Concorso per 48 dottori di ricerca (marche) UNIVERSITA' DI CAMERINO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 48
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 58 del 23-07-2013
Sintesi: UNIVERSITA' DI CAMERINO Concorso (Scad. 9 settembre 2013) Concorso per l'ammissione al XXIX ciclo dei corsi di dottorato di ricerca a.a. 2013/2014 IL RETTORE ...
Ente: UNIVERSITA' DI CAMERINO
Regione: MARCHE
Provincia: MACERATA
Comune: CAMERINO
Data di pubblicazione 23-07-2013
Data Scadenza bando 09-09-2013
Condividi

UNIVERSITA' DI CAMERINO

Concorso (Scad. 9 settembre 2013)

Concorso per l'ammissione al XXIX ciclo dei corsi di dottorato di ricerca a.a. 2013/2014

 
 
                             IL RETTORE 
 
    Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; 
    Visto la legge 3 luglio 1998, n. 210, in particolare l'art. 4; 
    Visto il D.M. 30 aprile 1999, n. 224; 
    Vista la legge n. 240 del 30/12/2010 ed in particolare l'Art. 19; 
    Vista la circolare MIUR prot. 640 del 14/03/2011; 
    Visto lo Statuto di Ateneo, emanato con decreto rettorale n.  194
del 30 luglio  2012  e  pubblicato  sulla  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana - Serie Generale - Parte Prima,  n.  200  del  28
agosto 2012; 
    Vista l'adozione della Carta Europea dei Ricercatori e Codice  di
Condotta per loro assunzione e  l'adozione  della  strategia  risorse
umane; 
    Visto il "Regolamento dei corsi di dottorato di ricerca  e  della
School of Advanced Studies", emanato con D.R. n. 202 del 04/07/2013; 
    Richiamato l'Accordo di  programma  stipulato  tra  il  MIUR,  la
Provincia di  Macerata,  l'Universita'  degli  studi  di  Camerino  e
l'Universita' degli studi di Macerata in data 11/02/2010; 
    Vista l'assegnazione DM  198/03  finalizzata  al  dottorato  XXIX
ciclo (prot. MIUR 2891 del 06/12/2012 ) e il DM 45/2013; 
    Vista l'assegnazione borse di  studio  post-lauream  2012  (prot.
MIUR 901/2012 e prot. MIUR 2887/2012); 
    Visto il Protocollo di Intesa tra Regione Marche e le Universita'
delle Marche, approvato con D.G.R. n. 740 del 20 maggio 2013; 
    Vista la delibera  del  Consiglio  di  Scuola  Internazionale  di
Dottorato, nella seduta n. 41 del 21/06/2012; 
    D'intesa con il Rettore dell'Universita' di Macerata; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
    E' indetto il concorso per l'ammissione al XXIX ciclo  dei  corsi
di dottorato di ricerca attivati dalla School of Advanced  Studies  -
Scuola Internazionale di Dottorato dell'Universita' di  Camerino  (da
qui denominata SAS), unico per cittadini U.E. ed extra-  U.E.,  nelle
seguenti aree di ricerca e nei rispettivi curricula: 
a) Chemical and Pharmaceutical Sciences and Biotechnology 
    - Chemical Sciences 
    - Pharmaceutical Sciences 
b) Legal and Social Sciences 
    - Civil Law and Constitutional Legality 
    - Fundamental Rights in the Global Society 
    - Work and Legality 
d) Life and Health Sciences 
    - Molecular and cellular biotechnology 
    - One health (in line with the international initiative dedicated
to improving the lives of all  species  through  the  integration  of
studies  on  human  health,   veterinary   medicine   with   possible
development of drugs, and environmental science) 
    - Ecosystems and biodiversity management 
e) Sciences and Technology 
    Mathematical methodologies for fundamental research 
    Mathematical methods for industrial and economic applications 
    Theoretical and computational physics 
    Experimental and applied physics 
    Computer science 
    Chemical processes and properties of Earth systems 
    Physical processes and properties of Earth systems 
    I corsi hanno  durata  triennale,  avranno  inizio  entro  il  31
gennaio 2014 e termineranno il 30 gennaio 2017, e si  concludono  con
la redazione di una tesi originale in  lingua  inglese.  In  aggiunta
alle attivita' direttamente finalizzate alla preparazione della tesi,
gli ammessi ai corsi sono tenuti a partecipare ad attivita' formative
organizzate dalla S.A.S.; sono  inoltre  incoraggiate  esperienze  di
mobilita'   intersettoriale,   all'esterno   dell'Universita'.    Per
l'accesso all'esame finale i candidati dovranno  dimostrare  di  aver
trascorso nel triennio almeno  sei  mesi  all'estero  in  istituzioni
abilitate a svolgere attivita' di ricerca e alta formazione. 
    Per i migliori tra i candidati ammessi e' prevista l'assegnazione
di una borsa di studio che puo' essere  mantenuta  per  il  triennio,
previa verifica annuale  dei  risultati  ottenuti.  E'  garantito  il
finanziamento di almeno n. ___ borse di studio complessive. 
    Il numero delle  borse  potra'  aumentare  grazie  ad  accordi  e
convenzioni con enti pubblici e/o privati esterni all'Universita'  di
Camerino tra cui gli accordi previsti nel Protocollo  di  Intesa  tra
Regione Marche e le Universita' delle Marche, approvato con D.G.R. n.
740 del 20 maggio 2013. Le borse di studio saranno attribuite secondo
le procedure di selezione previste dal presente bando. Il  numero  di
borse disponibili sara' indicato nell'apposita sezione del  sito  web
http://www.unicam.it/laureati/dottorato/index.asp 
    Sulla base delle graduatorie di merito saranno  resi  disponibili
n. 48 posti di cui minimo 24 coperti da borsa di studio ed i restanti
senza fruizione di borsa di studio. Quest'ultimi potranno diminuire a
seguito dell'incremento dei posti  coperti  da  borsa  di  studio.  I
candidati senza fruizione di borsa di  studio  dovranno  indicare  se
possono ottenere supporto finanziario da Enti  pubblici  e/o  privati
diversi dall'Universita' di Camerino. 
    Le borse di studio  sono  confermate  annualmente  dal  Consiglio
S.A.S., dopo verifica del Collegio dei Docenti dell'attivita'  svolta
nell'anno precedente dal dottorando. 
                               Art. 2 
 
 
    Possono accedere al dottorato di ricerca,  senza  discriminazioni
di genere,  eta',  religione  e  nazionalita',  coloro  che  sono  in
possesso di diploma di laurea  conseguito  ai  sensi  di  ordinamenti
antecedenti il DM 509/99, di  laurea  specialistica/magistrale  o  di
analogo titolo accademico conseguito presso Universita' non italiane,
riconosciuto dalle autorita' accademiche. Qualora il titolo  non  sia
gia' stato riconosciuto, sara' il Consiglio della SAS  a  dichiararne
l'equipollenza, al solo fine dell'ammissione al Dottorato. 
    Possono presentare domanda di ammissione  anche  coloro  i  quali
conseguiranno il titolo di cui al precedente paragrafo  entro  il  31
ottobre 2013. In tal caso l'ammissione viene disposta  "con  riserva"
ed il candidato e' tenuto a presentare il  certificato  di  laurea  o
dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta' ai sensi dell'art. 47
del D.P.R. n. 445/00, entro il 12 novembre 2013. 
                               Art. 3 
 
 
    La domanda di ammissione dovra' essere  compilata  esclusivamente
(pena esclusione dalla procedura di selezione/ammissione) sul  format
accessibile                dal                sito                web
http://www.unicam.it/laureati/dottorato/call.asp entro il 09/09/2013.
Il   candidato   dovra'    fornire    almeno    3    nominativi    di
docenti/ricercatori  (presenter)  che  saranno  contattati  per   via
telematica dal personale della SAS al fine di ottenere una lettera di
presentazione redatta secondo un format prestabilito disponibile  sul
sito web. La lettera  di  presentazione  dovra'  pervenire  entro  il
16/09/2013 e verra' acclusa al dossier di ogni candidato. 
    E'  responsabilita'  del  candidato  accertarsi  che  almeno   un
docente/ricercatore abbia  effettuato  la  procedura  di  inserimento
della lettera di presentazione. La mancanza di tale lettera e'  causa
di esclusione dalla procedura di selezione/ammissione. 
    E' inoltre causa di esclusione il  non  aver  compilato  i  campi
obbligatori. Non  saranno  accettate  domande  in  fac-simile  o  con
allegati in cartaceo. 
    I candidati porranno  particolare  attenzione  alla  compilazione
dell'ipotesi di programma  di  ricerca  (redatta  preferibilmente  in
lingua inglese),  poiche'  essa  sara'  la  base  principale  per  la
valutazione  dell'attitudine  alla  ricerca.  Si   richiama   inoltre
l'attenzione  dei  candidati  sulla  necessita'  di   indicare   come
riferimento dei propri  interessi  scientifici  fino  a  3  "research
topics",     tra     quelli      elencati      nel      sito      web
http//web.unicam.it/laureati/dottorato/phd_courses.asp, in ordine  di
priorita'. L'indicazione dei "research topics" non e' vincolante  per
l'assegnazione del progetto di ricerca da svolgere durante  il  corso
di dottorato. 
                               Art. 4 
 
 
    Preventivamente,  l'ipotesi  di  programma   di   ricerca   sara'
analizzato attraverso un software per  il  rilevamento  di  eventuali
infrazioni ascrivibili a  plagio;  i  dossier  risultati  positivi  a
questa analisi saranno esclusi dalla procedura di valutazione. 
    La  valutazione  dell'attitudine  alla  ricerca  scientifica  dei
candidati viene svolta attraverso una prima fase di selezione operata
dai Collegi dei Docenti con  successiva  approvazione  del  Consiglio
S.A.S. Una seconda fase prevede una  selezione  a  evidenza  pubblica
volta alla verifica  della  preparazione  del  candidato,  della  sua
attitudine alla ricerca scientifica ed alla conoscenza di una o  piu'
lingue straniere. I rispettivi Collegi dei Docenti  forniscono  liste
di  esterni  esperti  nei  macrosettori  scientifici  dei  corsi   di
dottorato al cui interno gli uffici della S.A.S.  individuano  almeno
due  valutatori  per  ciascun  candidato  evitando  il   conferimento
dell'incarico di valutatore a soggetti in conflitto di interesse. 
    La  valutazione  compiuta  dai   membri   esterni   esperti   nei
macrosettori scientifici dei corsi di  dottorato  produce  una  short
list di idonei. 
    L'elenco dei candidati idonei sara' pubblicato sul sito  internet
http://www.unicam.it/laureati/dottorato/index.asp  e  ne  sara'  data
comunicazione ad ogni candidato via e-mail.  La  data  del  colloquio
sara' comunicata ai candidati via e-mail con un preavviso  minimo  di
10 giorni. 
    I candidati idonei elencati in short list saranno  sottoposti  ad
interview per produrre  la  graduatoria  finale.  Le  interview  sono
condotte da Commissioni designate dai Collegi dei docenti di  ciascun
corso di dottorato, preferibilmente  in  via  telematica  e  comunque
avendo cura di non discriminare o scoraggiare i  candidati  residenti
all'estero. 
    La graduatoria finale  sara'  approvata  con  Decreto  Rettorale,
previa verifica della regolarita' degli atti, raccolto il parere  del
Nucleo di Valutazione di  Ateneo,  e  pubblicata  sul  sito  internet
http://www.unicam.it/laureati/dottorato/index.asp 
                               Art. 5 
 
 
    I candidati ammessi ai corsi dovranno inviare, entro  il  termine
perentorio di 15 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione
di ammissione al corso da parte  dell'Ateneo,  una  dichiarazione  di
accettazione    dell'iscrizione    tramite    e-mail    all'indirizzo
postlaurea@unicam.it . 
    Prima dell'inizio  della  frequenza  al  corso  di  dottorato,  i
candidati ammessi dovranno compilare la domanda di iscrizione, su  un
modello predisposto dall'Amministrazione universitaria, corredata  da
fotocopia del documento di identita' e debitamente firmata. 
    I candidati non comunitari, prima dell'inizio della frequenza  al
corso, oltre alla regolarizzazione dell'iscrizione  dovranno  inviare
tramite fax (0737/402099) o  tramite  mail  (postlaurea@unicam.it)  i
seguenti documenti: 
      1.     la     "dichiarazione     di     valore"      rilasciata
dall'Ambasciata/Consolato italiano competente per territorio; 
      2. un certificato attestante il titolo posseduto, con la  lista
degli esami e dei voti conseguiti, tradotto in italiano o  inglese  e
autenticato da  un'Ambasciata/Consolato  competente  per  la  nazione
dell'Universita' che ha rilasciato il titolo; 
      3. una fotocopia del passaporto. 
                               Art. 6 
 
 
    Per l'attribuzione delle borse di  studio  e'  richiesto  che  il
candidato abbia conseguito il titolo di ammissione  al  dottorato  da
meno di sei anni alla data di scadenza del bando, elevabili  ad  otto
anni qualora il candidato  abbia  frequentato  anche  una  Scuola  di
Specializzazione  e  di  un  ulteriore  anno   per   ogni   eventuale
gravidanza. 
    L'importo delle  borse  di  studio  e'  di  Euro  1.137,00  (euro
millecentotrentasette/00) lorde mensili, eventualmente incrementabile
annualmente  dagli  Organi  competenti.  Per  i  periodi  di  ricerca
trascorsi  all'estero,  la  borsa  verra'  maggiorata  del   50%.   I
dottorandi extra U.E. possono svolgere il periodo di mobilita'  anche
in Italia, preferenzialmente in istituzioni  di  ricerca  di  valenza
internazionale. 
    A decorrere dal secondo anno a ciascun dottorando,  con  o  senza
borsa o  altre  forme  di  sostegno,  e'  assicurato  un  budget  per
l'attivita' di ricerca in Italia e all'estero adeguato alla tipologia
di corso e comunque non inferiore al 10% dell'importo di una borsa di
studio. 
    Per la fruizione della borsa  di  studio  il  limite  di  reddito
personale complessivo annuo lordo e'  fissato  in   15.000,00  (euro
quindicimila/00). Alla  determinazione  di  tale  reddito  concorrono
redditi di origine  patrimoniale,  nonche'  emolumenti  di  qualsiasi
altra natura compresi quelli di natura  occasionale,  con  esclusione
della borsa di studio. Per tutta la durata del corso di dottorato  e'
vietato lo svolgimento  di  prestazioni  a  tempo  indeterminato.  Il
candidato, per il beneficio della borsa,  si  avvale  della  facolta'
dell'autocertificazione da riferire al periodo di imposta coincidente
con l'anno solare nel  quale  e'  effettivamente  erogata  la  borsa.
L'Amministrazione universitaria  potra'  effettuare  controlli  sulla
veridicita' delle predette autocertificazioni. 
    Nell'ipotesi di  superamento  del  reddito,  il  dottorando,  pur
mantenendo il proprio status, decade dal godimento  della  borsa  con
l'obbligo di restituzione della quota gia' percepita nell'anno solare
di riferimento. 
    Le borse vengono erogate in 36 rate mensili posticipate. 
    Chi abbia usufruito di una  borsa  di  studio  per  un  Corso  di
dottorato, per almeno un anno,  non  puo'  chiedere  di  fruirne  una
seconda volta. 
    Le borse di studio non sono cumulabili con altre borse di  studio
a qualsiasi titolo conferite,  tranne  che  con  quelle  concesse  da
Istituzioni nazionali o straniere utili ad  integrare  con  soggiorni
all'estero l'attivita' di ricerca dei dottorandi. 
    I candidati che fruiscono di assegni di  ricerca,  qualora  siano
collocati utilmente  nelle  graduatorie  di  merito,  ma  non  tra  i
vincitori, sono ammessi in soprannumero. 
    In base alle leggi  vigenti,  e'  garantita  agli  stranieri  non
comunitari l'assistenza sanitaria al pari degli studenti  italiani  e
comunitari,  ma  e'  richiesta  obbligatoriamente   l'iscrizione   al
Servizio Sanitario Nazionale al costo annuale di  150,00 (euro conto
cinquanta/00) e la copertura della spesa per la richiesta  e  rinnovo
annuale   del   permesso   di   soggiorno   di       154,50    (euro
centocinquantaquattro/50). 
                               Art. 7 
 
 
    L'ammontare annuo  dei  contributi  per  l'accesso  ai  Corsi  di
dottorato  e  per  la  relativa  frequenza  e'  di    830,00   (euro
ottocentotrenta/00), cui  si  aggiunge  la  tassa  regionale  per  il
diritto  allo  studio   universitario   pari   a      140,00   (euro
centoquaranta/00). 
    L'importo per l'accesso ai Corsi di  dottorato  e'  diviso  in  2
rate: 
      1 rata  570,00 (all'atto  dell'iscrizione  e  dell'iscrizione
agli anni successivi) 
      2 rata  400,00 (entro il 30 giugno di ciascun anno). 
    I  dottorandi  titolari  delle  borse  di  Dottorato,  nonche'  i
borsisti e gli idonei a borse  di  studio  ERSU  sono  esonerati  dai
contributi per l'accesso e la frequenza ai corsi, ma sono  tenuti  al
pagamento della tassa  regionale  per  il  diritto  allo  studio  per
ciascun anno di corso. Per i  dottorandi  stranieri  senza  borsa  la
tassa regionale per il diritto  allo  studio  sara'  a  carico  della
S.A.S. 
                               Art. 8 
 
 
    L'iscrizione ai  corsi  di  Dottorato  e'  incompatibile  con  la
contemporanea iscrizione a corsi di laurea e di laurea magistrale, ai
corsi di master universitari, alle Scuole di  specializzazione  o  ad
altri corsi di dottorato. E' possibile una deroga nel  caso  in  cui,
all'atto dell'immatricolazione, il dottorando sia in difetto del solo
esame finale di altro corso, relativo all'anno accademico  precedente
a quello di iscrizione al dottorato. 
    I dottorandi hanno l'obbligo di frequentare i Corsi di  dottorato
e di compiere continuativamente attivita'  di  studio  e  di  ricerca
nell'ambito  delle  strutture  destinate  a  tal  fine,  secondo   le
modalita' fissate dal Collegio dei docenti. Nel caso di inadempimento
degli obblighi, trascorsi almeno 6 mesi dall'inizio delle  attivita',
il Collegio dei docenti puo'  proporre  al  Consiglio  della  S.A.S.,
l'esclusione del dottorando dal corso e dal  beneficio  della  borsa.
L'eventuale esclusione ha  effetto  dalla  data  della  comunicazione
all'interessato della delibera del Consiglio della S.A.S. 
    Nell'ambito delle attivita' formative previste dal  Collegio  dei
docenti, i dottorandi potranno essere impegnati in attivita' di stage
presso soggetti pubblici o privati, esterni all'Universita'. 
    I  dottorandi  iscritti  ad  anni  successivi  al  primo  possono
svolgere, previo nulla osta del Collegio dei docenti e senza che cio'
comporti  alcun  incremento  della  borsa  di  studio,  attivita'  di
tutorato  e   attivita'   didattica   integrativa,   anche   mediante
affidamento di specifici corsi e/o  moduli  didattici.  La  struttura
presso la quale il dottorando  svolge  la  propria  attivita'  ha  il
dovere di vigilare affinche' il  cumulo  delle  attivita'  didattiche
eventualmente affidate a qualunque titolo al dottorando sia  tale  da
non pregiudicare il proficuo svolgimento delle attivita' di ricerca e
comunque non superi il limite di 40 ore/anno. 
    L'attivita' didattica non comporta alcun onere per  l'Universita'
e potra' essere affidata ai dottorandi  solo  previo  consensi  degli
stessi; essa non deve  in  ogni  caso  compromettere  l'attivita'  di
formazione alla ricerca. 
    L'attivita'  didattica  non  da'  luogo  a  diritti   in   ordine
all'accesso ai ruoli dell'Universita'. 
                               Art. 9 
 
 
    Il titolo di Dottore  di  ricerca,  abbreviato  con  le  diciture
'Dott.   Ric.'   ovvero   'Ph.D.',   e'   rilasciato   dal    Rettore
dell'Universita'  di   Camerino   ed   eventualmente   da   autorita'
accademiche di istituzioni con le quali esistano accordi di co-tutela
o titolo congiunto, e si consegue all'atto del superamento dell'esame
finale. 
    Per sostenere l'esame finale i dottorandi devono presentare  alla
S.A.S. ai valutatori esterni ed  ai  componenti  la  Commissione  una
copia della tesi  di  dottorato,  consistente  in  una  dissertazione
scritta o in un lavoro grafico, su supporto magnetico, corredata  dal
giudizio complessivo del Collegio dei docenti. 
    La tesi, alla quale sara' allegata una  relazione  del  dottorato
sulle  attivita'  svolte  nell'intero   corso   e   sulle   eventuali
pubblicazioni,  e'  valutata  da  almeno  due  docenti   di   elevata
qualificazione, anche appartenenti ad istituzioni estere, esterni  ai
soggetti che hanno concorso al  rilascio  del  titolo  di  dottorato,
denominati valutatori esterni.  I  valutatori  esterni  esprimono  un
giudizio analitico  scritto  sulla  tesi  e  propongono  l'ammissione
all'esame finale del dottorando od  il  rinvio  per  un  periodo  non
superiore a 6 mesi se ritengono necessarie significative integrazioni
o correzioni. Il giudizio dei valutatori va inviato alla  Commissione
d'esame finale. Non e' possibile ripetere l'esame finale. 
    Le Commissioni per l'esame finale, nominate dal  Direttore  S.A.S
su  proposta  del  Collegio  dei  docenti  dell'area  di  ricerca  di
competenza, sono composte da professori e i ricercatori  universitari
di   ruolo,   titolari   di   discipline   attinenti    ai    settori
scientifico-disciplinari cui si riferisce il corso, a maggioranza non
appartenenti all'Universita' di Camerino, di norma con la presenza di
esperti non italiani. 
    Per comprovati motivi che non consentano la  presentazione  della
tesi nei tempi previsti, il Direttore della S.A.S. su  richiesta  del
Collegio dei Docenti, puo' autorizzare  una  proroga  fino  al  ciclo
successivo. 
                               Art. 10 
 
 
    Per quanto non previsto nel presente  bando,  si  fa  riferimento
all'art. 4 della legge n. 210 del 3 luglio 1998, al D.M. 224  del  30
aprile 1999, all'art. 19 della legge 240 del 30 dicembre 2010  ed  al
vigente Regolamento di Ateneo in materia di dottorato di ricerca. 
                               Art. 11 
 
 
    Tutti gli avvisi e le  notizie  inerenti  la  presente  selezione
verranno resi  noti  agli  interessati  tramite  pubblicazione  sulla
pagina web: http://www.unicam.it/laureati/dottorato/index.asp. 
      Camerino, 4 luglio 2013 
 
                                                Il rettore: Corradini