Concorso per 2 categoria c area amministrativa (umbria) UNIVERSITA' ITALIANA PER STRANIERI DI PERUGIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 2
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 80 del 12-10-2012
Sintesi: UNIVERSITA' PER STRANIERI DI PERUGIA CONCORSO   (scad.  12 novembre 2012) Concorso pubblico, per esami, a due posti di categoria C, posizione economica C1, area amministrativa, finalizzato alle esigenze ...
Ente: UNIVERSITA' ITALIANA PER STRANIERI DI PERUGIA
Regione: UMBRIA
Provincia: PERUGIA
Comune: PERUGIA
Data di pubblicazione 12-10-2012
Data Scadenza bando 12-11-2012
Condividi

UNIVERSITA' PER STRANIERI DI PERUGIA

CONCORSO   (scad.  12 novembre 2012)
Concorso pubblico, per esami, a due posti di categoria  C,  posizione
  economica  C1,  area  amministrativa,  finalizzato  alle   esigenze
  specifiche del Servizio relazioni internazionali, di cui  un  posto
  riservato alle categorie dei militari di truppa delle Forze armate,
  congedati senza demerito dalle ferme contratte anche al  termine  o
  durante le rafferme e  degli  ufficiali  di  complemento  in  ferma
  biennale e ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza
  demerito la ferma contratta, ai sensi degli articoli 1014 e 678 del
  decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66. 
 
 
                     IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO 
 
    Vista la deliberazione del Consiglio di amministrazione n. 2  del
13  luglio  2011,  con  la  quale,  tra  l'altro,  nell'ambito  della
programmazione del fabbisogno di personale per l'anno 2011, e'  stata
prevista l'assunzione di due unita' di categoria C; 
    Vista la deliberazione del Consiglio di amministrazione n. 1  del
31 gennaio 2012, con la quale, in attuazione della programmazione del
fabbisogno di personale per l'anno 2011,  sono  stati  istituiti  due
posti di categoria C, posizione economica  C1,  area  amministrativa,
per le specifiche esigenze del Servizio relazioni  internazionali  ed
e' stata autorizzata l'assunzione del relativo impegno di  spesa  sul
bilancio unico di Ateneo dell'anno 2012; 
    Accertata l'inesistenza di graduatorie  utili  di  concorsi  gia'
espletati, in relazione alla specifica professionalita' richiesta; 
    Vista la nota prot. n. 6548  del  2  agosto  2012,  inoltrata  da
questa universita' alla  Presidenza  del  Consiglio  dei  Ministri  -
Dipartimento della funzione pubblica, con  la  quale  e'  stata  data
attuazione a quanto disposto dall'art. 34/bis del decreto legislativo
n. 165/2001, ai fini della mobilita' intercompartimentale; 
    Considerato  che  il  termine  ultimo  da  parte  della  Funzione
pubblica per assegnare il personale che rientri nel profilo richiesto
e' fissato per il 2 ottobre 2012; 
    Ritenuto,  pertanto,  di  dover  procedere   all'emanazione   del
presente bando di concorso finalizzato alla  copertura  dei  suddetti
posti   pur   nelle   more   della   conclusione   della    mobilita'
intercompartimentale,  al  fine  di  poter  terminare  le   procedure
concorsuali  entro  il  mese  di  dicembre  p.v.,   riservandosi   di
modificare relativamente al numero dei posti o revocare integralmente
il citato bando nel caso in cui pervengano,  a  fronte  della  citata
mobilita',  assegnazioni  di  personale  da  parte   della   Funzione
pubblica; 
    Vista la nota prot. n. 6547 del  2  agosto  2012,  con  la  quale
questa  universita'  ha  provveduto  ad   effettuare   la   mobilita'
interuniversitaria in  applicazione  dell'art.  57  del  C.C.N.L.  16
ottobre  2008  nonche'  dall'art.  30  del  decreto  legislativo   n.
165/2001, che ha avuto un esito negativo; 
    Visto il decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198,  recante  il
codice delle pari opportunita' tra uomo e donna; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9  maggio  1994,
n. 487, e  successive  modificazioni  ed  integrazioni,  recante  tra
l'altro, le modalita' di svolgimento dei concorsi; 
    Visti i vigenti CC.CC.NN.LL. del Comparto universita'; 
    Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e  successive
modificazioni ed integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 30  giugno  2003,  n.  196,  recante
norme sul trattamento dei dati personali; 
    Visto  il  decreto  legislativo  27  ottobre  2009,  n.  150,  in
particolare l'art. 24; 
    Visto il decreto-legge 31 maggio  2010,  n.  78,  in  particolare
l'art. 9, comma 21; 
    Vista la legge 12 novembre 2011,  n.  183  (Legge  di  stabilita'
2012), in particolare l'art. 4, comma 45; 
    Visto il decreto rettorale n. 193 del  3  ottobre  2005,  con  il
quale e' stato emanato il Regolamento di  Ateneo  per  l'accesso  nei
ruoli del personale tecnico e amministrativo; 
    Visto lo  Statuto  dell'Universita'  per  stranieri  di  Perugia,
emanato con decreto rettorale n. 80 del 13  aprile  2012,  pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - serie generale -
n. 106 dell'8 maggio 2012; 
    Accertato che le  disposizioni  vigenti  in  materia  di  riserve
determinano la riserva di un posto a favore delle  categorie  di  cui
agli articoli 1014 e 678 del decreto legislativo 15  marzo  2010,  n.
66, dovuta alla somma delle frazioni di posto gia'  realizzatesi  nei
precedenti concorsi pubblici a tempo indeterminato banditi da  questo
Ateneo; 
    Ritenuto, in caso di esito negativo della riserva sopra indicata,
di dover riservare n. 1  posto  al  personale  in  servizio  a  tempo
indeterminato  presso  l'Universita'  per   stranieri   di   Perugia,
appartenente alla categoria B ed in possesso  del  titolo  di  studio
richiesto dal presente bando; 
    Accertata la relativa copertura finanziaria; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                              Indizione 
 
 
    E' indetto un concorso  pubblico,  per  esami,  a  due  posti  di
categoria C, posizione economica C1, area amministrativa, finalizzato
alle  esigenze  specifiche  del  Servizio  relazioni   internazionali
dell'Universita' per stranieri di Perugia, di cui un posto  riservato
alle categorie dei militari di truppa delle Forze  armate,  congedati
senza demerito dalle ferme contratte anche al termine  o  durante  le
rafferme e  degli  ufficiali  di  complemento  in  ferma  biennale  e
ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito  la
ferma contratta, ai sensi degli  articoli  1014  e  678  del  decreto
legislativo 15 marzo 2010, n.  66.  Coloro  che  intendano  avvalersi
della riserva a favore delle categorie di cui al decreto  legislativo
15 marzo 2010, n. 66 devono farne espressa menzione nella domanda  di
ammissione al concorso, pena l'inapplicabilita'  del  beneficio;  gli
interessati devono inoltre presentare dichiarazioni  sostitutive,  ai
sensi degli articoli  46  e  47  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica n. 445/2000 (vedi allegato B), circa  l'appartenenza  alle
predette categorie di riservatari. 
    Qualora il posto riservato non dovesse essere coperto  da  aventi
titolo appartenenti alle categorie di cui al decreto  legislativo  15
marzo 2010, n. 66, esso e' riservato al personale in servizio a tempo
indeterminato  presso  l'Universita'  per   stranieri   di   Perugia,
appartenente alla categoria B ed in possesso  del  titolo  di  studio
richiesto dal presente bando. 
    Il personale interno che intenda avvalersi di tale  riserva  deve
farne espressa menzione nella domanda di ammissione al concorso, pena
l'inapplicabilita' del beneficio. 
    Qualora non vi siano aventi titolo alla riserva tra il  personale
in servizio a tempo indeterminato presso l'Universita' per  stranieri
di Perugia di categoria B, il posto sara' assegnato al candidato  non
riservatario utilmente collocato in graduatoria. 
    Le due unita' di personale saranno assunte a tempo indeterminato,
con rapporto di lavoro subordinato di diritto privato e con orario di
lavoro a tempo pieno. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
                     Requisiti per l'ammissione 
 
 
    Per l'ammissione al concorso e' richiesto, a pena di  esclusione,
il possesso dei seguenti requisiti: 
    1) cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri  dell'Unione
europea. Sono  equiparati  ai  cittadini  dello  Stato  italiano  gli
italiani non appartenenti alla Repubblica italiana; 
    2) eta' non inferiore agli anni diciotto; 
    3) godimento dei diritti  politici:  non  possono  accedere  agli
impieghi coloro che siano esclusi dall'elettorato politico attivo; 
    4) non aver riportato condanne penali incompatibili con lo status
di pubblico dipendente; 
    5) idoneita' fisica all'impiego; 
    6) avere ottemperato alla normativa in  materia  di  reclutamento
militare; 
    7) diploma di istruzione secondaria di secondo  grado  di  durata
quinquennale; 
    8) non essere stato destituito, dispensato, licenziato per giusta
causa  o  giustificato  motivo  soggettivo  dall'impiego  presso  una
pubblica amministrazione. 
    Ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n.
174/1994, i cittadini degli Stati membri dell'Unione europea dovranno
inoltre possedere, a pena di esclusione, i seguenti requisiti: 
      godimento dei diritti civili e politici anche  negli  Stati  di
appartenenza o provenienza; 
      possesso, fatta eccezione della titolarita' della  cittadinanza
italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della
Repubblica; 
      adeguata conoscenza della lingua italiana. 
    I requisiti prescritti  devono  essere  posseduti  alla  data  di
scadenza della domanda di partecipazione al concorso. 
    L'equiparazione del titolo di  studio  conseguito  all'estero  e'
effettuata ai sensi di quanto  disposto  dall'art.  379  del  decreto
legislativo 16 aprile 1994, n. 297. 
    I candidati sono ammessi al concorso con riserva. 
    L'amministrazione  puo'  disporre,  con  decreto   motivato   del
direttore  amministrativo,  in   qualunque   fase   della   procedura
concorsuale, l'esclusione del candidato  per  difetto  dei  requisiti
prescritti. 
    L'esclusione  ed  il  motivo  della  stessa  sono  comunicati  al
candidato a mezzo  raccomandata  con  avviso  di  ricevimento  o  con
telegramma. 
    L'amministrazione garantisce pari opportunita' fra uomini e donne
per l'accesso al lavoro ed per il trattamento sul lavoro. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
        Domanda di partecipazione e termini di presentazione 
 
 
    La  domanda  di  partecipazione  al  concorso,  sottoscritta  dal
candidato  a  pena  di  esclusione,  deve  essere  redatta  in  carta
semplice, secondo  lo  schema  allegato  al  bando  (Allegato  A),  e
indirizzata  all'Universita'  per  stranieri   di   Perugia,   piazza
Fortebraccio, 4  -  06123  Perugia,  e  deve  pervenire,  a  pena  di
esclusione, entro il termine perentorio di trenta giorni che  decorre
dal giorno successivo a quello di pubblicazione  del  presente  bando
nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  italiana  -  4ª  serie
speciale - «Concorsi ed esami». 
    La  domanda  di  partecipazione  deve   essere   presentata,   ad
esclusione  di  qualsiasi  altro  mezzo,  con  una   delle   seguenti
modalita': 
      a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento; 
      mediante trasmissione per  via  telematica  all'  indirizzo  di
posta elettronica certificata (PEC) «protocollo@pec.unistrapg.it»; in
tal caso il  messaggio  dovra'  riportare  nell'oggetto  la  seguente
dicitura: «PEC - domanda concorso cat.  C1  -  REL  INT»  ed  i  file
allegati al messaggio di posta elettronica dovranno essere in formato
Pdf; 
      mediante  consegna   diretta   all'Ufficio   protocollo   dell'
Universita' per stranieri di Perugia, sito in piazza Fortebraccio,  4
- 06123 Perugia, aperto nei seguenti giorni ed orari: 
        lunedi', martedi', mercoledi', giovedi' e venerdi': dalle ore
10 alle ore 13; 
        lunedi' e giovedi': dalle ore 15 alle ore 16. 
    Ai fini del rispetto del  termine  perentorio  di  trenta  giorni
fissato per l'arrivo presso l'Universita' per  stranieri  di  Perugia
della domanda  di  partecipazione,  la  data  di  acquisizione  delle
istanze e' comprovata: 
    nel caso di presentazione  diretta:  dalla  data  indicata  nella
ricevuta  rilasciata  dall'Ufficio  protocollo  dell'Universita'  per
stranieri all'atto della consegna; 
    nel caso di spedizione con raccomandata AR: dal timbro di  arrivo
dell'Ufficio protocollo dell'Universita' per stranieri di Perugia; 
    nel caso di invio a mezzo posta  elettronica  certificata:  dalla
data indicata nella ricevuta di accettazione. 
    Saranno pertanto  esclusi  dalla  partecipazione  al  concorso  i
candidati le cui domande  perverranno  oltre  il  termine  perentorio
previsto nel presente bando, ancorche' spedite entro il  termine  dei
trenta giorni sopra indicato. 
    Il termine di presentazione delle domande, qualora venga a cadere
in giorno festivo,  si  intendera'  protratto  al  primo  giorno  non
festivo immediatamente seguente. 
    L'amministrazione non assume alcuna responsabilita' per  il  caso
di dispersione di comunicazione imputabile  ad  inesatta  indicazione
del recapito da parte del  candidato  ovvero  a  disguidi  postali  o
telematici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito  o
a forza maggiore. 
    I candidati,  per  la  partecipazione  al  concorso,  a  pena  di
esclusione, dovranno  effettuare  un  versamento  di  € 15,00,  quale
contributo per la copertura delle spese della  procedura,  sul  conto
corrente postale n. 13890066, intestato all'Universita' per stranieri
di  Perugia,  indicando  obbligatoriamente  la  causale  relativa  al
concorso: «Contributo concorso cat. C1 - REL INT». In nessun caso  si
procedera' al rimborso del sopracitato contributo  per  la  copertura
delle spese della procedura. 
    La ricevuta di tale versamento deve essere allegata in  originale
alla domanda di partecipazione al  concorso  a  pena  di  esclusione;
coloro  che  presentano  la   domanda   tramite   posta   elettronica
certificata dovranno allegare copia dell'attestazione la quale dovra'
essere  presentata  in  originale  in  occasione  della  prima  prova
scritta, a pena di esclusione. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
              Dichiarazioni da formulare nella domanda 
 
 
    Nella domanda di  partecipazione,  da  compilare  secondo  quanto
previsto all'art. 2 e indicato nello schema  allegato  al  bando,  il
candidato e' tenuto a dichiarare, a  pena  di  esclusione,  ai  sensi
degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica n.
445/2000 e successive modificazioni ed integrazioni, sotto la propria
responsabilita': 
    1) l'indicazione specifica e corretta della procedura concorsuale
alla quale intende partecipare; 
    2) il cognome ed il nome; 
    3) la data, il luogo di nascita ed il codice fiscale; 
    4) il possesso di tutti i requisiti  prescritti  all'art.  2  del
presente bando; 
    5) il candidato deve, inoltre, precisare il possesso del  diploma
di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale, con
l'indicazione della votazione, della data e dell'Istituto  scolastico
presso il quale e' stato conseguito. I candidati che hanno conseguito
il titolo di studio all'estero dovranno allegare il titolo di  studio
tradotto e autenticato dalla competente rappresentanza diplomatica  o
consolare italiana, indicando  l'avvenuta  equipollenza  del  proprio
titolo di studio con quello italiano; 
    6) la seconda lingua straniera (francese  o  spagnolo  o  cinese)
scelta dal candidato ai fini dell'espletamento della prova orale; 
    7) l'eventuale appartenenza ad una delle categorie di riservatari
ai  sensi  del  decreto   legislativo   15   marzo   2010,   n.   66,
specificandola; 
    8) l'eventuale appartenenza al  personale  in  servizio  a  tempo
indeterminato  presso  l'Universita'   per   stranieri   di   Perugia
inquadrato nella categoria B. 
    Ai sensi  della  vigente  normativa,  i  candidati  portatori  di
handicap, che necessitino di  ausilio  durante  l'espletamento  delle
prove concorsuali, dovranno farne espressa richiesta nella domanda di
partecipazione al concorso, pena  l'inapplicabilita'  del  beneficio,
specificando il  tipo  di  ausilio  necessario,  nonche'  l'eventuale
necessita'   di   tempi   aggiuntivi,   producendo    altresi'    una
certificazione medico-sanitaria dalla quale  si  evinca  il  tipo  di
handicap posseduto. 
    Alla domanda di partecipazione dovra' essere allegata la ricevuta
del versamento del prescritto contributo  per  la  partecipazione  al
concorso. 
    Dalla domanda dovra' risultare, altresi': 
    il recapito eletto ai fini  di  ogni  comunicazione  relativa  al
concorso,  impegnandosi  a  segnalare  le  eventuali  variazioni  che
dovessero intervenire successivamente (indicare via,  numero  civico,
citta', C.A.P., provincia, numero telefonico, eventuale numero di fax
e   indirizzo   e-mail);   l'amministrazione   non   assume    alcuna
responsabilita' per il caso di irreperibilita' o per  la  dispersione
di comunicazioni imputabile ad inesatta indicazione del  recapito  da
parte del candidato o mancata o tardiva comunicazione del cambiamento
di recapito indicato nella domanda, ovvero eventuali disguidi postali
o telematici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso  fortuito
o forza maggiore; 
    il possesso di eventuali titoli di  preferenza  come  specificati
all'art. 8 del presente bando. 
    L'arrivo  della  domanda  o  la  consegna  della  stessa   presso
l'Universita' per stranieri di Perugia oltre  il  termine  prescritto
dal presente bando, l'omissione delle dichiarazioni di cui  ai  punti
1), 2), 3) e 4)  del  presente  art.  4,  la  mancata  presentazione,
unitamente alla domanda, della ricevuta di versamento del contributo,
di cui al precedente art. 3, l'omissione della firma  in  calce  alla
domanda, determineranno  l'esclusione  del  candidato  dal  concorso,
secondo le modalita' indicate al precedente art. 2. 
    L'amministrazione, in ogni fase della procedura,  si  riserva  la
facolta' di accertare la veridicita'  delle  dichiarazioni  rese  dai
candidati nella predetta domanda, ai sensi della  normativa  vigente.
Pertanto, il candidato dovra' fornire tutti  gli  elementi  necessari
per consentire all'amministrazione le opportune verifiche. 
    Si fa presente, altresi',  che  le  dichiarazioni  mendaci  e  la
produzione o l'uso di atti falsi sono punibili ai  sensi  del  codice
penale e delle leggi in materia. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                      Commissione giudicatrice 
 
 
    La commissione  giudicatrice  e'  nominata  successivamente  alla
scadenza dei termini per la presentazione della domanda  con  decreto
del direttore  amministrativo  ed  e'  composta  nel  rispetto  delle
vigenti disposizioni in materia. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
    Prova di preselezione, calendario delle prove e comunicazioni 
 
 
    Ove le domande di partecipazione superino le cento,  il  concorso
potra' essere preceduto, al fine di garantirne  l'economicita'  e  la
celerita' di espletamento, da una eventuale prova preselettiva, sotto
forma di quiz a risposta multipla sugli argomenti delle prove d'esame
a seguito della quale  sara'  formulata  una  graduatoria  di  trenta
candidati  che  parteciperanno  alle  prove   concorsuali.   Ove   al
trentesimo posto risultino candidati con punteggio pari,  gli  stessi
parteciperanno comunque alle prove. 
    La eventuale preselezione si  svolgera'  il  giorno  28  novembre
2012, alle ore 9,30, presso l'Universita' per stranieri  di  Perugia,
piazza Fortebraccio n. 4, Perugia. 
    La  predetta  comunicazione  costituisce  a  tutti  gli   effetti
convocazione ufficiale per la eventuale preselezione. 
    L'assenza del candidato dalla preselezione, qualunque ne  sia  la
causa, sara' considerata come rinuncia alla prova. 
    Degli  esiti  della   preselezione   sara'   data   comunicazione
esclusivamente all'Albo d'Ateneo on-line sul  sito:  www.unistrapg.it
il giorno 29 novembre 2012. 
    Coloro che avranno superato la preselezione, purche' in  possesso
dei requisiti richiesti dall'art.  2  del  presente  bando,  potranno
partecipare alla prova scritta, che si svolgera' il giorno 3 dicembre
2012, alle ore 9,30, presso l'Universita' per stranieri  di  Perugia,
piazza Fortebraccio n. 4, Perugia. 
    Degli  esiti  della  prova  scritta  sara'   data   comunicazione
esclusivamente all'Albo d'Ateneo on-line sul  sito:  www.unistrapg.it
il giorno 14 dicembre 2012. 
    Coloro che avranno superato la prova scritta potranno partecipare
alla prova orale, che si svolgera' a decorrere dal giorno 17 dicembre
2012, alle ore 9,30, presso l'Universita' per stranieri  di  Perugia,
piazza Fortebraccio n. 4, Perugia e si protrarra'  eventualmente  nei
giorni seguenti in base al numero dei candidati ammessi: il dettaglio
del calendario sara' pubblicato all'Albo d'Ateneo  on-line  sul  sito
internet www.unistrapg.it il giorno 14 dicembre 2012. 
    Qualora la preselezione non venga effettuata, il calendario delle
prove scritte e orali come sopra stabilito resta comunque immutato. 
    Le predette  comunicazioni  costituiscono  a  tutti  gli  effetti
convocazione ufficiale per le prove. 
    L'assenza del candidato dalle prove di esame, qualunque ne sia la
causa, sara' considerata come rinuncia alla prova. 
    I  candidati  dovranno   presentarsi,   senza   alcun   ulteriore
preavviso, nel giorno, nell'ora  e  nella  sede  come  sopraindicati,
muniti di uno dei seguenti documenti validi di riconoscimento:  carta
d'identita',  patente  automobilistica,  passaporto,  porto   d'armi,
tessera  postale,  tessere  di  riconoscimento,  purche'  munite   di
fotografia e di timbro, rilasciate dalle amministrazioni dello Stato. 
    Qualsiasi modifica  al  calendario  sopra  indicato,  cosi'  come
qualsiasi  comunicazione  inerente  il  concorso,  sara'   pubblicata
esclusivamente sul sito dell'Ateneo. Ai candidati non sara'  pertanto
inviata alcuna comunicazione  personale,  gli  stessi  sono  invitati
pertanto a consultare periodicamente il sito stesso. 
    Si rende noto che il presente bando  viene  emanato  in  costanza
della decorrenza della mobilita' intercompartimentale. 
    Pertanto si comunica che  qualora  intervengano  assegnazioni  di
unita'  di  personale  da  parte  del  Dipartimento  della   funzione
pubblica, il presente bando sara' modificato relativamente al  numero
dei posti o revocato integralmente; la modifica o la  revoca  saranno
pubblicate nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  -  4ª
serie speciale - «Concorsi ed esami», e rese note  sul  sito  web  di
Ateneo: www.unistrapg.it. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                           Prove di esame 
 
 
    Le prove concorsuali si articoleranno in una prova scritta ed  in
una prova orale, secondo le  modalita'  di  seguito  indicate  e  nel
rispetto di quanto previsto dall'art. 6 del  decreto  del  Presidente
della Repubblica n. 487/1994 e del Regolamento di Ateneo citato nelle
premesse. 
    La prova  scritta,  eventualmente  a  contenuto  teorico-pratico,
vertera' su uno o piu' dei seguenti argomenti: 
    legislazione universitaria; 
    accordi  culturali  e   politiche   internazionali   in   materia
d'istruzione universitaria; 
    legislazione in materia di progetti europei e internazionali; 
    progettazione   e   realizzazione   di   progetti   europei    ed
internazionali,  con  riguardo  anche  agli   aspetti   di   gestione
amministrativa e contabile dei medesimi; 
      Statuto e Regolamento generale dell'Universita'  per  stranieri
di Perugia. 
    Una parte della prova scritta si svolgera' in lingua inglese. 
    La durata  nonche'  la  tipologia  della  prova  scritta  saranno
stabilite dalla commissione esaminatrice. 
    Durante lo svolgimento  della  suddetta  prova  i  candidati  non
potranno utilizzare carta  da  scrivere  diversa  da  quella  fornita
dall'amministrazione che bandisce il concorso, appunti,  manoscritti,
libri  o  pubblicazioni  di  qualunque  specie,  ne'  apparecchiature
elettroniche  o  strumenti  informatici  e  telefoni   cellulari.   I
candidati potranno usare il dizionario di italiano e di inglese. 
    Saranno ammessi a  sostenere  la  prova  orale  i  candidati  che
avranno riportato nella prova  scritta  la  votazione  di  almeno  21
punti, su un massimo di 30 disponibili per la valutazione della prova
stessa. 
    La prova orale vertera' sugli argomenti  previsti  per  la  prova
scritta ed inoltre sulla conoscenza dell'uso delle apparecchiature  e
delle applicazioni informatiche  piu'  diffuse  (Word,  Excel,  posta
elettronica, Explorer). 
    Nella predetta prova orale sara' altresi' accertata la conoscenza
della lingua inglese equiparabile al livello  B2  del  Quadro  comune
europeo di riferimento per la conoscenza delle  lingue  CEFR  (Common
European Framework of Reference for Languages) e la conoscenza di una
seconda lingua straniera a scelta del candidato tra il francese o  lo
spagnolo o il cinese. 
    La prova orale si  intendera'  superata  se  il  candidato  avra'
riportato la votazione di  almeno  21  punti  su  un  massimo  di  30
disponibili per la valutazione della prova stessa. 
    Dei risultati della prova  orale  sara'  data  comunicazione,  al
termine di ogni seduta di esame, mediante affissione  nella  sede  di
esame a cura della commissione esaminatrice dell'elenco dei candidati
con la votazione da ciascuno riportata a tale prova. 
    I risultati  finali  del  concorso  saranno  pubblicati  all'Albo
d'Ateneo on-line sul sito internet: www.unistrapg.it. 
    L'assenza del candidato  dalla  prova  scritta  e/o  orale  sara'
considerata come rinuncia alle prove, qualunque ne sia la causa. 
    La  votazione  complessiva,  determinata  dalla  somma  dei  voti
conseguiti nelle prove concorsuali, e' pari ad un  massimo  di  punti
60, cosi' ripartiti: 
    massimo punti 30 per la prova scritta; 
    massimo punti 30 per la prova orale. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
                        Titoli di preferenza 
 
 
    Hanno preferenza a parita'  di  merito,  in  ordine  decrescente,
coloro i quali appartengono ad una delle sottoelencate categorie: 
    1) gli insigniti di medaglia al valor militare; 
    2) i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti; 
    3) i mutilati ed invalidi per fatto di guerra; 
    4) i mutilati ed invalidi per servizio  nel  settore  pubblico  e
privato; 
    5) gli orfani di guerra; 
    6) gli orfani dei caduti per fatto di guerra; 
    7) gli orfani dei caduti per  servizio  nel  settore  pubblico  e
privato; 
    8) i feriti in combattimento; 
    9) gli insigniti di croce  di  guerra  o  di  altra  attestazione
speciale di merito di guerra, nonche' i capi di famiglia numerosa; 
    10)  i  figli  dei  mutilati  e  degli  invalidi  di  guerra   ex
combattenti; 
    11) i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra; 
    12) i figli dei  mutilati  e  degli  invalidi  per  servizio  nel
settore pubblico e privato; 
    13) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti in guerra; 
    14) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti  per  fatto  di
guerra; 
    15) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei  caduti  per  servizio
nel settore pubblico e privato; 
    16)  coloro  che  abbiano   prestato   servizio   militare   come
combattenti; 
    17) coloro che abbiano prestato  lodevole  servizio  a  qualunque
titolo, per non meno di un anno, nell'amministrazione che ha  indetto
il concorso; 
    18) i coniugati e non coniugati con riguardo al numero dei  figli
a carico; 
    19) gli invalidi ed i mutilati civili; 
    20) i militari  volontari  delle  forze  armate  congedati  senza
demerito al termine della ferma o rafferma. 
    A parita' di merito e di titoli, la preferenza e' determinata: 
    a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che
il candidato sia coniugato o meno; 
    b) dall'aver prestato  lodevole  servizio  nelle  amministrazioni
pubbliche; 
    c) dalla minore eta'. 
    Il candidato e' tenuto ad indicare  nella  domanda  i  titoli  di
preferenza posseduti  a  pena  dell'  inapplicabilita'  dei  benefici
conseguenti al possesso dei titoli medesimi. 
    La documentazione relativa  ai  titoli  di  preferenza  posseduti
dovra' essere allegata alla domanda con una delle seguenti modalita': 
    dichiarazione sostitutiva di certificazione (art. 46, decreto del
Presidente della Repubblica n. 445/2000); 
    dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta' (art. 47, decreto
del Presidente della Repubblica n. 445/2000). 
    Dalle dichiarazioni sostitutive dovra' risultare il  possesso  di
detti titoli alla data di scadenza del termine  stabilito  nel  bando
per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso. 
    Si precisa, a tal fine, che  i  certificati  medici  non  possono
essere oggetto di autocertificazione e che le dichiarazioni mendaci e
la produzione o l'uso di atti falsi sono punibili ai sensi del codice
penale e delle leggi speciali in materia. 
    L'amministrazione si riserva la facolta' di procedere  ad  idonei
controlli sulla veridicita' delle dichiarazioni sostitutive. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
    Formazione ed efficacia della graduatoria generale di merito 
 
 
    L'amministrazione,  con  decreto  del  direttore  amministrativo,
accertata la regolarita' della procedura, approva gli atti, formula e
approva la graduatoria generale di  merito  nel  rispetto  di  quanto
indicato ai precedenti articoli 7 e 8  e  dichiara  i  vincitori  del
concorso. 
    La graduatoria finale sara' pubblicata all'Albo d'Ateneo  on-line
sul sito  web  dell'Ateneo.  Dalla  pubblicazione  all'Albo  d'Ateneo
on-line decorrono i termini per eventuali impugnative. 
    La graduatoria di merito rimane valida per trentasei  mesi  dalla
data della sopracitata pubblicazione. 
    L'Universita' si riserva di utilizzare tale graduatoria anche per
le eventuali assunzioni a tempo determinato, da effettuarsi ai  sensi
dell'art. 22 del C.C.N.L. 16 ottobre 2008  ed  entro  il  termine  di
scadenza della stessa. 
    L'amministrazione  si  riserva  il  diritto  di   modificare   o,
eventualmente, di revocare il  presente  bando  o  di  non  procedere
all'assunzione, a  suo  insindacabile  giudizio,  quando  l'interesse
pubblico  lo  richieda  in  dipendenza  di  sopravvenute  circostanze
preclusive  di  natura  normativa,  contrattuale,   organizzativa   o
finanziaria, senza che i vincitori o altri concorrenti idonei possano
per questo vantare diritti nei confronti dell'amministrazione. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
    Costituzione del rapporto di lavoro ed assunzione in servizio 
 
 
    I vincitori saranno invitati, a mezzo raccomandata con avviso  di
ricevimento o a mezzo  telegramma,  a  stipulare,  in  conformita'  a
quanto previsto dal vigente C.C.N.L.  del  comparto  Universita',  il
contratto individuale di lavoro subordinato a tempo  indeterminato  e
con regime d'impegno a tempo pieno per l'assunzione  nella  categoria
C,  area  amministrativa,  con  la  corresponsione  del   trattamento
economico relativo alla posizione economica C1, presso  l'Universita'
per stranieri di Perugia. 
    I vincitori che non assumano servizio, senza giustificato motivo,
entro il termine stabilito, decadono dal  diritto  alla  stipula  del
contratto. Nel caso di assunzione in servizio con ritardo rispetto al
termine assegnato per comprovati e  gravi  impedimenti,  gli  effetti
economici decorrono dal giorno della presa di servizio. 
    Nel  caso  in  cui  il  concorso  venga  vinto  da  un  candidato
appartenente alle categorie di cui al decreto  legislativo  15  marzo
2010, n. 66,  la  riserva  prevista  dal  presente  bando  risultera'
soddisfatta  e  si  procedera'  pertanto  all'assunzione  del   primo
candidato utilmente collocato in graduatoria. 
    Qualora non trovasse applicazione  la  riserva  prevista  per  le
categorie di cui al decreto legislativo 15 marzo 2010,  n.  66  e  il
concorso  venga  vinto  da  un  candidato  gia'  in  servizio  presso
l'Universita' per stranieri di Perugia, la riserva  prevista  per  il
personale interno dal presente  bando  risultera'  soddisfatta  e  si
procedera'  pertanto  all'assunzione  del  primo  candidato   esterno
utilmente collocato in graduatoria. 
    Nel caso in cui il concorso venga vinto da un  candidato  esterno
si procedera' a soddisfare la riserva nel modo seguente: 
    il posto riservato  sara'  assegnato  in  primo  luogo  al  primo
candidato appartenente alle categorie di cui al  decreto  legislativo
15 marzo 2010, n. 66 utilmente collocato in graduatoria; 
    qualora in graduatoria non vi siano candidati  appartenenti  alle
categorie di cui al decreto legislativo 15  marzo  2010,  n.  66,  il
posto riservato sara' assegnato al primo candidato interno  utilmente
collocato in graduatoria. 
    Qualora  uno  dei  posti   sia   assegnato   ad   un   dipendente
dell'Universita' per stranieri di Perugia di categoria B in base alla
riserva prevista nel presente bando, il medesimo sara' inquadrato  in
categoria C1 ai fini esclusivamente giuridici  fino  al  31  dicembre
2013; l'inquadramento avra' effetto ai fini economici dal 1°  gennaio
2014,  salvo  che  sopravvenute  disposizioni  normative   dispongano
diversamente. 
    I vincitori, all'atto dell'assunzione, saranno tenuti a  rendere,
ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica  n.  445/2000  e
successive  modificazioni  ed  integrazioni,  una  autocertificazione
attestante, tra l'altro: 
    il possesso di ciascuno dei  requisiti  prescritti  dal  presente
bando,  gia'  a  far  data  dal  termine  ultimo  previsto   per   la
presentazione della domanda di ammissione al concorso; 
    di  non  trovarsi  in  alcuna  situazione  che   dia   luogo   ad
incompatibilita' con il rapporto di impiego presso l'amministrazione,
ai  sensi  dell'art.  53  del  decreto  legislativo  n.  165/2001   e
successive modificazioni ed integrazioni; 
    le eventuali condanne  penali  riportate  e/o  la  conoscenza  di
eventuali procedimenti penali in corso a proprio carico. 
    L'idoneita'  fisica   all'impiego,   requisito   essenziale   per
l'assunzione in servizio, compatibilmente con la minorazione  subita,
sara'  accertata  mediante  visita  medica  ai  sensi   del   decreto
legislativo n. 81  del  9  aprile  2008  e  successive  modifiche  ed
integrazioni, effettuata dal medico competente di questo Ateneo. 
    Il dipendente assunto come sopra sara' soggetto ad un periodo  di
prova della durata di tre mesi, salvo il caso che  si  tratti  di  un
interno. Ai fini del compimento del  predetto  periodo  di  prova  si
terra' conto del solo servizio effettivamente  prestato.  Decorso  il
suddetto periodo senza che il rapporto di lavoro sia stato risolto da
una delle due  parti,  il  dipendente  si  intendera'  confermato  in
servizio. In caso di giudizio sfavorevole, il rapporto di  lavoro  si
risolvera' senza obbligo di preavviso. 
    Ai sensi del comma 5-bis dell'art. 35 del decreto legislativo  30
marzo 2001, n. 165 come inserito dall'art. 1, comma 230, della  legge
n. 266 del 23 dicembre 2005  (Finanziaria  2006),  il  vincitore  del
concorso dovra' rimanere nella sede  di  prima  destinazione  per  un
periodo non inferiore a cinque anni. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                         Diritto di accesso 
 
 
    Ai  candidati  e'  garantito   il   diritto   di   accesso   alla
documentazione inerente il procedimento concorsuale,  secondo  quanto
previsto dalla vigente normativa. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    Ai fini del decreto legislativo n. 196 del  30  giugno  2003,  si
informa che all'universita' compete il trattamento dei dati personali
dei candidati in conformita' alle previsioni ivi indicate. 

        
      
                               Art. 13 
 
 
                    Responsabile del procedimento 
 
 
    La dott.ssa Emanuela Silveri, responsabile del Servizio personale
tecnico e amministrativo dell'Area risorse umane dell'Universita' per
stranieri di Perugia, e' il responsabile  del  presente  procedimento
concorsuale ad  esclusione  degli  adempimenti  di  competenza  della
commissione giudicatrice. 

        
      
                               Art. 14 
 
 
                   Norme finali e di salvaguardia 
 
 
    Per quanto non espressamente  previsto  dal  presente  bando,  si
rinvia alle disposizioni vigenti in materia di accesso agli  impieghi
nelle  pubbliche  amministrazioni,  al  Regolamento  di  Ateneo   per
l'accesso nei ruoli  del  personale  tecnico-amministrativo  ed  alle
disposizioni   previste   dal   vigente   C.C.N.L.   del    personale
tecnico-amministrativo del comparto Universita' in tema  di  rapporto
di lavoro. 
    Il  presente  bando,  nonche'  gli  allegati  che  formano  parte
integrante del medesimo, sono  pubblicati  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana - 4ª serie speciale - «Concorsi  ed  esami»
nonche' resi noti mediante inserimento nell'Albo d'Ateneo on-line sul
sito web: www.unistrapg.it. 
 
      Perugia, 27 settembre 2012 
 
                                Il direttore amministrativo: Bianconi