Concorso per 1 centralinista telefonico non vedente (lombardia) PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 76 del 23-10-2013
Sintesi: PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Concorso (Scad. 10 novembre 2013) Avviso di selezione per l assunzione di n. 1 centralinista non vedente a tempo determinato e parziale (20 h settimanali) per 12 mesi, inquadrato in ...
Ente: PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA
Regione: LOMBARDIA
Provincia: MONZA E DELLA BRIANZA
Comune: MONZA
Data di pubblicazione 24-10-2013
Data Scadenza bando 10-11-2013
Condividi

PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA

Concorso (Scad. 10 novembre 2013)

Avviso di selezione per l assunzione di n. 1 centralinista non vedente a tempo determinato e parziale (20 h settimanali) per 12 mesi, inquadrato in categoria B posizione economica B1, ai sensi della L. 113 del 29.3.1985, da assegnare al Settore Welfare mediante scelta nominativa, in applicazione alla convenzione ex art. 11 Legge 68 del 12.3.1999 in essere.


Si rende noto che questo Ente, in data 21 ottobre 2013, ha inoltrato al competente Servizio per il collocamento mirato del Settore Welfare, Via T. Grossi, 9 Monza, richiesta di nominativi per la selezione di n. 1 centralinista non vedente ai sensi della Legge 29/03/1985, n. 113.
Requisiti richiesti per lammissione alla selezione, anche ai sensi dellart.7 della legge 6 agosto 2013, n. 97:
1. iscrizione allelenco degli invalidi di cui allart. 8 della Legge 68/99 dei servizi per lImpiego della Provincia di Monza e della Brianza;
2. iscrizione allAlbo Professionale dei centralinisti telefonici privi di vista ai sensi della Legge 113/85;
3. et non inferiore ai 18 anni;
4. diploma di licenza di scuola media inferiore;
5. cittadinanza italiana, oppure essere cittadini di uno Stato membro dellUnione Europea o essere un loro familiare non avente la cittadinanza di uno Stato membro ma titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, oppure essere cittadini di paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;
6. godimento dei diritti civili e politici;
7. non essere stato destituito o dispensato dallimpiego presso una pubblica amministrazione per persistente, insufficiente rendimento ovvero non deve essere stato dichiarato decaduto da altro impiego statale ai sensi dellart. 127, lettera d) del Testo Unico approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957, n.3, oppure non deve essere stato licenziato ai sensi dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti;
8. non avere riportato condanne penali e/o non aver procedimenti penali in corso che ostacolino laccesso alla pubblica amministrazione secondo la normativa vigente.
Saranno invitati alla selezione gli iscritti allalbo dei centralinisti non vedenti che, alla data del 10 novembre 2013, risulteranno regolarmente iscritti alla lista legge 12 marzo 1999 n. 68 norme per il diritto al lavoro dei disabili della Provincia di Monza e della Brianza.
Per iscriversi necessario rivolgersi ai Centri per lImpiego della Provincia. Si ricorda che i centralinisti iscritti nell'albo professionale possono essere iscritti, a domanda, anche negli elenchi di province diverse da quella di residenza o domicilio (art 6 c.7 legge 29 marzo 1985, n. 113).
Le persone segnalate dal Servizio per il collocamento mirato, saranno sottoposte a selezione da parte di apposita commissione per la valutazione dei titoli e successivo colloquio.
Per maggiori informazioni rivolgersi al Settore Welfare, servizio per il collocamento mirato,
telefono 039 9752810, e-mail welfare-lavoro@provincia.mb.it.
Scadenza 10.11.2013.
F.to Il Direttore Generale
Giuseppe Mele