Concorso per 1 dirigente medico di medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza (umbria) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 4 DI TERNI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 51 del 23-07-2012
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 4 DI TERNI Concorso (Scad. 8 agosto 2012) Avviso di pubblica selezione per dirigente medico - area medica e delle specialità mediche - disciplina di medicina e chirurgia ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 4 DI TERNI
Regione: UMBRIA
Provincia: TERNI
Comune: TERNI
Data di pubblicazione 24-07-2012
Data Scadenza bando 08-08-2012
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 4 DI TERNI

Concorso (Scad. 8 agosto 2012)

Avviso di pubblica selezione per dirigente medico - area medica e delle specialità mediche - disciplina di medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza per l’area pronto soccorso e attività territoriali 118.


Si rende noto che in esecuzione della delibera del direttore generale n. 642 del 26 giugno 2012 è indetta pubblica selezione, per titoli e prova pratica, per eventuali incarichi temporanei e/o supplenze in qualità di:
dirigente medico - area medica e delle specialità mediche - disciplina di medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza per l’area pronto soccorso e attività territoriali 118.
Le disposizioni per l’ammissione alla selezione e le modalità di espletamento sono stabilite dal D.P.R. 10 dicembre 1997, n. 483.
Possono partecipare all’avviso coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:
REQUISITI GENERALI.
a) Cittadinanza italiana o di uno dei Paesi membri dell’Unione europea;
b) idoneità fisica all’impiego. L’accertamento della idoneità fisica all’impiego - con l’osservanza delle norme in tema di categorie protette è effettuato a cura della A.S.L. prima dell’immissione in servizio. Il personale in ruolo dipendente dalle pubbliche amministrazioni è dispensato dalla visita medica.
Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo e coloro che siano stati sostituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
REQUISITI SPECIFICI.
a) Laurea in medicina e chirurgia;
b) specializzazione nella disciplina oggetto dell’avviso, oppure in disciplina equipollente od affine.
Il personale in servizio di ruolo presso le A.S.L. e le Aziende ospedaliere, inquadrato nella medesima posizione funzionale e nella stessa disciplina oggetto dell’avviso, è esentato dal requisito del possesso della specializzazione nella disciplina;
c) iscrizione all’Albo dell’Ordine dei medici attestata da certificato rilasciato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione europea consente la partecipazione all’avviso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di partecipazione.
MODALITÀ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE.
Le domande di partecipazione all’avviso, indirizzate al direttore generale della U.S.L. n. 4 - Terni - U.O. affari generali e politiche del personale - P.O. reclutamento personale - via Bramante n. 37 - 05100 Terni - dovranno pervenire, a pena di esclusione dall’avviso, entro le ore 12,00 del 15° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria. Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine farà fede il timbro a data e ora dell’ufficio postale accettante.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e della documentazione allegata è perentorio; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.
FORMULAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALL’AVVISO.
Nella domanda, redatta in carta semplice, secondo lo schema allegato A, i candidati, consapevoli della responsabilità e delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, per false attestazioni e dichiarazioni mendaci, devono dichiarare sotto la propria responsabilità:
1) il nome ed il cognome;
2) la data, il luogo di nascita e di residenza;
3) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
4) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
5) le eventuali condanne penali riportate; in caso negativo dichiararne espressamente l’assenza;
6) i titoli di studio posseduti con l’indicazione della data, sede e denominazione completa dell’istituto o degli istituti presso i quali i titoli sono stati conseguiti;
7) l’iscrizione all’albo dell’ordine professionale dei medici, con indicazione della provincia;
8) il possesso della specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o in disciplina equipollente o affine, specificando se sia stata conseguita ai sensi del D.Lgs. n. 257/91 e/o D.Lgs. n. 368/99, con l’indicazione della durata, della data, della sede e denominazione completa dell’istituto in cui la stessa è stata conseguita;
9) la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;
10) i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
11) il possesso di eventuali titoli che danno diritto ad usufruire di precedenze o preferenze in caso di parità di punteggio (art. 5, D.P.R. n. 487 del 9 maggio 1994);
12) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione (i candidati hanno l’obbligo di comunicare l’eventuale cambiamento di indirizzo). In caso di mancata indicazione, le comunicazioni saranno inviate all’indirizzo di residenza dichiarato nella domanda;
13) il consenso al trattamento dei dati personali (D.L.vo n. 196/2003).
La domanda deve essere firmata in calce senza necessità di autentica (art. 3, comma 5, L. 15 maggio 1997, n. 127).
Alla domanda dovrà essere allegata la fotocopia di un documento di identità in corso di validità.
DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA.
Alla domanda di partecipazione all’avviso i concorrenti devono allegare la documentazione relativa ai requisiti specifici di ammissione e potranno inoltre allegare la documentazione relativa ai titoli che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria.
Ai sensi di quanto disposto dall’art. 15 della legge n. 183/2011, i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazioni o di atto di notorietà in carta semplice debitamente sottoscritte e formulate nei casi e con le modalità previste dagli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, accompagnate da una fotocopia di un documento di identità in corso di validità.
Alla domanda dovrà essere allegato anche un curriculum formativo e professionale, in carta semplice, datato e firmato.
Si precisa che il curriculum formativo e professionale, qualora non formalmente documentato, ha unicamente scopo informativo. Quanto dichiarato nello stesso potrà essere oggetto di valutazione solo se formalmente documentato o qualora il curriculum stesso sia redatto sotto forma di dichiarazione sostitutiva o di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000.
Alla domanda deve essere unito, inoltre, un elenco dei documenti e dei titoli presentati.
Le dichiarazioni sostitutive di atto notorio o di certificazione per una precisa valutazione, dovranno essere redatte in modo analitico dal concorrente e contenere tutti gli elementi e informazioni previste dalla certificazione che sostituiscono, quali: esatta denominazione del datore di lavoro (pubblico, privato, case di cura convenzionate), il profilo professionale e la disciplina, la natura del rapporto di lavoro (dipendente o autonomo), tipologia del rapporto di lavoro (rapporto di lavoro a tempo determinato o indeterminato, a tempo pieno o parziale e in questo caso specificare la misura), eventuali periodi di interruzione nel rapporto e loro motivo, le date di inizio e di fine del servizio (indicando con precisione giorno, mese, anno), argomento del corso, data di svolgimento, durata, scuola o ente organizzatore, prova finale ecc.
Nelle dichiarazioni relative ai servizi presso le Aziende sanitarie del Servizio Sanitario Nazionale deve essere attestato se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 del D.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.
Le dichiarazioni sostitutive dovranno altresì contenere tutti gli elementi indispensabili ai fini dei controlli dei dati e delle informazioni ivi contenuti da parte dell’Azienda.
Si rammenta infatti che l’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e che, oltre alla decadenza dell’interessato dai benefici eventualmente conseguiti sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e potranno essere oggetto di valutazione solo nel caso in cui vengano effettivamente allegate alla domanda di partecipazione.
Potranno essere prodotte in originale o in copia autenticata.
Potranno essere anche allegate in fotocopia semplice unitamente ad una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, con la quale il candidato attesti che le stesse sono conformi all’originale.
Per l’applicazione delle preferenze e delle precedenze, a parità di punteggio, previste dalle vigenti disposizioni, devono essere allegati alla domanda i relativi documenti probatori.
Ai sensi dell’art. 1 della legge n. 370/1988, non sono soggette all’imposta di bollo le domande ed i relativi documenti per la partecipazione ai concorsi presso le amministrazioni pubbliche.
Saranno valutate ai sensi dell’art. 27 punto 7 del D.P.R. 483/97 le specializzazioni conseguite ai sensi del D.Lgs. n. 257/91 e/o del D.Lgs. n. 368/99, anche se fatte valere come requisito di ammissione.
DISPOSIZIONI VARIE.
Ai sensi dell’art. 27 del D.P.R. n. 483/1997 la commissione, nominata dal direttore generale ai sensi della vigente normativa, ha a disposizione per la valutazione dei titoli 20 punti così ripartiti:
a) titoli di carriera P. 10;
b) titoli accademici e di studio P. 3;
c) pubblicazioni e titoli scientifici P. 3;
d) curriculum formativo e professionale P. 4.
Ai sensi degli artt. 14, 15, 26 e 27 del D.P.R. n. 483/1997 la prova pratica verte su «Tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso».
La prova pratica dovrà, comunque, essere anche illustrata schematicamente per iscritto.
Per la prova pratica la commissione ha a disposizione complessivamente P. 30 ed il superamento della stessa è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30.
L’inserimento in graduatoria è subordinato al superamento della prova pratica.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare o riaprire i termini di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al presente avviso, nonché di revocare, modificare o sospendere, in qualsiasi momento ed a suo insindacabile giudizio l’avviso stesso.
Per quanto non previsto dal presente bando, valgono le disposizioni vigenti in materia.
L’Amministrazione non assume responsabilità per eventuali disguidi postali o dispersioni di documenti non imputabili all’Amministrazione stessa.
Per ulteriori informazioni rivolgersi all’U.O. affari legali generali e politiche del personale - P.O. reclutamento personale - via Postierla n. 38 - Orvieto - tel. 0763/ 307604 - 307622.
Il direttore generale
VINCENZO PANELLA