Concorso per 20 dottori di ricerca (puglia) UNIVERSITA' DI FOGGIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 20
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 62 del 10-08-2012
Sintesi: UNIVERSITA' DI FOGGIA CONCORSO   (scad.  14 settembre 2012) Concorso per l'ammissione ai dottorati di ricerca - XXVIII Ciclo (D.R. n. 307) ...
Ente: UNIVERSITA' DI FOGGIA
Regione: PUGLIA
Provincia: FOGGIA
Comune: FOGGIA
Data di pubblicazione 10-08-2012
Data Scadenza bando 14-09-2012
Condividi

UNIVERSITA' DI FOGGIA

CONCORSO   (scad.  14 settembre 2012)
 
                      Concorso per l'ammissione 
        ai dottorati di ricerca - XXVIII Ciclo (D.R. n. 307) 
 
 
 
                             IL RETTORE 
 
    Vista la L. 13 agosto 1984 n. 476 e successive  modificazioni  ed
integrazioni; 
    Vista la L. 30 novembre 1989 n. 398 e successive modificazioni ed
integrazioni; 
    Vista la L. 3 luglio 1998 n. 210 e  successive  modificazioni  ed
integrazioni; 
    Visto il D.M. 30 aprile 1999 n. 224 e successive modificazioni ed
integrazioni; 
    Vista la L. 30 dicembre 2010 n. 240; 
    Visto il  Regolamento  di  Ateneo  in  materia  di  dottorato  di
ricerca,  approvato  dal  Senato  Accademico  nella  seduta   dell'11
dicembre 2002 e successive modifiche; 
    Visto il Regolamento di Ateneo in materia di Scuole di dottorato,
approvato dal Senato Accademico nella seduta del 13 marzo 2007; 
    Visto il decreto interministeriale 9 luglio 2009, con il quale e'
stata determinata la corrispondenza tra diplomi  di  laurea  (DL)  di
vecchio ordinamento, Lauree Specialistiche (LS) ex  D.M.  509/1999  e
Lauree Magistrali (LM) ex D.M. 270/2004; 
    Visto il decreto ministeriale 18 giugno 2008,  con  il  quale  e'
stato rideterminato l'importo delle borse di studio per la  frequenza
ai corsi di dottorato di ricerca; 
    Vista la nota Rettorale n. 11758-III/6 del 3 maggio 2012, con  la
quale e' stato dato avvio alla procedura per l'istituzione del XXVIII
ciclo di dottorato di ricerca; 
    Viste le delibere dei Consigli di Dipartimento e delle Scuole  di
Dottorato, con le quali sono state formulate le  richieste  di  nuova
istituzione  o  rinnovo  di  dottorati   di   ricerca   aventi   sede
amministrativa presso l'Universita' degli Studi di Foggia; 
    Visto il  parere  favorevole  della  Commissione  Scientifica  di
Ateneo, espresso nella seduta del 25 giugno 2012; 
    Vista la relazione del Nucleo di  Valutazione  di  Ateneo  del  9
luglio 2012; 
    Vista la delibera del Senato Accademico dell'11 luglio 2012; 
    Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 25  luglio
2012; 
    Vista la nota del 26 luglio 2012, del Coordinatore del  Dottorato
di ricerca e del Direttore del Dipartimento di Economia con la  quale
e' stata chiesta l'istituzione del Dottorato di ricerca in  «Economia
e diritto dell'ambiente, del territorio e del  paesaggio»  con  fondi
P.I.F. (Progetti Integrati diFiliera) e precisamente  «Nord  Wine»  e
«Sud Wine». 
    Accertato che per le borse di studio messe a concorso sussiste la
copertura finanziaria; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                          Posti a concorso 
 
 
    E' istituito il XXVIII ciclo dei dottorati di ricerca aventi sede
amministrativa presso l'Universita' degli Studi di Foggia. 
    Sono indetti  pubblici  concorsi  per  esami  e  per  titoli  per
l'ammissione ai Corsi di dottorato di ricerca, di  seguito  elencati,
con l'indicazione del numero dei posti messi a concorso e del  numero
delle Borse di studio disponibili: 
 
                    Dottrine generali del diritto 
 
    Scuola  di  dottorato  Interateneo:  Scienze  Giuridiche  -  sede
amministrativa della Scuola presso  l'Universita'  degli  Studi  «Ca'
Foscari» di Venezia. 
    Posti: 4 di cui 2 con borsa di studio. 
    Titoli di ammissione: Laurea  magistrale  della  Classe  LMG01  -
Giurisprudenza  o  Laurea   Specialistica   della   Classe   22/S   -
Giurisprudenza  o  Laurea  in   Giurisprudenza   conseguita   secondo
l'ordinamento previgente al  D.M.  509/1999,  o  titolo  equipollente
conseguito all'estero. 
 
  Economia e diritto dell'ambiente, del territorio e del paesaggio 
 
    Scuola di dottorato: Le culture dell'ambiente, del  territorio  e
dei paesaggi. 
    Posti: 4 di cui 1 con borsa di studio. 
    Titoli di ammissione: Laurea magistrale  della  Classe  LMG-01  -
Giurisprudenza o  Laurea  magistrale  della  Classe  LM77  -  Scienze
Econonico-Aziendali o Laurea magistrale della Classe LM69 - Scienze e
tecnologie agrarie o Laurea magistrale della Classe LM70 - Scienze  e
Tecnologie Alimentari o corrispondenti Lauree Specialistiche o Lauree
conseguite secondo l'ordinamento previgente al D.M  509/99  o  titoli
equipollenti. 
 
       Immunoreumatologia e oncologia clinica e sperimentale, 
                 bioetica e epidemiologia dei tumori 
 
    Scuola di Dottorato: Scienze mediche, cliniche e sperimentali. 
    Posti: 4 di cui 2 con borsa di studio. 
    Titoli di ammissione:  Laurea  magistrale  della  Classe  LM41  -
Medicina e Chirurgia o Laurea magistrale della Classe LM06 - Biologia
o Laurea  magistrale  della  Classe  LM09  -  Biotecnologie  Mediche,
Veterinarie e Farmaceutiche o Laurea magistrale della Classe  LM13  -
Farmacia   e   Farmacia   Industriale   o    corrispondenti    Lauree
Specialistiche o Lauree conseguite secondo  l'ordinamento  previgente
al D.M 509/99 o titoli equipollenti. 
 
                 Pedagogia e scienze dell'educazione 
 
    Scuola   di   dottorato   Internazionale:   Culture,   Education,
Communication - sede amministrativa della Scuola presso l'Universite'
Catholique de Louvain a' Louvain-La-Neuve, in Belgio. 
    Posti: 4 di cui 2 con borsa di studio. 
    Titoli di ammissione: Laurea magistrale o Laurea specialistica  o
Laurea conseguita secondo gli ordinamenti previgenti al D.M. 509/1999
o titolo equipollente conseguito all'estero. 
 
              Storia e archeologia globale dei paesaggi 
 
    Scuola di dottorato: Le culture dell'ambiente, del  territorio  e
dei paesaggi. 
    Posti: 4 di cui 2 con borsa di studio. 
    Titoli di  ammissione:  Laurea  magistrale  della  Classe  LM2  -
Archeologia o Laurea  magistrale  della  Classe  LM4  Architettura  e
ingegneria edile-architettura o Laurea magistrale  della  Classe  LM3
Architettura del paesaggio  o  Laurea  magistrale  della  Classe  LM5
Archivistica e biblioteconomia o Laurea magistrale della Classe  LM10
Conservazione  dei  beni  architettonici  e   ambientali   o   Laurea
magistrale della  Classe  LM11  Conservazione  e  restauro  dei  beni
culturali o Laurea magistrale della Classe LM14 - Filologia moderna o
Laurea magistrale della Classe LM15 Filologia, letterature  e  storia
dell'antichita' o Laurea magistrale della Classe  LM  43  Metodologie
informatiche per le discipline umanistiche o Laurea magistrale  della
Classe LM48 Pianificazione territoriale urbanistica  e  ambientale  o
Laurea magistrale della Classe  LM49  Progettazione  e  gestione  dei
sistemi turistici o  Laurea  magistrale  della  Classe  LM84  Scienze
storiche o corrispondenti Lauree Specialistiche o  Lauree  conseguite
secondo l'ordinamento previgente al D.M 509/99 o titoli equipollenti. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
                     Ammissione in sovrannumero 
 
 
    Possono essere ammessi in sovrannumero: 
      i cittadini stranieri, idonei  nella  graduatoria  generale  di
merito, nel limite della meta' dei posti istituiti con arrotondamento
all'unita' per eccesso, se per effetto  di  protocolli  esecutivi  di
accordi culturali e  di  programmi  di  cooperazione  allo  sviluppo,
nonche' di accordi fra l'Universita'  degli  Studi  di  Foggia  e  le
Universita' dei Paesi  interessati,  sono  beneficiari  di  borse  di
studio,  assegnate  per  l'intera  durata  dei  corsi  medesimi,  dal
Ministero degli Affari Esteri o dal Governo del Paese di provenienza; 
      gli  assegnisti  di  ricerca,  risultati  idonei  all'esame  di
ammissione, previa autorizzazione del Dipartimento  presso  il  quale
svolgono attivita'  di  ricerca  e  dal  Consiglio  della  Scuola  di
dottorato, a condizione che il  dottorato  riguardi  la  stessa  Area
Scientifico-Disciplinare della ricerca per la quale sono  destinatari
di assegni. Gli assegnisti non potranno beneficiare  della  borsa  di
studio e, pertanto, dell'esonero dal pagamento dei contributi; 
      i titolari di borse assegnate da Ministeri,  enti  pubblici  di
ricerca o altri soggetti  espressamente  ritenuti  «qualificati»  dal
Consiglio della  Scuola  di  dottorato,  purche'  risultati  comunque
idonei nella graduatoria di merito, su richiesta del Consiglio  della
Scuola di dottorato. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
                     Requisiti di partecipazione 
 
 
    Possono accedere al Dottorato di ricerca,  senza  limitazione  di
eta' e cittadinanza, coloro che sono in possesso del titolo indicato,
per ciascun Dottorato  di  ricerca,  nel  precedente  articolo  o  di
analogo  titolo   accademico   conseguito   all'estero,   che   sara'
preventivamente   riconosciuto   equipollente    dalla    Commissione
esaminatrice ai soli fini dell' ammissione al Dottorato, nel caso  in
cui non sia gia' stato dichiarato equipollente  in  base  ad  accordi
internazionali o con le modalita' di cui all'art. 332 del Testo Unico
31 agosto 1933, n. 1592., o nell'ambito di accordi  interuniversitari
di cooperazione e mobilita'. 
    I candidati in possesso di titolo accademico straniero,  che  non
sia gia' stato dichiarato  equipollente  alla  laurea,  devono  farne
espressa  richiesta  nella  domanda  di  partecipazione  al  concorso
allegando il titolo di studio, debitamente  corredato  di  traduzione
ufficiale  in  lingua  italiana  e  munita  di  legalizzazione  e  di
dichiarazione di «Dichiarazione di valore  in  loco»,  a  cura  della
Rappresentanza diplomatica italiana  competente  per  territorio  nel
paese al cui ordinamento appartiene l'istituzione che  ha  rilasciato
il titolo. 
    In  particolare,  i  candidati  stranieri  devono  allegare  alla
domanda: 
      copia del  titolo  di  studio,  tradotta  e  legalizzata  dalle
competenti   Rappresentanze   diplomatiche   o   consolari   italiane
all'estero secondo le norme vigenti in materia per l'ammissione degli
stranieri ai Dottorati presso le Universita' italiane; 
      «dichiarazione di valore in loco», da  richiedere  alle  stesse
Rappresentanze. 
    L'Amministrazione  potra'   disporre   in   ogni   momento,   con
provvedimento motivato  del  Rettore,  l'esclusione  dalla  procedura
selettiva per difetto dei requisiti prescritti. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
                        Domanda di ammissione 
 
 
    La domanda di ammissione al concorso,  indirizzata  al  Magnifico
Rettore dell'Universita' degli Studi di Foggia - Via Antonio  Gramsci
89/91 - 71122 Foggia, dovra' essere presentata entro e non  oltre  il
14 settembre 2012. Essa puo' essere inviata a mezzo raccomandata A.R.
o presentata  direttamente  all'Ufficio  Protocollo  dell'Universita'
degli Studi di Foggia.  In  caso  di  domanda  inoltrata  tramite  il
servizio postale con raccomandata A.R. fara' fede la data del  timbro
dell'Ufficio postale accettante. Saranno, inoltre,  inammissibili  le
domande prive di sottoscrizione. 
    Si precisa  che  l'Ufficio  protocollo  effettuera'  il  seguente
orario: 
      dal 1° al 24 agosto: dal lunedi' al  venerdi'  dalle  ore  9.00
alle ore 13.00 (tranne i giorni di chiusura dal 9 al 17 agosto); 
      dal 27 agosto: dal lunedi' al venerdi' dalle ore 10.00 alle ore
12.30, nonche' il martedi' e giovedi' dalle 15.30 alle 17.00. 
    Ai sensi della L. 5 febbraio 1992 n. 104 e  successive  modifiche
ed integrazioni, i candidati diversamente abili, in relazione al loro
diritto a sostenere le prove di esame, devono indicare nella  domanda
gli  ausili  necessari  per  lo  svolgimento  delle  prove  stesse  e
l'eventuale necessita' di tempi aggiuntivi  occorrenti  in  relazione
alla specifica disabilita'. 
    Nella domanda i candidati dovranno  dichiarare  con  chiarezza  e
precisione (a macchina o a stampatello), pena l'esclusione e sotto la
propria responsabilita': 
      a) cognome e nome; 
      b) luogo e la data di nascita; 
      c) residenza  e  recapito  eletto  agli  effetti  del  concorso
(specificando:  CAP,  numero  telefonico   e   indirizzo   di   posta
elettronica); 
      d) esatta  denominazione  del  dottorato  al  cui  concorso  si
intende partecipare; 
      e) cittadinanza; 
      f)  laurea  posseduta,  con  l'indicazione  della   classe   di
appartenenza (per  le  Lauree  magistrali/specialistiche),  votazione
conseguita, data e Universita' di  conseguimento,  ovvero  il  titolo
equipollente (con gli estremi del provvedimento con il quale e' stata
dichiarata l'equipollenza stessa) o di cui si richiede l'equipollenza
(per i titoli conseguiti presso una Universita' straniera); 
      g) di impegnarsi a  frequentare  a  tempo  pieno  il  corso  di
dottorato secondo le modalita' fissate dal Consiglio della Scuola  di
dottorato ovvero dal Collegio dei Docenti; 
      h) di avere conoscenza di almeno una lingua straniera; 
      i) di essere  a  conoscenza  del  divieto  della  contemporanea
iscrizione a piu' corsi di studio; 
      j) gli ausili necessari in relazione alla  propria  disabilita'
ed eventuali tempi aggiuntivi per lo svolgimento della prova  (per  i
candidati diversamente abili); 
      k) di impegnarsi a comunicare  tempestivamente  ogni  eventuale
cambiamento della propria residenza o del recapito. 
    Alla domanda dovranno essere allegati: 
      1) fotocopia di un documento  di  riconoscimento  in  corso  di
validita'; 
      2) curriculum vitae; 
      3) elenco dei titoli e delle  pubblicazioni  e  abstract  delle
medesime; 
      4) progetto di ricerca proposto  sulle  tematiche  inerenti  al
Dottorato; 
      5) eventuali lettere di referenze; 
      6) dichiarazione sulla mancanza  di  situazioni  ostative  alla
formalizzazione del rapporto in caso di esito positivo; 
    Gli interessati possono redigere le domande secondo il fac-simile
allegato al presente bando, di cui fa parte integrante, con tutti gli
elementi in esso richiesti. 
    I requisiti prescritti dovranno essere  posseduti  alla  scadenza
del  termine  utile   per   la   presentazione   delle   domande   di
partecipazione al concorso. 
    L'Amministrazione universitaria non ha alcuna responsabilita' per
il caso di  dispersione  di  comunicazioni,  dipendente  da  inesatte
indicazioni della residenza e del recapito da parte dei  candidati  o
da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento del medesimo,
ne' per eventuali disguidi postali o  telegrafici  non  imputabili  a
colpa dell'Amministrazione stessa. 
    Pena l'esclusione dal concorso, alla  domanda  di  partecipazione
deve essere allegata, in originale, l'attestazione del versamento  di
€ 50,00= (cinquanta/00),  effettuato  sul  c/c  postale  n.  12578738
intestato all'Universita' degli Studi di Foggia, recante la  seguente
causale: «Concorso di ammissione al dottorato di  ricerca  in  ...  -
XXVIII ciclo». Il predetto versamento non e' rimborsabile. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                         Prove di ammissione 
 
 
    L'ammissione avviene sulla base della valutazione dei titoli, del
curriculum vitae, di un Progetto di ricerca,  di  un  colloquio,  che
potra' essere tenuto, su richiesta dei singoli candidati,  in  lingua
inglese  (o  in  altra  lingua  straniera  diffusa  nella   comunita'
scientifica,  previa  disponibilita'  della  Commissione)   e   della
conoscenza  dell'inglese.  I   candidati   potranno,   eventualmente,
presentare una lettera di referenze redatta da  soggetti  di  elevata
qualificazione. 
    Il colloquio vertera' sulla discussione del Progetto  di  ricerca
proposto da ciascun candidato e sulle tematiche di  ricerca  inerenti
al Dottorato. 
    Per i candidati stranieri,  il  colloquio  potra'  essere  svolto
anche per via telematica mediante piattaforme compatibili. 
    I titoli, il CV, il Progetto di ricerca e le eventuali lettere di
referenze potranno essere anche in lingua inglese. 
    Le prove si  svolgeranno  presso  l'Universita'  degli  Studi  di
Foggia  secondo  i  diversi   calendari   che   saranno   resi   noti
esclusivamente mediante pubblicazione sul sito Internet  www.unifg.it
(sezione Formazione Post Laurea - Dottorati di  ricerca  -  Dottorati
XXVIII  ciclo)  nonche'  mediante  affissione  all'Albo  generale  di
Ateneo, almeno 20 giorni prima della data fissata per la prova.  Tale
pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti di legge. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
                    Formazione della graduatoria 
 
 
    La Commissione attribuisce ad ogni candidato fino a 30 punti  per
i titoli e per il CV e 90 per il progetto e per il colloquio. In caso
di diversa valutazione  da  parte  dei  Commissari  degli  esiti  del
colloquio, ognuno di essi attribuisce al candidato fino a  30  punti.
Al termine della prova d'esame la Commissione compila la  graduatoria
generale di merito sulla base dei  punteggi  ottenuti  dai  candidati
nella valutazione dei titoli e nel colloquio. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                         Ammissione al corso 
 
 
    I  candidati  sono  ammessi  al  corso  secondo  l'ordine   della
graduatoria, fino alla concorrenza del numero dei posti  disponibili.
In caso di parita' di merito, ai fini dell'assegnazione  della  borsa
di  studio,  prevarra'  la  situazione  ISEE  (Indicatore  Situazione
Economica Equivalente). Ulteriori situazioni  di  parita'  di  merito
saranno regolate ai sensi dell'art. 3 comma 7 L. 15  maggio  1997  n.
127, cosi' come modificato dall'art. 2 comma  9  L.  16  giugno  1998
n.191. 
    La graduatoria degli idonei sara' pubblicata  sul  sito  Internet
www.unifg.it (sezione Formazione Post Laurea - Dottorati di ricerca -
Dottorati XXVIII ciclo) ed affissa all'Albo generale di Ateneo. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
                           Borse di studio 
 
 
    L'importo annuale della borsa di studio, determinato ai sensi del
D.M.      18      giugno      2008,      e'      di      € 13.638,47=
(tredicimilaseicentotrentotto/47) al lordo degli oneri  previdenziali
a  carico  del  percipiente  ed   e'   assoggettato   al   contributo
previdenziale INPS a gestione separata. 
    L'importo delle borse di studio e' aumentato  per  i  periodi  di
formazione all'estero nella misura del 50%. 
    La borsa di studio viene  erogata  esclusivamente  a  coloro  che
possiedono un reddito personale complessivo annuo lordo non superiore
a Euro 10.000,00= (diecimila/00). Il suddetto requisito dovra' essere
posseduto  per  l'intero  periodo  del  corso.  Qualora  il  predetto
requisito dovesse venire meno nel passaggio da un anno  di  corso  al
successivo, il dottorando non sara' tenuto  alla  restituzione  della
borsa  di  studio  gia'  percepita.  Qualora,  invece,  il   predetto
requisito dovesse venire meno in corso d'anno,  il  dottorando  sara'
tenuto a restituire i ratei gia' percepiti  per  quel  relativo  anno
accademico. 
    Le borse di studio non sono cumulabili con altre borse di  studio
a qualsiasi titolo  conferite  tranne  che  con  quelle  concesse  da
Istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare,  con  soggiorno
all'estero, l'attivita' di ricerca del  dottorando.  In  tale  ultimo
caso non si ha diritto all'elevazione della borsa  di  studio  per  i
periodi di formazione all'estero. 
    Chi abbia gia' usufruito, anche parzialmente, di una  borsa,  per
la frequenza di un altro corso  di  dottorato  (presso  l'Universita'
degli Studi di Foggia o presso altra sede) non puo' beneficiare della
borsa di studio. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
                          Immatricolazione 
 
 
    I candidati ammessi al corso non riceveranno alcuna comunicazione
scritta. Essi dovranno presentare o far  pervenire  al  Settore  Alta
Formazione, pena la decadenza, entro il termine perentorio di  giorni
10= (dieci) dalla pubblicazione della graduatoria all'Albo  Ufficiale
di Ateneo, la domanda di immatricolazione al corso di dottorato. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                            Norme finali 
 
 
    Il presente bando sara' inoltrato al  Ministero  della  Giustizia
per  la  pubblicazione  nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica
Italiana - 4ª serie speciale «Concorsi  ed  esami»  e  reso  pubblico
anche per via telematica  sul  sito  Internet  www.unifg.it  (sezione
Formazione Post Laurea - Dottorati  di  ricerca  -  Dottorati  XXVIII
ciclo). 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                    Responsabile del procedimento 
 
 
    Ai  sensi  della  Legge  7  agosto  1990,  n.  241  e  successive
modificazioni e integrazioni, il responsabile del procedimento e'  la
Dott.ssa Maria Concetta Di Lorenzo. 
    Eventuali informazioni o  chiarimenti  possono  essere  richiesti
all'Area Didattica, Servizi agli Studenti e Alta  Formazione  Settore
Alta Formazione - Dottorati di ricerca : tel.  0881338380-318  (dalle
ore   12.30    alle    ore    13.30),    fax    0881338398,    e-mail
altaformazione@unifg.it. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                               Rinvio 
 
 
    Per quanto non previsto dal presente bando e per tutto  cio'  che
concerne il funzionamento dei corsi  di  dottorato,  si  rinvia  alle
disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia. 
      Foggia, 30 luglio 2012 
 
                                                    Il Rettore: Volpe