Concorso per 1 dirigente medico ginecologia e ostetricia (piemonte) AZIENDA OSPEDALIERA 'SS. ANTONIO E BIAGIO E C. ARRIGO' DI ALESSANDRIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 1
Fonte: DIR N. 38 del 16-05-2012
Sintesi: AZIENDA OSPEDALIERA 'SS. ANTONIO E BIAGIO E C. ARRIGO' DI ALESSANDRIA Concorso (Scad. 1 giugno 2012) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarico a tempo determinato a n. 1 posto di ...
Ente: AZIENDA OSPEDALIERA 'SS. ANTONIO E BIAGIO E C. ARRIGO' DI ALESSANDRIA
Regione: PIEMONTE
Provincia: ALESSANDRIA
Comune: ALESSANDRIA
Data di pubblicazione 18-05-2012
Data Scadenza bando 01-06-2012
Condividi

AZIENDA OSPEDALIERA 'SS. ANTONIO E BIAGIO E C. ARRIGO' DI ALESSANDRIA

Concorso (Scad. 1 giugno 2012)

Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarico a tempo determinato a n. 1 posto di Dirigente Medico di Ginecologia e Ostetricia (Codice n. 8/ 2012).


In esecuzione della determinazione dirigenziale n. 203 del 7 maggio 2012, è indetta la procedura di conferimento di incarico a tempo determinato, per titoli e colloquio, del seguente posto:
RUOLO SANITARIO PROFILO PROFESSIONALE: DIRIGENTE MEDICO N. 1 DIRIGENTE MEDICO DI GINECOLOGIA E OSTETRICIA.
REQUISITI GENERALI E SPECIFICI DI AMMISSIONE (Artt. 1 e 24 D.P.R. 10.12.1997 n. 483)
a) laurea in medicina e chirurgia;
b) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o equipollente (non sono previste affinità per la disciplina oggetto di avviso ai sensi del DM 31/01/1998);
c) iscrizione all’albo dell’ordine dei medici chirurghi autocertificata indicando tutti gli elementi identificativi ed in particolare: la sede dell’Ordine di afferenza, il n. di iscrizione e la decorrenza della stessa. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione ai concorsi, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio. I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente avviso per la presentazione della domanda di ammissione. Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione alla selezione.
PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE (Artt. 2 e 3 D.P.R. n. 483/97)
Le domande di ammissione alla selezione, redatte in carta semplice, secondo lo schema allegato al bando, comprensivo di fac-simile di dichiarazione sostitutiva di certificazioni e di atto di notorietà, dovranno essere inviate, entro il termine perentorio di giorni 15, naturali e successivi alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte, con raccomandata con avviso di ricevimento, al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera “SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo” - Via Venezia n. 16 - 15121 Alessandria oppure mediante trasmissione in formato .pdf di tutta la documentazione richiesta dal presente avviso attraverso posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: personale@pec.ospedale.al.it. Qualora la scadenza coincida con giorno festivo, il termine si intende prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Ai fini dell’ammissione all’avviso farà fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante ovvero la data di invio della posta elettronica certificata. La firma in calce alla domanda non è soggetta ad autenticazione.
Gli interessati sotto la propria responsabilità devono espressamente indicare:
1. cognome e nome;
2. data e luogo di nascita;
3. residenza;
4. il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
5. il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle liste medesime;
6. le eventuali condanne penali riportate; in caso negativo dichiarare espressamente di non averne riportate;
7. i titoli di studio posseduti, con l’indicazione della data, della sede e della denominazione completa dell’Istituto o degli Istituti in cui i titoli sono stati conseguiti (nel caso di conseguimento all’estero, gli estremi del provvedimento del Ministero della Salute con il quale ne è stato disposto il riconoscimento in Italia);
8. la posizione nei riguardi degli obblighi militari (per i soggetti nati entro il 1985);
9. i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego.
In caso negativo dichiarare espressamente di non avere prestato servizio presso pubbliche amministrazioni;
10. di aver diritto alla precedenza o alla preferenza, a parità di merito, ai sensi dell’art. 5 del D.P.R. 487/1994 (indicare la categoria di appartenenza); omettere tale dichiarazione in caso di non appartenenza ad alcuna categoria;
11. il possesso dei requisiti specifici per l’ammissione alla selezione;
12. l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del d.lgs. 30.06.2003 n. 196 finalizzato agli adempimenti per l’espletamento della procedura selettiva;
13. il domicilio (ed eventuale n° telefonico) presso il quale dovrà essere inviata ogni eventuale comunicazione inerente la selezione.
In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza indicata nella domanda di ammissione.
I candidati hanno l’obbligo di comunicare gli eventuali cambiamenti di indirizzo all’Azienda Ospedaliera.
La domanda dovrà essere sottoscritta in originale, pena l’inammissibilità dell’aspirante. Ai sensi dell’art. 20 della L. 05.02.1992, n. 104, i candidati portatori di handicap hanno la facoltà di indicare, nella domanda di partecipazione, l’ausilio necessario in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi per l’espletamento della prova.
L’amministrazione declina, sin d’ora, ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato o da mancata, oppure tardiva, comunicazione del cambio di indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’amministrazione stessa o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA
I titoli (non autocertificabili) possono essere prodotti in originale, in copia autenticata ovvero con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente.
Con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà è peraltro possibile comprovare la conformità all’originale della copia di titoli di studio o di servizio o di altro documento (artt. 19 e 47 D.P.R. 28.12.2000, n° 445).
Le dichiarazioni sostitutive rese dai candidati ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R n. 445/2000 dovranno contenere tutti gli elementi necessari ai fini della valutazione; dichiarazioni carenti in tutto o in parte di tali elementi potranno determinare l’esclusione dalla valutazione.
La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà è presentata unitamente ad una copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore. E’ riservata a questa Amministrazione la facoltà di richiedere quelle integrazioni, rettifiche e regolarizzazioni di documenti che saranno legittimamente attuabili e necessarie.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e presentate in originale o in copia tratta dagli originali pubblicati (dichiarata conforme all’originale dal candidato). Per coloro che si avvarranno dell’invio tramite posta elettronica certificata le pubblicazioni dovranno essere allegate in formato .pdf.
Si precisa che, ai fini della valutazione della specializzazione, è richiesta l’indicazione della normativa in base alla quale è stata conseguita (d.lgs. 08.08.1991, n. 257), la data di conseguimento, la durata in anni accademici,nonché l’indicazione completa dell’università che ha rilasciato il titolo.
Si precisa, inoltre, che, ai fini della valutazione del servizio militare, l’unico documento valido è il foglio matricolare/stato di servizio militare, ai sensi della legge n. 958/86 ovvero idonea autocertificazione contenente tutti gli estremi per una corretta valutazione. Le omesse o incomplete presentazioni di documenti o dichiarazioni non permetteranno l’assegnazione di alcun punteggio.
PROVA DI SELEZIONE
Il colloquio (punti 50) verterà sulla disciplina oggetto della selezione.
La graduatoria sarà formulata da apposito Collegio Tecnico composto da: Presidente: il Dirigente Medico preposto alla struttura;
Componenti: due dirigenti medici appartenenti al profilo e alla disciplina oggetto della selezione designati dal Direttore del Dipartimento;
Segretario verbalizzante: un funzionario amministrativo dell’Azienda Ospedaliera.
La graduatoria sarà formulata sulla base dell’esito del colloquio e dei titoli prodotti da valutarsi secondo i criteri previsti dal D.P.R. 483/97. L’incarico attribuito sarà conferito al vincitore della selezione per un periodo massimo di un anno in attesa dell’espletamento del concorso, e, comunque, non oltre l’immissione in servizio del vincitore del relativo pubblico concorso.
DIARIO D’ESAME
Il colloquio avrà luogo il giorno mercoledì 20 giugno 2012 alle ore 9,30 presso il Salone di Rappresentanza dell’Azienda Ospedaliera “SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo” – Via Venezia n. 16 – I piano – Alessandria.
La pubblicazione del diario di esame sul presente avviso assolve, a tutti gli effetti, il valore di notifica. I candidati che non si presenteranno all’ora e nel giorno sopra indicati saranno considerati rinunciatari alla selezione.
Per ulteriori informazioni rivolgersi alla S.C. Gestione e sviluppo del personale - Via S. Caterina n. 30, Alessandria - Tel. 0131/206764 – 206728.
Il Direttore S.C. Gestione e sviluppo del Personale
Patrizia Nebiolo