Concorso per 1 dirigente medico di medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza (lombardia), 1 dirigente medico anestesia e rianimazione (lombardia) AZIENDA OSPEDALIERA 'OSPEDALE MAGGIORE' DI CREMA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 2
Fonte: DIR N. 9 del 21-02-2011
Sintesi: AZIENDA OSPEDALIERA 'OSPEDALE MAGGIORE' DI CREMA Concorso (Scad. 30 giugno 2011) Avviso incarico dirigente medico medicina e chirurgia accettazione e urgenza e dirigente medico anestesia e rianimazione
Ente: AZIENDA OSPEDALIERA 'OSPEDALE MAGGIORE' DI CREMA
Regione: LOMBARDIA
Provincia: CREMONA
Comune: CREMA
Data di pubblicazione 22-02-2011
Data Scadenza bando 30-06-2011
Condividi

AZIENDA OSPEDALIERA 'OSPEDALE MAGGIORE' DI CREMA

Concorso (Scad. 30 giugno 2011)

Avviso incarico dirigente medico medicina e chirurgia accettazione e urgenza e dirigente medico anestesia e rianimazione


Si rende noto che questa Azienda intende procedere, ai sensi dell'art. 9 della Legge 20 maggio 1985 n. 207 e del DPR 10 dicembre 1997 n. 483, alla formulazione di una graduatoria per la copertura a tempo determinato di posti di: Dirigente medico di medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza per i servizi dell'A.O. «Ospedale Maggiore» di Crema
Area funzionale: Area medica e delle specialità mediche
Ruolo: Sanitario
Profilo professionale: Medici
Posizione funzionale: Dirigente Medico Dirigente medico DI ANESTESIA E RIANIMAZIONE
per i servizi dell'A.O. «Ospedale Maggiore» di Crema
Area funzionale: area della medicina diagnostica e dei servizi
Ruolo: sanitario
Profilo professionale: medici
Posizione funzionale: dirigente medico
Gli aspiranti, che devono possedere i requisiti generali e specifici prescritti dal D.P.R. 10 dicembre 1997 n. 483, possono far pervenire all'ufficio personale dell'Azienda - c/o Ospedale Maggiore di Crema - largo Ugo Dossena n. 2 entro le ore 12,00 di VENERDI' 30 GIUGNO 2011 domanda in carta semplice in cui devono essere riportate, sotto la propria responsabilità, le seguenti dichiarazioni:
- le generalità, la data, il luogo di nascita e la residenza;
- lo stato civile (se con prole indicare il numero dei figli);
- il possesso della cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei paesi dell'Unione Europea;
- il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
- le eventuali condanne penali riportate;
- i titoli di studio posseduti;
- la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
- gli eventuali servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le cause della eventuale risoluzione dei precedenti rapporti di impiego.
L'accertamento dell'idoneità fisica all'impiego, con l'osservanza delle norme in tema di categorie protette, è effettuato, a cura dell'Azienda Ospedaliera prima della sottoscrizione del contratto individuale di lavoro.
La condizione di privo della vista di cui al 1^ comma dell'art. 6 della legge 2 aprile 1968 n. 482 comporta inidoneità fisica specifica alle mansioni proprie del profilo professionale per il quale è indetto l'avviso pubblico, perché le medesime prevedono l'utilizzo di apparecchiature ed esecuzione di tecniche e manualità.
Gli aspiranti devono comprovare il possesso dei requisiti specifici prescritti, indicati in calce al presente avviso.
Gli aspiranti devono altresì allegare alla domanda di partecipazione tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo e professionale in formato europeo redatto su carta semplice, datato e firmato e un elenco in triplice copia in carta semplice dei documenti e dei titoli presentati, numerati progressivamente in relazione al corrispondente titolo e con indicazione del relativo stato (se originale o fotocopia autenticata).
Il curriculum ha unicamente uno scopo informativo e non costituisce autocertificazione. Le attività professionali, i corsi di studio ecc. indicati nel curriculum saranno presi in esame solo se formalmente documentati.
I titoli devono essere prodotti in originale o in copia autenticata o autocertificati ai sensi di legge.
L'autocertificazione deve risultare da atto formale distinto dalla domanda ed allegato alla medesima.
Le dichiarazioni sostitutive di cui agli uniti moduli 1 e 2 non necessitano dell'autenticazione se sottoscritte dall'interessato avanti al funzionario addetto ovvero inviate unitamente a fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità.
Per coloro che effettuano autocertificazioni viene sottolineato che, ai sensi dell'art. 75 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, ferme restando le sanzioni penali previste per le dichiarazioni mendaci, per falsità negli atti stabilite dall'art. 76 del D.P.R. 445/2000, qualora dal controllo effettuato dall'amministrazione emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e non possono essere oggetto di autocertificazioni.
Formulazione graduatoria
L'Azienda, sulla base del proprio fabbisogno ed a seguito di specifica segnalazione formulata dai dirigenti responsabili dei settori interessati, procede periodicamente alla formulazione di graduatoria di merito, fra i candidati che hanno sino a quel momento presentato domanda, redatta sulla base di punteggi attribuiti da una apposita commissione a:
- titoli presentati
- eventuale colloquio vertente sui compiti connessi alla funzione da conferire che l'Azienda valuta se effettuare.
La commissione dispone dei punteggi previsti dal D.P.R. n. 483 del 10 dicembre 1997
La mancata presentazione al colloquio nel giorno ed ora stabilita, qualunque sia la causa, equivarrà a rinuncia.
Ai sensi dell'art. 10 della legge 31 dicembre 1996 n. 675, i dati personali forniti dai candidati o acquisiti d'ufficio saranno raccolti dal servizio personale in banca dati sia automatizzata che cartacea, per le finalità inerenti la gestione della procedura e saranno trattati anche successivamente, a seguito di eventuale instaurazione di rapporto di lavoro, per la gestione dello stesso. Tali dati potranno essere sottoposti ad accesso da parte di coloro che sono portatori di un concreto interesse, ai sensi dell'art. 22 della legge 241/90.
Le domande si ricevono dalle ore 10,30 alle ore 12,30 dei giorni feriali, sabato escluso, e dalle ore 14,30 alle ore 16,30 nei giorni di martedì e giovedì all'ufficio personale dell'Azienda - presso Ospedale Maggiore di Crema - largo Ugo Dossena 2 - 26013 Crema - tel. 0373/280219.
Per le domande inoltrate a mezzo servizio postale (indirizzo: A.O. «Ospedale Maggiore» di Crema - casella postale n. 144 - ufficio postale Crema Centro - 26013 Crema), la data di spedizione è comprovata dal timbro a data dell'ufficio postale accettante, non saranno comunque prese in considerazione le domande pervenute dopo l'inizio delle attività della commissione.
Entro 30 giorni dall'adozione del provvedimento di nomina i candidati sono invitati a procedere al ritiro della documentazione allegata alla domanda di partecipazione all'avviso. Successivamente l'Azienda procederà allo smaltimento della documentazione non ritirata.
L'Azienda si riserva la facoltà di modificare, prorogare o sospendere il presente avviso.
Per eventuali informazioni rivolgersi all'ufficio personale dell'Azienda.

Crema, 4 febbraio 2011

Per delega del direttore generale

il dirigente responsabile U.O. personale

Guido Avaldi