Concorso per 1 ostetrica (puglia), 1 logopedista (puglia), 1 fisioterapista (puglia), 1 tecnico sanitario di laboratorio biomedico (puglia) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI BARI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Mobilita'
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 26 del 03-04-2012
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI BARI Concorso (Scad. 20 aprile 2012) Avviso di mobilità volontaria di varie figure ruolo sanitario. In esecuzione della deliberazione n. 494 del 14/03/2012 è indetto ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI BARI
Regione: PUGLIA
Provincia: BARI
Comune: BARI
Data di pubblicazione 06-04-2012
Data Scadenza bando 20-04-2012
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI BARI

Concorso (Scad. 20 aprile 2012)

Avviso di mobilità volontaria di varie figure ruolo sanitario.


In esecuzione della deliberazione n. 494 del 14/03/2012 è indetto avviso pubblico di mobilità volontaria, per soli titoli, per il personale del ruolo sanitario appartenente ad Aziende ed Enti del Servizio Sanitario della Regione Puglia, ai sensi dell’art. 19 C.C.N.L. Integrativo del 20.09.2001 e dell’art. 30, comma 1 e 2 bis del D.Lg.vo n. 165/2001 e s.m.i., finalizzato alla formulazione di graduatorie, che saranno redatte con le modalità previste dal Regolamento Aziendale di disciplina delle procedure di mobilità in entrata, approvato con deliberazioni n. 659 del 6/04/2010 e n. 682 del 12/04/2011, per la copertura di posti vacanti di Collaboratore Professionale Sanitario - Ostetriche, Logopedisti, Fisioterapisti e Tecnici di Laboratorio Biomedico con comprovata esperienza di servizio presso UU.00./Servizi di Anatomia Patologica.
Con la partecipazione all’avviso è implicita, da parte dei candidati, l’accettazione senza riserve delle condizioni del presente avviso.
Ai sensi dell’art. 12 co. 1 della L.R. n. 12 del 12.08.2005 il personale immesso in servizio presso Aziende o Enti del S.S.R. a seguito di mobilità non potrà essere destinatario di successivo provvedimento di trasferimento prima che siano decorsi due anni dall’immissione in servizio.
Art. 1 REQUISITI GENERALI E SPECIFICI DI AMMISSIONE
La partecipazione al presente avviso è riservata ai dipendenti delle Aziende e di tutti gli Enti del Comparto Sanità di cui al CCNL vigente, che risultino essere in servizio con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, nel profilo professionale messo a selezione e che, alla data di scadenza del presente avviso, abbiano superato il periodo di prova.
Per il solo profilo di c.p.s. tecnici di laboratorio biomedico per le UU.OO./Servizi di Anatomia Patologica sono necessari come requisiti specifici ed ulteriori:
1. documentata esperienza di servizio, non inferiore ad un anno, presso le UU.00./Servizi di Anatomia Patologica di Strutture pubbliche;
2. competenze consolidate nel settore intraoperatorio;
3. competenze nell’allestimento dei linfonodi sentinella al congelatore;
4. competenze nell’allestimento citologico estemporanea in corso di citp-assistenza polmonare;
5. competenze nell’allestimento citologico con la tecnica dello strato sottileprofilo  Il candidato deve avere l’idoneità piena e incondizionata allo svolgimento delle mansioni proprie del profilo professionale oggetto dell’avviso. Non saranno prese in considerazione le istanze di coloro che siano dichiarati dai competenti organi sanitari fisicamente “non idonei” ovvero “idonei con limitazioni” ovvero “idonei con prescrizioni particolari” alle mansioni del profilo di appartenenza o per i quali risultino formalmente delle limitazioni al normale svolgimento delle mansioni proprie del profilo, anche con riferimento all’attività organizzata secondo turni di lavoro diurni e notturni, fatte salve le vigenti disposizioni a tutela e sostegno della maternità e della paternità.
Il candidato inoltre non deve avere in corso procedimenti disciplinari owero non deve aver subito sanzioni disciplinari definite superiori alla censura scritta nel corso dell’ultimo biennio antecedente alla data di pubblicazione dell’avviso di mobilità.
I suddetti requisiti, nonché gli ulteriori requisiti specifici previsti dal bando devono essere posseduti oltre che alla data di scadenza del termine stabilito nel bando, anche alla data dell’effettivo successivo trasferimento. La carenza di uno solo dei requisiti stessi comporterà la non ammissione alla procedura di mobilità ovvero, nel caso di carenza riscontrata all’atto del trasferimento, la decadenza dal diritto al trasferimento.
Art. 2 MODALITA’ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE
La domanda di partecipazione all’avviso, da redigersi in carta semplice secondo il modello di cui all’allegato “A” del presente bando e la documentazione ad essa allegata, dovrà essere inviata entro il termine di scadenza del presente bando AL DIRETTORE GENERALE ASL BA - c/o AREA GESTIONE RISORSE UMANE - SETTORE MOBILITÀ- Lungomare Starita, 6 - 70123 BARI (BA), e trasmessa tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, pena esclusione.
Per finalità di carattere esclusivamente organizzativo, all’esterno della busta utilizzata per l’invio della domanda di partecipazione all’avviso, dovrà essere apposta la dicitura: “Istanza di partecipazione all’avviso di mobilità volontaria per _______ (indicare il profilo professionale a cui si intende partecipare).
Le domande si considerano prodotte in tempo utile se spedite, come innanzi, entro il 15° giorno successivo a quello della data di pubblicazione dell’avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia; il bando verrà pubblicato integralmente sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia e sul sito web aziendale alla voce “Concorsi”.
A tal fine farà fede il timbro a data dell’Ufficio Postale accettante. Qualora detto giorno sia festivo il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Non saranno imputabili all’Amministrazione eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. Il termine di presentazione delle istanze e dei documenti è perentorio. L’eventuale riserva di invio successivo di documenti o titoli in possesso dell’Amministrazione è priva di effetto.
Art. 3 CONTENUTO DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE
Nella domanda, che dovrà essere redatta secondo lo schema di cui all’allegato (“A”) del presente avviso, da compilare esclusivamente mediante PC o in stampatello, i candidati dovranno dichiarare a pena di esclusione, sotto la propria personale responsabilità e consapevoli delle pene stabilite dagli artt. 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000 per le false certificazioni e le mendaci dichiarazioni:
a) il cognome e il nome;
b) la data, il luogo di nascita, la residenza e la situazione familiare;
c) l’Ente presso la quale prestano servizio a tempo indeterminato;
d) il profilo professionale e la categoria di appartenenza;
e) di volersi avvicinare al coniuge oppure al nucleo familiare;
f) l’avvenuto superamento del periodo di prova nel profilo professionale di appartenenza;
g) il possesso dell’idoneità fisica alla mansione specifica senza alcuna limitazione;
h) di non aver subito sanzioni disciplinari nel corso dell’ultimo biennio antecedente alla data di pubblicazione del presente avviso di mobilità;
i) di non avere subito condanne penali;
j) il consenso al trattamento dei dati personali, ex D.Lgs. 30.6.2003, n. 196, ai fini della gestione della procedura di mobilità e degli adempimenti conseguenziali;
k) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione;
 La domanda deve essere datata e sottoscritta, pena l’esclusione dall’avviso di mobilità. Tale sottoscrizione non necessita di autentica ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. n. 445/2000.
Alla domanda deve essere allegata a pena di esclusione copia fronte retro di un documento di identità del candidato in corso di validità. La presentazione di un documento scaduto e la mancata presentazione di copia del documento d’identità comporterà l’esclusione del candidato dall’avviso.
Nella domanda di partecipazione dovranno essere indicati i titoli di studio posseduti, precisando il punteggio, l’anno e l’istituto presso il quale sono stati conseguiti. Nella stessa dovrà essere inoltre indicata la situazione familiare eo sociale.
L’aspirante dovrà, inoltre, indicare il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essergli fatta pervenire ogni comunicazione inerente la mobilità in argomento. In caso di mancata indicazione, vale ad ogni effetto la residenza dichiarata in domanda.
L’Amministrazione declina sin d’ora ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte dell’aspirante, o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali La presentazione della domanda implica il consenso del candidato al trattamento dei propri dati personali compresi i dati sensibili nel rispetto di quanto disposto dal D.Lg.vo 196/2003 per lo svolgimento delle procedure selettive.
Le istanze di mobilità già pervenute in Azienda o che perverranno prima della pubblicazione dell’avviso di mobilità sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia non saranno prese in considerazione e saranno archiviate senza alcuna comunicazione agli interessati, in quanto la pubblicazione dell’awiso costituisce a tutti gli effetti notifica agli interessati.
Coloro che avessero già presentato domanda di trasferimento anteriormente alla data di pubblicazione dovranno presentare nuova domanda entro i termini dell’apposito bando di mobilità.
Art. 3 DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA
Ai fini dell’ammissione al presente avviso, a pena di esclusione, i candidati dovranno obbligatoriamente allegare alla domanda:
1) Autocertificazione del servizio prestato presso l’Azienda o Ente di appartenenza attestante il rapporto di lavoro a tempo indeterminato in corso con il profilo professionale di appartenenza nonché l’avvenuto superamento del periodo di prova;
2) autocertificazione dei titoli di studio posseduti;
3) autocertificazione curriculum formativo e professionale (allegato D).
Ai sensi di quanto previsto dall’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000, il candidato, procede all’autocertificazione richiesta nei precedenti punti 1 e 2, con dichiarazione sostitutiva di certificazione da redigere secondo lo schema di cui all’allegato B.
Tale dichiarazione, sottoscritta dall’interessato, deve essere inviata unitamente alla domanda di partecipazione ed a copia fotostatica, fronte-retro, non autenticata, di un documento di riconoscimento in corso di validità. La dichiarazione per poter produrre i medesimi effetti delle relative certificazioni, deve contenere tutte le indicazioni previste nel titolo originale.
Alla domanda deve essere inoltre allegato un elenco, in carta semplice, dei documenti e dei titoli presentati.
Art. 4 VALUTAZIONE DEI TITOLI
Ai fini della valutazione dei titoli presentati il candidato dovrà allegare alla domanda: autocertificazione relativa ai titoli di carriera, ai titoli accademici, di studio nonché quelle che il candidato ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito ed alla formazione della graduatoria fermo restando le seguenti precisazioni.
I servizi prestati devono essere indicati con la dichiarazione sostitutiva del’atto di notorietà (allegato C), redatta ai sensi degli art. 47 e 19 del D.P.R. n. 445/2000, in allegato alla domanda. La dichiarazione deve contenere l’esatta denominazione dell’Ente presso cui il servizio è stato prestato, il periodo nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare, ecc.) e se risulta essere stato prestato con rapporto di lavoro subordinato o meno. In mancanza il servizio sarà valutato solo e nella misura in cui le indicazioni necessarie saranno sufficienti. I candidati dovranno specificare se le prestazioni lavorative sono state svolte a tempo determinato o indeterminato, a tempo pieno o a tempo parziale, indicando in tale ultima ipotesi la percentuale di part-time.
Le attività professionali e di studio e gli altri titoli che si intendono far valutare devono essere documentati producendo la dichiarazione sostitutiva di certificazione (allegato B), allegata alla domanda di partecipazione unitamente a copia fotostatica, fronte-retro, non autenticata, di un documento di riconoscimento in corso di validità. La dichiarazione, per poter produrre i medesimi effetti delle relative certificazioni, deve contenere tutte le indicazioni previste nel titolo originale.
Per una corretta e puntuale valutazione dei titoli autocertificati, è possibile allegare una fotocopia semplice dei titoli stessi.
Le pubblicazioni devono essere allegate in originale ed edite a stampa. Qualora vengano prodotte in fotocopia, il candidato deve allegare dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, nella quale dichiara che le copie sono conformi all’originale ed allegare copia di un documento d’identità in corso di validità.
Alla domanda, inoltre, deve essere allegato un curriculum formativo e professionale, redatto in carta libera, datato e firmato, anch’esso autocertificato. Qualora il titolo autocertificato nel curriculum, non fosse chiaramente descritto o mancasse di elementi essenziali alla sua valutazione, non sarà tenuto in considerazione ai fini dell’attribuzione del punteggio. In caso di mancata autocertificazione del curriculum il titolo dichiarato non sarà valutato. Per quanto riguarda le modalità di autocertificazione di quanto dichiarato nel curriculum e delle attività professionali si rimanda al successivo articolo n. 5.
Nel curriculum formativo e professionale dovranno essere indicati, esclusivamente, eventuali titoli ulteriori e diversi rispetto a quelli già prodotti nella dichiarazione sostitutiva di certificazioni (allegato B) e nella dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (allegato C), ciò al fine di evitare mere ripetizioni di titoli già altrove illustrati.
Dovrà essere inoltre allegata, dichiarazione sostitutiva di certificazione concernente l’eventuale possesso dei titoli relativi a situazioni familiari e sociali quali la ricongiunzione al nucleo familiare e al numero dei figli.
Si precisa che, ai sensi dell’art 15 della Legge n. 183/2011, l’Azienda non potrà accettare certificazioni rilasciate dalle PP.AA. in ordine a stati, qualità personali e fatti poiché nei rapporti tra P.A. e privato gli stessi vengono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall’atto di notorietà. Pertanto, qualunque titolo prodotto in copia potrà costituire oggetto di valutazione solo se accompagnato da relativa dichiarazione sostitutiva di certificazione o dell’atto di notorietà, da compilarsi in conformità agli schemi allegati al presente bando.
Alla domanda va allegata una copia fronte retro di un documento d’identità del sottoscrittore in corso di validità. In caso di mancanza del documento o di presentazione di un documento scaduto il candidato verrà escluso dalla selezione di cui al presente bando.
L’amministrazione a campione, ovvero laddove sussistano ragionevoli dubbi sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni, si riserva di effettuare idonei controlli. Qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il partecipante decadrà dai benefici eventualmente conseguiti al prowedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
Non è ammessa la produzione di documenti dopo la scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione.
Le istanze e la documentazione prodotti in difformità delle indicazioni di cui sopra comporteranno la non ammissione all’avviso, salvo per i titoli facoltativi per i quali si procederà solo alla loro non valutazione.
In nessun caso potrà farsi riferimento a documentazione già in possesso della ASL (fascicolo personale, altri concorsi, ecc.) 
Art. 5 MODALITA’ DELLA AUTOCERTIFICAZIONE e DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
L’autocertificazione e la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, previste negli articoli precedenti devono, a pena di nullità, essere redatta ai sensi del DPR n. 445 del 28.12.2000 “Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamenti in materia di documentazione amministrativa”.
Le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà hanno validità e verranno accettate, quindi, solo se redatte con specifica indicazione dei termini di legge predetti e con la dichiarazione di assunzione delle responsabilità previste dall’ad 76 del predetto DPR 445/2000, conseguenti a dichiarazioni mendaci, falsità negli atti, uso di atti falsi o esibizione di atti contenenti dati non rispondenti a verità. (vedi allegati B e C al presente bando).
Art. 6 AMMISSIONE CANDIDATI
L’Amministrazione con apposito provvedimento motivato dispone l’ammissione di coloro che presenteranno domanda di partecipazione all’avviso di mobilità previo accertamento del possesso dei requisiti richiesti.
Detto accertamento sarà effettuato dall’ufficio competente.
Qualora dall’esame della domanda e della documentazione prodotta si dovesse accertare la carenza dei requisiti per l’ammissione, l’Amministrazione con provvedimento motivato dispone l’esclusione che sarà notificata all’interessato mediante raccomandata A.R.
Art. 7 COMMISSIONE ESAMINATRICE
Con prowedimento del Direttore Generale sarà nominata apposita Commissione Esaminatrice, composta da tre membri, per la valutazione delle domande.
E’ presieduta dal Direttore Sanitario (o rispettivo delegato). Il secondo componente è un rappresentante dei lavoratori appartenente al profilo professionale interessato, pubblicamente sorteggiato ed il terzo componente è il Direttore dell’Area Gestione del Personale (o suo delegato) assistito da un dipendente dell’Ufficio competente anche con funzioni di segretario della Commissione.
 Art. 8
CRITERI VALUTAZIONE DEI TITOLI Le domande sono valutate tenendo conto dei seguenti titoli:
a) l’anzianità di servizio, debitamente documentata, strettamente relativa al profilo professionale di appartenenza, prestata in posizione di ruolo e non, ma limitatamente a rapporti di lavoro dipendente.
b) il numero dei figli;
c) l’awicinamento al coniuge oppure al proprio nucleo familiare;
d) il curriculum formativo e professionale.
 La Commissione Esaminatrice attribuirà i punteggi nel modo seguente:
 Anzianità di Servizio Un punto per anno per massimo 10 punti. Indi, punti 0,10 a mese; trascurando la frazione inferiore ai quindici giorni (ed arrotondandola viceversa).
 Numero dei Figli:
Punti 0,10 per ciascun figlio e punteggio doppio nel caso di certificata situazione di handicap dello stesso;
 L’avvicinamento indistintamente al Coniuge oppure al proprio Nucleo Familiare Punti 0,10 e punteggio doppio nel caso di certificata situazione di handicap del coniuge o di un componente del proprio nucleo familiare.
 Per il curriculum formativo e professionale La Commissione Esaminatrice attribuirà al curriculum un punteggio massimo dieci punti desunto attraverso l’esame dei titoli accademici e di studio, dei corsi di specializzazione, perfezionamento, di aggiornamento, delle attività didattiche e di tutto quanto concorra all’arricchimento professionale in rapporto al posto da conferire.
Art. 9 GRADUATORIA E ASSUNZIONE IN SERVIZIO
La Commissione Esaminatrice forma una graduatoria finale di merito per profilo professionale di tutti gli aspiranti alla mobilità.
A parità di punteggio nella graduatoria di merito saranno prese in considerazione l’età anagrafica (diritto di precedenza del candidato più giovane).
Dette graduatorie saranno approvate dal Direttore Generale della ASL BA.
Di stabilire che le graduatorie avranno la stessa durata di quella prevista per le graduatorie dei pubblici concorsi e potranno essere utilizzate per la copertura degli ulteriori posti vacanti e disponibili presso questa Amministrazione.
L’Azienda prima di procedere alla sottoscrizione del contratto individuale di lavoro, inviterà gli interessati a produrre, entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione, a pena di decadenza, la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di ammissione ed a far pervenire dichiarazione attestante il possesso della piena idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie della qualifica di appartenenza e di non avere in pendenza istanze tendenti ad ottenere una inidoneità, seppur parziale.
L’immissione in servizio resta comunque subordinata all’esito della visita medica di idoneità alla specifica mansione da effettuarsi da parte del Medico competente di questa Azienda nonché al rilascio del nulla osta da parte dell’Azienda di provenienza secondo quanto previsto dal vigente CCNL Area Comparto Sanità. In ogni caso eventuali prescrizioni da parte del medico competente potranno essere valutate ai fini di che trattasi.
All’atto del trasferimento l’Azienda non si fa carico del residuo ferie maturato dal vincitore presso l’Azienda di provenienza.
Il trattamento giuridico ed economico è disciplinato dalle norme legislative e regolamentari in vigore e/o secondo quanto stabilito negli accordi integrativi aziendali.
Decade dall’impiego chi abbia conseguito l’incarico mediante la presentazione di documenti falsi o viziati da irregolarità non sanabile  Art. 10
DISPOSIZIONI VARIE Per quanto non specificatamente espresso nel presente Awiso, valgono le disposizioni di legge che disciplinano la materia.
Ai sensi del D.L.gvo 30.6.2003 n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l’Azienda - Area Gestione del Personale - per le finalità di gestione dell’avviso e saranno trattati presso una banca dati automatizzata anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla selezione. Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate allo svolgimento della selezione o alla posizione giuridico-economica del candidato.
L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 13 della citata legge tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra i cui il diritto di far rettificare, aggiornare, completare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.
Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dell’Azienda titolare del trattamento.
L’Azienda si riserva, altresì, la facoltà, per motivi legittimi, di prorogare, sospendere, modificare o revocare il presente bando, senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto: specificatamente, si riserva di ridurre il numero dei preventivati disponibili posti per ragione d’ordine organizzativo e/o finanziario, anche rivenienti dal Piano di rientro.
Per eventuali informazioni, gli interessati potranno rivolgersi all’Area Gestione Risorse Umane- U.O. Concorsi, Assunzioni e Gestione del Ruolo - Settore Mobilità, di questa Azienda (telefono n. 080/5842544 dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle ore 13,00).
Il Direttore Generale ASL BA
Angelo Domenico Colasanto