Concorso-Mobilità per 1 dirigente medico malattie apparato respiratorio (puglia), 1 dirigente medico igiene epidemiologica e sanita' pubblica (puglia) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE BAT/1 DI ANDRIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Mobilità

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Mobilità
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 2
Fonte: DIR N. 74 del 25-10-2012
Sintesi: ZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE BAT/1 DI ANDRIA Concorso (Scad. 24 novembre 2012) Avviso pubblico di mobilità regionale per posti di Dirigente Medico discipline diverse. IL DIRETTORE GENERALE In ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE BAT/1 DI ANDRIA
Regione: PUGLIA
Provincia: BARLETTA-ANDRIA-TRANI
Comune: ANDRIA
Data di pubblicazione 26-10-2012
Data Scadenza bando 24-11-2012
Condividi

ZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE BAT/1 DI ANDRIA

Concorso (Scad. 24 novembre 2012)

Avviso pubblico di mobilità regionale per posti di Dirigente Medico discipline diverse.


IL DIRETTORE GENERALE
In esecuzione della delibera n. 1270 del 21/09/2012
RENDE NOTO
Che è indetto avviso pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità volontaria, in ambito regionale tra Aziende sanitarie e tutti gli Enti del Servizio Sanitario della Regione Puglia per la copertura a tempo indeterminato dei seguenti posti:
- n. 1 posto di Dirigente Medico della disciplina di Malattie dell’Apparato Respiratorio da assegnare al Servizio di Pneumotisiologia Territoriale,
- n. 1 posto di Dirigente Medico della disciplina di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica da assegnare all’U.O. di Statistica ed Epidemiologia.
Il presente avviso che regola la partecipazione e lo svolgimento della pubblica selezione, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo indeterminato, presso l’ASL BT, di posti di Dirigente - mediante mobilità volontaria regionale -, ai sensi di quanto previsto dall’art. 20 del CCNL 08/06/2000 della dirigenza Medica e Veterinaria e dalla L.R. n. 12 del 24 settembre 2010, art. 2, co. 2.
Il trattamento economico è quello previsto dal vigente C.C.N.L. dell’Area della Dirigenza Medica e Veterinaria.
Gli interessati all’avviso di mobilità devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) essere dipendente a tempo indeterminato di Aziende Sanitarie o di Enti del Comparto Sanità della Regione Puglia nel profilo professionale di Dirigente nella qualifica e disciplina a concorso;
b) di avere superato il periodo di prova;
c) avere l’incondizionata idoneità alla mansione specifica;
d) non avere procedimenti disciplinari in corso né sentenze di condanna passate in giudicato.
I predetti requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di partecipazione al presente avviso.
Modalità e termine di presentazione delle domande
Le domande di partecipazione all’Avviso, redatte su carta semplice, indirizzate AL DIRETTORE GENERALE ASL BT - VIA FORNACI n. 201 - 76123 ANDRIA, devono essere inoltrate esclusivamente per posta a mezzo di raccomandata A.R., pena esclusione, entro il 30° giorno successivo a quello della data di pubblicazione del bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. La data di spedizione è comprovata dal timbro a data dell’Ufficio Postale accettante.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo, non festivo. E’ esclusa ogni altra forma di presentazione o di trasmissione della domanda.
Non saranno imputabili all’Amministrazione eventuali disguidi postali. Il termine di presentazione delle istanze e dei documenti è perentorio, l’eventuale riserva di invio successivo di documenti e/o il riferimento a documenti e titoli in possesso dell’Amministrazione sono privi di effetto.
Sulla busta deve essere specificato: domanda per Avviso Pubblico di: _____________ (specificare il profilo per cui si intende partecipare).
Nella domanda di ammissione all’Avviso Pubblico, datata e firmata, (allegato “A”: fac-simile dello schema di domanda) gli aspiranti devono oltre che dichiarare il possesso dei requisiti esplicitati nell’art. 1, dichiarare il possesso dei seguenti requisiti, comprovando gli stessi in sostituzione delle normali certificazioni ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 e dell’art. 15 della L. 12/11/2011 n. 183:
a) cognome, nome, data, luogo di nascita e residenza;
b) il possesso del diploma di laurea con l’indicazione della data e della sede di conseguimento;
c) il possesso del relativo diploma di specializzazione con l’indicazione della disciplina nonché della data e della sede di conseguimento;
d) l’iscrizione all’Ordine Professionale con l’indicazione della relativa sede provinciale;
e) l’Azienda o Ente del S.S.R. presso cui risultano in servizio e decorrenza del rapporto di lavoro; il rapporto di pubblico impiego in atto, quelli pregressi e le cause di eventuale risoluzione, ove ricorrano. Nell’indicazione dei servizi prestati nella posizione di ruolo presso AA.SS.LL., AA.OO. e/o strutture equiparate del S.S.N., deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 del D.P.R. 20.12.1979, n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. La omessa indicazione comporterà la riduzione del punteggio di anzianità nella misura massima. In caso positivo l’attestazione deve precisare le misure della riduzione del punteggio. Le dichiarazioni stesse dovranno altresì contenere tutte le indicazioni necessarie ad una corretta valutazione (ovvero, ad esempio, qualifica, periodo, eventuali cause di risoluzione, ove ricorrano). Tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa, in tal caso il candidato deve dichiarare di non aver mai prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni;
f) l’avvenuto superamento del periodo di prova;
g) il possesso della idoneità fisica all’esercizio delle mansioni proprie del profilo di appartenenza, come risultante dall’ultima visita medica periodica effettuata dal Medico Competente ai sensi del D.L.vo n. 81 del 09/04/2008;
h) l’assenza di sanzioni disciplinari definitive nell’ultimo biennio e di non avere procedimenti disciplinari in corso né sentenze di condanna passate in giudicato;
i) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
j) i titoli che danno diritto a preferenza, precedenza o riserva di posto nella nomina;
k) codice fiscale;
l) la omessa dichiarazione non altrimenti rilevabile, resa mediante autocerticazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, contestuale e/o allegata all’istanza di ammissione o documentazione del possesso di uno solo dei requisiti prescritti dal presente bando, determina l’esclusione dall’avviso. La domanda deve essere datata e sottoscritta dal candidato; la mancata sottoscrizione determina la nullità della domanda. Costituisce, altresì, motivo di esclusione la titolarità di rapporto di impiego a tempo indeterminato con questa ASL nella medesima posizione funzionale e disciplina oggetto dell’avviso.
Il candidato deve, inoltre, indicare il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essergli fatta ogni necessaria comunicazione. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui alla sopraindicata lettera a).
La presentazione della domanda implica il consenso del candidato al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, nel rispetto di quanto disposto dal D.L.vo 196/2003, per lo svolgimento della procedura selettiva.
Documenti da allegare alla domanda
Alla domanda i candidati devono allegare:
- fotocopia del documento di identità in corso di validità (pena esclusione);
- dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà relativo all’ultima visita periodica effettuata dal Medico Competente ai sensi del D.L.vo n. 81/2008 da cui si evinca l’incondizionata idoneità alla mansione specifica;
- eventuali pubblicazioni;
- curriculum formativo e professionale dal quale si evincano le capacità professionali possedute dagli interessati, datato e firmato;
- dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’art. 47 del DPR n. 445/2000 e dell’art. 15 della L. 12/11/2011 n. 183, relativa allo stato di servizio, con precisa indicazione dei dati temporali (giorno / mese / anno) sia di inizio che di fine di ciascun periodo lavorativo, da cui si evinca la disciplina di appartenenza relativa al posto di ruolo ricoperto, il superamento del periodo di prova e l’assenza di procedimenti disciplinari in corso e di tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito.
Quanto dichiarato nel curriculum sarà valutato unicamente se supportato da regolare, autocertificazione.
La documentazione di cui sopra, ivi compreso il curriculum formativo e professionale, deve essere prodotta con dichiarazione sostitutiva di certificazione ovvero con dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, sottoscritte dal candidato e formulate nei casi e con le modalità previste dagli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 e dall’art. 15 della L. n. 183/2011, in caso contrario non sarà soggetta a valutazione.
Nella documentazione relativa ai servizi svolti anche se documentati mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 D.P.R. 445/2000 devono essere attestate se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 del D.P.R. 20/12/1979 n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa; possono essere presentate anche in fotocopia ed autenticate dal candidato, ai sensi dell’art. 19 del D.P.R. 445/2000, purché il medesimo attesti, mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, corredata da fotocopia semplice di un proprio documento di identità personale, che le copie dei lavori specificatamente richiamati nell’autocertificazione sono conformi agli originali.
Gli aspiranti dovranno inoltre allegare alla domanda di partecipazione un elenco, in triplice copia, contenente l’indicazione dei documenti e dei titoli allegati alla domanda di partecipazione.
Tutti i documenti allegati alla domanda devono essere numerati progressivamente; tali numeri dovranno corrispondere esattamente a quelli riportati nel succitato elenco.
Non saranno presi in considerazione documenti, titoli o pubblicazioni che perverranno a questa Amministrazione dopo il termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione all’avviso in argomento.
Autocertificazione
Si precisa che il candidato, in luogo della certificazione rilasciata dall’Autorità competente, può presentare in carta semplice e senza autentica di firma:
a) “dichiarazione sostitutiva di certificazione”: nei casi tassativamente indicati nell’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000 (ad esempio: stato di famiglia, iscrizione all’albo professionale, possesso del titolo di studio, di specializzazione, di abilitazione, ecc.);
b) “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà” ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000: per tutti gli stati, fatti e qualità personali non compresi nell’elenco di cui al citato art. 46 del D.P.R.445/2000 (ad esempio: borse di studio, attività di servizio, incarichi libero-professionali, attività di docenza, frequenza a corsi di formazione e di aggiornamento, partecipazione a convegni e seminari, conformità agli originali di pubblicazioni, ecc);
c) “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà” ai sensi dell’art. 19 del DPR n. 445/2000: al fine di dichiarare la conformità all’originale della copia di un atto o di un documento conservato o rilasciato da una pubblica amministrazione, la copia di una pubblicazione ovvero la copia di un titolo di studio o di servizio.
La “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà” deve essere corredata da fotocopia semplice di un documento di identità personale, come previsto dall’art.38 del D.P.R. 445/2000.
In ogni caso, la dichiarazione resa dal candidato - in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della certificazione - deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che il candidato intende produrre; l’omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificata o autodichiarato. Precisamente, la dichiarazione deve contenere:
A - Titoli di carriera:
• l’esatta denominazione dell’Ente (se trattasi di enti diversi dal SSN deve essere precisato se l’ente è pubblico, privato, accreditato o se convenzionato con il SSN, in caso contrario non sarà attribuito alcun punteggio);
• la natura giuridica del rapporto di lavoro (di ruolo, incaricato, supplente, part time, etc., se vi è rapporto di dipendenza, convenzione, contratto di collaborazione coordinata e continuativa, contratto libero professionale, contratto dí natura privata, etc., nonché la durata oraria settimanale e l’esatta riduzione oraria relativa al part-time);
• l’esatta decorrenza della durata del rapporto di lavoro (giorno, mese, anno di inizio e di cessazione);
• la qualifica rivestita;
• le eventuali interruzioni del rapporto di lavoro (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare, etc.).
Nella documentazione relativa ai servizi svolti, documentati mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 D.P.R. 445/2000 devono essere attestate se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 del D.P.R. 20/12/1979 n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.
• la posizione nei riguardi degli obblighi militari di leva e/o servizio civile deve necessariamente indicare i seguenti elementi:
• l’esatta decorrenza e durata del servizio militare e/o civile (giorno, mese, anno di inizio e di cessazione del servizio militare stesso);
• il ruolo ricoperto e lo stato di servizio svolto (ufficiale medico, infermiere, aiutante di sanità, marconista etc.) eventualmente riconducibile alla qualifica a selezione.
B - Titoli accademici e di studio
L’indicazione del titolo di studio di accesso alla procedura con l’esatta denominazione dell’Università o Istituto dove è stato conseguito, la data di conseguimento, la durata;
• gli altri titoli accademici e di studio devono contenere le stesse indicazioni sopra riportate;
C - Pubblicazioni e titoli scientifici:
• devono essere sempre allegati in originale o in copia mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ai sensi dell’art.19 del D.P.R. 445/2000.
D - Curriculum formativo e professionale:
• per i corsi di aggiornamento professionale va indicato: 1) il titolo dell’evento; 2) l’organizzazione dell’evento; 3) la sede e la durata; 4) se, a fine corso, c’è stata la verifica; 5) se relatore all’evento; 6) se trattasi di E.C.M.;
• per gli incarichi di docenza va indicato: 1) l’ente presso il quale è stata effettuata la docenza, se Istituto Scolastico o altro Ente o se Istituto Universitario; 2) la durata dell’incarico: data inizio e fine incarico e il n. di ore d’insegnamento e se trattasi di anno scolastico o anno accademico; 3) disciplina della docenza;
• per i corsi di perfezionamento, i master va indicato: 1) l’esatta denominazione del corso o master; 2) l’Ente presso il quale è stato conseguito; 3) la durata, l’attestazione finale e la disciplina;
• per le borse di studio va indicato: 1) l’Ente presso il quale si è tenuto/a e la durata e la disciplina.
L’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e si precisa che, oltre la decadenza dai benefici eventualmente conseguiti dall’interessato, sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, ai sensi della L. n. 183/2011.
Modalità di selezione e assunzione
Saranno ammessi alla procedura selettiva i candidati che risultano in possesso dei requisiti previsti dal presente bando.
La Commissione esaminatrice viene nominata con apposito provvedimento ad insindacabile giudizio dal Direttore Generale e sarà composta da tre membri, due Componenti fissi ed uno afferente all’area di destinazione del posto a selezione.
La Commissione è presieduta dal Direttore Sanitario, ovvero da un dirigente da lui delegato, quale primo Componente fisso; il secondo Componente fisso è il Direttore del Dipartimento cui afferisce la disciplina oggetto dell’avviso, o Direttore di S.C. del Dipartimento, suo delegato. Il terzo Componente è un Direttore di S.C. della disciplina oggetto dell’avviso. Le funzioni di Segretario sono svolte da un Funzionario dell’U.O. Concorsi.
Ai fini della valutazione dei candidati la Commissione, preliminarmente procederà alla individuazione dei criteri considerando in via analogica anche quelli previsti dagli artt. 27 del D.P.R. n. 483/97, disponendo di un punteggio di 40 punti, così ripartiti:
• 20 punti per i titoli di cui:
- Titoli di carriera punti 10
- Titoli accademici e di studio punti 3
- Pubblicazioni e titoli scientifici punti 3
- Curriculum formativo e professionale punti 4
• 20 punti per la prova colloquio.
La commissione attribuirà ai candidati il punteggio formulando la valutazione con riferimento sia alla prova colloquio che al curriculum. Il superamento della prova colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 14/20.
Nomina del vincitore
Il Direttore Generale dell’Azienda provvederà con proprio atto deliberativo - riconosciuta la regolarità degli atti relativi alla procedura concorsuale - all’approvazione della graduatoria ed alla nomina del vincitore.
Il concorrente dichiarato vincitore, ai fini dell’assunzione in servizio, prima della stipula del contratto individuale di lavoro, dovrà presentare:
a) dichiarazione attestante non aver subito condanne penali che pregiudichino il rapporto di pubblico impiego e gli eventuali procedimenti penali pendenti;
b) certificazione attestante il possesso della piena idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie della qualifica di appartenenza e di non avere in pendenza istanze tendenti ad ottenere una inidoneità, seppur parziale;
c) dichiarazione in ordine alla disponibilità ad assumere servizio presso la sede di assegnazione da parte dell’Amministrazione;
d) certificazione dell’Azienda di provenienza che attesti che il candidato non è stato valutato negativamente ai sensi della normativa vigente in materia.
Il concorrente vincitore trasferito conserva la posizione economica acquisita all’atto del trasferimento ivi compresa l’anzianità individuale maturata nell’ente di provenienza, con esclusione della retribuzione di posizione parte variabile aziendale, che sarà determinata dai regolamenti aziendali vigenti alla sottoscrizione del contratto.
Allo stesso sarà conferito un incarico di tipologia d) o c) in relazione all’anzianità di servizio maturata e all’esito positivo della valutazione individuale quinquennale.
L’immissione in servizio del vincitore resta, comunque, subordinata all’esito della visita medica di idoneità alla specifica mansione da effettuarsi da parte del medico competente di questa ASL.
AI fine di assicurare la stabilità della unità operativa di assegnazione ed ai sensi dell’art. 12, comma 10, della L.R. n. 12/2005, il personale immesso in servizio a seguito di mobilità non può essere destinatario di successivo provvedimento di trasferimento presso altra Azienda prima che siano decorsi due anni dall’immissione in servizio.
Norme finali
Per tutto quanto non contemplato dal presente bando, si rinvia alle disposizioni di legge nazionali, regionali e contrattuali, vigenti in materia di mobilità e di reclutamento a tempo indeterminato di personale.
Le istanze di mobilità che sono già pervenute o che perverranno prima della pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia non saranno prese in considerazione e saranno archiviate senza alcuna comunicazione agli interessati, in quanto il presente avviso costituisce a tutti gli effetti notifica nei confronti degli interessati.
Il presente avviso sarà pubblicato integralmente nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia e nel sito Internet Aziendale, fermo restando che la data di presentazione delle istanze scade il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso nel BUR della Regione Puglia.
L’ASL BT si riserva la facoltà di modificare, prorogare, sospendere, revocare il presente bando, in relazione a nuove disposizioni di legge o per comprovate ragioni di pubblico interesse senza che i candidati possano sollevare eccezione o vantare diritti di sorta. Il presente avviso potrà essere sospeso o revocato in caso di comprovate disponibilità in esubero di Dirigenti della disciplina presso altre ASL della Regione Puglia.
L’Azienda garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro, ai sensi del decreto legislativo 11/04/2006 n. 198. Ai sensi e per effetti del D.L.vo n. 196/2003, l’Azienda è autorizzata al trattamento dei dati personali dei concorrenti, finalizzato agli adempimenti connessi alla presente procedura.
Per eventuali informazioni, gli aspiranti potranno rivolgersi all’Area Gestione Personale - U.O. “Concorsi e assunzioni”, nella sede di Andria, Via Fornaci, 201 - tel. 0883 299752 - 299440 e nella sede di Barletta, V.le Ippocrate n. 15 - tel. 0883 577694 - 577692.
Gli aspiranti, inoltre, potranno prendere visione del bando e dell’allegato modello di domanda di partecipazione all’avviso, visitando la sezione “concorsi ed avvisi” del sito http://www.aslbat.it/
Il Direttore Area del Personale f.f.
Rag. Francesca D’Ambra
Il Direttore Generale
Dott. Giovanni Gorgoni