabinieri  sotto  la  data   dell'effettivo   incorporamento.   Gli
arruolati volontari quali allievi Carabinieri, dopo  sei  mesi  dalla
data di arruolamento conseguono  la  nomina  a  Carabiniere  allievo,
previo superamento di esami, e sono immessi  in  ruolo  al  grado  di
Carabiniere al termine del corso, secondo l'ordine della  graduatoria
finale. 
                               Art. 6 
 
 
                  Spese di viaggio, licenza e varie 
 
 
    1. Le spese per i viaggi da e per la sede  degli  accertamenti  e
per la presentazione presso i reparti  d'istruzione  di  assegnazione
sono a carico dei concorrenti. 
    2. I concorrenti che siano militari in servizio potranno  fruire,
compatibilmente  con  le  esigenze   di   servizio,   della   licenza
straordinaria per esami, limitatamente ai giorni di svolgimento degli
accertamenti,  nonche'  al  tempo  strettamente  necessario  per   il
raggiungimento della sede ove gli stessi  si  svolgeranno  e  per  il
rientro nella sede di servizio. Qualora il concorrente  non  sostenga
gli accertamenti per cause dipendenti  dalla  sua  volonta'  o  venga
espulso dagli stessi, la licenza  straordinaria  sara'  computata  in
detrazione da quella ordinaria dell'anno in corso. 
    3. Tutti i concorrenti, compresi  i  militari  in  servizio,  nel
periodo di effettuazione degli accertamenti dovranno  attenersi  alle
norme disciplinari e di vita interna di caserma e dovranno  indossare
la  tenuta  ginnica.  Gli  stessi  fruiranno  del  pranzo  a   carico
dell'Amministrazione  militare  solo  qualora  gli  accertamenti   si
protraggano in orario pomeridiano. 
    Il presente decreto sara' sottoposto al controllo previsto  dalla
normativa  vigente  e  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale   della
Repubblica italiana - 4ª serie speciale. 
 
                                    Il Gen. C.A.: Leonardo Gallitelli