Concorso per 10 personale laureato (campania) UNIVERSITA' 'FEDERICO II' DI NAPOLI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Borsa di studio
Posti 10
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 95 del 04-12-2012
Sintesi: UNIVERSITA' DI NAPOLI FEDERICO II CONCORSO   (scad.  3 gennaio 2013) Selezione pubblica per il conferimento di dieci borse di studio per laureati, aventi ad oggetto attivita' di formazione ...
Ente: UNIVERSITA' 'FEDERICO II' DI NAPOLI
Regione: CAMPANIA
Provincia: NAPOLI
Comune: NAPOLI
Data di pubblicazione 04-12-2012
Data Scadenza bando 03-01-2013
Condividi

UNIVERSITA' DI NAPOLI FEDERICO II

CONCORSO   (scad.  3 gennaio 2013)
 
Selezione pubblica per il conferimento di dieci borse di  studio  per
         laureati, aventi ad oggetto attivita' di formazione 
 
 
 
                            IL DIRETTORE 
 del Dipartimento di ingegneria idraulica, geotecnica ed ambientale 
 
    Visto il Regolamento  di  Ateneo  quale  direttiva  generale  per
l'assegnazione,    da    parte    di    Dipartimenti     e     Centri
Interdipartimentali, di borse di studio; 
    Vista la delibera del Consiglio  di  Dipartimento  di  Ingegneria
Idraulica Geotecnica ed Ambientale n. 32 del 10 luglio  2012  con  la
quale si istituivano dieci borse di studio per laureati,  nell'ambito
del Progetto di Formazione «PON01_01596 - Sviluppo e  Validazione  di
Processi e Tecnologie Innovative per  la  Distrettualizzazione  della
Rete di Distribuzione Idrica Urbana (WATERGRID)»; 
    Vista la legge 240 del 30 dicembre 2012 comma 6 art. 18; 
    Vista la legge 7 agosto 1990, n.  241,  recante  nuove  norme  in
materia di procedimento amministrativo  e  di  diritto  d'accesso  ai
documenti amministrativi e successive modificazioni; 
    Visto il D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 concernente «T.U.  delle
disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa» e successive modificazioni; 
    Visto il d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196,  concernente  «Codice  in
materia di protezione dei dati personali»; 
    Vista la direttiva del Ministro della pubblica amministrazione  e
della semplificazione  n.  14/2011  per  l'applicazione  delle  nuove
disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive di
cui all'art. 15, della legge 12 novembre 2011, n. 183; 
    Accertata la copertura degli  oneri  derivanti  dall'attribuzione
della borsa sui fondi delle  disponibilita'  finanziarie  provenienti
dal Progetto di Formazione PON - Ricerca e  Competitivita'  2007-2013
per le Regioni della Convergenza denominato: «Sviluppo e  Validazione
di Processi e Tecnologie Innovative per la Distrettualizzazione della
Rete   di   Distribuzione   Idrica   Urbana   (WATERGRID)»,    codice
identificativo PON01_01596, provvedimento n.  880/Ric.,  in  data  28
ottobre 2011; 
 
                           Rende noto che 
 
 
                               Art. 1 
 
 
    E' indetta  una  pubblica  selezione  per  titoli,  eventualmente
integrata da colloquio, per il conferimento di dieci borse di  studio
per laureati, nell'ambito del Progetto di Formazione  «PON01_01596  -
Sviluppo e Validazione di Processi e  Tecnologie  Innovative  per  la
Distrettualizzazione  della  Rete  di  Distribuzione  Idrica   Urbana
(WATERGRID)», per i seguenti Obiettivi Formativi: 
      Obiettivo Formativo 1: cinque borse di studio  per  ricercatori
orientati allo sviluppo di tecnologie, prodotti e  processi  per  una
gestione sostenibile dei sistemi acquedottistici,  caratterizzata  da
efficienza, affidabilita'  e  sicurezza,  ivi  compresa  l'efficienza
energetica; 
      Obiettivo Formativo 2: cinque borse di studio  per  ricercatori
orientati allo alla ricerca industriale, allo sviluppo e utilizzo  di
strumenti e sistemi per il monitoraggio capillare  e  permanente  dei
parametri fisici, chimici e microbiologici dell'acqua ed il controllo
indipendente e modulare dei flussi idrici,  da  effettuarsi  mediante
tecniche   e   metodologie   avanzate   (telecontrollo,    centraline
multiparametriche), con particolare attenzione al miglioramento della
sicurezza del sistema acquedottistico. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
    Possono partecipare alla selezione i cittadini italiani  e  degli
Stati membri dell'Unione  Europea  che  alla  data  di  scadenza  del
presente bando siano in possesso dei seguenti requisiti: 
      a) laurea magistrale ex D.M. 270/2004 appartenente ad una delle
classi indicate nel seguito, ovvero titoli  di  studio  equipollenti.
L'equipollenza sara' stabilita dalla Commissione esaminatrice; 
      b) i candidati non devono aver compiuto i 40 anni di eta'  alla
data di emissione del presente bando; 
      c)  abbiano  la  residenza  nelle  Regioni  della   Convergenza
(Puglia, Campania, Calabria, Sicilia) alla data  della  presentazione
della domanda; 
      d) abbiano una buona conoscenza della lingua inglese scritta  e
parlata; 
      e)  siano  disoccupati  o  inoccupati  alla  data   di   inizio
dell'attivita' formativa. 
    Classi delle Lauree Magistrali ammissibili per il bando: 
      LM-17 Fisica 
      LM-22 Ingegneria chimica 
      LM-23 Ingegneria civile 
      LM-28 Ingegneria elettrica 
      LM-29 Ingegneria elettronica 
      LM-31 Ingegneria gestionale 
      LM-32 Ingegneria informatica 
      LM-33 Ingegneria meccanica 
      LM-35 Ingegneria per l'ambiente e il territorio 
      LM-54 Scienze chimiche 
    Sara' considerato elemento di  valutazione  preferenziale  l'aver
conseguito il titolo di Dottore di Ricerca (Ph.D.). 

        
      
                               Art. 3 
 
 
    La borsa di studio dell'importo di euro 1.400,00  lordi  mensili,
ha durata di 12 mesi e non e' rinnovabile. 
    La borsa sara' erogata  ai  vincitori  da  ARIN,  secondo  quanto
previsto dal quadro finanziario del  Progetto  di  Formazione  PON  -
Ricerca e Competitivita' 2007-2013 per le Regioni  della  Convergenza
denominato:  «Sviluppo  e  Validazione  di  Processi   e   Tecnologie
Innovative per la Distrettualizzazione della  Rete  di  Distribuzione
Idrica Urbana (WATERGRID)», codice identificativo PON01_01596. 
    La borsa non e' cumulabile con altre borse  di  studio,  ne'  con
assegni o sovvenzioni di analoga natura. 
    La  borsa  non  puo'  essere  cumulata  neppure  con  stipendi  o
retribuzioni di qualsiasi natura, derivanti dal rapporto  di  impiego
pubblico o privato. 
    La fruizione della borsa e' compatibile con la frequenza di corsi
di dottorato di ricerca universitari italiani senza  assegni  nonche'
con la frequenza di  scuole  di  specializzazione  post-laurea  senza
assegni, previo  assenso  scritto  del  Responsabile  della  Sede  di
fruizione della borsa medesima. 
    Il  borsista  e'  assicurato  per  gli  infortuni  in  cui  possa
incorrere nell'espletamento dell'attivita' connessa con la  fruizione
della borsa stessa. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
    Le domande di partecipazione, redatte in carta  semplice  secondo
lo schema di cui all'allegato A, indicando l'Obiettivo Formativo  per
il  quale  si  intende   concorrere,   dovranno   essere   presentate
direttamente  o  inviate  mediante   Raccomandata   con   Avviso   di
Ricevimento alla Segreteria del Dipartimento di Ingegneria Idraulica,
Geotecnica ed Ambientale, via Claudio n. 21 - 80125 Napoli, entro  il
trentesimo giorno a decorrere dalla data di pubblicazione dell'avviso
nella Gazzetta Ufficiale -  4ª  serie  speciale  -  della  Repubblica
italiana. Qualora il termine di presentazione delle domande  venga  a
cadere in un giorno festivo, detto termine si  intende  protratto  al
primo giorno non  festivo  immediatamente  seguente.  Della  data  di
inoltro fara' fede il timbro postale. 
    Per le domande di partecipazione  alla  selezione,  presentate  a
mano al Dipartimento interessato durante l'orario  di  lavoro,  sara'
rilasciata ricevuta. 
    Sono considerate prodotte in tempo utile anche le domande spedite
a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro  il  termine  di
cui al presente comma e pervenute alla Struttura entro e non oltre la
data della prima riunione della Commissione di cui all'art. 5. 
    La  busta  contenente  la  domanda  deve  portare  sull'involucro
esterno l'indicazione del nome e cognome, l'indirizzo del candidato e
il numero dell'avviso di selezione. 
    Pena l'esclusione, la  domanda  dovra'  essere  sottoscritta  con
firma autografa e non e' soggetta ad autenticazione. 
    Il Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Geotecnica ed Ambientale
non assume alcuna responsabilita' per la dispersione di comunicazioni
dipendente  da  inesatta  indicazione  del  recapito  da  parte   del
candidato o da mancata oppure tardiva comunicazione  del  cambiamento
dell'indirizzo indicato nella domanda,  ne'  per  eventuali  disguidi
postali non imputabili  a  colpa  dell'Istituto  stesso,  o  comunque
imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 
    Nella  domanda  dovra'  essere  indicato  il  domicilio  che   il
candidato elegge ai fini della selezione. Ogni  eventuale  variazione
dello stesso dovra' essere comunicata alla Struttura interessata. 
    La domanda deve essere corredata da: 
      a) dichiarazioni sostitutive di certificazione e  dell'atto  di
notorieta', ai sensi degli articoli 46 e 47 del  D.P.R.  28  dicembre
2000, n. 445, da compilarsi mediante l'utilizzo del modulo  (allegato
B) attestanti la veridicita' del contenuto del  curriculum  vitae  et
studiorum da presentare in duplice copia; 
      b) fotocopia di un documento  di  riconoscimento  in  corso  di
validita'. 
    Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti: 
      1) certificato di laurea in  carta  semplice  nel  quale  siano
indicate le votazioni  riportate  nei  singoli  esami,  la  votazione
dell'esame di laurea e la data di quest'ultimo; 
      2) tesi di laurea; 
      3) lavori che il candidato presenta, con relativo elenco; 
      4) curriculum vitae et studiorum; 
      5) elenco di tutti i documenti e titoli presentati. 
    I documenti da allegare alla domanda possono essere prodotti: 
      in originale; 
      in copia autenticata ai sensi dell'art. 18 del D.P.R. 445/2000; 
      in copia dichiarata conforme  all'originale  con  dichiarazione
sostitutiva dell'atto di notorieta' resa ai sensi  dell'art.  19  del
D.P.R. citato; 
      ovvero con le modalita' di  cui  agli  articoli  46  e  47  del
predetto decreto e successive modifiche. 
    Le dichiarazioni mendaci o la  falsita'  degli  atti,  richiamate
dall'art. 76 del D.P.R. 445/2000, sono punite  ai  sensi  del  codice
penale e delle leggi speciali in materia. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
    Costituiscono motivi d'esclusione d'ufficio: 
      a) l'inoltro della domanda oltre i termini di cui all'art. 4; 
      b)  la  mancata  sottoscrizione  della   domanda,   con   firma
autografa; 
      c) il mancato possesso del/i titolo/i di studio richiesto/i  di
cui all'art. 2; 
      d) la mancata presentazione di uno  dei  documenti  di  cui  ai
punti 1), 2) dell'art. 4. 
    I candidati sono ammessi alla selezione con riserva. Il Direttore
del Dipartimento di Ingegneria Idraulica,  Geotecnica  ed  Ambientale
puo' disporre in qualunque momento l'esclusione dalla  selezione  per
difetto dei requisiti prescritti. Qualora i  motivi  che  determinano
l'esclusione siano accertati dopo l'espletamento della selezione,  il
Direttore dispone la  decadenza  da  ogni  diritto  conseguente  alla
partecipazione alla selezione stessa; sara'  ugualmente  disposta  la
decadenza dei candidati  di  cui  risulti  non  veritiera  una  delle
dichiarazioni previste nella domanda di partecipazione alla selezione
o delle dichiarazioni rese ai sensi del D.P.R. 445/2000. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
    I candidati  sono  giudicati  da  una  Commissione  nominata  dal
Direttore del Dipartimento di  Ingegneria  Idraulica,  Geotecnica  ed
Ambientale. La Commissione giudicatrice sara' cosi' composta: 
      da due componenti designati dal Direttore del  Dipartimento  di
Ingegneria Idraulica, Geotecnica ed Ambientale; 
      dal Responsabile della Formazione del progetto PON 01_01596,  o
da un suo delegato; 
      dal Segretario  Amministrativo  del  Dipartimento  o  da  altro
funzionario a tal fine designato dal Direttore della  Struttura,  con
funzioni di Segretario verbalizzante. 
    La Commissione esaminatrice dispone di  cinquanta  punti  per  la
valutazione di ciascun candidato. 
    La Commissione provvede,  in  via  preliminare,  a  ripartire  il
punteggio a disposizione tra le categorie di titoli che essa  ritenga
di individuare, curando che il punteggio massimo riservato a ciascuna
categoria non abbia una valenza eccessiva su quello complessivo. 
    La Commissione stabilisce altresi',  in  via  preliminare,  se  i
candidati vadano sottoposti a  colloquio  e,  in  caso  positivo,  il
punteggio da riservare a tale prova, nonche' il punteggio minimo  che
i candidati debbono  conseguire  nella  valutazione  dei  titoli  per
essere ammessi a sostenere la prova stessa. 
    La Commissione procede quindi a valutare i titoli di ogni singolo
candidato e a redigere una scheda contenente, oltre l'indicazione dei
titoli posseduti dal candidato, un motivato giudizio e la valutazione
attribuita ai vari titoli. 
    Nel caso in cui sia stato, in  via  preliminare,  previsto  dalla
Commissione il colloquio, la stessa provvede a convocare i  candidati
che abbiano ottenuto il prescritto punteggio minimo nella valutazione
dei titoli, mediante lettera raccomandata con avviso di  ricevimento,
con almeno venti giorni  di  preavviso.  Nessun  rimborso  e'  dovuto
dall'Ente ai candidati che sostengono il colloquio, anche se in  sede
diversa da quella di residenza. 
    Il Dipartimento non assume alcuna responsabilita' sia in caso  di
eventuale dispersione di comunicazioni da parte dell'Ente, dipendente
da inesatta o non chiara  trascrizione  dei  dati  anagrafici  e  del
recapito  da  parte  dei  candidati,  oppure  da  mancata  o  tardiva
comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella  domanda,
sia per eventuali disguidi postali. 
    Al termine dei lavori, la Commissione  forma  la  graduatoria  di
merito. 
    Le operazioni compiute dalla Commissione sono  verbalizzate,  con
sottoscrizione in ogni pagina, del Presidente, dei Componenti  e  del
Segretario. 
    La graduatoria di merito viene approvata  con  provvedimento  del
Direttore del Dipartimento di  Ingegneria  Idraulica,  Geotecnica  ed
Ambientale  che  nomina  il   vincitore/i   previa   verifica   della
regolarita' del procedimento. 
    A parita' di punteggio complessivo la preferenza e' determinata: 
      a) dalla minore  anzianita'  di  conseguimento  del  titolo  di
studio; 
      b)  in  caso  di  ulteriore  parita',  dalla  minore  eta'  del
candidato. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
    Le borse che  restino  interamente  disponibili  per  rinuncia  o
decadenza  dei  vincitori  possono  essere  assegnate  ai  successivi
idonei, secondo l'ordine  della  graduatoria,  entro  un  mese  dalla
rinuncia o decadenza del vincitore e, in ogni modo, non oltre  i  tre
mesi dalla data d'approvazione della graduatoria. 
    Qualora  il  vincitore,  entro  tre  mesi  dalla  data   d'inizio
dell'attivita' di ricerca, rinunci alla borsa o decada  dalla  stessa
per incompatibilita' di cui all'art. 3 del presente bando,  la  borsa
puo' essere conferita, per il restante periodo, al successivo idoneo,
in base alla disponibilita' finanziaria residua  e  alla  valutazione
del responsabile della Formazione circa  l'attribuzione  della  borsa
per un periodo inferiore a quello inizialmente previsto. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
    I risultati delle selezioni saranno affissi presso la bacheca del
Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Geotecnica ed Ambientale,  sito
in via Claudio n. 21 - Napoli. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
    Il Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Geotecnica ed Ambientale
trasmette  al/ai  vincitore/i   della   selezione   la   lettera   di
conferimento, nella quale sara' indicata, tra  l'altro,  la  data  di
decorrenza della borsa. 
    Entro  tale  termine  l'assegnatario  della  borsa   dovra'   far
pervenire,  a  pena  di  decadenza,  al  Dipartimento  di  Ingegneria
Idraulica, Geotecnica ed  Ambientale  dichiarazione  di  accettazione
della borsa medesima alle condizioni stabilite nel bando di concorso.
Dovra', altresi', far pervenire dichiarazione, da redigere secondo lo
schema allegato (Allegato C), in cui si  attesti,  sotto  la  propria
responsabilita': 
      a) cognome e nome; 
      b) data e luogo di nascita; 
      c) residenza; 
      d) cittadinanza; 
      e) titolo di studio; 
      f) di non ricoprire impieghi alle dipendenze di Enti pubblici o
privati. 
    Coloro che risultino vincitori della borsa  e  non  diano  inizio
alle  attivita'  entro  il  termine  stabilito  dal  Dipartimento  di
Ingegneria Idraulica, Geotecnica ed Ambientale decadono dalla borsa. 
    La data di decorrenza della borsa puo' essere rinviata  nel  caso
che il titolare debba assentarsi per maternita' o per malattia. 
    La fruizione della borsa puo' essere sospesa temporaneamente solo
nel caso che il  titolare  debba  assentarsi  per  maternita'  o  per
malattia di durata superiore ad un mese. 
    I  motivi  di  rinvio  o  sospensione  devono   essere   comunque
debitamente comprovati e presentati al Direttore del Dipartimento  di
Ingegneria Idraulica, Geotecnica ed Ambientale. 
    L'assegnatario che dopo aver iniziato  le  attivita'  programmate
non le prosegua, senza giustificato e comprovato motivo, regolarmente
ed ininterrottamente per l'intera durata della borsa, o che si  renda
responsabile  di  gravi  e  ripetute  mancanze,  per   proposta   del
responsabile della Formazione, e' dichiarato  decaduto  con  motivato
provvedimento del Direttore del Dipartimento di Ingegneria Idraulica,
Geotecnica ed Ambientale dall'ulteriore utilizzazione della borsa. 
    Dell'avvio  del  relativo  procedimento  e'  data   comunicazione
all'interessato, il quale ha la facolta' di far conoscere la  propria
posizione in merito, mediante comunicazione scritta. 
    Della conclusione del procedimento, che potra'  consistere  o  in
un'archiviazione  degli  atti  o  nel   predetto   provvedimento   di
decadenza, sara' data motivata comunicazione all'interessato. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
    Il pagamento della borsa e' effettuato in rate mensili. 
    La  prima  rata  e'  erogata  dopo  che  il  responsabile   della
Formazione ha comunicato che il  titolare  della  borsa  ha  iniziato
l'attivita'. 
    Le rate successive sono erogate a meno che il responsabile  della
Formazione non comunichi che si siano verificate le condizioni di cui
all'art. 9 del presente bando. 
    Coloro che una volta iniziata la frequenza  siano  incorsi  nella
dichiarazione  di  decadenza  sono  tenuti  a  restituire  le   somme
percepite. 
    La  richiesta  di  restituzione  dovra'  essere  effettuata   dal
Direttore, come parimenti, a cura dello stesso, dovra' essere  emesso
il decreto di accertamento della somma da restituire. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
    Ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003,  n.
196, i dati personali forniti dai  candidati  sono  trattati  per  le
finalita' di gestione del presente bando e per la successiva gestione
del rapporto medesimo. 
    Il conferimento di  tali  dati  e'  obbligatorio  ai  fini  della
valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l'esclusione  dalla
selezione. 
    L'interessato gode dei diritti  di  cui  all'art.  7  del  citato
decreto legislativo, tra i quali figura il diritto di accesso ai dati
che lo riguardano nonche' alcuni diritti  complementari  tra  cui  il
diritto di far rettificare, aggiornare,  completare  o  cancellare  i
dati erronei, incompleti o raccolti  in  termini  con  conformi  alla
legge, nonche' il diritto di opporsi al loro trattamento  per  motivi
legittimi. 
    Tali diritti  possono  essere  fatti  valere  nei  confronti  del
Direttore del Dipartimento di  Ingegneria  Idraulica,  Geotecnica  ed
Ambientale che e' anche il Responsabile del procedimento  e  titolare
del trattamento dei dati stessi. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
    Il presente bando  di  selezione  e'  pubblicato  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª serie speciale «Concorsi  ed
esami». Gli avvisi  sui  Bollettini  Ufficiali  delle  Regioni  della
Convergenza (Puglia, Campania, Calabria, Sicilia). 
    Il testo integrale del bando  e'  pubblicato  altresi'  sul  sito
dell'Ateneo http://www.unina.it 
 
      Napoli, 5 novembre 2012 
 
                                                Il direttore: Mancuso