Concorso per 1 laureato in medicina e chirurgia (toscana) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 10 DI FIRENZE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Borsa di studio
Posti 1
Fonte: DIR N. 80 del 06-11-2013
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 10 DI FIRENZE Concorso (Scad. 14 novembre 2013) Avviso pubblico, per titoli ed esami, per l’assegnazione di n. 1 Borsa di Studio, relativa allo studio di ricerca “Gestione integrata ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 10 DI FIRENZE
Regione: TOSCANA
Provincia: FIRENZE
Comune: FIRENZE
Data di pubblicazione 07-11-2013
Data Scadenza bando 14-11-2013
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 10 DI FIRENZE

Concorso (Scad. 14 novembre 2013)

Avviso pubblico, per titoli ed esami, per l’assegnazione di n. 1 Borsa di Studio, relativa allo studio di ricerca “Gestione integrata ospedale-territorio del paziente con BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva)”, finanziato da Menarini S.r.l.


In esecuzione della delibera del Direttore Generale n. 790 del 15.10.2013, è indetto un Avviso Pubblico, per titoli ed esami, per l’assegnazione di n. 1 Borsa di Studio, relativa allo studio di ricerca “Gestione integrata ospedale-territorio del paziente con BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva)”, finanziato da Menarini S.r.l.
Descrizione e finalità dello studio:
La broncopneumopatia cronica ostruttiva è costituita da cronica ostruzione al flusso con fenomeni di rimodellamento delle vie aeree secondaria a flogosi cronica di origine prevalentemente ambientale )fumo, inquinamento, cause infettive).
Il carico assistenziale di questa patologia è pertanto molto pesante e di grande rilevanza anche numerica, con incidenza in costante aumento.
Inoltre, più recenti parametri necessari all’accreditamento delle strutture sanitarie rendono indispensabile una aderenza del 100% alle Linee Guida riconosciute, GOLD nel caso della valutazione e del trattamento della BCPO.
A tutto questo sottende la corretta diagnosi e il follow up dei pazienti, selezionati in base al livello di gravità/rischio, nonché la realizzazione di tutte le 5 fasi del percorso della BPCO indicate nelle Linee Guida (identificazione, arruolamento, counseling, follow – up dei pazienti stabilizzati e di quelli non stabilizzati).
Gli scopi del programma di ricerca sono:
- rilevare i fattori di rischio per la BPCO;
- gestire la BPCO in atto e ridurre i rischi di aggravamento - controllare l’evoluzione della BPCO verso l’insufficienza respiratoria - gestire respiratoria - promuovere un approccio integrato della gestione del paziente con BPCO tramite il contatto continuo di un referente pneumologo con i Medici di Medicina Generale.
Il presente studio intende valutare, nell’arco di 12 mesi, l’applicabilità e gli esiti di un modello gestionale della BPCO basato sull’aderenza alle LG GOLD non solo in ambito ospedaliero, ma anche a livello territoriale con la Medicina di Iniziativa.
Per la realizzazione del suddetto studio è da attivare una borsa di studio con medico specializzato in Pneumologia per la durata di avrà la durata di 12 mesi, con impegno quantificato in 49 ore mensili.
Il Borsista in detto ambito, dovrà selezionare e seguire i pazienti broncopneumopatici cronici in coorti stratificate per gravità, raccogliendo tutti i dati in un fascicolo elettronico specifico, da aggiornare ad ogni controllo programmato o richiesto in aggiunta nel caso di riacutizzazioni da rivalutare.
Le richieste iniziali perverranno al Servizio attraverso una linea telefonica dedicata ai Medici di Medicina Generale Territoriale della Medicina d’Iniziativa.
I risultati di ogni valutazione, clinica e strumentale, verranno archiviati e stampati su cartaceo per il paziente e per il medico curante.
Il borsista percepirà un importo lordo pari ad €. 12.000,00 (IRAP inclusa).
La sede di attività è presso la Struttura di Fisiopatologia Respiratoria del Presidio Ospedaliero Piero Palagi.
Al momento dell’assegnazione della Borsa di Studio, il Borsista dovrà dimostrare di non essere titolare di rapporto di lavoro subordinato presso strutture pubbliche o private, né in regime di convenzione con il SSN. Art. 1
Possono partecipare al presente Avviso Pubblico coloro che risultano in possesso dei seguenti requisiti:
- Laurea in Medicina e Chirurgia
- Specializzazione in Pneumologia
- Conoscenza per la valutazione della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).
- Pubblicazioni scientifiche inerenti lo studio e l’analisi statistica di dati clinico strumentali.
I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.
Art. 2
Le domande di partecipazione alla selezione, redatte in carta libera, devono pervenire al seguente indirizzo: Azienda USL 10 di Firenze - Direttore della Struttura Complessa Gestione del Personale e Rapporti con OO.SS. - Presidio di San Salvi - Villa Fabbri – Via di San Salvi n. 12 - 50135 Firenze - entro e non oltre il quindicesimo giorno dalla data di pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana.
La domanda, corredata di curriculum, dovrà essere inviata a mezzo raccomandata a.r. al suddetto indirizzo o in alternativa mediante consegna diretta presso la Struttura anzidetta dal Lunedì al Venerdì nella fascia oraria 9,00 – 15,00.
Il termine fissato per la presentazione delle domande è perentorio.
Non saranno considerate prodotte in tempo utile le domande che pervengano dopo il termine sopraindicato, qualunque sia la causa del ritardato arrivo.
A tal fine non fa fede il timbro dell’Ufficio Postale accettante.
Sull’esterno della busta dovrà essere riportata la dicitura “Avviso Pubblico per il conferimento di n. 1 borsa di studio per lo studio di ricerca “Gestione integrata ospedale-territorio del paziente con BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva)”.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo.
Gli aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità:
a) cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza, recapito telefonico ed indirizzo di posta elettronica;
b) cittadinanza;
c) il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
d) Comune o Stato Estero nelle cui liste elettorali è iscritto, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
e) i titoli di studio posseduti, con indicazione della data, sede e denominazione completa degli istituti in cui i titoli stessi sono stati conseguiti,nonché tutti i requisiti di ammissione richiesti dal presente Avviso. In caso di titolo conseguito presso Università Straniera dovranno essere indicati gli estremi del decreto di riconoscimento del Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca ai sensi delle norme vigenti;
f) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
g) il domicilio presso il quale devono, ad ogni effetto, essergli fatte pervenire le comunicazioni inerenti la presente selezione.
Il concorrente dovrà altresì dichiarare, sotto la propria personale responsabilità, di non aver riportato condanne penali o, in caso contrario, dovrà indicare quali condanne abbia riportato e procedimenti penali in corso a suo carico.
L’Azienda declina fin d’ora ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte dell’aspirante, o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali non imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa.
DOCUMENTAZIONE RICHIESTA (da allegare o autocertificare ai sensi della legge 183/2011)
Alla domanda di partecipazione all’avviso i concorrenti dovranno presentare dichiarazione sostitutiva relativa ai seguenti stati, fatti e qualità personali:
- Titoli di studio validi per l’ammissione (laurea e specializzazione richiesti) - Titoli attestanti la conoscenza richiesta, per l’attività oggetto del presente Avviso, come specificato all’art. 1, valevole al fine dell’ammissione;
- Tutti i titoli professionali e/o di carriera conseguiti, che il candidato ritenga opportuno far valere nel proprio interesse agli effetti della valutazione;
- Lavori scientifici: sono ammessi anche lavori in bozza o dattiloscritti, purché muniti della dichiarazione d’impegno da parte delle direzioni delle riviste, degli atti e delle collezioni presso le quali il lavoro verrà pubblicato;
- Qualsiasi altro titolo o documento, atto a comprovare la preparazione scientifica del concorrente;
- Curriculum formativo e professionale, redatto in carta semplice datato e firmato.
Il candidato dovrà inoltre presentare elenco dei documenti sopra indicati. Non è consentito aggiungere, dopo il termine di scadenza fissato, alcun altro documento, certificato, memoria, pubblicazione o parte di essa, né sostituire quanto già presentato.
Il candidato dovrà apporre la firma in calce alla domanda, a pena di esclusione. La sottoscrizione non necessita di autenticazione.
Il candidato potrà avvalersi della facoltà prevista dal DPR 445/2000 relativa all’autocertificazione.
Si precisa che in caso di dichiarazione sostitutiva di certificazioni da rendere nei modi previsti dalla legge con particolare riferimento al DPR 445/2000 relativa a requisiti di ammissione e/o titoli che possono dar luogo anche a valutazione, l’interessato è tenuto a specificare, con esattezza, tutti gli elementi ed i dati necessari affinché questa Amministrazione sia posta nelle condizioni di poter determinare il possesso dei requisiti e/o la valutabilità della dichiarazione ai fini della graduatoria.
Le pubblicazioni per essere oggetto di valutazione non possono essere autocertificate.
Le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà riguardanti tutti gli stati, fatti e qualità di cui all’art. 47 DPR 445/2000 e non espressamente indicati all’art. 46 del medesimo DPR, devono risultare da apposita dichiarazione nella domanda o nel curriculum.
Tutte le dichiarazioni sostitutive di certificazioni e tutte le dichiarazioni di conformità all’originale di fotocopie di documenti o fotocopie di pubblicazioni devono essere sottoscritte dall’interessato e corredate da una fotocopia del documento di identità. Per quanto concerne tali dichiarazioni è sufficiente apporre in calce o in allegato alla copia del documento di identità la seguente dicitura:
“Il sottoscritto (cognome e nome), consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall’art.  76 del D.P.R. 28 Dicembre 2000, n. 445, nonché della decadenza dai benefici conseguenti al provvedimento eventualmente emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, qualora dal controllo effettuato emerga la non veridicità del contenuto di taluna delle dichiarazioni rese (art. 75 D.P.R. n. 445/2000), dichiara sotto la propria responsabilità che ogni dichiarazione resa risponde a verità e che le fotocopie allegate alla domanda di partecipazione all’avviso pubblico sono conformi all’originale in suo possesso”.
Fermo restando quanto previsto dall’art. 26 della L. 15/68 circa le sanzioni penali previste per le dichiarazioni false, qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
Non saranno prese in considerazione dichiarazioni generiche che non consentano una idonea conoscenza degli elementi necessari per una corretta valutazione.
Art. 3
L’ammissione dei candidati è disposta dal Direttore S.C. Gestione del Personale e Rapporti con OO.SS.. Lo stesso dispone altresì la non ammissione dei candidati che, in base alle dichiarazioni contenute nelle domande ed alla documentazione a queste allegate, risultino privi dei requisiti prescritti, nonché di quelli le cui domande siano irregolari o pervenute fuori dai termini.
Art. 4
L’individuazione del soggetto cui attribuire la Borsa di Studio viene effettuata da un’apposita Commissione composta da tre esperti, nominata dal Direttore S.C. Gestione del Personale e Rapporti con le OO.SS., su indicazione del Direttore Sanitario aziendale, che sulla base della valutazione del curriculum formativo professionale nonché di uno specifico colloquio, provvede a formulare graduatoria di merito.
Per la valutazione del curriculum formativo e professionale nonché per il colloquio la Commissione ha a disposizione 60 punti, così ripartiti:
- 30 punti per la valutazione del curriculum formativo e professionale - 30 punti per il colloquio I 30 punti per la valutazione del curriculum formativo e professionale sono così ripartiti:
- Titoli professionali: punti 20 In tale categoria saranno valutate le attività professionali e similari, specifiche rispetto ai requisiti richiesti, svolte presso Enti Pubblici o privati (rapporto di lavoro subordinato, incarichi libero professionali, collaborazioni coordinate e continuative, frequenze volontarie, borse di studio,…).
Nell’ambito di tale categoria, il relativo punteggio sarà attribuito dalla Commissione secondo il prudente apprezzamento, tenuto conto, tra l’altro, della tipologia del rapporto, dell’impegno orario e di ulteriori elementi idonei ad evidenziare il livello di qualificazione professionale acquisito rapportato all’attività da espletare.
- Titolo vari: punti 10 In tale categoria verranno valutati gli ulteriori titoli, non rientranti nella precedente categoria, idonei ad evidenziare il livello di qualificazione professionale acquisito, quali: titoli di studio/professionali, corsi di formazione/aggiornamento, convegni scientifici, attività didattica, attività scientifica,…).
Nell’ambito di tale categoria, il relativo punteggio verrà attribuito dalla Commissione secondo il suo prudente apprezzamento, e con adeguata motivazione.
Il colloquio sarà diretto ad accertare la conoscenza nell’ambito del settore dell’attività, come specificatamente richiesto all’art.1 .
La data e la sede in cui si svolgerà il colloquio saranno comunicate ai candidati, a cura della Commissione, via e.mail , e verrà inviata almeno dieci giorni prima della data fissata per l’espletamento dello stesso.
I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno, nell’ora e nella sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dalla presente selezione, qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non dipendente dalla volontà dei singoli concorrenti.
E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito la sufficienza, pari ad un punteggio corrispondente alla metà più uno del punteggio disponibile del punteggio massimo per il colloquio.
La graduatoria di merito dei candidati redatta dalla Commissione e risultante da apposito verbale potrà essere utilizzata esclusivamente per il progetto in questione.
Gli atti risultanti da apposito verbale redatto dalla Commissione, contenente la graduatoria di merito dei candidati, nonché l’attribuzione della Borsa di Studio al candidato avente titolo, sono approvati con provvedimento del Direttore della S.C. Gestione del Personale e Rapporti con le OO.SS.
Art. 5
Il vincitore della Borsa di studio riceverà apposita comunicazione via mail a cura della S.C. Gestione del Personale e Rapporti con le OO.SS. dell’Azienda, ove saranno specificati gli eventuali adempimenti a suo carico ed il termine per l’inizio del servizio. E’ richiesta comunque una polizza assicurativa per la responsabilità civile verso terzi (ivi compresa l’Azienda U.S.L. 10 di Firenze) nonché per il caso di infortuni, malattie ed eventi di qualsiasi natura che possano accadere al contraente. La polizza, ad intero ed esclusivo carico del borsista, dovrà coprire l’intero periodo della durata della Borsa stessa.
Art. 6
La Borsa potrà anche essere revocata nel caso che l’assegnatario, senza giustificato motivo, non perseguisse regolarmente ed ininterrottamente e per tutta la durata  della Borsa, l’attività iniziata o si rendesse responsabile di gravi e ripetute negligenze o che, infine, desse prova di non possedere la necessaria attitudine allo svolgimento dell’attività oggetto della borsa di studio.
Nel caso in cui il borsista non effettui, se pure con giustificati motivi, la prevista frequenza settimanale, così come indicato nei termini del presente bando, è tenuto al recupero delle ore nel mese successivo.
Art. 7
L’inizio del godimento della Borsa di Studio decorrerà, per il candidato avente titolo, dalla data che sarà fissata dopo l’espletamento del concorso.
Decadrà dal diritto di godimento della Borsa colui che entro il termine di 10 giorni dalla data di ricezione della lettera di comunicazione, non dichiari di accettarla, o che non inizi la propria attività entro il termine fissato.
Potranno essere giustificati solo ritardi dovuti a gravi motivi di salute o a casi di forza maggiore debitamente comprovati.
Art. 8
Il pagamento della Borsa sarà effettuato in rate mensili posticipate, previa presentazione di dichiarazione di svolgimento dell’attività prevista dalla Borsa di studio stessa, con l’impegno orario richiesto. Detta dichiarazione dovrà essere rilasciata dal Direttore della Struttura presso cui l’interessato svolgerà la propria attività.
Il vincitore avrà diritto al rateo mensile previsto soltanto se avrà svolto almeno un mese di attività. In caso contrario, la Borsa sarà assegnata ad altro concorrente risultato idoneo secondo l’ordine della graduatoria.
L’Azienda si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di modificare, sospendere o annullare il presente bando senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto.
Per ulteriori chiarimenti ed informazione gli aspiranti potranno rivolgersi alla S.C. Gestione del Personale e Rapporti con le OO.SS. dell’Azienda U.S.L. 10 di Firenze – Presidio San Salvi – Villa Fabbri – Via di San Salvi n. 12 - 50135 Firenze (indirizzo email: paola.cinotti@asf.toscana.it).
Il Direttore Generale Paolo Morello Marchese