Concorso per 1 ormeggiatore (marche) MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - CAPITANERIA DI PORTO DI ANCONA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 22 del 19-03-2012
Sintesi: MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - CAPITANERIA DI PORTO DI ANCONA Concorso (Scad. 6 aprile 2012) BANDO DI CONCORSO PER N.1 (uno) POSTO DI ORMEGGIATORE NEL GRUPPO ORMEGGIATORI DEL PORTO DI ...
Ente: MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - CAPITANERIA DI PORTO DI ANCONA
Regione: MARCHE
Provincia: ANCONA
Comune: ANCONA
Data di pubblicazione 20-03-2012
Data Scadenza bando 06-04-2012
Condividi

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - CAPITANERIA DI PORTO DI ANCONA

Concorso (Scad. 6 aprile 2012)

BANDO DI CONCORSO PER N.1 (uno) POSTO DI ORMEGGIATORE NEL GRUPPO ORMEGGIATORI DEL PORTO DI ANCONA


Il Capo del Compartimento marittimo di Ancona:
VISTA: l’istanza pervenuta in data 20 ottobre 2011 dal Gruppo Ormeggiatori del porto di Ancona, intesa ad ottenere l’avvio delle procedure concorsuali volte al ripianamento dell’organico del gruppo;
VISTI: gli articoli 116 del Codice della Navigazione e 208 del relativo Regolamento di esecuzione;
VISTO: il “Regolamento del servizio d’ormeggio nel porto di Ancona” approvato e reso esecutivo con Ordinanza n. 06/2008 del 17.01.2008 e succ. mod. del Capo del Circondario e Comandante del Porto di Ancona;
VISTO: l’articolo 14 - comma 1 ter - della legge 28 gennaio 1994 n. 84 e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO: il Dispaccio prot. n. 5201812 in data 18.05.1998 dell’allora Ministero dei Trasporti e della Navigazione dal titolo Bandi di concorso per aspiranti piloti e per ormeggiatori e barcaioli;
VISTO: il Dispaccio prot. n. 5202388 in data 25.06.1998 dell’allora Ministero dei Trasporti e della Navigazione dal titolo “Bando di concorso per ormeggiatori e barcaioli - rettifica”;
VISTO: il dispaccio prot. n. DEM3/1027 in data 10.05.2000 dell’allora Ministero dei Trasporti e della Navigazione - Unità di Gestione Infrastrutture per la Navigazione ed il Demanio Marittimo dal titolo “Organici dei gruppi ormeggiatori e battellieri”;
VISTO: il Dispaccio DIV3 M_TRA/PORTI/1422 in data 01.02.2011 con il quale la Direzione Generale per i Porti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha disposto, in analogia con le regole vigenti nel pubblico impiego (comma 5-ter dell’articolo35 del decreto legislativo n. 165/2001, introdotto dal comma 87 dell’articolo 3 della legge n. 244 del 2007), che la durata della graduatoria del concorso venga estesa a tre anni;
VISTA: la Legge 241 del 07.08.1990 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e diritto di accesso ai documenti amministrativi” e succ. mod.;
VISTO: il D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487, “Regolamento recante norme sull’accesso agli impieghi della P.A. e le modalità di svolgimento dei concorsi unici e delle altre forme di assunzione nei pubblici impieghi” e succ. mod.;
VISTA: la Legge 15 Maggio 1997 n. 127 “Misure urgenti per lo snellimento dell’attività amministrativa e dei procedimenti di decisione e controllo” di modifica al D.P.R. 9 Maggio 1994 n. 487;
VISTO: il D.P.R. 20 Ottobre 1998 n, 403 - Regolamento di attuazione degli artt. 1, 2 e 3 della Legge 15 Maggio 1997, n. 127 in materia di semplificazione delle certificazioni amministrative;
VISTO: il D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”;
VISTO: il Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”;
PRESO ATTO del nulla osta espresso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Direzione Generale per i Porti per l’avvio delle procedure concorsuali finalizzate alla copertura di n. 1 vacanza organica del Gruppo Ormeggiatori di Ancona;
ACQUISITA l’intesa dell’Autorità Portuale di Ancona con nota prot. 102 del 11.01.2012;
VISTI: i pareri favorevoli espressi dalle Associazioni nazionali rappresentative degli utenti e degli erogatori del servizio;
CONSIDERATA: la necessità di ricoprire la vacanza organica determinatasi nel Gruppo Ormeggiatori del Porto di Ancona;
RENDE NOTO
ARTICOLO 1
E’ indetto un concorso per titoli ed esami per la nomina di n. 1 (uno) ormeggiatore nel Gruppo Ormeggiatori del Porto di Ancona.
ARTICOLO 2
Possono partecipare al concorso coloro che, alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione delle domande di ammissione, siano in possesso dei seguenti requisiti:
a) età non inferiore ai 18 anni e non superiore ai 45;
b) cittadinanza italiana o di altro Paese dell’ Unione Europea, purché il candidato abbia conoscenza della lingua italiana;
c) sana e robusta costituzione fisica accertata dal medico di porto territorialmente competente o da un medico designato dal Capo del Compartimento Marittimo di Ancona; avverso le risultanze della visita è proponibile ricorso, nei previsti termini e modi di legge, alle superiori istituzioni sanitarie;
d) non essere stato condannato per un delitto punibile con pena non inferiore nel minimo a tre anni di reclusione oppure per contrabbando, furto, truffa, appropriazione indebita, ricettazione, o per un delitto contro la fede pubblica, salvo che sia intervenuta la riabilitazione;
e) l’aver effettuato due anni di effettiva navigazione in servizio di coperta su navi mercantili e/o militari. E’ equiparata alla navigazione di coperta su navi mercantili la navigazione su navi militari compiuta nelle seguenti categorie: nocchiere, specialista delle telecomunicazioni e scoperta, cannoniere, tecnico di armi, palombaro, incursore, specialista del servizio amministrativo e logistico, nocchiere di porto delle specialità di coperta, marinaio di tutte le abilitazioni e gli abilitati sommozzatori di qualsiasi categoria. La navigazione su navi mercantili da considerarsi valida per il presente concorso è quella compiuta su navi maggiori e minori, comprese quelle adibite ai servizi dei porti, nonché la navigazione compiuta su navi adibite al traffico locale ed alla pesca costiera, a prescindere dal tonnellaggio delle navi stesse e dalla qualifica rivestita, a condizione che le dotazioni tecniche di bordo risultino sistemate in modo tale da consentire indifferentemente lo svolgimento delle mansioni di macchina e di coperta.
Inoltre, a norma del punto 6 dell’art. 208 del Regolamento per l’esecuzione del Codice della Navigazione (navigazione marittima), il candidato classificato vincitore dovrà risultare, al momento dell’iscrizione nel registro degli ormeggiatori, in possesso del requisito della “residenza nel Comune di Ancona o in un Comune vicino”.
ARTICOLO 3
La domanda di partecipazione al concorso, sottoscritta dal candidato e della quale si allega uno schema esemplificativo, dovrà essere redatta in carta libera e pervenire a questa Capitaneria di Porto entro il termine perentorio di 30 (trenta) giorni dalla data di pubblicazione del presente bando di concorso. Si considerano prodotte in tempo utile le domande di partecipazione spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine sopraindicato. A tal fine fa fede il timbro dell’Ufficio postale accettante. Il termine per la presentazione delle domande, ove scada di giorno festivo, sarà prorogato di diritto al giorno seguente non festivo.
Nella domanda il candidato dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità:
a) i propri dati anagrafici (cognome, nome, luogo e data di nascita);
b) il possesso della cittadinanza italiana o di altro paese dell’Unione Europea;
c) la propria residenza; nell’ipotesi che non risulti già in possesso del requisito di cui all’ultimo comma dell’articolo precedente, il candidato deve impegnarsi - pena la decadenza - a trasferire la propria residenza nel Comune di Ancona o in un Comune vicino, entro il termine perentorio di 30 giorni dalla data di comunicazione della Capitaneria di Porto che lo dichiara vincitore del concorso.
d) il periodo di effettiva navigazione in servizio di coperta con i relativi estremi;
e) l’insussistenza di condanne penali ovvero le condanne penali riportate (anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto o perdono giudiziale) e i procedimenti eventualmente pendenti;
f) l’eventuale possesso dei titoli professionali di merito tra quelli indicati al successivo art. 8;
g) il recapito al quale desidera ricevere tutte le comunicazioni relative al concorso, completo di codice d’avviamento postale e ove possibile del numero telefonico;
h) alla domanda il candidato deve inoltre allegare copia fotostatica di un documento di identità in regolare corso di validità;
i) di prestare il proprio consenso alla raccolta ed al trattamento dei propri dati personali necessari allo svolgimento del concorso ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196;
Le domande devono essere corredate dai documenti redatti in carta semplice ed in regolare corso di validità comprovanti il possesso degli eventuali titoli preferenziali di cui al successivo art. 9 punti 1, 2, 3, 4 e 5.
Il concorrente dovrà altresì segnalare tempestivamente, a mezzo telegramma alla Capitaneria di Porto di Ancona ogni variazione del recapito indicato nella domanda che venga a verificarsi durante l’espletamento del concorso.
Non si terrà conto delle domande che non contengono tutte le indicazioni di cui al 2° comma del presente articolo circa il possesso dei requisiti per l’ammissione al concorso.
ARTICOLO 4
L’amministrazione non assume alcuna responsabilità per il caso di dispersione dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento del recapito stesso indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’Amministrazione Marittima stessa.
ARTICOLO 5
Le domande di partecipazione al concorso, unitamente alla relativa documentazione, verranno esaminate da una Commissione nominata dal Capo del Compartimento Marittimo di Ancona: la Commissione esaminatrice sarà composta da:
• PRESIDENTE Comandante del Porto di Ancona o un suo delegato;
• MEMBRO Capo Gruppo del Gruppo Ormeggiatori del Porto di Ancona. In caso di assenza o impedimento dal Vice Capo Gruppo, o in caso di assenza o impedimento di entrambi, da altro ormeggiatore designato a maggioranza semplice dall’assemblea;
• MEMBRO da un ormeggiatore di un altro porto designato dall’Associazione Nazionale dei Gruppi Ormeggiatori e Barcaioli dei Porti Italiani (A.N.G.O.P.I.);
• MEMBRO da un pilota della locale Corporazione Piloti o di altre corporazioni viciniore; Svolge le funzioni di segretario un Ufficiale della Capitaneria di Porto di Ancona o altra persona designata dal Capo del Compartimento Marittimo di Ancona.
I componenti della Commissione, presa visione dell’elenco dei partecipanti, dovranno sottoscrivere una dichiarazione attestante che non sussistono situazioni di incompatibilità tra essi ed i concorrenti, ai sensi degli artt. 51 e 52 del Codice di Procedura Civile (art. 11,
comma 1, del D.P.R. 9 Maggio 1994 n. 487).
ARTICOLO 6
Coloro che risultino in possesso dei requisiti di cui al precedente art. 2 saranno sottoposti da parte della Commissione esaminatrice ad una prova pratica che dovrà articolarsi su almeno tre delle seguenti operazioni, una
delle quali, comunque, rapportata alle particolari caratteristiche operative del servizio di ormeggio nel porto di Ancona:
1. condotta e manovra di un mezzo nautico del locale Gruppo Ormeggiatori, con presa a bordo e abbozzatura di cavi di ormeggio in fibra naturale, artificiale, in ferro o acciaio, prelevati da nave ferma e/o abbrivata;
2. esecuzione di operazioni di ormeggio e di disormeggio in banchina su corpi galleggianti (gavitelli, boe portuali, boe oceaniche, isole, piattaforme), su pontili, pale, briccole;
3. esecuzione pratica e/o dimostrazione teorica di movimentazione di nave lungo banchina senza rimorchiatori e senza macchina nelle più diverse condizioni meteo- marine;
4. dimostrazione di lancio del sacchetto di ormeggio sia in altezza sia orizzontalmente;
5. conoscenza dell’uso dei ganci e anelli da ormeggio;
6. conoscenza dei criteri di massima per il disincaglio di ancore imbrogliate;
7. esecuzione delle manovre necessarie per l’immissione delle navi in bacino di carenaggio nei casi in cui la motobarca degli ormeggiatori precede la nave lungo tutta la vasca;
8. dimostrazione di conoscenza e di rapida esecuzione dei principali nodi marinareschi e delle pratiche marinaresche.
Ciascun componente della Commissione può attribuire alla suddetta prova un punteggio da 0 (zero) a 10 (dieci).
ARTICOLO 7
La prova pratica avrà luogo nei giorni che saranno stabiliti dalla Commissione e comunicati ai candidati nelle forme previste; qualora la Commissione esaminatrice ritenga, a proprio insindacabile giudizio, che le condizioni meteo-marine siano tali da non consentire l’espletamento della prova stessa, stabilisce seduta stante il nuovo calendario della prova, dandone comunicazione orale ai candidati e provvedendo a far affiggere, il giorno stesso, all’albo della Capitaneria di Porto di Ancona, il relativo avviso.
Analoga procedura sarà seguita nel caso in cui il numero dei candidati sia tale da non consentire l’espletamento della prova pratica in un unico giorno.
I candidati, ai quali non verrà comunicata per iscritto l’esclusione dal concorso per difetto dei prescritti requisiti, dovranno presentarsi per sostenere la prova pratica presso la Capitaneria di Porto di Ancona nel giorno e nell’ora indicati nella comunicazione. I candidati stessi debbono presentarsi, tanto alla prova pratica quanto all’esame teorico di cui al successivo articolo, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità.
I concorrenti assenti al momento dell’inizio della prova, anche per causa di forza maggiore saranno considerati rinunciatari e, pertanto esclusi dell’effettuare le singole prove d’esame. Al termine di ogni seduta dedicata alla prova pratica la Commissione esaminatrice, sulla base dei punteggi ottenuti dai concorrenti, espressi in quarantesimi, formerà una graduatoria provvisoria che sarà affissa il giorno stesso all’albo della Capitaneria di Porto di Ancona.
ARTICOLO 8
Coloro che nella prova pratica hanno conseguito un punteggio non inferiore a 28/40 sono ammessi a sostenere un esame teorico, per il quale ciascun componente della commissione può attribuire un punteggio da 0 a 3, e consistente in almeno 3 domande vertenti sui seguenti argomenti:
1. conoscenza del Codice della Navigazione e del Regolamento per l’esecuzione del Codice della Navigazione (Navigazione Marittima) limitatamente alla disciplina dell’Ormeggio e degli Ormeggiatori;
2. conoscenza del “Regolamento di servizio del Gruppo Ormeggiatori del Porto di Ancona”;
3. conoscenza delle norme fondamentali per la prevenzione degli abbordi in mare;
4. conoscenza dei principali segnali di intelligenza, acustici e visivi, fra le navi;
5. conoscenza delle principali segnalazioni diurne e notturne in uso presso i semafori portuali per ciò che attiene alle condizioni meteorologiche;
6. conoscenza della toponomastica portuale locale e dei fondali;
7. conoscenza delle Ordinanze e norme riguardanti la navigazione e la destinazione degli accosti nell’ambito del Porto e della rada di Ancona e Falconara Marittima.
Al termine di ogni seduta dedicata all’esame teorico verrà redatta una graduatoria provvisoria secondo le modalità specificate dall’articolo precedente.
L’esame teorico si intenderà superato se il candidato avrà riportato una votazione di almeno 7/12.
Inoltre nei confronti dei candidati che abbiano superato la prova pratica e l’esame teorico, verrà valutato il possesso dei titoli professionali di base del punteggio di seguito indicato e fermo restando che il punteggio di cui ai nn. 2) del presente articolo possono essere attribuiti una sola volta, nel senso che il candidato che vanti un titolo “superiore” non può comunque fruire, per ciascuna categoria, di un punteggio superiore a 3 qualora concorrano i titoli previsti ai nn. 1 e 2.
I titoli professionali di merito dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e dovranno essere espressamente dichiarati nella domanda medesima ovvero in apposita dichiarazione allegata alla medesima.
TITOLI DI COPERTA
1) Capo barca per il traffico locale punti 1
2) Capo barca per il traffico nello Stato e titoli superiori punti 2
TITOLI DI MACCHINA
1) Marinaio motorista punti 1
2) Motorista abilitato e titoli superiori - escluso fuochista autorizzato punti 2 ARTICOLO 9
La graduatoria finale di merito sarà determinata dalla Commissione esaminatrice sommando i punteggi ottenuti da ciascun candidato nella prova pratica, nell’esame teorico e a seguito della valutazione dei titoli professionali.
Tra coloro che hanno conseguito parità di punteggio, saranno considerati i titoli preferenziali, nel seguente ordine:
1. i candidati disoccupati iscritti nelle liste di collocamento da almeno tre mesi anteriormente alla data di emanazione del presente bando;
2. i figli di ormeggiatori del Porto di Ancona deceduti per infortunio sul lavoro;
3. i figli di ormeggiatori del Porto di Ancona cancellati dai registri in seguito a mutilazione o per invalidità permanente causata da infortunio sul lavoro o da malattia contratta sul lavoro;
4. i candidati in possesso di un titolo di istruzione secondaria superiore;
5. gli ammogliati con maggior numero di figli;
6. i candidati maggiori di età.
ARTICOLO 10
Sarà dichiarato vincitore del concorso il primo candidato elencato in graduatoria.
Relativamente al vincitore, ai sensi dell’art. 45 comma 1 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 in premessa citato, l’Autorità Marittima provvederà a verificare i dati concernenti i requisiti di partecipazione al concorso e a richiedere d’ufficio, ai sensi dell’art. 18 della L. 241/90, l’estratto di matricola mercantile e/o militare e il certificato del casellario giudiziale.
Il possesso del requisito della sana e robusta costituzione fisica sarà accertato, esclusivamente nei confronti del vincitore che sarà avviato ad apposita visita medica con lettera credenziale della Capitaneria di Porto di Ancona.
ARTICOLO 11
La graduatoria, con il relativo punteggio, è approvata dal Capo del Compartimento Marittimo di Ancona, dopo aver riconosciuto la regolarità del procedimento e sarà affissa per almeno 30 giorni all’albo della Capitaneria di Porto di Ancona.
Trascorso tale termine, il Capo del Compartimento Marittimo di Ancona, accertata la regolarità della documentazione di cui all’articolo precedente, procederà all’ iscrizione del vincitore nel Registro degli Ormeggiatori.
Avverso la graduatoria approvata, come previsto dal 1° comma del presente articolo, sono esperibili i ricorsi amministrativi e giurisdizionali previsti dalla vigente legislazione.
ARTICOLO 12
Qualora entro 36 (trentasei) mesi dalla data di pubblicazione della graduatoria si rendesse necessario procedere alla copertura di posti disponibili nell’organico del Gruppo Ormeggiatori del Porto di Ancona, per rinuncia dei concorrenti o per qualsiasi altro motivo o si rendesse necessario ampliare l’organico stesso, l’Amministrazione Marittima, sentito il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha facoltà di iscrivere nel relativo registro, nell’ordine, gli aspiranti idonei classificati immediatamente dopo il vincitore, sempre che siano ancora in possesso dei requisiti indicati dall’articolo 2 del presente bando, ad eccezione di quello dell’età.
ARTICOLO 13
Per tutte le informazioni inerenti il presente bando di concorso potrà essere contattata la Sezione Tecnica Sicurezza e Difesa Portuale della Capitaneria di Porto di Ancona al numero 071/22758216.
Per quanto non espressamente indicato nel presente bando di concorso si rimanda al D.P.R. 09 maggio 1994, n. 487, in premessa citato.
Ancona, lì 7 Marzo 2012
IL COMANDANTE (C.A. (CP) Giovanni Pettorino)