Concorso per 506 dottori di ricerca (campania) UNIVERSITA' 'FEDERICO II' DI NAPOLI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 506
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 91 del 18-11-2011
Sintesi: UNIVERSITA' DI NAPOLI FEDERICO II CONCORSO   (scad.  21 dicembre 2011) Bando di concorso per l'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca del XXVII ciclo ...
Ente: UNIVERSITA' 'FEDERICO II' DI NAPOLI
Regione: CAMPANIA
Provincia: NAPOLI
Comune: NAPOLI
Data di pubblicazione 18-11-2011
Data Scadenza bando 21-12-2011
Condividi

UNIVERSITA' DI NAPOLI FEDERICO II

CONCORSO   (scad.  21 dicembre 2011)
 
      Bando di concorso per l'ammissione ai corsi di dottorato 
                     di ricerca del XXVII ciclo 
 
 
 
                             IL RETTORE 
 
    Visto lo statuto dell'Universita' degli studi di Napoli  Federico
II; 
    Vista la legge 13 agosto  1984,  n.  476,  cosi'  come  integrata
dall'art. 52, comma 57, della legge 28 dicembre 2001, n. 448; 
    Visto l'art. 4 della legge 3 luglio  1998  n.  210  e  successive
modificazioni ed integrazioni; 
    Visto  il  decreto  ministeriale  del  30  aprile  1999,  n.  224
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 162 del 9 luglio 1999, con  il
quale e' stato emanato il Regolamento recante  norme  in  materia  di
dottorato di ricerca; 
    Visto il decreto rettorale n. 1248 del  30  marzo  2006,  con  il
quale e' stato emanato il regolamento di disciplina delle  scuole  di
dottorato dell'Universita' degli studi di Napoli Federico II; 
    Visto  il  decreto  rettorale  n.  3559  del  27  ottobre   2008,
modificato con decreto rettorale n. 2164 del 12 agosto  2011  con  il
quale e' stato emanato il regolamento di disciplina del dottorato  di
ricerca dell'Universita' degli studi di Napoli Federico II; 
    Visto l'art. 19 della legge 30  dicembre  2010,  n.  240  recante
disposizioni in materia di dottorato di ricerca; 
    Viste le note con le quali il MIUR, ha reso noti i  finanziamenti
erogati all'Ateneo, ai sensi  del  decreto  ministeriale  23  ottobre
2004, n. 198, articoli 3 e 6, e dei DD.MM. 9 agosto 2004, n. 263 e  3
novembre 2005, n. 492, «Fondo per  il  sostegno  dei  giovani  e  per
favorire la mobilita' degli studenti» - borse di studio aggiuntive da
destinare ai dottorati di ricerca, specificando, tra l'altro, che nel
caso non sia possibile attribuire le borse di studio assegnate per il
ciclo in corso per mancanza di  dottorandi  oppure  le  borse  stesse
siano state  utilizzate  solo  in  parte,  le  stesse  devono  essere
congelate o integrate e destinate allo stesso dottorato attivato  nel
ciclo successivo; 
    Vista la delibera n. 16 del 25  luglio  2011,  con  la  quale  il
senato accademico ha  ripartito  le  borse  di  studio  sopra  citate
finanziate dal MIUR  nell'ambito  del  «Fondo  per  il  sostegno  dei
giovani» e.f. 2010; 
    Vista la delibera n. 21 del 17  maggio  2011,  con  la  quale  il
senato accademico ha, tra l'altro, stabilito di non  attivare  per  l
XXVII ciclo corsi di dottorato con  sede  amministrativa  nell'Ateneo
«ai quali non sia possibile assegnare almeno due borse di studio; 
    Viste le Relazioni del 20 luglio 2011 e del 22 settembre 2011 del
Nucleo di valutazione dell'Universita' degli studi di Napoli Federico
II; 
    Vista la delibera n. 15 del 29 settembre 2011, con  la  quale  il
consiglio  di  amministrazione  ha,  tra  l'altro,   autorizzato   il
finanziamento  a  carico  del  bilancio  universitario,  della  somma
integrativa, necessaria per l'erogazione delle borse di cui al «Fondo
per il sostegno dei giovani» e.f. 2010; 
    Vista la delibera n. 19 del 14 ottobre  2011,  con  la  quale  il
senato accademico ha, tra l'altro, approvato i corsi di dottorato  di
ricerca da istituire per il XXVII ciclo  e  fissato  «il  termine  di
scadenza per la presentazione  delle  domande  di  partecipazione  al
concorso   per   l'ammissione   dopo   trenta   giorni   dalla   data
dell'emanazione del bando» nonche' stabilito che "possono partecipare
alla selezione per l'ammissione  al  XXVII  ciclo  tutti  coloro  che
conseguono il titolo richiesto dal vigente regolamento  entro  il  31
dicembre 2011»; 
    Vista la delibera n. 32 del 14 ottobre  2011,  con  la  quale  il
consiglio di amministrazione ha, tra l'altro, determinato  il  numero
di borse di  studio  da  attribuire  a  ciascun  corso  di  dottorato
attivato per il XXVII ciclo e, nell'ambito delle stesse, il numero di
borse da riservare a candidati non residenti in Italia ed in possesso
del titolo di studio richiesto per l'ammissione al corso di dottorato
conseguito all'estero; 
    Viste le convenzioni stipulate tra questo Ateneo  ed  altri  enti
per il finanziamento di borse di studio aggiuntive da  destinarsi  ai
corsi di dottorato di ricerca XXVII ciclo; 
    Viste le note dei coordinatori delle scuole di dottorato, con  le
quali sono state  comunicate,  tra  l'altro,  le  determinazioni  dei
rispettivi consigli circa le modalita' di selezione  da  adottare  in
riferimento a tutti i corsi di dottorato, aventi sede  amministrativa
presso l'Ateneo, afferenti alla scuola medesima; 
    Viste le note dei coordinatori dei corsi di  dottorato  approvati
per  il  XXVII  ciclo,  con  le  quali  sono  state   comunicate   le
determinazioni dei rispettivi collegi dei docenti circa il numero dei
posti senza borsa di studio da mettere a concorso e, nel caso in  cui
il dottorato si articoli in  indirizzi,  il  numero  delle  borse  di
studio e dei posti senza borsa di  studio  da  attribuire  a  ciascun
indirizzo  nonche'  il  calendario   di   svolgimento   delle   prove
concorsuali; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                             Istituzione 
 
 
    E' istituito il XXVII ciclo dei corsi di dottorato di ricerca con
sede  amministrativa  presso  l'Universita'  degli  studi  di  Napoli
Federico II. Sono indetti pubblici concorsi per l'ammissione ai corsi
di dottorato di ricerca elencati nell'allegato A),  parte  integrante
del presente decreto. Per ciascun dottorato vengono indicati: 
      a) la scuola di dottorato  cui  afferisce  e  le  modalita'  di
selezione stabilite dalla Scuola medesima; 
      b) il numero dei posti messi a concorso; 
      c) il numero di borse di studio; 
      d) il numero degli eventuali posti, ricoperti e non da borsa di
studio, riservati a candidati non residenti in  Italia  e  che  hanno
conseguito all'estero il titolo di studio richiesto per  l'ammissione
al corso di dottorato; 
      e) gli eventuali indirizzi in cui si articola il  corso  ed  il
numero dei posti ricoperti e non da  borsa  di  studio  attribuiti  a
ciascuno di essi; 
      f) la durata, le eventuali sedi  consorziate,  il  dipartimento
sede amministrativa del dottorato  ed  il  docente  coordinatore  del
corso; 
      g) il calendario di svolgimento delle prove di esame. 
    I posti ricoperti da borse di studio potranno essere aumentati  a
seguito di finanziamenti, anche destinati ad uno specifico indirizzo,
provenienti da soggetti pubblici  o  privati.  L'autorizzazione  alla
stipula della relativa convenzione deve avvenire in data  antecedente
all'inizio delle prove di esame riguardanti il dottorato di ricerca a
cui e' destinato il  finanziamento.  La  convenzione  puo'  prevedere
specifiche modalita' del programma di studio e di formazione. 
    Alcune  borse  di  studio  saranno   probabilmente   cofinanziate
nell'ambito  del  progetto  «Sviluppo  di  reti  di  eccellenza   tra
universita' - centri  di  ricerca  -  imprese»  -  POR  Campania  FSE
2007-2013, Asse IV e  Asse  V.  Potranno,  inoltre,  essere  aggiunte
ulteriori  borse  di  studio  finanziate  nell'ambito  del   medesimo
progetto. In entrambi i casi le borse di studio saranno  assegnate  a
residenti nella Regione Campania. 
    Alcune  borse  di  studio  saranno   probabilmente   cofinanziate
nell'ambito del progetto «Dottorato di  Ricerca  in  Azienda»  -  POR
Campania FSE 2007-2013, Asse IV. Potranno, inoltre,  essere  aggiunte
ulteriori  borse  di  studio  finanziate  nell'ambito  del   medesimo
progetto. In entrambi i casi le borse di studio saranno  assegnate  a
nati e/o residenti nella Regione Campania, la  meta'  di  esse  sara'
riservata alle donne. 
    La pubblicazione dei calendari  nel  presente  bando  rappresenta
notifica ufficiale agli interessati.  I  candidati  al  concorso  non
riceveranno alcuna ulteriore comunicazione scritta circa le  date  di
svolgimento delle prove di esame. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
                     Requisiti per l'ammissione 
 
 
    Possono partecipare al  concorso,  senza  limiti  di  eta'  e  di
cittadinanza, coloro i quali siano in possesso di  uno  dei  seguenti
titoli: 
      laurea specialistica  o  magistrale  conseguita  ai  sensi  del
decreto  ministeriale  509/1999  e   successive   modificazioni   e/o
integrazioni; 
      diploma  di  laurea  conseguito   ai   sensi   dei   precedenti
ordinamenti didattici  (il  cui  corso  legale  abbia  durata  almeno
quadriennale); 
      titolo accademico equipollente  conseguito  presso  universita'
straniere. 
    Possono,  inoltre,  partecipare  al  concorso  coloro   i   quali
conseguiranno il diploma di laurea entro e non oltre il  31  dicembre
2011. In tale ultimo caso, i candidati sono ammessi  con  riserva  al
concorso e coloro  che  conseguiranno  il  titolo  presso  un  Ateneo
diverso  dall'Universita'  di  Napoli  Federico  II  sono  tenuti   a
presentare, entro il 10 gennaio 2012, una  dichiarazione  sostitutiva
di certificazione concernente l'avvenuto conseguimento del titolo. 
    Coloro i quali  fossero  in  possesso  di  un  titolo  di  studio
conseguito presso una universita' straniera, che non sia  gia'  stato
dichiarato  equipollente  a  quello  italiano,  dovranno  richiederne
l'equipollenza unicamente ai fini dell'ammissione  al  dottorato.  In
tal caso, la domanda di partecipazione dovra'  essere  corredata,  al
fine  di  consentire  opportunamente  al  collegio  dei  docenti   la
valutazione del titolo posseduto,  della  documentazione  di  cui  al
successivo art. 4. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
             Ammissione al concorso per posti riservati 
 
 
    I  cittadini  non  residenti  in  Italia,  che  hanno  conseguito
all'estero o  conseguiranno  all'estero  entro  e  non  oltre  il  31
dicembre 2011 il titolo di studio richiesto per l'ammissione al corso
di dottorato, possono concorrere per i posti riservati,  se  previsti
per il singolo dottorato, sulla base di una valutazione per titoli  e
colloquio.   Tali   candidati   devono   presentare    la    seguente
documentazione: 
      1. certificato di laurea, con indicazione degli esami sostenuti
e del piano di studi seguito (se il certificato  e'  redatto  in  una
lingua diversa dall'italiano, inglese, francese, spagnolo o  tedesco,
dovra' essere tradotto e legalizzato in una delle citate lingue); 
      2.  eventuali  altri  titoli  posseduti  (borse  di  studio   e
attestati di frequenza  di  corsi  post-laurea,  titoli  collegati  a
svolgimento di  attivita'  di  ricerca,  pubblicazioni  scientifiche,
punteggi riportati in test standardizzati utilizzati per la selezione
d'accesso di corsi universitari a livello internazionale o nazionale,
ecc.); 
      3. lettere di presentazione di docenti in busta sigillata; 
      4. curriculum vitae. 
    Il  numero  dei  candidati  per  i  posti  riservati  ammessi  al
colloquio non  puo'  eccedere  il  doppio  dei  posti  con  borsa.  I
candidati per i posti riservati potranno sostenere la prova orale per
via telematica con procedure che ne garantiscano l'identificazione. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
                 Presentazione domanda di ammissione 
 
 
    La domanda di partecipazione al concorso dovra' essere presentata
esclusivamente tramite procedura telematica, entro e non oltre le ore
12,00 del 15 dicembre 2011. 
    La procedura informatica di presentazione  delle  domande  verra'
disattivata, tassativamente, alle ore 12,00 del 15 dicembre  2011  e,
pertanto, non sara' piu' possibile la  compilazione  dell'istanza  di
partecipazione al concorso. Dopo la scadenza  del  termine  citato  e
fino  al  giorno  di  svolgimento  della  prova  concorsuale,   sara'
possibile unicamente stampare la domanda gia' presentata. 
    La mancata presentazione della  domanda  nei  termini  e  con  le
modalita' indicate costituisce motivo di esclusione dal concorso. 
    Per la partecipazione al concorso  i  candidati  sono  tenuti  al
versamento, a pena di esclusione, di un  contributo  di  € 20,00,  da
effettuare con le modalita' appresso descritte.  Tale  contributo  e'
valido esclusivamente per il concorso al dottorato per  il  quale  si
presenta la domanda di  partecipazione.  Il  contributo  versato  per
l'organizzazione del concorso non verra' restituito in nessun caso. 
    Nel caso in cui si intenda concorrere a piu'  dottorati  dovranno
essere  presentate  altrettante  domande.  Per  ciascuna  domanda  di
partecipazione dovra' essere effettuato un versamento di € 20,00. 
    Sono esonerati  dall'obbligo  del  versamento  del  contributo  i
cittadini non italiani e non residenti in Italia. 
    La procedura di compilazione della domanda per via telematica  si
svolge in due fasi: 
      cittadini italiani 
        A) La prima fase riguarda la Registrazione utente e la Stampa
del modulo di pagamento  del  contributo  per  la  partecipazione  al
concorso (Passi da 1 a 10); 
        B) La seconda fase, da effettuarsi dopo l'avvenuto pagamento,
consiste  nella  Compilazione  della  domanda  di  partecipazione   e
relativa Stampa (Passi da 11 a 19). 
AVVERTENZE 
    Il sistema provvedera' a controllare che il pagamento  sia  stato
effettuato prima della compilazione della domanda (Passi da 11 a 19). 
    Il candidato e'  tenuto  a  consegnare  la  domanda,  debitamente
sottoscritta, e l'originale dell'attestato di avvenuto pagamento.  La
consegna potra'  essere  effettuata  allegando  i  due  documenti  ai
titoli, qualora previsti, o all'atto dello  svolgimento  della  prova
scritta. 
    Procedura per la prima fase di acquisizione e relativa stampa del
modulo di pagamento del contributo per la partecipazione al concorso: 
      1) Collegarsi al sito web di Ateneo www.unina.it; 
      2) Andare alla sezione «UNINAbacheca»; 
      3) Selezionare la  voce  «Presentazione  domanda  dottorato  di
ricerca»; 
      4) Selezionare l'opzione «Registrazione utente». 
    Una  volta  apparsa  la  maschera  per  l'inserimento  dati,   il
candidato dovra': 
      5) Provvedere all'inserimento dei dati richiesti; 
      6) La procedura assegnera' automaticamente una password che  si
consiglia di trascrivere su un foglio, in modo da poterla  utilizzare
successivamente; 
      7) Cliccare il bottone «Ingresso nel sistema»; 
      8) Inserire il codice  fiscale  e  la  password  che  e'  stata
assegnata; 
      9) Selezionare il dottorato per il quale si intende  presentare
domanda e stampare un modulo di pagamento del contributo di  € 20,00;
l'operazione  deve  essere   ripetuta   per   ciascuna   domanda   di
partecipazione che si intende presentare; 
      10)  Chiudere  la   procedura   e   provvedere   al   pagamento
dell'importo dovuto presso un qualsiasi sportello del  Gruppo  Intesa
Sanpaolo 
    Procedura per la seconda fase di compilazione della domanda: 
      11) Ripetere le operazioni gia' effettuate e descritte  per  la
prima fase dal passo 1 al passo 3; 
      12) Cliccare il bottone «Ingresso nel sistema»; 
      13) Inserire il codice fiscale  e  la  password  che  e'  stata
assegnata; 
      14) Selezionare l'opzione «Inserimento nuova domanda; 
      15) Selezionare il dottorato cui si intende partecipare; 
      16) Provvedere all'inserimento dei dati richiesti; 
      17) Controllare i dati  visualizzati.  Per  confermare  i  dati
inseriti  ed  inoltrare  la  domanda,  cliccare  sul  bottone  «Invio
domanda»; 
      18) Cliccare  il  bottone  «Stampa  domanda»  per  stampare  la
domanda; 
      19) Firmare la domanda  e  consegnarla,  insieme  all'attestato
dell'avvenuto pagamento del contributo, allegando i due documenti  ai
titoli, qualora previsti, o nella sede  di  svolgimento  della  prova
scritta. 
    La  mancata  consegna   della   domanda   di   partecipazione   e
dell'attestazione di versamento costituisce motivo di esclusione  dal
concorso. 
    La procedura della  presentazione  della  domanda  potra'  essere
effettuata - 24 ore su 24 - da qualsiasi computer collegato in  rete,
ad eccezione dei giorni festivi durante i quali la suddetta procedura
telematica  potrebbe  essere  temporaneamente  non  disponibile   per
interventi di manutenzione. 
    Non  saranno  prese  in  considerazione  domande   inoltrate   in
difformita' a quanto previsto dal presente articolo. 
    Per coloro che non abbiano possibilita' di accesso  ad  Internet,
sara'  disponibile,  una  postazione  informatica  presso   l'Ufficio
Dottorato, Assegni e Borse di Studio dell'Universita' degli studi  di
Napoli Federico II - Palazzo degli Uffici - via G.C. Cortese, 29 - 1°
piano - Napoli, dal lunedi' al venerdi'  dalle  ore  09,00  alle  ore
12,00. 
    I candidati diversamente abili, che hanno dichiarato nell'istanza
di avere necessita' di ausilio, dovranno far pervenire  entro  e  non
oltre le ore 12,00 del 15 dicembre 2011 - all'Universita' degli studi
di Napoli Federico II - Ufficio Dottorato, Assegni e Borse di  Studio
- Palazzo degli Uffici  -  via  G.C.  Cortese,  29  -  80133  Napoli,
apposita istanza cartacea nella quale siano indicati, ai sensi  della
vigente normativa (Legge n.  104/1992  cosi'  come  modificata  dalla
legge n. 17/1999) l'ausilio  necessario  in  relazione  alla  propria
disabilita', nonche' l'eventuale necessita' di tempi  aggiuntivi  per
l'espletamento della prova d'esame. 
    Ai fini della valutazione  dei  titoli,  qualora  previsti  dalla
selezione,  i  candidati,  dovranno  presentare   o   far   pervenire
all'indirizzo indicato per ciascun corso di  dottorato  nell'allegato
A) del bando, a pena di esclusione entro  e  non  oltre  la  data  di
scadenza del bando stesso, la seguente  documentazione  in  un  plico
chiuso sul cui involucro devono risultare: cognome,  nome,  indirizzo
del concorrente, nonche' la dicitura «titoli per la partecipazione al
concorso per  l'ammissione  al  corso  di  dottorato  di  ricerca  in
_________________________  - XXVII ciclo», 
    1.  copia  della  tesi  di  laurea  specialistica/magistrale  con
annessa dichiarazione sostitutiva di  atto  di  notorieta'  in  carta
semplice, resa ai sensi degli  articoli  19  e  47  del  decreto  del
Presidente della Repubblica n. 445/2000 e  successive  modificazioni,
che ne attesti  la  conformita'  all'originale,  accompagnata  da  un
riassunto in una lingua straniera, a scelta  fra  inglese,  francese,
spagnolo e tedesco; 
    2. dichiarazione sostitutiva di  certificazione,  resa  ai  sensi
dell'art. 46 del decreto del Presidente della Repubblica n.  445/2000
e successive modificazioni, concernente la media dei voti degli esami
di profitto sostenuti ed il voto di laurea specialistica/magistrale; 
    3. pubblicazioni scientifiche in originale  o  in  fotocopia,  in
tale ultimo caso  il  candidato  dovra'  produrre  una  dichiarazione
sostitutiva di atto di notorieta' in carta semplice,  resa  ai  sensi
degli articoli 19 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica n.
445/2000 e successive modificazioni, che ne  attesti  la  conformita'
all'originale; 
    4. lettere di presentazione di docenti in busta sigillata. 
    Le dichiarazioni sostitutive di cui ai punti 1), 2) e 3) potranno
essere rese utilizzando i modelli reperibili sul  portale  di  Ateneo
all'indirizzo
www.unina.it/studentididattica/postlaurea/dottorato/index.jsp. 
    Nel plico dovranno essere inseriti, inoltre, la  domanda  firmata
di proprio pugno dal candidato e l'attestato dell'avvenuto  pagamento
del contributo. 
    La documentazione concernente i titoli dovra' essere presentata o
fatta pervenire entro e non oltre la  data  di  scadenza  del  bando,
pertanto, non fara'  fede  il  timbro  a  data  dell'ufficio  postale
accettante ma la data di ricezione del plico presso l'Ateneo. 
    L'Amministrazione  non  assume  alcuna  responsabilita'  per   il
mancato recapito della documentazione concernente i titoli dipendente
da errore attribuibile al candidato,  ovvero  da  eventuali  disguidi
postali imputabili a fatto di terzi, caso fortuito o forza maggiore. 
    Coloro   i   quali   conseguiranno   il   diploma    di    laurea
specialistica/magistrale tra la data di scadenza del bando ed  il  31
dicembre 2011, potranno presentare o far pervenire, la documentazione
concernente i titoli, con le modalita' sopra  descritte,  a  pena  di
esclusione, entro e non oltre il 10 gennaio 2012. 
    La procedura per la presentazione  della  domanda  da  parte  dei
cittadini non italiani e non residenti in Italia, che sono  esonerati
dall'obbligo del versamento del contributo, si svolge in due fasi: 
      A) La prima fase riguarda la Registrazione utente (Passi da 1 a
6); 
      B) La seconda fase consiste nella Compilazione della domanda di
partecipazione e relativa Stampa (Passi da 7 a 14). 
AVVERTENZE 
    Il candidato e'  tenuto  a  consegnare  la  domanda,  debitamente
sottoscritta. La consegna potra'  essere  effettuata  allegandola  ai
titoli, qualora previsti, o all'atto dello  svolgimento  della  prova
scritta. 
    Procedura per la prima fase: 
      1) Collegarsi al sito web di Ateneo www.unina.it; 
      2) Andare alla sezione «UNINAbacheca»; 
      3) Selezionare la  voce  «Presentazione  domanda  dottorato  di
ricerca»; 
      4) Selezionare l'opzione «Registrazione utente». 
    Una  volta  apparsa  la  maschera  per  l'inserimento  dati,   il
candidato dovra': 
      5) Provvedere all'inserimento dei dati richiesti; 
      6) La procedura assegnera' automaticamente una userkey  ed  una
password che si consiglia di trascrivere su un  foglio,  in  modo  da
poterle utilizzare successivamente; 
    Procedura per la seconda fase di compilazione della domanda: 
      7) Ripetere le operazioni gia' effettuate e  descritte  per  la
prima fase dal passo 1 al passo 3; 
      8) Cliccare il bottone «Ingresso nel sistema»; 
      9) Inserire la userkey e la password che sono state assegnate; 
      10) Selezionare l'opzione «Inserimento nuova domanda»; 
      11) Selezionare il dottorato cui si intende partecipare; 
      12) Provvedere all'inserimento dei dati richiesti; 
      13) Controllare i dati  visualizzati.  Per  confermare  i  dati
inseriti  ed  inoltrare  la  domanda,  cliccare  sul  bottone  «Invio
domanda»; 
      14) Cliccare  il  bottone  «Stampa  domanda»  per  stampare  la
domanda; 
      15) Firmare la domanda ed inviarla insieme ai  titoli,  qualora
previsti,  o  consegnarla  nella  sede  di  svolgimento  della  prova
scritta. 
    I cittadini non italiani  e  non  residenti  in  Italia  potranno
inviare la documentazione concernente i  titoli  mediante  e.mail  al
seguente indirizzo: phdnafedericoII@unina.it (in tal  caso,  tutti  i
documenti, compresa la domanda  stampata  e  firmata  dal  candidato,
dovranno essere digitalizzati mediante scanner). 
    I candidati in possesso di un titolo di studio conseguito  presso
una  universita'  straniera,  che  non  sia  gia'  stato   dichiarato
equipollente al diploma di laurea italiana specialistica/magistrale e
che,   pertanto,   chiedono   l'equipollenza   unicamente   ai   fini
dell'ammissione al dottorato, dovranno presentare il  certificato  di
laurea, con indicazione degli esami sostenuti e del  piano  di  studi
seguito -  se  il  certificato  e'  redatto  in  una  lingua  diversa
dall'italiano, inglese, francese, spagnolo o tedesco,  dovra'  essere
tradotto e legalizzato in una delle citate lingue - nonche' ulteriori
documenti ritenuti utili  per  la  valutazione  di  equipollenza.  La
documentazione deve essere presentata o fatta pervenire,  a  pena  di
esclusione, entro la data di scadenza del presente bando mediante: 
    1.Consegna diretta all'Ufficio  Dottorato,  Assegni  e  Borse  di
Studio - Palazzo degli Uffici, via Giulio Cesare  Cortese,  29  -  1°
piano - 80133 - Napoli - nei seguenti giorni ed orari: 
      lunedi', mercoledi', venerdi': ore 9,00 - 12,00; 
      martedi' e giovedi', ore 9,00 - 12,00 e 14,30 - 16,30. 
    2. Spedizione postale (posta celere, corriere  espresso  o  altro
mezzo equivalente). In tal caso, sulla busta dovra' essere  riportata
la dicitura «CONCORSO DI DOTTORATO DI RICERCA XXVII CICLO  -  INOLTRO
URGENTE UFFICIO DOTTORATO, ASSEGNI E BORSE DI  STUDIO».  Nell'ipotesi
di   spedizione,   l'Amministrazione   universitaria    non    assume
responsabilita' in ordine alla documentazione  che  sara'  recapitata
all'Ufficio sopra indicato oltre il suddetto termine. 
    Tutti  i  candidati  sono  ammessi  con  riserva  alla  procedura
concorsuale. 
    L'Amministrazione   puo'   disporre   in   ogni   momento,    con
provvedimento  motivato,  l'esclusione  per  difetto  dei   requisiti
prescritti;  tale  provvedimento  verra'  comunicato  all'interessato
mediante raccomandata con ricevuta di ritorno. 
    Sono, inoltre, esclusi automaticamente dal concorso  i  candidati
che - ai sensi dell'art. 2, 2° comma, del presente bando di  concorso
- non conseguano il diploma di laurea entro il 31 dicembre 2011. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                           Prove di esame 
 
 
    Le prove di esame sono uniche  per  ciascun  dottorato  anche  se
articolato  in  piu'  indirizzi.  Esse  sono  tese  ad  accertare  la
preparazione e l'attitudine del candidato alla ricerca scientifica. 
    Gli esami di ammissione per i posti  non  riservati,  sulla  base
delle determinazioni assunte dal  consiglio  di  ciascuna  scuola  di
dottorato in riferimento ai corsi  ad  essa  afferenti,  si  svolgono
secondo una delle seguenti modalita': 
      a) per esami (prova scritta ed orale); 
      b) per titoli ed esami (prova scritta ed orale); 
      c) per titoli e prova orale. 
    I candidati dovranno, inoltre, dimostrare la buona conoscenza  di
una lingua straniera, a scelta  fra  inglese,  francese,  spagnolo  e
tedesco, ad  eccezione  dei  dottorati  in  «Fisica  fondamentale  ed
applicata», afferente alla Scuola di Dottorato in Scienze Fisiche,  e
«Tecnologie Innovative per Materiali Sensori ed  Imaging»,  afferente
alla Scuola di Dottorato in Ingegneria Industriale, per  i  quali  e'
previsto che la prova di lingua  straniera  dovra'  essere  sostenuta
obbligatoriamente in lingua inglese. Le prove potranno essere  tenute
anche in una delle predette lingue. 
    Gli argomenti oggetto delle prove ed i titoli, qualora richiesti,
devono  essere  attinenti  ai  settori  scientifico-disciplinari   di
riferimento del corso di dottorato. 
    La Commissione giudicatrice  dispone  complessivamente  di  cento
punti. 
    Qualora gli esami di ammissione si svolgano secondo la  modalita'
di cui al comma 2, lettera a) per esami (prova scritta  ed  orale)  -
del presente articolo, il punteggio e' cosi' ripartito: 40 punti  per
la prova scritta e 60 per l'orale; e' ammesso  alla  prova  orale  il
candidato che abbia superato la prova scritta con  un  punteggio  non
inferiore a 24/40; la prova orale si  intende  superata  solo  se  il
candidato ottenga un punteggio di almeno 36/60. 
    Qualora gli esami di ammissione si svolgano secondo la  modalita'
di cui al comma 2, lettera b) per titoli ed esami (prova  scritta  ed
orale) - del presente articolo, il punteggio e' cosi'  ripartito:  20
punti per i titoli, 30 punti per la prova scritta e 50 punti  per  la
prova orale. I titoli valutabili ed i punteggi ad essi riferiti sono: 
      la tesi di laurea relativa al titolo richiesto per l'ammissione
al corso, accompagnata da un riassunto in una delle lingue  straniere
previste dal bando: fino ad un massimo di 10 punti; 
      la carriera  universitaria:  media  dei  voti  degli  esami  di
profitto sostenuti e voto di laurea relativi al titolo richiesto  per
l'ammissione al corso: fino ad un massimo di 6 punti; 
      le pubblicazioni scientifiche fino a 4 punti, di  cui  fino  al
massimo di 1puo' essere attribuito in base a lettere di presentazione
di docenti. 
    E' ammesso alla prova scritta il candidato  che  abbia  riportato
nella valutazione dei titoli un punteggio non inferiore a  12/20;  e'
ammesso alla prova orale il candidato che  abbia  superato  la  prova
scritta con un punteggio non inferiore a 18/30;  la  prova  orale  si
intende superata solo se il candidato ottenga un punteggio di  almeno
30/50. 
    Qualora gli esami di ammissione si svolgano secondo la  modalita'
di cui al comma 2, lettera c) per titoli e prova orale - del presente
articolo, il punteggio e' cosi' ripartito: 40 punti per i titoli e 60
punti per la prova orale. I titoli valutabili ed i punteggi  ad  essi
riferiti sono: 
      la tesi di laurea relativa al titolo richiesto per l'ammissione
al corso, accompagnata da un riassunto in una delle lingue  straniere
previste dal bando: fino ad un massimo di 20 punti; 
      la carriera  universitaria:  media  dei  voti  degli  esami  di
profitto sostenuti e voto di laurea relativi al titolo richiesto  per
l'ammissione al corso: fino ad un massimo di 12 punti; 
      le pubblicazioni scientifiche fino a 8 punti, di  cui  fino  al
massimo  di  1  puo'  essere  attribuito  in  base   a   lettere   di
presentazione di docenti. 
    E' ammesso alla prova orale  il  candidato  che  abbia  riportato
nella valutazione dei titoli un punteggio non inferiore a  24/40;  la
prova orale si intende superata  solo  se  il  candidato  ottenga  un
punteggio di almeno 36/60. 
    I candidati ammessi alla prova orale  presenteranno  direttamente
alla commissione giudicatrice il proprio curriculum vitae. 
    I candidati extracomunitari  non  residenti  in  Italia  potranno
sostenere la  prova  orale  per  via  telematica  con  procedure  che
garantiscano l'identificazione degli stessi. 
    Il punteggio finale e' dato dalla somma dei voti conseguiti nella
valutazione  dei  titoli,  qualora  prevista,  nella  prova  scritta,
qualora prevista, e nella prova orale. 
    Per sostenere le prove concorsuali i candidati  dovranno  esibire
uno dei seguenti documenti di riconoscimento in corso  di  validita':
carta di identita', passaporto,  patente  automobilistica  munita  di
fotografia,  porto  d'arma,  tessere  di  riconoscimento  munite   di
fotografia e di timbro od altra segnatura equivalente  rilasciata  da
una Amministrazione dello Stato. 
    L'assenza  del  candidato  nel  giorno,  luogo   ed   orario   di
svolgimento di una delle prove sara' considerata come  rinuncia  alla
prova medesima, qualunque ne sia la causa. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
                      Commissioni giudicatrici 
 
 
    Le commissioni giudicatrici, che saranno pubblicate  sul  portale
di                        Ateneo                        all'indirizzo
www.unina.it/studentididattica/postlaurea/dottorato/index.jsp,   sono
nominate con decreto rettorale ai sensi dell'art. 10 del  regolamento
di Ateneo di disciplina del dottorato di ricerca. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                        Graduatoria di merito 
 
 
    La graduatoria di merito e' unica anche se il corso di  dottorato
e' articolato in piu' indirizzi. 
    Per i dottorati che prevedono posti  riservati,  saranno  stilate
due graduatorie di merito: una per i posti non riservati ed  una  per
quelli riservati. 
    Esse saranno formulate secondo l'ordine decrescente del punteggio
complessivo riportato da ciascun candidato  nelle  singole  prove  ed
approvate con decreto rettorale. In caso di parita' di punteggio  tra
due o piu' candidati avra' precedenza  in  graduatoria  il  candidato
piu' giovane di eta'. 
    I candidati saranno dichiarati vincitori secondo  l'ordine  della
graduatoria fino alla concorrenza dei  posti  messi  a  concorso  per
ciascun dottorato. 
    Qualora i posti riservati restino vacanti saranno utilizzati  per
incrementare il numero dei posti non riservati. 
    Nel  caso  in  cui  il  corso  di  dottorato  sia  articolato  in
indirizzi, i vincitori,  dopo  la  pubblicazione  della  graduatoria,
eserciteranno il diritto di opzione a favore di uno degli  indirizzi,
secondo le modalita' indicate nel successivo art. 8. 
    In caso di mancata  accettazione  entro  il  termine  di  cui  al
successivo art. 8, 3° comma, o  di  rinuncia  entro  sessanta  giorni
dall'inizio dei corsi, subentreranno  altrettanti  candidati  secondo
l'ordine della graduatoria. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
                         Ammissione al corso 
 
 
    I Decreti Rettorali di approvazione delle graduatorie dei singoli
concorsi di dottorato saranno affissi,  entro  il  trentesimo  giorno
successivo  alla  data  della   prova   orale,   all'Albo   Ufficiale
dell'Ateneo,  presente  nel  sito   web   di   Ateneo   all'indirizzo
www.unina.it/studentididattica/postlaurea/dottorato/index.jsp. 
    Tale affissione rappresentera' notifica  ufficiale  ai  vincitori
dei risultati concorsuali. 
    I vincitori, entro e non oltre i successivi  dieci  giorni  dalla
data di  affissione  del  Decreto  Rettorale  di  approvazione  della
graduatoria,  dovranno  presentare  o  far  pervenire  -  a  pena  di
decadenza - all'Ufficio  Dottorato,  Assegni  e  Borse  di  Studio  -
Palazzo degli Uffici - via Giulio Cesare Cortese, 29  -  Napoli,  nei
seguenti giorni ed orari: lunedi', mercoledi' e venerdi' ore  9,00  -
12,00; martedi' e  giovedi':  9,00  -  12,00  e  14,30  -  16,30,  la
richiesta di iscrizione  al  corso  in  carta  semplice,  che  dovra'
contenere, oltre i propri dati anagrafici, le seguenti dichiarazioni: 
      a) dichiarazione  sostitutiva  di  certificazione  relativa  al
possesso della laurea con relativa votazione finale; 
      b) dichiarazione sostitutiva di certificazione di non godere  o
aver goduto di altre borse di studio, erogate per  seguire  corsi  di
dottorati di ricerca, nonche' dichiarazione di non essere iscritto ad
un corso di studio  universitario  (laurea,  laurea  specialistica  o
magistrale,  specializzazione  non  medica,  master,   dottorato   di
ricerca) o, nel caso affermativo, l'impegno scritto a  sospendere  la
frequenza dei citati corsi ad esclusione del  dottorato  di  ricerca,
che non puo' essere sospeso a favore di altro corso di dottorato; 
      c) dichiarazione di essere a conoscenza del  divieto  di  poter
frequentare, per tutta la durata della frequenza  del  dottorato,  un
altro corso di studio universitario: diploma  universitario,  laurea,
laurea  specialistica  o  magistrale,  specializzazione  non  medica,
master, dottorato di ricerca; 
      d) eventuale dichiarazione di opzione a  favore  di  uno  degli
indirizzi in cui si articola il corso di dottorato. 
    I vincitori non italiani in  possesso  di  un  titolo  di  studio
conseguito presso una universita' straniera, che non sia  gia'  stato
dichiarato equipollente al diploma di laurea specialistica/magistrale
italiano,  dovranno  presentare  o   far   pervenire,   inoltre,   il
certificato  di  laurea   tradotto   e   legalizzato   con   allegata
dichiarazione di valore in loco a cura della Rappresentanza  italiana
competente per territorio nel paese  al  cui  ordinamento  appartiene
l'istituzione che ha rilasciato il titolo. Per ulteriori informazioni
al riguardo si rinvia al  sito  web  del  Ministero  dell'Istruzione,
dell'Universita'      e       della       Ricerca       all'indirizzo
http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/5.html 
    Le dichiarazioni sostitutive sopra elencate possono  essere  rese
mediante compilazione di un unico modulo  che  sara'  reperibile  sul
portale             di              Ateneo              all'indirizzo
www.unina.it/studentididattica/postlaurea/dottorato/index.jsp. 
    Alla richiesta di iscrizione dovranno, inoltre,  essere  allegati
una fotocopia di un documento di identita' debitamente firmata ed una
fotografia formato tessera. Gli ammessi ai corsi  che  non  fruiscono
della borsa di studio devono  perfezionare  la  relativa  iscrizione,
consegnando all'Ufficio Dottorato,  Assegni  e  Borse  di  Studio  le
ricevute di pagamento delle tasse  e  dei  contributi  -  di  cui  al
successivo art. 11 -, entro il termine perentorio di quindici  giorni
dalla data di scadenza per effettuare l'iscrizione  stessa,  pena  la
decadenza. Gli importi e le modalita' di pagamento delle tasse e  dei
contributi saranno resi noti  sul  portale  di  Ateneo  all'indirizzo
www.unina.it/studentididattica/postlaurea/dottorato/index.jsp . 
    Non si terra'  conto  delle  documentazioni  pervenute  oltre  il
termine indicato al 3° comma del presente articolo, anche se  spedite
antecedentemente. 
    Nel  caso  in  cui  il  corso  di  dottorato  sia  articolato  in
indirizzi, l'ammissione a ciascuno di essi avverra' secondo  l'ordine
di graduatoria ed in conseguenza della dichiarazione di  opzione  che
ciascun avente diritto formulera'. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
        Conferimento, godimento ed erogazione borse di studio 
 
 
    Le borse di  studio  saranno  conferite  secondo  l'ordine  della
graduatoria fino  alla  concorrenza  del  numero  di  borse  messe  a
concorso per ciascun dottorato o per  ciascun  indirizzo  in  cui  si
articola il dottorato. Nel caso in  cui  il  corso  di  dottorato  si
articoli in indirizzi, l'attribuzione  delle  citate  borse  avverra'
secondo l'ordine di graduatoria ed in conseguenza della dichiarazione
di opzione che ciascun avente diritto formulera'. 
    In caso di parita' di punteggio tra due o piu' candidati, ai soli
fini del  conferimento  della  borsa  di  studio,  la  precedenza  in
graduatoria sara' stabilita mediante la valutazione della  situazione
economica dei concorrenti determinata secondo le disposizioni vigenti
per il pagamento delle tasse e contributi degli  studenti  di  questo
Ateneo. 
    L'importo   annuo   della    borsa    ammonta    a    € 13.638,47
(tredicimilaseicentotrentotto/47)    comprensivo    dei    contributi
previdenziali  cosi'  come  stabilito   dall'art.   2   del   decreto
ministeriale 11 settembre 1998, pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica Italiana del 16 dicembre 1998, n. 293  e  successive
integrazioni  e  modificazioni.  La  borsa  sara'  erogata  in   rate
bimestrali posticipate e per la sua fruizione il  limite  di  reddito
personale   complessivo   annuo   e'   fissato   in    €    13.638,47
(tredicimilaseicentotrentotto/47) lordi. Esso  va  riferito  all'anno
solare  di   maggiore   erogazione   della   borsa   medesima.   Alla
determinazione  di  tale  reddito  concorrono  redditi   di   origine
patrimoniale nonche' emolumenti  di  qualsiasi  altra  natura  aventi
carattere  ricorrente,  con  esclusione  di  quelli   aventi   natura
occasionale o derivanti dal servizio militare di leva di truppa o  da
servizio civile. Dal  computo  e'  escluso,  naturalmente,  l'importo
della borsa di studio. 
    Coloro i quali hanno gia' usufruito di una borsa di studio per un
corso di dottorato di ricerca, anche per un solo  anno,  non  possono
chiedere di fruirne una seconda volta. 
    Le borse di studio non possono essere cumulate con altre borse di
studio a qualsiasi titolo conferite, tranne che con  quelle  concesse
da  istituzioni  nazionali  o  straniere  utili  ad  integrare,   con
soggiorni all'estero, l'attivita' di  formazione  o  di  ricerca  dei
borsisti. 
    L'erogazione della borsa  di  studio  e'  legata  ai  periodi  di
frequenza e di attivita' di studio e di ricerca effettivamente resi. 
    Coloro  i  quali  hanno  diritto  alla  borsa  di  studio  devono
presentare  all'atto  dell'iscrizione  una  dichiarazione  presuntiva
relativa al reddito personale complessivo lordo ed all'assenza  delle
cause di  incompatibilita'  contenute  nel  presente  articolo.  Tale
dichiarazione deve essere ripetuta all'inizio di ogni successivo anno
accademico di frequenza del corso. I fruitori delle borse  di  studio
dovranno, inoltre, provvedere  alla  costituzione  di  una  posizione
contributiva   INPS,   iscrivendosi    alla    «Gestione    separata»
dell'Istituto medesimo. Le modalita'  di  iscrizione  e  la  relativa
modulistica sono reperibili  sul  sito  web  dell'Ente  all'indirizzo
www.inps.it . 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                     Ammissioni in sovrannumero 
 
 
    I  cittadini  extracomunitari  che  abbiano  superato  le   prove
concorsuali  relative  ai  posti  non  riservati  ma  che  non  siano
risultati vincitori,  sono  ammessi  al  dottorato,  senza  borsa  di
studio, in soprannumero nel limite della meta'  dei  posti  istituiti
con arrotondamento all'unita' per eccesso. 
    I  cittadini  extracomunitari  che  abbiano  superato  le   prove
concorsuali relative ai posti riservati ma che  non  siano  risultati
vincitori, possono  essere  ammessi  al  dottorato,  senza  borsa  di
studio, subordinatamente ai candidati extracomunitari di cui al comma
precedente,  in  soprannumero  nel  limite  della  meta'  dei   posti
istituiti con arrotondamento all'unita' per eccesso. 
    Non e' consentita l'iscrizione in sovrannumero al  dottorato  dei
titolari di assegni per lo svolgimento di attivita'  di  ricerca,  in
quanto l'art. 51, 6° comma, della legge n.  449/1997,  che  prevedeva
tale possibilita', e' stato abrogato dall'art. 29, comma 11,  lettera
d), della legge n. 240/2010. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                         Tasse e contributi 
 
 
    Gli ammessi ai corsi di  dottorato  di  ricerca  sono  tenuti  al
versamento, per ciascun anno di  corso,  di  tasse  e  contributi  di
entita' pari a quelle versate dagli studenti  di  questa  Universita'
iscritti ai corsi di studio. Sono esonerati dal predetto versamento i
dottorandi  titolari  della  borsa  di  studio   che   ne   fruiscano
effettivamente. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
               Obblighi, incompatibilita', sospensioni 
 
 
    I dottorandi hanno l'obbligo di frequentare e svolgere  tutte  le
attivita' previste,  di  presentare  le  relazioni  orali  o  scritte
richieste e di adempiere a quant'altro sia stabilito dal collegio dei
docenti del dottorato. Il dottorando puo' svolgere  parte  della  sua
attivita' all'estero presso Universita' o Istituti di ricerca, per un
periodo complessivamente non superiore alla meta'  della  durata  del
corso. Per i periodi di frequenza all'estero l'importo della borsa di
studio di cui al precedente art. 9, 3°  comma,  e'  incrementata  del
50%. 
    Al termine di ciascun anno di  corso  il  collegio  dei  docenti,
sulla base di una particolareggiata  relazione  sull'attivita'  e  le
ricerche  svolte  da  ciascun  dottorando,  deliberera'  l'ammissione
all'anno successivo o proporra' al Rettore l'esclusione dal corso. 
    E' vietata la contemporanea frequenza del corso di dottorato e di
un altro corso di studio universitario: laurea, laurea  specialistica
o  magistrale,  specializzazione  non  medica,  master.  Qualora   il
vincitore sia iscritto  ad  uno  dei  predetti  corsi,  e'  tenuto  a
sospendere l'iscrizione per tutta la durata del dottorato. 
    Gli  iscritti  ai  corsi  di  dottorato   possono   chiedere   la
sospensione dal corso  per  maternita',  malattia  grave  e  servizio
civile.  La  sospensione  superiore  a  trenta  giorni,  comporta  la
cessazione dell'erogazione  della  borsa  di  studio  per  lo  stesso
periodo. 
    Ai sensi della legge n. 476/1984, cosi' come integrata  dall'art.
52, comma 57, della legge n. 448/2001, nonche' dall'art. 19, comma 2,
della legge n. 240/2010, il pubblico dipendente ammesso ad  un  corso
di dottorato di ricerca, che ricopra un posto senza borsa di studio o
che  rinunci  alla  borsa  medesima,  puo'   chiedere   l'aspettativa
conservando il trattamento economico, previdenziale e di  quiescenza,
erogato dall'amministrazione pubblica presso il quale  e'  instaurato
il rapporto di lavoro. 

        
      
                               Art. 13 
 
 
          Titolo di dottore di ricerca e tesi di dottorato 
 
 
    Il titolo di dottore di ricerca si consegue alla conclusione  del
corso, all'atto del superamento dell'esame finale,  subordinato  alla
presentazione di una tesi, ed e' conferito dal  rettore,  secondo  le
modalita' stabilite dal  regolamento  di  Ateneo  di  disciplina  del
dottorato di ricerca. 
    L'Universita' archiviera' e  rendera'  consultabile  in  rete  il
testo  completo  della  tesi  di  dottorato   attraverso   l'archivio
istituzionale ad accesso aperto. 
    Potra' essere concesso un periodo, comunque non superiore  a  tre
anni, su motivata richiesta del dottore di ricerca, in  cui  la  tesi
non sara' consultabile da parte di terzi. 

        
      
                               Art. 14 
 
 
Accesso,  trattamento  dei  dati   personali   e   responsabile   del
                            procedimento 
 
 
    Ai candidati e' garantito l'accesso alla documentazione  inerente
il procedimento concorsuale, ai sensi della vigente  normativa.  Tale
diritto si esercitera' secondo le modalita' stabilite con regolamento
di Ateneo recante norme in materia di procedimento  amministrativo  e
di diritto di accesso ai documenti, emanato con decreto rettorale  n.
3182/2008 e successive modificazioni ed integrazioni. 
    Ai  sensi  del  decreto  legislativo  196/2003,  si  informa  che
all'Universita'  compete  il  trattamento  dei  dati  personali   dei
candidati, in conformita' alle previsioni del regolamento  di  Ateneo
di attuazione del codice di protezione dei dati personali  utilizzati
dall'Universita' degli studi  di  Napoli  Federico  II,  emanato  con
decreto  rettorale  n.  5073/2005  e  successive   modificazioni   ed
integrazioni. 
    Il  capo  dell'ufficio  dottorato,  assegni  e  borse  di  studio
dell'Universita' degli studi di Napoli Federico II e' responsabile di
ogni adempimento inerente il presente  procedimento  concorsuale  che
non sia di competenza della commissione giudicatrice. Per quanto  non
previsto dal presente articolo, si rinvia alle  disposizioni  dettate
dalla legge 7 agosto 1990, n. 241, ed al  regolamento  di  attuazione
approvato  con  decreto   rettorale   n.   3182/2008   e   successive
modificazioni ed integrazioni. 

        
      
                               Art. 15 
 
 
                 Pubblicita' degli atti del concorso 
 
 
    Il presente bando di concorso e tutti gli atti ad  esso  allegati
saranno  resi  pubblici,   esclusivamente,   mediante   pubblicazione
informatica all'albo ufficiale dell'Universita' degli studi di Napoli
Federico  II,  presente  nel  sito  web   di   Ateneo   all'indirizzo
www.unina.it. 
    La pubblicazione informatica all'albo ufficiale  dell'Universita'
degli studi di Napoli Federico II ha valore di notifica  ufficiale  a
tutti gli effetti e non  saranno  inoltrate  comunicazioni  personali
agli interessati. 
    La durata di affissione del presente bando  e'  stabilita  in  90
giorni, quella degli atti ad esso collegati in 15 giorni. 
    Gli  atti  di  cui  sopra  saranno  anche  affissi   nei   locali
dell'ufficio dottorato, assegni e borse  di  studio  dell'Universita'
degli studi di Napoli Federico II, sito in  Napoli  alla  via  Giulio
Cesare Cortese, 29. 

        
      
                               Art. 16 
 
 
                               Rinvio 
 
 
    Per  quanto  non  previsto  dal  presente  bando  si  rinvia   al
regolamento di Ateneo di disciplina del dottorato di ricerca. 
    Il presente decreto sara'  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica Italiana. 
      Napoli, 9 novembre 2011 
 
                                                 Il rettore: Marrelli