Concorso per 30 dottori di ricerca (molise) UNIVERSITA' DEL MOLISE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 30
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 55 del 17-07-2012
Sintesi: UNIVERSITA' DEL MOLISE CONCORSO   (scad.  10 settembre 2012) Concorsi pubblici, per esami, ai fini dell'ammissione ai dottorati di ricerca, tutti di durata triennale, con decorrenza dal 1° gennaio 2013 (XXVIII ...
Ente: UNIVERSITA' DEL MOLISE
Regione: MOLISE
Provincia: CAMPOBASSO
Comune: CAMPOBASSO
Data di pubblicazione 17-07-2012
Data Scadenza bando 10-09-2012
Condividi

UNIVERSITA' DEL MOLISE

CONCORSO   (scad.  10 settembre 2012)
Concorsi pubblici, per esami, ai fini dell'ammissione ai dottorati di
  ricerca, tutti di durata triennale, con decorrenza dal  1°  gennaio
  2013 (XXVIII ciclo). 
 
 
                             IL RETTORE 
 
    Vista la Legge n. 210 del 03.07.1998, in particolare l'art.  4  e
s.m., nelle more dell'emanazione del decreto attuativo concernente le
nuove disposizioni in materia di dottorato di ricerca; 
    Visto il Regolamento in materia di dottorato di  ricerca  emanato
con D.M. n. 324 del 30.04.1999; 
    Visto  il  Regolamento  in  materia  di  dottorato   di   ricerca
dell'Universita' degli Studi del Molise, emanato con D.R. n. 1590 del
05.10.1999, e succ. modifiche e integrazioni; 
    Visto il D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 e s.m.; 
    Vista la legge n. 183 del 12.11.2011; 
    Visto lo Statuto dell'Universita' degli Studi del Molise, emanato
con  D.R.  n.  15  del   10.01.2012   e   pubblicato   nella Gazzetta
Ufficiale n. 17 del 21.01.2012; 
    Visto  il  D.P.C.M.  del  09.04.2001,   pubblicato nella Gazzetta
Ufficicale n. 172 del 26.07.2001; 
    Vista la circolare MIUR n. 3 del 09.01.2006; 
    Vista la delibera del Senato Accademico del 15.11.2007; 
    Visto il D.M. 18.06.2008; 
    Vista la delibera del Senato Accademico del 12.06.2009; 
    Vista la ministeriale prot. n.  640  del  14.03.2011,  contenente
indicazioni relative  alle  operazioni  di  revisione  dei  corsi  di
dottorato da parte degli Atenei italiani,  che  consente  l'indizione
delle  procedure  selettive  in  attesa  degli  adempimenti  previsti
dall'art. 19 della l. 240/2010; 
    Visto il D.R. n. 178 del 02.03.2012; 
    Nelle more dell'approvazione del Regolamento Tasse  e  Contributi
a.a. 2012/2013; 
    Viste le delibere dei Dipartimenti  di  Agricoltura,  Ambiente  e
Alimenti, di Bioscienze e Territorio, di Medicina e di Scienze  della
Salute, di  Scienze  Umanistiche,  Sociali  e  della  Formazione,  di
Economia,  Gestione,  Societa'  e  Istituzioni,  e  del  Dipartimento
Giuridico, nonche' le comunicazioni dei coordinatori e dei  Direttori
di Dipartimento; 
    Viste le delibere  del  Senato  Accademico  e  del  Consiglio  di
Amministrazione,   assunte,   rispettivamente,   nelle   sedute   del
19.06.2012 e del 22.06.2012; 
    Visto il parere espresso dal Nucleo di  Valutazione  Interno  con
verbale del 18.06.2012; 
    Fatta riserva di eventuali successive integrazioni al  bando  che
verranno pubblicate sul sito  di  Ateneo  http://www.unimol.it/  alla
voce Ricerca - dottorati di ricerca; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                         Dottorati istituiti 
 
 
    Sono indetti presso l'Universita' degli Studi del Molise pubblici
concorsi per esami ai fini dell'ammissione ai Dottorati  di  ricerca,
indicati  nell'elenco  allegato  (Allegato  1),   tutti   di   durata
triennale, con decorrenza dal 1° gennaio 2013 (XXVIII ciclo). 
    Il numero delle borse di studio e, in proporzione, il numero  dei
posti  senza  borsa,  possono   essere   aumentati   a   seguito   di
finanziamenti ottenuti da  universita',  enti  pubblici  di  ricerca,
associazioni o da  qualificate  strutture  private,  fermi  restando,
comunque, i termini di scadenza previsti dal presente  bando  per  la
presentazione delle domande. 
    Eventuali modifiche ed integrazioni al bando verranno  pubblicate
sul  sito  di  Ateneo  http://www.unimol.it/  alla   voce   Ricerca -
dottorati di ricerca. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
                 Requisiti di ammissione ai concorsi 
 
 
    Possono partecipare alle prove di ammissione,  senza  limitazioni
di eta' e  cittadinanza,  coloro  che,  alla  data  di  scadenza  del
presente bando, siano in possesso di: 
      diploma di laurea conseguito ai sensi del vecchio ordinamento o
diploma  di  laurea  specialistica  o  magistrale  (n.o.),  con   una
votazione non  inferiore  a  105/110.  Le  Lauree  richieste  per  la
partecipazione  ai  singoli  concorsi  sono  indicate   per   ciascun
dottorato nell'Allegato n. 1 al presente bando. 
    Possono partecipare ai concorsi anche coloro  che  alla  data  di
scadenza del presente bando  siano  in  possesso  di  analogo  titolo
accademico conseguito all'estero, preventivamente riconosciuto  dalle
autorita'  accademiche  italiane,  anche   nell'ambito   di   accordi
interuniversitari di cooperazione e mobilita'. Qualora il titolo  non
sia stato gia' riconosciuto, sara'  la  Commissione  giudicatrice  ad
esprimersi  sull'equipollenza  del   titolo   accademico   conseguito
all'estero, ai soli fini dell'ammissione al concorso. 
    A  tal   fine   il   candidato   dovra',   unicamente   ai   fini
dell'ammissione al  dottorato  al  quale  intende  concorrere,  farne
espressa richiesta nella domanda  di  partecipazione  al  concorso  e
corredare la stessa domanda dei documenti utili indicati nell'art.  3
del presente bando. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
               Domande di partecipazione ai concorsi  
 
 
    Per l'ammissione ai concorsi, gli  aspiranti  dovranno  inoltrare
regolare domanda in carta semplice, redatta secondo le indicazioni ed
i contenuti riportati  nell'apposito  modello  allegato  al  presente
bando. 
    Le domande di ammissione ai concorsi devono  essere  inoltrate  a
mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, da spedire  entro  e  non
oltre il giorno 10 settembre 2012 al seguente indirizzo:  Universita'
degli Studi del Molise, Coordinamento  Innovazione  e  Sviluppo,  Via
Francesco De Sanctis, s.n. c., 86100 Campobasso. 
    Dovra' essere prodotta una singola domanda per  ciascun  concorso
cui si intenda partecipare; ciascuna domanda, completa  di  allegati,
dovra' essere spedita con distinta raccomandata. 
    Per  il  rispetto  del  termine,  fa  fede  il  timbro   a   data
dell'ufficio postale accettante. 
    In alternativa, il candidato che sia in possesso  di  casella  di
posta elettronica certificata, (PEC), potra' inviare, entro lo stesso
termine del 10  settembre  2012,  la  propria  domanda,  completa  di
allegati, all'indirizzo PEC dell'Universita' degli Studi  del  Molise
amministrazione@cert.unimol.it. Non saranno prese  in  considerazione
domande inviate da posta elettronica non certificata. 
    Le domande spedite (o inviate) oltre il  termine  sopra  indicato
non saranno prese in considerazione; non saranno, inoltre,  prese  in
considerazione le domande appartenenti allo stesso candidato relative
all'ammissione a diversi corsi di dottorato che non risultino spedite
con distinte raccomandate. 
    L'Amministrazione universitaria non assume alcuna responsabilita'
per il caso di dispersione  di  domande  per  motivi  non  imputabili
all'Amministrazione stessa. 
    Dichiarazioni da effettuare nelle domande di partecipazione 
    Nella domanda, firmata di proprio pugno dal candidato, lo  stesso
dovra' dichiarare sotto la propria responsabilita': 
      a. le proprie generalita', la data ed il luogo di  nascita,  la
residenza ed il recapito eletto agli effetti del concorso; 
      b. la propria cittadinanza; 
      c. l'esatta denominazione del corso di  dottorato  cui  intende
partecipare; 
      d. di essere o non essere titolare di  assegno  di  ricerca  ai
sensi dell'art. 22 della L. n. 240 del 30.12.2010; 
      e. di non essere  iscritto  ad  altro  corso  di  dottorato  di
ricerca; 
      f. di non essere contemporaneamente iscritto ad altro corso (di
laurea, di specializzazione, master,  perfezionamento)  incompatibile
con il dottorato, ovvero, in caso  affermativo,  di  impegnarsi,  per
tutta la durata del dottorato, a sospenderne la frequenza; 
      g. di avere o non aver frequentato precedentemente altro  corso
di dottorato, beneficiando o non beneficiando della relativa borsa di
studio; 
      h. la laurea posseduta, specificando se conseguita ai sensi del
vecchio  ordinamento  o  specialistica  o  magistrale  (n.  o.),  con
l'indicazione del voto  riportato,  della  data  di  conseguimento  e
dell'Universita' presso cui e' stata  conseguita,  ovvero  il  titolo
accademico conseguito presso una universita' straniera; 
      i. di impegnarsi a frequentare, a  tempo  pieno,  il  corso  di
dottorato, secondo le modalita' che saranno fissate dal collegio  dei
docenti; 
      j. di impegnarsi  ad  effettuare,  nell'arco  del  triennio  di
dottorato, soggiorni all'estero della  durata  minima  di  sei  mesi,
presso Universita' e/o Istituti di ricerca,  secondo  le  indicazioni
del Collegio dei docenti; 
      k. di impegnarsi a comunicare  tempestivamente  ogni  eventuale
cambiamento della propria residenza o del recapito eletto ai fini del
concorso; 
      l.  di  essere  a  conoscenza  che  le  prove  concorsuali   si
svolgeranno secondo il calendario annesso al bando di  concorso,  che
costituisce  convocazione  ufficiale  per  le  prove   stesse   senza
ulteriore avviso; 
      m.  di  aver  preso  visione  del  Regolamento  in  materia  di
dottorato di ricerca dell'Universita' del Molise e di impegnarsi,  in
caso di ammissione, a rispettarne tutte le clausole; 
      n. di  accettare  tutte  le  clausole  del  presente  bando  di
concorso. 
    I candidati portatori di handicap, ai sensi della l.  5  febbraio
1992, n. 104,  dovranno  fare  esplicita  richiesta  di  ausilio,  in
relazione al proprio handicap, nonche' di eventuali tempi  aggiuntivi
per potere sostenere le prove di concorso. 
    Allegati alle domande di partecipazione 
    Alla domanda i candidati devono allegare  il  proprio  curriculum
vitae et studiorum debitamente firmato e datato, nonche' fotocopia di
un valido documento di riconoscimento. 
    I candidati in possesso di titolo accademico straniero non ancora
dichiarato equipollente alla laurea, dovranno allegare alla domanda i
documenti utili a consentire alla  Commissione  la  dichiarazione  di
equipollenza  (certificato  di  laurea  con  esami  e   votazioni   e
dichiarazione di valore). I documenti di cui  sopra  dovranno  essere
tradotti e legalizzati dalle competenti rappresentanze diplomatico  -
consolari  italiane  all'estero,  secondo  la  normativa  vigente  in
materia di ammissione degli studenti stranieri  ai  corsi  di  laurea
delle Universita' italiane. 
    L'Amministrazione universitaria non assume alcuna responsabilita'
per il caso di dispersione di comunicazioni, dipendente  da  inesatte
indicazioni della residenza e del recapito da parte dell'aspirante  o
da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi,
ne' per eventuali disguidi postali o telegrafici imputabili  a  fatto
di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
    Esami di ammissione e calendario delle prove scritte e orali 
 
 
    Gli esami di ammissione consistono in: 
      1. una prova scritta, la cui durata e' stabilita  e  comunicata
da ciascuna commissione esaminatrice prima dell'inizio della prova; 
      2. una prova orale  volta  ad  accertare  la  preparazione,  la
capacita' e  l'attitudine  del  candidato  alla  ricerca  scientifica
nonche' la conoscenza della lingua inglese. 
    La commissione dispone di 60 punti per ciascuna delle  due  prove
scritta e orale. E' ammesso  al  colloquio  il  candidato  che  abbia
superato la prova scritta con un punteggio non inferiore a 40/60. 
    La prova orale si intende superata solo se il  candidato  ottenga
un punteggio non inferiore a 40/60. 
    La commissione dispone di ulteriori 10 punti  aggiuntivi  per  la
valutazione del curriculum vitae et studiorum. 
    Al termine delle prove di esame (scritta e orale), la commissione
compila la graduatoria generale di merito, sulla base della somma dei
voti riportati dai  candidati  nelle  singole  prove,  nonche'  nella
valutazione  del  curriculum.  Il  giudizio  della   commissione   e'
insindacabile. 
    Le graduatorie, redatte dalle commissioni  esaminatrici,  saranno
affisse presso le sedi dei concorsi subito dopo le prove orali. 
    Le graduatorie definitive, emanate con decreto rettorale, saranno
pubblicate  sul  sito  Internet  dell'Universita'  come   specificato
nell'art. 6 del presente bando. 
    I  candidati  sono  ammessi  al  corso  secondo  l'ordine   della
graduatoria, fino alla concorrenza dei posti disponibili. In caso  di
rinuncia, mancata o  tardiva  accettazione,  da  parte  degli  aventi
diritto, subentreranno altrettanti candidati secondo  l'ordine  della
graduatoria, cui sara' inviata apposita comunicazione a domicilio. 
    In caso di utile collocamento in piu' graduatorie,  il  candidato
dovra' esercitare opzione per un solo corso di dottorato. Nel caso in
cui venga ammesso ad un dottorato di cui al presente bando chi  abbia
gia' frequentato precedentemente un corso di  dottorato  beneficiando
della relativa borsa di studio, quest'ultimo  dovra'  necessariamente
optare per un posto senza borsa di studio. 
    La  prove  concorsuali  si  svolgeranno  secondo  il   calendario
allegato al presente bando (Allegato 2 )  nel  luogo,  nel  giorno  e
nell'ora rispettivamente indicati. 
    Il  presente  avviso  ha  valore  di  convocazione  ufficiale  e,
pertanto, gli interessati  non  riceveranno  altra  comunicazione  da
parte dell'Amministrazione universitaria. 
    Pertanto, si intendono  convocati  per  la  prova  scritta  tutti
coloro che abbiano prodotto in tempo utile  la  relativa  domanda  di
partecipazione. 
    Si intendono convocati  per  la  prova  orale  tutti  coloro  che
riporteranno nella prova scritta una votazione non inferiore a  punti
40/60. Il punteggio riportato nella prova scritta  verra'  notificato
dalla commissione  esaminatrice,  subito  dopo  la  correzione  degli
elaborati, tramite affissione dei risultati presso la  medesima  sede
in cui la prova verra' espletata. 
    L'affissione  dei  punteggi   riportati   nella   prova   scritta
costituisce, per  coloro  che  abbiano  ottenuto  una  votazione  non
inferiore a 40/60, convocazione ufficiale per la prova  orale,  senza
ulteriori avvisi e/o comunicazioni. 
    Per essere ammessi a sostenere le  prove,  i  candidati  dovranno
essere muniti di un valido documento di riconoscimento. Il  candidato
che  non  si  presenti  per   le   operazioni   di   appello   e   di
identificazione, nelle date ed orari  indicati  nell'Allegato  2,  e'
escluso dalle prove. 
    I candidati presenti alle prove  sono  ammessi  a  sostenere  gli
esami con riserva.  L'Amministrazione  puo'  escludere  in  qualsiasi
momento,  anche  successivamente  all'espletamento  delle  prove,   i
candidati che non siano in  possesso  dei  requisiti  prescritti  dal
bando. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                      Commissioni giudicatrici 
 
 
    Le commissioni giudicatrici per l'ammissione a ciascun  dottorato
sono nominate dal Rettore con proprio decreto e sono composte  ognuna
da tre membri scelti tra professori  e  ricercatori  universitari  di
ruolo, cui possono essere aggiunti non piu'  di  due  esperti,  anche
stranieri, scelti nell'ambito degli enti e delle strutture  pubbliche
e private di ricerca. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
                      Iscrizione al dottorato  
 
 
    Le  graduatorie  dei  vincitori  saranno  approvate  con  Decreto
Rettorale e pubblicate  sul  sito  Web  dell'Universita'  del  Molise
all'indirizzo http://www.unimol.it/ sotto la voce Ricerca - Dottorati
di ricerca - Avvisi. Non saranno inviate comunicazioni personali. 
    A decorrere dal giorno  successivo  alla  data  di  pubblicazione
delle graduatorie sul sito Web, i vincitori,  a  pena  di  decadenza,
avranno a disposizione 10 (dieci) giorni, naturali e consecutivi, per
effettuare l'iscrizione al dottorato. 
    La domanda di iscrizione deve essere prodotta tramite  il  modulo
che sara' reso disponibile sul sito Web dell'Universita' del  Molise,
all'indirizzo http://www.unimol.it/, Profilo  Studente  -  Segreteria
Studenti - dottorati di ricerca. 
    Sulla  domanda  dovra'  essere  applicata  una  marca  da   bollo
dell'importo di € 14,62. 
    A ciascuna domanda di iscrizione dovranno  essere  allegati:  una
foto formato tessera, da autenticare,  copia  firmata  di  un  valido
documento di identita', nonche' le ricevute, in originale, attestanti
il pagamento della I rata delle tasse di dottorato (solo  per  coloro
che non beneficiano della borsa di studio) e  della  tassa  regionale
(prescritta sia per i beneficiari di borsa di studio che  per  coloro
che pagano le tasse), secondo quanto sara' definito  nel  Regolamento
Tasse e Contributi a.a. 2012/2013. 
    Le domande di iscrizione, indirizzate all'Universita' degli Studi
del Molise - Segreteria Studenti - Via De Sanctis  s.n.  c.  -  86100
Campobasso possono essere spedite a mezzo posta, ovvero consegnate  a
mano  presso  la  Segreteria   Studenti   dell'Universita',   purche'
pervengano entro i termini sopra indicati. 
    Non fa fede il timbro postale di spedizione. 
    L'Amministrazione universitaria non assume alcuna responsabilita'
per il caso di dispersione  di  domande  per  motivi  non  imputabili
all'Amministrazione stessa. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
     Borsa di studio e contributo per l'accesso e la frequenza  
 
 
    Le borse di studio sono assegnate, previa valutazione comparativa
del merito, secondo l'ordine della graduatoria, fino  ad  esaurimento
delle borse bandite. 
    Per usufruire della borsa, gli interessati  dovranno  dichiarare,
tramite apposita autocertificazione, di non usufruire di  un  reddito
personale, complessivo annuo lordo superiore  a  Euro  7.746,85,  con
riferimento all'anno solare di effettivo godimento della borsa. 
    Alla determinazione di tale reddito concorrono redditi di origine
patrimoniale nonche' emolumenti  di  qualsiasi  altra  natura  aventi
carattere  ricorrente,  con  esclusione  di  quelli   aventi   natura
occasionale o derivanti da servizio militare  di  leva.  In  caso  di
superamento del reddito in corso d'anno, il beneficiario della  borsa
dovra'  tempestivamente   darne   comunicazione   all'Amministrazione
universitaria che provvedera' a chiedere la restituzione  delle  rate
indebitamente percepite. 
    L'importo annuale della borsa di studio  e'  di  Euro  13.638,47,
inclusi gli oneri previdenziali di legge a carico  del  beneficiario,
esclusi gli oneri a carico dell'Amministrazione. 
    In  caso  di  permanenza  dei  requisiti  prescritti,  la  durata
dell'erogazione della borsa di studio e' pari all'intera  durata  del
corso. Per confermare il diritto al godimento della borsa anche negli
anni successivi al primo, i beneficiari dovranno produrre,  entro  il
mese di gennaio di ciascun anno, apposite autocertificazioni  da  cui
risulti il mantenimento del requisito reddituale. 
    Il pagamento dei ratei di borsa avverra' con cadenza bimestrale. 
    L'importo della borsa di studio e' aumentato nella misura del 50%
per i periodi di soggiorno all'estero per motivi di  studio  inerenti
al dottorato, opportunamente e preventivamente  autorizzati,  nonche'
certificati dalla sede estera di accoglienza. 
    Eventuali sospensioni  ingiustificate  in  corso  d'anno,  previo
parere del Collegio dei docenti, possono comportare  la  restituzione
di tutte le rate di borsa di studio indebitamente percepite nell'anno
accademico di riferimento. 
    Coloro che si classifichino in posizione utile nella  graduatoria
di merito e non siano in possesso dei requisiti per  usufruire  della
borsa di studio o che ricoprano in graduatoria un posto  senza  borsa
di studio, dovranno pagare il contributo per l'accesso e la frequenza
dei corsi di dottorato,  secondo  le  modalita'  e  gli  importi  che
saranno definiti nel Regolamento Tasse e Contributi a.a. 2012/2013. 
    Tutti i vincitori dei concorsi, per essere iscritti ai rispettivi
dottorati, dovranno, inoltre, versare, per ciascun anno di durata del
corso, la tassa regionale prevista dal DPCM del  09.04.2001,  il  cui
importo e' di Euro 70,00 annui, da  versare  sul  conto  corrente  n.
67971630 intestato alla Regione Molise, Servizio Tesoreria. 
    Le borse  di  studio  non  sono  cumulabili  con  altre  borse  a
qualsiasi  titolo  conferite,  tranne  che  con  quelle  concesse  da
istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare,  con  soggiorni
all'estero, l'attivita' di formazione o di ricerca del dottorando. 
    Chi ha gia' usufruito una volta della borsa di  dottorato,  anche
per un solo anno, non puo' usufruirne una seconda volta. 
    I  dottorandi  titolari  di  borse  di  studio   sono   esonerati
preventivamente dal pagamento  dei  contributi  per  l'accesso  e  la
frequenza dei corsi (fatta eccezione per il contributo regionale). 

        
      
                               Art. 8 
 
 
           Obblighi degli iscritti ai corsi di dottorato  
 
 
    Gli iscritti hanno l'obbligo di svolgere  le  attivita'  connesse
con  il  dottorato,  secondo  le  modalita'  previste   dall'apposito
regolamento e secondo i programmi  stabiliti  dai  competenti  Organi
Accademici. 
    I dottorandi iscritti ai corsi, di cui al presente  bando,  hanno
l'obbligo di effettuare periodi di studi e ricerche all'estero, della
durata minima di sei mesi nell'arco del triennio, presso  gli  Atenei
individuati dal Collegio dei docenti. 
    Eventuali  differimenti  della  data  di  inizio  o  interruzioni
temporanee possono essere concessi dal Rettore, con  le  modalita'  e
nei  casi  previsti  dalle   vigenti   disposizioni   normative   e/o
regolamentari. 
    Durante  i  periodi  di   «differimento»   o   di   «interruzione
temporanea» non viene erogata la borsa di studio. 
    Il  Collegio  dei  docenti,   previa   verifica   dei   risultati
conseguiti, puo' deliberare la  «sospensione»  o  «l'esclusione»  dal
corso,  anche  nei  casi  di   assenze   prolungate,   reiterate   ed
ingiustificate. Il Collegio dei docenti puo' consentire ai dottorandi
esclusi o sospesi lo svolgimento di attivita' per un  ulteriore  anno
senza godimento della borsa. 
    In caso di «sospensione» di durata  superiore  a  trenta  giorni,
ovvero di «esclusione» dal corso, non puo' essere erogata la borsa di
studio e devono essere restituiti  i  ratei  di  borsa  indebitamente
percepiti. 
    Agli studenti dei dottorati di ricerca puo' essere  affidata,  su
proposta del Collegio dei docenti, una limitata  attivita'  didattica
sussidiaria o integrativa, secondo le norme vigenti. 
    Alla fine di ciascun anno accademico gli  iscritti  ai  corsi  di
dottorato hanno l'obbligo di presentare al Collegio dei  docenti  una
particolareggiata relazione sull'attivita' e le ricerche  svolte.  Il
Collegio dei docenti ne cura la conservazione e,  previa  valutazione
dell'assiduita' e dell'operosita' dimostrata dall'iscritto al  corso,
propone  al  Rettore   il   proseguimento   del   dottorato,   ovvero
l'esclusione. 
    Previo il superamento delle prove, possono frequentare i corsi di
dottorato, senza borsa di studio, anche i  ricercatori  universitari,
nonche' i beneficiari di assegni per collaborazione ad  attivita'  di
ricerca, conferiti dall'Universita' del Molise o da altri atenei,  ai
sensi dell'art. 22 della L. 240 del 30.12.2010, anche in soprannumero
rispetto ai posti banditi. Il numero dei titolari di assegni  ammessi
ai corsi di dottorato non potra' complessivamente superare  la  meta'
dei posti istituiti, con arrotondamento  all'unita'  per  eccesso.  I
corsi di  dottorato,  cui  gli  assegnisti  possono  essere  ammessi,
possono riguardare  le  stesse  aree  scientifico-disciplinari  della
ricerca per le quali sono detentori di  assegni.  E'  necessario,  in
ogni caso, l'assenso del Responsabile della ricerca  e  del  Collegio
dei docenti, circa la  compatibilita'  nello  svolgimento  delle  due
attivita'. 
    I dottorandi iscritti a  corsi  con  sede  amministrativa  presso
l'Universita' del Molise sono  assicurati,  ai  sensi  della  vigente
normativa, per tutta la  durata  del  corso  ed  in  qualunque  sede,
italiana o  straniera,  essi  si  trovino  per  svolgere  le  proprie
attivita' formative, purche' previamente autorizzati. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
           Conseguimento del titolo di dottore di ricerca  
 
 
    Il titolo di dottore di ricerca («Dott. Ric.»  ovvero  «Ph.  D.»)
rilasciato dal  Rettore  dell'Universita'  del  Molise,  si  consegue
all'atto del superamento dell'esame finale, che puo' essere  ripetuto
di norma una sola volta. 
    Per l'esame  finale  verra'  nominata  dal  Rettore,  sentito  il
Collegio dei docenti,  una  apposita  commissione,  composta  da  tre
docenti di ruolo, qualificati nelle discipline  attinenti  alle  aree
scientifiche cui si riferisce il corso. Per comprovati motivi che non
consentano  la  presentazione  della  tesi  nei  tempi  previsti,  il
Rettore, su proposta del Collegio  dei  docenti,  puo'  ammettere  il
candidato all'esame finale in deroga ai termini fissati. 
    L'Universita' cura il deposito delle tesi di dottorato presso  le
Biblioteche Nazionali di Roma e Firenze, nonche' l'inserimento  delle
stesse  nell'Archivio  istituzionale  d'Ateneo  ad  accesso   aperto,
garantendone la conservazione e la pubblica consultabilita'. 
    Per quanto non compreso nel presente bando, trova applicazione il
Regolamento in materia di dottorato di ricerca, emanato con  D.R.  n.
1590 del 5 ottobre 1999 e successive modifiche, consultabile sul sito
Internet     dell'Universita'     del      Molise,      all'indirizzo
http://www.unimol.it/, nonche' la normativa vigente in materia. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                    Responsabile del procedimento 
 
 
    Ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 241, il  Responsabile  del
procedimento concorsuale di cui al presente bando e' il  Responsabile
del Coordinamento Innovazione e Sviluppo, dott. Antonio Parmentola. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    I  dati  personali  forniti  dai  candidati  con  la  domanda  di
partecipazione ai concorsi, in attuazione del Decreto Legislativo  30
giugno 2003, n. 196, saranno utilizzati per le finalita' di  gestione
della procedura concorsuale e per fini  istituzionali.  In  qualsiasi
momento gli interessati potranno esercitare i diritti di cui all'art.
7  del  D.lg.  196/2003.  Titolare  del  trattamento  dei   dati   e'
l'Universita' degli Studi del  Molise,  nella  persona  del  Rettore,
domiciliato per la carica con sede in Campobasso, Via de Sanctis. 
    Campobasso, 29 giugno 2012 
 
                                                  Il Rettore: Cannata