Concorso-Mobilità per 1 dirigente medico di pediatria (puglia) AZIENDA OSPEDALIERA 'OSPEDALI RIUNITI' DI FOGGIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Mobilità

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Mobilità
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 56 del 31-07-2013
Sintesi: AZIENDA OSPEDALIERA 'OSPEDALI RIUNITI' DI FOGGIA Mobilità (Scad. 16 agosto 2013) Avviso pubblico di mobilità regionale per incarichi provvisori di Dirigente Medico disciplina Pediatria. In esecuzione ...
Ente: AZIENDA OSPEDALIERA 'OSPEDALI RIUNITI' DI FOGGIA
Regione: PUGLIA
Provincia: FOGGIA
Comune: FOGGIA
Data di pubblicazione 02-08-2013
Data Scadenza bando 16-08-2013
Condividi

AZIENDA OSPEDALIERA 'OSPEDALI RIUNITI' DI FOGGIA

Mobilità (Scad. 16 agosto 2013)

Avviso pubblico di mobilità regionale per incarichi provvisori di Dirigente Medico disciplina Pediatria.


In esecuzione della determinazione dirigenziale n. 1254 del 9/07/2013 è indetto Avviso Pubblico di mobilità, per titoli e prova colloquio, in ambito regionale, da attuarsi mediante passaggio diretto con cessione del contratto di lavoro, ai sensi dell’art. 30, comma 1, del D.Lgs n. 165/2001 e ss. mm. ed ii., per la copertura di posti vacanti di Dirigente Medico da assegnare alla Struttura Complessa di Pediatria.
La procedura e le modalità di espletamento del suddetto Avviso Pubblico sono quelle previste dal combinato disposto dell’art. 30, comma 1, del D.Lgs n. 165/2001 e ss. mm. ed ii., nonché dall’art. 2, co. 2 dalla L.R. n.12/2010.
Possono partecipare alla procedura di mobilità coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;
b) idoneità fisica all’impiego all’esercizio delle complete funzioni specifiche.
L’accertamento della stessa idoneità fisica, con l’osservanza delle norme in tema di categorie protette, è effettuato, a cura dell’Azienda Ospedaliera, prima dell’immissione in servizio;
c) titolarità di rapporto di lavoro a tempo indeterminato, in qualità di dirigente medico presso una Azienda Ospedaliera o una Azienda sanitaria o IRCSS pubblico del Servizio Sanitario Regionale ed aver superato positivamente il periodo di prova in strutture di Pediatria ed equipollenti.
Non possono, altresì, essere ammessi:
- coloro che abbiano subito condanne penali o provvedimenti superiori alla censura nell’ultimo biennio antecedente alla data di pubblicazione all’avviso di mobilità;
- coloro che siano stati dichiarati dal Collegio Medico competente o dal Medico competente aziendale, fisicamente “non idonei” ovvero “idonei con prescrizioni particolari” alle mansioni;
- coloro che hanno instaurato il rapporto di lavoro a tempo indeterminato con l’Azienda e Ente del servizio Sanitario della Regione Puglia a seguito di provvedimenti posti in essere in esecuzione dell’ 3, comma 40, della legge regionale n. 40/2007, dichiarata incostituzionale con sentenza n. 42/2011 del 7/02/2011.
I predetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione delle domande di ammissione.
MODALITA’ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 4, comma 1, del D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487, per essere ammessi a partecipare all’Avviso Pubblico, gli aspiranti devono inoltrare a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, tramite il servizio postale all’Azienda Ospedaliera “ Ospedale Riuniti “ - Viale Pinto - 71100 Foggia, ovvero tramite supporto informatico, via mail al seguente indirizzo: “ protocollo.ospriunitifg@pec.rupar.puglia.it “ entro e non oltre il 15^ giorno a decorrere dal giorno successivo a quello della pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, apposita domanda in carta semplice con i relativi allegati.
Qualora detto giorno sia festivo il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Le domande si considerano prodotte in tempo utile se spedite entro il termine indicato, certificato dal timbro a data dell’Ufficio Postale accettante nonché dalla data di invio della mail nel caso di utilizzo del supporto informatico.
MODALITA’ DI FORMULAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE
Per l’ammissione all’Avviso i candidati devono indicare:
- la data, il luogo di nascita e la residenza;
- il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
- il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
- le eventuali condanne penali riportate;
- i titoli di studio posseduti;
- la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;
- la titolarità di rapporto di lavoro a tempo indeterminato, in qualità di dirigente medico presso una Azienda Ospedaliera o una Azienda sanitaria o IRCSS pubblico del Servizio Sanitario Regionale ed aver superato positivamente il periodo di prova in strutture di Pediatria o equipollenti;
- dichiarazione che l’instaurazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato con l’Azienda e Ente del servizio Sanitario della Regione Puglia non è avvenuta a seguito di provvedimenti posti in essere in esecuzione dell’art. 3, comma 40, della legge regionale n. 40/2007, dichiarata incostituzionale con sentenza n. 42/2011 del 7/02/2011;
- i servizi prestati come impiegati presso pubbliche Amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
- la dichiarazione di idoneità alle funzioni ovvero che non sussistono alcuna prescrizioni limitative alle stesse.
I candidati devono, altresì, esprimere nella stessa domanda il proprio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi dell’art. 11 del D. Lgs. 30/06/2003, n. 196.
Il candidato dovrà specificare se la specializzazione è stata conseguita ai sensi del D. Lgs. 08/08/1991, n. 257 e del D. Lgs. 17/08/1999 n. 368, come pure la durata del Corso di specializzazione.
Nella domanda di ammissione all’Avviso l’aspirante deve indicare il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essergli fatta ogni necessaria comunicazione ed impegnarsi a comunicare ogni eventuale variazione.
La domanda deve essere sottoscritta dal candidato. Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. del 28/12/2000, n. 445 non è richiesta l’autenticazione di tale sottoscrizione.
L’Azienda non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure dalla mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda né per eventuali disguidi postali o telegrafici o, comunque, imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
I dati acquisiti con la presentazione della domanda e della documentazione allegata alla stessa saranno trattati nel rispetto del D. Lgs. 196/2003 per le finalità relativo all’accertamento dei requisiti di ammissione e per la valutazione di merito, ai sensi dell’art. 11 del D.P.R. n. 483/1997.
DOCUMENTAZIONE RICHIESTA
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 40 e seguenti del D.P.R. 445/2000, così come integrati dall’art. 15 della Legge 12 novembre 2011, n. 183, non possono essere allegate alla domanda di partecipazione tutte le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti;
In caso di presentazioni di dette certificazioni, le stesse non verranno prese in considerazione e saranno restituite.
Le attestazioni rientranti nella fattispecie sopra descritta, dovranno essere prodotte dai candidati sotto forma di dichiarazione di responsabilità resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. del 28/12/2000, n. 445 e contenere tutti gli elementi utili sia ai fini dell’ammissione alla seguente procedura, sia ai fini della valutazione dei titoli a cui attribuire i relativi punteggi.
È consentito, altresì, allegare in originale o nelle forme previste dalla normativa di cui al D.P.R. del 28/12/2000, n. 445, tutti gli atti, attestati e documenti ritenuti dai candidati utili ai fini della valutazione ed attribuzione dei relativi punteggi.
Le pubblicazioni devono essere allegate in copia autenticata sotto forma di dichiarazione di responsabilità resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. del 28/12/2000, n. 445; le stesse, comunque, devono essere edite a stampa.
Alla domanda deve essere allegato un Curriculum formativo e professionale redatto in carta semplice e sotto forma di dichiarazione di responsabilità ai sensi del D.P.R. del 28/12/2000, n. 445, datato e firmato, nonché un elenco in carta semplice redatto in triplice copia, datato e firmato dei titoli e dei documenti presentati.
Alla domanda di partecipazione deve essere allegata, a pena di esclusione, copia del documento di riconoscimento in corso di validità.
Commissione esaminatrice
La Commissione esaminatrice sarà nominata con deliberazione del Direttore Generale o del Commissario Straordinario.
Assegnazione dei punteggi e graduatoria finale
I punteggi sono così suddivisi:
punti 20 per i titoli;
punti 20 per la prova colloquio.
I titoli saranno valutati con i criteri di cui al D.P.R. 10/12/1997, n. 483, così come di seguito indicato:
punti 10 per i titoli di carriera;
punti 3 per i titoli accademici e di studio;
punti 3 per le pubblicazioni e titoli scientifici;
punti 4 per il curriculum formativo e professionale.
Ai fini dell’assegnazione del punteggio previsto dall’art. 27, comma 7, del D.P.R. 10 dicembre 1997, n. 483, è necessario che nella dichiarazione di responsabilità attestante il possesso del titolo di specializzazione sia riportato che il conseguimento della specializzazione sia avvenuto ai sensi del D.Lgs. 8/8/1991, n. 257, con l’indicazione della durata legale del corso di studio.
La specializzazione conseguita ai sensi del D. Lgs. n. 257/1991 e del D. Lgs. 368/99, anche se fatta valere come requisito di ammissione, verrà valutata tra i titoli di carriera come servizio prestato nel livello iniziale del profilo a concorso nel limite massimo della durata del Corso di specializzazione, secondo il disposto dell’art. 45 del già citato D. Lgs. 368/1999 in conformità alla nota del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali prot. n. 0017806 DGRUPS/1.8 d.n. 1/1 dell’11/03/2009.
Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni dell’ultimo comma dell’art. 46 del D. P. R. n. 761/1979, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto, in caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.
L’ammissione dei candidati sarà disposta con determinazione del Direttore dell’Area per le Politiche del Personale.
Per i candidati non ammessi varrà come notifica a tutti gli effetti, la pubblicazione della esclusione, con l’indicazione dei motivi, sul sito web www.sanita.puglia.it \ sito istituzionale OORR - FOGGIA/ riquadro TRASPARENZA / sezione Concorsi ed assunzioni.
L’avviso per la presentazione alla prova deve essere dato ai candidati almeno venti giorni prima di quello in cui devono sostenerla.
La prova deve svolgersi in aula aperta al pubblico.
L’ammissione alla graduatoria finale è subordinata al raggiungimento, nella prova, di un punteggio di sufficienza espresso intermini numerici in una votazione di almeno 14/20.
La graduatoria, così come formulata dalla Commissione esaminatrice secondo l’ordine dei punteggi riportati e derivanti dalla somma di quello relativo ai titoli e quello relativo alla prova, sarà approvata con determinazione del Direttore dell’Area per le Politiche del Personale.
Per quanto non specificatamente espresso nel bando, valgono le disposizioni di legge che disciplinano la materia concorsuale, con particolare riferimento al D.Lgs. n. 502/92 e successive modificazioni, dal D. Lgs. n. 165/2001, dal D.P.R. n. 483/97, dal D.P.R. n. 445/2000, nonché dai vigenti CC.CC.NN.LL. della Dirigenza Medica.
I candidati, utilmente collocati nella graduatoria di merito di cui sopra saranno beneficiari di un passaggio diretto presso questa Azienda mediante cessione del contratto di lavoro, giusta art. 30, comma 1, del D. Lgs n. 165/2011 e ss. mm. ii. e previa comunicazione all’Amministrazione di appartenenza senza necessità di nulla osta da parte di quest’ultima.
Il trasferimento sarà comunque subordinato all’accertamento, da parte del Medico Competente dell’Azienda, dell’assenza di qualsivoglia prescrizione medico - legale che limitino la capacità lavorativa.
L’Azienda si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio di modificare, prorogare, sospendere o annullare il presente bando, senza l’obbligo di comunicare i motivi e senza che i concorrenti possano avanzare pretese o diritti di sorta.
Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi all’Area per le Politiche del Personale - U.O. Concorsi ed Assunzioni dell’Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti” - Viale Pinto - 71100 Foggia. Responsabile del procedimento Sig. Luigi Granieri - Assistente Amministrativo - tel. 0881/733705 e 0881/732400- fax 0881/733897.
Il Dirigente Amministrativo
si, assunzioni e gestione della d.o.”
Dott. Massimo Scarlato
Il Direttore dell’Area per le Politiche del Personale
Dott. Michele Ametta