Concorso per 1 categoria c area amministrativa (friuli venezia giulia) SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI DI TRIESTE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 28 del 10-04-2012
Sintesi: SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI DI TRIESTE CONCORSO   (scad.  10 maggio 2012) Concorso pubblico, per esami, per l'assunzione di una unita' di personale a tempo indeterminato di categoria ...
Ente: SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI DI TRIESTE
Regione: FRIULI VENEZIA GIULIA
Provincia: TRIESTE
Comune: TRIESTE
Data di pubblicazione 10-04-2012
Data Scadenza bando 10-05-2012
Condividi

SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI DI TRIESTE

CONCORSO   (scad.  10 maggio 2012)
Concorso pubblico, per esami,  per  l'assunzione  di  una  unita'  di
  personale  a  tempo  indeterminato  di  categoria  C  -   posizione
  economica  C1  -  area  amministrativa  con  contratto  di   lavoro
  subordinato   a   tempo   indeterminato   presso   l'Area   risorse
  economico-finanziarie. 
 
 
                       IL SEGRETARIO GENERALE 
 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957,
n. 3; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3  maggio  1957,
n. 686; 
    Vista la legge 11 luglio 1980, n. 312; 
    Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168; 
    Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241; 
    Vista la legge 10 aprile 1991, n. 125; 
    Vista la legge 5 febbraio 1992, n. 104 e successive modificazioni
ed integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri  7
febbraio 1994, n. 174; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9  maggio  1994,
n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni; 
    Visto la legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive  modificazioni
ed integrazioni; 
    Vista la legge 12 marzo 1999, n. 68; 
    Visti i C.C.N.L. - Comparto universita'; 
    Visto il decreto del  Presidente  della  Repubblica  28  dicembre
2000, n. 445; 
    Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165  e  successive
modificazioni ed integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215  e  successive
modificazioni ed integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196; 
    Vista la legge 30 dicembre 2004, n. 311, ed in particolare l'art.
1, comma 105; 
    Visto il decreto-legge 10 novembre 2008, n.  180,  convertito  il
legge 9 gennaio 2009, n. 1; 
    Visto il decreto-legge 22 giugno  2008,  n.  112,  convertito  il
legge 6 agosto 2008, n. 133; 
    Visto il decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150; 
    Vista la legge 12 novembre 2011, n. 183; 
    Visto il D.D.A. n. 325 del 17 ottobre 2011 -  All.  2  -  con  il
quale e' stato emanato il Regolamento  per  l'accesso  all'impiego  a
tempo indeterminato presso la SISSA; 
    Vista la delibera del Consiglio di amministrazione del  4  luglio
2011, con la quale e' stata autorizzata tra l'altro  l'assunzione  di
una  unita'  di  categoria  C,  posizione  economica  C1,   dell'area
amministrativa  presso  l'Area  risorse  economico-finanziarie  della
SISSA; 
    Considerato che le riserve dei posti, previste da leggi  speciali
a  favore  di  determinate  categorie  di  cittadini,   non   possono
complessivamente superare la meta' dei posti messi a concorso  e  che
sul posto messo a concorso con bando n. 119 del 5 marzo  2012  si  e'
provveduto a far gravare la riserva di cui al decreto legislativo  n.
215/2001; 
    Accertato  che  la  mobilita'  compartimentale  si  e'   conclusa
negativamente; 
    Considerato che le  procedure  di  mobilita'  previste  dall'art.
34-bis del decreto legislativo n. 165/2001 e successive modifiche  ed
integrazione si sono concluse con esito negativo; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                  Numero dei posti messi a concorso 
 
 
    E' indetto un concorso pubblico, per esami, per  l'assunzione  di
una unita'  di  personale  a  tempo  indeterminato  di  categoria  C,
posizione economica C1, area amministrativa con contratto  di  lavoro
subordinato   a   tempo   indeterminato   presso    l'Area    risorse
economico-finanziarie della Scuola internazionale superiore di  studi
avanzati di Trieste. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
                     Requisiti per l'ammissione 
 
 
    Per  l'ammissione  al  concorso  e'  richiesto  il  possesso  dei
seguenti requisiti: 
      a) titolo  di  studio:  diploma  di  istruzione  secondaria  di
secondo grado di durata quinquennale; 
      b) eta' non inferiore agli anni 18; 
      c) cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani
gli italiani non appartenenti alla Repubblica); tale requisito non e'
richiesto per i cittadini  di  uno  degli  Stati  membri  dell'Unione
europea; 
      d) godimento dei diritti politici; 
      e) idoneita' fisica al servizio continuativo ed  incondizionato
all'impiego al quale il concorso si riferisce.  L'amministrazione  ha
facolta' di sottoporre a visita medica di controllo  i  vincitori  di
concorso, in base alla normativa vigente; 
      f) aver ottemperato alle leggi sul reclutamento militare. 
    Non possono prendere parte alla selezione coloro  i  quali  siano
esclusi dall'elettorato politico attivo,  nonche'  coloro  che  siano
stati  destituiti  o  dispensati  dall'impiego  presso  una  pubblica
amministrazione  per  persistente  insufficiente  rendimento,  ovvero
siano stati dichiarati decaduti  da  un  impiego  statale,  ai  sensi
dell'art. 127,  primo  comma,  lettera  d),  del  testo  unico  delle
disposizioni concernenti lo  statuto  degli  impiegati  civili  dello
Stato, approvato con  decreto  del  Presidente  della  Repubblica  10
gennaio 1957, n.3. 
    I  cittadini  degli  Stati  membri  dell'Unione  europea   devono
possedere i seguenti requisiti: 
      a) titolo di studio  equipollente  a  quello  richiesto  per  i
cittadini italiani; 
      b) godere dei diritti civili e politici anche  negli  Stati  di
appartenenza o di provenienza; 
      c) essere in possesso, fatta eccezione della titolarita'  della
cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti  previsti  per  i
cittadini della Repubblica; 
      d) avere adeguata conoscenza della lingua italiana. 
    I requisiti prescritti  devono  essere  posseduti  alla  data  di
scadenza del termine utile per  la  presentazione  delle  domande  di
ammissione alla selezione. 
    I candidati sono ammessi alla selezione con riserva. 
    Per  esigenze  connesse  all'organizzazione  del  lavoro  ed   in
ossequio ai  principi  di  tempestivita',  efficacia,  efficienza  ed
economicita' dell'azione amministrativa,  questa  amministrazione  si
riserva la facolta' di esaminare solo le  istanze  di  partecipazione
dei candidati ammessi a sostenere la prova orale. 
    L'esclusione dalla selezione per difetto dei requisiti prescritti
puo'   essere   disposta   in   qualsiasi   momento    con    decreto
dell'amministrazione. 
    L'amministrazione garantisce  parita'  e  pari  opportunita'  tra
uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
          Presentazione della domanda. Termini e modalita' 
 
 
    Le domande di ammissione, redatte sul prestampato allegato  o  su
carta  semplice  contenente  tutte  le  dichiarazioni  prescritte   e
corredate  dal  CV  redatto  in  formato  europeo,   indirizzate   al
segretario generale della Scuola internazionale  superiore  di  studi
avanzati di Trieste, via  Bonomea,  265  -  34136  Trieste,  e  della
ricevuta di versamento del contributo di  cui  all'ultimo  comma  del
presente articolo, devono pervenire entro il  termine  perentorio  di
trenta giorni che decorre dal giorno successivo di pubblicazione  del
presente bando nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  con  le
seguenti modalita': 
      a) a mano direttamente all'Ufficio risorse umane  della  SISSA,
sede di via Bonomea, 265,  secondo  piano,  stanze  204-203  -  34136
Trieste, nel seguente orario: dal lunedi' al venerdi' dalle ore  8,30
alle ore 14,30, tranne il  giorno  di  scadenza  in  cui  le  domande
dovranno pervenire entro le ore 13; 
      b) inviate tramite fax al numero 0403787240 unitamente a  copia
di documento valido di identita'; 
      c) raccomandata a./r.; 
    Le domande di ammissione al concorso: 
      si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo
raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine  indicato.  A
tal fine fa fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante; 
      saranno  accettate,  qualora  spedite  a  mezzo   fax   (numero
0403787240), pervenute entro il termine di scadenza corredate del CV,
della ricevuta di versamento del contributo e copia di  un  documento
di riconoscimento in corso di validita', purche' leggibili. 
    L'amministrazione  non  assume  alcuna  responsabilita'  per   la
dispersione  di  domande  di  partecipazione  imputabili  a  disguidi
postali, telegrafici, errata trasmissione o ricezione tramite  fax  o
per istanze non leggibili. 
    Nella domanda - di cui si allega uno schema esemplificativo  -  i
candidati devono dichiarare: 
      1) il concorso cui intendono partecipare; 
    2) cognome e nome; 
    3) la data ed il luogo di nascita; 
    4) il codice fiscale; 
    5) di essere in possesso della cittadinanza  italiana  ovvero  di
quella di uno degli Stati membri dell'Unione europea; sono equiparati
ai cittadini dello Stato italiano gli appartenenti alla Repubblica; 
    6) il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti,  ovvero  i
motivi della mancata iscrizione o dell'avvenuta  cancellazione  dalle
liste medesime; 
    7) le eventuali condanne penali riportate  (anche  se  sia  stata
concessa amnistia,  indulto,  condono  o  perdono  giudiziale)  ed  i
procedimenti penali eventualmente pendenti a loro carico; 
    8) il titolo di studio richiesto per l'ammissione alla  selezione
di cui sono in possesso con l'indicazione dell'anno  e  dell'Istituto
di conseguimento; il possesso di  un  titolo  superiore  non  assorbe
quello inferiore; 
    9) la  posizione  rivestita  per  quanto  concerne  gli  obblighi
militari; 
    10) di essere fisicamente  idoneo  al  servizio  continuativo  ed
incondizionato all'impiego al quale il bando si riferisce; 
    11)   gli   eventuali   servizi   prestati    presso    pubbliche
amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti  rapporti  di
impiego pubblico; 
    12) i titoli di preferenza eventualmente  posseduti.  L'omissione
nella domanda della dichiarazione relativa al possesso dei titoli  di
preferenza comporta l'inapplicabilita' dei  benefici  conseguenti  al
possesso del titolo medesimo; 
    13) la propria residenza e l'indirizzo, con il relativo codice di
avviamento postale, al quale si  chiede  che  vengano  effettuate  le
eventuali comunicazioni, impegnandosi a segnalare tempestivamente  le
eventuali variazioni. 
    I  cittadini  degli  Stati  membri  dell'Unione  europea   devono
dichiarare, altresi', di godere dei diritti civili e  politici  anche
nello Stato di appartenenza o di provenienza,  ovvero  i  motivi  del
mancato  godimento  e  di  avere  adeguata  conoscenza  della  lingua
italiana. 
    I candidati portatori di handicap (ex legge n. 104/1992) dovranno
fare esplicita richiesta nella  domanda  dell'ausilio  necessario  in
relazione  al  proprio  handicap,   nonche'   segnalare   l'eventuale
necessita' di tempi aggiuntivi  per  l'espletamento  delle  prove  da
documentarsi entrambi a mezzo di idoneo certificato rilasciato  dalla
struttura sanitaria pubblica  competente  per  territorio,  ai  sensi
degli articoli 4 e 20 della legge n. 104/1992. 
    Le mancate dichiarazioni relativamente ai punti 7) e 11) verranno
considerate come il non aver riportato condanne penali e il non  aver
precedenti penali in corso ed il non aver  prestato  servizio  presso
pubbliche amministrazioni. 
    Non si terra' conto delle domande presentate o spedite a mezzo di
raccomandata con avviso di ricevimento oltre  il  termine  stabilito,
nonche' di quelle pervenute tramite fax oltre il termine stabilito  o
illeggibili. Del pari non si  terra'  conto  delle  domande  che  non
contengano  le   indicazioni   precisate   nel   presente   articolo;
l'omissione anche di una  sola  dichiarazione  comporta  l'esclusione
dell'aspirante dalla selezione. 
    L'amministrazione  non  assume  alcuna  responsabilita'  per   la
dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta  indicazione  del
recapito  da  parte  del  concorrente  o  tardiva  comunicazione  del
cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, ne' per  eventuali
disguidi postali o telegrafici  o  comunque  imputabili  a  fatto  di
terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 
    Ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196,  i  dati
forniti  dai  candidati  tramite  istanza   formeranno   oggetto   di
trattamento nel rispetto della normativa suddetta e degli obblighi di
riservatezza per provvedere agli adempimenti  connessi  all'attivita'
concorsuale. 
    La partecipazione  al  concorso  comporta  il  versamento  di  un
contributo, non rimborsabile, pari ad  10,00. 
    Il pagamento dovra' avvenire in una delle seguenti modalita': 
      a) in contanti presso  qualunque  Agenzia  di  UniCredit  Banca
S.p.A.  mediante  versamento  sul  Conto  di  tesoreria  000000013001
intestato a S.I.S.S.A.; 
      b) mediante bonifico bancario a favore di S.I.S.S.A. - Istituto
Cassiere  UniCredit  Banca  S.p.A.  IBAN:  IT  13   H   02008   02213
000002733637. 
    In ogni  caso  e'  obbligatorio  indicare  la  seguente  causale:
Conc.: AREF/R/AMM - Contributo partecipazione concorso. 
    La ricevuta del versamento deve essere allegata alla  domanda  di
partecipazione, pena l'esclusione dal concorso stesso. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
                      Commissione giudicatrice 
 
 
    La commissione giudicatrice del concorso sara'  nominata  secondo
quanto  previsto  dall'art.  10  del   Regolamento   per   l'accesso
all'impiego a tempo indeterminato nella SISSA emanato con D.D.A.  n.
325 del 17 ottobre 2011 - All. 2. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                           Prove di esame 
 
 
    L'esame consta in una prova scritta ed in un colloquio tendente a
verificare le capacita' professionali  dei  candidati  alle  mansioni
proprie del posto messo a concorso. 
    Le prove verteranno in particolare sulle seguenti materie: 
      Legislazione universitaria  con  particolare  riferimento  alla
legge n. 240/2010 ed alla normativa sul dottorato di ricerca; 
      Normativa SISSA con particolare  riguardo  allo  Statuto  e  al
Regolamento per l'amministrazione, la finanza e la contabilita' della
SISSA nonche' agli  altri  regolamenti  di  carattere  amministrativo
(reperibili              sul              sito               internet
http://www.adm.sissa.it/documenti/indice); 
      Contabilita' di Stato con particolare riferimento all'attivita'
contabile applicata dalle universita'; 
      Tecniche  di  redazione  e  gestione  di  bilancio  in   ambito
pubblico; 
      Contabilita' economico-patrimoniale e  contabilita'  analitica,
con particolare riguardo alla applicazione in ambito universitario; 
      Colloquio motivazionale; 
      Ottima conoscenza dell'utilizzo dei  pacchetti  applicativi  di
Office Automation usati presso la Scuola (Word,  Excel,  Power  Point
ecc.) internet e posta elettronica; 
      Conoscenza della lingua inglese. 
    La prova scritta potra' consistere anche in  quesiti  a  risposta
multipla. 
    Sono ammessi a  sostenere  il  colloquio  solo  i  candidati  che
abbiano riportato nella prova scritta una votazione di almeno 21/30 o
equiparabile. Il  colloquio  si  intende  superato  se  il  candidato
consegue la votazione di  almeno  21/30  equiparabile.  Il  punteggio
complessivo e' determinato sommando il voto  della  prova  scritta  a
quello ottenuto nel colloquio. 
      
      

        
      
                               Art. 6 
 
 
                     Diario delle prove di esame 
 
 
    Le prove d'esame si svolgeranno secondo il seguente calendario: 
      prova scritta: 4 giugno 2012 alle ore 9,  presso  l'Aula  Magna
della SISSA; 
      prova orale: dal giorno 7 giugno 2012. 
    Ai candidati che conseguiranno l'ammissione  al  colloquio  sara'
data comunicazione mediante avviso affisso agli albi della  scuola  e
pubblicato sulla pagina web della SISSA, con l'indicazione  del  voto
riportato nella prova scritta, secondo le modalita' rese  note  dalla
Commissione giudicatrice il giorno della prova scritta. 
    Il calendario sopra indicato ha valore di notifica  a  tutti  gli
effetti. 
    I candidati  ai  quali  non  sara'  comunicata  l'esclusione,  si
presenteranno a sostenere le prove nella sede, nel giorno e  nell'ora
indicati muniti di un valido documento di identita'. 
    Sara'  cura  dell'amministrazione  comunicare  ad  ogni   singolo
candidato, mediante notifica personale  a  mezzo  raccomandata  a.r.,
eventuali  variazioni  al  predetto  calendario  qualora  ritardi  di
qualsiasi natura non consentissero il rispetto della data prevista. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                     Documenti di riconoscimento 
 
 
    Per essere ammessi a sostenere  le  prove  d'esame,  i  candidati
dovranno  essere  muniti   di   uno   dei   seguenti   documenti   di
riconoscimento: 
      carta d'identita' o passaporto o tessera postale o porto d'armi
o patente automobilistica; 
      fotografia recente, applicata su carta da bollo, con  la  firma
dell'aspirante autenticata dal sindaco o da un notaio; 
      tessera personale di riconoscimento rilasciata da una  pubblica
amministrazione. 
    I suddetti documenti non devono essere scaduti  per  decorso  del
termine di validita' previsto per ciascuno di essi. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
              Preferenze, precedenze e riserve di posti 
 
 
    I candidati che abbiano superato il colloquio  ed  intendano  far
valere i titoli di preferenza a parita' di merito, di precedenza come
appartenenti alle categorie alle quali si riferisce la legge 12 marzo
1999, n. 68, o  di  riserva  ai  sensi  del  decreto  legislativo  n.
215/2001, gia' indicati  nella  domanda,  sono  tenuti  a  presentare
dichiarazione sostitutiva ai sensi del decreto del  Presidente  della
Repubblica n. 445/2000. Dalla dichiarazione stessa, dovra'  risultare
il possesso del requisito alla data di scadenza del termine utile per
la presentazione della domanda di ammissione al concorso. 
    I titoli che danno diritto a preferenza sono i seguenti: 
    1) gli insigniti di medaglia al valor militare; 
    2) i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti; 
    3) i mutilati ed invalidi per fatto di guerra; 
    4) i mutilati ed invalidi per servizio  nel  settore  pubblico  e
privato; 
    5) gli orfani di guerra; 
    6) gli orfani dei caduti per fatto di guerra; 
    7) gli orfani dei caduti per  servizio  nel  settore  pubblico  e
privato; 
    8) i feriti in combattimento; 
    9) gli insigniti di croce  di  guerra  o  di  altra  attestazione
speciale di merito di guerra, nonche' i capi di famiglia numerosa; 
    10)  i  figli  dei  mutilati  e  degli  invalidi  di  guerra   ex
combattenti; 
    11) i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra; 
    12) i figli dei  mutilati  e  degli  invalidi  per  servizio  nel
settore pubblico e privato; 
    13) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra; 
    14) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti  per  fatto  di
guerra; 
    15) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei  caduti  per  servizio
nel settore pubblico e privato; 
    16)  coloro  che  abbiano   prestato   servizio   militare   come
combattenti; 
    17) coloro che abbiano prestato  lodevole  servizio  a  qualunque
titolo, per non meno di un anno nell'amministrazione che  ha  indetto
il concorso; 
    18) i coniugati e i non coniugati  con  riguardo  al  numero  dei
figli a carico; 
    19) gli invalidi ed i mutilati civili; 
    20) i militari  volontari  delle  Forze  armate  congedati  senza
demerito al termine della ferma o rafferma. 
    A parita' di merito e di titoli la preferenza e' determinata: 
    a) dal miglior voto riportato nella prova scritta; 
    b) dal voto piu' alto a livello di titolo di studio richiesto  ai
fini dell'ammissione al concorso; 
    c) dalla minor eta'. 
    I suddetti  documenti,  dovranno  essere  inviati  al  segretario
generale della Scuola internazionale superiore di studi  avanzati  di
Trieste, via Bonomea, 265, entro il termine di  quindici  giorni  che
decorrono dal giorno successivo a quello in  cui  i  candidati  hanno
sostenuto la prova orale e verranno  considerati  prodotti  in  tempo
utile anche  se  spediti  a  mezzo  di  raccomandata  con  avviso  di
ricevimento entro il termine suindicato. A tal fine fa fede il timbro
a data dell'ufficio postale accettante. 
    Si precisa che i certificati medici non possono essere oggetto di
autocertificazione e che le dichiarazioni mendaci e la  produzione  o
l'uso di atti falsi sono punibili ai sensi del codice penale e  delle
leggi speciali in materia. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
Formazione, approvazione  e  durata  delle  graduatorie  generali  di
              merito e pubblicazione delle graduatorie 
 
 
    Esaurita la procedura concorsuale,  con  decreto  del  segretario
generale sara' approvata la graduatoria di merito  formulata  secondo
l'ordine dei punti della votazione complessiva riportata  da  ciascun
candidato e con l'osservanza, a parita' di  punti,  delle  preferenze
previste dall'art. 8 del presente bando e dichiarati i vincitori  del
concorso sotto condizione sospensiva dell'accertamento  del  possesso
dei requisiti per l'ammissione all'impiego. 
    La graduatoria di merito unitamente a quella  del  vincitore  del
concorso sara' pubblicata all'albo ufficiale e  sul  sito  Web  della
SISSA. Di tale pubblicazione sara' data notizia mediante avviso nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4 serie speciale. 
    Dal giorno successivo  a  quello  della  pubblicazione  di  detto
avviso decorrera' il termine per eventuali impugnative. 
    Non si da' luogo a dichiarazioni di idoneita' al concorso. 
    La graduatoria di merito rimane efficace per trentasei mesi dalla
data di pubblicazione all'Albo ufficiale  della  scuola.  Entro  tale
termine la scuola si riserva la possibilita' di  utilizzarla  per  la
copertura di posti che si rendessero disponibili, sia a  tempo  pieno
che a tempo parziale. 
    La scuola  si  riserva  inoltre  la  facolta'  di  utilizzare  la
graduatoria  di  merito,  per  lo  stesso  periodo,  anche   per   la
costituzione di rapporto di lavoro a  tempo  determinato  -  pieno  o
parziale - senza alcun pregiudizio per gli interessati rispetto  alla
posizione in graduatoria per le assunzioni a tempo indeterminato. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                 Costituzione del rapporto di lavoro 
 
 
    L'amministrazione  procedera'  all'assunzione   dei   concorrenti
dichiarati vincitori  nella  categoria  C,  posizione  economica  C1,
dell'area amministrativa, presso la SISSA di Trieste subordinatamente
all'accertamento  della  disponibilita'  finanziaria,  come  disposto
dalla normativa in vigore. 
    Il candidato dichiarato vincitore del concorso sara'  chiamato  a
sottoscrivere  il   contratto   individuale   di   lavoro   a   tempo
indeterminato, come previsto dal C.C.N.L. di comparto in vigore. 
    Il trattamento economico verra' attribuito in base  alle  vigenti
disposizioni. 
    L'immissione  in  servizio  potra'  avvenire  in   attesa   della
regolarizzazione della documentazione di rito, di cui  al  successivo
art. 11 del presente bando, e salva la sopravvenienza di inefficacia.
Le   prestazioni   di   servizio   rese   fino   alla   comunicazione
dell'inefficacia del provvedimento verranno comunque compensate. 
    Il dipendente e' soggetto ad un periodo di prova della durata  di
tre  mesi  non  rinnovabile  e  non  prorogabile.  Per  la   restante
disciplina si rinvia all'art. 20 del C.C.N.L. attualmente in vigore. 
    Decorso il periodo di prova senza che il rapporto di  lavoro  sia
stato risolto da una delle parti, il dipendente si intende confermato
in  servizio  e  gli  viene  riconosciuta  l'anzianita'  dal   giorno
dell'assunzione a tutti gli effetti. 
    Non potra' essere ottenuto il trasferimento ad altra  universita'
entro i primi sette anni di servizio. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
   Presentazione dei documenti a seguito di assunzione in servizio 
 
 
    I concorrenti utilmente  collocati  nella  graduatoria,  ai  fini
dell'accertamento nei loro confronti dei requisiti  per  l'ammissione
all'impiego, saranno invitati, pena la decadenza, a comprovare, nelle
forme previste dalla normativa in vigore, il possesso  dei  requisiti
previsti per l'ammissione all'impiego, come specificato  nell'art.  2
del presente bando entro il termine di trenta giorni  dalla  data  di
effettiva assunzione in servizio, o di formale richiesta. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                    Trattamento di dati personali 
 
 
    Ai fini  del  decreto  legislativo  30  giugno  2003,  n.  196  e
successive  modificazioni  ed  integrazioni,  si   informa   che   la
S.I.S.S.A. si impegna  a  rispettare  il  carattere  riservato  delle
informazioni fornite dal candidato:  tutti  i  dati  forniti  saranno
trattati solo per le finalita' connesse e strumentali alla  selezione
ed alla eventuale stipula e gestione del  contratto  di  lavoro,  nel
rispetto delle disposizioni vigenti. 

        
      
                               Art. 13 
 
 
                    Responsabile del procedimento 
 
 
    Ai sensi di quanto disposto dall'art. 5 della legge n.  241/1990,
il responsabile del procedimento di  cui  al  presente  bando  e'  la
rag.ra Gabriella Pippan Barduzzi, categoria EP, della SISSA  -  tel.:
0403787207 - fax 0403787249 - e-mail: barduzzi@sissa.it. 

        
      
                               Art. 14 
 
 
                         Disposizioni finali 
 
 
    Per quanto non previsto dal presente bando,  valgono,  sempreche'
applicabili, le disposizioni sullo svolgimento dei concorsi contenute
nei decreti del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3 e 3
maggio 1957, n. 686, e  nelle  successive  norme  di  integrazione  e
modificazione,  nel  decreto  del  Presidente  della  Repubblica   28
dicembre 1970, n. 1077, nel decreto ministeriale  20  maggio  1983  e
nella legge 29 gennaio 1986, n. 23, nel decreto del Presidente  della
Repubblica  9  maggio  1994,  n.  487  e  successive  integrazioni  e
modificazioni e le disposizioni previste dal C.C.N.L.  del  personale
tecnico amministrativo del comparto universita' in vigore, in tema di
rapporto di lavoro. 
      Trieste, 27 marzo 2012 
 
                                        Il segretario generale: Bardi