Concorso per 1 dirigente medico di gastroenterologia (puglia) ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO 'SAVERIO DE BELLIS' DI CASTELLANA GROTTE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Mobilita'
Posti 1
Fonte: DIR N. 74 del 31-10-2011
Sintesi: ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO 'SAVERIO DE BELLIS' DI CASTELLANA GROTTE Concorso (Scad. 18 novembre 2011) Avviso Pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità volontaria regionale tra Aziende e ...
Ente: ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO 'SAVERIO DE BELLIS' DI CASTELLANA GROTTE
Regione: PUGLIA
Provincia: BARI
Comune: CASTELLANA GROTTE
Data di pubblicazione 07-11-2011
Data Scadenza bando 18-11-2011
Condividi

ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO 'SAVERIO DE BELLIS' DI CASTELLANA GROTTE

Concorso (Scad. 18 novembre 2011)

Avviso Pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità volontaria regionale tra Aziende e altri Enti del Servizio Sanitario della Regione Puglia, per la copertura di n.1 posto a tempo indeterminato di Dirigente Medico - disciplina: Gastroenterologia ed endoscopia digestiva


In esecuzione della delibera n. 400 del 22/07/2011 ai sensi e per gli effetti dell’art.19 c.5 della L.R. n.4/10 è indetto Avviso Pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità volontaria regionale tra Aziende sanitarie e tutti gli Enti del Servizio Sanitario della Regione Puglia per la copertura di n.1 posto a tempo indeterminato di dirigente medico - disciplina: Gastroenterologia ed endoscopia digestiva, ai sensi dell’art.20 del C.C.N.L. 1998/2001, presso la U.o.c. di Gastroenterologia II - Servizio di Endoscopia digestiva, per l’assolvimento di prestazioni endoscopiche emergenziali ed elettive ai vigenti protocolli assistenziali e ambulatoriali dell’Istituto.
Ai sensi della Legge 10/04/1991, n.125, i posti si intendono riferiti ad aspiranti dell’uno e dell’altro sesso cui è garantita pari opportunità per l’accesso al lavoro e al trattamento sul lavoro.
ART. 1:
REQUISITI GENERALI E SPECIFICI DI AMMISSIONE
Gli interessati all’Avviso di mobilità devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) essere dipendenti a tempo indeterminato di Aziende Sanitarie o di Enti del Servizio Sanitario della Regione Puglia nel profilo professionale di Dirigente Medico - disciplina di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva;
b) di avere superato il periodo di prova;
c) avere l’incondizionata idoneità alla mansione specifica;
d) non avere procedimenti disciplinari in corso;
e) possesso di adeguata professionalità specialistica unitamente a una congrua casistica diagnostica e terapeutica non inferiore ad almeno n.100 procedure del tenue con videocapsula; n.10 enteroscopia con strumento a singolo pallone; n.50 mucosectomia; n.10 enteroscopia con strumento a singolo pallone; n.10 trattamenti delle stenosi anastomotiche complicanti la malattia di Crohn con biologici in iniezione locale e successiva dilatazione endoscopica pneumatica; n.5 posizionamento per endoscopico di sonde naso-digiunali e n.5 trattamento endoscopico (meccanico e chimico) di fistole chirurgche anastomotiche.
I predetti requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di partecipazione al presente Avviso.
ART. 2:
MODALITÀ’ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA D’AMMISSIONE ALL’AVVISO
Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso scade alle ore 12.00 del 15° giorno successivo alla data di pubblicazione dell’estratto del presente bando, nel BUR Puglia. Qualora detto giorno sia festivo il termine è prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo. Il suddetto termine è perentorio, posto cioè a pena di decadenza. Per le domande inoltrate a mezzo del servizio postale, la data di spedizione è comprovata dal timbro a data dell’Ufficio Postale accettante. Le domande di partecipazione al concorso, indirizzate al Direttore Generale dell’IRCCS “S. de Bellis” devono essere inoltrate al seguente indirizzo:
IRCCS “S. de Bellis” Via Turi, 27 - 70013 Castellana Grotte Ba - entro e non oltre il termine di scadenza. L’IRCCS “S. De Bellis” declina sin d’ora ogni responsabilità per lo smarrimento di comunicazioni dipendenti da inesatte o non chiare indicazioni del recapito da parte dell’aspirante o da mancata oppure tardiva segnalazione del cambio di indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali o telegrafici, non imputabili a colpa dell’Azienda stessa.
ART. 3:
MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA DOMANDA D’AMMISSIONE DOCUMENTAZIONE RICHIESTA: FORME E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE
Nella domanda di ammissione, datata e firmata, gli aspiranti devono dichiarare, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R.445/2000:
- cognome, nome, data, luogo di nascita e residenza;
- il possesso del diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia con indicazione della data e della sede di conseguimento;
- il possesso del diploma di Specializzazione con indicazione della disciplina nonché della data e della sede di conseguimento;
- iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici con indicazione della relativa sede provinciale;
- di essere dipendente a tempo indeterminato in qualità di Dirigente Medico - disciplina di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva o disciplina equipollente con l’indicazione dell’Azienda di appartenenza e della decorrenza del rapporto di lavoro;
- di aver superato il periodo di prova;
- di non avere procedimenti disciplinari in corso;
- di essere in possesso dell’incondizionata idoneità alla mansione specifica, come risultante dall’ultima visita medica periodica effettuata dal Medico Competente ai sensi del D.l.gvo 626/94;
- la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
- codice fiscale;
L’aspirante dovrà, inoltre, indicare il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essergli fatta pervenire ogni comunicazione inerente l’Avviso di mobilità. In caso di mancata indicazione, vale ad ogni effetto la residenza dichiarata in domanda.
La mancanza della firma o la omessa dichiarazione nella domanda dei requisiti richiesti per l’ammissione determina l’esclusione dalla presente procedura.
La presentazione della domanda implica il consenso del candidato al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, nel rispetto di quanto disposto dal D.L.gvo 196/2003, per lo svolgimento della procedura selettiva.
Ai fini di quanto previsto dai commi 1 e 2 dell’art. 20 del vigente CCNL dell’Area della Dirigenza Medica, il candidato dovrà, altresì, allegare copia della richiesta presentata all’Azienda di appartenenza per il rilascio di assenso da valere, eventualmente, anche ai fini del rispetto dei termini di preavviso.
ART. 4:
DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE
ALLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE
Alla domanda di partecipazione all’Avviso i candidati devono allegare:
- fotocopia del documento di identità in corso di validità;
- certificazione aggiornata relativa allo stato di servizio, con precisa indicazione dei dati temporali (giorno / mese / anno) sia di inizio che di fine di ciascun periodo lavorativo,da cui si evinca la disciplina di appartenenza relativa al posto di ruolo ricoperto, il superamento del periodo di prova e l’assenza di procedimenti disciplinari in corso;
- certificato relativo all’ultima visita periodica effettuata dal Medico Competente ai sensi del D.L.gvo 626/94 da cui si evinca l’incondizionata idoneità alla mansione specifica;
- tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito;
- pubblicazioni;
- Curriculum formativo e professionale dal quale si evincano le capacità professionali possedute dagli interessati, datato e firmato;
- quanto dichiarato nel curriculum sarà valutato unicamente se supportato da formale documentazione o da regolare autocertificazione.
La documentazione di cui sopra può essere prodotta anche con dichiarazione sostitutiva di certificazione ovvero con dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, sottoscritte dal candidato e formulate nei casi e con le modalità previste dagli artt. 46 e 47 del D.P.R 445/2000.
Nella documentazione relativa ai servizi svolti anche se documentati mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art.47 D.P.R.445/2000 devono essere attestate se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 del D.P.R. 20/12/1979 n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa; possono essere presentate anche in fotocopia ed autenticate dal candidato, ai sensi dell’art. 19 del D.P.R. 445/2000, purché il medesimo attesti, mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, corredata da fotocopia semplice di un proprio documento di identità personale, che le copie dei lavori specificatamente richiamati nell’autocertificazione sono conformi agli originali.
Gli aspiranti dovranno inoltre allegare alla domanda di partecipazione un elenco, contenente l’indicazione dei documenti e dei titoli allegati alla domanda di partecipazione.
Tutti i documenti allegati alla domanda devono essere numerati progressivamente; tali numeri dovranno corrispondere esattamente a quelli riportati nel citato elenco.
Non saranno presi in considerazione documenti, titoli o pubblicazioni che perverranno a questa Amministrazione dopo il termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione all’Avviso in argomento.
AUTOCERTIFICAZIONE
Si precisa che il candidato, in luogo della certificazione rilasciata dall’Autorità competente, può presentare in carta semplice e senza autentica di firma:
a) “dichiarazione sostitutiva di certificazione”: nei casi tassativamente indicati nell’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000 (ad esempio: stato di famiglia, iscrizione all’albo professionale, possesso del titolo di studio, di specializzazione, di abilitazione,ecc.);
b) “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà”: per tutti gli stati, fatti e qualità personali non compresi nell’elenco di cui al citato art. 46 del D.P.R.445/2000 (ad esempio: borse di studio, attività di servizio, incarichi libero-professionali, attività di docenza, frequenza a corsi di formazione e di aggiornamento, partecipazione a convegni e seminari, conformità agli originali di pubblicazioni, ecc). La stessa può riguardare anche il fatto che la copia di un atto o di un documento conservato o rilasciato da una pubblica amministrazione, la copia di una pubblicazione ovvero la copia di un titolo di studio o di servizio sono conformi all’originale.
La “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà” deve essere corredata da fotocopia semplice di un documento di identità personale, pena la non ammissione all’avviso.
In ogni caso, la dichiarazione resa dal candidato - in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della certificazione - deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che il candidato intende produrre; l’omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato.
In particolare, con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (unica alternativa al certificato di stato di servizio) deve contenere l’esatta denominazione dell’Ente presso il quale il servizio è stato prestato, la qualifica, il tipo di rapporto di lavoro (tempo indeterminato/determinato, tempo pieno/part-time), le date d’inizio e di conclusione del servizio, nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensioni etc), e quant’altro necessario per valutare il servizio.
L’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e si precisa che, oltre la decadenza dai benefici eventualmente conseguiti dall’interessato, sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.
ART. 5:
MODALITÀ DI SELEZIONE E ASSUNZIONE
Saranno ammessi alla procedura selettiva i candidati che risultano in possesso dei requisiti di cui all’art. 1 del presente bando.
La Commissione Esaminatrice, da nominarsi con provvedimento del Direttore Generale, sarà composta dal Direttore di Struttura Complessa di Gastroenterologia II dell’Ente, Presidente e n. 2 dirigenti medici afferenti alla medesima Struttura Complessa, componenti e da un funzionario dell’Ufficio Personale dell’Istituto.
Ai fini della valutazione dei candidati la Commissione, preliminarmente procederà alla individuazione dei criteri considerando in via analogica anche quelli previsti dall’art.27 del D.P.R. n.483/97, disponendo di un punteggio di 50 punti, così ripartiti:
• 20 punti per i titoli di cui:
- Titoli di carriera punti 10
- Titoli accademici e di studio punti 3
- Pubblicazioni e titoli scientifici punti 3
- Curriculum formativo e professionale punti 4
• 30 punti per la prova colloquio
La commissione attribuirà ai candidati il punteggio formulando la valutazione con riferimento sia alla prova colloquio che al curriculum circa il quale in relazione alle necessità professionali aziendali saranno congruamente valutate attività e percorsi di perfezionamento medico-endoscopico in merito alle malattie dell’esofago, all’endoscopia diagnostica ed operativa delle vie bilio-pancreatiche, alla chirurgia endoscopica bilio-pancreatica e eventuali acquisizioni IBD, ovvero, quelli afferenti alle tipologie della casistica diagnostica e terapeutica di cui ai requisiti specifici di ammissione. Il superamento della prova colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 21/ 30.
A seguito di valutazione comparata, il Dirigente Medico, dichiarato vincitore, sarà invitato a stipulare contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato, regolato dalla disciplina del C.C.N.L. vigente per l’Area della Dirigenza Medica.
L’Azienda si riserva la facoltà di modificare, sospendere e/o revocare il presente bando a suo insindacabile giudizio, dandone tempestiva notizia mediante pubblicazione nel BURP, senza l’obbligo però di comunicare i motivi e senza che gli interessati stessi possano avanzare pretese o diritti di sorta.
Per quanto non specificatamente espresso nel bando, valgono le disposizioni di legge che disciplinano la materia concorsuale, con particolare riferimento al D.lgs. n. 502/92 e s.m., dai DD.Lgs. nn. 165/2001 e 368/2001, dal D.P.R. 483/97 nonché dal CCNL dell’Area della Dirigenza Medica.
Per ulteriori informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi all’Ufficio Gestione delle risorse umane- Responsabile del Procedimento rag. Rosa Accettura (tel.080.4994165-fax 080.4994322).
Il Direttore Generale
Dr.Giuseppe Liantonio