Concorso per 1 dirigente medico (toscana) ESTAV CENTRO - ENTE PER I SERVIZI TECNICO-AMMINISTRATIVI DI AREA VASTA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 1
Fonte: DIR N. 40 del 23-05-2012
Sintesi: ESTAV CENTRO - ENTE PER I SERVIZI TECNICO-AMMINISTRATIVI DI AREA VASTA Concorso (Scad. 12 giugno 2012) Avviso di selezione pubblica per titoli e colloquio per il conferimento di n. 1 incarico di durata biennale di ...
Ente: ESTAV CENTRO - ENTE PER I SERVIZI TECNICO-AMMINISTRATIVI DI AREA VASTA
Regione: TOSCANA
Provincia: FIRENZE
Comune: FIRENZE
Data di pubblicazione 23-05-2012
Data Scadenza bando 12-06-2012
Condividi

ESTAV CENTRO - ENTE PER I SERVIZI TECNICO-AMMINISTRATIVI DI AREA VASTA

Concorso (Scad. 12 giugno 2012)

Avviso di selezione pubblica per titoli e colloquio per il conferimento di n. 1 incarico di durata biennale di Dirigente Medico specializzato per espletamento attività di raccordo tra il CERT (Centro di Ricerca Europeo delle vie aeree, chirurgia toracica generale e rigenerativa e biotrapianti intratoracici) e la SOD Chirurgia Toracica della AOU Careggi di Firenze.


In esecuzione della Delibera del Direttore Generale di Estav Centro n. 106 del 16.05.2012, è indetta una selezione pubblica per titoli e colloquio per il conferimento di n. 1 incarico biennale di Dirigente Medico specializzato, per l’espletamento dell’attività di raccordo tra il CERT (Centro di Ricerca Europeo delle vie aeree, chirurgia toracica generale e rigenerativa e biotrapianti intratoracici) e la SOD Chirurgia Toracica della AOU Careggi di Firenze, ai sensi dell’art. 15-septies, comma 1, del D. Lgs. 30.12.92, n. 502 come modificato dall’art. 13 del D. Lgs. 19.6.99, n. 229, nonché delle norme di cui al D.P.R. 28.12.2000, n. 445 e s.m.i., al D. Lgs. 30.3.2001, n. 165, alla Delibera della G.R.T. n. 510 del 15.6.2009 e al Regolamento aziendale approvato con Delibera del Direttore Generale n. 153 del 19.5.2010.
All’incaricato verrà attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dal vigente C.C.N.L. per la Dirigenza Medica e Veterinaria e verranno applicate le disposizioni vigenti per gli aspetti giuridici e previdenziali.
A norma dell’art. 7 del D. Lgs. 165/01 è garantita pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al relativo trattamento sul lavoro.
Oggetto e sede dell’incarico Funzioni di coordinamento e supporto clinico-organizzativo per la casistica afferente alla patologia toracica ad alta complessità vascolare e respiratoria.
Requisiti generali di ammissione
Possono partecipare alla selezione i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non appartenenti alla repubblica) ovvero cittadinanza di uno stato membro dell’U.E., purché in possesso dei diritti civili e politici nello stato di appartenenza;
b) idoneità fisica all’impiego. L’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego – con l’osservanza delle norme in tema di categorie protette – sarà effettuato, a cura dell’azienda, prima dell’immissione in servizio;
c) diploma di laurea in Medicina e Chirurgia;
d) specializzazione in Chirurgia Generale o Chirurgia Toracica o in disciplina equipollente o affine individuata dai DD.M. Sanità 30.01.1998 e 31.01.1998 e successive integrazioni e modificazioni,
e) iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri. L’iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione alla selezione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio;
f) non godere del trattamento di quiescenza.
Requisiti specifici di ammissione
g) particolare e comprovata qualificazione professionale in ambito della chirurgia della trachea e delle vie aeree (supportata dalla relativa casistica), conseguita svolgendo attività in organismi ed enti pubblici o privati o aziende pubbliche o private con esperienza acquisita per almeno un quinquennio in funzioni dirigenziali apicali o una particolare specializzazione professionale, culturale e scientifica desumibile dalla formazione universitaria e post – universitaria, da pubblicazioni scientifiche o da concrete esperienze di lavoro.
L’incarico non può essere conferito a coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché a coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione.
Domanda di partecipazione
Le domande di partecipazione alla selezione, redatte usando lo schema esemplificativo riportato in calce, devono essere inviate al Direttore Generale di ESTAV Centro - Ufficio concorsi - Viale Michelangiolo, 41 - 50125- Firenze - entro e non oltre il 20° giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, a pena di esclusione:
- a mezzo raccomandata a.r. A tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante;
- mediante Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) all’indirizzo: concorsi.estav.centro@postacert.toscana.it, secondo quanto previsto dall’art. 65 del D.Lgs. 82/2005 e s.m.i.; nell’oggetto della mail dovrà essere riportata la dicitura (DOMANDA PARTECIPAZIONE SELEZIONE PUBBLICA 15 SEPTIES CERT – AOU CAREGGI). La validità della mail è subordinata all’utilizzo da parte dei candidati di casella di posta elettronica certificata PERSONALE. Si prega di inviare domanda (debitamente sottoscritta) e allegati in formato PDF, inserendo il tutto, ove possibile, in un unico file.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine s’intende prorogato al primo giorno successivo non festivo L’ESTAV Centro non assume responsabilità alcuna nel caso di irreperibilità presso l’indirizzo comunicato, né per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente, oppure da mancata o tardiva comunicazione della variazione dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, caso fortuito o forza maggiore.
Nella domanda di ammissione alla selezione gli aspiranti devono dichiarare, sotto la loro responsabilità, ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 e dell’art. 15 della L. 183/2011:
- cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza;
- di possedere la cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non appartenenti alla repubblica) ovvero la cittadinanza di uno stato membro dell’Unione Europea purchè in possesso dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza;
- il Comune o Stato estero di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
- le eventuali condanne penali riportate (la dichiarazione va resa anche se negativa);
- i titoli di studio posseduti, con l’indicazione completa della data, sede e denominazione dell’istituto in cui i titoli stessi sono stati conseguiti. Il titolo di studio conseguito all’estero deve aver ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione, la necessaria equipollenza ai diplomi italiani rilasciata dalle competenti autorità (indicare estremi del Decreto Ministeriale di riconoscimento);
- il possesso del requisito specifico di ammissione indicato al punto g);
- i servizi prestati come dipendenti presso pubbliche amministrazioni ed eventuali cause di risoluzione dei precedenti rapporti di pubblico impiego ovvero di non aver mai prestato servizio presso pubbliche amministrazioni;
- la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;
- di non godere del trattamento di quiescenza;
- che le dichiarazioni rese sono documentabili;
- il domicilio presso il quale deve essere fatta ogni comunicazione (in caso di mancata indicazione sarà ritenuta valida la residenza di cui al punto a).
SI RICORDA CHE AI SENSI DELL’ART.15 DELLA LEGGE 183 DEL 12 NOVEMBRE 2011 E DELLA DIRETTIVA DEL MINISTERO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E DELLA SEMPLIFICAZIONE NL. 61547 DEL 22.12.2011, A FAR DATA DAL 1 GENNAIO 2012, ESTAV CENTRO POTRA’ ACCETTARE ESCLUSIVAMENTE LE DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI CERTIFICAZIONI O DI ATTI DI NOTORIETA’.
LE CERTIFICAZIONI RILASCIATE DALLA P.A. IN ORDINE A STATI, QUALITA’ PERSONALI E FATTI SONO VALIDE SOLTANTO NEI RAPPORTI FRA PRIVATI.
SI PREGA DI ATTENERSI SCRUPOLOSAMENTE A TALI DISPOSIZIONI NELLA PREDISPOSIZIONE DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA PRESENTE PROCEDURA.
Il candidato dovrà apporre la firma in calce alla domanda.
Documentazione richiesta (da presentarsi soltanto in autocertificazione ai sensi dell’art. 15 della L. 183/2011) I candidati devono rendere dichiarazione sostitutiva nell’ambito del curriculum vitae, relativa ai seguenti stati, fatti e qualità personali:
1) diplomi di laurea e di specializzazione come richiesto rispettivamente alle lettere c) e d) del paragrafo “Requisiti generali di ammissione”.Il titolo di studio conseguito all’estero deve aver ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione, la necessaria equipollenza ai diplomi italiani rilasciata dalle competenti autorità (indicare estremi del Decreto Ministeriale di riconoscimento);
2) documentazione che attesti il possesso dell’esperienza richiesta al punto g) del paragrafo “Requisiti specifici di ammissione”;
3) iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri;
4) curriculum professionale, datato e firmato, da cui risultino le attività professionali, di studio, direzionali-organizzative oggetto della selezione (che comunque devono essere documentate con le modalità previste dall’avviso);
5) tutte le dichiarazioni relative ai titoli scientifici, formativi e professionali e di carriera che il candidato ritenga opportuno presentare nel proprio interesse agli effetti della valutazione di merito.
Alla domanda di partecipazione alla selezione deve essere allegato un elenco dei documenti e titoli presentati, numerati progressivamente in relazione al corrispondente titolo e una fotocopia fronte retro di un valido documento di identità.
Modalità generali per il rilascio di dichiarazioni sostitutive
Tutte le dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà devono essere rese una sola volta, all’interno del curriculum vitae.
Le predette dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà e di certificazione rilasciate nel curriculum vengono validate allegando alla domanda una sola fotocopia fronte retro di un valido documento di identità sulla quale dovrà essere riportata la seguente dicitura, datata e firmata:
“Il sottoscritto (cognome e nome), ai sensi di quanto previsto dagli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, consapevole delle conseguenze derivanti in caso di rilascio di dichiarazioni false, dichiara sotto la propria responsabilità che tutte le eventuali fotocopie allegate alla domanda di partecipazione alla pubblica selezione sono conformi all’originale in suo possesso e che ogni dichiarazione resa risponde a verità”.
Le dichiarazioni sostitutive devono contenere tutti gli elementi e le informazioni necessarie previste dalla certificazione che sostituiscono. In mancanza non verrà tenuto conto delle dichiarazioni rese. SI RACCOMANDA PERCIO’ LA MASSIMA PRECISIONE NELLA COMPILAZIONE DELLE DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE.
L’Ente è tenuto ad effettuare, ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. 445/2000 e dell’art. 15 della L. 183/2011, idonei controlli, anche a campione, e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47 ed a trasmetterne le risultanze all’autorità competente, in base a quanto previsto dalla normativa in materia.
Fermo restando quanto previsto dall’art. 76 del citato D.P.R. 445/2000 circa le sanzioni penali previste per le dichiarazioni false, qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
Modalità da seguire per la dichiarazione sostitutiva di attività lavorative Per eventuali servizi prestati, l’interessato è tenuto a specificare ai fini della valutazione:
- per i servizi prestati come lavoratore dipendente presso aziende del servizio sanitario nazionale o pubbliche amministrazioni in genere o strutture private convenzionate e/o accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale o imprese private, l’interessato è tenuto a stilare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in cui siano specificati: l’esatta denominazione, natura giuridica e indirizzo del datore di lavoro; se trattasi di rapporto di lavoro a tempo determinato o indeterminato; profilo professionale e disciplina d’inquadramento; se a tempo pieno, definito o a tempo parziale (in quest’ultimo caso con indicazione dell’orario svolto); eventuali periodi di interruzione del rapporto e loro motivo; motivi della cessazione;
- per i periodi di servizio prestato all’estero, l’interessato è tenuto a specificare l’indicazione della data di inizio e dell’eventuale cessazione, eventuali interruzioni del rapporto di impiego, i motivi di cessazione e la qualifica rivestita. Il predetto servizio deve avere ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione, il necessario riconoscimento, ai fini dell’ammissione e/o valutazione, rilasciato dalle competenti autorità ai sensi della normativa vigente (indicare gli estremi del provvedimento di riconoscimento);
- per le attività svolte in regime di libera professione o di collaborazione coordinata e continuativa o a progetto l’interessato è tenuto ad indicare l’esatta denominazione e indirizzo del committente, il profilo professionale e disciplina di inquadramento, la struttura presso la quale l’attività è stata svolta, la data di inizio della collaborazione e l’eventuale data di termine della stessa, l’impegno orario settimanale e/o mensile o l’oggetto del contratto o del progetto e l’apporto del candidato alla sua realizzazione;
- per la frequenza di corsi di aggiornamento: denominazione dell’ente che ha organizzato il corso, data di svolgimento e se trattasi di eventi conclusisi con verifica finale o con conseguimento di crediti formativi (in questo caso indicare il numero dei crediti);
- per gli incarichi di docenza conferiti da enti pubblici: denominazione dell’ente che ha conferito l’incarico, oggetto della docenza e ore effettive di lezione svolte.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e devono essere comunque presentate, avendo cura di evidenziare il proprio nome e di indicare il numero progressivo con cui sono contrassegnate nell’elenco dei documenti.
Modalità di accertamento della qualificazione professionale e delle competenze richieste L’accertamento del possesso dei requisiti, della qualificazione professionale e delle competenze degli aspiranti, sarà effettuato da una Commissione di tre esperti appositamente nominata con Provvedimento del Direttore del Dipartimento Gestione Amministrazione del Personale e Organizzazione dell’ESTAV Centro, sulla base:
- della valutazione del curriculum professionale, - di un colloquio diretto alla valutazione delle capacità professionali del candidato, con riferimento anche alle esperienze professionali documentate, nonché all’accertamento delle capacità professionali-organizzative del candidato stesso con riferimento all’incarico da svolgere.
Della Commissione faranno parte:
- Presidente - Il Direttore Sanitario dell’Azienda interessata o un suo delegato, - Componenti - Due esperti della materia appartenenti o estranei all’Azienda, - Segretario - Un dipendente amministrativo dell’Azienda o dell’ESTAV Centro di categoria non inferiore alla D.
Prima della valutazione dei titoli e dell’espletamento del colloquio la Commissione stabilirà i criteri di valutazione.
Il colloquio si terrà in data 3 luglio 2012 alle ore 9,00 presso la Direzione dell’Azienda Ospedaliero - Universitaria Careggi – Sala Gialla, Piano Secondo – Padiglione n. 2 del Nuovo Ingresso Careggi (N.I.C), Largo Brambilla n. 3, 50134 Firenze. La Commissione si riserva, qualora il numero dei partecipanti sia elevato, di proseguire i colloqui in data 4 luglio 2012. In tal caso sarà estratta una lettera per definire il calendario dei colloqui. I candidati dovranno presentarsi con un documento valido di riconoscimento. Coloro che non si presenteranno nel luogo, giorno e ora indicati, anche se indipendente dalla loro volontà, saranno considerati rinunciatari alla selezione in parola. La presente comunicazione vale quale convocazione e sostituisce, ad ogni effetto, ogni altra modalità di convocazione.
La Commissione esprimerà per ciascun candidato un giudizio di idoneità o non idoneità adeguatamente motivato in relazione ai singoli elementi documentali che sono stati presi in considerazione e che hanno contribuito a determinarlo e predisporrà l’elenco degli idonei dal quale il Direttore Generale dell’Azienda interessata effettuerà la scelta dei soggetti cui affidare l’incarico.
L’esito della selezione sarà pubblicato contestualmente all’Albo aziendale e nel sito internet dell’ESTAV Centro, nonché nel sito internet dell’Azienda interessata.
Conferimento dell’incarico Il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi di Firenze procederà al conferimento dell’incarico sulla base del parere formulato dalla Commissione esaminatrice, tenendo conto che il parere è vincolante limitatamente all’individuazione di “idonei e non idonei”, previo accertamento dei requisiti ed adempimenti prescritti a tal fine, mediante stipula del contratto individuale nel quale saranno previste le modalità e condizioni che regoleranno il rapporto di lavoro ed indicata la data di presa di servizio. Gli effetti economici decorreranno dalla data di effettiva presa di servizio.
Scaduto inutilmente il termine assegnato per la sottoscrizione l’Azienda comunicherà di non dar luogo alla stipulazione del contratto.
L’incaricato che, senza giustificato motivo, non assumerà servizio nel termine stabilito dall’amministrazione, sarà dichiarato decaduto dall’incarico. Per comprovate ragioni il termine per il conferimento dell’incarico potrà essere prorogato per un periodo non superiore a trenta giorni.
Decade dall’impiego chi abbia conseguito la nomina mediante la presentazione di documenti falsi o viziati da irregolarità non sanabile.
Per quanto non esplicitamente contemplato nel presente avviso si intendono richiamate, a tutti gli effetti, le norme di legge applicabili in materia.
Rapporto di lavoro Il contratto a tempo determinato stipulato per il conferimento dell’incarico pone in essere un rapporto di lavoro subordinato ed esclusivo.
Il trattamento giuridico ed economico è determinato sulla base dei criteri stabiliti nel contratto collettivo della Dirigenza Medica e Veterinaria Con l’accettazione dell’incarico e la firma del contratto vengono implicitamente accettate, da parte del vincitore, tutte le norme che disciplinano e disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale dirigenziale del S.S.N. Restituzione della documentazione presentata I documenti potranno essere restituiti ai concorrenti che hanno sostenuto il colloquio solo dopo il compimento del sessantesimo giorno dal ricevimento della comunicazione ufficiale dell’esito della selezione, avvenuta mediante pubblicazione nel sito internet dell’ESTAV Centro.
In caso di eventuali ricorsi dinanzi al competente organo giurisdizionale, la restituzione potrà avvenire solo dopo l’esito di tali ricorsi.
La restituzione dei documenti potrà avvenire anche prima della scadenza del suddetto termine, per il candidato non presentatosi al colloquio, ovvero per chi, prima dell’insediamento della Commissione esaminatrice, dichiari espressamente di rinunciare alla partecipazione alla selezione.
Si invitano pertanto i candidati a ritirare la documentazione trascorsi i suddetti termini.
Trattamento dei dati personali Ai sensi della normativa vigente, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso le strutture organizzative dell’ESTAV Centro per le finalità di gestione della selezione e saranno trattati presso una banca dati automatizzata.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla selezione.
Responsabile del trattamento dei dati è il Direttore del Dipartimento Gestione amministrazione del personale e organizzazione.
L’interessato potrà far valere, presso l’Ente, il diritto di accedere ai propri dati personali per verificarne l’utilizzo o, eventualmente, per correggerli, aggiornarli nei limiti previsti dalla legge.
Norme di salvaguardia Per quanto non previsto dall’avviso si fa riferimento alle disposizioni di legge, regolamentari e contrattuali in vigore.
La partecipazione alla selezione presuppone l’integrale conoscenza ed accettazione, da parte dei candidati, delle norme di legge e disposizioni inerenti i pubblici concorsi per l’assunzione del personale presso le aziende sanitarie, delle modalità, formalità e prescrizioni relative ai documenti ed atti da presentare.
Avverso il presente avviso è proponibile ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dalla sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana.
Il Direttore Generale si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di modificare, prorogare, sospendere o revocare il presente avviso qualora ricorrano motivi di pubblico interesse o disposizioni di legge, senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto.
Per eventuali chiarimenti o informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi all’Ufficio Concorsi dell’ESTAV Centro (tel. 055/6937258/7644/7649/7661/7660/7647/7662/7201 - E-mail ufficio.concorsi@estav-centro.toscana.it) dalle ore 11,00 alle ore 13,00 dal lunedì al venerdì.
Il Direttore Generale Beatrice Sassi