Concorso per 1 dottore di ricerca (campania) UNIVERSITA' TELEMATICA 'PEGASO'

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 41 del 29-05-2012
Sintesi: UNIVERSITA' TELEMATICA «PEGASO» CONCORSO   (scad.  28 giugno 2012) Istituzione XXVII Ciclo dei corsi di dottorato IL RETTORE ...
Ente: UNIVERSITA' TELEMATICA 'PEGASO'
Regione: CAMPANIA
Provincia: NAPOLI
Comune: NAPOLI
Data di pubblicazione 29-05-2012
Data Scadenza bando 28-06-2012
Condividi

UNIVERSITA' TELEMATICA «PEGASO»

CONCORSO   (scad.  28 giugno 2012)
 
           Istituzione XXVII Ciclo dei corsi di dottorato 
 
 

				 
                             IL RETTORE 

 
    Visto lo Statuto dell'Universita' telematica Pegaso; 
    Visto l'art. 4 della legge n. 210  del  3  luglio  1998,  recante
norme sul Dottorato di Ricerca; 
    Visto il Decreto Ministeriale  n.  224  del  30  aprile  1999  in
materia di Dottorato di Ricerca; 
    Visto l'art. 19 della legge 240  del  30  dicembre  2010  recante
norme sul Dottorato di Ricerca e nelle more del decreto attuativo del
MIUR di cui all'art. 4 della legge 210/1998,  cosi'  come  modificato
dall'art. 19 della legge 240/2010; 
    Visto il Regolamento Didattico di Ateneo, in particolar modo  gli
artt. 9 e 14; 
    Visto il Regolamento di  disciplina  del  Dottorato  di  Ricerca,
emanato con decreto rettorale n. 32 del 19/04/2012; 
    Vista la delibera del Consiglio  di  Amministrazione  n.  28  del
26/03/2012  relativo  all'accertamento  della  copertura  finanziaria
delle borse di dottorato per il Ciclo XXVII - A.A. 2011/2012; 
    Vista la delibera del Senato Accademico n. 18 del  26/03/2012  di
istituzione e di definizione della metodologia di ripartizione  delle
borse di Dottorato; 
    Visto il parere  espresso  dal  Nucleo  di  Valutazione  in  data
30/04/2012, in merito alla  sussistenza  dei  previsti  requisiti  di
idoneita'; 
    Fatta riserva di eventuali successive integrazioni al  bando  che
verranno   pubblicate   esclusivamente   sul    sito    istituzionale
dell'Universita'       Telematica        Pegaso        all'indirizzo:
http://www.unipegaso.it/websiter4p3/dottorati.php?bn=1&vt=1 


				 
                              Decreta: 

 

 
                               Art. 1 

 

				 
                     Istituzione del XXVII ciclo 

 

 
    Presso  il   Dipartimento   di   Scienze   Umane   e   Giuridiche
dell'Universita' telematica Pegaso e' istituito il  XXVII  Ciclo  del
Corso di Dottorato di Ricerca in: 
      Diritto, educazione e  sviluppo  -  Coordinatore  Prof.  Nicola
Paparella. 

        
      
                               Art. 2 

 

				 
                              Selezioni 

 

 
    E' indetto pubblico concorso,  per  curriculum  universitario  ed
esami, per l'ammissione al Corso di Dottorato di Ricerca  di  cui  al
precedente art. 1. 
    I connotati essenziali di ciascun dottorato sono riportati  negli
allegati numeri 1-3 al presente  decreto,  del  quale  formano  parte
integrante e sostanziale. 
    Per il corso, di cui al  precedente  articolo,  le  tematiche  di
ricerca, i posti disponibili, i requisiti di ammissione, le modalita'
e i criteri di selezione e valutazione dei candidati, ai  fini  della
formazione delle graduatorie, sono indicati nei successivi. 
    Le borse di studio e i posti ordinari, di cui al presente  bando,
potranno  essere  aumentati  a  seguito  di  ulteriori  finanziamenti
disponibili,  ottenuti  anche  da  Enti  pubblici  di  ricerca  o  da
qualificate strutture  private,  fermi  restando  i  termini  per  la
presentazione della domanda di ammissione. 
    L'Amministrazione si riserva la facolta' di revocare il bando  di
concorso, di sospendere o rinviare le prove  concorsuali,  ovvero  di
sospendere o non procedere all'ammissione dei  vincitori,  ovvero  di
sospendere o di non attribuire tutte le borse di studio previste  dal
bando di concorso medesimo con conseguente riduzione dei posti  senza
borsa,  in  ragione  di  esigenze  attualmente  non  valutabili   ne'
prevedibili. In particolare, l'Amministrazione si riserva la facolta'
di  sospendere  o  non  attribuire  le  borse  di  studio  a  seguito
dell'interruzione, per qualsiasi causa, dell'erogazione del  relativo
finanziamento ivi compresi  eventuali  finanziamenti  ministeriali  e
regionali. 
    La durata del corso di dottorato e' di tre anni  e  l'inizio  del
corso e' previsto per il 25 settembre 2012.  Il  Corso  di  Dottorato
sara' attivato solo se raggiungera' un numero minimo di tre iscritti. 
    Il presente bando ha valore di notifica a tutti  gli  effetti.  I
candidati non riceveranno alcuna comunicazione scritta relativa  alla
data e alla sede di svolgimento delle prove. 
    Eventuali aggiornamenti  o  integrazioni  esplicative  del  bando
verranno resi noti in via esclusiva tramite  pubblicazione  sul  sito
http://www.unipegaso.it/websiter4p3/dottorati.php?bn=1&vt=1 

        
      
                               Art. 3 

 

				 
                       Requisiti di ammissione 

 

 
    Possono partecipare alla selezione, senza limitazioni di  eta'  e
di cittadinanza, i candidati in possesso di: 
      diploma di laurea (vecchio ordinamento); 
      diploma di laurea specialistica/magistrale; 
      analogo  titolo  accademico,  conseguito  anche  all'estero,  e
dichiarato equipollente o riconosciuto equivalente ai suddetti titoli
accademici. 
    Tutti i candidati sono ammessi  alla  selezione  con  riserva  di
verifica delle dichiarazioni autocertificate, ai sensi del d.lgs.  n.
445/2000. 
    L'Universita' potra' disporre in ogni momento, con  provvedimento
del Rettore, l'esclusione dei candidati dalla procedura  selettiva  o
dal corso di dottorato di ricerca,  fatte  salve  le  responsabilita'
penali derivanti da dichiarazioni false. 
    L'autocertificazione dovra' essere accompagnata dalla copia di un
valido documento di riconoscimento. Saranno esclusi i  candidati  che
non abbiano comunicato il conseguimento del titolo  entro  i  termini
previsti o che abbiano trasmesso  comunicazioni  incomplete,  errate,
con mezzi diversi o a recapiti diversi da quelli indicati dal bando. 
Titolo accademico conseguito all'estero. 
    I candidati in possesso di titolo accademico  estero,  di  durata
almeno  quadriennale,  qualificato  di  secondo   livello   in   base
all'ordinamento universitario del Paese in cui e'  stato  conseguito,
dovranno allegare alla domanda, attraverso l'apposita procedura: 
      copia del certificato di conseguimento del titolo con  l'elenco
degli esami sostenuti, entrambi tradotti in italiano o in inglese,  a
cura e sotto la responsabilita' del candidato. I cittadini comunitari
possono avvalersi di quanto previsto  dall'art  46  del  decreto  del
Presidente   della   Repubblica   28   dicembre    2000,    n.    445
(autocertificazione).  I  cittadini   di   Stati   non   appartenenti
all'Unione Europea,  regolarmente  soggiornanti  in  Italia,  possono
utilizzare le dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e  47
limitatamente  agli  stati,  alle  qualita'  personali  e  ai   fatti
certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani; 
      ogni altra documentazione ritenuta  utile  per  la  valutazione
dell'ammissibilita'  del  titolo   posseduto   (Diploma   Supplement,
dichiarazione di valore in loco se gia' acquisita, ecc). 
    I candidati con titolo estero saranno ammessi alla selezione  con
riserva e saranno esclusi dal dottorato di ricerca qualora, a seguito
di verifica, risultasse che il titolo non e'  conforme  ai  requisiti
richiesti dal presente bando e non consente  quindi  l'iscrizione  al
dottorato. 

        
      
                               Art. 4 

 

				 
      Presentazione delle domande di ammissione alla selezione 

 

 
    La domanda per  le  prove  di  selezione  per  l'ammissione  alla
frequenza del Corso di  dottorato  dovra'  essere  inviata  entro  il
termine  perentorio  di  30   giorni   decorrente   dal   giorno   di
pubblicazione del  presente  bando  nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica Italiana.  A  tal  fine,  fara'  fede  il  timbro  a  data
dell'Ufficio Postale accettante la raccomandata. Qualora  il  termine
venga a scadere in un giorno  festivo,  si  intendera'  prorogato  al
primo giorno non festivo immediatamente successivo. 
    Sara' escluso dalla partecipazione al concorso di  ammissione  il
candidato la cui domanda: 
      non e' stata inviata  con  raccomandata  A/R  entro  i  termini
previsti dal bando; 
      non rechi la firma di proprio pugno; 
      non sia corredata dalla ricevuta originale  del  versamento  di
€ 200,00 (euro duecento) quale contributo per la partecipazione  alle
prove di accesso al corso di studio. 
    La  domanda   dovra'   essere   spedita   presso   la   Direzione
Amministrativa  -  Universita'  Telematica  Pegaso  -  via   Vittoria
Colonna, 14 - 80121 - Napoli (sulla  busta  deve  essere  chiaramente
riportata la dicitura: "Domanda di ammissione al Corso  di  Dottorato
di Ricerca"). 
    Sara' escluso dalla partecipazione al concorso di  ammissione  il
candidato le cui domande non contengano quanto segue: 
      la firma di proprio pugno; 
      il cognome e il nome; 
      data e luogo di nascita; 
      la  residenza  o  il  recapito  ove  si  intende  ricevere   le
comunicazioni relative al concorso; 
      l'indicazione del diploma di laurea posseduto, della sua durata
legale, della data di conseguimento  e  dell'Universita'  che  lo  ha
rilasciato ovvero la data del decreto rettorale  della  dichiarazione
di equipollenza; 


				 
                              Art. 4.1. 

 

				 
        Documentazione da allegare alla domanda di ammissione 

 
    Per ciascuna domanda di ammissione  dovra'  essere  allegata -  a
pena  di  esclusione  dal  concorso -  la   ricevuta   in   originale
dell'avvenuto  versamento  di   € 200,00   (euro   duecento),   quale
contributo per la partecipazione alle prove di  accesso  a  corsi  di
studio, da effettuarsi attraverso bonifico  bancario  -  Banca  della
Campania - IBAN IT 84 E 05392 03402 000001341010. 
    Il contributo versato per la partecipazione alle prove di accesso
al corso di studio non verra' restituito in nessun caso. 
    I  candidati  devono,  altresi',   allegare   alla   domanda   di
partecipazione al concorso la seguente documentazione: 
      dichiarazione  sostitutiva  di  certificazione  (resa   secondo
l'allegato 2) relativa al possesso della  laurea,  con  l'indicazione
della votazione riportata; 
      i documenti, la tesi di laurea e gli altri titoli,  di  cui  al
successivo  art.  5,  che  si   ritengono   utili   ai   fini   della
partecipazione al concorso, in originale o in copia autenticata o  in
semplice copia, la cui conformita' all'originale  e'  dichiarata  dal
candidato con dichiarazione sostitutiva di atto di  notorieta'  (resa
secondo l'allegato 3,  e  corredata  dalla  fotocopia  di  un  valido
documento di riconoscimento). 
      elenco, in  carta  libera  ed  in  duplice  copia,  dei  titoli
presentati in allegato alla domanda. 

        
      
                               Art. 5 

 

				 
            Prove di ammissione e criteri di valutazione 

 

 
    Le date e la sede delle prove sono indicate nella Tabella 1,  che
e'  parte   integrante   del   bando   e   pubblicate   alla   pagina
http://www.unipegaso.it/websiter4p3/dottorati.php?bn=1 & vt=1 
    Le date e la sede delle prove costituiscono a tutti  gli  effetti
di legge convocazione ufficiale. 
    I candidati non riceveranno alcuna convocazione ne' comunicazione
in merito alle prove di esame. 
    Per sostenere le prove i  candidati  dovranno  presentarsi  nella
sede, nel giorno e all'ora indicati  nella  Tabella  1,  allegata  al
presente bando, esibendo un valido documento di riconoscimento. 
    Le prove orali di ammissione sono espletate in lingua italiana. 
    Il candidato dovra', inoltre, dimostrare la buona  conoscenza  di
almeno una lingua straniera. 
    La Commissione Giudicatrice del concorso di ammissione dispone di
un massimo di 100 punti per ciascun  candidato,  dei  quali  20  sono
riservati   alla   valutazione    del    curriculum    universitario,
post-universitario e professionale ed alle  eventuali  pubblicazioni;
40 alla valutazione della prova scritta; 40  alla  valutazione  della
prova orale. 
    La valutazione dei titoli avviene prima  della  correzione  della
prova  scritta  e  per  i  soli  candidati  che  abbiano   consegnato
l'elaborato di tale prova. 
    Non sono ammessi alla prova orale i candidati  che  riportino  un
punteggio inferiore a 40, sommando i voti ottenuti nella  valutazione
del curriculum  universitario  e  post-universitario  e  della  prova
scritta. I risultati della  valutazione  dei  titoli  e  della  prova
scritta sono resi pubblici prima della prova orale. 
    Sono  ritenuti  idonei  i  candidati  che  conseguano  come  voto
complessivo almeno 80/100. 
    Il curriculum universitario e i titoli vengono  valutati  secondo
le seguenti modalita': 
      a) voto di laurea o di diploma in cento decimi fino a 10 punti,
per ogni titolo di laurea o diploma conseguito: 
        10 punti 110 e lode 
        8 punti da 109 a 110 
        7 punti da 107 a 108 
        5 punti da 105 a 106 
        4 punti da 103 a 104 
        2 punti da 101 a 102 
        1 punto da 99 a 100 
      b) media degli esami fino a 7 punti: 
        7 punti da 29.50 a 30 
        6 punti da 29.00 a 29.49 
        5 punti da 28.50 a 28.99 
        4 punti da 28.00 a 28.49 
        3 punti da 27.50 a 27.99 
        2 punti da 27.00 a 27.49 
        1 punto da 26.50 a 26.99 
      c) diploma di Master o corso equiparato da 0  a  1  punto,  per
ogni diploma di Master o corso equiparato conseguito; 
      d) Pubblicazioni (ai sensi e secondo  i  criteri  dell'art.  3,
decreto ministeriale 28 luglio  2009  n.  89)  da  0  a  2  punti.  I
candidati diversamente abili,  ai  sensi  della  legge  104/92,  come
integrata dalla legge 17/99, possono richiedere,  in  relazione  alla
propria  disabilita',  gli  ausili  necessari  ed   eventuali   tempi
aggiuntivi per l'espletamento delle prove di ammissione previste. 
    A tale riguardo, i dati sensibili saranno  custoditi  e  trattati
con la riservatezza prevista dal Decreto Legislativo 196/03. 

        
      
                               Art. 6 

 

				 
         Commissioni giudicatrici per l'ammissione ai corsi 

 

 
    La  Commissione  Giudicatrice  e'  nominata  dal  Rettore  ed  e'
composta da professori e/o ricercatori universitari di ruolo, di  cui
uno con funzione di Presidente. La commissione puo' essere  integrata
da non piu' di due Esperti di Enti  di  ricerca,  la  cui  nomina  e'
obbligatoria nel caso di convenzioni con  Enti  di  cui  all'art.  17
della legge 317/1991. 
    La composizione  della  Commissione  sara'  pubblicata,  dopo  la
scadenza      del      bando,      al       seguente       indirizzo:
http://www.unipegaso.it/websiter4p3/dottorati.php?bn=1 & vt=1 
    La Commissione Giudicatrice assegna i punteggi e, al  termine  di
ciascuna prova, li rende noti attraverso la  pubblicazione  sul  sito
web sovra indicato. 
    La  votazione  attribuita  a  ciascun  candidato   sara'   quella
risultante dalla somma dei  punteggi  ottenuti  nelle  prove  d'esame
secondo quanto riportato nel precedente articolo. 
    Nella seduta preliminare la Commissione definira'  i  criteri  di
elaborazione della graduatoria finale e l'eventuale punteggio  minimo
da conseguire nelle prove  scritte  per  ottenere  l'ammissione  alle
prove orali. I candidati saranno  informati  all'inizio  della  prova
scritta. 

        
      
                               Art. 7 

 

				 
                             Graduatorie 

 

 
    I  candidati  risultati  idonei  sono  ammessi  al  corso,   dopo
l'approvazione  degli  atti  della  selezione,  secondo  l'ordine  di
graduatoria e fino alla concorrenza dei posti a bando per il Corso di
Dottorato. 
    La graduatoria finale di merito sara' pubblicata sul sito web: 
      http://www.unipegaso.it/websiter4p3/dottorati.php?bn=1 & vt=1 
    Tale  pubblicazione  ha  valore   di   comunicazione   ufficiale.
Pertanto, i candidati non riceveranno alcuna  personale  notifica  in
merito alla graduatoria finale. 
    Alla                                                       pagina
http://www.unipegaso.it/websiter4p3/dottorati.php?bn=1 &  vt=1  sara'
disponibile l'elenco aggiornato delle graduatorie pubblicate. 
    In caso di parita' nella valutazione, precede il  candidato  piu'
giovane d'eta', fatto salvo il criterio di  precedenza  previsto  per
l'attribuzione della borsa di dottorato, riportato nell'art.  10  del
presente bando. 

        
      
                               Art. 8 

 

				 
                          Immatricolazione 

 

 
    L'immatricolazione deve essere perfezionata,  pena  l'esclusione,
entro il termine perentorio di 10 giorni a decorrere  dalla  data  di
pubblicazione    della     graduatoria     ufficiale     sul     sito
http://www.unipegaso.it/websiter4p3/dottorati.php?bn=1 & vt=1 
    Si ribadisce che la verifica della posizione in graduatoria e'  a
carico dei candidati poiche' la direzione amministrativa non inviera'
alcuna comunicazione personale in merito alla graduatoria finale. 
    I vincitori devono presentare la seguente documentazione: 
      domanda di immatricolazione e relativi allegati; 
      fotocopia  fronte  e  retro   di   un   valido   documento   di
riconoscimento; 
      ricevuta del pagamento del contributo di iscrizione, di cui  al
successivo art. 9; 
      n. 2 foto formato tessera; 
    E' possibile delegare un'altra  persona  per  la  consegna  della
documentazione  per  l'immatricolazione,  purche'  munita  di  delega
redatta in carta semplice e di un  documento  di  riconoscimento  del
delegante (anche in fotocopia). 
    In  caso  di  spedizione  dei  documenti  previsti  dal  presente
articolo, e' consigliato anticipare la domanda di immatricolazione  e
relativi  allegati  via  fax  al  numero  081/0112398  o  via  e-mail
all'indirizzo amministrazione.direzione@unipegaso.it.  L'inoltro  via
fax o via e-mail non surroga l'onere della presentazione diretta  e/o
della spedizione nei termini e nei modi sopra indicati. 
    Non saranno accettate immatricolazioni  pervenute  con  modalita'
diverse da quelle sopra indicate e/o oltre  i  termini  previsti  nel
presente articolo. 
    I candidati con titolo estero devono, inoltre, presentare: 
      Diploma originale di Laurea con  traduzione,  legalizzazione  e
dichiarazione  di  valore  rilasciata  dalle  autorita'  diplomatiche
italiane nel Paese in  cui  e'  stato  conseguito  il  titolo.  Nella
dichiarazione di valore deve  risultare  chiaramente  che  il  titolo
posseduto consenta l'accesso a corsi di terzo livello  nel  Paese  in
cui e' stato rilasciato. 
    Se il titolo di  studio  e'  stato  ottenuto  presso  Universita'
europee e' possibile, in alternativa alla  dichiarazione  di  valore,
presentare  il  Diploma  Supplement,  legalizzato   dalle   autorita'
competenti. L'Universita' si riserva di richiedere la  "dichiarazione
di valore in loco"  in  ogni  caso  in  cui  sussistano  dubbi  sulla
validita' del titolo. 
    I candidati  in  possesso  di  titolo  estero,  che  non  possano
consegnare     la     documentazione     richiesta     al     momento
dell'immatricolazione, saranno ammessi con riserva e saranno  esclusi
dal dottorato di ricerca qualora non provvederanno a consegnare  tale
documentazione. Saranno altresi' esclusi nel caso in cui,  a  seguito
di verifica, risultasse che il titolo non e'  conforme  ai  requisiti
richiesti  dal  presente  bando  e  non  consenta   l'iscrizione   al
dottorato. 
    I candidati che avranno rilasciato dichiarazioni mendaci  saranno
dichiarati decaduti, fatte salve le sanzioni  penali  previste  dalla
legge. 
    I candidati che intendano rinunciare all'immatricolazione  devono
darne immediata comunicazione scritta, preferibilmente via fax al  n.
081/0112398        o         via         e-mail         all'indirizzo
amministrazione.direzione@unipegaso.it, allegando fotocopia fronte  e
retro di un valido documento di riconoscimento. 

        
      
                               Art. 9 

 

				 
          Contributo per l'accesso e la frequenza ai corsi 

 

 
    Sono tenuti al solo pagamento dell'importo  di  € 100,00  (cento)
(imposta di bollo, premio di assicurazione, contributo  per  rilascio
libretto) per il primo anno, i dottorandi titolari di borse di studio
finanziate. 
    Per gli anni successivi la contribuzione e' pari a € 50,00/anno. 
    Sono tenuti al pagamento  del  contributo  fissato  in  € 5000,00
(cinquemila) per il primo anno: 
      a) i dottorandi che non fruiscano di borsa di studio; 
      b) i dottorandi che fruiscano di borse di studio finanziate  da
Enti esterni; 
      c) i dottorandi stranieri titolari di borse di studio del Paese
di provenienza, con il quale sia stato sottoscritto accordo specifico
che non preveda l'esenzione dalla contribuzione. 
    Per gli anni  successivi  la  contribuzione  e'  pari  a  5000,00
(cinquemila)/anno. 

        
      
                               Art. 10 

 

				 
                           Borse di studio 

 

 
    Le borse di studio sono assegnate per l'intera durata  del  corso
in base alla graduatoria formulata dalla commissione giudicatrice.  A
parita' di merito precede il candidato in base alla valutazione della
situazione  economica,  ai  sensi  del  Decreto  del  Presidente  del
Consiglio dei Ministri del 30 aprile 1997. 
    L'importo della borsa di studio e' di € 13.638,47 annui, al lordo
degli oneri previdenziali a carico del dottorando. 
    Le  borse  di  studio  vengono  erogate   con   cadenza   mensile
posticipata. 
    L'importo  della  borsa  di  studio  e'  aumentato  del  50%  per
soggiorni all'estero di durata non inferiore ad un mese  continuativo
e non superiore a 18 mesi complessivi e  sempre  che  tali  soggiorni
siano  stati  disposti  dal  Coordinatore  sentito  il  Collegio  dei
docenti. 
    Le borse di studio che prevedano lo svolgimento di una  specifica
attivita' di ricerca, vincolano gli assegnatari allo  svolgimento  di
tale attivita'. 
    Le borse di dottorato non possono essere cumulate con altre borse
di studio a qualsiasi titolo conferite,  tranne  quelle  concesse  da
Istituzioni nazionali o estere,  utili  ad  integrare  con  soggiorni
all'estero l'attivita' di ricerca del dottorando. 

        
      
                               Art. 11 

 

				 
                          Incompatibilita' 

 

 
    L'iscrizione al dottorato e' incompatibile  con  l'iscrizione  in
Italia e all'estero ad altri corsi di dottorato a corsi di laurea, di
laurea specialistica/magistrale, di  laurea  vecchio  ordinamento,  a
master universitari di I e II livello, a scuole di specializzazione e
a corsi di specializzazione organizzati da Istituti privati abilitati
ai sensi dell'art. 17, comma 96, legge n. 127/1997. 
    Gli iscritti a un corso di dottorato non  possono  iscriversi  al
medesimo corso di dottorato e sono esclusi dalla graduatoria  qualora
abbiano partecipato alla relativa selezione. La presente disposizione
non si applica a coloro che abbiano rinunciato al corso di  dottorato
prima dell'inizio  delle  attivita'  verbalizzato  dal  Collegio  dei
docenti. 
    Coloro che risultano iscritti ad un Corso di Dottorato con  borsa
di studio possono accedere, a seguito di superamento  della  relativa
selezione, ad un corso diverso, ma senza borsa di studio, rinunciando
al corso di dottorato precedente ed iniziando dal primo anno. 
    Coloro che siano in possesso del titolo  di  dottore  di  ricerca
conseguito  in  Italia  o  all'estero  e  riconosciuto  equipollente,
possono iscriversi a un nuovo  corso  di  dottorato  senza  borsa  di
studio. 

        
      
                               Art. 12 

 

				 
                      Proprieta' dei risultati 

 

 
    I  diritti  di  proprieta'  intellettuale  ed   industriale   sui
risultati eventualmente conseguiti dal dottorando, inclusi  a  titolo
esemplificativo e non  esaustivo,  software,  invenzioni  industriali
brevettabili o meno, know-how, modelli, dati e raccolte di dati, tesi
di dottorato, appartengono in via esclusiva  all'Universita'  che  ne
potra'  liberamente  disporre,  fermo  restando  il  diritto   morale
inalienabile  del  dottorando  ad  essere   riconosciuto   autore   o
inventore. 
    Il  dottorando  ha  l'obbligo  di  comunicare  senza  ritardo  al
coordinatore il  conseguimento  dei  risultati,  impegnandosi  a  non
divulgarli e a non utilizzarli  senza  la  preventiva  autorizzazione
dell'Universita'. 
    Il dottorando e'  tenuto  a  sottoscrivere  apposito  impegno  di
riservatezza e riconoscimento dei diritti di proprieta' intellettuale
in relazione alle informazioni, dati e documenti di natura  riservata
di cui dovesse venire a conoscenza nello  svolgimento  della  propria
attivita' presso e/o per conto dell'Universita'. 
    Al dottorando e'  in  ogni  caso  garantita  la  possibilita'  di
effettuare le  ordinarie  attivita'  di  pubblicazione  previste  dal
percorso  formativo,  che  dovranno  essere  programmate  in  maniera
compatibile con la protezione degli eventuali risultati. 

        
      
                               Art. 13 

 

				 
                   Trattamento dei dati personali 

 

 
    L'Amministrazione  universitaria,  in  attuazione   del   Decreto
Legislativo  196/03  ("Codice  in  materia  di  protezione  dei  dati
personali") e ai sensi del decreto rettorale 271/2009  ("Testo  unico
sulla privacy e sull'utilizzo dei sistemi informatici") si impegna  a
utilizzare i dati personali forniti dal candidato per  l'espletamento
delle procedure concorsuali e per fini istituzionali. 
    La partecipazione al concorso comporta, nel rispetto dei principi
di cui alla succitata legge, espressione di tacito consenso a  che  i
dati personali dei candidati e quelli relativi alle prove concorsuali
vengano pubblicati sul sito www.unipegaso.it, con accesso limitato ai
soli partecipanti. 

        
      
                               Art. 14 

 

				 
                               Rinvio 

 

 
    Per quanto riguarda la sospensione della frequenza  al  corso  di
dottorato, le attivita' compatibili  con  l'iscrizione  al  corso  di
dottorato e per tutto quanto  non  previsto  dal  presente  bando  si
rinvia al "Regolamento in materia di Dottorato di Ricerca". 
    Responsabile del procedimento amministrativo: dott. Gavino  Nuzzo
- e-mail: amministrazione.direzione@unipegaso.it 
      Napoli, 9 maggio 2012 


				 
                                          Il rettore: Di Giandomenico