Nomina 'ALMA MATER STUDIORUM' DI BOLOGNA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 68 del 27-08-2013

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Nomina

Nota Bene: trattandosi di 'Nomina' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilitÓ di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarÓ visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich´┐Ż ´┐Ż scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Nomina
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 68 del 27-08-2013
Sintesi: UNIVERSITA' ┬źALMA MATER STUDIORUM┬╗ DI BOLOGNA Nomina Nomina della commissione giudicatrice per la procedura di valutazione comparativa ad un posto di ricercatore universitario, settore L-LIN/16 - Lingua e ...
Ente: 'ALMA MATER STUDIORUM' DI BOLOGNA
Regione: EMILIA ROMAGNA
Provincia: BOLOGNA
Comune: BOLOGNA
Data di pubblicazione 28-08-2013
Condividi

UNIVERSITA' ┬źALMA MATER STUDIORUM┬╗ DI BOLOGNA

Nomina

Nomina della commissione giudicatrice per la procedura di valutazione comparativa ad un posto di ricercatore universitario, settore L-LIN/16 - Lingua e letteratura nederlandese, presso la facolta' di lingue e letterature straniere.

 
 
                             IL RETTORE 
 
    Vista la legge 6 luglio 1998, n. 210; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 23  marzo  2000,
n. 117; 
    Visto il decreto rettorale n.  4762/572  del  21  dicembre  2000,
cosi' come modificato dal decreto rettorale n. 1065/2007,  contenente
il  Regolamento  dell'Universita'  degli  studi  di  Bologna   źsulle
modalita' di espletamento delle procedure  per  il  reclutamento  dei
professori universitari di ruolo e  dei  ricercatori  nonche'  per  i
trasferimenti e la mobilita' interna╗; 
    Visto il decreto rettorale n. 1432 del 17 dicembre 2009  con  cui
e'  stata  bandita,  tra  le  altre,  la  procedura  di   valutazione
comparativa per la copertura  di  un  posto  di  ricercatore  per  la
facolta' di lingue e letterature straniere  nel  settore  L-LIN/16  -
Lingua e letteratura nederlandese; 
    Visto il decreto rettorale n. 1219 del 21 dicembre 2011  con  cui
sono  stati  approvati  gli  atti  della  procedura  di   valutazione
comparativa per la copertura del posto in parola; 
    Visto il decreto rettorale n. 53 del 22 gennaio 2013 con  cui  si
e' proceduto ad annullare gli atti  della  procedura  di  valutazione
comparativa in oggetto - settore  L-LIN/16  -  Lingua  e  letteratura
nederlandese -  approvati  con  decreto  rettorale  n.  1219  del  1░
dicembre 2011 e si e' disposto che gli uffici avviassero le procedure
per la sostituzione della commissione giudicatrice; 
    Vista  la  deliberazione  adottata  il  21  febbraio   2013   dal
Dipartimento di lingue e letterature straniere  moderne  con  cui  e'
stato indicato il componente interno nella persona del  prof.  Garuti
Simone Giulio; 
    Visto il decreto rettorale n. 152 del  7  marzo  2013  di  nomina
della nuova commissione giudicatrice, composta dai professori  Garuti
Simone Giulio, Cometta Marina e Lendinara Patrizia; 
    Visto il decreto rettorale n. 321 del 22 aprile 2013 con cui sono
state accolte le dimissioni della prof.ssa Lendinara Patrizia; 
    Visto il risultato del sorteggio per  la  nomina  dei  componenti
delle commissioni giudicatrici tenutosi il 25 luglio 2013; 
    Visto l'art. 1, comma 8-bis della legge n. 1/2009 che consente la
partecipazione ai lavori delle commissioni giudicatrici di professori
universitari gia' cessati dal servizio; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
    La  prof.ssa  Nicoletta  Onesti,  professore   ordinario   presso
l'Universita'  di  Siena  sino  al  31  ottobre  2011,  e'   nominata
componente  della  commissione  giudicatrice   della   procedura   di
valutazione comparativa ad un posto di ricercatore universitario, per
il settore scientifico-disciplinare L-LIN/16 - Lingua  e  letteratura
nederlandese,  bandito  dalla  facolta'  di  lingue   e   letterature
straniere, in sostituzione della prof.ssa Lendinara Patrizia. 
                               Art. 2 
 
 
    La commissione risulta cosi' composta: 
      Garuti Simone Giulio -  Universita'  di  Bologna  -  professore
ordinario; 
    Cometta Marina - Universita' di Milano - professore ordinario; 
    Onesti Nicoletta - Universita' di Siena - professore ordinario. 
                               Art. 3 
 
 
    La commissione dovra' procedere nuovamente alla  definizione  dei
criteri di valutazione dei titoli e  delle  pubblicazioni,  ai  sensi
dell'art. 7 del  bando,  nonche'  alla  valutazione  comparativa  dei
candidati. 
    Saranno valutate esclusivamente le pubblicazioni  gia'  trasmesse
dai candidati. 
                               Art. 4 
 
 
    Ai sensi del comma 16 dell'art.  4  del  decreto  del  Presidente
della Repubblica n.  117/2000,  dalla  data  di  pubblicazione  nella
Gazzetta Ufficiale del presente decreto  rettorale  di  nomina  delle
commissioni giudicatrici decorrono i trenta giorni previsti dall'art.
9  del  decreto-legge  21  aprile  1995,  n.  120,  convertito,   con
modificazioni,  dalla  legge  21  giugno  1995,  n.   246,   per   la
presentazione al  rettore,  da  parte  dei  candidati,  di  eventuali
istanze di  ricusazione  dei  commissari.  Decorso  tale  termine  e,
comunque, dopo l'insediamento  della  commissione  non  sono  ammesse
istanze di ricusazione dei commissari. 
                               Art. 5 
 
 
    La commissione giudicatrice, ai sensi del comma  12  dell'art.  4
del  decreto  del  Presidente  della  Repubblica  n.   117/2000,   e'
autorizzata,  in  sede  di  riunione  preliminare,  ad  avvalersi  di
strumenti telematici di lavoro collegiale. 
 
                                                  Il rettore: Dionigi 
Avverso il presente provvedimento e' ammesso ricorso, entro  sessanta
  giorni dal ricevimento dello stesso,  al  Tribunale  amministrativo
  regionale dell'Emilia Romagna ed entro centoventi giorni e' ammesso
  il ricorso straordinario al Capo dello Stato.