Concorso per 1 dirigente medico di gastroenterologia (umbria) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 3 DI FOLIGNO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: DIR N. 66 del 27-09-2012
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 3 DI FOLIGNO Concorso (Scad. 10 ottobre 2012) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, a posti di dirigente medico - disciplina: gastroenterologia - area medica e delle ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 3 DI FOLIGNO
Regione: UMBRIA
Provincia: PERUGIA
Comune: FOLIGNO
Data di pubblicazione 27-09-2012
Data Scadenza bando 10-10-2012
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 3 DI FOLIGNO

Concorso (Scad. 10 ottobre 2012)

Avviso pubblico, per titoli e colloquio, a posti di dirigente medico - disciplina: gastroenterologia - area medica e delle specialità mediche - a rapporto esclusivo.


In esecuzione della determina del direttore generale n. 311 del 14 settembre 2011 questa Amministrazione intende procedere alla emissione di avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarichi a posti di dirigente medico - disciplina: gastroenterologia - area medica e delle specialità mediche - a rapporto esclusivo.
Tali incarichi saranno attribuiti a mente delle vigenti disposizioni di legge in materia.
Per i requisiti di ammissione si fa riferimento alle norme di cui al D.P.R. 483 del 10 dicembre 1997 al D.L. 502/92 modificato dal D.L. 517/93 e alla legge n. 127, del 15 maggio 1997 e precisamente:
1) laurea in medicina e chirurgia;
2) specializzazione nella disciplina oggetto dell’avviso pubblico.
Nel certificato di specializzazione deve essere indicato se la stessa è stata conseguita ai sensi del D.P.R. 162/82 o ai sensi del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 368 che ha modificato il D.L. n. 257/91.
Il personale del ruolo sanitario in servizio di ruolo alla data di entrata in vigore del D.P.R. 483/97 è esentato dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo già ricoperto alla predetta data per la partecipazione ai concorsi presso le U.S.L. e le Aziende ospedaliere diverse da quella di appartenenza.
Alla specializzazione ed al servizio nella disciplina sono equivalenti la specializzazione ed il servizio in una delle discipline riconosciute equipollenti ai sensi della normativa regolamentare concernente i requisiti di accesso al 2° livello dirigenziale del personale del servizio sanitario nazionale.
1) Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei medici, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando.
DOMANDA DI AMMISSIONE ALL’AVVISO PUBBLICO.
La domanda di partecipazione all’avviso pubblico, redatta in carta semplice, secondo l’allegato schema, datata e firmata a pena di esclusione, ed indirizzata al dirigente del Servizio Amministrazione risorse umane - Palazzina Micheli - via Valadier - 06049 Spoleto - dovrà pervenire a mezzo del servizio postale o essere consegnata direttamente all’Ufficio protocollo di questa U.S.L.
Il termine di scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione è il 15 giorno successivo dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione.
Si precisa inoltre che, ai fini della presentazione a mano delle domande, l’orario di accesso agli uffici è tutti i giorni, escluso il sabato ed i festivi, delle ore 9,00 alle ore 13,00.
Qualora la scadenza del termine coincida con una giornata festiva ovvero con la giornata del sabato, il termine stesso sarà prorogato alla giornata feriale successiva.
Per i titolari di posta elettronica certificata, che volessero trasmettere la domanda e la documentazione da allegare alla stessa con questa modalità, l’indirizzo è il seguente: concorsi.asl3@postacert.umbria.it. La validità dell’invio mediante P.E.C. è subordinata all’utilizzo da parte dei candidati di casella di posta elettronica certificata personale. Si prega inoltre di inviare domanda - debitamente sottoscritta - e allegati in formato PDF, inserendo il tutto in un unico file.
Il termine fissato per la presentazione della domanda e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetti.
L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Nella domanda l’aspirante deve dichiarare, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, consapevole della responsabilità e delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del medesimo decreto, per false attestazioni e dichiarazioni mendaci, quanto di seguito indicato:
1) il cognome ed il nome;
2) la data, il luogo di nascita e la residenza;
3) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
4) il Comune nelle cui liste elettorali è iscritto, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
5) le eventuali condanne penali riportate, ovvero di non aver riportato condanne penali;
6) il possesso del diploma di laurea in medicina e chirurgia, con l’indicazione della data di conseguimento, della sede e denominazione dell’Università in cui il titolo stesso è stato conseguito;
7) il possesso del diploma di specializzazione richiesto, con l’indicazione dell’eventuale conseguimento ai sensi del D.Lgs. 8 agosto 1991, n. 257, della data di conseguimento, della sede e denominazione dell’Università in cui il titolo stesso è stato conseguito e della durata legale del corso;
8) l’iscrizione all’Albo dell’Ordine dei medici-chirurghi, con l’indicazione della provincia;
9) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
10) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego, ovvero di non aver prestato servizio presso pubbliche amministrazioni;
11) il possesso di eventuali titoli di preferenza e precedenza, a parità di valutazione, come previsti dall’art. 5 del D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni;
12) il numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto di essere coniugato o meno;
13) il domicilio presso il quale deve essere fatta, ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione; in caso di mancata indicazione, le comunicazioni saranno inviate all’indirizzo di residenza dichiarato nella domanda;
14) la conformità delle fotocopie dei titoli e/o pubblicazioni, allegate alla domanda, agli originali in suo possesso (la presente dichiarazione deve essere resa qualora siano allegate alla domanda copie non autenticate di pubblicazioni o altri titoli).
La omessa dichiarazione del possesso anche di uno solo dei requisiti prescritti per l’ammissione all’avviso determina l’esclusione dall’avviso stesso.
I beneficiari della legge 5 febbraio 1992, n. 104, devono specificare nella domanda di ammissione, qualora lo ritengano indispensabile, l’ausilio eventualmente necessario per l’espletamento del colloquio in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi.
DOCUMENAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA.
Alla domanda di partecipazione all’avviso pubblico devono essere allegati:
— un curriculum formativo e professionale redatto in carta semplice, datato e firmato;
— un elenco in carta semplice dei documenti e dei titoli prodotti, datato e firmato;
— copia non autenticata di un documento d’identità.
Alla domanda di partecipazione può, inoltre, essere allegata la documentazione relativa ai titoli che il candidato ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito.
I titoli possono essere prodotti in originale o in copia legale o autenticata ai sensi di legge, ovvero autocertificati nei casi e nei limiti previsti dal D.P.R. n. 445/2000.
I certificati e gli atti di notorietà devono essere sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto notorio di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/ 2000.
Le dichiarazioni rese dal candidato nella domanda e nel curriculum formativo e professionale hanno valore di dichiarazioni sostitutive, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000.
Tutte le dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorieta’ devono, pertanto, essere rese una sola volta, all’interno della domanda o del curriculum.
Le dichiarazioni sostitutive devono contenere tutti gli elementi e le informazioni previsti dalla certificazione che sostituiscono. Non saranno oggetto di valutazione da parte della commissione esaminatrice le dichiarazioni sostitutive rese in modo non corretto od incomplete.
In particolare, le dichiarazioni sostitutive rese per attestare i servizi prestati devono contenere, pena la non valutazione, l’esatta denominazione del datore di lavoro, la qualifica o il profilo professionale, il tipo di rapporto di lavoro (a tempo determinato o indeterminato, a tempo pieno o parziale, con indicazione dell’impegno orario settimanale), la natura del rapporto (dipendente o autonomo), le date di inizio e fine del servizio e le eventuali interruzioni (indicando giorno, mese ed anno). Relativamente ai corsi di aggiornamento è necessario indicare l’ente che ha organizzato il corso, l’oggetto e la data di svolgimento dello stesso, l’eventuale superamento di esame finale.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e devono essere prodotte in originale o in copia legale o autenticata ai sensi di legge, ovvero in coppia non autenticata, purché nella domanda sia resa la dichiarazione sostitutiva di conformità all’originale.
COLLOQUIO E CONVOCAZIONE DEI CANDIDATI.
Si informa che il colloquio così come previsto dall’art. 26 del D.P.R. 483/97, verterà sulle materie inerenti la disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire consistente in particolare sulla capacità di eseguire endoscopia digestiva diagnostica e terapeutica in elezione ed in emergenza.
Per quanto concerne la valutazione dei titoli e l’attribuzione del punteggio nel colloquio si farà riferimento all’art. 27 del D.P.R. 483/97.
Si precisa che il colloquio si terrà il giorno 25 ottobre 2012 alle ore 9,30 c/o la Sala Laureti della Palazzina Micheli - Spoleto a cui il candidato dovrà presentarsi munito di un documento di riconoscimento in corso di validità.
Si precisa che tale comunicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti.
Coloro che non si presenteranno alla data e ora indicati saranno dichiarati rinunciatari.
Si informa che i dati personali trasmessi dai candidati con le domande di partecipazione all’avviso ai sensi dell’art. 24 del decreto legislativo 196/03, saranno trattati per le finalità di gestione della procedura dell’avviso e dell’eventuale procedimento di assunzione in servizio.
Qualora ricorressero le condizioni di necessità, questa Azienda U.S.L. si riserva la facoltà di utilizzare la graduatoria formata a seguito del presente avviso, che avrà validità sino al termine di due anni dalla data di approvazione della graduatoria medesima.
Questa U.S.L. si riserva la facoltà per motivi legittimi, di prorogare, sospendere, modificare o revocare il presente avviso pubblico.
Per informazioni inerenti l’ammissione all’avviso pubblico, il calendario del colloquio e la graduatoria degli idonei, consultare il sito web www.asl3.umbria.it alla voce «concorsi», ove saranno rese disponibili appena possibile.
Eventuali informazioni potranno essere richieste all’Ufficio concorsi di questa U.S.L. - tel. 0743/210344.
Il direttore generale f.f.
SANDRO FRATINI