Concorso per 3 tecnici area tecnico scentifica, addetti elaborazione dati (lazio) UNIVERSITA' DI CASSINO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 3
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 47 del 14-06-2013
Sintesi: UNIVERSITA' DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE Concorso (Scad. 15 luglio 2013) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di tre unita' di personale a tempo indeterminato e parziale (75%), di ...
Ente: UNIVERSITA' DI CASSINO
Regione: LAZIO
Provincia: FROSINONE
Comune: CASSINO
Data di pubblicazione 14-06-2013
Data Scadenza bando 15-07-2013
Condividi

UNIVERSITA' DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE

Concorso (Scad. 15 luglio 2013)

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di tre unita' di personale a tempo indeterminato e parziale (75%), di categoria C, posizione economica C1 dell'area tecnica, tecnico scientifica ed elaborazione dati, presso il centro di Ateneo per i servizi informatici.

 
 
                        IL DIRETTORE GENERALE 
 
    Visto il D.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3,  con  il  quale  e'  stato
approvato il T.U. delle disposizioni  concernenti  lo  Statuto  degli
impiegati  civili  dello  Stato   e   successive   modificazioni   ed
integrazioni; 
    Visto il D.P.R. 3 maggio 1957, n. 686,  relativo  alle  norme  di
esecuzione  del   citato   T.U.   e   successive   modificazioni   ed
integrazioni; 
    Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168; 
    Visto lo Statuto dell'Universita' degli Studi di  Cassino  e  del
Lazio Meridionale, emanato  con  Decreto  Rettorale  n.  825  del  19
dicembre 2011 e  pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale  n.  4  del  5
gennaio 2012; 
    Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive  modificazioni
ed integrazioni ed il relativo regolamento di Ateneo  di  attuazione,
approvato  con  Decreto  Rettorale  n.  844  del  9  settembre  1999,
concernente le norme in materia di procedimento amministrativo  e  di
diritto di accesso ai documenti amministrativi; 
    Vista la legge 10 aprile 1991, n. 125,  che  garantisce  le  pari
opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro; 
    Vista  la  legge  5  febbraio  1992,   n.   104,   e   successive
modificazioni  ed  integrazioni,  per  l'assistenza,   l'integrazione
sociale e i diritti delle persone disabili; 
    Visto l'art. 1, comma 1, lett. d), del D.P.C.M. 7 febbraio  1994,
n. 174, con cui  e'  stato  adottato  il  Regolamento  recante  norme
sull'accesso dei cittadini degli Stati membri dell'Unione europea  ai
posti di lavoro presso le Amministrazioni pubbliche; 
    Visto  il  D.P.R.  9  maggio  1994,  n.  487,  concernente  norme
sull'accesso agli  impieghi  nelle  Pubbliche  Amministrazioni  e  le
modalita' di svolgimento dei concorsi  e  successive  integrazioni  e
modificazioni; 
    Vista la legge 15 maggio 1997, n. 127, recante misure urgenti per
lo snellimento dell'attivita' amministrativa e  dei  procedimenti  di
decisione e di controllo, e successive modificazioni introdotte dalla
legge 16 giugno 1998, n. 191; 
    Vista la legge 12 marzo 1999, n. 68 e successive modificazioni ed
integrazioni, recante norme per il diritto al lavoro dei disabili, ed
in particolare l'art. 7, comma 2, che dispone, in favore dei predetti
soggetti, la statuizione  di  una  riserva  di  posti,  nei  concorsi
pubblici, nei limiti della complessiva quota d'obbligo, fino  al  50%
dei posti messi a concorso; 
    Visto il D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, recante il testo  unico
delle  disposizioni   legislative   regolamentari   in   materia   di
documentazione  amministrativa,   e   successive   modificazioni   ed
integrazioni; 
    Visto il d.lgs. 8 maggio 2001, n. 215 recante  «Disposizioni  per
disciplinare la trasformazione progressiva dello  strumento  militare
in professionale, a norma  dell'art.  3,  comma  1,  della  legge  14
novembre 2000, n. 331»; 
    Visto il d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165 e successive  modificazioni
ed integrazioni; 
    Vista il d. lgs. 31 luglio 2003,  n.  236  recante  «Disposizioni
integrative e correttive del decreto legislativo 8  maggio  2001,  n.
215, in materia di disciplina della trasformazione progressiva  dello
strumento militare in professionale, a norma dell'art.  3,  comma  1,
della legge 14 novembre 2000, n. 331»; 
    Visto il d. lgs. 30 giugno 2003, n. 196,  recante  il  codice  in
materia di protezione dei dati personali, e s.m.i.; 
    Visto il d. lgs. 27 ottobre 2009,  n.  150,  recante  «Attuazione
della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di  ottimizzazione  della
produttivita' del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle
pubbliche amministrazioni», che agli artt. 24 e  62  dispone  che  le
Amministrazioni Pubbliche, a decorrere dall'1.1.2010, coprono i posti
disponibili nella dotazione organica attraverso concorsi pubblici con
riserva non superiore al 50%  a  favore  del  personale  interno,  in
possesso del titolo di studio richiesto per l'accesso dall'esterno; 
    Vista la legge 30 luglio 2010, n. 122, di «Conversione in  legge,
con modificazioni, del d. l. 31 maggio 2010, n.  78,  recante  misure
urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitivita'
economica», ed in particolare l'art. 9; 
    Vista la legge 12 novembre 2011, n. 183 recante «Disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato»  (Legge
di stabilita' 2012) ed in particolare l'art. 15: «Norme in materia di
certificati e dichiarazioni sostitutive e divieto di introdurre,  nel
recepimento di direttive dell'Unione europea, adempimenti  aggiuntivi
rispetto a quelli previsti dalle direttive stesse»; 
    Visto il d. lgs. n. 49 del 29 marzo 2012, recante «Disciplina per
la programmazione, il monitoraggio e la valutazione  delle  politiche
di bilancio e di  reclutamento  degli  atenei,  in  attuazione  della
delega prevista dall'art 5, c. 1, della l. 240/2010»; 
    Visto il C.C.N.L. del comparto  Universita'  vigente,  nonche'  i
CC.CC.NN.L. precedentemente sottoscritti; 
    Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19  giugno
2012, con la quale e' stato approvato il documento di  programmazione
per il fabbisogno di personale per il triennio 2012-2014; 
    Considerato che nella suddetta programmazione sono  previsti  tre
posti  di  categoria  C,   area   tecnica,   tecnico-scientifica   ed
elaborazione dati, per le esigenze del Centro di Ateneo per i Servizi
Informatici di questa Universita'; 
    Visto l'avviso di mobilita' prot. n. 12360 del 3 luglio 2012, con
il quale e' stata attivata la procedura di  mobilita'  in  attuazione
dell'art. 30 del d. lgs. 30 marzo 2001, n. 165  e  dell'art.  57  del
C.C.N.L. Comparto Universita' 2006-2009, che ha avuto esito negativo; 
    Considerato che a seguito  dell'esperimento  con  esito  negativo
della procedura prevista dagli artt.  30  e  34  bis  del  d.lgs.  n.
165/2001, e' possibile procedere all'indizione della selezione; 
    Visto il d. l. 6 luglio 2012,  n.  95,  intitolato  «Disposizioni
urgenti per la revisione della  spesa  pubblica  con  invarianza  dei
servizi ai cittadini» il cui art. 14, comma 3, prevede  l'inserimento
del comma 13 bis dopo il comma 13 dell'art. 66 del  D.L.  25.06.2008,
n. 112, che pone limiti precisi alle assunzioni di personale a  tempo
indeterminato e di ricercatori a tempo determinato  per  il  triennio
2012-2014; 
    Tenuto conto che  la  predetta  norma  non  preclude  l'avvio  di
procedure   di   reclutamento   di    personale,    in    conformita'
all'ordinamento vigente, che potranno finalizzarsi in  assunzioni  al
verificarsi delle condizioni prescritte dal succitato decreto; 
    Ritenuto necessario, al fine  di  assicurare  il  buon  andamento
dell'azione amministrativa, emanare il bando  di  selezione  per  tre
unita' di cat. C, quali determinate nella  programmazione  2012-2014,
condizionando l'assunzione in servizio alla effettiva  disponibilita'
di questo Ateneo per le spese del personale e alla  insussistenza  di
eventuali vincoli normativi all'assunzione; 
    Accertata l'inesistenza di graduatorie  utili  di  concorsi  gia'
espletati, in relazione alla specifica professionalita' richiesta; 
    Accertata la copertura finanziaria  sul  bilancio  di  previsione
dell'Ateneo: 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                          Posti a concorso 
 
 
    E' indetto un concorso pubblico, per  titoli  ed  esami,  per  il
reclutamento di n. 3 unita' di personale,  a  tempo  indeterminato  e
parziale (75%), di categoria C, posizione economica C1, area tecnica,
tecnico-scientifica ed elaborazione dati, per le esigenze del  Centro
di Ateneo per i Servizi Informatici dell'Universita' degli  Studi  di
Cassino e del Lazio Meridionale, di cui: 
      1. n. 1 posto da riservare, ai sensi dell'art. 52, comma 1-bis,
del d.lgs.30 marzo 2001, n. 165, al personale a  tempo  indeterminato
in servizio presso l'Universita' degli Studi di Cassino e  del  Lazio
Meridionale, inquadrato nella categoria B dell'area servizi  generali
e tecnici, che non sia incorso negli  ultimi  due  anni  in  sanzioni
disciplinari piu' gravi  del  rimprovero  scritto  e  che  non  abbia
procedimenti disciplinari in corso. 
    Resta   in   ogni   caso   ferma   la   possibilita'   da   parte
dell'Universita'  di  utilizzare,  in  funzione  delle  esigenze   di
servizio, le unita' di personale reclutate con la presente  procedura
concorsuale presso una qualunque delle proprie sedi  operative  anche
per altre mansioni proprie della categoria a concorso. 
                               Art. 2 
 
 
                     Requisiti per l'ammissione 
 
 
    Per l'ammissione  al  concorso  di  cui  sopra  e'  richiesto  il
possesso dei seguenti requisiti: 
      a) cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani
gli Italiani non appartenenti alla Repubblica), o cittadinanza di uno
degli Stati membri dell'Unione Europea (in questo caso  e'  richiesta
una adeguata conoscenza della lingua italiana); 
      b) titolo di studio: diploma di scuola secondaria di II grado; 
      c) aver ottemperato alle leggi sul reclutamentomilitare; 
      d) non essere esclusi dall'elettorato attivo politico; 
      e) non  aver  conseguito  una  condanna  penale  per  la  quale
l'Amministrazione universitaria  ritenga,  ai  sensi  della  legge  7
febbraio 1990, n. 19, di irrogare la destituzione dall'impiego; 
      f) solo per il posto riservato di cui al punto 1  dell'art.  1:
di essere in servizio, a  tempo  indeterminato  presso  l'Universita'
degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, nella categoria  B  -
area servizi generali e tecnici e non essere incorso negli ultimi due
anni in sanzioni disciplinari piu' gravi del rimprovero scritto e non
aver procedimenti disciplinari in corso; 
      g) non essere stato  destituito  o  dispensato  da  un  impiego
presso una pubblica amministrazione e  non  essere  stato  dichiarato
decaduto per aver conseguito l'impiego stesso mediante la  produzione
di documenti falsi o viziati da invalidita' non sanabile; 
      h) idoneita' fisica all'impiego; l'Amministrazione ha  facolta'
di sottoporre a visita medica di controllo il vincitore del concorso. 
    I  cittadini  membri  dell'Unione  Europea  devono  possedere   i
seguenti requisiti: 
      a) godere dei diritti civili e politici anche  negli  Stati  di
appartenenza e provenienza; 
      b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarita'  della
cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti  previsti  per  i
cittadini della Repubblica; 
      c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana. 
    I requisiti prescritti  devono  essere  posseduti  alla  data  di
scadenza del termine utile per  la  presentazione  delle  domande  di
partecipazione al  concorso.  Tutti  i  candidati  sono  ammessi  con
riserva  al  concorso.  L'esclusione  per   difetto   dei   requisiti
prescritti e' disposta, in ogni momento, con motivato provvedimento. 
                               Art. 3 
 
 
                 Domanda e termine di presentazione 
 
 
    La domanda di ammissione al concorso, redatta su  carta  semplice
in   conformita'   all'allegato   A,   dovra'   essere    indirizzata
all'Universita' degli Studi di  Cassino  e  del  Lazio  Meridionale -
Ufficio Reclutamento Personale Tecnico amministrativo - via Marconi -
03043  Cassino,  presentata   direttamente,   o   inviata   a   mezzo
raccomandata con avviso di ricevimento esclusivamente per il  tramite
del servizio postale di Stato, entro  il  termine  perentorio  di  30
giorni, che decorre dal giorno successivo alla data di  pubblicazione
del  presente  bando  nella  Gazzetta  Ufficiale   della   Repubblica
italiana. 
    Entro lo stesso termine la domanda potra' essere inviata a  mezzo
posta  elettronica   certificata   all'indirizzo   uniclam@pec.it   o
unistudicassino.fr.protocollo@pa.postacertificata.gov.it
esclusivamente da altra casella di PEC,  non  ritenendosi  valida  la
domanda  trasmessa  da  un  indirizzo  di   posta   elettronica   non
certificata. La domanda inviata tramite posta elettronica certificata
dovra' risultare debitamente sottoscritta, comprensiva  dei  relativi
allegati e di copia di un documento di identita'  valido  in  formato
PDF. 
    Le domande si  considerano  prodotte  in  tempo  utile  anche  se
spedite, come sopra specificato, entro il  termine  indicato.  A  tal
fine fa fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante,  o  il
timbro a  data  apposto  dall'Ufficio  competente  al  momento  della
consegna, o, nel caso di PEC, la data di invio. 
                               Art. 4 
 
 
              Dichiarazioni da formulare nella domanda 
 
 
    Ai sensi  dell'art.  2  del  D.P.R.  n.  686/1957,  e  successive
modificazioni  ed  integrazioni,  nella  domanda  il  candidato  deve
dichiarare sotto la propria responsabilita', a pena di esclusione: 
      a) il cognome e nome  (le  donne  coniugate  dovranno  indicare
nell'ordine il cognome da nubile seguito da quello del coniuge); 
      b) il luogo e la data di nascita; 
      c) il possesso della cittadinanza  italiana,  ovvero  di  altra
cittadinanza fra quelle appartenenti all'Unione Europea; 
      d) il Comune di iscrizione nelle  liste  elettorali  ovvero  il
motivo  della  non  iscrizione  o  della  cancellazione  dalle  liste
medesime; 
      e) che nulla risulta a suo carico nel certificato generale  del
casellario giudiziale, ovvero le eventuali condanne penali  riportate
(anche se sia stata concessa amnistia,  condono,  indulto  o  perdono
giudiziale), o i procedimenti penali eventualmente pendenti a proprio
carico; 
      f) il titolo di studio posseduto previsto dall'art. 2 lett.  b)
del presente bando, con l'indicazione della data di conseguimento del
titolo stesso e dell'Istituto presso il quale e' stato conseguito; 
      g) la posizione nei riguardi degli obblighi militari; 
      h) solo per il posto riservato di cui al punto  1  dell'art.  1
del presente bando: di essere  in  servizio,  a  tempo  indeterminato
presso l'Universita' degli Studi di Cassino e del Lazio  Meridionale,
nella categoria B - area servizi generali  e  tecnici  e  non  essere
incorso negli ultimi due anni in sanzioni disciplinari piu' gravi del
rimprovero scritto e non aver procedimenti disciplinari in corso; 
      i) di non essere stato  destituito  o  dispensato  dall'impiego
presso una Pubblica Amministrazione e di non essere stato  dichiarato
decaduto da altro impiego statale per averlo conseguito  mediante  la
produzione di documenti falsi o viziati da invalidita' non  sanabile,
ex art. 127, lettera d) del D.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3; 
      j)   gli   eventuali   servizi   prestati   presso    Pubbliche
Amministrazioni e le cause di risoluzione - eventuale - di precedenti
rapporti di pubblico impiego,  ovvero  di  non  aver  prestato  alcun
servizio presso pubbliche amministrazioni; 
      k) i titoli valutabili; 
      l) il possesso o meno  di  eventuali  titoli  di  preferenza  o
precedenza; 
      m) il proprio codice fiscale; 
      n) il  domicilio  o  recapito  eletto  ai  fini  del  concorso,
impegnandosi a segnalare tempestivamente le variazioni che  dovessero
intervenire successivamente, e recapito telefonico. 
    I candidati cittadini  degli  Stati  membri  dell'Unione  Europea
dovranno dichiarare di  avere  un'adeguata  conoscenza  della  lingua
italiana e di godere dei diritti civili e politici anche negli  Stati
di appartenenza o di provenienza; dovranno, altresi'  specificare  se
il titolo di studio, qualora conseguito all'estero, sia  riconosciuto
equipollente  al  titolo   italiano,   indicando   espressamente   il
provvedimento di riconoscimento (tipo,  autorita'  competente,  data,
numero e G.U. sulla quale e' stato pubblicato). 
    La domanda di partecipazione, a pena di  nullita'  della  stessa,
dovra' essere  obbligatoriamente  sottoscritta  dal  candidato.  Alla
stessa  dovra'  essere  allegata  fotocopia  di   un   documento   di
riconoscimento del candidato medesimo in corso di validita'. 
    L'Amministrazione non assume alcuna responsabilita' per  il  caso
di  irreperibilita'   del   destinatario   e   per   dispersione   di
comunicazioni dipendenti da  inesatta  indicazione  del  recapito  da
parte del candidato o da mancata  oppure  tardiva  comunicazione  del
cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda. 
    L'Amministrazione, inoltre, non assume alcuna responsabilita' per
eventuale mancato o tardivo recapito delle comunicazioni relative  al
concorso, per  cause  non  imputabili  a  colpa  dell'Amministrazione
stessa ma a disguidi postali. 
    I candidati riconosciuti in situazioni di handicap ai sensi della
legge 5 febbraio 1992, n. 104, dovranno fare esplicita richiesta,  in
relazione al proprio  handicap,  riguardo  l'ausilio  necessario  per
l'espletamento  delle  prove,   allegando   adeguata   certificazione
medico-sanitaria. 
    La partecipazione  al  concorso  comporta  il  versamento  di  un
contributo, non rimborsabile, pari ad euro 25,00 (venticinque/00),  a
copertura forfetaria delle spese di  cancelleria,  di  organizzazione
delle prove e postali, mediante bonifico bancario recante i  seguenti
estremi: codice  IBAN  IT75  B053  7274  3700  00010409621,  relativi
all'Istituto Cassiere dell'Universita', Banca Popolare del Cassinate,
piazza Diaz n. 14,  03043  Cassino,  indicando  obbligatoriamente  la
causale   «contributo   partecipazione    concorsi    codice    130».
L'attestazione del versamento deve essere allegata in originale  alla
domanda di  partecipazione,  pena  l'esclusione  dal  concorso.  Sono
esentati dal pagamento  del  contributo  i  candidati  che  nel  2012
abbiano  conseguito  un  ISEE   non   maggiore   di   euro   5.000,00
(cinquemila/00). In tal caso, la relativa  attestazione  ISEE  dovra'
essere allegata alla domanda di partecipazione, pena l'esclusione dal
concorso. 
    Sul plico  contenente  la  domanda  dovra'  essere  riportata  la
dicitura «Procedura concorsuale cod. 130», nonche' il  cognome,  nome
ed indirizzo del candidato. 
                               Art. 5 
 
 
                      Commissione esaminatrice 
 
 
    La Commissione esaminatrice del concorso di cui al presente bando
sara'  nominata  con  successivo  provvedimento,  ed  integrata,  ove
occorra, da membri esperti nelle materie d'esame. Almeno un terzo dei
posti dei componenti della predetta  Commissione  e'  riservato  alle
donne, ai sensi dell'art. 57, lett. a), del citato  d.lgs.  30  marzo
2001, n. 165. 
                               Art. 6 
 
 
                            Preselezione 
 
 
    In relazione al numero di domande pervenute, l'Amministrazione si
riserva di sottoporre i candidati ad  una  preselezione  tramite  una
serie di quesiti a  risposta  multipla,  da  svolgersi  in  un  tempo
determinato, aventi per oggetto il programma delle prove concorsuali,
di cui al successivo art. 7. 
    In caso di svolgimento  della  preselezione,  saranno  ammessi  a
sostenere la prova scritta  i  candidati  utilmente  collocati  nella
graduatoria  di  preselezione,  entro  i  primi  30  (trenta)  posti.
Saranno, altresi', ammessi tutti  i  candidati  che  hanno  riportato
nella preselezione il medesimo punteggio del candidato classificatosi
al trentesimo posto. 
    Il punteggio conseguito nella  prova  preselettiva  non  concorre
alla formazione del voto finale di merito. 
    L'assenza del candidato alla prova preselettiva, quale ne sia  la
causa, comportera' l'esclusione dal concorso. 
                               Art. 7 
 
 
                            Prove d'esame 
 
 
    Gli esami consisteranno in una prova scritta, una  prova  pratica
attitudinale e una prova orale. 
    Alla prova scritta e alla prova pratica attitudinale sono ammessi
tutti i candidati, in possesso dei requisiti  richiesti,  secondo  le
modalita' definite al successivo art. 9. 
    La prova scritta avra' ad oggetto i seguenti argomenti: 
      Web 2.0 come, ad esempio, HTML5, XHTML, CSS3, linguaggi  server
side,  Javascript,  Ajax,  JQUERY  e   framework/CMS   di   sviluppo.
WebServices, piattaforme e-learning; 
      Sistemi per la gestione di basi  di  dati  quali,  ad  esempio,
MySQL, Postgres, Oracle. Analisi dei processi  e  dei  dati  mediante
procedure standard; 
      Software e hardware  per  la  sicurezza  informatica  attiva  e
passiva. Conoscenza di protocolli di interscambio di rete http  quali
SOAP, WSDL, XML, XML-RPC, Linux e Unix, protocolli di rete livelli da
1 a 7 ISO/OSI, telefonia VoIP; 
      Workflow   documentali   su   rete,   protocollo   elettronico,
applicativi gestione amministrativa  contabile,  gestione  privacy  e
sicurezza. 
    Per  l'espletamento  della  prova  scritta  sara'   concesso   al
candidato un tempo massimo di 4 ore. 
    La  prova  pratica  attitudinale  avra'  ad  oggetto  gli  stessi
argomenti previsti per la prova scritta. 
    Saranno ammessi a sostenere il colloquio i candidati che  avranno
riportato in ciascuna prova  (scritta  e  pratica  attitudinale)  una
votazione di almeno di 21/30. 
    L'elenco dei candidati ammessi ed il  diario  della  prova  orale
saranno comunicati attraverso l'affissione all'Albo dell'Ateneo e  la
pubblicazione sul sito dell'Universita'. 
    La prova orale tendera' a verificare le capacita' e le specifiche
esperienze gia' maturate dal candidato, e consistera' in un colloquio
interdisciplinare  sugli  argomenti  oggetto  della  prova   scritta,
integrati dai seguenti: 
      legislazione universitaria; 
      Statuto e Regolamenti dell'Universita' degli Studi di Cassino e
del Lazio Meridionale; 
      ordinamento didattico vigente; 
      ordinamento degli impiegati civili dello Stato (d.lgs. 30 marzo
2001, n. 165); 
      legge 7 agosto  1990,  n.  241  e  successive  modificazioni  e
integrazioni; 
      tutela della privacy (d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e s.m.i.); 
      tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro  (d.
lgs. 9aprile 2008, n. 81). 
    Con la prova orale e', altresi', accertata,  eventualmente  anche
per il tramite di esperti aggiuntivi alla Commissione, la  conoscenza
della lingua inglese. 
    La mancata presentazione  al  colloquio  sara'  considerata  come
rinuncia al concorso. 
    Il colloquio si intende superato  con  una  votazione  di  almeno
21/30. 
    Al termine del colloquio, la  Commissione  giudicatrice  formera'
l'elenco dei candidati  esaminati,  con  l'indicazione  del  voto  da
ciascuno riportato. Tale elenco sara' affisso  nel  medesimo  giorno,
nella sede dove ha avuto luogo il colloquio. 
    La graduatoria finale sara' determinata dalla somma tra la  media
dei voti  conseguiti  nella  prova  scritta  e  nella  prova  pratica
attitudinale e la votazione ottenuta nella prova orale. 
    Per l'espletamento delle prove i concorrenti non potranno portare
con se' telefoni  cellulari,  palmari,  libri,  periodici,  giornali,
quotidiani ed altre pubblicazioni di alcun tipo, ne' potranno portare
borse o simili, contenenti pubblicazioni del genere, che dovranno, in
ogni caso,  essere  consegnati  prima  dell'inizio  delle  prove,  al
personale di sorveglianza, il  quale  provvedera'  a  restituirli  al
termine delle stesse, senza assunzione di alcuna responsabilita'. 
    I candidati potranno consultare soltanto i dizionari ed  i  testi
autorizzati dalla Commissione esaminatrice. 
    Durante lo svolgimento  delle  prove  i  candidati  non  potranno
comunicare tra  loro  in  alcun  modo,  pena  l'immediata  espulsione
dall'aula degli esami. 
                               Art. 8 
 
 
                         Valutazione titoli 
 
 
    I titoli valutabili e il relativo punteggio sono i seguenti: 
      a) Titoli professionali  attinenti  alle  attivita'  del  posto
messo a concorso (massimo 7 punti): 
        servizio  prestato  presso  il   comparto   Universita'   con
contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato nella  stessa
categoria, per un periodo continuativo  almeno  pari  ad  un  anno  o
frazione superiore a 6 mesi, 2 punti, fino ad un massimo di 6 punti; 
        servizio comunque prestato in una  categoria  inferiore,  con
contratto di lavoro dipendente presso  il  comparto  Universita',  di
durata almeno pari ad un anno continuativo o frazione superiore  a  6
mesi, 0,5 punti, fino ad un massimo di 1 punto; 
      b) Titoli culturali (massimo 3 punti): 
        possesso di ulteriori titoli di studio superiori  rispetto  a
quello richiesto dal bando: 
        laurea di  primo  livello:  pertinente  al  profilo  messo  a
concorso, 2 punti; non pertinente al  profilo  messo  a  concorso,  1
punto; non saranno valutati titoli eccedenti il primo posseduto; 
        laurea magistrale (il punteggio assorbe quello  previsto  per
la laurea di primo livello): pertinente al profilo messo a  concorso,
3 punti; non pertinente al profilo messo a  concorso,  2  punti;  non
saranno valutati titoli eccedenti il primo posseduto. 
    I suddetti titoli dovranno essere prodotti entro  il  termine  di
scadenza previsto per la presentazione della domanda di ammissione al
concorso. Il possesso dovra' essere debitamente documentato  mediante
autocertificazione  o  dichiarazione  sostitutiva  di  atto   notorio
allegata alla domanda di partecipazione al concorso. 
    L'Amministrazione si riserva di effettuare idonei  controlli  sul
contenuto di tali dichiarazioni sostitutive. 
    Non e' consentito il riferimento a titoli presentati a  questa  o
ad altra Amministrazione o a documenti allegati ad altra  domanda  di
partecipazione ad altro concorso. 
    I candidati che abbiano prestato  servizio  o  siano  tuttora  in
servizio  presso  questo  Ateneo  potranno  chiedere   l'acquisizione
d'ufficio di  eventuali  titoli  valutabili  giacenti  nel  fascicolo
personale. 
    Agli atti e documenti redatti in  lingua  straniera  deve  essere
allegata una traduzione in lingua italiana  certificata  conforme  al
testo straniero redatta dalla competente rappresentanza  consolare  o
diplomatica, ovvero da un traduttore ufficiale. 
    La valutazione dei titoli,  previa  individuazione  dei  criteri,
sara' effettuata dopo lo svolgimento  della  prova  scritta  e  della
prova pratica attitudinale e prima che  si  proceda  alla  correzione
degli  elaborati,  e  sara'  comunicata  ai  candidati  prima   dello
svolgimento della prova orale. 
                               Art. 9 
 
 
                        Diario prove d'esame 
 
 
    Il diario di  svolgimento  della  eventuale  prova  preselettiva,
della prova scritta e della prova pratico-attitudinale verra' portato
a conoscenza degli interessati  mediante  pubblicazione  di  apposito
avviso  nella  Gazzetta  Ufficiale  -  IV  Serie  Speciale  in   data
30.07.2013,   nonche'    sul    sito    web    di    questo    Ateneo
(http://www.uniclam.it). 
    Il diario della prova orale sara' comunicato ai singoli candidati
che avranno superato la prova scritta e la prova pratico attitudinale
non meno di venti giorni prima dello svolgimento  della  stessa,  con
indicazione del giorno, ora e luogo. 
    L'Amministrazione universitaria non assume alcuna responsabilita'
per il caso di irreperibilita' del destinatario e per dispersione  di
comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del  recapito  o  da
mancata oppure tardiva comunicazione  del  cambiamento  di  indirizzo
indicato. 
    L'Amministrazione, inoltre, non assume alcuna responsabilita' per
eventuale mancato o tardivo recapito delle comunicazioni relative  al
concorso, per  cause  non  imputabili  a  colpa  dell'Amministrazione
stessa ma a disguidi postali. 
    Al termine di ogni seduta dedicata allo svolgimento  delle  prove
orali, la  Commissione  giudicatrice  forma  l'elenco  dei  candidati
esaminati, con l'indicazione del voto  da  ciascuno  riportato.  Tale
elenco verra' affisso all'albo della sede di esami. 
                               Art. 10 
 
 
                     Documenti di riconoscimento 
 
 
    I  candidati  dovranno  presentarsi  alle  prove  muniti  di   un
documento di riconoscimento,  valido  a  norma  di  legge:  carta  di
identita',  porto  d'armi,  passaporto,  tessera  rilasciata  da  una
pubblica amministrazione, patenteautomobilistica. 
                               Art. 11 
 
 
                        Titoli di preferenza 
 
 
    I concorrenti  che  abbiano  superato  la  prova  orale  dovranno
presentare  all'Amministrazione,  entro  il  termine  perentorio   di
quindici giorni decorrenti dal giorno  successivo  a  quello  in  cui
hanno sostenuto la prova  stessa,  i  documenti  in  carta  semplice,
ovvero le relative dichiarazioni sostitutive, attestanti,  a  parita'
di merito, il possesso dei titoli indicati nell'art. 5, commi 4 e  5,
del D.P.R. 9 maggio 1994,  n.  487,  e  successive  modificazioni  ed
integrazioni, dai quali risulti, altresi', il possesso dei  requisiti
stessi alla data di scadenza del termine utile per  la  presentazione
della domanda di ammissione al concorso. 
    I titoli di preferenza non dichiarati con la  formulazione  della
domanda di partecipazione al concorso non potranno piu' essere  presi
in considerazione dall'Amministrazione. 
                               Art. 12 
 
 
                   Approvazione della graduatoria 
                    e dichiarazione dei vincitori 
 
 
    Tenuto conto di quanto previsto dagli artt. 7 e  8  del  presente
bando, della  riserva  di  cui  all'art.  1  nonche'  dei  titoli  di
preferenza di cui all'art. 11,  sara'  approvata  la  graduatoria  di
merito, formata sulla  base  del  punteggio  complessivo  determinato
sommando il voto conseguito nella  valutazione  dei  titoli  al  voto
complessivo riportato nelle prove d'esame, pari  alla  somma  tra  la
media dei voti conseguiti nella prova scritta e nella  prova  pratica
attitudinale e la votazione  ottenuta  nella  prova  orale.  Saranno,
altresi',  dichiarati  i  vincitori,  sotto   condizione   sospensiva
dell'accertamento  del  possesso  dei  requisiti   per   l'ammissione
all'impiego. 
    La  graduatoria  generale  di  merito  e  la  dichiarazione   dei
vincitori sara' pubblicata nell'albo ufficiale di questo Ateneo e sul
sito www.uniclam.it. Di  tale  pubblicazione  e'  dato  avviso  nella
Gazzetta  Ufficiale.   Dal   giorno   successivo   a   quello   della
pubblicazione del  predetto  avviso  decorre  il  termine  utile  per
eventuali impugnative. 
                               Art. 13 
 
 
                      Nomina e periodo di prova 
 
 
    I  vincitori  del  concorso  saranno  invitati  a  stipulare   un
contratto di lavoro a tempo indeterminato e parziale (75%)  in  prova
nel  ruolo  del  personale  inquadrato  in  categoria  C,   posizione
economica C1, dell'area tecnica, tecnico-scientifica ed  elaborazione
dati, presso questa Universita'. 
    Eventuali richieste di trasferimento in altra sede, per le  quali
e' previsto  il  nulla  osta  dell'Amministrazione  di  appartenenza,
saranno esaminate, di norma, non prima di un periodo di tre anni. 
    Il dipendente e' obbligato a risiedere nel Comune ove ha luogo la
sede di servizio o in quelli immediatamente limitrofi. Deroghe a tale
obbligo  saranno  valutate  dall'Amministrazione  che  decidera'   ad
insindacabile giudizio. 
    L'assunzione  in  servizio  sara',  comunque,  subordinata   alla
effettiva disponibilita' finanziaria di questo Ateneo  per  le  spese
del personale e alla insussistenza  di  eventuali  vincoli  normativi
all'assunzione. 
    Colui che, invitato a stipulare il contratto di  lavoro  a  tempo
indeterminato, non si presenti senza giustificato motivo  nella  data
indicatagli dall'Amministrazione, decade dal diritto all'assunzione. 
    L'idoneita'  fisica  all'impiego  sara'  accertata   dal   medico
competente dell'Amministrazione. 
    Il periodo di prova ha la durata  di  mesi  tre.  Trascorso  tale
periodo senza che il rapporto sia stato risolto da una  delle  parti,
il  dipendente  si  intende  confermato  in  servizio  e  gli   viene
riconosciuta l'anzianita' dal  giorno  dell'assunzione  a  tutti  gli
effetti. Il periodo di prova non puo' essere  rinnovato  o  prorogato
alla scadenza. 
    Decorsa la meta' del periodo di prova, ciascuna delle parti  puo'
recedere dal  rapporto  in  qualsiasi  momento,  senza  l'obbligo  di
preavviso, ne' di indennita' sostitutiva del  preavviso.  Il  recesso
opera dal momento della comunicazione alla controparte. 
    Per  quanto  non  previsto,  si  fa  riferimento   al   contratto
collettivo vigente del comparto universitario. 
                               Art. 14 
 
 
                     Presentazione dei documenti 
 
 
    Il concorrente  dichiarato  vincitore  dovra'  presentare  o  far
pervenire all'Amministrazione, entro il termine perentorio di  trenta
giorni, che decorrono dal  giorno  successivo  a  quello  in  cui  ha
ricevuto l'invito, i seguenti documenti: 
      1. dichiarazione sostitutiva ai sensi del  D.P.R.  28  dicembre
2000, n. 445 e s.m.i., attestante il possesso dei  requisiti  e  dati
relativi a: 
        a. nome, cognome, luogo e data di nascita; 
        b. residenza; 
        c. cittadinanza italiana; 
        d. godimento dei diritti politici; 
        e.  situazione  risultante  dal  certificato   generale   del
casellario giudiziale; 
        f. situazione relativa agli obblighi militari; 
        g. titolo di studio; 
    2. dichiarazione, sotto la propria responsabilita', di non  avere
altro rapporto di lavoro a  tempo  indeterminato  o  determinato  con
questa od  altra  Amministrazione,  pubblica  o  privata,  e  di  non
trovarsi in nessuna delle situazioni di  incompatibilita'  richiamate
dall'art.  53  del  d.  lgs.  30  marzo  2001  n.  165  e  successive
modificazioni e integrazioni. In caso contrario, il candidato  dovra'
espressamente presentare la dichiarazione di  opzione  per  il  nuovo
rapporto di lavoro; 
    3. fotografia recente con firma non autenticata; 
    4. fotocopia di documento attestante il proprio codice fiscale; 
    5. fotocopia di un proprio documento di  identita'  in  corso  di
validita'. 
                               Art. 15 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    Ai sensi del d. lgs. 30 giugno 2003, n.  196,  i  dati  personali
forniti dai candidati saranno raccolti  presso  l'Area  1  -  Settore
Personale tecnico amministrativo  -  Ufficio  Reclutamento  personale
tecnico amministrativo di questa Universita',  per  le  finalita'  di
gestione del presente concorso. Saranno  trattati  presso  una  banca
dati  dal   predetto   ufficio   e,   successivamente   all'eventuale
instaurazione del rapporto di lavoro, dal Servizio  Bilancio  per  le
finalita' inerenti alla gestione del rapporto medesimo. 
    Il conferimento di tali dati e' obbligatorio e necessario ai fini
della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena  l'esclusione
dal concorso. 
    Le medesime informazioni potranno  essere  comunicate  unicamente
alle  Amministrazioni   Pubbliche   direttamente   interessate   alla
posizione giuridico economica del candidato risultato vincitore. 
    L'interessato gode dei diritti  di  cui  all'art.  7  del  citato
decreto, tra i quali figura il diritto di  accesso  ai  dati  che  lo
riguardano, nonche' alcuni diritti complementari tra cui  il  diritto
di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i  dati  erronei,
incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonche'  il
diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. 
    Il  responsabile  del  trattamento  dei  dati  personali  e'   il
responsabile dell'ufficio al momento competente. 
                               Art. 16 
 
 
                    Responsabile del procedimento 
 
 
    Responsabile del presente procedimento e'  la  dott.ssa  Patrizia
Del Greco (tel. 07762993380). 
                               Art. 17 
 
 
                             Pubblicita' 
 
 
    Il presente decreto sara' pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale -
IV Serie speciale concorsi ed esami. 
    Sara',  inoltre,  affisso  all'Albo  ufficiale  di  Ateneo,   via
Marconi,  Cassino  e  reso  disponibile  sul  sito  web   di   Ateneo
http://www.uniclam.it. Tale pubblicita'  costituira',  nei  confronti
degli interessati, notifica ad ogni effetto di legge. 
                               Art. 18 
 
 
                            Norme finali 
 
 
    Per quanto non previsto dal presente  bando  valgono,  sempreche'
compatibili, le disposizioni sullo svolgimento dei concorsi contenute
nel Testo Unico approvato con D.P.R.  10  gennaio  1957,  n.  3,  nel
D.P.R. 3 maggio 1957, n. 686, nel D.P.R.28 dicembre  1970,  n.  1077,
nel D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487 e nel D.P.R.  30  ottobre  1996,  n.
693. 
      Cassino, 5 giugno 2013 
 
                                       Il direttore generale: Farenti