Concorso per 2 coadiutori amministrativi (umbria) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 3 DI FOLIGNO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 2
Fonte: DIR N. 18 del 05-03-2012
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 3 DI FOLIGNO Concorso (Scad. 21 marzo 2012) Avviso di selezione pubblica per assunzione nominativa per la copertura, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e con orario a tempo ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 3 DI FOLIGNO
Regione: UMBRIA
Provincia: PERUGIA
Comune: FOLIGNO
Data di pubblicazione 06-03-2012
Data Scadenza bando 21-03-2012
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 3 DI FOLIGNO

Concorso (Scad. 21 marzo 2012)

Avviso di selezione pubblica per assunzione nominativa per la copertura, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e con orario a tempo parziale di 20 ore settimanali, di n. 2 posti di coadiutore amministrativo - cat. B riservato ai lavoratori disabili iscritti negli elenchi provinciali di cui all’art. 8 della legge 12 marzo 1999, n. 68, dell’uno e dell’altro sesso.


In esecuzione della determina del direttore generale n. 44 del 10 febbraio 2012 è indetta selezione pubblica, per assunzione nominativa, per la copertura di n. 2 posti di coadiutore amministrativo - cat. B con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e con orario a tempo parziale di 20 ore settimanali, riservato ai lavoratori disabili iscritti negli elenchi provinciali di cui all’art. 8 della legge 12 marzo 1999, n. 68, ed inseriti nella graduatoria vigente.
La procedura è attivata in attuazione della convenzione stipulata con la Provincia di Perugia - Area lavoro formazione scuola e politiche comunitarie Servizio Lavoro, ai sensi dell’art. 11, comma 1, della legge n. 68/ 1999.
A norma della legge 10 aprile 1991, n. 125, sono garantite pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro, come previsto dall’art. 57 del D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165.
Art. 1 Requisiti generali di ammissione.
1. Ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del D.P.R. 27 marzo 2001, n. 220, possono partecipare alla selezione coloro che possiedono i seguenti requisiti generali:
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione europea, fermo restando l’adeguata conoscenza della lingua italiana;
b) idoneità fisica all’impiego: 1) l’accertamento della idoneità fisica all’impiego, con l’osservanza delle norme in tema di categoria protetta, è effettuato da apposita commissione;
c) titolo di studio per l’accesso alle rispettive carriere.
2. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Art. 2 Requisiti specifici di ammissione.
I requisiti specifici di ammissione alla selezione sono i seguenti:
1) iscrizione negli elenchi provinciali dei lavoratori disabili di cui all’art. 8 della legge n. 68/1999 ed inserimento nella graduatoria delle precedenze per le assunzioni obbligatorie presso la pubblica amministrazione (art. 31 del D.P.R. 18 giugno 1997, n. 246) vigente alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione all’avviso di selezione;
2) residenza nell’ambito territoriale di competenza dell’Azienda U.S.L. n. 3;
3) diploma di istruzione secondaria di primo grado (3a media).
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione all’avviso di selezione.
Art. 3 Domanda di ammissione.
Nella domanda gli aspiranti devono indicare sotto la propria responsabilità e consapevoli delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci:
1) il cognome e il nome;
2) la data, il luogo di nascita e la residenza;
3) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
4) il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
5) le eventuali condanne penali riportate, ovvero di non aver riportato condanne penali, nonché eventuali procedimenti penali pendenti;
6) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
7) i titoli di studio posseduti con l’indicazione della data, della sede e della denominazione completa dell’istituto o degli istituti in cui i titoli stessi sono stati conseguiti;
8) i servizi prestati come dipendente presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
9) l’iscrizione negli elenchi provinciali dei lavoratori disabili di cui all’art. 8 della legge 12 marzo 1999, n. 68 e l’inserimento nella graduatoria delle precedenze per le assunzioni obbligatorie presso la pubblica amministrazione (art. 31 del D.P.R. 18 giugno 1997, n. 246) vigente alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione all’avviso di selezione;
10) la specificazione, ove ne ricorra la fattispecie, di essere beneficiario della legge n. 104/1992 e l’indicazione, qualora indispensabile, dell’ausilio eventualmente necessario per l’espletamento delle prove d’esame in relazione al proprio handicap e della eventuale necessità di tempi aggiuntivi;
11) di non essere stato dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito lo stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
12) il domicilio presso il quale, a qualsiasi effetto, deve essere fatta ogni necessaria comunicazione e il recapito telefonico (in caso di mancata indicazione del domicilio vale, ad ogni effetto, la residenza indicata). Il candidato deve comunicare, con nota datata e sottoscritta, le eventuali successive variazioni di indirizzo e/o recapito;
13) di accettare tutte le indicazioni contenute nel bando e di dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, al fine della gestione della presente procedura, ai sensi del D.Lgs. 196/2003.
La domanda deve essere scritta con caratteri chiari e leggibili. La firma in calce alla domanda, ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. n. 445/2000, non deve essere autenticata.
L’omissione nella domanda anche di una sola dichiarazione relativa ai requisiti richiesti, non altrimenti rilevabili, determina l’esclusione dalla selezione.
La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione dalla selezione.
Alla domanda di partecipazione alla selezione, i concorrenti devono allegare:
1) copia fotostatica di un documento di identità in corso di validazione;
2) curriculum - formativo e professionale redatto in carta semplice, datato sottoscritto e documentato.
Art. 4 Modalità e termini di presentazione delle domande.
Le domande di ammissione alla selezione indirizzate alla A.S.L. n. 3 - dirigente del Servizio Amministrazione risorse umane - via Valadier - Palazzina Micheli - 06049 Spoleto - devono pervenire a mezzo del servizio postale o essere consegnate direttamente all’Ufficio protocollo del Servizio Amministrazione risorse umane - entro e non oltre il 15° giorno successivo alla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria.
Qualora la scadenza del termine coincida con una giornata festiva il termine stesso sarà prorogato alla giornata feriale successiva.
Si precisa inoltre che, ai fini della presentazione a mano delle domande, l’orario di accesso agli uffici è tutti i giorni, escluso il sabato ed i festivi, delle ore 9,00 alle ore 12,00.
La domanda dovrà pervenire perentoriamente entro la data di scadenza prevista.
Non farà fede il timbro e la data dell’ufficio postale accettante. Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio. La eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.
L’Azienda U.S.L. declina ogni responsabilità per eventuale smarrimento della domanda o dei documenti spediti a mezzo del servizio postale con modalità ordinaria, nonché per il caso di dispersione dipendenti dalla inesatta indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda o per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’Amministrazione.
Art. 5 Commissione esaminatrice.
La commissione esaminatrice della selezione sarà costituita come stabilito dal D.P.R. 487/1994.
Art. 6 Prova di selezione.
I candidati ammessi alla selezione sosterranno una prova pratica attitudinale, come previsto dall’art. 27 del D.P.R. 487/1994.
Diario della prova.
La data, il luogo e l’elenco dei candidati ammessi e non ammessi a sostenere la prova selettiva saranno comunicati, con valore di notifica a tutti gli effetti e per tutti i concorrenti, con avviso pubblicato nel sito internet di questo ente all’indirizzo: www.asl3.umbria.it.
Tale comunicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti.
I candidati saranno tenuti a presentarsi senza alcun preavviso nel giorno, ora e luogo indicati muniti di valido documento di riconoscimento. La mancata presentazione per qualsiasi motivi comporta l’esclusione dal concorso.
Formazione dell’elenco degli idonei e modalità di utilizzo.
L’individuazione dei soggetti da assumere a mezzo di chiamata nominativa avverrà previa procedura di selezione che non ha natura di concorso pubblico e che non comporta valutazione comparativa, ma sarà tesa ad accertare l’idoneità dei candidati allo svolgimento delle mansioni proprie del profilo professionale da ricoprire.
Ai fini dell’individuazione nominativa dei candidati da assumere, fra i candidati idonei si terrà conto del curriculum professionale.
I risultati della selezione saranno pubblicati nel sito internet dell’Ente.
L’assunzione avverrà previa valutazione, da parte del comitato tecnico di cui all’art. 6 legge 68/1999, della compatibilità della disabilità con le mansioni da svolgere.
Art. 7 Nomina degli idonei.
L’Azienda U.S.L., prima di procedere all’assunzione degli idonei, chiederà agli organi competenti l’accertamento della permanenza dello stato invalidante nonché l’accertamento dell’idoneità fisica alle mansioni.
Verificata la sussistenza dei requisiti, procederà alla stipula del contratto individuale di lavoro, nel quale sarà indicata la data di presa di servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettiva presa di servizio.
Il rapporto di lavoro instaurato dall’Azienda per la copertura dei posti di coadiutore amministrativo - cat. B sarà giuridicamente ed economicamente regolato dal C.C.N.L. del personale del Comparto sanità vigente e da quelli successivi.
Art. 8 Adempimenti dei soggetti da assumere.
I candidati da assumere sono invitati, ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro, a presentare nel termine di 30 giorni dalla data di comunicazione, a pena di decadenza, in carta libera:
a) i documenti corrispondenti alle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione alla selezione.
Art. 9 Trattamento dei dati personali.
Ai sensi di quanto disposto dall’art. 13, comma 1, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l’Azienda U.S.L. n. 3 di Foligno, Ufficio concorsi ed assunzioni, via Valadier - Palazzina Micheli - Spoleto, per le finalità di gestione della selezione e saranno trattati anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il conferimento dei dati è obbligatorio per le finalità di cui sopra. L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato decreto, tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui il diritto di far rettificare, aggiornare, completare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.
L’Amministrazione si riserva la facoltà - per motivi legittimi - di prorogare, sospendere, modificare, revocare la presente selezione.
Eventuali informazioni potranno essere richieste all’Ufficio concorsi della U.S.L. (tel. 0743/210344) - Spoleto.
Il direttore generale f.f.
F.TO SANDRO FRATINI